logo
išči
išči tudi po celotnem besedilu
išči tudi po Europeani
Epošta:
Geslo:
Prijava
 

0 / 0

. -

della

DIETA PROVINCIALE

della

CONTEA PRINCIPESCA

di

Gorizia e Gradišča

redatte sulle annotazioni stenografiche

Gorizia 1896 Tip. Seitz. — La Giuiita prov. ed.

25

216 Ims

£L

09-

■t**C

ŠOB M5G2>!

J

Indice alfabetico.

A.

Abram Dr. Giuseppe, deputato prov.: sua solenne promessa

„ „ „ & confenriata la sua elezione a deputato provinciale . „ „ „ & nominato assessore della Giunta provinciale Acqua, provvedimenti d'acqua nei comuui della Provincia: rapporto della

Giunta prov. su tali provvedimenti Acquedotto per la citta di Gorizia : il Municipio domanda la sanatoria di

spese a carico del fondo Prestito 1889 Addizionali e tasse pel fondo provinciale: esercizio provvisorio pro 1896 .

Addizionali e tasse pel foudo provinciale pro 1896 (Y. preventivo del fondo provinciale) ......

AfFari C.ivili e penali: interpellanza sul divieto deli'uso della lingua slovena

in affari ecc. .

Aidussina Comitato stradale, chiede sussidio

Aidussina-Gorizia ferrovia; interpellanza se il Governo š disposto di prestare il suo concorso materiale on de questo progetto possa esser tradotto in effetto con tutta sollecitudine . . . .

Allievi delle scuole industriali di Mariano e Fogliano (Y. ai propri loro nomi pag. 186) ......

Alojzijevišča: Convitto di S. Luigi, la Direzione chiede sussidio. Apertura della Dieta prov.: I tomata, Epoca VII Aquileja-Gorizia-Gradisca-Cervignano: questione trenoviaria Aquileja-Goiizia trenovia: interpellanza se il Governo š disposto di prestare il suo concorso materiale oude questo progetto possa esser tradotto in effetto con tutta sollecitudine . Arti belle: allievi (V. ai loro nomi propri pag. 186) Artieri: istituzione di 4 stipendi annui per favorire piccole industrie nella Provincia ......

Artieri: alla scuola di perfezionamento slovena per artieri in Gorizia 6 ac-

cordata la sovvenzioue stabile di f. 1000 Assessori della Giunta provinciale: loro nomina

Assicurazioni nel ramo incendi: Legge con cui viene introdotto un contributo delle Societa di assicurazioni nel ramo incendi alle spese deli' istituzione e del mantenimento dei corpi dei vigili Assise: interpellanza perchč vengano istituiti due banchi di giurati, 1' uno

per ia sezione slovena i' altro per 1' italiana . Assistente di contabilitil prov.: viene sistemato un seconde pošto di assistente provinciale ......

Assolti legali (V. ai loro nomi propri pag. 184) Asylvereifl, Societit in Vienna, chiede sussidio

Atti d' ufficio della Giunta prov. interpellanza Rojic al Cap. prov. circa la

anno giorno della seduta 'pagina Nr. del-l'alleg.

1895 39 99 28/12 28/12 28/12 3 19 28

1896 10/2 143

1895 1896 » 39 10/2 28/12 9/1 24/1 10/2 158 26 31 83 132

» 10/2 150 7

39 39 28/1 11/2 96 188

99 12/2 209 •

99 1895 1896 11/2 11/2 28/12 11/2 186 178 1 176

v 99 12/2 11/2 209 186

33 28/1 110

1895 10/2 28/12 142 28

1896 28/1 102 2

1896 9/1 35

1896 n 39 10/2 11/2 11/2 151 184 194 7

spedizione in lingua italiana di un atto ali' afflcio Imposte e Capi-tanato di Tohnino .....

Autorita giudiziarie: proposta: Turna circa alla progettata riorganizzazione delle Htitorit;\ giudiziarie ....

Auzza: proposta per la costruzione e riattazione della strada da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček ....

Avvocati: interpellauza circa aH' evasione di un raemoriale presentato dalla Camera degli avvocati in Gorizia ali' i. r. Ministero di Giustizia .

Avvocato Dr. Marco Morpurgo: interpellanza riferibile alla causa penale in-camminata cnntro esso per giuramento falso .

Babič Giuseppe e Race Autonio di Rodik: condono di multe

Banchi di giurati: interpellanza affinchč vengano istituiti due banchi di —

uno per la sezione slovena e 1' altro per 1' italiana Barbazetto V. Carolina: le 6 accordato il sussidio di f. 150 in causa della rnorte della figlia cauoniehessa ....

Barriera: petizione dei Comuni di Opachiasella, Savogna e S. Andrea riguardo alla ••••••

Baschi Vittorio, chiede sussidio .....

Baselli Antonio študente: sussidio . . . .

Basso Isonzo: Interpellanza riguardo ai provvedimenti da prendersi in difesa delle sponde del fin me Isojizo ....

Batič Vincenzo študente, sussidio ....

Baumbach in Trenta inferiore (rifugio): contributo per la costruzione della strada Soča-Trenta .....

Belle arti allievi di — (V. ai loro nomi propri pag. 186)

BenardeSli Nicolft: 6 confermata la sua elezione a deputato provinciale

Benardelli Nicolč: depone il mandato di deputato provinciale

BerbUČ prof. Giovanni, deputato prov., sua solenne promessa

BerbliČ prof. Giovanni: š confermata la sua elezione a deputato provinciale

BerbllČ prof. Giovanni: interpellanza circa le differenze delle tarife di clas-

sificazione dei fondi nella vallata del Vippaco Berndt Silvio: si approva il provvedimento interinale preso nei riguardi del maniaco ......

Bestrigna: legge con cui vengono dichiarati regionali il tronco di strada Ronchi per Villa Raspa sino alle čase di Bestrigna; e presso il ponte della Grorna sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca BiailCO di roccia: progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roc-cia (Edelvveiss) . . . . .

Biliana podesteria, domanda sia dicbiarata regionale la strada Medana, Dobra per Fleana ......

Birra, spi riti, zucchero, petrolio : proposta circa le convenzioni dogauali, com-

merciali e bancarie coi paesi della Corona d' Ungheria . Bisiach Carlo, assolto legale: sussidio .

Bizail Felice, študente: sussidio .....

anno

1896

giorno della

seduta

pagina

Nr. del-1'alleg.

1895

1896 18:) 5

1896

17/1 31/1 10/2 4/2 10/2 12/2

24/1

31/1

11/2

3/1

28/1

11/2 11/2 11/2

10/2 11/2

28/1 11/2

28/12 9/1 28/12 28/12 9/1 4/2

10/2

28/1

10/2

11/2

12/2 11/2 11/2

50 123 137 126 139 226

71

120

196

35

119

195 186* 182

134 187

104 186 15 31

3 26 33 125

164

109

162

200

210 184 187

Blasig Ermenegildo chiede sussidio ....

Bonne Antonio študente: sussidio .

Bosizio Cav. de Luigi, i. r. Consigliere aulico, rappresentante deli' Eccel so Governo alla Dieta provinciale ....

Bosizio Cav. de Luigi, risponde ali' interpellanza del deputato Bojic e cnns.

in quanto ai deplorevoli avvenimenti successi iu Kanziano nel 1895 Bosizio Cav. de Luigi, risponde aH' interpellanza del deputato Grča e cons.

relativameute alla progettata gita per Gorizia da parte di Societž, slovene ......

Bosizio Cav. de Luigi, risponde aH' interpellanza circa la differeuza della ta-

riffa di classificazione dei fondi nella vallata del Vippaco Bosizio Cav. de Luigi, risponde ali'interpellanza riferibile alla commissione

prov. per la revisione dei catasto ali' imposta fondiaria. Bosizio Cav. de Luigi, risponde aH' interpellanza riguardo alle misure per la difesa della strada erariale Carniola italiana contro le inondazioni del kurente Lepeušček .....

Bosizio Cav. de Luigi, risponde alle interpellanze fatte nella seduta del 28 dicembre 1895 e 9 geunaio 1896 riguardo alla scuola popolare slovena di Gorizia .....

Bottai: raaestri bottai: istituzione di 4 stipendi anitui per favorire le piccole industrie in Provincia .....

Bovec Comitato stradale chiede sussidio ....

Bramo elemente impiegato prov. chiede aumento di stipendio Bramo elemente impiegato prov. g!i č aceordata una gratificazioue Branizza. comitato per la costruzione della strada nella valle della Brazzano: spesa per la manutenzioue della strada e del ponte internazionale sul Judri presso Brazzano ....

Bresnig Adolfo študente: sussidio ....

BrilSChina, membro della Societ^ agraria: sua proposta di istituire degli stipendi a favore di artieri per apprendere la confezione delle botti e dei tini ......

Budai Nicol6. chiede sussidio .....

C.

Camaur Antonio. allievo di belle arti: sussidio

Camera degli avvocati in Gorizia: interpellanza circa ali'evasione di un me-

moriale da essa presentato aH' i. r. Ministero di giustizia Campanils di Pliscovizza: il comune domanda sussidio pel ristauro del Canale per Auzza sino al torrente Vogršček: proposta per la costruzione e riattazione della strada regionale d« Canale ecc.

Canale comitato stradale chiede sussidio .... Candutti Fraucesco, custode del Palazzo prov., gli viene aumeutato il salario

Canonichessa Adelina nob. de Barbazetto, morta: alla madre di lei viene

asseguato un sussidio per spese funerarie Capanna di Baumbach: contributo per la costruzione della strada Soča-Trenta

anno giorno della seduta pagina

1896 11/2 186

» 11/2 181

1895 28/12 3

1896 28/1 87

n 28/1 88

y> 4/2 125

v 10/2 133

v 10/2 133

» 12/2 206

•n 28/1 110

» 11/2 188

ii 12/2 224

v 10/2 150

v 11/2 188

» 10/2 163

K 11/2 181

V 28/1 110

» 11/2 186

» 11/2 186

» 24/1 71

» 11/2 180

4/2 126

» 10/2 139

n 12/2 226

n 11/2 188

ii ,10/2 150

v 12/2 224

» 28/1 98/1 118 104

Nr del-

l'alleg.

TI

Capitano proviuciale: sua solenue promessa eome tale Capre pascolo: Podesteria d i Soča e Trenta

Carniola: sanatoria alla sovvenzione concessa ai danneggiati dal terremoto di Lubiana ......

Carso Commissione d' imboschimento: rapporto della Giunta proviuciale con cui domanda 1' autorizzazione di metterle a disposizione un iinporto pei lavori d' imboschimento di fondi al torrante Lokavšček Carso: sovvenzione per provvedimeuti d' acqua nei Comuni della Provincia Caserma Catinelli in S. Rocco: interpellanza circa aH' apertura della scuola popolare slovena, al suo sito inadatto, ali' impiego degli inseguanti Catasto per 1' imposta fondiaria: interpellanza circa la revisiorie del catasto per ecc. ......

Catasto per 1' imposta fondiaria: nomina dei membri e sostituti della commissione prov. per la revisione del censo fondiario Catasto per 1'imposta fondiaria: interpellanza circa le differenze di classifi-

cazione dei fondi nella vallata del Vippaco . Catasto deli'imposta fondiaria: interpellanza circa 1'ultima revisione del catasto fondiario ..... Catinelli, Caserma in S Rocco : interpellanza circa ali' apertura della scuola popolare slovena, al suo sito inadatto, aH' impiego degli iusegrianti Cauzer Antonio, chiede sussidio ..... Cecovich Arturo, assolto legale: sussidio .... Čshovin Bar. Andrea: Giov. Lebau chiede sussidio per la stampa di un o-

puscolo che tratta di . Čehovin Bar. Andrea: Societš, dei Veterani in Gorizia cliiede sussidio per

1' erezione d' un monumento al defunto Capitano ecc. . CenSO fondiario: interpellanza circa le differenze delle tariffe di classificazione dei fondi nella vallata del Vippaco

CenSO fondiario: interpellanza circa la revisione del catasto per 1'imposta fondiaria

CenSO fondiario: interpellanza circa 1'ultima revisione del catasto fondiario CenSO fondiario: nomina dei membri e sostituti della commissione proviuciale per la revisione del ... Cervignano-Gorizia-Gradisca-Aquileja: questioue trenoviaria Cervignano Comitato stradale chiede sussidio Chiades Alessandro Impiegato prov. chiede aumento di stipendio . Chiades Alessandro, archivista prov. gli & accordata una gratiflcazione Ciliapovano Couiune : domanda che quella strada couranale venga assunta nel novero delle regionali ..... Chiesa del Sacro Cuore di Gesu da erigersi a Gorizia : al Comitato costitui-

tosi per quella viene concesso un sussidio di f. 1000 . Chiesa e Campauile di Pliscovizza: il cotnune di Pliscovizza ne domanda sussidio pel ristauro ..... Chiusura della sessione Dietale della I tornata epoca VII Circhina Comitato stradale, chiede sussidio ....

anno i . 1 giorno della !seduta | pagina

1895 28/12 1

189612/2 229

n 28/1 109

» 28/1 99

» 10/2 143

rt 24/1 82

n 24/1 65

n 10/2 133

V 11/2 172

» 24/1 84

v 9/1 33

» 4/2 125

» 11/2 173

» 24/1 82

y> 11/2 186

v 11/2 184

?? 11/2 194

» 12/2 227

» 9/1 33

r> 4/2 125

v 24/1 65

v 10/2 133

-1 11/2 172

» 11/2 172

» 24/1 84

y> 11/2 176

n 11/2 191

v 12/2 224

n 10/2 150

11/2 197

v 10/2 141

v 11/2 180

it 12/2 231

» 11/2 188

Nr. del-1'alleg.

Classificazione dei fondi nella vallata del Vippaco: interpellanza circa le differenze delle tariffe .

Coltivazione e inuesto di viti americane : proposta pel provvedimeuto ad un maggiur numero di vivai per la coltivazione ecc.

Comen Comitato stradale chiede sussidio .... Comitati Stradali: sussidi per opere di pubblica utilitit (V. pag. 188) Comitato stradale di Canale: proposta per la costruzione della strada regio-nale da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček .

Comitato stradale di Canale chiede sussidio Comitato stradale di Cervignano chiede sussidio Comitato stradale di Circhiua chiede sussidio Comitato Stradale di Comen chiede sussidio

Comitato stadale di Cortuous: spesa sostenuta per 1'ordinaria mauutenzione della strada e del ponte internazionale sul Judri presso Brazzauo Comitato stradale di Corraons chiede sussidio per la costruzione del ponte sul Reka ......

Comitato stradale di Gorizia in Podgora chiede sussidio Comitato stradale di Monfalcone chiede sussidio Comitato stradale di Plezzo chiede sussidio Comitato stradale di Sesana chiede sussidio Comitato stradale di Tolmino chiede sussidio

Comitato per la costruzione della strada nella valle della Branizza chiede sussidio .

Comitato scoiastico della scuola slovena in Gorizia: interpellanza riguardo

ali' evasione di un ricorso di quel Comitato . Comitato di finanza e petizioni: nomiua dei rnembri . Comitato legale: nomina dei rnembri ....

Commissario Imperiale risponde aH'interpellanza del deputato Rojic e cons.

in qimito ai deplorevoli avvenimeriti successi in Ranziano nel 1895 Commissario Imperiale risponde ali' interpellanza del deputato Grča e cons.

relativamente alla progettata gita per Gorizia da parte di SocieU slovene ......

Commissario Imperiale risponde aH' interpellanza circa la differenza delle

tariffe di classificazione dei fondi nella Vallata del Vippaco Commissario Imperiale risponde ali' interpellanza del deputato Dottori e cons.

riferibile alla commissione proviuciale per la revisione del catasto deli' imposta fondiaria .....

Commissario Imperiale risponde aH' interpellanza del deputato Grča e cons.

riguardo alle misure per la difesa della strada erariale Carniola italiana contro le inondazioni del torrente Lepeušček Commissario Imperiale risponde aH' interpellanza riguardo alla regolazione

del torrente Lijak . . .

Commissario Imperiale risponde aH' interpellanze fatte nelle sedute del 28 dicembre 1895 e 9 geunaio 1896 dai deputati Rojic, Turna, Klan-čič, Gregorčič riguardo alla scuola popolare sloveua in Gorizia

anno giornf della sedutf pagina

1896 n » 1 ; » 9/1 4/2 24/1 28/1 12/2 11/2 33 125 65 97 230 188

» » » 9) V 99 9f 4/2 10/2 12/2 11/2 11/2 11/2 11/2 126 139 226 188 191 188 188

» 10/2 163

99 9S 99 ?? 99 99 12/2 11/2 11/2 11/2 11/2 11/2 227 188 190 188 188 188

99 11/2 188

1895 1896 10/2 28-29/12 17/1 136 63

» 28/1 87

» 28/1 88

n 4/2 125

» 10/2 133

» 10/2 133

n 11/2 172

» 12/2 206

Nr. del-l'allejr.

TIH

Commissšone provinciale per la revisione del censo fondiario: nomina dei

membri e sostituti . Comuni e Comitati stradali: sussidi per opere di pubblica utiliU (V. pag. 188) Condono di malte ai fu podestfl di Rodik A. Race e (j. Babič . Conferimento di posti ad impiegati: iuterpellauza concernente 1'uso delle

lingue del paese uei Tribuiiali e nei Giudizi distrettuali Consiglio scolastico urbano in Gorizia: interpellanza circa 1'iserizione dei fau-

eiulli nella scuola popolare siovena Consorzio viiiicolo di Dornberg chiede sussidio

Consorzio per la difesa della sponda deli' Isonzo in Podgora chiede sussidio

Consuntivo del fondo Coltura forestale pro 1893

Consuntivo del fondo Coltura forestale 1894

Consuntivo del fondo Dame pro 1893 .

Consuntivo del fondo Dame pro 1894 .

Consuntivo dei Depositi e danari estranei pro 1893 .

Consuntivo dei Depositi e danari estranei pro 1894 .

Consuntivo del fondo Generale dei poveri pro 1893 .

Consuntivo del fondo Generale dei poveri pro 1894 .

Consuntivo del fondo d' Esonero pro 1894 . .

Consuntivo del fondo Militari feriti ed ammalati pro 1893

Consuntivo del fondo Militari feriti ed ammalati pro 1894

Consuntivo del fondo Operai inabili al lavoro pro 1894

Consuntivo di diversi Piccoli fondi pro 1S94

Consuntivo del fondo Provinciale pro 1894.

Consuntivo del fondo Provinciale comunale pro 1893 .

Consuntivo del fondo Provinciale comunale 1894

Consuntivo del fondo Scolastico pro 1893 . .

Consuntivo del fondo Scolastico pro 1894 ....

Consuntivo del fondo Sordimuti pro 1893 ....

Consuntivo del fondo Sordimuti pro 1894 .

Consuntivo del fondo Stipendi pro 1894 .... Consuntivo del fondo Stipendi Werde«berg pro 1894 Contabile provinciale: iuterpellauza del deputato Rojic e cons. in quanto alla nomina del .

Contabilita provinciale: viene sistemato un secondo pošto di assistente cou-tabile ......

Canti preventivi dei fondi araministrati daila Giunta: (V. alla voce: Preventivo)

Conto Consuntivo e conto Preventivo (V. Consuntivo e Preventivo) Contributo delle Societft di assicarazioni nel ramo incendi alle spese deli' isti-

tuzione e del mantenimento dei corpi dei vigili Contributo per la costrnzioue della strada Soča-Trenta Convenzioni doganali commerciali coll' Ungheria: proposta di ridurre il con-tributo d' imposta sullo zucchero, sulla birra, sugli spirit-i e sul petrolio uelle provincie di qua del Leitha Convitto italiano di S. Luigi, la Direzione chiede sussidio Convitto s loven o di S. Luigi, la Direzione chiede un sussidio . Čopi Giuseppe študente: sussidio ....

anno 1 g! orno i della j pagin seduta i 1 Nr i del-l'alleg.

1896 »24/1 84

v 11/2 196

a 9/1 35

n 17/1 51

» 12/2 228

n 11/2 188

» 10/2 164

» 28/1 113

12/2 215

11 17/1 58

» 12/2 216

n 12/2 217 |

y> 12/2 218

n 12/2 219

7> 12/2 220

» 12/2 215 M| J

» 17/1 55

» 17/1 59

i 17/1 56

» 10/2 145

» 10/2 166

» 17/1 61

» 10/2 167

» 28/1 116

» 12/2 213

» 17/1 53

» 28/1 111

» 10 2 ! | 167

» 28/1 88

» 10/2 i ' [ 150 7

n 28/1 102 2

n 28/1 104

» 1 12/2 210

» 11/2 178

9 11/2 178

» 11/2 187

Cormons e Monfalcone: interpellanza riguardo al collocamento di tabelle bi-

lingtii iiei giudizi di Monfalcone e Cormons . Cormons comitato stradale: spesa sostenuta per 1'ordinaria manutenzione della strada e del ponte iuternazionale sul Jadri presso Brazzano Cormons comitato stradale chiede sussidio per la costruzioue del poute sul Reka Coronini Conte Francesco, nominato Capitano provinciale con risoluzione So-vraua del 12 dicembre 1895 .... Coronini Conte Francesco: 6 approvata la sua elezione a deputato provinciale Coronini Conte Francesco Capitano provinciale d nominato membro della Coin-

missione prov. per la revisione del censo fondiario Coronini Conte Alfredo, deputato prov. sua solenne promessa

Conte Alfredo: d confermata la sua elezione a deputato provinciale Conte Alfredo e cons. interpellanza riferibile alla causa penale con-tro 1' avvocato Dr. Marco Morpurgo Coronini Conte Alfredo e Cons. interpellanza riguardo 1' evasione di un ricorso

del Comitato della scuola slovena in Gorizia . Cossar Giovanni, allievo di beli« arti, sussidio

Cuore del S.S. Gesft: 6 assegnato il sussidio di f. 1000 al Comitato per 1' erezioue della Chiesa in Gorizia dedicata al S.S. Cuore di Gesvl Curatorio della scuola professionale di perfezionamento in Gorizia con lingua d'insegnamento slovena .....

Coronini Coronini

D' Adamo Augusto študente : sussidio :

Dama Prebendata : a Carolina Y. Barbazetto viene assegnato un sussidio per spese di funerali in causa della morte della figlia Adelina Dama prebendata . ...

Dazi in generale : proposta circa le convenzioni doganali, commerciali e ban-

carie dei paesi della Corona d' Ungheria Debito fluttuante della Provincia ....

Delmestri Francesco, chiede sussidio .... Oementi neir ospedale femmi/iile di Gorizia : provvedimento per un migliore loro trattamento .....

Demonte Mario študente : sussidio ....

Deputati provinciali alla Dieta di Gorizia: loro solenne promessa Deputati „ „ » » » conferma della loro elezione (V.

ai nomi propri) Dieta provinciale, I. tornata Epoca VII (solenne apertura) Dieta provinciale: chiusura della sessione dietale della I tornata Epoca VII Dietz Giusto študente: sussidio ..... Diritti nazionali: rimostranza di diversi comunisti in Dolegna in affari comunali Disdetta della Convenzione doganale-commerciale coirUngheria (proposta Tuma) Distretti giudiziari della Provincia: proposta Tuma circa la progettata rior-

ganizzazione delle Autorita giudiziarie DistrettO politico di Gorizia: interpellanza del dep. Rojic circa la nomina

d' impiegati nel distretto politico di Gorizia . Divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali: interpellanza

anno

1896

1895

1896 1895

1896

v

»

giorno della seduta

1896

1895

1896

v »

rt »

1895

1896

28/1

11/2

12/2

28/12 28/12

24/1

28/12 28/12

31/1

10/2 11/2

10/2

4/2

11/2

28/1

12/2 10/2 11/2

10/2 11/2

28,12

28/12 12/2 11/2 11/2 12/2 31/1 10/2 28/12 28/1 28/1

pagina

Dobra : la podest. di Biljana domanda che sia dichiarata regionale la strada Medana, Dobra per Fleana ....

Dobra : il comitato stradale di Cormous domauda sussidio per migliorare la

strada sotto il castello di Dobra Dogana : interpellanza circa al bisogno deli' erezione in questa cittž, di un

palazzo di giustizia nell' edificio della i. r. Dogana Dolegna: rimostranza di diversi comunisti di Dolegna in affari comuuali Dominco Francesco : študente, sussidio .... Dominiko Niecolft študente: sussidio ....

Don Bosco : la Direzione del Convitto italiano di S. Luigi chiede un sussidio Dornberg : Ferd. Dr. Rojic e cons. instano per la separazione del comune locale di

Dornberg : Consorzio vinicolo chiede sussidio Dottori Cav. Antonio, deputato provinciale, sua solenne promessa Dottori „ „ š confermata la sua elezione a deputato provinciale . Dottori e Cons. interpellanza circa la revisione del catasto per 1' imposta fondiaria ......

Dottori e Cons. interpellanza riguardo ai provvedimenti da prendersi in di-fesa delle spoude del fiume Isonzo

E.

Edelweiss : progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia Erezione in questa cifcta, di un palazzo di Giustizia: interpellanza circa al

bisogno di una tale erezione nell' edificio deli' i. r. Dogana Esazione di sovraimposte e tasse pel fondo provinciale pro 1896

Esazione di addizionali e tasse pel fondo provinciale pro 1896 Esazione del soldo pigioni: progetto di legge rifiettente P imposizione del

soldo pigioni nel Comune di Gorizia Esercizio provvisorio pro 1896 del fondo provinciale .

Espulsi: progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei tra-sporti forzosi .....

Estimo fondiario : interpellanza circa le dilferenze delle tariffe di classifica-zione dei fondi nella vallata del Vippaco

Estimo fondiario nel distretto di Gradišča : interpellanza circa la revisione del catasto per 1' imposta fondiaria

Estimo fondiario : nomina della Commissione prov. per la revisione del ceuso fondiario ......

Estimo fondiario interpellanza circa 1' ultiuia revisione del catasto fondiario

auno giorno della seduta pagiua

1896 11/2 200

» 12/2 227

n 28/1 91

» 11/2 200

» 11/2 187

D 11/2 187

y> 11/2 178

» 11/2 198

v 12/2 228

1895 28/12 3

y> 28/12 25

1896 24/1 65

» 10/2 133

» 11/2 172

» 10/2 134

n 10/2 162

n 28/1 91

1895 28/12 26

1896 9/1 31

» 24/1 83

1 » 10 2 132

V 10/2 150

V 10/2 157

1895 28/12 26

1896 9/1 31

» 24/1 83

„ 10/2 132

» 10/2 162

8/1 33

„ 4/2 125

24/1 65

10/2 133

1 » 11/2 172

» 24/1 84

» 11/2 172

F.

Faganelj Giuseppe študente: sussidio .

Falso giuramento ; interpellanza riguardo alla eausa penale contro 1' avvocato

Dr. Marco Morpurgo di Gorizia per giuramento falso Ferrovia Gorizia-Aidussina e trenovia Gorizia-Aquileja : interpellanza del dep.

Venuti, se il Governo d disposto di prestare il suo concorso, onde questi progetti possano essere tradotti in effetto con tutta sollecitudine Ferrovie: interpellanza circa alla questione della ferrovia Gorizia-Predil e Gorizia-Vippaco .....

Ferrovie : proposta d' urgenza relativa alle congiunzioni ferroviarie di questa Provincia ......

Ferrovie: proposta d'urgenza relativa alla congiunzione ferroviaria della cittž,

di Gorizia per la vallata del Vippaco Fiurne Isouzo : interpellanza riguardo ai provvedimenti in difesa delle sponde del fiurne Isonzo .....

Fleana : la Podest. di Biljana domauda che sia dichiarata regionale la strada Medana, Dobra per Fleana ....

Fogliano e Zaga scuole di panierai: spesa pel mautenimento delle stesse . Fogliano e Mariano, allievi di quelle scaole (V. ai loro propri nomi pag. 186) Fondi nella Vallata del Vippaco : interpellanza circa le tarife di classificazione

dei fondi nella Vallata del Vippaco Fondiaria : interpellanza circa le differenze delle tarife di classificazione dei fondi nella vallata del Vippaco ....

Fondiaria : interpellanza circa la revisione del catasto per 1' imposta fondiaria

Fondiaria : nomina della Commissione prov. per la revisione del censo foudiario Fondiaria : interpellanza circa 1' ultima revisione del catasto fondiario Fondo provinciale : la Giunta prov. propone un esercizio provvisorio pro 1896

Fondo provinciale : preventivo pro 1896 ....

Fornasarig Giovanni Batta, chiede sussidio . .

Furlan Luigi chiede sussidio .....

Furlani Antonio e cons di Prebacina instano per la separazione del Comune locale di Dornberg .....

G.

Gaspari Augusto študente: sussidio .

Giudizi distrettuali e Tribunali circolari: proposta Turna circa la progettata riorganizzazione delle Autoritž, giudiziarie

Giudizi distrettuali e Tribunali: interpellanza concernente 1' uso delle lingue del paese nei

Giudizi distrettuali di Monfalcone e Cormons: interpellanza riguardo al collo-cameuto di tabelle bilingui nei giudizi di Monfalcone e Cormons .

Giudizi penali di Trieste e Gorizia e Preture Urbane ; interpellanza circa al divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali

anno

1896

1895

1896

giorno della seduta

11/2 31/1

12/2

31/1

11/2

11/2

10/2

11/2 10/2 11/2 9/1 4/2 9/1 4/2 24/1 10/2 11/2 24/1 11/2 28/12

9/1 24/1 10/2 10/2 11/2 11/2

11/2

11/2 31/1 10/2

9/1

28/1

28/1

pagiua

Giunta provinciale: nomina dei quattro assessori provinciali e dei loro sostitut Giunta proviuciale: interpellanza Rojic al Capit. prov. circa la spedizione d un atto in lingua italiana ali1 i. r. Capitanato e ufficio imposte d Tolmino ..... Giunta proviuciale: proposta che 1' esercizio provvisorio del fondo provinciale

rimanga in vigore siuo a tutto febbraio 1896 Giunta prov. rapporto sull' elezione dei deputati prov. del grande possesso fondiario italiano . . . .

„ prov. sull' elezione dei deputati del grande possesso sloveno , prov. sull' elezione dei deputati della citta di Gorizia „ prov. sull' elezione del deputato per le cittž, borgate e luoghi indus

triali di Cormuns e Gradišča „ prov. sull' elezione del deputato delle cittž,, borgate e luoghi iudustriali

di Cervignauo, Monfalcone e Grado » prov. sull' elezione del deputato prov. per le borgate e luoghi iudu

striali di Tolmino, Plezzo, Caporetto, Canale e Aidussina „ prov. sull' elezione dei deputati della Camera di Commercio e d' indu

stria in Gorizia .. ..

„ prov. sull' elezione dei deputati dei comuni foresi di Comen e Sesana „ prov. sull' elezione dei deputati pel distretto elettorale dei comuni foresi del distretto politico di Tolmino ,, prov. sull' elezione dei deputati pel distretto elettorale dei comuni fo

resi del distretto politico di Gradišča ..

„ prov. sull' elezione dei deputati pel distretto elettorale dei comuni fo

resi nel distretto politico del circondario di Gorizia a prov., rapporto con cui propone un esercizio provvisorio pel 1896 pel fondo provinciale i

prov., rapporto con cui rassegna i conti consuntivi pro 1894 e i pre

ventivi pro 1896 dei fondi da lei amministrati prov., rapporto con cui avanza le istanze di študenti universitari per

1' ottenimeuto di stipendi provinciali prov., rapporto con cui rassegna i conti consuntivi pro 1893 dei fond

da lei amministrati .... prov., rapporto sull' offerta di Fr. Skert di vendere un ritaglio d

fondo ali' istituto di Sordimuti prov., rapporto cou cui chiede la sanatoria per 1' assegno fatto a Giu

seppa V. Kodermatz a sussidio del flglio Luigi prov., rapporto con cui domanda 1' autorizzazione di mettere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschimeuto di fondi al torrente Lokavšček . prov., rapporto sulla legge con cui viene introdotto un contributo delle Societž, di assicurazioni nel ramo inceudi alle spese deli' istituziorie e mantenimento dei corpi dei vigili prov., rapporto con cui domanda un contributo per la costruzione della

strada Soča-Trenta . prov., rapporto con cui propone che vengano dichiarati regionali il

anno giorno della seduta pagina Nr. del-1'alleg.

1895 28/12 28

1896 17/1 50

» 24/1 83

1895 51 » 28/12 28/12 28/12 15 15 16

n 28/12 17

v 28/12 18

» 28/12 18

» » 28/12 28/12 18 19

» 28/12 24

v 28/12 25

» 1896 » 0 28/12 28/12 9/1 24/1 10/2 25 26 31 83 132

1895 9/1 29 #

n 9/1 29

1896 9/1 46

» 9/1 46

» 9/1 46

n 28/1 99

» 28/1 102 2

n 28/1 104

tronco di strada Ronchi per Villaraspa sino alle ease di Bestrigna ; e presso il poute sulla Grojna sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca ......

Giunta prov., rapporto con cui domanda la sanatoria alla sovvenzione con-cessa ai danneggiati dal terremoto di Lubiaua „ prov., rapporto con cui propone de^li stipendi annui per favorire le

piccole industrie in questa Provincia „ prov., rapporto sull' elezione a deputato provinciale del sig. Giacorao Conte Panigai .....

„ prov., rapporto sulla sovvenzione per provvedimenti d'acqua nei Co-muui della Provincia .....

„ prov., rapporto sul progetto di legge pel migliorameuto delle condi-

zioni economiche dei maestri delle scuole popolari „ prov., rapporto sul progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edelweiss) .....

» prov., rapporto sul progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi ....

„ prov., rapporto sulla spesa sostenuta per la manutenzione della strada

e del ponte internazionale sul J udri presso Brazzano . B prov., rapporto riguardo ai provvedimenti pel maniaco Silvio Berudt Giuramento falso : interpellanza riferibile alla causa penale contro 1'avvocato

Dr. Marco Morpurgo di Gorizia per giuramento falso . Giurati: interpellanza perchž vengano istituiti due banchi di giurati: 1'uno

per la sezione slovena, 1' altro per 1' italiana Gnaphalium Leontopodium: progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edehveiss) .....

Gorjanska podest. chiede sussidio ....

Goriup G. B., chiede sussidio .....

Goriup Michele diurnista provinciale: domanda di esser promosso Goriup Michele diurnista alla contabilitft, provinciale viene promosso a prati-cante contabile .....

Gorizia Camera degli Avvocati: interpellanza circa ali' evasione di un memo-

riale da essa presentato aH' i. r. ministero di Giustizia Gorizia scuola popolare slovena: interpellanza riguardo alla istituzione di

quella . .

Gorizia: scuola popolare slovena: (V. alla voce : Scuola popolare slovena) Gorizia : scuola professionale di perfezionamento coa lingua d' insegnamento slovena: proposta perchš le sia assegnato il sussidio stabile annuo di f. 1000 ......

Gorizia ospedale civico femminile: proposta per un miglior trattamento delle maniache ......

Gorizia-Predil e Gorizia-Vippaco: interpellanza circa alla questione della fer-rovia Gorizia-Predil ecc. ....

Gorizia-Gradisca-Cervigr.ano-Aquileja (questione delle trenovie) Gorizia-Aidussina, ferrovia — Gorizia-Aquileja trenovia: interpellanza, se il Governo disposto di prestare il suo concorso materiale onde quei progetti possauo esser tradotti in effetto con tutta sollecitudine

anno

1896

1895

1896

giorno della seduta pagina

3 28/1 109

28/1 109

28/1 110

10/2 140

10/2 143

10/2 160

10/2 162

10/2 162

10/2 10/2 163 164

31/1 120

9/1 •35

10/2 11/2 11/2 12/2 162 188 186 224

10/2 150

24/1 71

»28/12 7.9.13.

4/2 10/2 10/2 127 142 150

10/2 150

31/1 11/2 122 176

12/2 209

Nr. del-l'alleg.

Gorizia e Trieste, Giudizi penali e Preture urbane di: interpellanza circa il

divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali Gorizia: 6 assegnato un sussidio di f. 1000 al Comitato per 1' erezione della

Chiesa dedicata al S.S. Cuore di Gesil Gorizia Municipio: provvedimento per un miglior trattamento delle maniache nell' ospedale civico femminile .... Gorizia Municipio: progetto di legge riflettente 1' imposizione ed esazione del soldo pigioni .....

Gorizia Municipio: domandala saoatoria di spese a carico del fondoPrestito 1889 Gorizia Comitato stradale in Podgora chiede sussidio . Gortani Pompeo, praticante contabile, gli viene aumentato 1' adjutum

Gradišča distretto d'estimo: interpellanza circa la revisione del catasto per 1' imposta fondiaria .....

Gradisca-Gorizia-Cervignauo-Aquileja (questione trenoviaria) Grado: il Comitato per 1' ospizio marino di Grado chiede sussidio GrajŠČek e Lokavšček: la Giunta provinciale domanda 1' autorizzazione di met-tere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschimento di fondi al torrente Lokavšček .... Grča Biagio, Parroco, deputato provinciale : sua solenne promessa „ „ e cons. interpellanza circa le misure disposte per imp^dire alle Societžl di mutuo soccorso slovena e quella del Sokol di Trieste la loro escursione al Monte Santo . „ „ & confermata la sua elezione a deputato provinciale . „ „ e consorii, interpellanza concernente 1' uso delle lingue del paese

nei Tribunali e nei Giudizi distrettuali . „ „ e consorti, interpellanza relativa al torrente Lepeušček

„ „ e consorti: proposta d1 inoltrare al Ministero di agricoltura una petizione per provvedere in Proviucia ad un maggior numero di vivai per la coltivazione delle viti americane „ „ e consorti, interpellanza relativa aH' iufluenza esercitata sui geni-tori perchč si levino i fanciulli dalla scuola slovena per col-locarli nell' italiana ....

„ „ e consorti, interpellanza circa la strada del torrente Ljak

„ B e consorti, interpellanza sul divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali .... Gregorčič Dr. Antonio, nominato sostituto del Capitano prov. con Sovrana risoluzione del 12 dicembre 1895 „ Dr. Antonio. deputato provinciale, sua solenne promessa . „ Dr. Antonio, ž confermata la sua elezione a deputato provinciale . „ Dr. Antonio, deputato prov. e consorti, interpellanza circa al sito

per la scuola popolare slovena da istituirsi a Gorizia „ Dr. Antonio, deputato prov. e consorti. proposta riguardo alla riat-tazione della strada regionale da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček ,

giorno

anno della pagina

seduta

1896 28/1 96

» 10/2 141

» 10/2 150

10/2 157

v 10/2 158

» 11/2 188

10/2 150

i * 12/2 224

f ■ 24/1 65

10/2 133

1 ,, 11/2 172

» 11/2 176

» 11/2 179

» 28/1 99

1895 28/12 3

1 » 28/12 5

(1896 28/1 88

1895 28/12 26

1896 9/1 35

1 » 17/1 49

i - 10/2 133

f " 24/1 65

» 28/1 97

1 - 12/2 230

99 24/1 80

! » 28/1 95

i » 11/2 172

» 28/1 96

1895 28/12 1

» 28/12 3

» 28/12 24

1 " 28/12 7

| 1896 12/2 206

1 » 4/2 126

10/2 139

l » 12/2 226

Grojna: legge con cui viene dichiarata regionale la strada presso il ponte

sulla Grojna sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca Gruntar Kodolfo študente: sussidio ....

Grusovin Francesco študente: sussidio .

Guanin Antonio študente: sussidio ....

Hrovatin Enrico študente: sussidio Hubel: interpellanza circa le differenze delle fondi nella Vallata del Vippaco .

tariffe di classificazione dei

Idrografia: aumento della spesa pel servizio idrografico Imboscllimento di fondi al torreute Lokavššek : la Giunta prov. domanda di mettere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschimento _ ecc. ......

Impiegati nel distretto politico di Gorizia: interpellanza circa alla loro nomiua

Impiegati novelli — tabelle di qualificazione : interpellanza concernente 1' uso

delle liugue del paese nei Tribunali e nei giudizi distrettuali Impiegati: interpellanza sul divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e peiiali .....

Imposta fondiaria: interpellanza circa le differenze delle tariffe di classificazione dei fondi nella vallata del Vippaco Imposta fondiaria: interpellanza circa la revisione del catasto per 1' imposta fondiaria ......

Imposta fondiaria: nomina dei merabri e sostituti della commissioue prov.

per la revisione del censo fondiario Imposta fondiaria: interpellanza circa 1'ultima revisione del catasto fondiario Imposte sullo zucchero, sulla birra, sugli spiriti e sul petrolio: proposta circa le convenzioni doganali, commerciali e baucarie coi paesi della co-rona d' Ungheria .....

Incendi: legge con cui viene introdotto un contributo delle Societa di assicu-razioni nel ramo incendi alle spese deli' istituzione e del manteni-mento dei vigili .....

Industrie: istituzione di 4 stipendi annui per favorire le piccole industrie nella Provincia .....

Ingegnere Smrekar: il Mnnicipio di Gorizia domanda la sanatoria di spese a carico del fondo Prestito 1889 .... Innesto delle viti americane: proprosta pel provvedimento ad un maggior numero di vivai per la coltivazione e innesto delle viti.

Insegnanti: interpellanza riguardo al coprimento di posti d' insegnanti nella neoeretta scuola slovena in Corizia

anao

1896

giorno

della

seduta

28/1 11/2 11/2 11/2

11/2

9/1 4/2

* i 10/2

1895

1896

28/1 28/12 28/1

9/1

28/1 9/1 4/2 24/1 10/2 11/2

24/1 11/2

12/2

pagina

Nr. del-1'alleg.

109 187 181 181

187

33 125

150

99 12

86

35

96 33 125 65 133 172

84 172

210

28/1 102

28/1 110

10/2 158

24/1 65

28/1 97

12/2 230

24/1 73

Intagliatori: Angelo Miuiussi e Amedeo Mucchiut: sussidio Interpellanza del deputato Grča e eous. circa le misure disposte per impe-dire alle Societž. di mutuo soccorso slovena e quella Sokol di Trieste la loro escursione al Monte Santo „ del deputato Gregorčič e cons. circa al sito per la scuola po-

polare slovena da istituirsi a Gorizia „ del deputato Rojic e cons. sul premesso argomento

„ del deputato Rojic circa la nomina d' impiegati nel distretto

politico di Gorizia. .

„ del deputato Turna e cons. circa 1' eseguimento deli' ordinanza ministeriale cbe impoue alla cittž, di Gorizia di costruire un nuovo ediflcio per la scuola popolare slovena in Gorizia „ del deputato Berbuč e cons. circa le differenze delle tariffe di

classificazione dei fondi nella vallata del Tippaco . „ del deputato Grča e cons. concernente 1' uso delle lingue del

paese nei Tribunali e nei Giudizi distrettuali „ del deputato Klančič e cons. riguardo alla scuola popolare slovena (sui locali) ..... „ del deputato Rojic e cons. se s' inteude ordinare alle sottoposte autoriU di intiraargli 1' evasione dei suoi ricorsi diretti al-1' i. r. miuistero del culto ed istruzione „ del deputato Turna e cons. relativa ali' aggregazione di diverse scuole di una o due classi nel distretto scolastico del cir-condario di Gorizia ....

„ del deputato Grča e cons. relativa al torrente Lepeušček

„ del deputato Rojic e cons. al Capitano provinciale circa la spe-dizione ali' ufficio iinposte e Capitanato di Tolinino di un atto in lingua italiana .... „ del deputato Rojic e cons. circa 1' iscrizione di fanciulli nella

scuola popolare slovena in Gorizia „ del deputato Dottori e cons. circa la revisione del catasto per 1' iinposta fondiaria. ....

del deputato Marani e cons. circa lo stato anormale in quanto alla scuola popolare slovena in Gorizia . del deputato Marani e cons. se il presidente dei ministri intende far rispettare in riguardo alla questione della scuola popolare slovena le precise preserizioni di legge del deputato Verzegnassi e cons. circa ali' evasione di uu me-moriale presentato dalla Camera degli avvocati al Ministero-di giustizia .....

del deputato Lovisoni e cons. relativa ali' istituzione di un' uni-versiU italiana ..... del deputato Tenuti e cons. riguardo al coprimento dei posti nella neoeretta scuola popolare slovena in Gorizia.

anno

1896

1895

1896

1895

1896

1895

1896

1895

1896

1895

1896

giorno della seduta

11/2

28/12 28/1 28/12 12/2 28/12 12/2 28/12 28/1

28/12 12/2

9/1 4/2

9/1 9/1 12/2

9/1 12/2

9/1 17/1 10/2

17/1

17/1

24/1 10/2 11/2

24/1

24/1

24/1 24/1 24/1

pagina

Interpellanza del deputato Panigai e cons, circa alla costituzione di uu Co-mitato per 1' erezione di una scuola slovena a Gorizia „ del deputato Michielli e cons. circa 1' ingiunzione fatta al Co-mune di Gorizia di coprire in via definitiva tutti i quattro posti di docenti per la scuola popolare slovena ff del deputato Grča e cons. relativa aH' influenza esercitata sui genitori perchd levino i fanciulli dalla scuola slovena per col-locarli nell' italiana ....

„ del deputato Rojic e cons. circa 1' evasione e intimazione ai genitori sloveni e loro rappresentanti di una loro rimostranza contro il Consiglio scolastico urbano „ del deputato Turna e cons. circa aH' apertura della scuola popolare slovena, al suo sito inadatto, aH' impiego degl' insegnanti „ del deputato Rojic e cods. circa alla uomina del Coutabile prov. „ del deputato Rojic e cons. circa 1' esecuzione di una decisione del Tribunale amministrativo in oggetto della Scuola popolare slovena......

jy del deputato Venuti e cons. circa al bisogno deli' erezione in

Gorizia di un palazzo di giustizia „ del deputato Lovisoni e cons. riguardo al collocamento di ta-

belle biliugui nei Giudizi di Monfalcone e Cormons „ del deputato Grča e cons. circa la strada erariale del torrente Ljak ......

„ del deputato Grča e cons. sul divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali „ del deputato Conte Alf. Coronini riferibile alla causa penale

contro 1' avvocato Dr. Marco Morpurgo . » del deputato Turna e cons. circa la questione della ferrovia Go-

rizia-Predil e Gorizia-Vjppaco „ del deputato Dottori e cons. riguardo ai provvedimenti da pren-

dersi in difesa delle spoude del fiiime Isonzo „ del deputato Coronini Conte Alfredo e cons. riguardo 1' evasione di un ricorso del Comitato della scuola slovena in Gorizia . „ del deputato Marani e cons. circa 1' ultima revisione del catasto fondiario .....

» del deputato Rojic circa 1' inobbedienza del cousiglio scolastico urbano di pubblicare uu avviso in lingua slovena riferibile al-1' apertura della scuola popolare pubblica slovena . n del deputato Venuti e cons., se il Governo 6 disposto di prestare il suo concorso materiale onde il progetto della ferrovia Gorizia-Aidussina e la trenovia Gorizia-Aquileja possa esser tradotto in effetto con tutta sollecitudine Iscrizione di fanciulli nella scuola popolare slovena di Gorizia : interpellanza circa 1'iscrizione ecc. ....

ISOla Morosini; inlerpellanza riguardo ai provvedimenti da prendersi in difesa delle sponde del fiurue Isonzo Isonzato: progetto di legge concernente la conduttura del torrente Mondina nell' Isonzato .....

anno giornc della sedufc pagina

1896 24/1 77

» 24/1 78

» 24/1 80

» 24/1 81

» 24/1 82

» 28/1 88

j> 28/1 89

» 28/1 91

a 28/1 93

a 28/1 95

Ti 11/2 172

a 28/1 96

a 31/1 120

a 31/1 122

a 10/2 134

a 10/2 136

r> 11/2 172

a 11/2 174

» 12/2 209

V 17/1 51

a 10/2 134

3) L 2/2 225

Nr. del-l'al]eg.

Isonzo fiume: interpellanza Dottori riguardo ai provvedimenti da prendersi in difesa delle sponde del fiume Isonzo

Isonzo: Consorzio per la difesa della sponda deli' Isonzo in Podgora chiede sussidio ......

IstitutO prov. di Sordimuti: offerta di Fr. Skert di vendergli un ritaglio di fondo ......

•I.

Judri presso Brazzano: rapporto della Giunta provinciale sulla spesa soste-nuta per 1'ordinaria manutenzioue della strada e del ponte iuter-nazionale sul Judri presso Brazzano

Jlldri, Versata e Pascut: il Comune di Romans chiede sussidio .

Justuiin Giusto allievo di belle arti: sussidio

K.

Kanal per Auzza sino al torrente Vogeršček: proposta per la costruzione e riattazione della strada regionale da Canale per

Kanal, Comitato stradale chiede sussidio .

Katnik Giovanni: interpellanza riferibile alla causa penale di G. Katnik contro

1' avvocato Dr. Marco Morpurgo di Gorizia per giuramento falso Kersovani Vedova Giuseppa, chiede sussidio KlanČiČ Antonio, deputato prov., sua solenne promessa Klančič Antonio: 6 confermata la sua elezione a deputato provinciale KlanČiČ Antonio: riuuncia alla nomina di membro del Comitato petizioni Klančič Antonio e cons. interpellanza riguardo alla scuola popolare slovena

Klavžar Milton študente: sussidio .

Kobaj Martino e cons. di Belega, chiedono sussidi Kocjančič Antonio e cons.: rimostranza di diversi comunisti di Dolegna ii

affari comuuali ....

Kodermatz Vedova Giuseppa: sanatoria per P assegno fatto a Giuseppa

Kodermatz a sussidio del figlio Luigi študente Kodermatz Luigi študente: sussidio Kojsko: legge con eni viene dichiarata regionale la strada presso il ponte

sulla Groina sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca Komavec Antonio študente: sussidio Komen comitato stradale, chiede sussidio Kožbana Comune, chiede sussidio Kranjec Giovanni študente: sussidio Krasno e Visnjevik comuni, chiedono sussidio Krojna: legge con cui viene dichiarata regionale la strada presso il ponte sulla Grojua sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca

anno

1896

giorno della seduta

pagina

10/2 11/2 9/1

1895

1896

10/2 11/2 11/2

9/1 „ U/2

28/1 11/2 11/2 11/2 11/2 11/2

28/1

Nr. del-l'alleg.

4/2 10/2 12/2 11/2

31/1 12/2

28/12 28/12 9/1 9/1 12/2 11/2 11/2

11/2 200

Lapanja Giovanni, deputato prov. sua solenne promessa

Lapanja Giovanni: 6 confermata la sua elezione a deputato provinciale

Lapanja Giovanni deputato prov. 6 nominato membro della Commissione prov

per la revisione dol censo foudiario Lavrenčič Ernesto študente: sussidio

Leban Giovanni chiede sussidio per la stampa di un opuscolo Legali assolti (V. ai loro propri nomi pag. 184)

Legge con cui viene introdotto un contributo delle Societ& di assicurazioni nei ramo incendi alle spese deli' istituzione e del mantenimento dei corpi dei vigili ..... Legge con cui vengono dichiarati regionali il tronco di strada Ronchi per Villa Raspa sino alle čase di Bestrigna; e presso il ponte sulla Groiua sino alla strada Peuma-Qnisca presso Sovenca . Legge riflettente 1'imposizione ed esazione del soldo pigioni nei Comune di Gorizia Legge pel

miglioramento delle condizioni economiche dei maestri delle scuole popolari ......

Legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edelweiss) Legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi Legge concerneute la conduttura del torrente Mondina nell' Isouzato Lepeušček torrente: interpellanza relativa a quel torrente

Ljak: interpellanza circa la strada erariale del torrente Ljak

Libri fondiari: interpellanza circa alPevasione di un memoriale presentato dal-la Ca mera degli avvocati in Gorizia ali' i. r. Ministero di Giustizia Lingua italiana: interpellanza Rojic al Cap. prov. circa la spedizione di un atto in lingua italiana ali' ufficio imposte e Capitanato di Tolmino Lingua sloveua: interpellanza circa al divieto deli'uso di quella lingua in affari civili e penali ..... Lingue del paese: interpellanza concernente V uso delle lingue del paese nei

Tribunali e nei Giudizi distrettuali Locatelli Barone Michele, deputato prov. sua solenne promessa . Locatelli Barone Michele: 6 confermata la sua elezione a deputato prov. Log: contributo per la costruzione della strada Soča-Treuta Logar Andrea, cursore provinciale, gli viene aumentato il salario

LokavŠČek, fondi al torrente, — la Giunta prov. domanda 1' autorizzazione di mettere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschi-mento d i fondi a quel torrente .... Lovisoni Dr. Ermanno, deputato provinciale, sua solenne promessa Lovisoni Dr. Ermanno: e confermata la sua elezione a deputato provinciale Lovisoni Dr. Ermanno deputato prov. e cons. interpellanza relativa ali1 istituzione di un' Universitž, italiana .... Lovisoni Dr. Ermanno e cons. interpellanza riguardo al collocamento di ta-

belle bilingui nei Giudizi di Monfalcone e di Cormons . Lubiana: sanatoria alla sovvenzione concessa ai danneggiati dal terremoto di Lubiana ......

1895 »

1896 »

v

V

28/12 28/12

24/1 11/2 11/2 11/2

28/1

1895

1896

1895

28/1 10/2

10/2 10/2 10/2 12/2 17/1 10/2 28/1 11/2

24/1

17/1

28'1

9/1 28/12 28/12 28/1 10/2 12/2

1896

3 24

84 187 194 184

102

109 157

160 162 162 225

49 133

95 172

71

50

96

35 3

17

104 150 224

28/1 99

28/12 3

28/12 18

24/1 72

28/1 93

281 109

M.

Maestri: interpellauza riguardo al copriuiento dei posti d' insegnanti nella

neoeretta scuola popolare slovena in Gorizia . Maestri bottai: istituzione di 4 stipeudi annui a favore di piccoli industrianti in Provincia .....

Maestri delle scuole popolari: progetto di legge pel miglioramento delle loro

condizioni econouiiche . MagistratO civico di Gorizia: provvedimento per un raigliore trattamento

delle Maniache deli' ospitale civico femminile MagistratO civico di Gorizia: progetto di legge riflettente 1' imposizione ed esazioue del soldo pigioui ....

MagistratO civico di Gorizia: domanda la sanatoria di spese a carico del

fondo »Prestito 1889" . Mahorčič Alessandro possidente e Podestfi di Nakla: 6 nominato membro sostituto della Commissione prov. per la revisione del censo fondiario Maniache nel civico ospedale femminile: provvedimento ad un migliore loro trattamento ......

Maniaco Silvio Bernt: b autorizzata la Giunta a fargli accordare dali'ospitale Fatebenefratelli un pošto di II classe . ManutenZione delle pubbliche scuole popolari: 6 incaricata la Giunta di stu-diare le circostanze esistenti riguardo ali' istituzione e mauutenzione delle pubbliche scuole popolari ....

Marani Dr. Francesco, deputato prov. sua solen ne promessa

Marani Dr. Francesco, 6 confermata la sua elezione a deputato provinciale

Marani Dr. Francesco, deputato prov. e cons. interpellauza circa lo stato a-

normale in quanto alla scuola popolare slovena in Gorizia Marani Dr. Francesco, deputato prov. e cons. interpellanza se il Presidente dei Ministri inteude far rispettare, in riguardo alla questione della scuola popolare slovena, le precise prescrizioni di legge Marani Dr. Francesco, deputato prov. e cons. interpellanza circa 1'ultima revisione del catasto fondiario ....

Marega Carlo allievo di belle arti: sussidio

Mariano e Fogliano allievi di quella scuola (V. ai propri loro nomi pag. 186) Mariano podesteria chiede sussidio per lavori di ristauro di quella i. r. Scuola industriale .....

Martinelii Autouio chiede sussidio ....

Matteuz Giuseppe, praticante contabile, domanda di essere promosso Kiattioni Dr. Amadeo, laureato in legge: sussidio

Medana, Dobra per Fleaua: la podesteria di Bigliana domanda che sia di-

chiarata regionale la strada di Membri della Commissione proviuciale per la revisione del censo fondiario . Merna Podesteria chiede sussidio pel ponte sul Vippaco SVSichielli Vincenzo, deputato proviuciale, sua solenne promessa Michielli Vincenzo, e confermata la sua elezione a deputato proviuciale Michielii Vincenzo, deputato provinciale e cons. interpellanza circa ali' iugiun-zione fatta al Comune di Gorizia di coprire in via defiuitiva tutti i quattro posti di docenti per la scuola popolare slovena Miglioramento delle condizioni ecouomiche dei maestri delle scuole popolari

anno

1896

1895

V

1896

giorno

della

seduta

pagina

24/1

28/1

10/2

10/2

10/2

10/2

24/1

10/2

10/2

11/2 12/2

28/12 28/12

24/1

24/1

11/2 11/2 11/2

12/2 11/2 12/2 11/2

Nr. del-l'alleg.

11/2 24/1 11/2

1895|28/12 28/12

1896

24/1 10/2

73 110

160 150

157

158 84

150 164

177

213 3 18

68

69

172 186

186

228 186: 224 184

200 84 188 3

25

78

160

MiniliSSi Angelo iutagliatore: sussidio MlekliS Giuseppe študente: sussidio

Mondina: progetto di legge concernente la couduttura del torrente Mondin

nell'Isouzato ....

Monfalcone Comitato stradale, chiede sussidio

Monfalcone e Cormons: interpellanza riguardo al collocamento di tabelle bi

lingui nei Giudizi di . Monfalcone: ia Giunta scolastica della Scuola professionale di — chied

sussidio ..... Moretti Claadio: sussidio per continuare gli studi al Museo tecnologieo d Vienna .

Morosini, Isola: interpellanza riguardo ai provvedimeuti da prendersi in di

fesa delle sponde del flume Isonzo Morpurgo Dr. Marco, avvocato in Gorizia: interpellauza riferibile alla causa

penale incoata contro ess-0 per giuramento falso Mreule Antonio Impiegato prov. chiede aumento di stipendio Mreule Antonio Impiegato prov. gli 6 accordata una gratiflcazione Mucchiut Amedeo intagiiatore: sussidio Muha Antonio, deputato provinciale, sua solenne promessa Muha Antonio, 6 confermata la sua elezione a deputato provinciale Multe: condono di multe ai fu podestil di Rodik A. Race e G. Babič MunicipiO di Gorizia : provvedimento per un migliore trattamento delle Ma

niache deli' ospitale civico femmiiiile MunicipiO di Gorizia : progetto di legge riflettente 1' imposizione ed esazione

del soldo pigioni .... MunicipiO di Gorizia : domanda la sanatoria di spese a carico del fondo

»Prestito 1889" .... Munich Michele študente : sussidio Muratori: annua sovvenzione alla scuola industriale di perfezionamento in

Ranziaao ..... Museo tecnologico di Vienna: sussidio a Claudio Moretti Mutuo soccorso: interpellanza circa le misure disposte per iinpedire alla So-cietii di mutuo soccorso slovena e quella del Sokol di Trieste la loro escursione a Monte Santo ....

M.

Niederkorn Carlo študente: sussidio .

Niederkorn Ferdinando študente: sussidio .

Nigris Antonio, possidente e perito in Gorizia: č nominato membro sostituto della Commissione provinciale per la revisione del censo fondiario

O.

Opacchiaselia, Savogna e S. Andrea: petizione riguardo alla barriera Opere di difesa del meilio Isonzo: interpellanza del deputato Dottori e cons.

riguardo ai provvedimenti da prendersi iu difesa delle sponde del fiunie Isonzo .....

Opere di provvedimento d'acqua: sovvenzione per provvedimenti d'acqua nei comuni della Provincia ....

anno

1896

giorno della seduta

1895

1896

1895

1896

1896 »

11/2 11/2

12/2 11/2

28/1

11/2

11/2

10/2

31/1 12/2 10/2 11/2

28/12 28/12 11/2

10/2

10/2

10/2 11/2

12/2 11/2

28/12 28/1

11/2 11/2

24/1

11/2

10/2 10/2

pagma

Nr. del-1'alleg.

185 181

225 188

93

181

185

134

120 224 150 185 3

19 196

150

157

158 187

224

185

'5

88

182 182

84

195

134 1431

Opere pubblicbe: sussidi a Comuni e comitati stradali (V. pag. 188) Ospedale femminile di Gorizia: provvedimento per un miglior trattamento delle maniache .....

Ospizio marino di Grado: il comitato chiede sussidio .

P.

Pace Conte Rodolfo possidente e PodesU di S. Vito : 6 uominato membro

della Commissione prov. per la revisione del censo fondiario Padri Salesiani: il Convitto italiano di S. Luigi chiede sussidio Pajer Commendatore Dr. Luigi, deputato provinciale: sua solenne promessa. Pajer Commendatore Dr. Luigi: d coufermata la sua elezione a deputato provinciale ......

Pajer Commendatore Dr. Luigi: b nominato assessore della Giunta provinciale PalazžO di Giustizia : interpellanza circa al bisogno deli' erezione di uno in

questa cittž, . . .

Pallich de Giovanni assolto študente di filosofla : sussidio Panierai di Fogliano e Ž;iga : scuole, spesa pel mantenimento delle stesse Panigai Conte Giacomo, deputato provinciale, sua solenne promessa Panigai Conte Giacomo, deputato provinciale e cons., interpellanza circa alla costituzione di un Comitato per 1' erezione di una scuola slovena in Gorizia ......

Panigai Conte Giacomo : 6 coufermata la sua elezione di deputato provinciale Pascolo delle capre : podesteria di Soča e Trenta (la petizione 6 ceduta alla

Giunta prov. per studi) Pascut, Iudri e Versata: il Comune di Romans chiede sussidio Pazze nell' ospedale femminile di Gorizia : provvedimenti per un niiglior loro trattamento ....

Perinčič Antonio študente : sussidio Perteole e S. Vito : al Comitato stradale di Cervignano š concesso un sussidio Petean Giuseppe ex milite, chiede sussidio . Petrolio, birra, zucchero, spiriti: proposta circa le convenzioni doganali, com

inerciali e bancarie coi paesi della Corona d' Ungheria Peuma:Quisca : legge con cui viene dichiarata regionale )a strada presso il

ponte della Groina sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca Pigioni : progetto di legge riflettente P imposizione ed esazione del soldo pi

gioni nel Comune di Gorizia Planiscig Alberto Impiegato prov. chiede aumento di stipendio . Planiscig Alberto Impiegato prov. gli 6 accordata una gratificazione Plezzo comitato stradale, chiede sussidio

Pliskovizza : il Comune chiede sussidio per il ristauro del campanile Podgora comitato stradale chiede sussidio . Podgora: consorzio per la difesa della sponda deli' Isonzo in chiede sussidio ....

Polizia locale : progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi

Pompieri: legge con cui viene introdotto un coutributo delle SocieU d' as sicurazioni nel ramo incendi alle spese deli' istituzione e del man tenimento dei corpi dei vigili

Podgora

giorno Nr

anno della pagina del-

seduta 1'alleg.

1896 11/2 188

n 10/2 150 7

7) 11/2 179

» 24/1 84

» 11/2 178

1895 28/12 3

» 28/12 15

» 28/12 28

1896 28/1 91

» 11/2 184

» 10/2 150 7

» 24/1 64

n 24/1 77

» 10/2 140

» 12/2 229

n 11/2 191

v 10/2 150 7

v 11/2 187

» 11/2 191

» 11/2 193

» 12/2 210

V 28/1 109 1

7> 10/2 157 6

» 12/2 224

» 10/2 150 7

yt 11/2 188

» 11/2 180

X 11/2 188

» 11/2 188

9 10/2 162 4

V 28/1 102 2

Pompieri, corpo civico di Gorizia: contributo

Ponte sulla Groina : 1 egge con cui vieue dichiarata regionale la strada presso il ponte sulla Groina sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca Ponte internazionale sul Iudri presso Brazzano : spesa per la manutenzione

della strada e di quel ponte Ponte sul Yippaco : podesteria di Merna chiede sussidio Ponte sul Reka : il Comitato stradale di Cormons chiede sussidio per la co

struzione del ....

Prebendata Dama Adelina nob. de Barbazetto, morta : alla di lei madre viene

assegnato un sussidio per spese funerarie Predil-Gorizia e Gorizia-Tippaco: interpellanza riguardo alla questione d

quelle ferrovie ....

Predil: proposta d' urgenza relativa alle congiunzioni ferroviarie in questa

Provincia ..... Pregelj Stefano študente : sussidio Preture urbane, Giudizi penali di Trieste e Gorizia: interpellanza circa a

divieto deli' uso della liugua slovena in affari civili e penali Preventivo del fondo Coltnra forestale e pešca pro 1896 Preventivo del fondo Dame pro 1896 Preventivo del fondo Generale dei Poveri pro 1896 . Preventivo del fondo Militari feriti ed ammalati pro 1896 Preventivo del fondo Operai inabili al lavoro pro 1896 Preventivo di diversi Piccoli fondi pro 1896 Preventivo del fondo Provinciale pro 1896 Preventivo del fondo Proviuciale comunale pro 1896 Preventivo del fondo Scolastico pro 1896 . Preventivo del fondo Sordimuti pro 1896 . Preventivo del fondo Stipendi pro 1896 . Preventivo del fondo Stipendi Werdenberg pro 1896 . Prezelj Francesco študente : sussidio Procedura civile : proposta Tuma circa la progettata riorganizzazione delle Autoritž, giudiziarie .....

Procure di Stato : interpellanza, se s' intende di ordinare alle P. di S. che estendano gli atti d' accusa contro accusati sloveni nella lingua slovena Procure di Stato : interpellanza sul divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali ..... Progetto di legge con cui viene introdotto uu contributo delle Societž, di assicurazioni nei ramo incendi alle spese deli' istituzione e del mau-teniniento dei corpi dei vigili .... Progetto di legge con cui vengono dichiarati regionali il tronco di strada Ronchi per Villaraspa sino alle čase di Bestrigna, e presso il ponte sulla Groina sino alla strada Peuma-Quisca per Sovenza Progetto di legge riflettente 1' iinposizione ed esazione del soldo pigioni nei

Comune di Gorizia . ...

Progetto di legge pel miglioramento delle condizioni economiche dei maestri delle scuole popolari ..... Progetto di legge per la tutela della pianta biauco di roccia (Edelvveiss) .

1896

giorno della seduta

10/2

28/1

10/2 11/2

12/2

28/1

31/1

11/2 11/2

28/1 28/1 17/1 12/2 17/1 17/1 17/1 10/2 17/1 28/1 17/1 28/1 10/2 11/2

31/1 10/2

9/1

18/1

28/1

28/1

10/2

10/2 10/2

pagina

Nr. del-1'alleg.

150

109

163 188

227

118

122

174 187

96 115

59 220

58

60 57

150 62 118 54 112 168 187

123 137

35

96

102

109

157

160 162

Progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi Progetto di legge concernente la conduttura del torrente Mondina nelTIsonzato Provvedimento d' acqua nei corauni della Provincia : rapporto della Giunta Pubblica sicurezza : contributo al civico corpo dei pompieri Purger elemente študente : chiede sussidio

Questione di diritti nazionali: rimostranza di diversi comunisti di Dolegna in affari comunali ..... Qllisca-Peuma : legge con cui viene dichiarata regionale la strada presso il ponte sulla Grojna sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca

Race Antonio e Babic Giuseppe di Rodik: condono di multe Radizza V. Giuseppa chiede sussidio Ranziano: interpellanza Rojic sulla condanna sublta da alcuni comunisti per

un fatto di sangue successo cola . Ranziano scuola professionale: 6 aumentata la spesa .

Rapporto della Giunta prov. sull' elezione dei deputati prov. del grande pos sesso fondiario italiano „ della Giunta prov. sull' elezione dei deputati del graude possesso slo

veno .....

, della Giunta prov. sull1 elezione dei deputati della cittž, di Gorizia jj della Giunta prov. sull' elezione del deputato per le citt&, borgate

luoghi industriali di Cormons e Gradišča „ della Giunta prov. sull' elezione del deputato delle citU, borgate e luo

ghi industriali di Cervignauo, Monfalcone e Grado „ della Giunta prov. sull' elezione del deputato prov. per le borgaf e luoghi industriali di Tolmino, Plezzo, Caporetto, Canale e Aidus sina .....

„ della Giunta prov. sull' elezione dei deputati della Camera di Com

mercio e d' industria in Gorizia „ della Giunta prov. sull' elezione dei deputati dei comuui foresi d

Comen e Sesana ....

„ della Giunta prov. sull' elezione dei deputati pel distretto elettorale

dei comuui foresi del distretto politico di Tolmino „ della Giunta prov. sull' elezione dei deputati pel distretto elettorale de „ comuni foresi del distretto politico di Gradišča „ della Giunta prov. sull' elezione dei deputati pel distretto elettorale

dei comuni foresi nel distretto politico del circondario di Gorizia „ della Giunta prov. con cui propone un esercizio provvisorio pel 18% del fondo provinciale ....

anno

1896

n »

1895

1896

1895

giorno Nr.

della pagina del-

seduta l'alleg.

10/2 162 4

12/2 225 5

10/2 143

10/2 150 7

11/2 187

11/2 200

28/1 109 1

1896

m a

11/2 11/2

28/12 28/1 10/2 12/2

28/12

28/12 28/19

28/12

28/12

28/12 18

28/12 18

28/12 19

28/12 24

28/12 25

28/12 25

28/12 26

9/1 31

24/1 83

10/2 132

Rapporto della Giunta prov. con cui rassegna i couti consuntivi pro 1894 e i preventivi pro 1896 dei fondi da lei amministrati „ della Giunta prov. con cui avanza le istanze di študenti universitari

per 1' ottenimento di stipendi provinciali „ della Giunta prov. con cui rassegna i conti consuntivi pro 1893 dei fondi da lei amministrati ....

„ della Giunta prov. sull' offerta di Fr. Skert di vendere un ritaglio di fondo aH' istituto di Sordiinuti ....

„ della Giunta prov. con cui chiede la sanatoria per 1' assegno fatto a

Giuseppa V. Kodermatz a sussidio del figlio Luigi „ della Giunta prov. con cui domanda 1' autorizzazione di mettere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschiinento di fondi al torrente Lokavšček .....

„ della Giunta prov. sulla legge con cui viene introdotto un contributo delle Societa di assicurazioni nel ramo inceudi alle spese deli' isti-tuzione e mantenimento dei corpi dei vigili „ della Giuuta prov., con cui domanda un contributo per la costruzione della strada Soča-Trenta ....

„ della Giunta con cui propone che vengano dichiarati regionali il tronco di strada Ronchi per Villaraspa sino alle čase di Bestrigna ; e presso il ponte sulla Grojna sino alla strada Peuma Quisca presso Sovenca ......

„ della Giunta con cui domanda la sanatoria alla sovvenzione con-

cessa ai danneggiati dal terremoto di Lubiana „ della Giunta con cui propone degli stipendi annui per favorire le

piccole industrie in questa Provincia „ della Giunta sull' elezione a deputato provinciale del sig. Giacomo Conte Panigai . . . .

„ della Giunta sulla sovvenzione per provvedimenti d' acqua nei Co-muni della Provincia .....

„ della Giunta sul progetto di legge pel miglioramento delle condi-

zioni ecoriomiche dej maestri delle scuole popolari „ della Giuuta sul progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edelweiss) .....

„ della Giunta sul progetto d i legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi ....

„ della Giunta sulla spesa sostenuta per la manutenzione della strada

e del ponte internazionale sul Judri presso Brazzano . „ della Giunta riguardo ai provvedimenti pel maniaco Silvio Berudt Reka ponte: Comitato stradale di Cormons chiede sussidio per la costruzione del ponte sul . Revisione del catasto per 1'imposta fondiaria: interpellanza

Revisione del censo fondiario : nomina dei membri e^sostituti per la Commis-

sione provinciale per la revisione del Revisione del catast.0 fondiario : interpellanza circa 1' ultima revisione del .

anno

1895

1896

giorno della seduta

»

8 »

» V

n

28/12 28/12 9/1 9/1 9/1

28/1

28/1 28/1

28/1

28/1

28/1

10/2

10/2

10/2

10/2

10/2

10/2 10/2

12/2 24/1 10/2 11/2

24/1 11/2

pagina

Nr. del-l'alleg.

29 29 46 46 46

99

102 104

109

109

110 140 143 160 162 162

163

164

227 65 133 172

84 172

Rimostranza dei comunisti di Sampasso e Vittuglia contro la separazione

del comune locale di Sampasso Rimostranza di diversi comunisti di Dolegna in affari comunali . Riorganizzazione delle Autorita, giudiziarie: Proposta Turna e cons. circa la

progettata riorganizzazione Ritter-Zahony Barone Eugenio, deputato prov., sua solenue promessa Ritter-2ahony Barone Eugenio: e confermata la sua elezione a deputato provinciale .....

Rodik Comune: ai fu podest& A. Race e G. Babič vengono condonate multe Rojic Dr. Alessio, deputato provinciale, sua solenne promessa „ Dr. Alessio: š confermata la sua elezione a deputato provinciale „ deputato prov. e cons. interpellanza circa al sito per la scuola popolare

slovena da istituirsi a Gorizia „ deputato provinciale e cons. interpellanza circa la nomina d' impiegat

nei distretto politico di Gorizia „ deputato provinciale e cous. interpellauza, se s' intende ordinare alle sottoposte autorita di intiinargli l1 evasione dei suoi ricorsi dirett aH' i. r. ministero del Culto e istruzione „ deputato prov. e cons. iuterpellauza al Cap. prov. circa la spedizione al-1'ufficio imposte e Capitanato di Tolmino di un atto in lingua italiana „ deputato prov. e cons. circa 1' iscrizione di fanciulli nella scuola popolare slovena in Gorizia ....

„ deputato prov. e cons. interpellanza circa 1' evasione e intimazione ai genitori sloveni o loro rappresentanti di una rimostranza contro il Cons. scol. urbano .....

„ deputato prov. e cons. interpellanza riguardo alla nomina del Contabile provinciale ......

» deputato prov. e cons. interpellanza circa 1' esecuzione di una decisione del Tribunale amministrativo in oggetto della scuola popolare slov. „ deputato prov. e cons. proposta perchš alla scuola professionale di per-fezionamento in Gorizia con lingua d' insegnamento slovena venga accordato il sussidio stabile annuo di f. 1000. „ deputato prov. e cons. interpellanza circa 1' iuobbedienza del Consiglio scolastico urbano di pubblicare un avviso in lingua slovena riferibile ali'apertura della scuola popolare pubblica slovena Rojic Dr. Ferdinando e cons. istanza per la separazione del comune locale di Dornberg ......

Romans, il Comune di — chiede sussidio per riattare degli argini Ronchi per Villa Raspa sino alle čase di Bestrigna: legge con cui vengono dichiarati regionali il tronco di strada Koncili ecc., e presso il ponte sulla Grojua sino alla strada Peuma-Quisca presso Soveuca.

S.

Salesiani Padri: la Direzione del Convitto di S. Luigi chiede sussidio Sampasso strada erariale : interpellauza relativa al torrente Lepeušček . |

Sampasso e Vittuglia: rimostranze contro la separazione del Comune locale di Sempas ......

giorno

della

seduta

11/2 11/2 31/1 10/2

28/12

28/12

11/2

28/12 28/12 28/12 12/2 28/12

1896

1895

1896 1895

1896 1895

1896|28/1

9/1 12/2

17/1

17/1

24/1

28/1

28/1

4/2 10/2

11/2

11/2 11/2

, 28/1

11/2 117/1 j 10/2

i 11/2

pagina

178 49

133

198

anno

Sanatoria per r assegno fatto a Giuseppa V. Kodermatz a sussidio del figlio

Luigi študente .

Sanatoria alla sovvenzione coucessa ai dauneggiati dal terrenioto di Lubiana Sanatoria di spese a carico del fondo prestito .1889 del Municipio di Gorizia Savogna, Opacchiasella e S. Andrea comuni : petizione riguardo alla barriera Scolari: interpellanza circa 1' iscrizione di fanciulli nella scuola popolare

slovena in Gorizia . Scolari: interpellanza relativa ali' influenza esercitata sui genitori perchš le-vino i fanciulli dalla scuola slovena per collocarli nell' italiana . Scuola popolare slovena in Gorizia: interpellanza, circa al sito per la medesima

Scuola popolare slovena in Gorizia: interpellanza circa 1'eseguimento dell'or-dinanza ministeriale che impone alla cittd, di Gorizia di costruire un nuovo edificio per la scuola popolare ecc. Scuola popolare slovena in Gorizia : interpellanza relativa ai locali di quella

scuola . .

Scuola popolare slovena in Gorizia: interpellanza relativa aH' intimazione di evasione dei ricorsi prodotti ali' i. r. Minist. del Culto ed istruzione Scuola popolare slovena in Gorizia interpellanza circa 1' iscrizione di fanciulli

nella scuola popolare slovena in Gorizia Scuola popolare slovena in Gorizia : interpellanza circa lo stato anormale in

quanto alla scuola popolare slovena in Gorizia Scuola popolare slovena in Gorizia : interpellanza, se il Presidente dei ministri intende far rispettare in riguardo alla questione della scuola popolare slovena le precise prescrizioni di legge Scuola popolare slovena in Gorizia : interpellanza riguardo al coprimenfco dei posti d' insegnanti nella neoeretta scuola popolare slovena in Gorizia Scuola popolare slovena in Gorizia : interpellanza circa alla costituzione di un

comitato per 1' erezione di una scuola slovena in Scuola popolare slovena: interpellanza circa 1' ingiunzione fatta al Comune di Gorizia di coprire in via definitiva tutti i quattro posti di docenti per la scuola popolare sloveua Scuola popolare sloveua: interpellanza relativa aH'influenza esercitata sui Genitori perchtS leviuo i fanciulli dalla scuola sloveua per collocarli nelP italiana .....

Scuola popolare slovena: iuterpellanza circa T evasione e intimazione ai genitori sloveni e loro rappresentanti di una rimostranza contro il Cons. scolastico urbano ....

Scuola popolare slovena: iuterpellanza circa ali'apertura della medesima, al

suo sito iuadatto, ali' impiego degF insegnanti Scuola popolare sloveua interpellanza circa 1' esecuzione di una decisione del

Tribunale amministrativo in oggetti della scuola popolare slovena Scuola popolare slovena in Gorizia : interpellanza del dep. Coronini C. Alf.

riguardo ali' evasione di un ricorso del comitato di quella scuola Scuola popolare s'ovena in Gorizia : interpellanza circa 1' inobbedienza del Consiglio scolastico urbano di pubblicare un avviso in lingua slovena riferibile ali' apertura della scuola popolare slovena Scuola popolare slovena in Gorizia : risposta alle interpellanze fatte nelle se-

gio.-no della seduta

1896 9/1 28/1 10/2 11/2

17/1

1895

1896

1895

1896

24/1 28/12 12/2

28/12 12/2 9/1 12/2 S/l 12/2

17/1

24/1

24/1 24/1 24/1

24/1

24/1

24/1 24 1 28/1 10/2

11/2

pagina

Nr. del-l'al leg.

46 109 158 195

51

80 7. 9.

206

13

206 41 206 43 206

51

68

69 73

77

78

80

81

82 89 136

174

dute del 28 dicembre 1895 e 9 gennaio 1896 dai deputati Rojic, Dr. Turna, Klančič e Dr. Gregorčič e cous. riguardo a quella scuola Scuola professionale di perfezionamento in Gorizia con lingua d' inseguameuto slovena: proposta perchš le venga assegnato il sussidio stabile aunuo di f. 1000 , Scuola professionale di Ranziano: viene aumentata la spesa . Scuola professionale di Moufalcone: la Giunta scolastica chiede sussidio Scuola industriale di perfezionamento in Ranziano : le č accordata la sov-venzioue annua di f. 200 •

Scuola industriale di Mariano : quella podest. chiede sussidio per lavori d i ristauro della medesima ....

Scuole: interpellanza sull' aggregazione di diverse scuole di una o di due classi

nel distretto scolastico del circondario di Gorizia Scuole professiouali di perfezionamento: viene elevato il contributo annuo Scuole per panierai in Fogliano e Žaga : spesa per queste Scuole popolari: progetto di legge pel miglioramento delle condizioni econo-

miche dei maestri della scuole popolari Scuole popolari : proposta circa alle circostauze esistenti riguardo ali' istituzione e manutenzioue delle pubbliche scuole popolari . Scuole industriali di Mariano e Fogliano : allievi (V. ai propri loro nomi pag. 186) ....•• Sebrelja comune : chiede sussidio ....

Šempas strada erariale : interpellanza relativa al torreute Lepeušček

Šempas e Vittuglia: rimostranze contro la separazione del comune locale di Šempas .

Sentenze penali: interpellanza, se s' intende d' ordinare ai presidenti che di rigono i dibattimenti di proclamare le sentenze contro gli accusat di nazionaliU slovena in lingua slovena Serbatoj d' acqua : loro costruzione : sovveuzioue per provvedimenti d1 acqu

nei comuni della Provincia Servizio idrografico : aumento della spesa . Servizio stenografico : 6 aumentata la spesa Sesana comitato stradale chiede sussidio Sfratti : progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei tra

športi forzosi .

Sicurezza pubblica : contributo al civico corpo dei pompieri Sigon Augusto študente : sussidio ...

Silvestri Luigi, chiede sussidio . Skert Francesco: offerta di vendere un suo ritaglio di foudo ali' Istitut

prov. dei sordimuti .... Smrekar Ingeguere : domauda del Municipio di Gorizia per sanatoria di spes

a carico del fondo prestito 1889 Snidar Carlo assolto legale: sussidio Soča-Trenta : contributo per la costruzione di quella strada Soča e Trenta podest. in affari di pascolo delle capre Societa di assicurazioni nel ramo incendi: legge con cui viene introdotto un

giorno Nr.

anno della pagina del-

seduta 'alleg.

1896 12/2 206

» 4/2 127

» 10/2 142

v 10/2 150 7

n 10/2 150 7

» 11/2 181

» 12/2 224

n 12/2 228

» 9/1 44

» 10/2 150 7

» 10/2 150 7

» 10/2 160 3

i . 11/2 177

12/2 213

11/2 186

» 11/2 188

) ■ 17/1 49

l . 10/2 133

» L1/2 198

» 9/1 35

» 10/2 143

» 10/2 150 7

D 10/2 150 7

X 11/2 188

» 10/2 162 4

» 10/2 150 7

» 11/2 181

» 9/1 46

» 10/2 158

» 11/2 18

n 28/1 104

v 12/2 225

contributo delle SocieU stesse alle spese deli' istituzione e mante-nimento dei Corpi dei vigili ... Societa di mutuo soccorso slovena e quella „Sokol di Trieste": interpellanza del dep. Grča circa le inisure disposte per impedire a quelle due Societa la loro escursione a Monte Santo Societa dei veterani in Gorizia ; chiede sussidio per 1' erezione d1 un monu-

inento al def. Capitano d1 artiglieria Bar. And. Čehovin Societa di S. Vincenzo dei Paoli chiede sussidio Societa Asylverein in Vienna : chiede sussidio Societa per la tutela della viticoltura in Vienna, chiede sussidio Sokol, societa di Trieste : interpellanza del deputato Grča circa le misure disposte per impedire a quella Societa, e alla Mutuo di soccorso slovena la escursione a Monte Santo Soldo pigioni: progetto di legge rifbttente 1' imposizione ed esazione del soldo pigioni in Gorizia ....

Sordimuti Istituto prov offerta di Francesco Skert di vendere un ritaglio di fondo ali' Istituto ecc. ..... Sovenca : legge con cui viene dichiarata regionale la strada presso il ponte

sulla Groina sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca Spese della polizia locale: progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi .... Spiriti petrolio, zucchero, birra ; proposta circa le convenzioni doganali, com-merciali e bancarie coi paesi della Corona d' Ungheria 1

Sponde deli' Isonzo : interpellanza Dottori riguardo ai provvevimenti da pren-

dersi ia difesa delle sponde del fiurne Isonzo Spongia Guido, študente : sussidio ....

Štefani Enrico, chiede sussidio ..... Stenografi alla Dieta prov. spesa per gli .

Stipendi provinciali: La Giunta prov. rassegna istauze di studeuti universitari

per 1' ottenimento di stipendi prov. Stipendi per favorire le piccole industrie in Provincia ; Rapporto della Giunta prov. con cui propone degli .... Stopnik : sussidio per la costruzione deli' arginatura presso il ponte di Strada comunale per Chiapovano: perchč sia elevata nei uovero delle regionali Strada erariale del torrente Ljak : interpellanza circa alla

Strada, tronco di strada Ronchi per Villa Raspa sino alle čase di Bestrinja: e presso il ponte sulla Groina sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca ......

Strada regionale da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček: proposta per la costruzione e riattazione di quella strada

Strada e ponte internazionale sul Iudri presso Brazzano : spesa sostenuta

per 1' ordinaria manutenzione di quella strada Strada Medana, Dobra per Fleana : la podest. di Biliana domanda che sia dichiarata regionale la ....

Strada sotto il castello di Dobra: il Comitato stradale di Cormons chiede .sussidio per migliorare la

anno giornc della seduta j Nr. pagina! del-jl'alleg.

1896 28/1 102 2

1895 28/12 5

1896 28/1 88

n 12/2 227

X 11/2 177

» 11/2 194

v 11/2 195

1895 28/12 5

1896 28/1 88

» 10/2 157 6

» 9/1 46

» 28/1 109 1

t> 10/2 162 4

K 12/2 210

» 10/2 134

n 11/2 181

» 11/2 186

9 10/2 150 7

1895 28/12 29

1896 28/1 110

» 11/2 188

» 11/2 197

» 28/1 95

n 11/2 172

n 28/1 109 I

» 4/2 126

» 10/2 139

r> 12/2 226

v 10/2 163

» L1/2 200

i 12/2 227

Strada Soča-Trenta, contributo per la costruzione di quella Strade regionali: aumento dei sussidi per .

Strade regionali: vengono dichiarati regionali il tronco di strada Ronchi per Villa Raspa sino alle čase di Bestrigna, e presso il ponte sulla Groina sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca . Strade: Sussidi ai Comitati stradali e cornuni per diverse strade (V. p. 188) Strechel G. G. petizione contro la decisione del Muuicipio riguardo ali' in-

troduzioue del soldo pigioni nel Comune di Gorizia Strechel Giuseppe študente: sussidio . Strekelj Antonio študente: sussidio .

Stres Giovanni študente: sussidio .

Študenti universitari : la Giunta provinciale rassegna le loro istanze per l'ot-tenimento di stipendi prov. ....

Študenti universitari italiani: concessione di sussidi (V. ai propri loro nomi a pag. 181) .....

Študenti universitari sloveni: concessione di sussidi (Y. ai propri loro nomi a pag. 187) . . . . • .

Sussidi ai cornuni di questa Provincia per provvedimenti d' acqua : rapporto della Giunta .....

Sussidi a študenti universitari (V. ai propri loro nomi pag. 181, 187) Sussidi a cornuni e comitati stradali per diverse strade ed opere pubbliche (V. pag. 188)

S. Andrea, Savogna e Opacchiasella cornuni, petizioni riguardo alla barriera S. Luigi Oonvitto italiano di S. Luigi: chiede sussidio S. Luigi Convitto sloveno di S. Luigi, chiede sussidio . S. ROCCO Caserma Catinelli: interpellanza circa ali' apertura. della scuola popolare slovena, al suo sito inadatto, ali' impiego degl' inseguanti . S. Tommaso: la Giunta prov. domanda 1' autorizzazione di mettere a dispo-sizione di lei un importo pei lavori d' imboschimento di fondi al torrente Lokavšček S. Vincenzo de' Paoli, societa, di — chiede un sussidio S- Vito e Perteole: al Comitato stradale di Cervignano š concesso un sussidio S. S. Cuore di Gesii: 6 asseguato il sussidio di f. 1000 al Comitato per 1' erezione della Chiesa in Gorizia dedicata al S. S. Cuore Gesti .

giorno della seduta

pagina

Nr. del-1'alleg.

1896

T.

Tabelle

bilingui

interpellanza riguardo al collocamento di quelle nei Giudizi di Monfalcone e Cormons . . . .

Tabelle di qualificazione per gl' impiegaii: interpellanza concerneute 1' uso

delle lingue del paese nei Tribuuali e nei giudizi distrettuali Tariffa di classificazione dei fondi nel distretto d' estimo di Gradišča : interpellanza circa la revisione del catasto per 1' imposta fondiaria

1895

1896

Tariffe di classificazione dei fondi nella Vallata del Vippaco : interpellanza

•1

I

18/1

10/2

28/1

10/2 10/2 11/2 11/2 11/2

28/12

11/2

11/2

10/2

11/2 11/2 11/2 11/2

24/1

28/1 11/2 11/2

10/2

28/1

9/1

24/1 10/2 11/2

9/1 4/2

104 150

109

157

169 182 187 187

29

181

187

143

188 195 178 178

82

99 177 191

141

93

35

65 133 172 33 125

Tassa ed addizionali provinciali: esercizio provvisorio pro 1896

Tasse e addizionali provinciali del fondo prov. pro 1896 Terkuč Ferdinaudo študente: sussidio Terremoto in Lubiana : sanatoria alla sovvenzione concessa ai danneggiat

dal terremoto di Lubiana Tinunin Augusto, chiede sussidio Tolmino Capitanato e Ufficio Imposte : interpellanza del dep. Rojic al Capitano prov. circa la spedizioue di un atto iu lingua italiana a quei due uffici .....

Tolmino e Canale: proposta per la riattazione della strada regionale da Ca-nale per Auzza sino al torrente Togeršček al confine fra i distrett di Canale e Tolmino ....

Tolmino comitato stradale chiede sussidio . Torrente Lepeušček: interpellauza relativa a quel torrente

Torrente Ljak: interpellanza circa la strada erariale del torrente Ljak

Torrente Lokavšček: la Giunta prov. domanda di mettere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschimento di fondi a quel torrente Torrente Mondina: progetto di legge concernente la conduttura del torrente Mondina nelTIsonzato . . . .

Torrente Vogeršček: proposta per la costruzione e riattazioue della strada regionale da Canale per Auzza sino al torrente ecc. .

Tosoni-Pittoni Francesco študente: sussidio .... Trasporti forzosi: progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto Trenovia Gorizia-Gradisca-Cervignano-Aquileja (proposta del deputato Venuti) Trenovia Gorizia -Aquileja e ferrovia Gorizia - Aidussina: interpellanza se il Governo š disposto di prestare il suo concorso materiale onde questi due progetti possano essere tradotti in effetto con tutta sollecitudine Trenta-Soča: contributo per la costruzione di quella strada Trenta e Soča podesterie : in affari di pascolo delle capre Trevisan Giuseppe assolto legale: sussidio .... Tribunali e Giudizi distretfuali: interpellanza concernente 1'uso delle lingue

del paese nei Tribunali e uei Giudizi distrettuali Tribunali e Giudizi distrettuali: proposta circa la progettata riorganizzazioue delle autorita, giudiziarie ....

Tribušček: interpellanza relativa al torrente Lepeušček presso la strada erariale di Sempas ..... Trieste e Gorizia, Giudizi penali e Preture urbane di —: interpellanza circa

al divieto deli' uso della liugua slovena in affari civili e penali Trost Giovauni študente: sussidio ....

Tuma Dr. Enrico, deputato pror. sua solenne promessa Tuma Dr. Enrico d confermata la sua elezione a deputato provinciale

giorno

anno della pagi na

seduta

1895 28/12 26

1896 9/1 31

n 24/1 83

n 10/2 132

n 10/2 150

«9 11/2 187

tt 28/1 109

» 11/2 186

V 17/1 50

n 4/2 126

n 10/2 139

» 12/2 226

n 11/2 188

1 » 17/1 49

1 n 10/2 138

1 " 28/1 95

1 „ 11/2 172

» 28/] 99

m 12/2 225

( » 4/2 126

10/2 139

l " 12/2 226

» 11/2 182

n 10/2 162

n 11/2 176

n 12/2 209

v 28/1 104

It 12/2 229

D 11/2 184

n 9/1 35

» 31/1 123

* 17/1 49

„ 10/2 133

28/1 96

99 11/2 187

1895 28/12 3

ti 28/12 18

Nr. del-

Tuma 6 nominato assessore della Giunta provinciale . Tuma deputato provinciale e consorti, interpellanza circa 1' eseguimento del-P ordiuanza ministeriale che impone alla cittk di Gorizia di costruire un nuovo edificio per la scuola popolare slovena in Gorizia Tuma e cons. interpellanza relativa ali' aggregazione di diverse scuole di

una o di dne classi nel distretto scolastico del circondario di Tuma dep. prov. e cons. interpellanza, circa ali'apertura della scuola popolare slovena, al suo sito inadatto ali' impiego deli' iusegnanti Tuma dep. prov. e cons. interpellanza circa la questione della ferrovia Gorizia

Predil e Gorizia Vippaco Tuma dep. prov. e cons. proposta circa la progettata riorganizzazione delle Autorit& giudiziarie . . . • •

Tuma dep. prov. e cons. proposta d' urgenza relativa alle congiunzioui fer-roviarie di questa Provincia .... Tuma dep. prov. e cons. proposta d' urgenza relativa alla congiunzione fer-

roviaiia della citta di Gorizia per la vallata del Vippaco Tuma dep. prov. e cons. proposta relativa alle circostanze esistenti riguardo aH' istituzione e la manutenzione delle pubbliche scuole popolari . Tuma dep. prov. e cons. proposta circa le convenzioni doganali, commercial

e bancarie coi paesi della Coroua d' Ungheria Tutela della pianta bianco di roccia (Edehveiss) progetto di legge Tutela della viticoltura, Societčt in Yienna, chiede sussidio

8J.

Udine, deputazione provinciale: rapporto della Giunta prov. sulla spesa soste-nuta per 1' ordiuaria manutenzione della strada e del ponte inter-nazionale sul Judri presso Brazzano Ungheria: proposta circa le convenzioni doganali, commerciali e bancarie coi paesi della Corona d' Ungheria .... Universita italiana: interpellanza relativa ali'istituzione di un' .

Vallata del Vippaco: interpellanza circa le differenze delle tariffe di classi- I ficazione dei fondi nella Vallata del . . . \

Valle della Branizza: comitato stradale per la costruzione della strada della Velicogna prof. Giuseppe, gižt direttore della sezione italiana della Scuola agraria prov.: viene depennato un credito verso lui del fondo prov. perchš inesigibile ..... Venuti Dr. Carlo, deputate provinciale, sua solenne promessa Venuti Dr. Carlo, b approvata la sua elezione a deputato provinciale Venuti Dr. Carlo, deputato provinciale e cons., interpellanza riguardo al co-primento dei posti d' insegnanti nella neoeretta scuola popolare slovena in Gorizia ..... Venuti Dr. Carlo, deputato provinciale, interpellanza, se il Governo 6 disposto di prestare il suo concorso materiale onde il progetto della ferrovia

anno giorno della seduta pagina

1895 28/12 28

n 28/12 13

1896 12/2 206

39 9/1 44

» 24/1 82

39 31/1 122

* 31/1 123

» 10/2 137

» 11/2 174

% 11/2 175

» 11/2 177

» 12/2 213

v 12/2 210

99 10/2 162

99 11/2 L95

99 10/2 163

99 12/2 210

99 24/1 72

99 9/1 33

99 4/1 125

39 11/2 188

99 10/2 149

1895 28/12 3

99 28/12 17

1896 24/1 73

Gorizia-Aidussina e la trenovia Gorizia-Aquileja possa esser tradotto in effetto con tutta sollecitudine . Venuti deputato provinciale e cons., interpellanza circa al bisogno deli1 er

zione in questa cittft di un palazzo di Giustizia Verhovlje: i comuni di Viznjevik e Krasno chiedono sussidio per la strad

in costruzione verso .... Versata. Judri e Pascut: il Comune di Romans chiede sussidio . Verzegnassi Dr. Francesco, deputato prov. sua solenne promessa Verzegnassi Dr. Francesco: & confermata la sua elezione a deputato prov. Verzegnassi Dr. Francesco: ž nominato assessore della Giunta prov. Verzegnassi Dr. Francesco deputato prov. e cons. interpellanza circa aH' vasione di un memoriale presentato dalla Camera degli Avvoca al Ministero di Giustizia Veterani, Societit dei — chiede un sussidio per 1' erezione di un monument

al defunto Capitano d' artiglieria Andrea Bar. Zhehovini Vidmar Teodoro študente: sussidio Vienna, Societ& Asylverein — chiede sussidio Vienna, Societa per la tutela della viticoltura, chiede sussidio Vienna Museo tecnologico: sussidio a Claudio Moretti . Vigili: civico corpo dei vigili in Gorizia: contributo . Vigili: legge con cui viene introdotto un contributo delle SocietA, di assicu razioni nel ramo incendi alle spese deli' istituzione e del manteni

mento dei corpi dei vigili

Villa Raspa: legge con cui vengono dichiarati regionali il trouco di strada Ronchi per Villaraspa sino alle čase di Bestrigna: e presso il ponte sulla Grojna sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca Violin Egidio študente: sussidio .

Vippaco: interpellanza circa le differenze delle tariffe di classificaziono de

fondi nella val lata del Vippaco Vippaco-Gorizia e Gorizia-Predil: interpellanza riguardo alla quest.ione ferro viaria di

Vippaco: proposta d' urgenza relativa alla congiunzione ferroviaria della citta

di Gorizia per la vallata del Vippaco : podesteria di Merna chiede sussidio pel ponte sul Visintin Giovanni, chiede sussidio Visintin Augusto, chiede sussidio Visnjevik e Krasno comuni: chiedono sussidio

Viti americane: proposta pel provvedimento in Provincia ad un maggior nu mero di vivai per la coltivazione e 1' innesto di viti ainericane

Viticoltura: SocieU per la tutela della viticoltura in Vienna chiede sussidio Vitovlje e Šempas: rimostranze contro la separazione del Comune locale di Šempas ......

Vivai per la coltivazione e P innesto delle viti americane: proposta pel provvedimento in Provincia ad un maggior numero di

giorn 0 Nr.

anno della pagin, a i del-

sedat l'alleg.

189( 312/2 20£

n 28/1 91

» 11/2 18?

y> 11/2 191

1895 28/12 3

» 28/12 15

» 28/12 28

1896 24/1 71

n 12/2 227

v 11/2 1 187

» 11/2 194

a 11/2 195

r> 11/2 185

» 10/2 150 7

» 28/1 102 2

» 28/1 109 1

» 11/2 181

» 9/1 33

V 4/2 125

» 31/1 122

» 11/2 175

» 11/2 188

» 11/2 186

» 11/2 1 186

» 11/2 188

» 24/1 65

» 28/1 97

» 12/2 230

» 11/2 195

» 11/2 198

» 24/1 65

» 28/1 97

L 2/2 230

V

VogerŠČek: proposta per la costruzione e riattazione della strada regionale da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček

Volarič v. Francesca chiede sussidio ....

Vovk Giuseppe, maestro, domanda aumento di pensione

Vuga Gaterina: chiede sussidio .....

K.

Žaga e Fogliano: scuole per panierai, spesa pel manteuimento delle stesse Zanetti Luigi chiede sussidio ..... Zanolla Francesco possidente e perito in Monfalcone: d norainato membro della commissione provinciale per la revisione del censo fondiario Zapotok, comunisti di — chiedono sussidio Zarli Ferdinando, cursore prov. gli vieue aumentato il salario

Žepič Francesco, giu, direttore della sezione slovena della Scuola agraria prov viene depennato uu credito verso lui del fondo provinciale perchš inesigibile ..... Zhehovini Barone Andrea: Giovanni Lebau chiede sussidio per la stampa d

un opuscolo che tratta di Zhehovini Barone Andrea: la Societa dei Veterani in Gorizia chiede sussidio

per 1' erezione d' un monumento al defunto Capitano Žigon Autonio študente: sussidio Zorn Monsignore Dr. Luigi, Principe Arcivescovo, deputato alla Dieta pe

voto virile ..... Zorzini Luigi, chiede sussidio .... Zorzini Luigi študente: sussidio .... Zucchero, birra, spiriti, petrolio: proposta circa le convenzioni doganali

commerciali e baucarie coi paesi della Corona d' Ungheria Zumin Edmondo študente: sussidio

giorno Nr.

anno della pagina del-

seduta 1'alleg.

i 1896 4/2 126

10/2 139

1 „ 12/2 226

11/2 192

rt 10/2 168

v 11/2 193

y> 10/2 150 7

n 11/2 186

v 24/1 84

» 11/2 188

1 » 10/2 150 7

1 . 12/2 224

v 10/2 149

y> 11/2 194

r> 12/2 227

» 11/2 187

1895 28/12 1

1896 11/2 186

» 11/2 181

n 12/2 210

» 11/2 181

DIETA PROVINCIALE

della Prineipesea Contea di

I. tornata, Epoca VII.

--"if 1 ' >g§|f -

Capitano provinciale:

S. E. Signor CORONFNI-CKONBERG Conte FRANCESCO, Consigliere intiino attuale e Ciambellano di S. M., Colonnello f. d. s., Cav. di I. elasse delFor-dine della Corona fevrea; fregiato della Medaglia del merito militare; Presidente dell'i. r. Museo com-merciale austriaco, dell'i. r. SocieU agraria di Gorizia e della Commissione peli' imboschimento del Carso in Gorizia; Membro del Consiglio ferroviario dello Stato; Conservatore della Commissione centrale per monumenti artistici e storici; Cittadino o-norario della cittž, capitale provinciale di Gorizia, nonchč delle citU, borgate e dei luoghi di Aqui-leia, Canale, Cervignano, Dornberg, Plezzo, Aidus-sina, Caporetto, Comen, Monfalcone, Sesana e Ser-

penizza, Podestii di S. Pietro ecc. eletto dalla cifct& di Gorizia.

Sostituto :

Signor D.r ANTONIO GREGORČIČ, professore di teologia nei Seminario centrale di

Gorizia, deputato al Consiglio deli' Impero. eletto dai comuni foresi dei distretti di Tolmino,

Plezzo e Circhina.

Deputato per voto virile:

S. A. Rever. Monsignore LUIGI ZORN, Principe Arcivescovo, Consigliere intimo di S. M. I. e R. A., Metropolita, Assistente al Soglio Pon-tificio, I. e R. Cappellano di Corte, Dottore in sacra Teologia ecc. ecc.

Deputati:

Signor Dr. ABRAM GIUSEPPE, avvocato in Gorizia.

Signor BERBUO GIOVANNI, i. r. professore presso le Scuole reali sup. in Gorizia.

CORONINI-CRONBERG Conte ALFREDO, possideute in Gorizia, Deputato al Consiglio del-1' Irapero.

Signor DOTTORI ANTONIO, Cavaliere degli Alberoni, Cavaliere deli' ordine di Francesco Giuseppe, decorato della Croce d' oro del merito colla corona, possideute in Rouchi.

Signor GRČA BIAGIO, Parroco di Sempas.

Signor KLANČIČ ANTONIO, decorato della Croce d' oro del merito, Podesta di Podgora.

Signor LAPANJA GIOVANNI, geometra civile in Caporetto.

Signor LOCATELLI Barone MICHELE, I. e R. Ciambellano, Cav. deli' ordine della corona ferrea di III. classe, possidente e Podesta di Cormons.

Signor Dr. LOVISONI ERMANNO, avvocato in Cervignano.

Signor D.r MARANI FRANCESCO, avvocato in Gorizia.

Signor MICHIELLI VINCENZO, possidente e podestž, di Campolongo.

Signor MUHA ANTONIO, possidente, Presidente del Comitato stradale di Sesana e Podesta, di Corgnale.

Signor Dr. de PAJER LUIGI Cav. di Monriva, Commendatore deli' ordine di Francesco Giuseppe I. Cavaliere dell'ordine della Corona ferrea di III. classe, avvocato, Presidente della Caraera degli avvocati in Gorizia e possidente.

eletto dai comuni foresi dei distretti di Comen e Sesana.

eletto dai Comuni foresi dei distretti di Gorizia, Canale ed Aidussina.

eletto dal grande possesso sloveuo.

eletto dai comuni foresi dei distretti di Monfal-cone, Cervignano, Gradišča e Cormons.

eletto dai comuni foresi dei distretti di Gorizia, Canale e Aidussiua.

eletto dal grande possesso sloveno.

eletto di comuui foresi dei distretti di Tolmino, Plezzo e Circhina.

eletto dalla citt& di Gradišča e dalla borgata in-dustriale di Cormons.

eletto dalle cittš, e borgate industriali di Cervignano, Monfalcone e Grado.

eletto dalla Camera di Commercio ed industria in Gorizia.

eletto dai comuui foresi dei distretti di Monfalcone, Cervignauo, Gradišča e Cormons.

eletto dai comuui foresi dei distretti di Sesana e Comen.

eletto dal grande possesso italiano.

Signor PANIGAI Conte GIACOMO, I. R. Tenente dei Bersaglieri tirolesi a cavallo n. a.

possidente e Podestš, di Scodovacca.

Signor RITTER-Z&hony Barone EUGENIO, Cav. deli' ordine della Corona ferrea di III. classe, Presidente della Camera di Commercio ed industria in Gorizia, possidente.

Signor ROJIC ALESSIO, dottore iu medicina in Gorizia.

Signor TUMA ENRICO, i. r. Aggiunto giudiziario in Gorizia.

Signor D.r VENUTI CARLO, avvocato, Podestž, di Gorizia.

Signor D.r VERZEGNASSI FRANCESCO, avvocato in Gorizia e possidente.

eletto dal grande possesso italiano.

eletto dalla Camera di commercio in Gorizia.

eletto dal grande possesso sloveno.

eletto dal le borgate e luoghi iudustriali di Tol-mino, Plezzo, Caporetto, Canale e Aidussina.

eletto dalla citt& di Gorizia.

«

eletto dal grande possesso italiano.

*

GIUNTA

della Dieta provinciale

della

Contea Priticipesca di

Gorizia e Gradišča.

Presidente:

S. E. FRANCESCO Conte CORONINI-CRONBERG

Assessori:

Signor Dr. ABRAM GIUSEPPE eletto da tutta 1'assemblea della Dieta.

„ Dr. de PAJER-MONRIVA LUIGI eletto dai deputati delle cittžl, borgate e luoghi iu-

dustriali e dalla Camera di commercio. „ Dr. TUMA ENRICO eletto dai deputati dei comuui foresi.

Dr. VERZEGNASSIFRANCESCO eletto dai deputati del grande possesso.

Assessori supplenti:

Signor prof. BERBUČ GIOVANNI eletto da tutta 1' assemblea della Dieta.

„ Dr. MARANI FRANOESCO eletto dai deputati delle cittft, borgate e luoghi

industriali e dalla Camera di commereio. „ Dr. GREGORČIČ ANTONIO eletto dai deputati dei coinuni foresi.

* Dr. LOVIŠ ONI ERMANNO eletto dai deputati del grande possesso.

I. Di finanza:

Pres.: Verzegnassi Berbuč Gregorčič Locatelli Marani Ritter Rojic

II. Petizioni:

Pres.: Dottori Abram

Coronini Conte Alfredo

Lapanja

Michielli

Turna

Venuti

III. Legale:

Pres.: Pajer Grča Lovisoni Muha Turna Venuti Verzegnassi

Conieauto: Partecipazione della nomina del Capitano prov. e del suo sostituto. Solenne promessa del Capitano — Suo discorso inaugurale. — Solenne promessa dei deputati. Ordine del giorno della prossima seduta.

Presenti:

II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

S. A. Rev. Monsignore Dr. Luigi Zorn, Principe Arcivescovo, deputato per voto virile

e N. 19 deputati.

(Principio della seduta a ore 11 aut.)

Commissario Imperiale: Sua Maestš, I. e R. Apostolica con Risoluzione del 12 dicembre a. c. si & graziosissimamente degnata di nominare Capitano provinciale di quest' Eceelsa Dieta 1' il-lustrissimo Signore S. E. Francesco Conte Coronini e a suo sostituto 1' onorevole Dr. Antonio Gregorčič. Ho 1' onore quindi di presentare gli stessi onor. Signori a nome del Laogotenente a questa Eccelsa Dieta.

La invito Illustrissiino Signor Capitano provinciale di prestare la prescritta solenne promessa. „Prometto fedeltft. ed obbedienza aH1 Imperatore, osservanza delle leggi e coscienzioso adem-pimento dei miei doveri.*

Capitano : (stringendo la mano al Commissario Imperiale): Prometto. (indi pronuncia il seguente discorso).

Educato ed abituato ad ubbidire agli ossequiati ordiui deli' Augustissimo nostro Monarca, riassumo 1' onorifica carica che mi pone alla testa della nostra patria Rappresentanza.

Mi sento in questo solenne momento mosso da sentimento di vivissima gratitudine verso la grazia Sovrana che nuovamente volle concedermi 1' alto favore di poter dedicare la mia opera allo sviluppo ed incremento di questa diletta nostra patria ed al benessere dei suoi abitanti, in quanto vi possa intluire 1' amininistrazione autonoma e le mie povere forze valgano.

Sono per6 ben lungi dal disconoscere le serie e gravi difficolU che incontrerft sul mio cammino, e se ad onta di ci6 intraprendo una volta ancora di superarle, lo tento perchč faccio as-segnamento sul necessario valido appoggio di tutti gli onorevoli colleghi che costituiscono quest' Ec-

celsa Assemblea, cbe nou posso dubitarne, ad outa delle divergenti loro opinioni, e sebbene per vie diverse, tendono tutti a quella ultima meta che mi si balena innanzi agli occhi.

Spesso giž, ebbi 1' onore di rivolgere da questo pošto la parola agli eletti dei nostri con-cittadini radunati in questo ambiente cogliendo 1' unica occasione offertami durante le discussioni die-tali per esporre le mie opinioni sulle questioni che fra noi si agitano.

Si possono cambiare opinioni coll' andare dei tempi e col mutamento delle condizioni ed io ritengo che non se ne possa fare un rimprovero a nessuno, purchš cio avvenga per motivi onesti, cioe per intima convinzione e francamente lo si confessi.

Sotto quanti altri rapporti per6 io abbia di fare appello ali' indulgenza di quest' Eccelsa Dieta, mi fa d' uopo d' invocarla per quella ragione ed anzi ci metto peso di dichiarare, che le mie vedute sono rimaste essenzialmente inalterate dacch6 feci il primo passo in questa sala e nella pub-blica vita.

Non sono quindi che conseguente a me stesso, se esprimo il fervido voto che quest' Aula dietale, che un di, ed anzi per una serie d' anni, con fondamento e certo non a svautaggio o sfregio dei nostri elettori poteva chiamarsi un tempio di Concordia non si couverta stabilmeute in un tempio di Giano i cui battenti, quaudo si aprivano, erano il segnale allarmante di guerra scoppiata colle fu-neste sue conseguenze.

Visoki zbor!

Naglašam še enkrat, da se ue morem odpovedati nadi, da nas naša skupna posvetovanja vendar dovfidejo do takih uspehov, kateri bodo ugajali pravim koristim našega ljudstva.

Zel6 nerad omenjam znane dogodke, ki so začetkom leta zakrivili, da smo pred časom sklenili zborovanje.

Oni sicer res niso škodovali deželnim koristim v njihovi skupnosti; kajti, kakor se o svojem času izkaže s končnimi računi, privarčili smo znamenite vsote, s katerimi smo poravnali precejšen del nezaloženega deželnega dolga.

A koliko prevaranih nad posameznih oseb in celih pomoči potrebnih deželnih strani spaja se z denarnimi vsotami, ki smo jih porabili v ta namen, in ako bi se ponavljali taki dogodki, moral bi prestanek mnogih obče koristnih in deloma potrebnih podjetij zavirati napredujoči razvoj naše dežele, koje deli so vendar v tesni zvezi med seboj.

Naj torej veleslavni zbor s treznim razumom presoja vse obravnavne predmete, a ob enem naj ga vodi v njegovih sklepih tudi vroče srce za našo ljubljeno domovino in njeno prebivalstvo.

Eccelsa Dieta !

In un punto convergiamo noi tutti indistintamente coi nostri sentimenti, ciod nell' avita divozione verso il nostro vetusto Impero e nel fedele attaccamento verso Chi felicemente ne governa le sorti.

Diamone una novella prova ali' Augustissimo ed amatissimo nostro Sovrano colle acclama-zioni proprie alle differenti favelle delle stirpi qui rappresentate, con egualmente calorosi .Evviva ! e Živio".

Evviva S. M. 1'Imperatore Francesco Giuseppe I! Evviva, Evviva, Evviva! (tutti i deputati rispondono triplicatamente, Evviva ! Živio !)

Con cič dichiaro aperta la preseute tornata dietale e 1' odierna seduta.

Ho 1' onore di presentare a quest' Eccelsa Dieta quale rappresentante deli' Eccelso Governo T 111. Signore Consigliere aulico Cavaliere Luigi de Bosizio.

Commissario Imperiale : In notne delTEcc. Governo ho 1'onore di porgerVi, onorevoli Si-gnori, un cordiale saluto. Desidero che le vostre pertrattazioni siauo coronate dei migliori risultati, e in questo comune iutento potete fare assegnamento sull' appoggio deli' Ecc. Governo.

Capitano : Invito ora gli onorevoli Signori deputati a prestare nelle mie mani la solenne promessa prescritta dal Regolamento provinciale.

Vabim sedaj častite gospode poslance, naj položijo v moje roke slovesno obljubo zahtevano od deželnega reda.

(ilegge la relativa formola in italiano e sloveno. Indi chiama i deputati per alfabeto).

L' onorevole Benardelli š, pur troppo, indisposto.

(Si appressano al seggio del presidente e dandogli la mano pronunciano la parola : Pro-metto ! Obljubim !)

lo inviterd i Signori ad una seconda seduta dietale per oggi stesso alle ore 5 mettendo aH' ordine del giorno i seguenti oggetti:

Rapporti della Giunta provinciale sull'elezione dei Deputati alla Dieta provinciale. — Rapporto della Giunta provinciale con cui si propone un esercizio provvisorio per V anno 1896. — No-mina della Giunta provinciale. — Rapporto della Giunta provinciale con cui avanza i conti consuntivi pro 1894 e i preventivi pro 1896 dei fondi da lei amministrati. —Rapporto della Giunta provinciale con cui avanza alcune petizioni.

E con cič> dichiaro chiusa la presente seduta.

(Fine della seduta a ore 11V2 aut)

Conlenutos Approvazione del verbale dell'antecedente seduta. — Interpellanze: del deputato Grča circa le misure disposte per impedire alla Societa di mutuo soccorso slovena e quella Sokol di Trieste la loro escursione a Monte Santo, — del dep. Gregorčič circa al sito per la scuola popolare slovena da istituirsi in Gorizia, — del deputato Rojic sullo stesso argomento, — del deputato Rojic circa la nomina d'impiegati nel distretto politico di Gorizia, — del deputato Turna circa 1' eseguimento deli' ordinanza ministeriale che impone alla citta di Gorizia di costruire un nuovo edificio per la scuola popolare slovena in Gorizia. — Rapporto della Giunta sulle elezioni dei deputati provinciali. — Rapporto della Giunta provinciale sull' esercizio provvisorio provinciale pro 1895. — Nomina della Giunta provinciale e dei sostituti. — Rapporto della Giunta con cui avanza i consuntivi pro 1894 e i preventivi pro 1896 dei fondi amminis-trati dalla Giunta. — Rapporto della Giunta di passare alcune petizioni di študenti al Comitato petizioni. Nomina dei comitati di finanza e delle petizioni. —

Presenti:

II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

e Nr. 19 deputati.

(Prineipio della seduta a ore 5 pom.)

Capitano : Ci troviamo raccolti, secondo il Regolamento provinciale in nuuiero legale, di-chiaro aperta la seduta. E prego di leggere il verbale deli' odierna seduta.

ff. di Segretario '. {legge il P. V. della seduta della mattina).

Capitano : Se non viene fatta alcuna osservazione al verbale testd preletto, lo riterrft per approvato. (Non viene fatta alcuna osservazione) II verbale 6 approvato.

M' incombe d' annunziare che 1' onorevole Benardelli con odierno telegramma si e scusato di non poter intervenire alla seduta di oggi essendo ammalato.

Furono insinuate le seguenti petizioni :

Francesco Saxida e Ferdinando Rojic e Cons. domandano 1' istituzione a Comune locale del Comune di Prebacina. — Vincenzo Batič di Sempasso apprendista muratore chiede sussidio — Pompeo Gortani, praticante Contabile, chiede sussidio. — II Consiglio scolastico distrett. di Gorizia presenta 1'istanza di Edoardo Princig quale tutore del miuore Ant. Komavec freguentante la Scuola professionale di Mariano chiede sussidio. — La direzione del Ginuasio di Capodistria trasmette 1'istanza di Luigia Presil per sussidio al figlio Carlo študente della 3 classe. — Vienna Rettorato deli' universitž, chiede sussidio per la Mensa accademica. — II Magistrato di Gorizia cede L' istanza di Giuseppe Bernt pel conseguimento di un sussidio pel figlio študente ammalato in Graz. — Ro-

vigno Magistrato trasmette la supplica di Carlo Bisiach študente legge per sussidio. — II Capitanato distrett. di Gradišča accompagna le istanze degli alunni della scuola industriale di Fogliauo per sussidio. — Giovanni Stres alunuo deli' i. r. officina inodello per panierai in Vienna chiede sussidio. — Albina V. Ličen chiede sussidio pel figlio Oscarre študente nautica. — Francesco Do-minko študente legge, per sussidio. — II Comitato stradale di Comen chiede un sussidio pelia regolazione della strada Comen - Reifenberg. — Arturo Cecovich študente legge chiede sussidio. — Camaur Antonio allievo deli' accademia di belle arti in Vienna, per sussidio. — La podesteria di Pliskovizza chiede sussidio pel ristauro della Chiesa danneggiata dal fulmine. — La Societa per la difesa della viticoltura in Vienna. — Egidio Violin študente filosofia, per sussidio. — Carlo Snider assolto legale per sussidio. — Gabria, comitato esecutivo della strada Brauizza, chiede sussidio. — Comitato

stradale di Aidussina domanda sussidio per la strada da Rebek per Reifenberg a Comen. _ La

Podesteria di S. Canziano cede la supplica di Angelo Miniussi intagliatore per sussidio. _ La

Podesteria di Ranziano domanda sussidio per 1' istituzione della scuola industriale per muratori. _

Pompeo Gortani praticante contabile chiede un aumento del suo adjutum. — I comunisti di Visno-vico e di Krasno domandano sussidio per una strada. — La SocietA di S. Vincenzo de' Paoli chiede un sussidio. — Antonio Strekelj študente enologia in Klosterneuburg chiede sussidio. — La Dire-zione del Couvitto italiano di S. Luigi chiede sussidio. — La Societa, di soccorso per študenti d' universitž, sloveni in Graz, chiede sussidio. — La societa tedesco austriaca alpina sezione Gorizia domanda sussidio per ]' erezione d' un asilo sul Canin. — Antonio Baselli študente chimica a Zu-rigo chiede sussidio. — II Comitato della nnova chiesa del S. S. Cuore di Gesu in Gorizia chiede un contributo. — II Comitato stradale di Plezzo chiede un sussidio. — Le Podesterie di Opacia-sella, Savogua e S. Andrea domandano la soppressione della barriera stradale di Dol. — Giusto Dietz študente legge, chiede un sussidio. — Le associazioni dei maestri del distretto di Gorizia, di Gradišča, Sesana e Tolmino domandano un miglioramento delle loro paghe. — Giulio Iustulin pittore chiede sussidio. — La Podesteria di Dornberg accompagna la petizione della frazione di Prebacina per separazione da quel Comune locale. — La Podesteria di Chiapovano domanda che quella strada venga dichiarata regionale. — La deputazione comunale di Romans chiede sussidio pel riatto d'un tratto d' argine comunale di Romans. — Giuseppa V. Radizza chiede un sussidio. — Ferdinando Niederkorn študente chiede sussidio. — Carlo Niederkorn študente legge chiede sussidio. — Augusto D' Adamo študente legge chiede un sussidio. — L' Asjlverein deli' universita di Vienna chiede una sovvenzione. — Giuseppe Vouk fu maestro in Zgoniko domauda aumento di pensione.

Queste petizioni passeranno ai rispettivi Comitati da eleggersi.

Furono insinuate diverse interpellanze. Concedo anzitutto la parola ali' onor. Grča.

Grča: Interpelacija posl. Blazija Grče in tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda ministra za notranje stvari radi izleta tržaških Slovencev na Sv. Goro.

Dne 15. septembra t. 1. priredilo je tržaško „delavsko podporno društvo/ kateremu se je pridružilo telovadno društvo »Sokol" v Trstu, izlet ali romanje na Sv. Goro pri Gorici.

Gostom pripravljalo je tukajšnje telovadno društvo »Sokol" vsprejem in veselico v Solkanu,

torej izven Gorice. Izlet na Sv. Goro in ljudsko veselico je tukajšnje c. kr. glavarstvo dovolilo _

kakor se kaže, sporazumno z mestnim županstvom — z omejitvijo, da izletniki ne smejo v sprevoda skozi mesto Gorica, ne z odkritimi znamenji in v društveni obleki, in da se prehod ne vrši po glavnih ulicah.

Tržaški društvi, ki ne poznati goriških krajevnih razmer in ne domnevajoči si nikake proti v-nosti od strani javnih oblastij, zanašajoči se na zdravi in mirni razum goriškega prebivalstva,

sprejeli sti dovolitev v dani obliki.

Zastopnik tukajšnjih društev trudil se je, odgovoriti voditelja c. kr. okrajne oblasti v Gorici od take dvoumne dovolitve — a zaman. Ker pa se je upalo, vspored prehoda po mestu še zadnji

čas oblažiti, se izleta ni hotelo odložiti.

Po prehodu — ali bolje obhodku okolo mesta — še le ovedeli so se tržaški izletniki, kako dovolitev je c. kr. politična oblast v Gorici dala od sebe, dovolitev, katera je bila povsem osnovana tak6, da je morala žaliti vsakega udeleženca v narodnem čutstvu in bi utegnila provzročiti slabe posledice, ko bi ne bili reditelji izleta napeli vseh močij, da je ohranila množica mirno kri.

Tukajšnja politična oblast privoljuje romarjem na Sv. Goro tudi za časa najštevilnejšega udeleževanja od Rožnice (15. VIII.) vsakega leta naprej celim stotinam, tisočinam, brez posebnih varstvenih priprav, svoboden prehod skozi Gorico po vseh delih mesta, ter je treba še manj opažati, da je ogromna večina božjepotnikov slovenske naroduosti s Krasa, iz Trsta, tržaške okolice in Istre, ne da bi se dogajali neredi ne od strani prebivalstva goriškega mesta, ne od strani dohajalcev.

Tukajšnja c. kr. politična oblast mora biti dobro poučena, da so prebivalci goriškega mesta, kolikor so pristnega slovenskega, furlanskega in italijanskega rodu, mirne nravi in ni od njih strani nobene nevarnosti.

C. kr. politična oblast mora biti dobro poučena, da je v goriškem mestu neka mala svojat, sestavljajoča se po večem iz priseljencev mešane krvi ali odpadnikov različnih narodnostij, ki seje zavist proti vsemu, kar je slovenskega,

c. kr. politična oblast mora vedeti, da stanujejo ob cestah in potih, katere je odkazala tržaškim izletnikom, večinoma ljudje nižih slojev prebivalstva, katerih ni težko nahujskati proti vsakomur, da so te poti deloma tesne in po nekod skoro nič razsvitljene ;

c. kr. politična oblast mora vedeti, da je privodna cesta od goriške železniške postaje do glavnega trga v mestu in odtod gosposka ulica široka in prostorna, razmerno goriškim okolnostim dovoljno ravsvitljena, da stoje ob njej večinoma ljudje iz imovitiših in razumniših krogov :

c. kr. politična oblast morala je torej vedeti, da je bilo nevarno puščati množico ljudi po temotnih, ozkih ulicah, kjer se prebivalstvo lahko ščuva k nasilstvom, nikari pa ne po poti, ki vede naravnost in katero je bilo prav lehko zastražiti proti — četudi — uahujskanim rogoviležem ;

c. kr. politična oblast se je torej morala zavedati, da nje prepoved ne le ni bila utemeljena, ampak je bila izdana le na željo one združbe goriškega mesta, katera izvau sobe odreka obstoj vsakemu, posebno pa sš zaničevanjem taji bivanje in bitek slovenske narodnosti v goriškem mestu, torej le na dobro prikrito željo nestrpnih, državi nepokornih življev z namenom žaliti narodnostno čutstvo slovenskih izletnikov iz Trsta, še bolj pa slovenskih meščanov goriških.

Vsled tega si podpisani usojajo vprašati Njegovo Vzvišenost gospoda ministra za notranje

stvari:

1. ali je visoka c. kr. vlada voljna storiti konec izzivljanju slovenske narodnosti v Gorici po nepremišljenih činih lastnih organov ?

2. ali misli poklicati na opravičenje osnovatelja znane neobrazložne prepovedi 1

V Gorici, dne 23. decembra 1895. Grča, Dr. Gregorčič, A. Coronini, Dr. Rojic, A. Klančič, A. Muha, J. Lapanja, J. Berbuč, Dr. Turna.

Capitano: Quest' interpellanza essendo diretta ali' Eccelso Governo, mi faccio un dovere di passarla al suo rappresentante.

Commissario Imperiale: To interpelacijo bom predložil visoki vladi.

Capitano : L' onorevole Gregorčič ha insinuato un' interpellanza. Gli concedo la parola.

Gregorčič : Interpelacija poslancev dr. Gregorčiča in tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda c. k. namestnika v Primorju radi slovenske ljudske šole v Gorici.

Deželni šolski zakon z dne 6. maja 1870., dež. zak. št. 30, določuje v §. 7, kakor sledi: »Vse okoliščine, ki so za ustanovljenje šole in za nje uravnanje merodajne, ima določiti komisija, sestavljena iz vseh udeležencev, ter jih, če je treba, na mestu samem pregledati : komisijski zapisnik je podlaga daljnim določbam". Razsodba upravnega sodišča z dne 17. maja 1894. šteje med okoliščine, ki so za ustanovljenje šole merodajne, kraj, na katerem se ima postaviti šolsko poslopje. Razsodbe z dne 28. junija 18 80., 4. februarja 1881. in 8. julija 1885. pravijo, da šolski prostor se ima določiti po komisiji le tedaj, ko se ustanavlja nova šola, a tedaj brezpogojno, in sicer tako, da se udeležijo komisije vse prizadete stranke. Ko se je določevala kosarna v Podturnu kot šolsko poslopje edini slovenski šoli, ki se ima ustanoviti v Gorici, ni bilo nič slišati o komisiji, katere bi se bili udeležili oni, ki so zahtevali to šolo in ki so pri tej stvari gotovo prizadeti.

Ministerska naredbe z dne 9. junija 1873 in 20. maja 1885. določuje v §. 2, odstavku 1. in 4., da šolski prostor se ne sme za stalno izbrati, dokler ni privolil v to okrajni, oziroma v Gorici mestni šolski svet, in da se mora izbrati po možnosti v središču šolskega okoliša. Katinelijevo kosarno je pa odobril deželni šolski svet kot šolsko poslopje 13. novembra, predno je mestni šolski svet v to privolil, na podlagi spričeval raznih odsekov mestnega starašiustva, ki se nikakor ne morejo identifikovati z mestnim šolskim svetom, in sicer ob robu (periferiji) mestne občine, dasi je bilo možno dobiti šolske prostore v središču okoliša.

Ta formalni progrešek — poleg neodpustnega stvarnega greha — je moral čutiti tudi deželni š. svet, ker drugače ni umeti, zakaj je zapovedal komisijo mestnega šolskega sveta, ki se je vršila 16. novembra Pri tej priliki sta sestavila učiteljska strokovnjaka, ki sta se je udeležila, ostro poročilo proti temu, da bi se kosarna rabila kot šolsko poslopje sloveuski šoli. Ali to poročilo ni prišlo v roke višjim šolskim oblastim, ker, ko se je imel pisati 18. novembra zapisnik o oni komisiji, naznanil je predsednik, da od dež. š. sveta je došel med tem dopis, ki pravi, da ni treba, da bi se komisija izjavila o tej zadevi.

Dne 27. novembra bila je že druga komisija v Podturnu, poslana od dež. sol. sveta, kateri je bila baje dana naloga, izraziti se o rabljivosti kosarne za šolsko rabo brez ozira na njeno daljavo od mesta, dasi je ta daljava sama na sebi zadosten uzrok, da se kosarna ne more sprejeti kot šolsko poslopje edini slovenski šoli v Gorici.

Po vsem tem je dež. š. svet ostal pri svojem sklepu, da slovenski otroci v Gorici, ki hočejo biti deležni šolskega pouka, morajo hoditi v Podturen, poldrugi kilometer iz mesta, na mejo proti Št. Petru. Goriški otroci, ki hodijo zdaj v BSlogino" šolo, bi imeli v Podturen skupne poti 3426 kilometrov, tako, da bi prišlo na enega otroka povprek 7.73 km poti na dan. Mnogi otroci bi morali prehoditi po 10, 12, 15, celo 19 km na dan. Naravno je, da vsem tem bi bilo nemogoče hoditi v šolo, kajti ni očeta, ki bi pustil otroka po zimi in po leti po 3, 4, ure na dan na poti v šolo in iz šole, kjer se mu prav gotovo telesno in dušno pokvari. Take poti more odobravati le on, ki noče, -da bi otroci hodili v šolo in da bi šola uspešno delovala, ki hoče, naj bi šola hirala in zamrla.

In vendar pravi §. 6. zgore omenjeuega šolskega zakona : »Šolske oblastnije imajo paziti na to, da se potrebne ljudske šole, kjer jih še ni, brez nepotrebnega odkladanja ustanovi, in da se zagotovijo vsi potrebni pogoji zatrdnega in blagonosnega nje obstanka8. Ta določba seje popolnoma prezirala, ko se je izbrala Katinelijeva kosarua kot šolsko poslopje edini slovenski šoli v Gorici.

Ob enem se je preziral odlok dež. š. sveta z dne 24. junija 1894., kateri nalaga mestnemu šolskemu svetu, naj poišče središče šolskemu okolišu z ozirom na to, da stanujejo slovenski, šolski dolžnosti podvrženi otroci po raznih krajih mestnega ozemlja, na tak način, da bo mogoče vsem otrokom, ki so v Gorici všolaui, doseči šolo s pomočjo poti od 4 km. Katinelijeva kosama ima pa ob mestni meji tako lego, da mnogo otrok bi imelo nad 4 km. do 5 km. poti v šolo. Tem in mnogim drugim je nemogoče obiskovati šolo, ki bi se ustanovila v Katinelijevi kosami.

Obiskovanje šole je državljanska dolžnost za otroke od 6. do 12., oziroma 14. leta, katero jim nalagajo državni in deželni zakoni, kateri žugajo stroge kazni roditeljem, ki ne bi pošiljali svojih otrok v šolo. Namesto, da bi šolske oblasti, kolikor mogoče, olajšavale izpolnovanje državnih zakonov, obtežujejo v tem slučaju izpolnovanje in je delajo celo nemogoče Komu na ljubo ? Stranki, ki žuga z nemiri iu izgredi, ako bi vlada hotela praviluo izvajati šolske zakoue. Ta stranka je dandanes višja instanca nego deželui š. svet v zadevi slovenske ljudske šole v Gorici.

Z ozirom na vse to stavljajo podpisani do Njegove Vzvišenosti gospoda c. kr. namestnika

v Primorju naslednja vprašanja :

1. Kako more Njegova Vzvišenost zagovarjati okoliščiuo, da se je določil kraj slovenski ljudski šoli, ki se ima ustanoviti v Gorici, ne da bi se bila sklicala komisija, katero zahteva §. 7. zakona z due 6. maja 1870., dež. zak. št. 30, katere se imajo udeležiti vsi, ki so pri stvari prizadeti ?

2. Kako je mogla Njegova Vzvišenost predlagati, naj deželui šolski svet sklepa za stalno o prostoru, kjer naj se otvori nova slovenska šola, ne da bi se bil izjavil o tej zadevi mestni šolski svet goriški, kakor to zahteva §. 2., odstavek 4. ministerske naredbe z due 9. junija 1873. in 10. maja 1885.?

3. Iz katerih razlogov je Njegova Vzvisenost odredila, naj se ne piše zapisnik o komisiji, ki je bila 16. novembra v Podturnu, oziroma naj komisija ne izreče svojega mnenja gledč na Ka-tinelijevo kosamo, vsled česar ni prišlo do višjih šolskih oblastij poročilo šolskih izvedencev, ki sta se udeležila komisije, katero se je izreklo odločno proti temu, da bi se rabila omenjena kosama kot

šolsko poslopje za slovensko šolo ?

4. Ali je res, daje Njegova Vzvišenost naložila komisiji, kije bila 27. novembra v Podturnu, naj se izreče o rabljivosti Katiuelijeve kosarue za slovensko ljudsko šolo brez ozira na to, da je zunaj mesta in oddaljena od središča? Ako je to res, zakaj je Njegova Vzvišenost izločila iz naloge, dane komisiji, oziranje na ti okoliščini in izjavo o rabljivosti kosarne za šolske namene z ozirom na e-kscentrično lego in oddaljenost kosarne od mesta ?

5. Kateri razlogi so nagnili Njegovo Vzvišenost, da je odločila slovenski ljudski šoli, ki se ima ustanoviti v Gorici, tak prostor, direktno nasprotuje njenemu uspavanju in obstanku ?

6. Kako more opravičiti Njegova Vzvišenost to, da je odločila slovenski ljudski šoli v Gorici tak prostor, ki je za mnoge v šolski dobi stoječe otroke tega šolskega okoliša oddaljen nad postavno daljavo 4 km., dasi je bilo možno dobiti primerne prostore blizu središča šolskega okoliša ?

7. Kaj je napotilo Njegovo Vzvišenost, da je odločila slovenskim, šolski dolžnosti podvrženim

otrokom goriškim tako šolsko poslopje, ki dela mnogim otrokom obiskovanje šole, to je izpolnovanje postavne dolžnosti, nemogoče ?

V Gorici, 28. decembra 1895. Dr. Gregorčič, Alf. Coronini, Dr. Tuma, J. Berbuč, Lapanja, Klančič, A. Muha, B. Grča, Dr. Rojic.

Capitano : Quest' iuterpellanza essendo rivolta ali' Eccelso Governo, mi faccio un dovere di cederla ali Illustrissimo sig. Commissario Imperiale.

Commissario imperiale : To interpelacijo bom tudi predložil visoki vladi.

Capitano: L' onor. Rojic ha presentato un' altra interpellanza, e gli concedo la parola.

Rojic: Interpelacija poslancev dr. Al. Rojca in tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda predsednika miuisterskdg.i sveta radi slovenski ljudske šole v Gorici.

Goriški Slovenci se borijo že od leta 1891., da bi dobili ljudsko šolo na mestne stroške, kakor določujeta državni šolski in temeljni zakori.

Ta zahteva goriških Slovencev je popolnoma opravičena, kajti večina šolski dolžnosti podvrženih otrok na ozemlji goriškega mesta je slovenske narodnosti, ki morajo obiskovati italijanske mestne ali slovenske zasebne šole zunaj mestnega ozemlja, ako hočejo biti deležni javnega šolskega pouka.

Opravičeni zahtevi goriških Slovencev se trdovratno upira mestni zastop goriški, ki je italijanskega mišljenja, in smatra kot svojo glavno nalogo, varovati italijanski značaj mestu goriškemu.

Po dolgih pravdah razsodili so: deželni šolski svet 24. junija 1894, ministerstvo 25. oktobia 1894, in upravno sodišče 26. junija 1895, da mesto goriško je dolžno ustanoviti štiriraz-redno ljudsko šolo s slovenskim učnim jezikom s 15. septembrom 1894. Z odlokom od dne 15. februarja 1895 št. 1796 podaljšalo je naučno ministerstvo ta rok do 15. sept. 1895.

Uprava mesta goriškega se je trdovratno ustavljala mnogoštevilnim ukazom višjih oblastnij, da bi ustanovila potrebno ljudsko šolo, in pogosto se je čul glas, da mestni zastop se uda le sili, to je eksekuciji, češ, da drugače mu ne dopušča narodna čast in ponos. Zato je c. kr. namestnik delal vsled višjih ukazov priprave, da izvede razsodbo upravnega sodišča eksekucijskim potom.

To je bila njegova dolžnost, kajti kot najvišji uradnik v deželi mora čuvati in vršiti zakone in naredbe, če tudi so v prilog Slovencem in neprijetne kateremu Italijanu. Slovenci so se eksekucije veselili, ker so prepričani, da po drugi poti ne pridejo do take šole, kakeršuo potrebujejo, in ker so pričakovali, da cesarski uradnik, kot zastopnik in izvrševalec zakonov, ustanovi le dobro šolo, mej tem ko nasprotniki šole je sploh nočejo, ali pa dopuščajo, ako že mora biti, le kolikor mogoče slabo.

Cesarski namestnik ni ustanovil šole s 15. septembrom, kakor je bila njegova dolžnost in kakor mu je bilo lahko mogoče, marveč se je začel pogajati z nasprotniki šole, z mestnim zastopom goriškim. Ta je hitro razumel, da ako se ustanovi šola eksekucijskim potom, se mora ustanoviti dobra, a da njemu bo dovoljeno ustanoviti slabo šolo, ako hoče prostovoljno k nje ustanovitvi pripomoči, ter rešiti cesarskega namestnika dolžnosti in neprijetnosti eksekucije. Naravno je in lahko um-Ijivo, da slaba slovenska šola je manj nevarna italijanskemu značaju mesta nego dobra šola, ako je sploh nevarna; zato se je mestni zastop brez težave odločil za slabo šolo, a ob enem za pozitivno sodelovanje pri nje ustauovitvi.

Načelnik deželne vlade je sporočil ta sklep mestnega zastopa osrednji vladi kot veliko pridobitev svojega modrega postopanja nasproti italijanskemu zastopu ter kot znamenje in dokaz mirnega in zmernega mišljenja v mestni hiši, kakor je bilo to že prej trobljeuo v tržaškem oflcijoznem listu z dne 8. junija. Slovenci so pa smatrali ta sklep kot to, kar je v resnici, kot oškodovanje šole, ki se ima ustanoviti, otrok, katerim je namenjena, in roditeljev, ki so za njo prosili, kot kršenje razsodbe c. kr. deželnega šolskega sveta z dne 24. junija 1894., v kateri je rečeno, da nova šola mora zadostovati šolskim potrebam slovenskih, šolski dolžnosti podvrženih otrok na ozem'ji goriškega mesta. Slaba šola, za katero se ogreva cesarski namestnik, ne zadostuje rečenim potrebam, ne ustreza šolskim zakonom, ne odgovarja naredbam višjih oblasti j v tej zadevi.

To priznava cesarski namestnik sam, ko pripoveduje, da Slovenci naj bodo zadovoljni, da so načelno zmagali, da je mesto obsojeno vzdrževati slovensko šolo, če tudi ta ni taka, kakor si jo Slovenci želijo. Ti pa ne morejo biti zadovoljni z načelno zmago, marveč zahtevajo, naj se razsodba izvrši, kakor ni upnik zadovoljen, da se dolžnik samo obsodi, da je dolžan plačati, marveč po pravici zahteva, naj plača, kar je dolžan. Slovenci morajo toliko bolj zahtevati, naj jim mesto da, kar je dolžno, namreč dobro šolo. Ker je ta njihovim otrokom neobhodno potrebna, kakor vsakdanji kruh, hočejo, da se izobrazijo in da ne bodo vedno „podlaga tujčevi peti".

Mestni zastop je dolžan skrbeti z enako očetovsko ljubeznijo za svoje slovenske, kakor za italijanske občinarje ter deliti obojim, kakor so si tudi po številu in po razmerju davka enaki, enaka sredstva za pouk in izobrazbo. Cesarski namestnik nima pravice odvezovati mestni zastop od njega dolžnosti na veliko škodo slovenskim občinarjem in njih otrokom.; To pa je storil, ko je dopustil, da sme mestni zastop ustanoviti slabo šolo namesto dobre, do katere imajo goriški Slovenci pravico in katero potrebujejo, kakor riba vodo, ne da bi bil pa odpustil davke, katere plačujejo. Tako postopanje cesarskega namestnika bodo nekateri Italijani in poitalijančenci hvalili; ali Slovenci tega nikakor ne morejo odobravati, marveč oporekajo odločno proti takemu postopanju.

Slabost omenjene šole obstoji v tem, da se ima naseliti v nekem nepripravnem, slabem poslopju zunaj mesta, na periferiji, kamor bi imeli otroci tako dolgo pot, da večina njih bi nikakor ne mogla hoditi v šolo, kamor bi jih roditelji ne mogli pustiti, ako nočejo postati krvniki svojih otrok in sokrivci velikih telesnih in dušnih uevarnostij in gotovih nesreč na daljnem potu. Uradnik, ki potrjuje tako poslopje za edino slovensko ljudsko šolo v Gorici, ne postopa kot izvrševalec zakona in prijatelj šole, marveč kot pristaš iu pokrovitelj nasprotnikov slovenske šole v Gorici.

Cesarski namestnik nima niti enega pedagogičnega razloga za to, da je potrdil Katinellijevo kosarno pod Turnom kot šolsko poslopje za slovensko šolo, marveč vsi pedagogični razlogi so odločno proti njemu. Nastanejo mu torej le politični razlogi, ki v šolski zadevi nikakor ne morejo biti ine-rodajni in ne smejo odločevati. A tudi politični razlogi niso v prilog njegovi pogubni politiki v Pri-morju, kajti resnično avstrijska politika ne more nikoli zahtevati, naj se kratijo Slovencem ob državni meji proti Italiji po državnih zakonih zajamčene pravice, zato, da se ugodi italijanskim nemirnim in nestrpnim življem.

Dne 16. novembra je bila pod Turnom komisija mestnega šolskega sveta goriškega. Šolska izvedenca, ki sta se udeležila, sta sestavila ostro poročilo proti temu, da bi se ona kosama rabila za slovensko šolo. Ali cesarski namestnik je odredil, naj se ne piše zapisnik o tej komisiji, češ, da njena izjava ni potrebna, in tako ni prišlo ono poročilo na znanje višjim oblastim.

Dne 27. novembra bila je druga komisija, katere se je udeležil tudi deželni šolski nadzornik.

A tej komisiji je bilo baje naloženo, naj se izreče o rabljivosti kosarne za šolske namene brez ozira na njeno oddaljnost. To pa je znano, da velika oddaljenost poleg slabih, ozkih, nevarnih, smrdljivih dohodov, je glavni pogrešek na onem poslopju, in da radi tega bi ne bilo sposobno za šolsko rabo edini slovenski šoli v mestu, če tudi bi se premenilo v šolsko palačo.

Vidi se torej, da namestnikova poročila o sposobnosti Katinellijeve kosarne za rabo edini slovenski šoli v Gorici so, kolikor zadeva pedagogično stran, nepopolna; — da namestniku so služili politični razlogi pri razsodbi o kulturnem vprašanju velikega pomena, kakerSno je vprašanje, ali naj se d d goriškim Slovencem dobra šola, kakeršno zakoni in naredbe zaktevajo, ali pa slaba, ničvredna šola, kakeršno so pripravljeni dati sovražniki slovenske šole ; — da cesarski namestnik se ni potegnil za izvršitev zakona in vladne naredbe, marveč da se je oziral na upitje in pretenje neke stranke v Gorici, ki ima široka usta, a nikake moči, ako ji je vlada ne da ; da je torej šel na roko razdirajoči stranki ter pustil v veliko škodo državne koristi in državno avkoriteto, da se 'kršijo Slovencem v državnem temeljnem in šolskem zakonu zajamčene pravice.

Zato stavljajo podpisani do Njegove Vzvišenosti gospoda predsednika ministerskega sveta nastopna vprašanja :

1. Ali hoče Njegova Vzvišenost odrediti, da se mu direktno in neposredno predloži poročilo šolskih strokovnjakov, ki sta se udeležila komisije 16. novembra, ter natančno poročilo deželnega šolskega nadzornika, ki se je udeležil komisije 27. novembra, da se do dobra prepriča o popolni nesposobnosti Katinellijeve kosarne za namene slovenske ljudske šole v Gorici ?

2. Ali hoče Njegova Vzvišenost naznaniti politične razloge, katere je navedel cesarski namestnik v Primorju, da bi visokemu ministerstvu dokazal, da treba sprejeti Katinellijevo kosarno kot šolsko poslopje slovenski šoli, a da ne kaže sprejeti niti začasno šolskih prostorov z;tsebne šole, ki so se ponudili brezplačno za namene nove slovenske ljudske šole ?

3. Ali hoče Njegova Vzvišenost naročiti cesarskemu namestniku v Priuiorju, da naj napne vso svojo moč in veljavo v izvršitev zakonov in naredb državnih oblastev tudi tedaj, ko so v prilog slovenskemu prebivalstvu v Primorju, kakor n. pr. v zadevi ustanovitve slovenske ljudske šole v Gorici, ter opozoriti ga, da nikakor ne gre, da bi z napačno izvršitvijo to pokvaril, kar določujejo pra-voveljavne razsodbe v prilog slovenskim, šolski dolžnosti podvrženim otrokom v namen, da se izvršijo obstoječi šolski zakoni ?

4. Ali hoče Njegova Vzvišenost opozoriti c. kr. namestnika v Primorju na to, da Slovenci v Gorici imajo z Italijani enako pravico, da se varuje in goji njih jezik in narodnost, da se varuje nijh čast, imetje in življenje, da uživajo državljanske in politične pravice, da dobivajo potrebna sredstva za pouk in izobraževanje, gda vladni organi ž njimi blagohotno ravnajo, in da tedaj popolnem različno postopanje vlade nasproti Slovencem iu Italijanom v Gorici je neopravičeno in državi kvarno ?

5. Ali hoče Njegova Vzvišeuost zapovedati cesarskemu namestniku v Primorju, da kot načelnik deželnemu šolskemu svetu, kateremu pripada pravica in dolžnost ustanavljati nove šole, poskrbi slovenski ljudski šoli v Gorici, ki se ima ustanoviti, v najkrajšem času primerne in spodobne prostore, da se zatre opravičena in rastoča razdraženost, ki je nastala mej slovenskim ljudstvom radi izziva-jočega postopanja cesarskega namestnika v tej šolski zadevi ?

V Gorici, 28. decembra 1895.

Dr. Rojic, Dr. Gregorčič, H. dr. Tuma, Ivan Lapanja, J. Berbuč, A. Klančič, Alfred

Coronini, Blaž Grča.

Capitano : Anche quest' interpellauza esseudo diretta all'Eecelso Governo, mi faccio un do-vere di cederla al suo rappresentante.

Commissario Imperiale : Tudi to interpelacijo bom predložil visoki vladi.

Capitano: Lo stesso onorevole Rojic ha insinuato uua seconda interpellanza. Gli concedo

la parola.

Rojic : Interpelacija dr. Rojca in tovarišev na Njegovo Vzvišenost gospoda ministra notranjih zadev radi rabe nemškega jezika pri pol. oblastih.

Na dan 22. jan. 1885. nameravali so občauje v Reučah obhajati god sv. Vincenca, zavetnika zidarjev, kakor po navadi še iz prejšnjih let, tudi s streljanjem s topiči. Župan kot krajevni oblastnik, dovolil je streljanje po starem običaju na trgu pred cerkvijo. Dne 21. jan. 1895. došel je županu dopis tukajšnjega c. kr. okrajnega glavarstva, pisan v nemškem jeziku, da naj streljanje prepovd, ako se mu zdi (streljanje) nevarno. Župan, ne zuajoč nemškega jezika, razumel je glavarstveni dopis kot prepoved ter vsled tega odločenemu streljavcu velel, naj ne strelja pred cerkvijo, ampak zunaj vasi.

Dne Sv. Vincenca odpotoval je župan v Gorico po nujnih opravkih. Ker se je prepoved razširila že pozno in vsled tega ni verjela, lotili so se zidarji streljanja.

Istega dne bil je eden orožnikov na ogledovanju v okolici in tudi v Renčah. Občinski tajnik čutil je dolžnost, sporočiti mu prepoved županovo. Dotičui orožnik ni vešč slovenske govorice, marveč rabi neko zmes, ki je več ali manj nerazumljiva, vsaj prostemu tukajšnjemu ljudstvu. Naravno je tedaj, da je svojo nalogo, ustaviti streljanje, slabo izvršil in se pri tem pa še čutil po obnašanji zidarjev menda osebno žaljenega. Kajti, dasi je zabeležil imena upornikov, kar bi bilo zanj čisto dovolj, pisal je poleg tega še po izdatno pomoč na orožniško postajo v Gorico. Le-ta je dospela že popo-ludne, ko je bilo streljanje že pri kraji, tedaj c. kr. orožništvo ni imelo nikakega posla več, tudi ni bilo nikakor umestno kakorsibodi posegati med ljudstvo, ki je bilo vsled godovanja in pitja razgreto in nejevoljno vsled prepovedi streljanja.

Že vsled radovednosti in tudi vsled razpoloženja se je ljudstva ob prihodu orožništva nabralo na stotine. Manj razumljivo bilo pa je obnašanje orožnikov, ki so vkljub ogromni množini že nekoliko opitih zidarjev začeli preiskovati in zapisovati še drugih prestopnikov prepovedi streljanja in žalenja c. kr. orožnika. Kak6 neprevidno in netaktno je bilo postopanje c. kr. orožnikov, pokazalo se je na licu mesta s tem, da so se c. kr. orožniki z ljudstvom spoprijeli, rabili orožje in razmesarili več ljudij tako, da sta dva od njih umrla.

Vse to dognano je kot neutajljivo dejstvo po sodni javni obravnavi, ki se je vršila dne 20. in 21. decembra 1. 1. pred tuk. c. kr. okrožnim sodiščem.

Posledek onega dogodka bila je tedaj — kakor rečeno — žrtev dvoje življenj in posledek obravnave pa še obsodba trojih do sedaj poštenih Renčanov na težko ječo radi hudodelstva javnega nasilstva.

Ker se sicer c. kr. orožništvu v naši deželi ne more ne le ničesar očitati, marveč uživa isto med deželani slovenske narodnosti dovolj spoštovanja ; ker se sploh naše slovensko ljudstvo s prijazno besedo d& lahko krotiti in miriti; pripisati je nesrečo zgolj ter neposredno nezuanju deželnega slovenskega jezika od strani c. kr. orožnika, posredno pa tukajšnji c. kr. oblasti, katera dobro vedoč, da nemški jezik ni tukaj niti deželni, niti po deželi umljiv, vendar ne neha dopisovati slav-

iiim županstvom v nemškem jeziku. Iz neopravičenega strahu sprejemajo naša slavna županstva take nerazumljive dopise, iz katerih izvirajo našemu ljudstvu take in druge nesreče.

Goriški politični okraj obljuden je izjemši deloma občino Ločnik in mesto Gorico, le s Slovenci. Nastavljajo se pa vkljub temu politični uradniki, ki slovenščine ali do cela ne znajo, ali pa se niso nikedar potrudili naučiti se je; če jo pa znajo, ali ne smejo, ali nočejo rabiti je.

Da je to istina, kaže gorenji dogodek. Gledd na to, da tukajšnja politična oblast prezira naravne in ustavne zakone, in gleda tudi na dejstvo, da občuje in dopisuj ista politična oblast z nižjimi oblastvi po Furlaniji, v mestu Gorici in v občini Ločnik jediuo le v laškem jeziku, vprašajo podpisani c. kr. vlado :

1. Je-li resne volje, nastavljati v političnem okraju goriškem le take uradnike, ki so slovenščine ne le popolnoma zmožni, ampak tudi kot deželnemu jeziku v občevanju ne protivni ?

2. Ali misli pozvati na odgovor onega, ki je posredno zakrivil smrt dveh ljudij in ostro obsodbo onih do sedaj poštenih Renčanov ?

V Gorici, dne 28. decembra 1895.

Dr. Rojic, Blaž Grča, Dr. Gregorčič, Alfred Coronini, A. Klančič, A. Muha, Iv. Lapauja, Berbuč.

Capitano : Finalmente 1' onor. Dottor Tuma ha presentato anche un' interpellanza, e gli coucedo la parola.

Tuma: Interpelacija poslancev dr. H. Tume iu tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda naučnega ministra radi slovenske šole v Gorici.

Deželni šolski svet je razsodil z odlokom z dne 24. junija 1894., da je mesto goriško dolžno ustanoviti za slovenske otroke v Gorici ljudsko šolo s slovenskim učnim jezikom s početkom šolskega leta 1894/95, t. j. z dnem 15. sept. 1894. Mestni zastop goriški se je odločbi uprl in je ni zvršil.

Visoko c. kr. naučno ministerstvo je z odlokom z dne 25. oktobra 1894. potrdilo zgore navedeno razsodbo deželnega šolskega sveta in ta je z dne 1. novembra 1894. pozval mestni šolski svet goriški, naj radi otvorjenja te šole nemudoma ukrene, kar treba, ter naj poroča o tem v štirih tednih deželnemu šolskemu svetu. Mestni šolski svet goriški se je uprl odloku ter ni ničesa storil.

Visoko c. kr. naučno ministerstvo je z odlokom z dne 15. februarja 1895. zavrnilo prošnjo mestnega zastopa goriškega, da bi se odložila ustauovitev slovenske ljudske šole v Gorici, dokler bi upravno sodišče ne izreklo razsodbe o tej zadevi, rekoč, da v slučaju odložitve bi bila slovenskim otrokom v Gorici le zasebna šola društva „Sloga" na razpolago, katere obstoj, kakor je iz aktov razvidno, ni zagotovljen, da torej ozir na javne koristi ne dopušča odložitve.

Vsled tega je deželui šolski svet goriški pozval z odlokom z dne 25. februarja 1895. načelnike mestnega šolskega sveta goriškega, naj nemudoma ukrene vse, kar treba, da se šola začne s početkom šolskega leta 1895/96., t. j. s 15. septembrom 1895, ter naj o svojih ukrepih prav gotovo in natančno poroča v štirih tednih. Mestni šolski svet se je tudi temu uprl in ni uičesa storil.

Dne 26. junija 1895 je upravno sodišče zavrnilo pritožbo mestnega zastopa goriškega ter spoznalo, da mesto je dolžno izvesti, kar je bil deželni šolski svet razsodil gledč na slovensko šolo. Sledilo je na to mnogo ukazov deželnega šolskega sveta, ki so zahtevali ustanovitev slovenske ljudske šole. Mesto se je vsemu temu uprlo in ni ničesa storilo.

Zdaj se zopet govori, da visoko c. kr. naučno ministerstvo je ukazalo, naj mesto goriško brez odloga sezida novo poslopje v sredi mesta za slovensko ljudsko šolo, in vladni organi zago-

tavljajo Slovence ter jih tolažijo, da se to prav gotovo zgodi. Slovenski roditelji v mestu mislijo pa pri takih zagotovilih in tolažbah na to, kar se je do zdaj godilo, ter so prepričani, da se novi ukaz ne izvrši, kakor se prejšnji niso izvršili, ker vladni organi spleh nimajo resne volje, da bi zahtevali izvršitev svojih ukazov, marveč jim zadostuje vsak piškav izgovor ueprijateljev slovenske šole, da jini prezrejo očiten in ostentativen upor proti javnim naredbam državnih oblastij.

Enkrat se je bil vendar popel goriški mestni zastop do pozitivnega dejanja, ko je namreč odločil slovenski šoli v Gorici kot šolsko poslopje staro podrtijo zunaj Gorice, na občinski meji, v stari kosarni, katere niti vojaki niso mogli rabiti, zidovje, ki nasprotuje v vseh ozirih določbam ministerskih naredb z dne 9. junija 1873. in 20- maja 1885. o uredbi šolskih poslopij za javne ljudske in meščanske šole. Do tega poslopja vodijo poti po dolgih, ozkih, nezdravih in smrdljivih ulicah, po katerih se odceja gnojnica v odprtih kanalih, kakor spričuje italijanski goriški list, „Corriere di Gorizia", ne da bi mu kdo ugovarjal. Okolo poslopja so gnojišča, stoječa voda in svinjski hlevi. Poslopje je od mesta oddaljeno in v taki legi, da bi imela polovica šolskih otrok po 2, 3, 4 in celo 5 kilometrov do šole. Šolski izvedenci so se brez izjeme izrekli proti temu, da bi se to poslopje rabilo za edino slovensko javno šolo v mestu goriškem. Šola na tem mestu postavljena je uničena, predno dobro začne svoje delovanje, ker nosi kal smrti v svoji oddaljenosti, in ker je večini otrok popolno nemogoče, da bi jo obiskovali.

Ali vladni organi so bili tako presenečeni od onega pozitivnega koraka mestnega zastopa, da so staro podrtijo potrdili kot sposobno za šolsko rabo, ne da bi jo bili videli ali dali preiskat. Še le na ministrovo zahtevo odposlal je deželni šolski svet komisijo, ki naj bi potrdila kot dobro, kar je deželni šolski svet že 13 dnij prej odobril.

Zdi se, da visoko c. kr. ministerstvo je spoznalo po vrednosti prenagljeno in nepremišljeno postopanje podrejenih mu organov, ali skrb za njih avtoriteto, ki je splošne in javne važnosti, nagnila je, kakor se zdi, najvišjo učno oblast, da je 'potrdila ono razpadajoče zidovje vsaj za začasno rabo oni šoli, ki se ima ustanoviti za slovenske otroke goriške.

Ponudilo se je sicer visoki c. kr. učni upravi po vseh pravilih zdrave pedagogike in uradnih določb zidano šolsko poslopje skoro v sredini mesta goriškega, ki naj bi se rabilo za slovensko ljudsko šolo, dokler ne bo zidano za njo novo poslopje, ne da bi se zahtevala za to kaka odškodnina, ali visoka vlada, čuvarica in izvrševalka šolskih zakonov, ni našla poguma, da bi bila šoli v veliko korist, a v veliko jezo mestnemu zastopu goriškemu, izrecnemu nasprotniku slovenske šole, čegar glas velja več, nego zakon in uradna razsodba.

Z ozirom na vse to stavijo podpisani na Njegovo Vzvišenost gospoda »aučnega ministra

naslednji vprašanji:

1. Kakih sredstev se hoče poslužiti Njegova Vzvišenost, da se točno izvrši ministerski odlok, ki nalaga mestu goriškemu, naj brez odloga sezida novo poslopje za slovensko ljudsko šolo, ki se

ima ustanoviti v Gorici ?

2. Kaj je napotilo Njegovo Vzvišenost k temu, da je odločil kot začasno šolsko poslopje slovenski ljudski šoli v Gorici kosamo pod Turuom, ki je po spričevanju pedagogov popolnoma nepri-pravna za šolsko rabo, ter da je odklonil popolnoma pravilno zidano, z vso šolsko opravo preskrbljeno šolsko poslopje v sredi mesta, ki se je ponudilo v brezplačno porabo za omenjeno šolo ?

V Gorici, 28. decembra 1895. Dr. Turna, A. Coronini, Dr. Rojic, Dr. Gregorčič, Klančič, A. Muha, Blaž Grča, J. Berbuč, J. Lapanja.

Capitano : Anche quest' interpellanza essendo diretta aH' Eecelso Governo, la passerd at rappresentaute del medesimo.

Commissario Imperiale: To interpelacijo bom predložil visoki vladi.

Capitano : E ora passeremo a trattare gli argomenti posti aH' ordine del giorno. II primo 6 il rapporto della Giuuta sull'elezione dei deputati della Dieta del grande possesso fondiario italiano. Eicerco 1' onorevole Abram di leggere il rapporto.

Abram : (GN. 5790/95). Eccelsa Dieta, L' elezione di tre deputati provinciali del grande possesso del II distretto elettorale comprendente il distretto politico di Gradišča con esclusioue dei comuni locali di Duino, Doberd6, Biliana, Dolegna e Medana, la quale ebbe luogo il 23 settembre 1895 in quest' Aula provinciale, fu eseguita in confortnita alle rispettive disposizioni del Regola-mento elettorale provinciale.

Dei 165 elettori iscritti parteciparono 91 ali'elezione, sia in persona. sia mediante pro-cura, ed otteunero il maggior numero di voti, cioš i siguori; Francesco Dr. Verzeguassi 88 voti, Luigi Cav. Dr. Pajer 83 voti, Niccol6 Benardelli 82 voti.

Vista la regolaritž, deli' atto elettorale, contro il quale non fu prodotto alcuu reelamo, la firmata Giuuta si onora di proporre che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

Viene approvata 1' elezione a deputati provinciali del II corpo elettorale del grande possesso fondiario dei signori: 1. Verzegnassi Dr. Francesco, 2. Cav. de Pajer Dr. Luigi, 3. Benardelli Niccold.

Visoki zbor! Volitev treh deželnih poslancev za veleposestvo II. volilnega okraja obsega jo-čega politični okraj gradiški razvun županij Devin, Doberdob, Biljana, Dolenja in Medana, ki se je vršila dne 23. septembra 1895 v tukajšnji deželni dvorani, izvedla se je redno po predpisih deželnega volilnika.

Izmed 165 vpisanih volilcev deležilo se jih je 91 volitve, nekateri osebno, diugi po pooblaščencih. Največ glasov so prejeli, in sicer : gospod dr. France Verzegnassi 88, Aloizij vitez dr. Pajer 83, in Nikolaj Benardeili 82.

Ker so volilni spisi v popolnem redu in se ni proti volitvi podal noben ugovor, vsoja si deželni odbor predlagati, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

Potrjuje se izvolitev deželnimi poslanci za drugi volilni okraj veleposestva gospodov. 1. dr. Franca Verzegnassi, 2. viteza dr. Alojzija Pajer, 3. Nikolaja Benardelli.

Capitano : Apro la discussione sopra questa proposta della Giunta provinciale. Se nessuno dei Signori domanda la parola metterč) ai voti la proposta stessa. Čredo di dover mettere ai voti la proposta sull' approvazione deli' elezione di ogni singolo deputato. E anzitutto prego i Signori che approvauo V elezione deli' onorevole Dr. Francesco Verzegnassi a deputato provinciale, di voler alzarsi (tutti si alsano). E approvata.

Dell'onorevole Cavaliere Dr. Luigi de Pajer (tutti si alzano). E approvata.

Dell' onorevole Niccold Benardelli {tutti si alsano). E pure approvata.

Prego ora di passare alla lettura del rapporto sull' elezione dei deputati del graude possesso sloveno.

Abram: (GN. 5791/95.) Visoki zbor! Deželni odbor je pregledal spise o volitvi treh poslancev za 1. volilni okraj veleposestva, ki obsega mesto in obmestje goriško in zraven politiških okrajev goriškega, tolminškega in sežanskega tudi županije Devin, Doberdob, Biljana, Dolenje iu Medana, katera volitev se je vršila dne 25. septembra 1895 v tukajšnji deželni dvorani. Iz teh

spisov se je prepričal, da se je pri tej volitvi ravnalo v popolnem soglasju z dotičnimi predpisi deželnega voliluika.

Zapisniku o volitvi so pridjani naslednji spisi: izvirni imenik volilcev, razkaz glasovanja in razkaz številenja glasov, oba razkaza v dvospisu, in pa izkaznice volilcev in dotični redno pod-pisaai vročilni listi.

Izmed 303 vpisanih volilcev deležilo se jih je volitve bodisi osebno, bodisi s pooblastili 233.

Največje število glasov so prejeli, in sicer : grof Alfred Coronini 171, Anton Klančič 161,

Dr. Aleksij Rojic 155.

Ker so ti gospodje prejeli znamenito večino glasov in ker ni došel noben ugovor proti tej volitvi in se tudi iz spisov ne more posneti, da bi se bila pripetila kaka nerednost, počastuje se dež. odbor predlagati, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

Potrjuje se izvolitev deželnimi poslanci za 1. volilni okraj veleposestva gospodov: 1. Alfreda Grofa Coronini-Cronberg, 2. Antona Klančič-a, 3. Dr. Aleksija Rojica.

Eccelsa Dieta, Esaminati gli atti concernenti 1' elezione dei tre deputati provinciali del 1.° distretto del grande possesso fondiario composto della citU di Gorizia col suo pomerio e dei distretti politici di Gorizia (circondario), Tolmino e Sesana, nonchč dei comuni locali di Duino, Duberdo, Biljaua, Dolegua e Medana, che ebbe luogo il 25 settembre 1895 in quest' aula proviuciale, furono trovati sott' ogni rapporto corrispondenti alle rispettive prescrizioni del Regolamento.

II protocollo d' elezione 6 corredato della lista elettorale in originale, della lista dei voti e del prospetto di votazione, entrambi in duplice esemplare, nonchš delle carte di legittimazione e

dei giornali d' intimazione.

Dei 303 elettori iscritti, parte comparvero in persona e parte si fecero rappresentare me-

diante procura, in tutto vi furono 233 voti.

II numero maggiore di questi ottennero i Signori: Alfredo Conte Corouini 171, Antoaio Klančič 161, Alessio Dr. Rojic 155.

Aveudo i medesimi ottenuto la maggioranza assoluta di voti, e non essendo stato prodotto alcun reclamo, nd risultando dagli atti che vi fossero incorse irregolaritfl, di sorte, la firmata Giunta si pregia di proporre che a quest' Eccelsa Dieta piaccia deliberare :

Essere valida 1' elezione a deputati provinciali del I distretto elettorale del grande possesso dei Signori: 1. Alfredo Conte Coronini-Cronberg, 2. Antonio Klančič, 3. Alessio Dr. Rojic.

Capitano : Apro la discussione su questa proposta. Nessuno dei Signori domandando la parola, metter& la proposta stessa ai voti. E proceder6 come innanzi. — I Signori che approvano I' elezione deli' onorevole Alfredo Conte Coronini, sono pregati di voler alzarsi {tutti si ahano). E' approvata.

Coloro che approvano l1 elezione deli' ouor. Antonio Klančič sono pregati di voler aizarsi {tutti si alsano.) E' approvata.

E cosi pure coloro che approvano quella deli' ouor. Alessio Rojic, di voler alzarsi {tutti si ahano). E' pure approvata.

Prego ora 1' onorevole Verzegnassi di riferire gli altri rapporti della Giunta sull' elezione dei deputati provinciali.

Verzegnassi: Incomincer& colla lettura del rapporto sull' elezione dei due deputati della citta di Gorizia. {S. E. il Conte Capitano esce dalla sala, e il suo seggio viene occupato dal suo so-

stituto). (GN. 5785/95). Eccelsa Dieta, Presi in disainina gli atti di elezione dei due deputati pro-vinciali del corpo elettorale della cittft di Gorizia, furono trovati in piena regola.

Al protocpllo di elezione assunto nella sala della Dieta provinciale in Gorizia il 19 set-tembre 1895 sono uniti tutti gli atti comprovanti 1'esatta osservanza delle rispettive disposizioni di legge e risulta dal medesimo, che di 821 elettori elencati nella lista elettorale, 293 intervennero ali' elezione.

Compiuta regolarinente e senza incidenti di sorte 1' elezione e fatto lo spoglio delle schede, risultarono el-etti a grande maggioranza di voti i signori: S. E. Conte Francesco Coronini-Cronberg con voti 287 e Carlo Dr. Venuti con voti 282.

Vista la perfetta regolarita, deli' atto, contro il quale non venne da nessuna parte mosso un reclamo, la Giunta prov. si onora di proporre, che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

Viene approvata 1' elezione dei Signori: S. E. Conte Francesco Coronini-Cronberg e Carlo Dr. Venuti a deputati provinciali della citta di Gorizia.

ff. di Segretario: Potrjuje se izvolitev gospodov Njegove Prevzvišenosti grofa Franca Coronini-Cronberg in dr. Karla Venuti deželnima poslancema za goriško mesto.

Gregorčič: Razprava o tem predmetu je otvorjena. — E' aperta la discussione sopra quest' argomento. Če se nikdo ne oglasi za besedo, bom dal glasovati o predlogih. — Se nou si domanda la parola, metto ai voti le proposte. — Gospodje, kateri so za to, da se potrdi izvolitev Nj. Prevzviženosti gospoda Franca grofa Coronini-ja, naj blagovoli ustati. — I Signori che sono d' accordo di approvare 1'elezioue di S. E. il Conte Coronini, sono pregati di voler alzarsi. (Vsi ustanejo — tutti si alzano.) Volitev je potrjena. L' elezione b approvata. — Gospodje, kateri odo-brujejo izvolitev gospoda d.ra Karola Venuti-ja, so vabljeni, da ustanejo. — I Signori che approvano 1'elezione deli'onorevole Dr. Carlo Venuti, sono invitati di alzarsi. (Vsi ustanejo. — Tutti si alzano.) Tudi ta volitev je potrjena — E' accolta anche* quest' elezione.

(S. E. il Conte Capitano entra in sala e rioccupa il suo pošto.)

Verzegnassi: (GN. 5786/95). Eccelsa Dieta, AH' elezione d" un deputato provinciale per le citt&, borgate e luoghi industriali di Cormons e Gradišča, seguita a Cormons il 19 settembre 1895 presero parte dei 298 iscritti 53 elettori, i quali diedero i loro voti compatti al signor Michele Barone Locatelli.

Dali' esame degli atti elettorali rilevasi essere state osservate tutte le formalitž, prescritte dal regolamento elettorale provinciale, diraodochč 1' elezione dimostrasi ineccepibile sott' ogni rapporto.

E percid propone la Giunta che F Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

E' confermata 1' elezione del signor Michele Barone Locatelli a deputato provinciale del distretto elettorale della citta, di Gradišča e della borgata industriale di Cormons.

ff. di Segretario : Potrjuje se izvolitev gosp. barona Mihaela Locatelli dež. poslancem za mesto Gradišče in trg Kormin.

Capitano : E' aperta la discussione sopra questa proposta della Giunta provinciale. Non venendo chiesta la parola, metto ai voti la proposta stessa. I Signori che approvano 1' elezione del-1' onorevole Michele Barone Locatelli seguita da parte delle borgate di Gradišča e Cormons sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha). La proposta & accolta. Prego di contiuuare.

Verzegnassi: (GN. 5787/95). Eccelsa Dieta, Esamiuati gli atti risguardanti 1' elezione seguita a Cervignano il 19 settembre 1895 di un deputato provinciale delle citta, borgate e luoghi

3

industriali di Cerviguano, Monfalcone e Grado, furono trovati in tutto corrispondenti alle prescrizioni di legge.

II protocollo di elezione 6 corredato a termini del § 51 Regolamento elettorale provinciale e non vi sono registrati incidenti di sorte.

Dei 248 iscritti presero parte ali1 elezione elettori 61, che unirono i loro voti sul candi-dato signor Ermanno Dr. Lovisoni, Avvocato in Cerviguano. Contro la validita deli1 elezione non venne prodotto alcun reelamo.

La Giunta prov. pregiasi quindi di proporre che piaccia ali1 Eccelsa Dieta -di deliberare Viene approvata l1 elezione del Signor Ermanno Dr. Lovisoni a deputato proviuciale del distretto elettorale delle cittžl, borgate e luoghi industriali di Cervignano, Moufalcone e Grado.

fF. tli SegretariO : Potrjuje se izvolitev gospod Dr. Hermana Lovisoni-ja deželnim poslancem za volilni okraj mest, trgov in obrtnijskih krajev Cervinjan, Tržič in Gradež.

Capitano: E1 aperta la discussione sopra questa proposta della Giunta proviuciale. Nes-suno chiedendo di combatterla, la metto ai voti. I Signori che approvano l1 avvenuta elezione di un deputato eletto dai comuni di Cerviguano, Monfalcone e Grado, sono pr6gati di voler rimanere sedati. (nessuno si aha). E1 accolta.

Lo stesso relatore š pregato di riferire sulla nomina del signor Dr. Enrico Turna. Verzegnassi: (GN. 5788/95). Eccelsa Dieta, AlTelezioue di un deputato provinciale per le borgate e luoghi industriali di Tolmino, Plezzo, Caporetto, Canale ed Aidussina, seguita a Tolmino il 19 settembre 1895, comparvero dei 281 iscritti 115 elettori che votarono uuauimi pel Signor Dr. Eurico Turna i. r. Aggiuuto giudiziario a Gorizia.

Giusta gli atti dimessi dali1 Ecc. i. r. Luogoteneuza, Telezione procedette in perfetto ordiue ed in conformitil alle relative disposizioni del Regolamento elettorale proviuciale.

Preseutandosi l1 elezione sott' ogni rapporto inappuntabile, la Giunta provinciale si pregia di proporre, che T Ecc. Dieta si compiaccia di deliberare :

Viene convalidata l1 elezione del Signor Enrico Dottor Tuma a deputato proviuciale per le borgate e luoghi industriali di Tolmino, Plezzo> Caporetto, Canale ed Aidussina :

fF. di SegretariO: Potrjuje se izvolitev gospoda dr. Henrika Tume deželnim poslancem za trge in obrtnijske kraje Tolmin, Bovec, Kobarid, Kanal in Ajdovščina.

Capitano : E1 aperta la discussione sopra questa proposta. Se nessuno la combatte, la metto ai voti. I Signori che vogliono convalidare la nomina seguita da parte dei comuni di Tolmino, Plezzo, Caporetto, Canale e Aidussina nella perso:ia deli1 on. Dr. Tuma a deputato provinciale, sono pregati di rimaner seduti. (nessuno si aha). E1 accolta.

Verzegnassi: (GN. 5789/95). Eccelsa Dieta, Risulta dal protocollo, assuuto il 19 settembre a. c. sull1 elezione di due deputati provinciali della locale Camera di Commercio, che dei 22 membri della Camera comparvero ali' elezione 13, i quali unirono i loro voti sui candidati Eugenio barone Ritter-Zahony, presideute della Camera e Francesco Dr. Marani, Avvocato a Gorizia.

L1 atto elettorale e corredato della lista degli elettori, del prospetto di votazione, della lista e controlista dei voti, della Circolare d1 iuvito ali1 elezione firmata dagli elettori dimorauti a Gorizia nonchč dei giornali di intimazione, ritirati dagli elettori esterni.

L1 elezione stessa fu eseguita in perfetto ordine in confortuita alle rispettive disposizioni di legge, per cui l1 elezioue dei due deputati si presenta iueccepibile.

La Giunta si onora quindi di proporre, che ali' Eccelsa Dieta piaccia di deliberare.

E' confermata 1' elezione a deputati provinciali per la Camera di Commercio e d' industria in Gorizia dei Signori Eugenio bar. Ritter e Francesco Dr. Maraui.

ff. di SegretariO : Deželni odbor predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

Potrjuje se izvolitev gospodov Eugenija barona Ritter-ja in Franceta Dr. Marani-ja deželnima poslancema za trgovsko in obrtnijsko zbornico v Gorici.

Capitano : Viene chiesta la parola per discutere questn proposta ? Non š il caso. La metto ai voti. I Signori che vogliono convalidare 1' elezione dei due deputati prov. eletti dalla Camera di Commercio e d' industria in Gorizia, sono pregati di voler rimaner seduti. (nessuno si alza). Anche questa elezione 6 approvata.

Ricerco P onorevole Pajer di riferire sull' elezione dei deputati da parte dei Comuni foresi di Comeu e Sesana, (f onor. Abrarn esce dalla sala).

Pajer: (GN. 5937/95). Eccelsa Dieta, Sull' elezione di due deputati provinciali dei comuni foresi del distretto elettorale di Sesana, !a Giunta provinciale si onora di riferire, a termini del § 53 Regolamento elettorale, quanto segue :

Dali' esame degli atti relativi risulta cbe P elezione degli elettori fu eseguita nei singoli comuni del distretto elettorale in couformite alle rispettive prescrizioni del Regolamento elettorale provinciale.

Nei protocclli d' elezione non si riscontra registrato alcun incidente nž alcuna illegalitS,.

II protocollo assunto a Sesana il 16 settembre pp. sull' elezione di due deputati 6 debi-tamente corredato di tutte le pezze atte a dimostrare la perfetta regolaiita e legalitžl della procedura osservata nell' elezione, nč vi si trova riportato alcun cenno di eccezioni mosse da parte di membri della Commissione o degli elettori.

Di 60 elettori iscritti, intervennero ali' elezione 58 i cui voti si ripartirono sui seguenti

candidati:

II sig. Dr. Giuseppe Abram ne ottenne 38, il sig. Antonio Muha 41, Luigi Strekelj 22 e Dr. Ottocaro Ribar 16.

Risultarono quindi eletti ad assoluta maggioranza di voti i Signori Dr. Giuseppe Abram ed il Podestil di Corgnale Antonio Muha.

Contro quest' elezione venne presentato alla vigilia di questa sessione, in data del 26 mese corrente un reclamo firmato da 15 elettori, nel quale sono esposti i seguenti appunti di irregolariU, rispettivamente illegalitcl commesse dall'1. R. Capitano distrettuale Conte Schaffgotsch nell'elezione degli elettori, poi nei giorni fra questa e 1'elezione dei deputati e durante Pelezione stessa di questi ultimi.

Venne negato il diritto passivo d' elezione aH' avvocato residente a Trieste Gustavo Dr. Gregorin qual comproprietario di stabili in Sesana, il qaale era iscritto nella lista insieme al fratello Giacomo ed alla sorella Maria.

Nell' elezione di elettori seguita nei comuni di Brestovizza, Repentabor, Povir e Corgnale venne dai rispettivi Commissari elettorali negato il diritto passivo d' elezione ai maestri di scuola Francesco Vodopivec, Antonio Fakin, Antonio Berginc e Giacomo Stare, perchš sono contemporanea-mente segretari comunali o stanno come tali al servizio dei rispettivi comuni.

Al contrario venne concesso tale diritto al Podestž, di Skerbina Giuseppe Pipan, abbenchš funge in pari tempo da segretario comunale.

Nei Cornune di Komen si dovette procedere ad una seconda elezione di eleltori, essendo stata la prima del 26 agosto 1895 annullata dali' i. r. Capitanato distrettuale di Sesana.

In questa seconda elezione il Oommissario avrebbe escluso un Ignazio Pipan, non apparente nella sua lista ed ammesso 6 elettori i quali non erano iscritti nelle liste elettorali comunali.

Alla vigilia delle elezioni si sarebbe fatto dare la parola d' onore da aleuui di votare per candidati del partito contrario a quello dei ricorrenti ed avrebbe proibito persino a quattro maestri di presentarsi alle elezioni, sotto minaecia di gravi conseguenze, per effetto di che due di essi si sarebbero astenuti dal voto.

Nei formare il giorno 17 settembre la Commissione elettorale avrebbe esso ainmesso 4 e-lettori senza che per questi fosse stato votato dagli elettori presenti, e poi avrebbe completato il numero coll' aggiunger ai detti quattro membri tolti dal partito avversario altri tre scelti dal Oommissario fra questo stesso partito.

L' atto elettorale si sarebbe celebrato in una stanza dove risiedeva la Commissione mentre gli elettori dovevano stare riuniti in un' altra stanza, con che si avrebbe pregiudicato alla pubblicita deli' atto.

Una mancanza ulteriore si riscontra in ci6 che 1' appello degli elettori al voto veniva fatto dal Commissario stesso e non da un mernbro della Commissione.

Inoltre si avrebbe scambiato nell' appello il cognome di Sila con Stare che non esiste.

Infine, al principio deli' atto elettorale il Commissario avrebbe detto che il Dottore Ottocare Ribar non aveva diritto di elezione, la qual asserzioue avrebbe influito in modo da far cambiare molti elettori di opinione e da sottrarre ai candidati Ribar e Strekelj parecchi voti, mentre in fatto il Dr. Ribar figurerebbe nella lista elettorale comunale di Sesana, ove fungeva da consigliere comunale e persino nella lista dello stesso commissario.

Per queste ragioni i ricorrenti domandano che nou veuga convalidata 1' elezione dei Signori Dr. Abram e Muha.

La Giunta provinciale, esaminati i rispettivi protocolli, meritevoli, come documeuti pubblici, di piena fede, non vi trovava traccia di alcuno dei lamentati avvenimenti. D1 altra parte le asserzioni del ricorso mancano di qualsiasi mezzo probatorio, se si eccettui un certificato in forma privata di due elettori, che con scrittura stentata vi apposero le loro firme, i quali dichiarano che avevano l'in-tenzione di votare pel Dr. Ribar e ne furouo distolti dali' amrnonizione del Commissario.

Avuto riguardo alla circostanza che alcuni di questi pretesi iuconvenieuti furono giž, fatti valere al luogo competente in due ricorsi, che furono poi respinti, e che le firme dei membri delle commissioni apposte senza eccezione ai suddetti protocolli, fanno dubitare della fondatezza del ricovso, oltrechč nessuna agitazioue apparisce fatta per opera dei deputati eletti o degli elettori loro, i quali figurano in tanta maggioranza diriinpetto ai voti contrari da ingenerare il convincimento che effet-tivamente i voti da essi raccolti partissero dalla libera volontž, degli elettori, la Giunta proviuciale si črede in dovere di proporre, che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

E' approvata 1'elezione nei comuui foresi dei distretti di Komen e Sesana del giorno 16 settembre 1895 a favore dei Signori: 1 Antonio Muha, 2 Giuseppe Dr. Abram.

ff. di Segretario : Potrjuje se volitev kmečkih občin volilnega okraja komensko sežanskega, ki se je izvršila dne 16. septembra 1895 in pri kateri sta bila izvoljena gospoda, 1. Anton Muha, 2. Josip Dr. Abram.

Capitano: E' aperta la discussione sopra questa proposta. L' onor. Gregorčič ha la parola.

Gregorčič : Visoka zbornica! — Hvaležen sem gospodu poročevalcu o volitvi na Krasu, da je sprejel v svoje poročilo vse glavne pritožbe, katere navajajo volilci in volilni možje v protestu, l

Da so bili zapisniki prvotnih volitev in glavne volitve pravilno pisani, je znamenje pro-bujenosti našega ljudstva in čuječnosti c. kr. vlade, ki je morala pričakovati, da njeno nenavadno, javno in odločno zanimanje na Krasu, da ne govorim o onih v veleposestvu slovenskem, bo zanimalo tudi tiste kroge, katerim pridejo zapisniki postavnim potom v roke. Da pa volilni zapisniki pri vsem tem niso popolni, razvidno je iz tega, da spričani dogodki pri uekaterih volitvah n. pr. ustni protest volilne komisije proti naredbam vladnega zastopnika v Komnu, se niso zapisali. Ko se naše ljudstvo bolje pouči in ojači, skrbelo bo, da se tudi taki dogodki zabeležijo v pismih, katerim je odločen prostor v deželnem arhivu. V nekaterih slučajih je po spričanja mož, ki so bili člani volilne komisije, da bi se bilo sprejelo v volilni zapisnik, odločeval vladni komisar, kdo sme voliti in kdo ne, dasi ima po volilnem redu izključno le volilna komisija o tem razsojevati, kajti vladni zastopnik je sicer pri volitvi navzoč, pa ni član komisije. Ko se bodo naši volilci popolnoma zavedali svojih pravic, tedaj bodo v volilni komisiji sami odločevali in zapisovali in si ne bodo pustili narekovati zapisnika ali posameznih njega točk po vladnem zastopniku.

Ni opravičena trditev gospoda poročevalca, da iz zapisnikov ni posneti nikake nepravilnosti pri volitvi, o kateri govorim. Iz imenikov prvotnih volil cev v občini komenski je razvidno, da jedeu volilec je bil pisan v volilnem imeniku za deželni zbor z drugim krstnim imenom, nego v volilnem imeniku za zadnje občinske volitve. Kadi tega ni bil pripuščen k volitvi vsled ugovora vladnega zastopnika, dasi jo volilna komisija priznala njegovo identiteto in opravičenost k volitvi. Kadi formalnega pogreška, katerega je zakrivil vladni komisar, ki ni pazljivo primerjal deželnozborskih volilnih imenikov z onimi za občinsko volitev, se ni dopustil opravičen in na svoje ime vabljen volilec k volitvi: in to je uplivalo na izid volitve, kajti izmed dveh borečih se strank je zmagala ena proti drugi z nekaterimi volilnimi možmi samo za en glas.

Iz volilnih imenikov je dalje razvidno, da v komenski občini so bili sprejeti med volilce štiri občiuarji na podlagi §. 1., odstavek 2., črka a in b občinskega volilnega reda, katerih o času zadnjih občinskih volitev ni bilo še v občini; a neki drugi občinar s popolnoma enakimi znaki ni bil sprejet v volilni imenik. Volilni zapisnik sam mora torej, ako je popolen, pričati o dvojni meri, s katero se je v Komnu merilo.

Iz volilnega zapisnika prvotne volitve v tej občini in dotičnih aktov je razvidno, da prej navedeni štirje volilci niso bili klicani pri prvi volitvi. a da niso prišli k volitvi, in da niso ugovarjali ne proti zamolčanju imen, ne proti volitvi, ki se je vršila brez njih. Iz zapisnika in k njemu

spadajočih pisem je tudi razvidno, da ti štirje občinarji bi ne bili nič premeuili na izidu volitve, če tudi bi se je bili udeležili. Vkljub temu je okrajni glavar razveljavil prvo volitev ter razpisal drugo, ki je dolgo časa razburjala duhove v občini. Z razveljavljenjem prve volitve in s podvojeno agitacijo od stranke, za katero se je okrajni glavar odločil in potegoval, dosegel je, da je imela druga volitev njemu po vol jen izid.

Iz volilnega zapisnika, pisanega v Sežaui dne 16. septembra, je razvidno, da dva volilna moža, učitelja, se nista udeležila volitve. Iz spričevanja moža, ki je posredoval med okrajnim glavarjem in učitelji, iz pisanega spričevala enega teh učiteljev, ter iz ustnega in pismenega priznanja okrajnega glavarja samega, je pa znano, da ta moža se nista udeležila volitev vsled pritiska okrajnega glavarja na nje. Enako je pritiskal okrajni glavar na dva druga volilna moža, učitelja, ki se mu nista udala. Z boljšim uspehom pritiskal je na razne druge volilce spodnjega in gornjega Krasa, katere je vabil v pisarno ali obdeloval jih po svojiu odposlancih. Cesarski namestnik je vedel za vso to agitacijo okrajnega glavarja ter jo je odobroval, kakor jo je brez dvoma tudi ukazal.

Iz istega volilnega zapisnika bi moralo biti razvidno, ako je res pravilno pisau, da pri glavni volitvi je okrajni glavar, ki ni član volilne komisije, sam čital imena volilnih mož ter je s prodirajočim pogledom, kjer se mu je zdelo potrebno, spremljal do mesta, kjer so se oddajali glasovi, dasi volilni red odločno pravi, da član volilne komisije kliče volilce, da oddajo svoj glas.

Vse to se čita v zapisnikih in iz zapisnikov, ako se pazljivo čitajo in ako čitatelj pozna podrobne okoliščine, v katerih so se vršile letošnje deželnozborske volitve v okraju sežanskem.

Gospod poročevalec pravi, da pritožbe onih, ki so vložili protest, niso spričane. A tu treba opomniti, da protest so podpisali člani volilnih komisij in volilni možje, ki so na svoje oči videli in na svoja ušesa slišali, kar se je godilo, katerim gre torej popolna vera. če sta dva moža podpisala svoji imeni s težko roko, je treba opomniti, da v odvetniških pisarnah in pred sodnijo ta okoliščina nikoli ne manjša veljave podpisa. In kaj pripovedujejo ti možje ?

Pravijo, da okrajni glavar je razglasil početkom volitve štiri volilne može kot člane volilne komisije, ne da bi se bilo o njih glasovalo ; da tem je dodal tri volilue može iste volilne stranke, tako da ena izmed borečih se strank ni bila v komisiji po glavarjevi krivdi prav nič zastopana ; da okrajni glavar je postavil volilne može v eno sobo, volilno komisijo v drugo, a sam sebe med obe; da je volilce enega po enem klical in spremljal pred volilno komisijo, ne da bi bilo volilcem mogoče slišati kako posamezniki glasujejo ; da je bila torej v Sežaui volitev, kakoršue niso še imeli.

Pravijo tudi, in to bi moralo biti razvidno iz zapisnika, ako je povsem pravilno pisan, da preduo je začela volitev, je okrajni glavar zbranim volilcem naznanil, da jeden kandidatov nima pasivne volilne pravice, dasi je bil v volilnem imeniku, ki je imel že pravno moč, iu je še dandanes podžupan sežanski. Pri drugi prvotni volitvi v Komnu ni bil dopuščen jeden volilcev k volitvi, ker je bilo njegovo krstno ime napačno pisano v imeniku, dasi so njegovo materjalno volilno pravico priznali vsi člani volilue komisije, torej samo radi formalnega pogreška. V sežanskem volilnem imeniku bilo je gledč na omenjenega kandidata v formalnem oziru vse v redu, ker sežanski podžupan je bil s pravim imenom in priimkom vpisan v pravnomočni imenik prvotnih volilcev ; ali okrajni glavar ga je razglasil kot nesposobnega kandidata, češ, ker nima materjalne voline pravice. Torej v Komnu je veljal v obliki, v Sežani stvarni pogrešek ; a vedno v prilog isti stranki.

Gospod vladni zastopnik bo morda ugovarjal, da vladnemu komisarju je naloga, poučiti volilce, da ne bodo volili neveljavno in torej brezuspešno. V tem mu ne oporekam. Ako se strinja s

to vladino nalogo ono, kar so vladni komisarji razkladali prvotnim volilcem na mnogih krajih, da namreč učitelj, če opravlja ob enem začasno službo občinskega tajnika, nima pasivne volilne pravice ? Taka trditev je v nasprotju z zakonom in razsodbami deželne vlade ; tak poduk je popoluoma kriv in je zapeljal volilce, da niso volili volilnih mož, za ka,tere so se bili namenili.

Možje, ki so podpisali protest, pričajo, kako je vlada po svojih organih uplivala ua volilce, jemala jim častno besedo ter na nje pritiskala, da so volili v njenem zrnislu, kar se nikakor ne more odobravati.

Nočem se spuščati še v nadaljue podrobnosti; le to bodi rečeno, da se čudim, kako je prišla c. kr. vlada do tega, da je na slovenski, torej na šibkejši strani, skušala pridobiti kakega poslanca za se, med tem, ko med Italijani, to je na močnejši strani, se ni vtikala, kakor meni znano, v letošnje doželnozboreke volitve. Ali tudi na slovenskej strani se jej poskus ni posrečil. Moža, za katera se je bila vlada ogrela in vpregla, je spravila sicer v neprijeten položaj, da se je o njih domnevalo, kakor bi imela ž njo kako zvezo, ter jima tako škodovala pri volilcih; a sama se nista udeležila gonje in je nista odobravala. Jeden izmed njih je izrečno izjavil, da ni imel uiti opravila z vlado ; a oba sta s svojim postopanjem koj, ko sta stopila v deželui zbor, pokazala, da hočeta kot prosta zastopnika svojega naroda zastopati po svojem prepričanju in po vesti koristi svojih volilcev in dežele. Pokazala sta, da imata odprte oči za to, kar se godi, ter široko srce, ki objema z enako ljubeznijo vso deželo ; a da nista taka, kakoršna jih je hotela pokazati vladua agitacija. Zato izjavljam v svojem in svojih somišljenikov imenu, da bomo glasovali za potrditev te volitve, a da ob enem obsojamo označeno vladuo vtikanje v naše volitve ter to odločuo zavračamo kot nezakonito in nevredno vladniii organov.

Capitano : Viene aucora chiesta la parola ?

Gommissario Smperiale: Kar zadeva okrajnega glavarja sežanskega, moram opomniti, da njegovo vedenje je bilo sploh in tudi v posameznih slučajih, o katerih se je tukaj govorilo, popolnoma postavno. Lahko je splošno obdolževati koga, kateremu ni mogoče tukaj, kokar bi bilo prav za prav potrebno, zavrniti to, kar se mu očita; skrajno težko pa bi bilo, take očitke stvarno dokazati : pritožniki in tudi ujih zagovornik so nam ostali dolžni tak dokaz. Jaz ne morem spoznati, v koliko se je sežanski okrajni glavar preveč vtikal pri zadnjih deželnih volitvah, ker o tem je uže sodila prav očitno njemu predstojna oblast; moram pa opomniti, da okrajni glavar in vsak volilni komisar je postavno zavezan pri volitvah potegovati se za to, da se zakonito ravna, tako da se ne more reči, da je taka uporaba temu pristoječe pravice in te mu izrečno naložene dolžnosti nepravilno uplivanje. Kar posebej, zadeva posamezne v ugovoru navedene nezako nitosti, lahko vsak, ki le površno pozna postavna določila dokaže, da niso one trditve utemeljene ; uničevanje prve volitve v Komnu iu upisovanje nekaterih volilcev v imeniku se opira na določila §. 29. vol. reda. Naravnost dolžnost volilnega komisarja pa je, opozarjati volilce pri glasovanji ua to, da manjka kakemu kandidatu pasivna volilna pravica, in to zlasti radi tega, da se tako ogiblje uničevanja glasov in volitve sploh, t Capitano : Prego il pubblico di astenersi da qualuuque dimostrazione.

Viene aneora da qualcheduno dei Signori chiesta la parola ? Nou essendo il caso, dichiaro chiusa la discussione e concedo l1 ultima parola ali' onor. Relatore.

Pajer: L1 onorevole preopinante riconosce che il ricorso di cui ho fatto ceuno nel mio rapporto sia destituito di mezzi probatori a sostegno di tutto ci6 che in quello 6 detto. Čredo perfr

che bastino le firme di 15 ricorrenti per mettere 1' avvenimento di tutto eič> al di sopra di ogni dubbio.

Io non čredo che le firme dei ricorrenti bastino, perchd allora, dovrei attribuire a quelle apparenti sul ricorso maggior fede che ai protocolli elettorali che sono pubblici documenti irrefragabili del contrario. Sono fiori di galantuomini i ricorrenti, ma anche quelli fiduciarii della Commissione che presiedeva aH' atto elettorale non cedono loro in autorita.

Se mi 6 lecito di fare in questo riguardo un' osservazione per6, dir6 che le firme di alcuni che appariscono sul ricorso, possono dar adito al sospefcto che non abbiano nemmeno cotnpreso il contenuto del ricorso stesso.

In ogni modo il preopinante non combatte 1' elezione, e tutta quanta la sua opposizione si risolve in una requisitoria acre contro il Commissario che dirigeva 1' elezione. II Commissario Imperiale ha giH dato la sua risposta, e non čredo che sia qui luogo di censurare i componenti la Commissione. I ricorrenti possono portare le loro querele dinanzi alle Autorita competenti, le quali potranno decidere se sieno fondate o no. Io mi astengo da ulteriori digressioni, e, non trovando opposizione contro la proposta convalidazione della elezione, mi riporto a quanto ho esposto nel mio rapporto.

Capitano : Metto ai voti come sta la proposta della Giunta. I Signori che la approvano, sono pregati di voler alzarsi (tutti i deputati si alzano) UnanimitiL Prego di continuare.

Pajer: (GN. 5182) Eccelsa Dieta, L'elezione di due deputati della Dieta provinciale pel distretto elettorale dei Comuni foresi del distretto politico di Tolmino ebbe luogo a Tolmino il 16 settembre 1895 alla presenza del Commissario Governativo i. r. Capitano distrettuale Federico Conte Marenzi e sotto la direzione della Commissione a tale uopo istituita. Esaminati, a termini del § 53 del Regolam. elettorale prov. gli atti elettorali, la Giunta ebbe a constatare che furono osservate esat-iamente tutte le riferibili prescrizioni di legge.

II protocollo sull' atto di elezione & debitamente corredato deli' avviso dd. 12 agosto 1895 N. 231, con cui vennero indette le elezioni, delle pezze comprovauti la regolare elezione degli elet-tori in tutti i comuni del distretto politico di Tolmino, della lista degli elettori in doppio esemplare, controfirmata dal capo politico distrettuale, delle carte di legittimazione, ritirate dai votanti, nonchš della lista e controlista di votazione, firmata dalla Commissione e dal Commissario governativo.

La votazione segul in perfetto ordiue e senza incidenti di sorte.

Dei 68 elettori riportati nella lista elettorale comparvero 66 alla votazione ed i loro voti caddero sui seguenti candidati ;

Don Antonio Dr. Gregorčič 65, Siguor Giovanni Lapanja, agrimensore 64, Signor Oscarre Gaberščik 2, Signor Giovanni Breska 1.

Risultarono quindi eletti quasi ad unanimita di voti i Signori Don Antonio Dr. Gregorčič e Giovanni Lapanja.

Non essendo stata da alcuna parte oppugnata quest' elezione, la Giunta prov. si onora di proporre, che l'Ecc. Dieta si compiaccia di deliberare :

Viene approvata 1' elezione a deputati della Dieta provinciale pel distretto elettorale dei comuni foresi nel distretto politico di Tolmino : 1. di Don Gregorčič Dr. Antonio ; 2. del Sig. Giovanni Lapanja.

flf. di Segretario: Deželni odbor predlaga, visoki dež. zbor blagovoli skleniti:

Potrjuje s« izvolitev deželnima poslancema za volni okraj kmečkih občin v pelitičnem okraj« Tolminskem : 1. gosp. dr. Antona Gregor6ič-a; 2. gosp. Ivana Lapanja.

Capitano: E' aperta la discussione sopra questa proposta. Se nessuno dei Signori domanda ]a parola per combatterla, la metto ai voti. I Signori che approvano I" elezione dei signori Gregorčič e Lapanja seguita da parte dei comuni di Tolmiuo, Plezzo e Circhina sono pregati di rimaner se-duti. (nessuno si aha). Prego di continuare.

Pajer: (GN. 5784/95) Eccelsa Dieta, L' elezione di due deputati della Dieta provinciale pel distretto elettorale dei comuni foresi nei distretto politico di Gradisea si 6 compiuta sotto la rigorosa osservanza delte rispettive disposizioni del Regolamento elettorale provinciale.

II protocollo assunto sull' elezione č debitamente corredato di tutte le pezze richieste dalla legge per comprovare la validitž, d' un elezione e non vi appariscono registrati incidenti di sorte.

Dei 96 elettori, comparvero aH' elezione 88 ed i loro voti si ripartirono sui seguenti can-

didati:

II signor Cavaliere Antonio de Dottori degli Alberoni ne ottenne 73, il signor Michielli Vincenzo 61, il signor Virgilio Gaspariui 30, e singoli voti si sparpagliarono sopra altri candidati.

L' assoluta maggioranza decise dunque per i Signori Cavaliere de Dottori Antonio e Michielli Vincenzo, che furono proclamati deputati provinciali.

Vista la perfetta regolaritš, deli' atto elettorale, contro il quale non venne mossa alcuna eccezione, la Giunta provinciale ha 1' onore di proporre, che ali' Eccelsa Dieta piaccia di deliberare :

Viene approvata 1' elezione a deputato della Dieta provinciale pel distretto elettorale dei comuni foresi di Gradišča, Cormons, Cervignano e Monfalcone : 1. del sig. Antonio Cavaliere Dottori degli Alberoni; 2. del sig. Vincenzo Michielli.

ff. di Segretario : Deželni odbor predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

Potrjuje se izvolitev deželnima poslancema za volilni okraj kmečkih občin v okrajih Gradišče, Kormin, Červinjan in Tržič, 1. gospoda Antona viteza Dottori degli Alberoni; 2. gospoda Vincencija Michielli.

Capitano : Non si chiede la parola per diseutere questa proposta ? Non essendo il caso, la metterd ai voti. I Signori che approvano 1' elezione deli' onorevole Dottori sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si move). E' accolta. Ora metto ai voti quella deli' onor. Michielli. — I Signori che approvano anehe questa elezione, sono pregati di rimaner seduti. (nessuno si aha). Sono approvate.

Pajer." (GN. 5783/95.) Eccelsa Dieta, Sull'elezione di due deputati della Dieta prov. del distretto elettorale dei comuni foresi nei distretto politieo del circondario di Gorizia, la Giunta provinciale si onora di relazionare quanto segue :

Dali' esame degli atti elettorali, pervenuti eol rescritto presidiale deli' i. r. Luogotenenza del 7 ottobre 1895 N. 2321 risulta, che tanto 1'elezione degli elettori quanto quella dei due deputati provinciali procedettero in confonnita alle rispettive disposizioni del Regolamento elettorale provinciale.

Al protocollo assunto nell'aula provinciale in Gorizia il 16 settembre 1895 sono uniti i seguenti atti:

La lista degli elettori in doppio esemplare, firmata dal capo del distretto politico, la lista di votazione e controlista, la lista e controlista di numerazione dei voti, questa e quella muuite delle

4

firme di tutti i membri della Commissione ; gli atti sull' elezione degli elettori seguita nei siugoli comuni, e finalmente le carte di legittimazione degli elettori intervenuti ali' elezione.

Dei 126 elettori riportati nella lista, eomparvero ali' elezione 120 e votarono tutti pel Signor Giovanni Berbuč, i. r. Professore delle scuole Reali in Gorizia e 119 per Don Biagio Grča, parroco di Sanpasso, i quali risultarono quindi eletti.

Nessun incidente veniva registrato duraute la votazione, e contro 1' atto elettorale non venne prodotto alcun reclamo.

L1 elezione si presenta quindi sotto ogni riguardo ineccepibile, ed š percib che la Giunta provinciale si pregia di proporre, che 1' Ecc. Dieta si compiaccia di deliberare:

Viene approvata 1' elezione a deputati della Dieta provinciale pel distretto elettorale dei comuni foresi nei distretti di Gorizia, Canale ed Aidussina : 1. del Signor professore Giovanni Berbuč; 2. di Don Biagio Grča.

ff. di SegretariO : Deželni odbor predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti :

Potrjuje se izvolitev dež. poslancema za volilni okraj kmečkih občin v okrajih goriška okolica, Kanal in Ajdovščiua : 1. gospoda prof. Berbuč Ivana; 2. čast. gosp. Blaža Grče.

Capitano : Viene chiesta la parola in quauto a questa proposta ? Non essendo il caso, čredo di poterla mettere ai voti. Anzitutto prego gli onorevoli Signori che sono d' accordo coll' elezione deli' onor. Beibuč di voler rimanere seduti. (nessuno si aha.) E' accolta.

I Signori che sono d' accordo coll' elezione deli' onor. Grča sono pregati di restar seduti. (nessuno si move) E' pure accolta.

Con cič> sarebbe evaso il primo punto deli' ordine del giorno. Passeremo al secondo che 6 il rappčrto della Giunta provinciale con cui propone uu esercizio provvisorio per 1'anuo 1896.

L' onor. Abram quale relatore non lo vedo presente. Pregherft 1' ouorevole Verzegnassi a volerlo sostituire.

Verzegnassi: (GN. 5580/95.) Eccelsa Dieta, Giit la data del giorno nei quale la Vostra Giunta ha il pregio di riferirvi 6 sufficiente motivazione del disegno di deliberato dietale unito iu calce, corcernente 1' esercizio provvisorio nell' anno 1896 del fondo provinciale.

L' odierna proposta 6 identica a quella avanzata nell' istesso argomento ali' Eccelsa Dieta provinciale nell' esordio della decorsa tornata, poichš per avvenimenti generalmente noti la Rappresen-tanza provinciale non potč stabilire il Preventivo del Fondo provinciale per 1' anno 1895, e quindi anche questa volta si dovette prendere per base il Preventivo del detto fondo approvato per 1' anno 1894.

Con riflesso al sopraesposto, la Giunta provinciale si onora di proporre che Codest' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare:

Dal 1 gennaio 1896 sino ali' avvenuta votazione del preventivo del fondo provinciale per 1' anno 1896, rispettivamente sino al momento della pubblicazione della sanzione Sovrana dei deli-herati dietali concernenti 1' esazione di sovraimposte e tasse pel fondo provinciale saranno

I. Da sostenersi a seconda del bisogno entro i limiti del Preveutivo provinciale stato approvato per 1' anno 1894, perč> per conto dei crediti da stanziarsi nei relativi Capitoli e titoli del preventivo provinciale deli' anuo 1896 le spese ordinarie di amministrazione ;

II. Da riscuotersi pel Fondo provinciale ;

a) 1'addiziouale deli'8°/0 sulla somma complessiva dell'imposta fondiaria erariale

b) 1' addizionale del 12°/0 sulla somma complessiva delle imposte erariali, pigioni, casatico, industria e rendita;

c) P addizionale del 20% st>l dazio consumo del vino, del mosto e della carne ;

d) la tassa di soldi 50 per ogui ettolit.ro di birra sraerciata al minuto ; ed

e) la tassa di soldi 18 per ogni litro venduto al minuto dei liquidi spiritosi indicati ali' art. B. II punto 1 della legge 18 maggio 1875 (B. L. I. N. 84) e di soldi 10 per ogni litro venduto al minuto dei liquidi indicati al punto 2 dello stesso articolo di legge.

flf. di Segretario : Od 1. januarja 1896 do časa, ko bode sprejet proračun deželnega zaloga za leto 1896, oziroma ko se objavi cesarska potrdba deželnozborskih sklepov zastran pobiranja doklad in davščin za deželni zalog se bodo:

I. opravljali navadni upravni stroški po potrebi v mejah proračuna deželnega zaloga potrjenega za leto 1894, toda na račun kreditov, ki se določijo v dotičnih poglavjih in naslovih proračuna deželnega zaloga za leto 1896 ;

II. pobirale za deželni zalog :

a) doklada po 8% na skupno vsoto vseh državnih zemljiščnih davkov:

b) doklada po 20°/0 na užitnino mesa, vina in mošta ;

d) davščina 50°/0 kr. od vsacega hektolitra na drobno potočenega piva, in

e) davščina 18 kr. od vsacega litra na drobno potočenih žganjin, navedenih v I. členu, B. II. 1. točka, postave 18. maja 1875 (drž. zak. štev. 84) in 10 kr. od vsacega litra na drobno potočenih žganjin omenjenih v 2. točki istega postavnega člena.

Capitano: E' aperta la discussione sopra questa proposta.

Rojic: Jaz predlagam, naj se ta začasna naredba omeji in sicer naj bo veljala do konca januarja 1896, tako da bi se glasil prvi odstavek predlogov: „0d 1. do 31. januarja se bodo itd."

Capitano: L'onorevole Rojic propone un1 emenda al primo capoverso del rapporto della Giunta provinciale, nei sensi che la durata del provvedimento provvisorio venga limitata al termine del 31 gennaio 1896. Mi permetto domandare se questa proposta 6 appoggiata ? (Viene appoggiata) Viene chiesta la parola per discuterla ?

Marani: Domando la parola non giil per fare una contro proposta, ma perchš non trovo affatto giustificata la proposta. Io čredo che si doveva motivarla, poich6 iu caso diverso si & indotti di credere essere stato nell' intenzione del sig. proponente di esprimere un voto di sfiducia alla Giunta provinciale. Noi del Club italiano non potremmo votare tale proposta.

Capitano : Viene ancora chiesta la parola ?

Rojic: Moj predlog meri samo na to, da se rešitev proračuna ne zavleče brez potrebe do konca sesije, ampak da se deželnemu gospodarstvu čim brže ustanovi stalna podlaga.

Nezaupanja nisem hotel izraziti nikomur; meni gre le za stvar iu za nič druzega.

Capitano : Viene ancora chiesta la parola ?

Marani: In seguito alla dichiarazione testš fatta, prendo atto della medesima, non trat-tandosi d' altro che di sollecitare la trattazione del conto di previsioue del fondo provinciale, e quindi mi adatto alla proposta.

Verzegnassi: Per lo stesso motivo anche per parte mia non ho nulla in contrario alla proposta e voteremo tutti 1' emenda stata proposta dali' onorevole Rojic.

Capitano : Passeremo dunque alla votazione della proposta della Giunta colP emenda del-

Ponor. Rojic. I Signori che 1'aecettano sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza). La proposta coir emenda 6 accolta.

Verzegnassi: Involvendo il deliberato testd preso una legge provinciale, proporrei che T argomento venisse d' urgenza trattato anche in ultima lettura.

Capitano : La proposta d' urgenza 6 ainmessa ? (si) In questo caso metto ai voti la proposta. I Signori che 1'approvano anche in ultima lettura sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha). E' accolta anche in ultima lettura.

Al terzo punto deli1 ordine del giorno 6 la nomina della Giunta provinciale. Pregherft i Signori del grande possesso fondiario di nominare ua membro della Giunta. II Signor Candutti č pre-gato di raccogliere le schede degli onor. Signori Coronini Conte Alfredo, Klančič, Pajer, Rojic e Verzegnassi. (11 Capitano fa lo spoglio).

Coii tutti i voti fu eletto l1 onor. Verzegnassi. Prego ora i Signori Coronini Conte Alfredo, Klančič, Pajer, Rojic e Verzegnassi, di nominare un sostituto. (II Capitano fa Jo spoglio). Tutti cin-que voti si sono raccolti sull1 onor. Lovisoni, il quale 6 stato eletto so stituto nella Giunta deli1 onor. Verzegnassi.

Passeremo ora alla nomina deirassessore della Giunta da parte dei deputati eletti dalla cittšt di Gorizia e borgate e luoghi industriali e dalla Camera di commercio. Coronini, Locatelli, Lovisoni, Marani, Ritter, Venuti e Tuma, eleggono questo assessore. Prego di raccogliere le schede. (Si rac-colgono).

Sono 7 voti, di cui 6 ebbe l1 onor. Com. Pajer e uno l1 onor. Tuma, 6 dunque eletto IV norevole Pajer.

Prego di passare ora alla nomina del suo sostituto. Gli stessi onor. Signori sono pregati di deporre le schede. (si raccolgono).

A sostituto deli1 onor. Pajer nella Giunta prov. venne nominato con G voti l1 on. Marani. Prego ora gli onorevoli deputati eletti dai eomuni foresi, Signori Abram (ch1 b assente) Berbuč, Dottori, Grča, Gregorčič, Lapanja, Michielli e Muha, di voler consegnare le schede per la nomina del terzo assessore provinciale. (si consegnano).

Tutti 7 voti portano il nome deli1 onor. Tuma, il quale viene eletto assessore della Giunta provinciale. Prego ora i medesimi Signori di passare alla nomina del suo sostituto. (si consegnano le schede).

Sei voti ottenue l1 onor. Gregorčič, il quale 6 sostituto nella Giunta prov. deli1 on. Tuma. Invito ora tutta la Dieta intera di passare alla nomina del quarto assessore della Giunta proviuciale. Prego di voler consegnare le schede. (si raccolgono).

Mentre io farč> lo scrutinio prego di consegnare le schede per la nomina del sostituto (si raccolgono).

L1 onorevole Abram venne eletto a membro della Giunta con tutti i voti portando tutte le schede degli onor. Signori il suo nome. E a suo sostituto fu eletto l1 onor. Berbuč.

La Giunta provinciale 6 quindi costituita degli onor. Signori Verzegnassi, Pajer, Tuma e Abram, e a loro sostituti gli onorevoli Signori Lovisoni, Marani, Gregorčič e Berbuč.

Con ci& sarebbe evaso il terzo puuto deli' ordine del giorno. Al quarto punto 6 il rapporto della Giunta provinciale con cui avanza i conti consuntivi pro 1894 e i preventivi pro 1896 dei fondi da lei amministrati. L' onor. Verzegnassi 6 pregato di riferire.

Verzegnassi: (GN. 53,28/95}. Eccelsa Dieta, La Giunta provinciale si? fa un dovere di rassegnare a quest'Eccelsa Dieta i couti consuutivi pro 1894 ed i conti preventivi pro 189& di tutti i fondi da lei amministrati, colla proposta che vengano, come di metodo, affidati per la disamina ad apposito comitato composto di 7 rnembri.

Capitano: La Giunta prov. propone di nominare un comitato di 7 rnembri. Viene chiesta la parola ? Non & il caso. Prego i Signori che accolgono la proposta, di voler rimanere seduti (nes-suno si alza.) La proposta < S accplta. Alla nomina del Comitato passeremo subito, appena esaurito 1' ordine del giorno. Prego ora 1' onorevole Pajer di riferire sul rapporto della Giunta proviuciale con cui avanza alcuue petizioni.

Pajer: ((.tN. 4779/95). Eccelsa Dieta, La Giunta provinciale si onora di avanzare a Co-dest'Eccelsa Dieta le istanze di študenti universitari per l'ottenimento di stipendi provinciali a lei prodotte in seguito al concorso aperto nello scorso ottobre, eecetto quelle di stndenti a cui fu con-cessa I' implorata grazia, proponendo che le medesime vengano affidate al Comitato delle petizioni.

Zorzini Luigi študente filosofla — Gaspari Augusto študente coltura del suolo — Prezelj Francesco študente legge — D' adamo Augusto študente legge — Zumin Edmondo študente legge — Bonne Antonio študente legge — Violin Egidio študente filologia moderna — Žigon Antonio študente medicina — Kranjec Giovanni študente filosofia — Grusovin Francesco študente politecnico — Terkuc Ferdinando študente legge — Bisail Felice dottorando iu legge — Dominko Nicold študente legge — Pregelj Stefano študente legge — Mlekus Giuseppe študente legge — Bresnig Adolfo študente legge — Hrovatin Enrico študente politecnico — Guanin Antonio študente legge — Sigon Augusto študente legge — Marega Carlo študente belle arti — Strekelj Giuseppe študente legge — Fagauel Giuseppe študente legge — Lnurenčič Ernesto študente politecnico — Snidar Carlo študente legge — Gruntar Rodolfo študente legge — Pallich de Giovanni študente professura — Tosoni Pit-toni Francesco študente politecnico.

Capitano : Viene chiesta la parola su questa proposta ? Non 6 il caso. I Signori che sono d1 accordo di noininare un comitato di 7 membri per le petizioni, sono pregati di rimauerj seduti. (nessuno si move). La proposta 6 accolta. Ora procederemo .... Venuti

n n - i Procederemo alla nomina ad un altra seduta. Dottori \

Capitano : Nel mio desidorio sarebbe che si passasse oggi stesso alla nomina dei comitati proposti, perchš avremo prossime le feste del capo d' anno e mi dispiacerebbe che questi due comitati non fossero nominati, siccome pur pure potrebbero i rispettivi membri ricevere qualche referato. Dunque prego di voler procedere alla nomina dei comitati stessi. Sospendo la seduta perchš i Signori possano mettersi d' accordo. (la seduta e sospesa. Dopo pochi minuti.)

Dichiaro riaperta la seduta e prego di consegnare le schede pel comitato di finanza e pel comitato delle petizioni. (si consegnano).

Fatto lo spoglio, pel comitato di finanza furono eletti i Signori, Berbuč, Gregorčič, Rojic, Ritter, Verzegnassi, Locatelli e Marani, e pel comitato delle petizioni gli onorevoli Signori Abram, Coronini, Klančič, Lapanja, Dottori, Venuti e Michielli.

Sospendo di nuovo la seduta, oude i due comitati possano costituirsi. (la seduta e sospesa. Dopo pochi minuti.)

Dichiaro riaperta la seduta, e ho 1' onore di comuuicare che i comitati costituitisi, hanno

eletto a presideDte del comitato di fiuanza 1' onorevole Verzegnassi, e a Presidente del comitato delle petizioni 1' onor. Dottori, riservandosi di nominare i relatori.

Ora deTO osservare clie non potrd indire una sedata, se prima appunto dai comitati testd eletti non avrft del materiale per formare un ordine del giorno. E con ci6 dichiaro chiusa P odierna seduta.

(Fine della seduta a ore 8 pom.)

;

Contenuto: Comuuicazione della sanzione Sovrana al deliberato circa 1' esazione di addizionali e tasse provinciali sino a tutto gennaio corr. — Benardelli depone il mandato di deputato, e Klančič rinuncia di essere membro del comitato petizioni. — Interpellanza Berbuč circa differenze delle tariffe di classificazione dei fondi nella Vallata del Vippaco. — Interpellanza Grča circa condizioni caotiche presso i giudizi distrett. della Contea e presso il Tribunale prov. di Trieste. — Interpellanza Klančič riguardo alla scuola popolare slovena di Gorizia. — Interpellanza Rojic al Ministro del Culto ed istruzione relativa ali' intimazione di evasione dei suoi ricorsi. — Interpellanza Tuma sull' aggregazione di diverse scuole di una o di due classi nel distretto soolastico del circondario di Gorizia. Kap-porto della Giunta che produce i consuntivi pro 1893 rimasti inevasi nell' ultima sessione. — Trattative collo Skert per acquisto di un suo fondo. — Sanatoria del sussidio dato a Giuseppa Kodermatz pel figlio Luigi študente.

Presenti

II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

S. E. il Conte Francesco Goronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

e Nr. 19 deputati.

(Principio della seduta a ore 5 pom.)

Capitano : Dichiaro aperta la seduta siccome siamo in numero legale. II ff. di Segretario d indisposto e pregherč* 1' onorevole Tuma di voler avere la gentilezza di sostituirlo tenendo il pro-tocollo deli' odierna seduta.

Mi onoro di comunicare che S. M. con Sovrana risoluzione del 6 gennaio a. c. si 6 gra-ziosissimamente degnata di apporre la sanzione Sovrana al deliberato preso da quest' Eccelsa Dieta nella seduta del 28 dicembre 1895 concerneute la riscossione di addizionali e tasse provinciali au-rante tutto il mese di gennaio a. c.

Poi ho 1' onore di comunicare che 1' onorevole Benardelli ha deposto il mandato di deputato di quest' Eccelsa Dieta. I Signori gi& sanno che il signor Luogotenente ha disposto per la elezione suppletoria.

Devo ancora comunicare che 1' onorevole Lovisoni ha scusato 1' assenza odierna per causa di malattia.

L' onorevole Klančič ha rinunciato alla sua nomina di membro del Comitato delle petizioni. Inviterč> i Signori di passare alla nomiua suppletoria di un membro a quel Comitato gi& nella o-dierna seduta.

Furono presentate le seguenti petizioni le quali tutte andranno al comitato petizioni ad ec-cezione di quelle alle quali far& un segno, ehe passeranno ad altri comitati. La Podesteria di Sočfc

domanda il lievo del divieto di pascolo delle capre. — Dr. Amadeo Mattioui chiede uu sussidio. — Claudio Moretti docente presso la scuola di perfezionameuto in Gorizia domanda T evasione alla sua istanza de pres. 12 dicembre 1894 X. 5612. — La Scuola industriale di Mariano domanda sussidi per 14 alunui di quella. — La Podesteria di Sebrelja domanda sussidio per la costruzione

  • — Guido Spongia študente deli' I. R. Accademia di moutauistica in Leobeu chiede sussidio. — II Comitato stradale del circondario di Gorizia in Podgora chiede sussidio per quelle strade. — II Comitato stradale di Sesana chiede sussidio per la riattazione della strada regionale Križ — Dutovle

    — Auber. — II Comitato stradale di Sesana chiede sussidio per la riattazione della strada regionale Sesana — Lipica — Lokev. — Martino Kabaj e Cons. di Bela domandano provvedirneuti circa al sussidio di f. 400 per la strada e pouticello »Bevšček". — La Lega della Societit dei maestri slo-veni domanda sussidio per la diffusione deli' opera ^Knjižice za mladino". — Giovanni Leban maestro sup. in Vigaun domanda sussidio per un' opera letteraria. -- La Soeieta, di soccorso per študenti coltura del suolo in Vienna chiede sussidio. — I frazionisti di Zapotok e Kobališče domaudano sussidio per la strada Kobališče—Vercogiia. — La Luogoteuenza di Trieste avanza gli atti riguardo al contributo della spesa per la rettificazione della strada del Ravnjak. — Giuseppe Trevisan assolto legale chiede sussidio. — Giovanni Cossar chiede sussidio pel figlio Giovanni študente bel le arti in Milano. — II Comitato stradale di Tolmino chiede sussidio per quelle strade. — La Podesteria di Biljana domanda la dichiarazione a regionale del tronco di strada tra Fleana e Barbana. — Antonio Kocjančič possidente di Nebola e Con. domandano provvedimenti contro la Podesteria di Dolegna in questioni di diritti nazionali. — Andrea Logar inserviente alla Cassa prov. insta per un sussidio. — Ferdinando Zarli inserviente provinciale domanda un annuo indennizzo di alloggio. — Francesco Candutti cnstode del palazzo prov. prega un aumeuto di salario. — Michele Goriup diurnista alla contabilitž, prov. domanda di essere promosso assistente prov. — Clemente Brarno, Antonio Mreule, Alberto Planiscig e Alessandro Chiades impiegati provinciali chiedono ua aumento di stipendio. — Carolina Ved. Barbazetto »ob. de Brunu .chiede sussidio. — Giuseppe Mat-teuz praticante contabile, chiede d'essere promosso Assistente prov. — La Luogoteuenza di Trieste infor-ma circa la costituzione del Consorzio pella regolazione della Mondina e produce il progetto di legge concernente quell' opera. — II Comitato della Scuola popolare di Gorizia domanda ua contributo men-sile di f. 280.— pei maestri di quella scuola. — II Comitato della Scuola industriale slovena in Gorizia chiede sussidio a cuoprimento del deficit pro 1895. — II Comitato della scuola industriale slovena in Gorizia domanda un contributo annuo fisso.

    Vennero insinuate diverse interpellanze. La priroa 6 deli' onorevole Berbuč e Consorti e ri-sguarda il censo fondiario. Gli aeeordo la parola.

    BerbllČ: Iaterpel;icij t poslanca I. Berbuša in tovarišev na visoko c. kr. finančno miui-

    sterstvo.

    Že površen pogled na razredne tarife za. pokneženo grofijo gnriško-gradiščansko in one drugih pokrajin kaže, da je obtežena naša dežela po zadnji uravnavi zemljiških davkov na temelji zakona z due 24. maja 1869 štv. 88 drž. zak. primeroma z najvišjim zemljiškim davkom, ki ni v nikakem pravem razmerji s čistimi doneski.

    Ti razredni tarifi za skoro vse cenitvene okraje naše pokrajine slonš na temelji tako pretirane cenitve čistega doneska, da ni pričakovati od revizije zemljiškega katastra v zmislu §. 41. začetkom navedenega zakona in zakona z dne 1. jan. 1885. št. 3 drž. zak. nikakega izdatnega uspeha, nikake bistvene olajšave iu nobenih takih koristij, ki bi mogle zaprečiti popolen gospodarski propad naših posestnikov, ako se ne znižajo pred vsem razredni tarifi vseh obdelavnih zemljišč na Goriškem v primeru z dejanskimi razmerami in z onimi drugih pokrajin

    Da bi podpirali s števili svojo trditev, usojamo si opozoriti c. kr. finančno ministerstvo posebno na razredne tarife za vipavsko dolino tostran in onstran Hublja. Ta števila govori jasno in kažejo razliko v cenitvi čistih doneskov ozemlja povsem jednake vrednosti in dobrote, ležečega v isti doliui tostran in onstran Hublja.

    Razmere podnebja iu tal, cena pridelkom iu delu, prometne razmere, uplivajoče na razpeča-vanje teh zemljiških pridelkov, iu druge okoliščine so v označeni dolini tostran in onstran Hublja povsem jednake, saj to je jedna iu ista dolina, katero deli slučajno politično - geografična črta Hubelj.

    Izvestno je, da imajo vinogradi v vipavski dolini na kranjski strani v obče celo ugodnejšo lego nego na. Goriškem. Površen pogled po dolini kaže tudi, da je ozemlje onkraj Hublja bolj ravno in obdelovanju primernejše, nego ono tostran Hublja, ki je v svojem brdovitem delu kamenito iu malo plodovito, dočim se razprostira ravan večinoma ob bregih reke Vipave, katera odnaša in uničuje vsled velikih in gostih povodenj poljske pridelke ter obtežuje na tak način obdelovanje in gnojitev navedenega zemljišča.

    In vendar kaka razlika med razrednimi tarifi obeh pokrajin tostran iu onstran Hublja !

    Iz nastopne tabele se razvidi ta razlika po številkah.

    Vipavska dolina na Goriškem :

    I

    II III IV v VI VII

    VIII

    Razred

    gl. kr. gl. kr. gl- kr. gl. kr. gl- kr. gl- kr. gl- kr.

    Njive .... 25 — 20 — 16 — 12 — 9 — 6 —• 3 30

    Senožeti . . . 28 — 20 — 14 — 7 50 3 50 — — — —

    Vrtovi . . . 35 — 25 — 20 — 16 — — — — — — —

    Vinogradi . . 30 — 25 — 20 — 15 — 10 — 6 — 3 50

    Pašniki . . . 5 25 9 tJ 50 l 50 — 50 — 25 — — — —

    Gozdovi . . . 7 75 6 25 3 25 4 —

    Vipavska dolina na Kranjskem :

    Njive .... 17 — 13 50 11 — 7 25 3 70 1 60 — 50

    Senožeti . . . 17 50 14 — 10 — 5 50 3 60 1 60 1 20

    Vrtovi . . . 20 50 17 50 11 — 9 50

    Vinogradi . . 22 — 17 50 14 50 9 75 4 50 2 20 — —

    Pašniki . . . 3 70 1 20 — 30 — 14 — — — — — —

    Gozdovi . . . 2 — 1 40 — 60 — — — — 2 80 — —

    Tedaj je preudarjen čisti donesek zemljišč, uvrščenih v prvo razredno vrsto na goriški strani — in sicer donesek njiv za 8 gld., travnikov za 10 gld. 50 kr., vrtov za 14 gld. 50., vinogradov za 8 gld., pašnikov za 1 gld. 55 kr, in gozdov za 6 gld. 50 kr. za vsak n. a. oral više nego donesek zemljišč jednake obdelavue vrste v kraujskem okraju Vipava.

    V poprečno jednakem razmerju so med seboj postavki čistega dohodka ostalih vrst vseh obdelavnih razredov.

    In na istem, deloma še višjem cenituem temelju so sestavljeni razredni tarifi za drnge vrstilne okraje na Goriškem, kjer trta rase.

    Da si je razlika med razrednimi tarifi vseh obdelovanih vrst tostran in ostrau Hublja. izredno velika, mislimo, da je umestno, še posebej opozarjati visoko c. kr. ministerstvo na kričeči razloček o cenitvi gozdov ter primerjati goriške tarife s kranjskimi, iz katerih se razvidi, da je odločen čisli donesek naših gozdov I. vrste na 7 gld. 75 kr., douesek gozdov I. vrste v vipavski dolini pa na 2 gld. Neverjetno, a resnično je, da je postavljen čisti donesek naših gozdov zadnje (V.) vrste za 80 kr. više nego donesek gozdov I. vrste onstran Hublja.

    Ako se primerjajo razredni tarifi za Goriško z onimi, ki so podlaga odmerjenju zemljiškega davka za vinstvene kraje mejne grofije isterske, se tudi tam razvidi, da je bila ceuifcev čistega doneska naših zemljišč neizmerno visoka, ker presega daleč pri vseh obdelovalnih vrstah ono uajrodo-vitnejših zemljišč isterskih.

    Tako n. pr. čisti donesek najbolj cvetočih sadnih in zelenjadnih vrtov koperskega okraja, ki dajajo najfinejše prve pridelke in najžlahtnejše sadje, bodisi za bližnji tržaški trg, do katerega se tako lahko in ceno pride, bodisi za izvaževanje, postavljen na 2 gld. 30 kr. do 25 kr. na oral : čisti dohodek naših vrtov pa, ki stoj& gledts rodovitnosti daleč za isterskemi, je odločen na 11 do 30 gl.

    Donesek vinogradov in oljčnih nasadov v Istri je postavljen na 1 gld. 10 kr. do 20 gld., naših vinogradov pa na 3 do 25 gld ; dohodek njiv v koperskem okraji od 1 do 12 gld., v našem pa 3 gld. 30 kr. do 28 gld.; dohodek isterskih gozdov od 20 kr. do 3 gld. 20 kr., v našem pa od 3 gld. do 7 gld. 75 kr. in celo na 9 gld.

    Opirajš se na ta uradna števila, ki govori sama za se jako jasen jezik ;

    uvažuje velike gospodarske stiske, prizadete našim posestnikom v vinstvenih krajih po grozdni plesnovini Boidium", po peronosperi in trtni uši, ki prouzročujejo velike prej neznane stroške v obrambo vinstva in vzdrževanje vinogradov ;

    uvažujč natorieni propad naših posestnikov osohito v vinstvenih krajih ; uvažujč tudi neovrgljivo resnico, da je ta dvojna mera, kakoršuo kažejo pred označene tarifne postavke, — rekel bi — skoro ustvarjena v to, da žali jednakopravuost ter da prouzročuje v isti dolini, ločeni v dva dela le po slučajni politično-geografiični črti, nezadovoljnost in razburjenost med ljudstvom, ki ima vendar z onim onstran Hublja jednake dolžnosti in pravice, da spodkupuje tedaj vero v vladino objektivnost in pravico, torej tudi njeno avktoriteto :

    opiraj^ se konečuo tudi na dobrohotne izjave Nj. ekscelence, gospoda finančnega ministra, o priliki razprave državnega proračuna za leto 1896., da mu je volja podpirati posestnike ter varovati jih pred gospodarskim propadom;

    usojajo si podpisani staviti do Nj. ekseelence nastopni vprašanji:

    1) So li znane Vašej ekscelenci kričeče razlike razrednih tarifov vseh obdelavnih vrst za zemljišča tostran iu onstran Hublja v vipavski dolini in v drugih vrstilnih odsekih na Goriškem, kjer trta raste ?

    2) Hoče li Vaša ekscelenca, da se ko hitro mogoče odstranijo oni pretirani razredni tarifi ter se nadomestijo s takimi, kakoršni veljajo za istovrstna zemljišča v vipavski dolini oustan Hublja ?

    V Gorici, dne 9. januarja 1896.

    Iv. Berbuč, Alf. Coroniui, Dr. Gregorčič, A. Muha, Dr. Abram, J. Lapanj«, A. Klaučič,

    Dr. Rojic, Blaž Grča, Dr. Tuma.

    Capitano : Tutte le interpellanze sono dirette ali' Eccelso Governo, quindi le passerč al rappresentante del medesimo.

    L' onorevole Grča ha insinuato un' altra interpellanza concernente 1' uso delle lingue del paese nei Tribuuali della Provincia.

    Grča: Interpelacija, poslancev Alfreda Coronini-ja, Blazija Grče in tovarišev na Njega Prevzvišenost gospoda pravosodnega ministra iu na Njega Prevzvišenost gospoda ministra notranjih poslov radi nepravilnosti pri sodiščih na Primorskem sploh in radi sestavljanja porote posebej.

    I. V politično zvezo pokuežene grofoviue Goriške in Gradiške spada celo obsežje c. kr. okrožnega sodišča v Gorici iu c. kr. okrajni sodišči v Komnu in Sežani.

    C. kr. okrožno sodišče v Gorici obsega okrajna sodišča v Bolcu, Kobaridu, Tolminu, Cerknem, Kanalu, Ajdovščini, Gorici, Korminu, Gradišči, Tržiču in Červinjanu. C. kr. okrajni sodišči v Komnu in Sežani spadati pod c. kr. deželno sodišče v Trstu

    V obsežju imenovanih sodišč biva po zadnjem ljudskem štetji od dne 31. decembra 1890. po repertoriju c kr. osrednje statistične komisije pod:

    Slovencev Italijanov Nemcev

    Bovec 6078 9 16

    Tolmin . 21006 19 17

    Cerkno 8845 1 —

    Kanal 12968 9 11

    Ajdovščino 13160 28 10

    Slovencev Furlanov Nemcev

    Goriško okolico 34990 2099 143

    Komen . 13779 206 48

    Slovencev Italijanov Nemcev

    Sežano 13880 33 75

    Slovencev Furlanov Nemcev

    Kormin . 4173 11694 155

    Slov. Furl. in Ital. Nemcev

    Mesto Gorica . 3567 14860 1497

    Tržič 1372 13587 70

    Gradišče 280 » 10751 85

    Červignan 22 2t217 68

    vsega 135020 76514 2195

    Kobariško sodišče, ki ni stopilo še v delovanje, všteto je med sodiščema Tolmin in Bovec ter ne spreminja ničesar v tem razmerju.

    Po gorenjem številuem razmerju prištevati je k sodiščem s stalnim slovenskim prebivalstvom Bovec, Tolmin, Cerkno, Kanal, Ajdovščino, okraj Gorica, Komen, Sežano; s stalnim furlansko-italijan-skirn prebivalstvom Červinjau in Gradiško; s stalnim mešanim slovenskim - furlanskim - italijanskim prebivalstvom mesto Gorico, Kormin in Tržič.

    Entnografičua meja med sodišči slovenskega in furlansko - italijanskega značaja je popolnoma razločna. Izvzemši mesto Gorica ni enklav.

    Ako se izključi iz goriške okolice furlanska občina Ločnik, izvzemši severni del vasi Gradišče, ki je slovenski, ter jo priključi okraju gradiščanskemu ;

    ako se izključi iz okraja kormiuskega občine Biljana, Medana, gorenji in zahodni del Dolenje, ter priključi okraju goriškemu ;

    ako se izključi Zdravščina in severni del Zagrada, na levem bregu severno nad mostom Soče, iz okraja gradiščauskega ter priključi okraju goriškemu;

    ako se izključite občiui Devin in Doberdob iz okraja tržiškega ter priključite okraju komen-skemu, dobi se kot etuografično mejo popolnoma odločno geografično črto, ki strogo deli slovensko od furlansko-italijanskega po tržiškem močvirju, Krasu, Soči in Brdih tako, da tvorijo slovenske pokrajine eno, furlausko-italijanske drugo skupino z glavnim mestom ob etuografično - geografični meji Gorico.

    Furlansko-italijariska skupina razprostira se na obeh bregovih dolenje Soče — po furlanski nižavi do tržiškega močvirja, Krasa in avstrijske politične meje.

    Slovenska skupina deli se na štiri geografično različne pokrajine :

    Kraško planoto (sodišče Komen, Sežana, občini Deviti, Doberdob);

    Brda, (občine Biljana, Medana in Dolenje in del sodiškega okraja goriškega na desnem bregu Soče);

    Vipavsko dolino (sodišče Ajdovščina, okraj goriški na levem bregu Soče, vas Zdravščina in gorenji dei Zagrada na levem bregu Soče);

    Soška dolina, Trnovska planota in Planine (sodišče Kanal, severni del okraja Gorica Tolmin, Bole, Cerkno).

    Tako je narava sama opredelila bivališče obema plemenoma.

    Politični-justični upravi ni treba nego posneti obris posameznih sodiških okrajev po naravnih mejah in etnografičnem značaju.

    Ravno ta uprava pa, zapeljana po krivo razlagani zgodovini grofovine goriške-giadiščauske, po uplivu nemško-italijanske-semitske zveze, po pristranskih, nezvestih poročilih dotičnih upraviteljev, je kljubu tem naravnim mejam razKosila slovenske pokrajin« med furlansko-italijanske okraje ter ob enem ukrenila kot uradni jezik slovenski skupini nemški, furlausko-italijanski pa italijanski.

    Kot sodni jeziki veljajo v celi grofovini: nemški, italijanski in slovenski.

    V poslovanju in dejanski rabi in celo v mnenju višjih sodnih oblastev pa se često zamešava ali vedoiua skuša zamešavati pojme : notranji uradni jezik in jezik strauk, deželni ali sodni jezik, seveda edino le na korist italijanskemu jeziku.

    Tako, da se sodišča slovenske skupine kolikor le mogoče poslužujejo italijanskega jezika ne le kot sodnega, ampak tudi uradnega jezika, kar je očitno proti min. ukazu od 15. marca 1862. št. 868.

    Poudarjati je še posebej, da prebivalstvo le v obližju etnograflčne meje in v mestu Gorici dovoljno ume po dva jezika.

    II. V obeh opisanih skupinah veljajo isti avstrijski zakoni, naredbe in propisi, med tem posebej §§. 163, 198. kaz, post.. §. 13. obč. sod. reda, §. 2. razpravnega patenta, za slovensko skupino posebno min. ukaz. od 15. marca 1862., št. 868. in od 11. julija 1886 št. 2088.

    V obeh skupinah stopiti ima v kratkem v veljavo novi civiluo-sodni red.

    Po teh propisih posluževati se je v občevanju s strankami, spisavanju dotičnih spisov, pri obravnavah in razpravah onega jezika, kateri je v okraju v navadi ter ga rabi stranka, priča, obtoženec, varovanec.

    Rabiti je slovenski jezik v slovenskih pokrajinah ne le ako se razlaga gorenje propise po ujiu bistvu in se ne skuša izpodbijati njih veljave z golimi sofizmi, ampak ako se razlaga našo avstrijske zakone sploh z zdravim razumom, z dobro voljo, razumeti je — po njih celoti in nagibih zakonodavca.

    Obravnava pred sodiščem je javna in ustna ;

    sodniki sodijo po notranjem najboljšem prepričanju in prostem preudarku ;

    iskati je pred vsem istiue, resnice ;

    poučevati je v prepirnem prestopku stranko uradoma ter ščititi uradoma koristi varovancev in skrbovancev.

    Obravnava naj se vrši pred obtožencem, ljudstvom in sodniki, očito za njih oko in uho.

    Na tožečo in dolženo stran jemati je voditelju obravnave enake ozire, obtožencu, tožencu, varovancu dajati je vsa sredstva, da se zaščiti pred krivico, storiti je uradoma vse, da pride resnica na dan.

    Ali je pa obravnava javna, ustna, očitna, kedar je ne razume občinstvo, stranke, porotniki,

    sodniki ?

    Ali so obtožencu, tožencu in varovancu dana na razpolaganje vsa sredstva, da ščitijo, ako ne vedč), kaj se pred njimi godi, ako uradniki, obtožitelji, zagovorniki ne ved6 in ne umejejo, kar oni govore ?

    Ali more sodnik-jurist ali sodnik-porotuik spoznati krivdo in resnico, ako vidi, kako se obravuava sicer vrši pred njim po strogih formalnostih, a mu ostaja več ali manj temna stvar, bistvo obravnave.

    Ali ne stopa na uiesto prostega preudarka porotuika-neveščaka le gola fantazija, ko je pol razumel to, za kar gre iz tolmačenja sodnika-strokovujaka ali učenega tolmača ?

    Ali ne zapada učeni sodnik in priprosti porotnik rutini državnega pravnika, odvetnika, preiskovalnega sodnika ali prvomestnika obravnave, ako sam ni razumel, kar se je govorilo pred njim ?

    Ali ne postaja sodnikom-pravnikom, ki sodnega jezika do cela ne umejo, pravda več ali manj pismena na podlagi zapisanega v smislu davno preteklih dob postopka ?

    Kje ostaja ona čista resnica, ona slepa pravica, katero zahteva zakon ?

    Vsako zlodejstvo izvira po našem avstrijskem kazenskem zakonu edino le iz hudobnega naklepa; kazen meriti je po več ali manj odločnem naklepu.

    Kako pa naj sklepa sodnik porotnik po individualnosti, po narodnih šegah in nagonih in na hudoben naklep, na večjo ali manjšo odločnost naklepa, ako ne pozna naroda, kateri sodi, niti ne pozna jezika, kateri ta narod govori?

    Kako pa bo sodil to ljudstvo, kadar stopi med njega s predsodkom, da je to ljudstvo slabše od njega, da je to ljudstvo nižje vrste, vstvarjeno od Boga po človeški podobi kakor njegovo a vstvarjeno le, da hlapčuje narodu, izmed katerega je on prišel ?

    Kako naj sodi o razžaljenji časti, kedar mu niso znani navadni, še manj tanjsi odtenki govorice, kedar ne zna izluščiti pravega pomena besede iz cele govorice ?

    Zlodejstva poguma so po našem avstrijskem zakoniku in po mnenju kazensko-pravnih teoretikov manj kaznjiva od zlodejstev iz koristoljublja. Med Slovenci prevladujejo slučaji zlodejstev poboja in tepeža, tedaj zlodejstva poguma.

    Prve sodi Slovenec milejši, druge Italijan. Ako je že ta razlika vplivna na izrek, kako odločilna postane, ako sodnik niti ne pozna jezika ni nravi sojenca ?

    Ali more kouečno država po justični upravi vzgajati krepke, odkritodušne narode, ako v krajih, kjer ste si narodnosti vprek nasprotni, postavlja sodnikom moža, ki je protiveu po narodni svoji vzgoji onemu narodu, katerega člene naj sodi.

    III. Dasi je po etnografičnem razmerji popolnoma mogoča razdelitev uradniških močij, po znanju sodnih jezikov in poznanju narodnosti, dasi zakon odločno zahteva rabo deželnega kot sodnega jezika, kako razpostavljajo se sodniki, kako izbirajo se porotniki, kako razlaga in izvaja se zakon v istini !

    Izmed vseh v uvodu naštetih sodišč s slovenskim prebivalstvom, le eno vrši svoje posle po duhu zakona, na korist naroda in države. Edino sodišče v Tolminu rabi izključni jezik oni, kateri govori stranke, obdolženci, priče in varovanci, z eno besedo : ljudstvo.

    Edino to sodišče je v rokah moža in voditelja, ki pozna in spoštuje ljudstvo, je ne le sam pravičen ljudstvu, ampak ima tudi srca in odločuosti dovolj, da to zahteva od podredjenih mu uradnikov.

    Sodišča v Kanalu, Bovcu, Ajdovščini, Komnu in Sežani proizvajajo v kazenskih zadevali le nemške ali laške zapisnike. V civilnih zadevah pišeta slovenska sodnika v Kanalu in Ajdovščini. Sodišče v Cerknem menjava nemško in slovensko pisavo. Ena sodišča pišejo nadpise zapisniku v uradnem notranjem jeziku, izjave strank in izpovedbe prič v slovenskem jeziku.

    Okrajna sodišča v Gorici, v Korminn, Tržiču, Gradiški, okrožno sodišče v Gorici in deželno sodišče v Trstu poslujejo le italijanski, za nje Slovenec sploh ni na svetu.

    In vendar je sodnik v Bolcu usposobljen za slovenščino, sta sodnika v Kanalu in Sežani slovenskega rodil, ima pristav v Kanalu potrdilo znanja slovenskega jezika, je pristav za kazenske za-

    deve tukajšnjega okrajnega sodišča slovenskega pokoljenja, je drugi pristav, dokler je bil v Tolminu, slovenski posloval, so na razpolaganje pii tržaškem sodišču svetniki Sloveuci in vešči deželnih jezikov.

    Od kod to različje v poslovanju, v pokrajinah, kjer prebivajo izključno Slovenci, ako ne od vodstva justične uprave na Primorskem ?

    Ni skoro govoriti ob okroženem sodišču v Gorici in deželnem v Trstu. Te dve čutite se nekako vzvišene v neznanju in preziranju vsega, kar je slovenskega, v zanikovanju temeljnih resnic naših zakonov, opiraje se na pravni nirabus, da sta uradovala doslej izključno le laški, da umeta le jezik Dantejev in njega avstrijskih potomcev.

    Preiskovalne sodnike v Gorici in Trstu obhaja mraščalica pri goli misli, da bi utegnili zapisati slovenski zapisnik. Kaj poreče predsednik, kaj državni pravnik ! Kaj poreče na pritožbo zvestih avstrijskih podanikov mesta tržaškega višje šodišče in visoko ministerstvo ? Res, da preiskovalna sodnika v Gorici in Trstu deloma opravičuje sicer važna okolnost, da ne umeta druzega deželnega jezika. Saj justičua uprava na Primorskem skuplja pri okrožnem sodišči v Gorici iu Trstu le uradnike, ki imajo v mestu rodbinske zveze in so zgolj sinovi „avite colture", tako, daje neznanje slovenskega jezika celč) neko priporočilo za odličniša mesta sodnih prislavov.

    Pristav v Komnu, dasi biva že leta med Sloveuci, ni v stanu zapisati neutegoma rek v slovenščini. Justična uprava na Primorskem ima uradoma v svojih tabelah izpričane morda druge kvalifikacije. Slovensko ljudstvo v navedenih okrajih pa je priča in porok za to, da so one kvalifikacije neistinite in le formelue.

    IV. Stopimo kot poslušalci javne kazenske obravnave v sodno dvorano okrožnega sodišča goriškega ali tržaškega !

    Razvija se nam sledeči prizor:

    Slovenskemu obtožencu čita se čeloma laška, dobro utemeljena obtožnica. Obtoženec, ki od vsega ni umel besede ter mu zveni v neumljenih glasovih že bodoča obsodba po ušesih, iz\6 po končanem čitanju le toliko, da je obtožen radi tega ali onega hudodelstva. Potem izprašuje se njega in priče, govoreč neko mešanico besedij iz slovenskega književnega jezika, očividno priučenih iz slovenskega narečja iz goriške ali tržaške okolice, nemških, furlanskih iu laških. Kedar obtožeuec in priča ne razumeta precej prečudnega golča, opominjata se kricč ali prigovarjaje, naj javljata resnico tako, kakor je zapisano v laških iu nemških zapisnikih tekom poizvedovanj in predhodnega preiskava nja. Osuprijena obtoženec ali priča, ki izpoveduje pod prisego, vsled tega jame v novič pripovedovati tako, da vedno bolj zmešava ali sebe ali poslušalce, ali pa obmolkne ne vedoč, kako obnašati se. Predsednik in prisedniki urueli so več ali manj izpovedi. Na to ber6 se spisi v nemškem ali laškem jeziku, katerih pomen obtoženec čisto nič ne razume.

    Zopet zine nekaj predsednik ter vstane obtožitelj govoreč laški, njemu odgovarja odvefnik-zagovornik laški, ter skušata menda oba obrniti po svoje ustanovljajoče se prepričanje sodnikov. Obtoženec o vsem ničesar ne razume, ni priča, ni občinstvo, kolikor je slovenske narodnosti. Predsednik proglaša obsodbo, dobro utemeljevano z razlogi — vse laški, le končavši povč obtožencu : dobili ste dva ali tri ali več mesecev težke ječe s tolikim postom ter imate čas premišljati o tem tri dni za »rekurz". Orožnik uklene obtoženca in avstrijskim zakonom, javni obravnavi, prostemu prepričanju sodnika, slepi pravici je zadoščeno po laški.

    Ista podoba vtiska se pred poroto, le da je vse bolj slovesno. Sestavljanja porotne klopi poslušalec seveda ne gleda. Vstopivši vidi može italijanske fizijonomije, redko kedaj moža iz domačih

    krajev in še tistega-le, če lomi poleg materinega jezika tudi nekaj laščine. Le redko kedaj vidi može iz svojih krajev. V tem slučaju vidi poleg sodnega dvora tudi tolmača, kateri porotnikom na kratko ponavlja slovenski, kar se je točno razložilo italijanski.

    Resuroč predsednika, ki često in često obudi pravo spoznanje v porotnikih, zveni v ptujem jeziku in delu porotnikov, tolmač površno posname za njim, kar je rezkejšega. Pravega duha predsednikovega govora v naglici ni moč podati, podaja se le odmev, ali — že oslabeli ali — še ojačeni. Kaj se med porotniki tuje narodnosti ali mešane narodnosti in mešanih jezikov godi, tega poslušalec ne more vedeti, to pa sliši, da se sodba in govori izrekč in sliši refrain : „dobili ste dve ali več let težke ječe".

    Pred tržaško poroto je od goriške le ta razloček, da ondi sploh porotnikov slovenske narodnosti politična, ni justična uprava ne pozna, tedaj tudi ne občinstvo ni obsojenci.

    Kako daleč sega žalostna doslednost in ob enem brezobzirnost državnega pravdništva pred porotnim sodiščem proti slovenski narodnosti in na korist nasprotne italijanske, kažejo slučaji iz porotnega zasedanja pred c. kr. okrožnim sodiščem v Gorici tekom meseca novembra 1895.

    Posebno eklatantna je poleg druzega kazenska pravda proti nekemu Mlakarju radi pona-rejevanja državnih papirjev. Obtoženec, priče niso umeli laški, kazenski spisi, zapisani pred c. k. o-krajnim sodiščem v Tolminu bili so slovenski, —■ cela obravnava bila je laška,— izžrebali so se porotniki tako, da je ostalo devet Slovencev, trije Italijani — ker je državni pravdnik, sam slovenskega rodu, odklonil tri Slovence z očitnim namenom, onemogočiti čisto slovensko porotno klop. To ponavljalo se je v pravdi proti županu Kadenaru iz Breginja v Tolminskem okraju. Obtoženec izjavil je, da ne zna laški, priče bile so tudi Slovenci — sodni dvor, državni pravdnik pa so ostali trdi Lahi, porotna klop sestavila se je posredstvom javnega obtožitelja tako, kakor že v povedanem slučaji.

    Justična uprava trudi se očitno odlikovati predsednika porotuiških obravnav ter izbira najboljše svoje moči za ta posel. Zahteva pa od njega še posebej, da ugledno govori italijanski, slovenski je dovolj da — lomi.

    Gledč na vse te žalostne, istinite razmere ;

    gledč na to, da se Fuiianom in Italijanom povsod v njih pokrajinah in koder bivajo, tudi v slovenskih pokrajinah, daja pravica po njih narodnosti v polni meri in čez mero;

    glede na to, da so tudi za slovenske pokrajine dani vsi predpogoji za izvajanje ravnoprav-nosti pred sodiščem ;

    gled^ na to, da se iz obnašanja uradnikov da sklepati, da se ne upajo ali nočejo rabiti slovenskega sodnega jezika, da se jim, ako ga res ne znajo, tudi ni treba učiti, da posebej državno pravdništvo ali ne sme ali noče vlagati slovenskih obtožnic, da predsedniki sodnih dvorov ne smejo ali nočejo voditi obravnav v slovenskem jeziku;

    glede na to, da ni verjetno, da bi se sodni uradniki od leta 1862 in 1886. do danes ne mogli naučiti deželnega slovenskega jezika, ako bi hoteli oui, in hoteli njih predstojniki ;

    gledč na to, da vsled takih nepravilnih odnošajev pred sodišči gineva v slovenskem prostem ljudstvu spoštovanje do sodnikov in zaupanje na pravico, da uvidevajo v sodnih uradnikih od dne do dne bolj le privržence političnih voditeljev laške nasprotne stranke, ki avstrijskih ustanovnih zakonov ne pozna nego sebi na korist:

    gledč na to, da so vse te razmere tu ob meji italijanskega kraljestva na škodo ugledu avstrijske države, na korist ugledu sosedue države ;

    se podpisani usojajo vprašati :

    1. Ali so Njega Prevzvišenosti justičnemu ministru znane kaotične, kričeče razmere pii sodiščih grofovine goriške in gradiške in pri deželnem sodišču v Trstu ?

    2. Ali misli poučiti omenjena sodišča o rabi uradnega, notranjega jezika in o rabi sodnega jezika v občevanju z ljudstvom s posebnim razločnim ukazom tako, da je rabiti v gori opisani slovenski skupini pokrajin s slovenskimi strankami le slovenski jezik ?

    3. Ali misli naložiti c. kr. višjemu sodišču tržaškemu, da daja sodnemu naraščaju prilike dovolj, učiti se slovenščine v dejanskem delovanju ?

    4. Ali misli ukazati sodnikom in predsednikom, da priporočajo za nastavljanje uradnikov le take osebe, o katerih so se istinito prepričali, da poznajo deželni jezik v govoru iu pisavi ?

    5. Ali misli ukazati sodnikom in predsednikom, da beležijo v kvalifikacijske tabele vestno sposobnosti glede znanja jezikov iu narodnosti v deželi ?

    6. Ali misli Njega Prevzvišenost imenovati za slovenske pokrajine le take uradnike, ki so istinito vešči slovenščini, naložiti že imenovanim, da v gotovem roku izkažejo znanje deželnega jezika, ter svojo voljo tudi dejanski pokazati s tem, da sega pn mlajšem naraščaju in v nujnem slučaju izpod področja c. k. višjega sodišča v Trstu v oni v Gradcu in Zadru, ter vposega disciplinarnim potom ?

    7. Ali misli Njega Prevzvišenost justični minister sporazumno z Njega Prevzvišenostjo ministrom notranjih poslov uplivati odločno na podrejene organe, da se predlagajo kot porotniki možje, ki so obeh deželnih jezikov zmožni, oziroma uplivati na to, da se ustanovite dve porotni klopi, ena za slovenske, druga za italijanske pokrajine ?

    8. Ali misli naložiti državnim pravdništvom, da izdajajo obtožnice proti obt >žencem slovenske narodnosti v slovenskem jeziku, predsednikom, da vodijo obravnavo, ter proglašajo sodbo v tem slučaju slovenski ?

    9. Ali misli naložiti državnim pravdnikom, da pri odklanjanju porotnikov delajo na to, da se jezikovnemu razmerju zadosti ?

    Y Gorici, dne 9. januarja 1896.

    Alfred Coronini, Blazij Grča, prof. Berbuč, Klančič, dr. Gregorčič, dr. Rojic, Lapanja, Muha.

    Gapitano: Ha chiesto la parola 1' onorevole Klančič per un' interpellanza riguardo alla scuola popolare slovena di Gorizia

    Klančič : Iuterpelacija poslancev A. Klančiča in tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda c. kr. ministra za uk in bogočastje radi slovenske šole v Gorici.

    Deželni šolski zakou z dne 6. maja 1870., dež. zaL št. 30. določuje v §. 38., kakor sledi: „ Ustanavljanje in vzdrževanja potrebnih ljudskih šol je skupna zadeva vsakega šolskega okraja, kateri ima tedaj skrbeti za vse njih materijalne potrebe in tudi za plačo učiteljskega osebja.'1 Zakon z dne 8. febr. 1869., dež. zak. št. 9, določuje v §. 18. obseg šolskih okrajev tako le : »Šolski okraji imajo tisti obseg, kakor politični okraji. Mesta, katera imajo lastno občinsko postavo, delajo vsako za se poseben šolski okraj." Po tem takem je mesto goriško, ki ima lastno občinsko postavo ali štatut, za se šolski okraj, ima ustanavljati in vzdrževati potrebne ljudske šole ter skrbeti za vse njih gmotne potrebe in tudi za plače učiteljskemu osebju. Državni zakon z dne 14. maja 1869, drž. zak. št. 62, postavlja kot uačelo, da je vsekakor treba napraviti javno ljudsko šolo povsod, kjer biva eno uro na okoli po petletnem povprečnem račuuu čez 40 otrok, ki morajo čez pol milje daleč

    6

    hoditi v šolo. Ministru za bogocastje in uk je naročeno, da izvrši te zakone, oziroma da izda, potrebne naredbe in ukaze podrejenim šolskim oblastvom, v prvi vrsti c. kr. deželnemu šolskemu svetu, da jih izvršč v svojem podrečju po določbah zakona.

    Vkljub tem jasnim določbam državnih in deželnih šolskih zakonov; vkljub temu, da šteje, goriška mestna občina, odštevši šolski okraj starogorski, ki je nad 4 km. od mesta oddaljen, po petletnem povprečnem računu nad 400 šolski dolžnosti podvrženih otrok slovenske narodnosti ; vkljub temu, da v smislu §. 20. državnega šolskega zakona roditelji ali njih namestniki ne smejo puščati svojih ali svoji skrbi izročenih otrok brez pouka, ki je zapovedan za občne ljudske šole; vkljub odloku najviše šolske oblasti v državi in razsodbi c. kr. upravnega sodišča; vklub svojemu lastnemu sklepu z dne 5. novembra 1895. mestni zastop goriški ni prišel še do tega, da bi ustanovil prepotrebno ljudsko šolo za mestne otroke slovenske narodnosti.

    Vsled tega so slovenski roditelji siljeni, da vzdržujejo ljudsko šolo na svoje stroške, ako hočejo, da so njihovi otroci deležni šolskega pouka.

    Odkar je društvo „Sloga" odpovedalo plačo svojim učiteljem, so sloveuski roditelji v največji negotovosti in nemiru. Za december je dala c. kr. vlada podporo, da se je nadaljeval šolski pouk za 480 otrok. Početkom januarja 1896. ni nikdo vedel, ali se bo šola nadaljevala ali ne. Po prijaznosti učiteljskega osebja se je začela šola z novim letom in 6. januarja se je nakazalo šoli zopet nekaj podpore, naj se nadaljuje s 4 razredi do 26. t. m. Za ostale 4 razrede morejo roditelji skrbeti in enako jim bo skrbeti za vse razrede po 16. jan, kajti ni nade, da bi mesto otvorilo šolo do tedaj.

    Mesto je obečalo šolo do 1. jan., pa je ni ustanovilo; zdaj jo obečuje do 16. jan., pa je gotovo ne bo. In če se posreči, da se šola resnično otvori 1. febr., je pa v takem kraju, da otroci je ne bodo mogli obiskovati, in da bodo roditelji zopet tam, kjer so zdaj.

    Vse je negotovo glede slov. šole v Gorici. Le to je gotovo, da „Sloga" ne more vzdrževati svoje šole in da mestne šole otroci ne bodo mogli obiskovati, če se nastani v podturenski kosarni.

    Iz vsega pa sledi, da 480 slov. otrok v Gorici ostane brez šole, ako ne bodo roditelji plačevali iz svojega žepa. Ali to je nezakonito; kajti občina ima dolžnost skrbeti otrokom za šolski pouk, in vlada ima dolžnost, prisiliti občino, da izpolni, kar je dolžna.

    Z ozirom na to vprašajo podpisani Njegovo Vzvišenost gospoda c. kr. ministra za uk in bogočastje :

    1. Kedaj otvori mesto goriško slovensko ljudsko šolo v takih prostorih, da jo bodo mogli obiskovati vsi sloveuski otroci mesta goriškega ?

    2. Kako hoče Njegova Vzvišenost poskrbeti, da dobi do tedaj 480 slov. otrok nepretrgoma postavni šolski pouk ?

    V Gorici, 9. januarja 1896.

    A. Klančič, Dr. Gregorčič, A. Muha, I. Berbuč, Alf. Coronini, J. Lapanja, Blazij Grča,

    Dr. A. Rojic, Dr. Turna.

    Capitano: Anche r onorevole Rojic ha chiesto la parola per un'interpellanza sullo stesso argomento.

    Rojic: Interpelacija poslanca dr. Aleksija Rojica do Njegove Vzvišenosti gospoda c. kr. ministra za bogočastje in uk.

    Podpisanec vložil sem kot zastopnik slovenskih roditeljev v Gorici, ki zahtevajo javno ljudsko šolo s slovenskim učnim jezikom, dne 16. in 21. novembra utok na visoko c. kr. ministerstvo za uk in bogočastje proti sklepu c. kr. deželnega šolskega sveta goriškega z dne 13. novembra 1895, s katerim je ta odobril bivšo vojašnico za silo, razdrapano poslopje v Podturnu, kot šolsko poslopje slovenski ljudski šoli, ki se ima ustanovili v mestni občini goriški na takem mestu, da bo dostopna vsem šolski dolžnosti podvrženim otrokom šolskega okraja goriškega postavnim potom ne daljšim od 4 km.

    V utoku navedel sem oči vidne in uradno potrjene razloge, ki spričujejo, da omenjeno odo-brenje vojašnice kot šolske hiše za slovensko šolo je nezakonito, ter sem radi tega pričakoval mirnim srcem ugodno rešitev svojega utoka. Splošno govori se in gotovo je, da c. kr. naučno ministerstvo je rešilo utok, kolikor se dii najhitreje, v sredi meseca decembra, ter da c. kr. deželni šolski svet je imel pisano rešitev že 20. decembra 1895. v rokah.

    Od tistega dne do danes pretekli so trije tedni ; c. kr. deželni šolski svet naznanil je rešitev svojim članom v seji dne 23. decembra, c. kr. mestnemu šolskemu svetu nemudoma ter 27. decembra deloma celo c. kr. politični oblasti v Gorici, le podpisaueu, zastopniku slovenskih roditeljev, ki so v prvi vrsti prizadeti, ni se še vročila dotična rešitev. Vajen sem sicer, da vsaktere moje vloge v tej zadevi, bodisi na visoko c. kr. naučno ministerstvo, bodisi na veleslavni c. kr. deželni šolski svet, ostajajo brez rešitve, ki bi se meni vročila, in molčal sem.

    Tudi v tem slučaju bi morda molčal, ako bi se dalo posneti iz projavov deželnega ali mestnega šolskega sveta, da je utok ugodno rešen. Ali v prej omenjeni podrtiji popravlja in kopa se na vse pretege in splošno govori se, da vojašnica bi imela služiti vsaj začasno kot šolsko poslopje. Po vesti ne morem privoliti niti v to, da bi se nezakonito poslopje začasno rabilo v namene slovenske šole, katera bi vsled tega že pri svojem začetku neizmerno trpela. Sovražniki slovenske šole v Gorici, pristaši nestrpne stranke, se že vesele, da je vojašnica odmenjena slovenski šoli, češ: otroci ne bodo hodili v šolo, ker ne bodo mogli — kar je popolnoma resnično — in tedaj sploh ne bo treba ustanoviti in vzdrževati šole, ali le navidezno, toliko, da se ne bo moglo reči, da ni slovenske šole v Gorici.

    Ti naklepi in te nade znane so tudi Njegovi Vzvišenosti gospodu cesarskemu namestniku v Primorju in predsedniku deželnega šolskega sveta, ki jih baje odobrava in bi jih rad izvedel, ako mogoče. Podpisanec ne more odobravati ni teh naklepov ni omenjene rešitve, ni postopala c. kr. šolskih oblastij napram njemu v zadevi omenjenega utoka, marveč pritoži se na c. kr. upravno sodišče zoper to, da se je nepostavno poslopje odmenilo v rabo slovenski šoli. V to potrebuje pismeno rešitev svojega utoka z dne 16. in 21. novembra.

    Zato stavlja na Njegovo Vzvišenost gospoda c. kr. ministra za bogočastje in uk naslednje

    vprašanje :

    Ali hoče Njegova Vzvišenost ukazati podrejeuim oblastim, da \roč6 podpisancu nemudoma rešitev njegovih utokov na visoko c. kr. ministerstvo z dne 16. in 21. novembra, ker jih potrebuje za pritožbo na upravno sodišče ?

    V Gorici, 9. januarja 1896.

    Dr. Al. Rojic.

    (idurante la lettura della predetta interpellanza i deputati italiani escono dalla sala alla spicciolata rimanendo solo gli on. Pajer e Bitter).

    Capitano : L' onorevole Tuma ha la parola per uu' iuterpellanza relativa alla scuola popolare slovena di Gorizia.

    Tuma : Interpelacija poslancev dr. Henrika Tume in tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda c. kr. ministra za bogočastje in uk radi slovenske ljudske šole v Gorici.

    Slovenski roditelji z ozemlja mestne občine goriške, izvzemši one, ki bivajo v šolskem okraju starogorskem, ki je nad 4 km. od mesta oddaljen, prosili so z raznimi vlogami, naj se ustanovi javna ljudska šola v mestu, katero bi mogli obiskovati njihovi otroci.

    Šolske oblasti in upravno sodišče so razsodili, da prošnja je opravičena, ter so izrekli, da mestna občina goriška je dolžna, ustanoviti slovensko ljudsko šolo na takem kraju, da bo dostopna vsem otrokom s pomočjo postavne poti 4 km.

    Ta ukaz se da natančno izvršiti, ako se dobi ali postavi šolsko poslopje novi šoli v sredi mesta, kamor ni od nobene točke mestnega ozemlja, izvzemši šolski okrog starogorski, ki je že itak sam za se in ločen od mesta, nad 4 km. poti.

    Ukazu se je uprla vladajoča stranka v mestu, ki trdi, da mesto goriško ima italijanski značaj, da ta značaj treba varovati pred vsem drugim, da slovenska javna šola, ako mora biti, ne sme biti v mestu, marveč zunaj mesta, da le v tem slučaju je mestnemu zastopu mogoče pozitivno sodelovati pri ustanovitvi te šole.

    Cesarski namestnik v Primorju, ki je ob enem načelnik deželnemu šolskemu svetu udal se je tej zahtevi toliko laže, ker je najbrže pričakoval, da tako se reši to šolsko vprašanje mirnim potom, in ker je bilo c. kr. namestništvo v Trstu, ki je pred mnogimi leti prvo postavilo in zagovarjalo to načelo z ozirom na slovensko ljudsko šolo, ki se je zahtevala v Trstu, rekoč, da slovenska šola v Trstu ni potrebna, ker slovenski otroci lahko zahajajo v okoličanske šole, ki niso oddaljene nad 4 km.

    Goriški upravitelji so le to zahtevali, kar jih je naučilo že pred leti veleslavno c. kr. namestništvo v Trstu. Zato so brez težave dosegli, da jim je c. kr. deželni šolski svet potrdil kot šolsko poslopje kosarno v Podturnu, na občinski meji proti Št. Petru.

    S tem je bila slovenska šola neizmerno oškodovana, predno se je ustanovila, ker se je postavila v tak kraj, kamor otroci ne bodo mogli zahajati, tako da na videz je bilo slovenskim roditeljem dano, kar so zahtevali, a v resnici jim ni bilo dano, ker njihovi otroci ne bodo mogli uživati šole, ki jim je odmenjena.

    Tako postopanje deželnega šolskega sveta je v popolnem nasprotju z njegovo nalogo, pospeševati ljudsko šolstvo v deželi, a ob enem je tudi v nasprotju z obstoječimi zakoni ter z njegovo razsodbo z dne 24. junija 1894.

    Deželnemu šolskemu svetu so bili, ko je to odločeval, na razpolago krivi podatki gled^S in oddaljenost podturenske kosarne od posameznih točk mestne preriferije, ob kateri bivajo slovenski šolski dolžnosti podvrženi otroci. Zato se je mogel začasno tolažiti vsaj s tem, da otroci, če tudi jako slabo postrežem, ne bodo imeli nad 4 km. poti v rečeno kosarno.

    Ali ko so stopili zastopniki slovenskih roditeljev na noge, priznati je moral deželni šolski svet, da pot v podtureusko kosarno je neopravičeno dolga ter da mnogim otrokom znaša nad 4 km, kateri vsled tega niso vezani hoditi v šolo.

    Naravna posledica bi bila, da bi bil deželni šolski svet, spoznavši svojo pomoto, preklical

    odobrenje podturenske kosarne ; pa tega ni storil. Trdovratno drži se poslopja, ki nikakor ni sposobno za to, v kar ga je namenil, ter skuša, kako bi mu odvzel vsaj kričeče znake nezakonitosti.

    Ta skrb dovedla je cesarskega namestnika v Primorju do čudne misli, naj se všolajo slovenski otroci na mestnem ozemlju goriškem v razne eno- in dvorazredne šole v okolici goriški, kamor jim ni nad 4 km poti

    Slovenski mestni otroci občine goriške, ki imajo pravico do štirirazrednice in do celodnevnega pouka na mestne stroške, naj hodijo v okoličauske eno- in dvorazrednice s "poludnevnira poukom, v prenapolnjene šole, ki niti domačih otrok nimajo kam dejati! Kako se more to zagovarjati ?

    Ta načelo cesarskega namestnika je slovenskim otrokom in slovenski šoli v Gorici silno nevarno. Ako je dovoljeno všolati otroke iz Grčine v Kronberg, s Solkanske ceste v Solkan, od Mosta v Pevmo, s Stračic v Podgoro, od Barke v Št. Andrež, kamor imajo po 3—4 km poti, ni razvidno, zakaj bi se ne smeli všolati v Št. Petru otroci z Goriščeka, s Pristave, s Korna, s Travnika, s Studenca, z Grada, iz Podturna, ki nimajo uiti 3 km poti v Št. Peter, kajti od bivše vojašnice v Podutrnu do šolskega poslopja v Št Peter je komaj 5-600 m

    S takim izvajanjem šolskega zakona bo sedanja vladajoča stranka v Gorici popolno zadovoljna, ker slovenski otroci izžeuejo se iz mesta, med tem ko se ustanavljajo italijanskim otrokom nepotrebne šole; ali slovenski občinarjj goriški morajo se temu odločno upreti.

    Ni verjetno da bi hotel deželni šolski svet goriški izvesti opisani načrt do zadnje točke ; ali če nima tega namena, naj tudi načela ne postavlja, ki dosledno vede do tega.

    Deželni šolski svet naj izvede svoj odlok z dne 24. junija 1894 s tem, da odloči slovenski šoli v Gorici tak prostor, ki je dosegljiv od vseh strani šolskega o k roga goriškega s pomočjo postavne poti 4 km. Tak prostor dobi se edino le v sredi mesta. Takemu prostoru se deželni šolski svet ne more ogniti, ako hoče vršiti svojo ualogo, ne ozirajoč se na to, kaj poreče k temu stranka, katero je postavil cesarski namestnik na čelo goriškemu mestu.

    Podpisani stavijo do Njegove Vzvišenosti gospoda c. k.i. ministra za bogočastje in uk sledeči uprašanji :

    1. Ali je znano Njegovi Vzvišenosti, da c. kr. deželni šolski svet goriški je naročil mestnemu šolskemu svetu goriškemu, naj stopi v dogovor z okrajnim šolskim svetom za okolico goriško, da se všolajo posmezni kraji na mestnem ozemlju goriškem v razne eno- in dvorazredne šole v šolskem okraju goriške okolice ?

    2. Kako more Njegova Vzvišenost opravičiti tako postopanje c. kr. deželnega šolskega sveta ?

    V Gorici, 9. januarja 1896. Dr. Tuma, Alf. Coronini, Dr. Rojic, Klančič, Muha, Blaži j Grča, Dr. Gregorčič, J. Lapanja, I. Berbuč.

    CapitatlO : Come ho delto tutte queste interpellanze sono dirette ali' Eccelso Governo, e mi faccio un dovere, di consegnarle al rappresentante del medesimo.

    Passeremo ora agli argomenti posti aH' ordine del giorno.

    II primo d la nomina di tre membri della commissione provinciale per la revisione del censo fondiario e dei sostituti.

    Io mi ero creduto in dovere di rnettere ali' ordine del giorno deli' odierna seduta questa nomina perchč il signor Luogotenente mi aveva irivitato a farlo siccome 1' argomento & d'iiiteressn generale ; pen) sopra desiderio di tutti gli onorevoli deputati, io ometto volentieri dali' ordine del giorno 1' argomento stesso, e passeremo quiudi al secondo puuto, che d il rapporto della Giuuta con

    cui avauza i conti consuntivi dei fondi da lei ammiuistrati deli' anno 1893 rimasti iuevasi uell' ul-tima sessione dietale. L' ouorevole Abram 6 pregato di riferire a noine della Giunta.

    Abram : (GN.. 5928), Eccelsa Dieta, In appendice al proprio rapporto dd. 18 dicembre 1895 N. 5928 si onora la Giunta provinciale di rasseguare a quest' Eccelsa Dieta ancora i seguenti conti consuntivi pro 1893 dei fondi da lei ammiuistrati che rimasero iuevasi uell* ultima sessione dietale, e precisamente : della Coltura forestale (N. 5468): Militari feriti ed ammalati (N. 5469) ; Scolastico (N. 5470); Dame (N. 5474); Provinciale coinunale (N. 5475) ; Depositi e danari estranei (N. 5476); Sordimuti (N. 5496), e Generale dei poveri (N. 5558), colla proposta che vengauo affidati per la disamina al Comitato di finanza.

    Visoki zbor, dodatno k svojemu poročilu z dne 18. decembra 1894 št. 5928 počastuje se deželni zbor predložiti še naslednje račune za leto 1883. zalogov, ki so v deželni upravi, pa niso bili rešeni v pretekli sesiji iu sicer: račun gozdorejskega zaloga (štv. 5468); zaloga za ranjene iu bolne vojake (štv. 5469,); šolskega zaloga (štv. 5470); gospinskega zaloga (štv. 5474); deželuo-ob-činskega zaloga (štv. 5475); naloženega in tujega denara (štv. 5476); deželne gluhonemice (štv. 5496); glavnega zaloga za uboge (štv. 5558), ter predlagati, naj se izročč finančnemu okseku v razpravo,

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere sopra questa proposta della Giunta?

    Non b il caso. Prego quiudi i Signori che sono d' accordo di demandare tutti questi conti consuntivi al comitato di finanza di voler rimanere seduti. (nessrno si aha).

    Segue il rapporto della Giunta provinciale sull' offerta di Francesco Skert di vendere un ritaglio di fondo aH' Istituto provinciale di sordimuti.

    Pajer: (GN. 4879/95) Eccelsa Dieta, II direttore deli'Istituto provinciale di Sordimuti Don Federico Leuardig produsse il 26 Ottobre p. p al N. 4879 un'offerta del Signor Franc. Skert di vendere al fondo deli' Istituto uu ritaglio di terreno il quale s' iusinua nel predio deli' Istituto per modo di guastarne la regolaritž, della forma, il un' area esigua di appena 115 tese quadrate aH'incirca, intestata a ditta deli' offerente sotto i numeri di particella 18/1 18/2 della Partita tav. 1265 del libro fondiario di Gorizia scevra da passivi ipotecari. II prezzo di f- 700.— che ue richiede lo Skert (S un p6 alto anche qual prezzo d' affezione. Attesoch& c' š pero della probabilitžt di averne nel corso delle trattative uua riduzione e d' altra parte non solo la Direzione trova pro-fittevole 1' acquisto pel modo che offrirebbe di correggere la figura geoinetrica del predio, ma pone in vista la speranza di potere fra uon inolto coprire la spesa colle economie deli' Istituto stesso, la Giunta prov. non esita di proporre aH' Eccelsa Dieta di deliberare:

    La Giuuta provinciale č incaricata di trattare col Signor Francesco Skert per 1' acquisto del fondo offerto in vendita coll' impegnativa dd. Gorizia 25 Ottobre 1895 e di farne 1' acquisto per conto del fondo deli' Istituto dei sordimuti peri) a quel prezzo iuferiore ai f. 700.— che dopo fiitte le necessarie pratiche informative avršt trovato corrispondente.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere sulla proposta della Giunta provinciale ? Non 6 il caso. Čredo dunque di metterla ai voti. I Signori che approvano la proposta stessa sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza). E' accolta.

    Segue ancora un rapporto della Giuuta provinciale con cui chiede la sanatoria per 1'assegno fatto a Giuseppa Ved. Kodermatz a sussidio del figlio Luigi študente.

    Prego 1' ou. Pajer di leggere anche questo rapporto.

    Pajer : (ON. 5307/95) Eccelsa Dieta, Gioseffa Kodermatz, vedova del def. Franc. Koderinatz il quale avea servito la Provincia in qualita di bidello della Scuola agraria, supplicava la Giunta per un contributo onde sussidiare il figlio Luigi študente nel terzo anno presso l'i. r. alta scuola tecnica in Graz. Questo figlio avea goduto sino al 22 agosto pp. un sussidio di educazione che eragli sta to concesso sino al veutesimo anno d' eta. Ma spirato il termine di questo favore maucava egli di ogni <ra risorsa che non fossero i t.enui aiuti cui la sua madre vecchia e cadente poteva a stento ca-vare da una povera iudustria. Nel passato estate si aggiunse ai suoi triboli anche uua malattia del figlio, e la Giunta proviuciale essendo informata di questi guai, stim6 di non dover negare al mo~ mento un soccorso senza del quale non si rendeva possibile la coutinuazione degli studi al figlio della petente, ed 6 in considerazione di ci6 che assegnava alla stessa con decreto 27 novembre a. c. N. 5307 1' importo di f. 50 a titolo di antecipazione sull1 importo che quest' Eccelsa Dieta tro-vera opportuno di concedere.

    Si onora ora la Giunta di proporre che 1' Eccelsa Dieta voglia deliberare :

    E' accordata alla Giunta proviuciale la sanatoria per 1' assegno fatto a Gioseffa Ved. Ko-dermatz a sussidio del figlio Luigi con decreto 27 novembre 1895 N. 5307 ed 6 incaricato il Comitato delle petizioni di proporre maggiori sussidi ulteriori che trovasse opportuni.

    Capitano : E1 aperta la discussione sopra quesla proposta della Giunta provinciale. Se noti viene chiesta la parola, metto ai voti la proposta stessa. (no) I Signori che si uniscono alla rnede-sima sono pregati di voler alzarsi. {maggiorama). E' accolta.

    Adesso ahbiamo di passare alla nomina del membro del Comitato delle petizioni a sensi della comunicazione fatta al principio della seduta. II Signor Candutti 6 pregate di ritirare le schede {gli vengono consegnate).

    Dal risultato delle schede, ottenue voti unanimi l' onor. Dr. Enrico Tuma, il quale far& parte del Comitato delle petizioni. Non posso indicare il giorno per la prossima seduta della Dieta, perch6 gi& cosi a stento ho potuto compilare un ordine del giorno per 1' odierua. Mi riservo quindi di iuvitare in iscritto i Signori raccomandando ai comitati di voler approutare sollecitameute il materiale che ad essi fu giž, asseguato. E con ci6 dichiaro chiusa 1' odierna seduta.

    «

    (Fine della seduta a ore 6V2 pom.)

    Contennlo: Annuncio petizioni. — Interpellanza Grča relativa al torrente Lepeu&ček. — Interpellanza Eojic al Capitano prov.

    circa la spedizione ali' Uffic':o Imposte e Capitanato di Tolmino di un atto in lingua italiana. — Interpellanza Rojic circa 1' iscrizione di fanciulli nella scuola popolare slovena in Gorizia — Consuntivo fondo sordimuti pro 1894. — Preventivo pro 1896 dello stesso fondo. — Consuntivo pro 1894 e preventivo pro 189G del fondo militi feriti. — Consuntivo pro 1894 e preventivo pro 1896 di diversi piccoli fondi. — Consuntivo pro 1894 e preventivo pro 1896 del fondo Dame. — Consuntivo pro 1894 e preventivo pro 1896 del fondo operai inabili al lavoro. — Consuntivo pro 1894 e preventivo pro 1896 del fondo prov. comunale. — Nomina del Comitato legale.

    Presenti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    e N. 19 deputati.

    (Principio della seduta a ore 5 pom.)

    Capitano : Trovandoci nei numero legale dichiaro aperta la seduta, e prego di leggere il verbale deli' ultima.

    flf. di Segretario (legge il P. V. della seduta del 9 gennaio 1896). Capitano : Se non viene fatta alcuua osservazione iu contrario al proeesso verbale teste preletto, lo dichiaro per approvato (non ne viene fatta). II proeesso verbale 6 approvato.

    Vennero presentate ali'Eccelsa Dieta le seguenti petizioni : di Giovanni Trost che pel figlio Giovanni alunno della scuola enologica di Klosterneuburg chiede un sussido ; — del Comitato stradale di Monfalcone il quale domanda che il tronco di strada dal quadrivio della stazione ferroviaria di Ronchi per Villaraspa a Bestrigna venga dichiarata regionale. Siccome la Giunta prov. fara oggetto di un rapporto separato in quanto alla premessa domanda, e siccome il comitato stradale stesso chiede contemporaneamente un sussidio, cosi la petizione passer& al comitato petizioni.

    Dopo ci sono le domande di sussidio di Maria Ved. Demonte, pel figlio Mario, študente legge, — della Societž, di soccorso a študenti medicina in Vienna, — del comitato deli' ospizio marino di Grado, — del comitato stradale di Cervignano, che chiede un sussidio di f. 3000 per quelle strade regionali, — e del Comitato della scuola popolare privata slovena che chiede un sussidio per una volta tanto. Tutte queste petizioni passeranuo al comitato delle petizioni.

    Poi ci sono due che saranno da demandarsi al comitato di finanza, quella cioe del Comune di Gorizia che donianda un contributo annuo fisso di f. 100 pel corpo dei pompieri; e della direzione della scuola agraria provinciale sezione italiana clie presenta due istanze deli' assistente Giov. Batta Marega per aumento di salario e gratificazione. Come dissi, queste due petizioni devono andare al Comitato di finanza perche si domanda in esse aumeuti stabili da doversi accogliere nel preventivo.

    Poi abbiamo una petizione della podesteria di Chiapovano che produce il progetto di una strada in Chiapovano superiore ; — di Giovanni Batič e con sorti di Sanpasso che ricorrono contro la separazione del comune locale ; della SocieU dei maestri del distretto di Tolmino in Caporetto che domanda il riconoscimento del diritto elettorale ai medesimi; del Municipio di Gorizia che domanda P approvazione al progetto di legge riflettente P imposizione ed esazione del soldo pigioni; — e un' altra petizione anche del Municipio che avanza il progetto di legge riflettente il contributo delle assicurazioni nel ramo iucendi pel mantenimento deli' istituzione dei corpi dei vigili e il regolamento di polizia per lo spegnimento degl'incendi. Tutte queste petizioni, ultime prelette, devono passare al Comitato legale. Perd questo comitato non 6 ancora costituito.

    Venuti: Siccome ci sono diverse petizioni gia state pubblicate che dovrebbero demandarsi ad un apposito comitato ; cosl faccio la proposta che la Dieta voglia procedere alla nomina di questo comitato.

    Capitano: Composto ? Venuti: Di sette membri.

    Capitano : Mi permetto domandare se questa proposta viene appoggiata ? (e appoggiata). In questo caso la metto ai voti. Prego i Signori che sono d' accordo colla proposta di passare alla nomina di un Comitato legale composto di sette membri, di voler rimanere seduti. (nessuno si aha). La proposta e accolta. Inviterb quindi i Signori di passare alla nomina di questo Comitato alla fine della odierna seduta.

    Sono state insinuate alcune interpellanze. L' onorevole Grča ha la parola. Grča: Interpelacija poslanca Blazija Grča iu tovarišev do visoke c. kr. vlade radi naprave odtoka hudournika Lepeušček pred Šempasom.

    Glede na to, da je visoka c. kr. vlada državno cesto pred Šempasom L 1883. znatno vzdignila in s tem proti cesti deroči hudournik Lepenšček vtesnila v njegovo strugo;

    gled6 na to, da imenovani hudournik ob nalivih tako narašča, da ob državni cesti, kjer se t6k vode lomi, izstopa, kar se je m. decembra 1895. dvakrat zgodilo ;

    glede na to, da je hudournik pret. decembra dvakrat preplavil in zasul z gruščem zemljišča ob državni cesti, ter žugal podreti državno cesto ;

    glede na to, da ta hudournik kakih 200 metrov od omenjene kritične točke se izliva v bližnji hudournik Ozeljanšček, in to tik mosta čez državno cesto, kjer napravlja primeroma velike zasipe in most stavi v nevarnost;

    glede na to, da visoka c. kr. vlada v varstvo državne ceste ravno zdajci namerava ob cesti postaviti varstveni zid (bran) prav tam, kjer se t5k hudournika lomi, ki bo vodo odganjal od državne ceste, toda ob nalivih je zaganjal in 6ul grušč na nasprotno zemljišče;

    glede konečuo na to, da je lahko temu hudourniku napraviti odtok črez (ozir. pod) cesto

    7

    v drugi kakih 300 metrov oddaljeni vodotok imenovan »Tribušček8, kar se je z ozirom na značaj hudournika uže 1. 1883., ko se je cesta višala, svetovalo organom c. kr. vlade ; vprašajo podpisani:

    Ali hoče visoka c. kr. vlada skrbeti za to, da se hudourniku Lepenšeek napravi odtok čez (pod) državno cesto pred Šempasom v bližnji vodotok Tribušček, da se bo po njem ob nalivih voda, ki bi sicer strugo Lepenščeka prestopala, odpeljala in izlivala v vodotok Tribušček ?

    V Gorici, 17. januarja 1896.

    Blazij Grča, Anton Klančič, Dr. H. Tuma, Berbuč, Alf. Coronini, Dr. Gregorčič^ Dr. Abram, Muha, Lapanja, Dr. Rojic.

    Capitano: Quest' interpellanza mi farb un dovere di passarla al rappresentante dell'Eccelso

    Governo.

    Commissario imperiale : Na inlerpelacijo častitega gospoda poslanca Blaža Grča opazujem da odredim inženija na lice kraja, da stvari pregleda in poda svoje poročilo.

    Capitano : L' onorevole Roje ha la parola per un' interpellanza.

    Rojic : Interpelacija deželnega poslanca dr. Aleksija Rojca in soposlancev na Njega Pre-vzvišenost deželnega glavarja radi laških dopisov deželnega odbora v slovenske pokrajine kronovine.

    Z dopisom z dne 27. nov 1895. štv. 5146/95., kojega se prilaga pod A, naprosil je deželni odbor goriški c. kr. davčni urad v Tolminu, naj izplača iz ustanove Rjaveč za leto 1893/94. c. kr. glavarstvu, ondi, za razdelitev med ubožnike občine Slap in Št. Viška gora znesek gl. 29'40 a. v., in to v laškem jeziku, vsled česa je c. kr. okr. glavarstvo v Tolminu obvestilo župni urad na Št. Viški gori po nemški.

    Ker je notranji uradni jezik c. kr. okrajnega glavarstva, in c. kr. davčnega urada v Tolminu

    nemški;

    ker c. kr. politična in finančna oblast na Primorskem priznava in spoštuje deželni jezik slovenski, nalagajoč, naj podložni uradi občujejo s strankami v slovenskih pokrajinah slovenski ;

    ker c. kr. okrajno glavarstvo v Tolminu in c. kr. davčni urad, ondukaj spoštujeta ukaze višjih oblastij in deželni jezik slovenski ter dejanski občujeta s slovenskimi strankami le slovenski;

    ker iz gori navedenega dopisa torej sledi, da deželni odbor goriški vsiljuje po slovenskem delu poknežene grofovine goriške in gradiščanske laščino:

    ker od laške stranke v deželi smatra nezaslišano drznostjo le misel, da bi isti deželni odbor izdajal dopise po furlanskem delu grofovine po slovenski; usojajo se podpisani v varstvo enakopravnosti in istovrstnosti slovenskih pokrajin in deželnega jezika slovenskega staviti sledeče vprašanje:

    1. Zakaj je izdal deželni odbor goriški dopis na c. kr. davčni urad in c. kr. okrajno glavarstvo v Tolminu z due 27. nov. 1895. št. 5146 laški ?

    2. Ali je Njega Prevzvišenosti, deželnega glavarja, resna volja odpraviti nepravilno in na škodo slovenskih pokrajin pristransko rabo laškega jezika po deželnem odboru 1

    V Gorici, dne 17. januarja 1896.

    Dr. Rojic, Alf. Coronini, D.r Gregorčič, A. Muha. Lapanja, B. Grča, Anton Klančič,

    Dr. Tuma, Berbuč.

    Capitano : To interpelacijo predložim deželnemu odboru in o svojem času odgovorim na njo v odborovem imenu.

    L' onorevole Rojic mi fa 1' interpellanza riguardo ad una nota della Giunta diretta al

    Capitanato distrettuale di Tolmino e redatta in lingua italiana. Ho risposto che riferir& la cosa alla Giunta prov. e che a suo tempo risponderč) a nome della Giunta stessa. L' onorevole Rojic ha la parola per un' altra interpellanza.

    Rojic : Interpelacija poslancev dr. Aleksija Rojca in tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda c. kr. ministra za bogočastje in uk.

    Po mnogih prošnjah slovenskih roditeljev v Gorici in po stiogih ukazih c. kr. vlade je c. kr. mestni šolski svet goriški slednjič vendar določil dneve, v katerih naj se vpisujejo slovenski otroci mesta goriškega v na novo ustanovljeno mestno ljudsko šolo. To so bili dnevi 13., 14. in 15. januarja, in sicer od 8. do 11. ure predpoldne.

    C. kr. mestni šolski svet goriški ima sicer, ako se ravna po predpisih šolskega zakona z dne 6. maja 1870 in po določbah državnega temeljnega zakona o državljanskih pravicah z due 11. decembra 1867, natančen zapisek vseh slovenskih otrok na ozemlju mesta goriškega in ouih, ki o-biskujejo zasebno ljudsko šolo društva »Sloga" ; vendar je hotel dati slovenskim roditeljem priliko, da se izjavijo, ali želijo res ljudsko šolo z maternim kot učnim jezikom s tem, da vpišejo svoje otroke v novo šolo.

    Iz postopanja mestnega šolskega sveta in njegovih organov o tej zadevi je razvidno, da mu je bilo na tem ležeče, da bi se pokazalo kolikor mogoče majhno število slovenskih otrok.

    Razglas c. kr. mestnega šolskega sveta z dne 10. januarja št. 6, s katerim so se naznanili roditeljem dnevi in pogoji vpisovanja, objavljen je bil, dasi namenjen slovenskemu občinstvu, samo v italijanskem jeziku. Razobešen je bil samo v mestu in ne tudi v okolici mesta goriškega, a še v mestu bil je potrgan že prvi dan skoro raz vseh zidov.

    Vpisovanje ni bilo zadostno razglašeno ; zato je moral šolski odbor, katerega so izvolili slovenski roditelji dne 5. januarja, izpolniti, kar je c. kr. mestni šoslki svet opustil, ter sporočiti roditeljem odredbo šolske oblasti.

    Vpisovanje vršilo se je tako, da izmed dveh odposlancev c. kr. mestnega šolskega sveta je eden vpisovanje vodil, roditelje izpraševal in potrebno narekoval, med tem ko je drugi vse to zapisoval. Navzoč član mestne policije goriške, previden s potrebnimi imeniki, razkazi in zapisniki, je ob enem kontroloval, ali se izpovedbe roditeljev ujemajo s podatki, ki so bili njemu na razpolago, ter je delal svoje opombe, ako se je pokazala kje kaka razlika.

    Prvi dan smelo je po več oseb h kratu v sobo, v kateri se je vpisovalo ; mestnij policaj stal je v predsobi, da bi vrdrževal red, ako bi trebalo ; ali ves čas, vse tri dni vladal je med občinstvom najlepši red.

    Drugi dan smeli so roditelji v vpisovalno sobo le po eden: mestni policaj je stal pred vrati vpisovalno sobo, a občinstvo v predsobi in po stopnicah. Tretji dan prihajali so roditelji pred vpi-sovalca eden po eden, policaj je stal na vratih predsobe, a občinstvo se je gnjetilo vrhu stopnic. Tako postopanje je imelo podobo nekake srednjeveške skrivne sodbe ter ni obujalo posebnega zaupanja pri čakajočem občinstvu.

    Ko je prvi dan odbila ura jednajst, vzdignila sta se vpisujoča uradnika in odšla, ne zmeneč se za roditelje, ki so že dolgo tam čakali na vpis. Drugi dan prišlo je več ljudij od onih prvega dne ; pa vpisovalca sta veliko počasnejše delala. Ob enajsti uri odšla sta zopet, rekoč, da imata tak nalog, ter sta pustila 60 do 70 roditeljev, ne da bi vpisala njih otrok. Nevolja med občinstvom bila je toliko večja, ker nekateri so prišli že drugič v Podturn, ne da bi bili mogli opraviti, kar so že-

    leli, in ker je večina navzočih morala pustiti delo in posle, da bi zagotovila svojim otrokom vpis v mestno šolo. Tretji dan je mestni župan vsled pritožbe to nekoliko odpravil in uradnika sta vpisovala, dokler je bilo ljudij.

    Ali tretji dan bila je druga neprilika. Že prejšnji večer je začelo snežiti in po malem deževati, da je bila drugi dan po vseh cestah bruzgalica in sneg, katerih otroci niso mogli zmagovati. Šolski odbor bil je prisiljen poskrbeti otrokom in roditeljem vozove, da so mogli od zasebne šole do pod-turnske kosarne, po blatnih cestah in nepotlakani uliei „Via Lunga".

    Yse te okoliščine so vzročile, da roditelji in otroci so trpeli mnoge nepriličnosti in da mnogi niso mogli niti do tega priti, da bi svoje otroke vpisali Zato je šolski odbor vložil prošnjo, naj se rok za vpisovanje podaljša, ozirom naj se vpisuje vsaj še prihodnjo nedeljo.

    Pri vpisovanju bila je mestnima uraduikoma vidna skrb. da sta vsled naloga, kakor sta rekla, kolikor mogoče otrok zavrnila. Dasi ne začne šola pred februarjem, bili so trije otroci zavrnjeni kot premladi, če tudi je eden rojen 6., drugi 8. januarja, a tretji 1. februarja 1890.

    Štirindvajset otrok je bilo zavrnjenih, ker so prestopili štirinajsto leto življenja, vkljub §. 32. zakona z dne 6. maja 1870., ki določuje, da otrok, ki je dolžan hoditi v šolo, sme se izbrisati še le potem, ko more s pričevalom javne ljudske šole dokazati, da že zna najpotrebnejše reči. Omenjeni otroci ne morejo tega dokazati, ker še vedno obiskujejo ljudsko šolo s pravico javnosti.

    Sedemnajst v Gorici nastanjenih otrok so zavrnili, ker njih roditelji bivajo drugod, ne glede na razsodbo upravnega sodišča z dne 4. febr. 1881. (V. 1001), ki pravi, da vse postavne določbe, zadevajoče všolovanje otrok — §. 59. drž. š. zak., §§. 1, 10, 11, 22 dež. š. zak. — kažejo na to, da pri všolovanju otrok odločuje edino le nijh bivalšče in nikakor ne bivališče njih roditeljev ali postavnih zastopnikov.

    Jeduajst otrok bilo je zavrnjenih s pretvezo, da bivajo v šolskem okraju starogorskem, dasi ni meja med mestnim in starogorskim šolskim okrogom, ki spada pod Gorico, natančno določena, dasi treba to mejo z ozirom na korist šole od mesta odrivati in ne pritegovati, dasi imajo dotični otroci v mesto samo četrt, k večjemu majhne pol ure, a na Ajšovico do šolskega- poslopja blizu ene ure hoda. M pravično siliti otroke iz bližnje mestne okolice, ko se napravlja v mestu štirirazrednica, posebno ko ti otroci že zdaj obiskujejo zasebno šolo v mestu.

    Dva otroka z Grčine, ki obiskujeta zasebno šolo v Gorici, sta bila zavrnjena z opazko, naj se dasta vpisat v Kronbergu. Jeden otrok, rojen iu stanujoč v Gorici, je bil zavrnjen, ker je mati pristojna v Št. Ferjan.

    Trideset otrok z Grčine, spadajoče pod Gorico, bilo je vpisanih z opombo, da morajo hoditi letos v šolo v Kronberg; a opomiti je, da šola v Kronbergu je prenapolnjeua, da nad 30 on-dašnjih otrok prav radi tega ni bilo sprejetih v šole početkom šolskega leta.

    Osem otrok od Barke je bilo vpisanih z opombo, da letos naj hodijo v šolo v Št. Andrež.

    Šestindvajset otrok ni bilo sprejetih, ker bivajo zunaj ozemlja mesta goriškega, med tem, ko se sprejemajo otroci iz okolice v italijanske mestne šole brez ugovora. Italijanski otroci iz Gorice hodijo v italijansko šolo v Podgoro, da le število množe ; slovenski otroci goriški se pošiljajo v Kronberg in v Št. Andrež; a slovenski otroci iz teh krajev se ne sprejemajo v mestno šolo goriško. Tor^j okolica naj sprejema goriške otroke, ne pa nasprotno. Kaka pravica je ta ?

    Podpisani stavljajo na Njegovo Vzvišenost gospoda c. k. ministra za bogočastje in uk naslednja vprašanja :

    1. Ali je Njegovi Vzvišenosti znano to postopanje c. k. mestnega šolskega sveta goriškega pri vpisovanju v slovensko mestno šolo goriško?

    2. Ali hoče Njegova Vzvišenost za to skrbeti, da bo mogoče vsem otrokom slovenske narodnosti na ozemlju mesta goriškega dobivati šolski pouk na mestne stroške v šolah z maternim kot učnim jezikom ?

    3. Ali hoče Njegova Vzvišenost ukazati, da se vsi šolski otroci, ki so se pri vpisovanju v mestno šolo nepostavno zavrnili, brez odloga vpišejo v to šolo ?

    V Gorici, 17. januarja 1896,

    Dr. Rojic, Alf. Coronini, I. Berbuč, Blazij Grča, A. Klančič, A. Muha, Dr. Gregorčič,

    I. LapaDja, Dr. Tuma.

    Capitano : Anche quest' interpellanza essendo rivolta aH' Eecelso Governo, la passo al suo rappresentante.

    Ora passeremo agli argomenti deli' ordine del giorno. II primo š la nomina di tre membri e di tre sostituti della Commissione provinciale per la revisione del censo fondiario.

    Essendo stato di nuovo espresso il desiderio di omettere questa cosa, lasciainola fuori anche questa volta.

    Al secondo punto abbiamo i rapporti del Comitato di finanza, e in primo luogo quello sul conto consuntivo del fondo sordimuti pro 1894. E pregato 1' onorevole Verzeguassi di leggere il rapporto.

    Verzegnassi: (GN. 5964/95) Eccelsa Dieta, Sottoposto ad esame il conto consuntivo del fondo Sordimuti pro 1894 trov6 il Comitato di finanza che :

    1.) gli introiti generali di questo fondo ascesero a .... f. 13328:09

    2.) gli esiti generali pure a....... . f. 13328:09

    quindi senza finale civanzo di cassa.

    Fra la competenza corrente ed il preventivo approvato pro 1894 vi sono varie differeuze. Negli introiti meritano di venire accennate :

    a) le rendite del bestiame, le quali di confronto alle preventivate con f. 13:— furono di.....: . . . . f. 248:65

    quindi in pih per.........f. 235:65

    b) il contributo variabile del fondo provinciale che fu, in seguito ai maggiori incassi in diverse rubriche ed ai vari risparml sulle spese,

    minore del preventivato per.......f. 1336:67Y2

    La maggior parte degli effettuati risparmi nelle spese si devono alla buona e saggia am-ministrazione della Direzione.

    Fra le spese diverse trovasi 1' importo di.....f. 358:05

    dei quali furono accordati al maestro Rudež f. 300:—

    a titolo rimuuerazione per una sua opera di sordomutica, da lui stesso pubblicata a proprie spese ; f. 50:— stati accordati a titolo di sussidio al portinaio deli' Istituto e f. 9:— stati pagati al sig. perito Streinz per le sue prestazioni in occaslone delle inscrizioni dei diritti dello stesso Istituto neL nuovo libro fondiario.

    Tanto il patrimonio in obbligazioni quanto i capitali investiti presso privati, come anche il valore dei beni iinmobili rimasero nel 1894 inalterati.

    Ci6 esposto, pregiasi il Comitato di finanza di proporre che Codesta Eccelsa Dieta si compiaccia di approvare il conto consuutivo del fondo Sordimuti per 1' anno 1894 con gl' iutroiti

    ed esiti generali negi' importi eguali di.......f. 13328:09

    ff. di Segretario : Potrjuje se računski sklep deželne gluhonemice za leto 1894 z enakim

    zneskom dohodkov in stroškov to je........gld. 13328:09

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta dei Comitato di finanza? Non š il caso. La metto ai voti. I Signori che approvano il conto consuntivo del fondo sordimuti pro 1894 sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si move). E' approvato.

    Segue il rapporto dello stesso Comitato sul conto preventivo del fondo sordimuti pro 1896. Verzegnassi: (GN. 5495/95) Eccelsa Dieta, Per le spese ordinarie deli' Istituto Sordo-

    muti per 1' anno 1896 si preventivano....... f. 15231:—

    e per le straordinarie.......... f. 870:—

    assieme f. 16101: —

    Confrontate le spese col preventivo pro 1895 si trova che sono mag-

    giori per ............. f. 1694:—

    e cib per la ragione principale che il numero degli allievi si š aumentato di 12,

    e perchš si ritiene necessario di acquistare dal Sig. Skert Francesco un ap-

    pezzamento di fondo attiguo a quello deli' Istituto.

    Gl' iutroiti totali si presume che saranno di .... f. 10943: —

    di cui fanno parte f. 5720:— che verrauno pagati dali' Istria per 24 allievi &

    f. 220:— ciascuno, poi f. 1800 che verranno pagati dal MagistratO di Trieste

    per 6 allievi a f. 300:— 1' uno e f. 550:— che verranno pagati da due altri

    allievi forestieri.

    Gli esiti totali si presumono in ...... f. 161()1: —

    per cui alla deficenza di ......... f. 5158:—

    ciod per le spese ordinarie con........ f. 4288.—

    e per le straordinarie con......... f. 870:—

    bisogner& far fronte col contributo variabile del fondo provinciale.

    Cio stante, si onora il Comitato di finanza di fare proposta, che piaccia a codest' Eccelsa

    Dieta di approvare il conto di previsione pro 1896 del fondo Sordimuti.

    a) con gl' introiti totali di........ f. 10943:—

    b) con gli esiti totali di........ f. 16101: —

    c) con la deficenza d i......... f. 5158:—

    da cuoprirsi con un contributo di un' eguale somma del fondo provinciale.

    ff. di Segretario: Potrjuje se preudarek zaloga deželne gluhonemice za leto 1896 :

    a) s6 skupnimi dohodki ........ gl. 10943:—

    i) „ „ stroški ........ gl- 16101:—

    in premankljejem......... gl. 5158:—

    ki se založi z doneskom iz deželnega zaloga v enakem znesku.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato di finanza? Non 6 il caso. La inetto ai voti. I Signori che sono d' accordo di approvare il conto preventivo del fondo sordimuti secondo le proposte testš prelette, vogliano rimaner seduti. (nessuno si aha) E' ap-provato.

    Segue ora il rapporto dello stesso Comitato di finanza sul conto eonsuntivo del fondo militari feriti ed ammalati pro 1894. L' onorevole Rojic 6 pregato di riferire.

    Rojic : (GN. 5959/95). Visoki zbor! Uprava zaloga za ranjene in bolne vojake za leto 1894 je bila po vsem redna in sklep računa se popolnoma vjema z glavno knjigo in z denarčnimi dnevniki.

    Dohodki tega zaloga, izvirajoči iz obresti glavnice, ki je naložena v

    obligacijah, znašajo..........

    gotovina poprejšnjega leta pa.........

    skupaj

    Stroški obsegajo : *

    a) stalne mesečne podpore po 4 gl. dvajsetim potrebnim dosluženim

    vojakom v znesku ..........

    med kojimi je pa zapopadenih 12 gl. izplačanih še-le leta 1894 za leto 1893. i) Podelile so se dalje podpore enkrat za vselej v znesku

    gl. 1186:83 80:787,

    gl. 1267:61 V2

    gl. 972:—

    Upravnih stroškov je bilo . . . ......

    in raznih stroškov pa..........

    za kar ni bilo nič preudarjenega.

    Skupaj

    V stroških prekoračen je proračun za skupnih .... pri dohodkih prigospodarilo se je pa na obrestih na novo ukupljene obligacije Po tem takem kaže se, da je ta račun splošno neugoden za

    Z ozirom, da ni oskerbovanju tega zaloga ničesar ugovarjati, predlaga finančni odsek : Visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Potrdi se računski sklep za ranjene in bolne vojake za leto 1894:

    • » 1.

    • » 59:—

    • » — :20

    • » 1098:20

    . gl. 10:20

    • v 1:83

    . gl. 8:37

    sfi skupnim zneskom dohodkov ...... . • . gl. 1267:61 V2

    sč skupnim zneskom stroškov....... • • • » 1098:20

    in z denarničnim preostankom...... . . . gl- 169:41 V2

    e pasivnimi zastanki........ . . • n 28:—

    in s premoženjem v obligacijah...... „ 30014:08 V4

    ff: di Segretario: Viene approvato il conto consuntivo del fondo per militi feriti ed am-

    malati per l1 anno 1894:

    con gl' introiti complessivi di....... . f. 1267:61 V2

    cogli esiti complessivi di . ...... . . . „ 1098:20

    e col civanzo di cassa di....... . f. 169:41%

    con le restanze passive di....... . » „ 28:—

    e col patrimonio in obbligazioni dello Stato .... • • ' » 30014:081/4.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questo conto ? Non e il caso. Metto ai voti la relativa proposta. I Signori che approvano il conto consuntivo del fondo militari feriti ed ammalati pro 1894 sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si move). E' approvato.

    Prego d i leggere il rapporto sul conto preventivo dello stesso fondo.

    Rojic: (GN. 5407/95). Visoki zbor! Finančni odsek je natančno pregledal od deželnega odbora v razpravo predloženi prevdarek za ranjene in bolne vojake za leto 1896. Iz tega se posnema, da so prevdarjeni:

    vsi dohodki na • . . . gl. 1195 —

    vsi stroški na ... ...... • . • y> 1091 —

    tak6 da bo koncem leta ostanka v gotovini .... • gl- 104 —

    Za leto 1895 prevdarjeni so bili dohodki na . . . „ 1189 —

    zatorej so dohodki leta 1896, koji znašajo .... • • • » 1195 —

    za . .. .«....«•• • gl- 6 —

    višji od poprejšnjega leta.

    Stroški tega zaloga bili so prevdarjeni leta 1895 na..... 1077: —

    in za leto 1896 so pa na...... . • • n 1091: —

    torej za ............. gl. 14:—

    večji od poprejšnjega leta.

    Vgodnejši prevdarek dohodkov za leto 1896 izvira namreč iz okoliščine, da ste se iz ostankov

    poprejšnjih let nakupili dve obligaciji, ki dasti nove dohodke na obrestih; stroški so se pa zvikšali zato, da bo mogoče podpirati prosilce za spremenljive podpore.

    Gledč torej na to, da je preudarek tega zaloga sploh redno sestavljen, predlaga finančni

    odsek:

    Visoki deželni zbor naj sklene :

    Potrdi se proračun zaloga za ranjene in bolne vojake za leto 1896' s skupnim zneskom

    dohodkov.............gl. 1195:—

    s skupnim zneskom stroškov .......... 1091:—

    in z ostankom v gotovini..........gl. 104:—

    kateri naj se obrestonosno naloži s kupilom državnih obligacij.

    ff. di Segretario : Viene approvato il Conto di previsione del fondo per militi feriti ed

    ammalati per 1'anno 1896 cogl' introiti complessivi di.....f. 1195:—

    cogli esiti di..........................1031:—

    e col civanzo di cassa di .......... f. 104:—

    da collocarsi a frutto mediante acquisto di obbligazioni dello Stato.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato di £nanza ? Non 6 il caso. Pregher6 di votare sulla medesima, e anzi di voler rimanere seduti quei Signori che ne sono d' accordo. {nessuno si alza) E' accolta.

    Prego ora V onorevole barone Locatelli di leggere il rapporto sul conto consuntivo pro 1894 e sul conto preventivo pro 1896 di diversi piccoli fondi.

    Locatelli: (QN. 5962/95). Eccelsa Dieta, Mi pregio in nome del comitato di finanza

    di riferire a quest' Eccelsa Dieta sul conto consuntivo dei diversi piccoli fondi per 1' anno 1894

    quanto segue :

    II civanzo deli' anno auteriore importa . . f. 115:45 J/2

    gl' introiti deli' anno 1894 . . . . • v 180:10

    assieme importa f. 295:55 Va

    con un esito di ........ • f. 211:13

    e con un civanzo di........ f. 84:42 V2

    11 patrimonio iu obbligazioni importa colla fine deli' anno 1894 . » 4100:—

    con una rendita annua di ...... . # V 172:20

    11 civanzo in contanti di ...... » 84:42 V2

    appartiene al fondo :

    Comitato di soccorso con ...... 9 60:45

    ed a quello delle multe dei funzionari comunali con • « D 23:97 V2

    Del pari il patrimonio in obbligazioni appartiene al fondo Comitato di

    soccorso 1' importo di........ » 3050: —

    ed a quello delle multe dei funzionari comunali a 1050:—

    II comitato di finanza propone che piaccia aH' Eccelsa Dieta di delibera e:

    Viene approvato il conto consuntivo per 1'anuo 1894 del fondo „per diversi piccoli fondi8

    con un introito di......... f. 295:55 V2

    con un esito di......... • • *> 211:13

    e con un civanzo di........ f. 84:42 V2

    uonchd un patrimonio in obbligazioui di f. 4100:— ed una rendita annua di f. 172:20.

    ff. di Segretario: Potrjuje se računski sklep »raznih malih zalogov" za leto 1894 z

    dohodkom.............gl. 295:55'/3

    s6 stroškom ............. 211:13

    in s preostankom............gl. 84:42 %

    in pa z imetjem v obligacijah v iznosu 4100 gl, katero daje gl. 172:20 letnih dohodkov.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato di finanza ? Non 6 il caso. Metto ai voti la proposta stessa. I Signori che l1 approvauo come fu teste preletta, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si move). E' accolta. Prego di continuare.

    Locatelli: (GN. 5434/95) Eccelsa Dieta, Per incarico avuto dal comitato di Finanza riferisco sul conto preventivo dei diversi piccoli fondi pro 1896 che presenta :

    gl' iatroiti di............f. 230:—

    gli esiti di............f. 12: —

    ed il civanzo di...........f. 218:—

    che appartiene al fondo Comitato di soccorso 1'importo di . ... „ 128:—

    Multe dei funzionari comunali.........B 90: —

    che verni investito in obbligazioni dello Stato in aumeuto del patrimonio che

    importava alla fine del 1894 .........„ 4100: —

    8

    gl. 230: —

    gl. 12:—

    gl. 218:—

    II Comitato di finanza si onora di proporre, che piaccia aH' Eccelsa Dieta di deliberare : Viene approvato il conto preventivo dei diversi piccoli fondi pro 1896 con un introito di ............ f. 230:—

    con un esito di........... „_12: —

    e col eivanzo di ...........f. 218:—

    che sart\ da investirsi in obbligazioni dello Stato in proporzione della proprietit dei rispettivi singoli piccoli fondi.

    fF. di SegretariO : Potrjuje se preudarek raznih malih zalogov za leto 1896 : z dohodkom .... se stroškom ....

    in s preostankom

    ki se ima naložiti na obresti z naku logov v primeri njihove lasti.

    Capitano : Suppongo che non si voglia domaudare la parola per discutere su questa proposta del Comitato di finanza. (no) La metto quindi ai voti. E i Signori che approvano il conto preventivo di diversi piccoli fondi pro 1896 sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accolto.

    Prego 1' onor. Rojic di riferire sul conto consuntivo del fondo Dame pro 1894 e poi sul preventivo dello stesso fondo pro 1896.

    RojiC' (GN. 5955/95). Visoki zbor! Računski sklep gospinskega zaloga za leto 1894 se popolnoma vjema z glavno knjigo in z denaruičnimi dnevniki.

    Ta razkazuje : vseh dohodkov ....

    vseh stroškov .... _

    in konečne gotovine pa ...........gl.

    Vsi aktivni zastanki znašajo

    pasivni pa.....

    Pri dohodkih prigospodarilo se je na obrestih na novo ukupljene obligacije pri stroških pa ........... .

    in to, ker ste bili dve prebendijski mesti več mesecev izpraznjeni.__

    Ta račun je toraj ugoden za............. gl. 185:13

    Ker ne razkazuje ta račuu drugače nobenih posebnosti, ki bi dajale povod kakoršuim koli ugovorom, vsoja si finančni odsek predlagati, visoki deželni zbor naj sklene : Potrdi se računski sklep gospinskega zaloga za leto 1894:

    s skupnimi dohodki...........gl. 6197:75

    s skupnimi stroški....................» 6009:40

    in z denarnim ostankom v gotovini s konečnimi aktivnimi zastanki s pasivnimi ,

    z zakladnim premoženjem 146150:-ninskih pravic ....

    6197:75 6009:40 188:35 82:88 x/2 205:94

    6:75 178:38

    gl. 188:35, 82:88 V,

    205:94,

    v obligacijah in v vrednosti nepremakljivega blaga in užit-........gl. 9946:10

    flf. di Segretario: Viene approvato il conto consuntivo del fondo delle Dame per 1' anno

    1894 cogli introiti complessivi di....., . . . f. 6197:75

    cogli esiti complessivi

    e col civanzo in contanti di . colle restanze attive di . e colle passive di . col patrimonio in obbligazioni dello Stato di ed in stabili e diritti usufruttuari di

    6009:40

    f.

    188:35

    82:88 V,

    205:94 146150:— 9946:10

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere sul conto consuntivo del fondo delle dame ? Non 6 il caso. Metto ai voti le proposte come furono teste prelette. I Signori che le approvano sono pregati di voler rimanere sedati. (nessuno si move). E' accolto. Segue ora il rapporto sul conto preventivo dello stesso fondo.

    Rojic: (GN. 5264/95) Visoki zbor! Finančni odsek je natanko razpravljal proračun go-spinskega zaloga za leto 1896 in spoznal, da je pravilno sestavljen.

    Ta razkazuje preudarjenih dohodkov .......

    stroškov ...........

    iu primankljaja ...........

    koji se bo pokril z odbitkom po 2°/0 od vsake prebende.

    Primerjaje proračun leta 1895 z onim lete 1896 se pokaže, da bo

    imel ta zalog v tekočem letu.........

    več dohodkov na aktivnih obrestih pri rnbriki »vrednosti nepremakljivega blaga in užitnih pravic" pa . ......... .

    gl. 6203: —

    gl. 6305:—

    gl. 102:—

    gl. 13: —

    gl-

    7:-

    Ker ni sicer o tem računu nič posebnega omeniti, predlaga finančni odsek, visoki zbor naj

    sklene

    Potrdi se proračun gospinskega zaloga za leto 1896 s skupnimi dohodki gl. 6203:— s skupnimi stroški...........gl. 6305:—

    in s primankljejem....................gl. 102:—

    koji naj se založi z 2°/0 odbitkom od vsake prebende.

    fF. di Segretario: Viene approvato il Conto preventivo del fondo delle Dame per 1'anno

    1896 cogl' introiti complessivi di ........ f. 6203:—

    cogli esiti..............6305:—

    e coll'ammanco di...........f. 102: —

    da cuoprirsi col diffalco del 2°/0 sopra ogni singola prebenda.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato di fi-r.anza? Non essendo il caso, la metto ai voti. E prego i Signori, che sono d'accordo colla rnede-sima di voler rimanere seduti. (nessuno si alsa). E' accolta.

    Prego P onorevole Verzegnassi di riferire sul conto consuntivo del fondo per operai inabili al lavoro pro 1894.

    Verzegnassi: {GN. 5958/95) Eccelsa Dieta, Dal Conto consuntivo della fondazione di S. E. il Signor Conte Capitano provinciale Francesco Coronini-Cronbeig per operai inabili al lavoro

    per 1'anno 1894 risulta che il patrimonio di questa fondazione, il quale alla fine deli'anno 1893

    ascendeva a............f. 9900:—

    si aumentč) nei 1894 di.............„ 2500:—

    provenienti dal generoso legato del fondatore, per cui lo stato del patrimonio alla

    fine del 1894 fu di ..........f. 12400:—

    Nei suo dettaglio il precletto conto dimostra che nei 1894 gl' introiti

    generali furono di...........f. 2464:10

    ai quali aggiunto il primario civauzo di cassa in contanti di . . . „ 66:59

    ascesero a ............ f. 2530' 69

    Essendo poi stata la somma generale degli esiti di. . . . „ 2495:30

    si ebbe un civanzo di cassa in contanti di.......f. 35:39

    La gestione di confronto al preventivo si mostra sfavorevole e precisa-

    mente gl1 introiti di ........... f. 3:90

    perchš gl' interessi di alcune nuove obbligazioni si maturarono appeua nei 1895,

    e presso gli esiti di ........... f. 17:90

    perche furono pagati interessi di conguaglio delle nuove obbligazioni, acquistate con la competenza di funzione di S. E. il signor Conte Capitano provinciale, e pagate le tasse di stampiglie.

    Cič> stante, si pregia il Comitato di finanza di proporre a Codest' Eccelsa Dieta che voglia approvare il conto consuntivo preaccennato per 1' anuo 1894 coi seguenti estremi :

    a) gli introiti generaii con........f. 2530:69

    b) gli esiti generali con ............„ 2495:30

    c) quindi cou un civanzo di cassa in contanti di . . • . f. 35:39

    ff. Segretario : Potrjuje se računski sklep ustanove nj. e. gospoda deželnega glavarja grofa Franca Coronini-ja za obnemogle delavce za leto 1894 :

    a) sš skupnimi dohodki.........f. 2530:69

    b) sei skupnimi stroški.......... 2495:30

    c) in z gotovino v blagajnici........f. 35:39

    Capitano: Yiene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato d i finanza ? Non essendo il caso, metto ai voti la proposta stessa. Prego i Signori che si associano alla medesima di voler rimanere seduti. (nessuno si move). E' accolta.

    Prego lo stesso relatore di riferire sul preventivo del fondo per operai inabili al lavoro. Verzegnassi : (GN. 5306/95). Eccelsa Dieta, Nei conto preventivo della fondazione di S. E. il Signor Conte Capitano provinciale Francesco Coronini-Cronberg per „Operai inabili al lavoro" pro 1896, la Giunta provinciale, in cousiderazione che colla fine del 1895 era ghi compiuto il ses-sennio menzionato uella lettera fondazionale, preventivft solo . . . . . f. 626.— quali interessi derivabili dal patrimonio di questa fondazione.

    Avendo perft il nobile fondatore nella sua generosiU verameute inesauribile notiziata la Giunta provinciale con atto presentato il 30 dicembre 1895 N. 6011 „di avere dedicato il suo emo-lumento durante tutto 1' anno 1896 in aumeuto del fondo intangibile della sua fondazione per operai inabili al lavoro", con ricerca che sia disposto 1' opportuno a quello scopo, trovč> il Comitato di

    finanza di accogliere in detto conto di previsione anche 1' importo di fiorini 2000 forinanti 1' accen-nato assegno di funzione di S. E. il signor Conte Capitano provinciale, cou gl'interessi relativi ascendenti a fi. 44.10.

    II patrimonio di questa fondazione ascende in oggi a e coll' elargizione or detta di......

    si aumenterš, a complessivi

    Agl' introiti preaccennati di devesi aggiungere l1 importo di con gl1 interessi rispettivi di

    per modo che gl' introiti totali di questa fondazione si preventivano con Gli esiti poi saranno

    a. per spese di regia.......f.

    b. per diverse

    c. 1' importo da collocarsi a frutto per cui assieme ....

    Dei restanti.....

    verrauno messi a frutto .

    f. 14.900 „ 2.000

    32.-1.—

    65,—

    . f. 16.900: —

    . f. 626:—

    51 2.000:—

    • » 44:—

    " » 2.670.—

    . f. 98:—

    • » 2.572:—

    • » 2.000: —

    . f. 572: —

    e percič pro 1896 rimarra disponibile un civanzo di fiorini

    Vogli a pertanto quest' Eccelsa Dieta compiacersi di approvare il conto preventivo per 1' anno 1896 della fondazione di S. E. il Signor Conte Capitano provinciale Francesco Coronini-Crouberg per operai i nabili al lavoro

    a. con gl' introiti di..........f. 670:—

    b. con gli esiti di............ 9$:—

    quindi con un civanzo disponibile di........~ 572:_

    fF. di Segretario : Potrjuje se preudarek ustanove nj. eksc. gosp. deželnega glavarja grofa Franca Corouini-ja v pomoč obnemoglim delavcem za leto 1896 z dohodki. . gl. 670:— se stroški.............. 98: —

    in z razpoložljivim preostankom.........gl. 572:—

    Capitano : Non venendo chiesta la parola per combattere la proposta del Comitato di finanza, metto ai voti la medesima, e prego i Signori che approvano il conto preventivo per operai inabili al lavoro secondo la proposta testd preletta, di voler rimanere seduti. (nessuno si alsa). E' accolto. Bicerco 1' onorevole Berbuč di riferire sul conto consuntivo del fondo provinciale comunale pro 1894.

    Berbuč : (GN. 5960/95) Visoki deželni zbor ! Račun provincijalno-občinskega zaloga za leto 1894 razkazuje :

    stalnih dohodkov...........gl,

    in prištevajo jim gotovino začetkom upravnega leta v znesku „

    doneskov skupno .........

    2114:70 229:17 V2

    Stalnih stroškov je imel zalog

    gl. 2343:87 V2 gl. 1784:21

    za nakup obligacij je izdal.........gl- 198:60

    in gotovina koncem leta je znašala........„ 361:06 V3

    skupaj gl. 2343;87V2

    Premoženje se je pomnožilo s tem, da so se nakupile državne obligacije v nominalni vrednosti 200 gl.

    Uvažujš, da so vsi postavki v dohodkih in stroških pravilni in opravičeni, stavlja finančni odsek nastopni predlog:

    Visoki deželni zbor naj izvoli skleniti:

    Potrdi in odobri se račun provincijalno-občinskega zaloga za leto 1894

    z dokodki ............gl- 2343:87y2

    s stroški.............* 1982:81

    in denarnim preostankom........... 361:06 7Ž

    Založno premoženje tega zaloga znašalo je koncem leta gl. 50450 nominalne vrednosti v državnih obligacijah.

    fF. di Segretario: Viene approvato il conto eonsuntivo del fondo provinciale-eomunale

    peli'anno 1894 cogl'introiti di.........f. 2343:87 %

    cogli esiti di............. 1982:81

    e coll' avanzo di cassa di..........f. 361:0672

    II patrimonio di questo fondo importava alla fine deli' anuo 1894 f. 50450 iu obbligazioni dello Stato.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere sulla proposta testd fatta a nome del Comitato di finanza ? Non essendo il caso, la metto ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha). La proposta & accolta. Segue il rapporto sul conto preventivo dello stesso fondo.

    Berbuč : (GN. 5408/95) Visoki deželni zbor! Proračun provincijalno-občinskega zaloga za leto 1896 razkazuje 24 gl. več čistega doneska nego za leto 1895. Ta višji donesek, izvirajoč od obrestij na podlagi proračuna za leto 1895 nakupljenih obligacij, znaša prav za prav okroglih 25 gl., a ker so proračunjeni stroški za leto 1896 za 1 gl. viši nego prejšnje leto, preostaja spred navedena vsota.

    Iz tega proračuna je razvidno, da znašajo skupni dohodki okroglih . gl. 2144:—

    stroški pa............, 1817:—

    preostaja torej čistega dobička..........gl. 327:—

    Uvažujč vsestranko pravilnost in opravičenost tega proračuna predlaga finančni odsek :

    Visoki deželni zbor naj izvoli skleniti:

    Sprejme iu potrdi se proračun provincijalno-občinskega zaloga za leto 1896 :

    z dohodki......... . . gl. 2144:—

    s stroški......,....... 1817:—

    in preostaukom............gl. 327:—

    ki uaj se o pravem času obrestonosno naloži z nakupom državnih obligacij.

    fF. di Segretario: Vieue approvato il conto preventivo del fondo provinciale comunale per 1' anno 1896

    cogl'introiti di ...........f. 2144:—

    cogli esiti di............„ 1817: —

    e col risultante avanzo dl • • j • • • • • • • f• 327: — il quale sarii a tempo da collocarsi a frutto mediaute acquisto di obbligazioni dello Stato.

    Capitano : Mi permetto interpellare i Signori se desiderano d i prendere la parola per di-scutere sulla proposta del Comitato di finanza testš preletta. Vedo cbe non š il caso, la metto ai voti. I Signori che approvano il conto preventivo del fondo provinciale comunale pro 1896 secondo la proposta preletta, sono pregati di rimaner seduti (nessuno si aha) E accolta.

    Essendo esaurito 1' ordine del giorno, io invito ora gli onorevoli Signori di passare alla nomina del comitato legale, la cui costituzione venne deliberata al principio della seduta. Li prego di consegnare le schede. Signor Candutti le raccolga. (vengono consegnate al Presidente)

    Lo scrutinio 6 semplice, le schede portano tutte gli eguali nomi, una sola scheda in lucgo deli' onor. Venuti porta il nome deli' onor. Marani. Sono stati eletti i seguenti onorevoli Signori : Pajer, Venuti, Lovisoni, Verzegnassi, Tuma, Grča e Muha.

    Io sospendo la seduta perchd il comitato stesso possa passare alla sua costituzione. (la seduta e sospesa. Bopo poclii minuti)

    Dichiaro riaperta la seduta e ho 1' onore di comuuicare che il comitato legale si š co-stituito, e ha nominato e suo presidente 1' onorevole Pajer e a Vicepresidente 1' onorevole Venuti.

    Io mi riservo di invitare i Signori in iscritto ad una prossima seduta della Dieta non senza raccomandare loro di voler lavorare con sollecitudine giacchč la meU del tempo concesso ai nostri lavori 6 gi& trascorso.

    Con ci6 dichiaro chiusa 1' odierna seduta.

    (Fine della seduta a ore 7 pom.)

    Conteuuto: Comunicazione della nomina a deputato provinciale del Conte Giacomo Panigai. — Verificazione del P. V. dell'an-tecedente seduta. — Proposta del deputato Grča di avanzare una petizione perche sia provveduto ad un numero maggiore di vivai per la coltivazione ed innesto di viti americane. — Interpellanza Dottori relativa alla commissione per la prossima revisione del censo fondiario. — Interpellanza Marani circa 1' erezioue della seconda scuola popolare mista con lingua d' insegnamento slovena in Gorizia — Altra interpellenza Marani circa al rispetto dovuto alle prescrizioni di legge riguardo alla predetta scuola. — Interpellanza Verzegnassi circa ali' evasione sul memoriale prodotto dalla Giupta della Camera degli avvocati in Gorizia. — Interpellanza Lovisoni circa P istituzione di un' universiti italiana. — Interpellanza Venuti circa il procedere eccezionale del Governo rispetto alla neoeretta scuola popolare slovena in Gorizia. — Interpellanza del Conte Panigai circa al Comitato costituitosi per la erezione di una scuola slovena in Gorizia. — Interpellanza Michielli circa ai docenti nella scuola slovena predetta. — Interpellanza Grča relativa ali'influenza esercitata sui genitori perche levino i fanciulli dalla scuola slovena predetta. — Interpellanza Rojic sulla intimazione di evasione ai rappresentanti dei genitori sloveni in Gorizia di una loro rimostranza. — Interpellanza Turna, se 6 vero che la predetta scuola ha principiato col 20 gennaio corr. — Proposta d' urgenza affinchš rimanga in vigore a tutto febbraio 1' esercizio provvisorio del fondo prov. — Nomina dei membri della commissione per la revisione del censo fondiario.

    Presenti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    e N. 20 deputati.

    (Principio della seduta a ore 5 pom.)

    Capitano : Trovandoci nei numero prescritto dal Regolamento dichiaro aperta la seduta. Anzitutto ho 1' onore di comunicare che in seguito alla rinuncia a deputato provinciale deli' onor. Benardelli fu indetta una nuova elezione, e venue eletto a deputato provinciale 1' onorevole Giacomo Conte Panigai. Siccome egli 6 comparso oggi in quest' aula dietale, lo invito a prestare la solenne promessa prescritta dal Regolamento. (legge la formola. lndi il neoeletto deputato si appressa al seggio del Presidente e dandogli la mano dice: Prometto).

    Prego ora di leggere il protocollo deli' ultima seduta. flf. di Segretario (legge il P. V. della seduta del 17 gennaio 1896). Capitano : Se non viene fatta nessun' osservazione riguardo al protocollo testš preletto lo dichiaro per approvato. (non viene fatta). E' approvato.

    Viene insinuata dali' onorevole Grča e consorti la seguente proposta:

    Deželnemu odboru se nalaga, da pošlje visokemu c. kr. kmetijskemu ministerstvu peticijo, da bi izvolilo v pokneženi grofovini goriški in gradiški ustanoviti večje število trtuic za vzgojo in požlahtneuje ameriških trt in da nastavi deželnega nadzornika za kmetijsko gospodarstvo.

    S' incarica la Giunta provinciale di iuoltrare ali' eccelso i. r. Ministero d' agricoltura una petizione perchč si compiaccia di provvedere Della principesca Oontea di Gorizia e Gradišča ad un mag-giore numero di vivai per la coltivazione e 1' innesto delle viti americane ed istituire un ispettore provinciale agrario.

    La motivazione di questa proposta metterb ali' ordine del giorno della prossima seduta.

    Vennero presentate le seguenti petizioni ali' Ecc. Dieta. Del Consorzio acque in Podgora che domanda un sussidio per lavori di riparo alle sponde deli'Isonzo, — di Giovanni Vidmar che domanda un sussidio pel figlio allievo della scuola di maniscalchi iu Lubiaua, — di Giuseppe Pe-teani militare iuvalido che chiede un sussidio, — di Antonio Baschi di Foglia.no che chiede un sussidio pel figlio Vittorio allievo della scuola industriale di panierai, — della podesteria di Merna che chiede un sussidio per la costruzione di ponte oltre il Vippaco, e della podesteria di Trenta che

    prcduce istanza di quella rappresentaiiza comunale per la conservazione del pascolo delle capre. _

    Queste petizioni passeranno al comitato delle petizioni.

    Poi abbiamo quella del Municipio di Gorizia che domanda 1' approvazioue al progetto di legge sulF introduzione di tasse coinunali; — di Antonio Race fu Podesta di Rodik che domanda il condono di multe pagate per ritardata produzione di resoconti, e di Giuseppe Babič fu podesta, di Rodik che domanda anche il condono di mul le per ritardata produzione di resoconti.

    Queste petizioni passeranno al Comitato legale.

    Furono poi insinuate alcune interpellanze le quali sono tutte rivolte ali' Ecc. Governo. che mi farb un dovere di passarle al rappreseutante del inedesimo. La prima b deli' onorevole Dottori. Gli concedo la parola.

    Dottori: La legge 24 maggio 1869 § 41 prescrive la revisione del catasto per P imposta fondiaria, dopo trascorso un periodo di 15 anni da quello del primo riparto deli' imposta.

    Scadendo ora questo periodo, la recente legge pubblicata il 1 gennaio a. c. nel Bollettino della legge deli' Impero, puntata III, da le disposizioni dovute per la costituzione della commissione provinciale, alla quale deve affidarsi la prossima revisione.

    A sensi della legge stessa (art. 1.) alla rappresentenza provinciale spetta 1'elezione di tre membri effettivi e di tre sostituti, aH' i. r. Governo b poi riservata la nomina di altrettanti membri a completare la commissione.

    Alla commissione stessa spetta :

    il rilevare gli eventuali mutamenti di coltura, il togliere le sperequazioni nella tariffa ri-guardante la rendita;

    il coordinare alle diverse classi di produttivita le relative colture.

    Arduo 4 gia per questo compito ; e tanto piu sara gravido di difficolta pei nostri fi-duciari, iu quanto che trattasi di eliminare gli errori del passato e di porvi riparo.

    Non dobbiamo perb illuderci e ritenere che, fatta la nomina, noi siamo sgravati d' ogni responsabilita. No, perchb la commissione da noi eletta b emanazione nostra, e noi quindi siamo i primi responsabili deli' operato di quella. Importa quindi assai che i nostri voti cadano su persone

    9

    che corrispondano allo scopo che ci prefiggiamo, cio6 al bene del nostro paese ; e che abbiano a sollevarci dali'attuale triste nostra posizione, alla quale fummo condannati appunto dali'operato che ora si sta per rivedere.

    Perchč 6 bene si ricordi che la ora rigente tarifa non 6 opera delle commissioni distrettuali. Queste, coinposte di persone che per lunga pratica agricola locale sono a conoscenza della natura e della produttivitji, dei terreni, delle condizioni climatologiche, degli accidenti atmosferici ; della di-versitž, della coltura, delle spese di coltivazione inerenti, delle condizioni del mercato, ecc., sono le sole che possono con vera competenza esaurire tutti gli studi dalla legge prescritti (§ 24) facendo ali'occorrenza un viaggio d'ispezione nel distretto, esaminaudo accuratamente gli ammennicnli ad essa presentati e le altre pezze d' appoggio, completaudoli e rettificandoli con riguardo a tutte le circostanze di fatto, delle quali la legge vuole si tenga conto.

    Ora queste commissioni distrettuali, per quanto con tendenziose insinuazioni si volle da taluno far credere il contrario, proposero una tarifa ben differente da quella in vigore. Questa invece ci fu calata dali' alto, dalle commissioni superiori, composte di persone, la maggioranza delle quali mancava di cognizioni pratiche sulle condizioui locali della nostra agricoltura non solo, ma era nell' impossibilitš, di formarsene un concetto esatto, e quindi giudicava sulla fede ed in verba magistri di un referente, esso pure estraneo al paese che ci doveva tassare.

    Da cič> 1' inevitabile conseguenza che le tarife dei distretti, compilate col concorso degli ammennicoli, voluti dalla legge, dalle commissioni distrettuali; e cio6 dalle persone piu competenti e piu pratiche, veunero invece dalle commissioni superiori nientemeno che raddoppiate.

    E quindi quella non fu una perequazione, ma bensi una vera sperequazione fra distretto e distretto, fra provincia e provincia.

    Noi quindi ora troviamo nella fiuitima provincia Istriana e precisamente a Capodistria, iu quella plaga tanto nota per la produttivitž,, squisitezza e precocitš, delle frutta e degli ortaggi che nella vicinissima Trieste trovano smercio facile e rimunerativo, a Capodistria, dico, troviamo gli orti segnati colla rendita da f. 25.00 a f. 2.30, — laddove nel terzo distretto d' estimo di Gradišča, a Cervignano, li troviamo invece tassati con f. 30.00 a 12.00 ; e cio6 aH' ultima classe degli orti di Cervignano 6 attribuita una rendita quintupla di quella deli' ultima classe di Capodistria.

    Agli aratori dei due distretti dell'Istria (Capodistria e Parenzo) 6 attribuita una rendita di f. lo e 11 per le prime classi, e f. 1.00 e di soldi 75 per le ultime classi. Nei quattro distretti formanti il distretto destimo di Gradišča f. 22.50 a f. 28.00 per le prime classi, f. 2 50 e f. 3.20 per le ultime; fra le quali, & a notarsi, figurano aride e montuose terre del Carso. I prati nel distretto d'estimo di Gradišča sono segnati colla rendita di f. 24.00 a f. 27.00 nella 1.a classe, f. 2.00 a 3.50 nell' ultima. In questa sono compresi terreni soggetti al flusso e riflusso del mare. In Istria alla l.a classe & segnata la rendita di f. 12.— a f. 16.— ; f. 0.35 a 0.75 nell' ultima.

    Le vigne deli' Istria, i di cui prodotti sono tanto superiori ai nostri, variauo da f. 10 a 20 le prime classi, da flor. 1 ad 1.10 le ultime; nel distretto d'estimo di Gradišča da fior. 20 a 30 le prime classi, da fior. 3 a 3.50 le ultime ; ossia il triplo e piu.

    I pascoli deli'Istria f. 1.50 la l.a cl., f. 0.04 1'ultima ; uel Gradiscauo f. 4.00 a 5.50 la La cl., da f. 0.20 a 0.40 le ultime; nientemeno che dieci volte la corrispondeute classe del-1' Istria.

    I boschi deli'Istria da f. 1.70 a 3.20 le prime classi; da f. 0.20 a 0.70 le ultime.

    Nei distretto d'estimo di Gradišča da f. 6.75 a f. 8.75 le prime classi; da f. 2.20 a 3.10 le ultime, nelle quali sono comprese le sterpaglie del Carso, con una rendita fino 11 volte le ultime classi deli' Istria.

    Se poi passiamo a confrontare le rendite attribuite ai fondi nostri con quelle dei terreui della Carniola, il risultato diuiostra pur sempre come i nostri siano molto aggravati. Prender6 i due migliori, i piti ubertosi distretti della Carniola : quello di Lubiana citU, e quello di Lubiana cir-condario; e li raffronter6 col secondo di Gradišča che, dei quattro di cui si compoue quel distretto, 6 il terzo per feracita.

    Nei pomerio della citta di Lubiana gli aratori sono seguati f. 17.50 (La classe) e f. 2.00 (ultima classe).

    Nei distretto di Lubiana circondario f. 15.— (I.a classe) e f. 0:95 (ultima classe).

    Nei distretto di Gradišča f. 23.— (I.a classe) e f. 5.— (ultima classe); duuque questi ultimi piu di 5 volte la corrispondente classe di Lubiana circondario.

    I prati di prima classe f. 18.50 nei pomerio di Lubiana; f. 17.00 nei suo circondario; f. 24.— nel distretto di Gradišča. I prati di ultima classe f. 1.20 nei pomerio di Lubiana ; soli soldi 95 nei suo circondario; ben f. 5.— nei distretto di Gradišča; ossia anche piu di 5 volte tanto. Gli orti di prima classe f. 22.— uel pomerio di Lubiana; f. 17.— nei suo circondario: f. 30.— a Gradišča.

    Quelli di ultima classe f. 5.75 nei pomerio di Lubiana; f. 1.90 nei suo circondario; f. 11 nei distretto di Gradišča; ossia di sei volte quelli.

    Esporrd, in via sommaria, anche le cifre relative alla Carintia.

    Gli aratori di prima classe colš, variauo fra i f. 7.25 ed i f. 20.— ; quelli di ultima classe da soldi 80 a f. 1.30.

    Nei distretto di Klagenfurt ai boschi b asseguata una rendita da f. 3.60 (I.a classe) a f. 0.30 (ultima classe)

    In tutti gli altri distretti della Carintia, la rendita si aggira fra f. 1,— e f. 2.50 per le prime classi e si riduce a soldi 10 a 30 per le ultime.

    Queste cifre sono da per se stesse sufficientemente eloquenti, e dimostrano ad esuberanza la disparita fra la nostra e le altre provincie.

    Mi sono alquanto dilungato nella esoosizione, a costo anche di riescire tedioso, perchš voli i dimostrare che, in tutti i generi di coltura, ai terreni nostri sono assegnate rendite esagerate tanto in relazione alle provincie contermini, quanto in relazione alla produttivitš, dei nostri terreni che, purtroppo, non 6 si elevata.

    Nei confronto ho accennato al solo distretto d' estimo di Gradišča, della nostra provincia, nella supposizione che il collega prof. Berbuč abbia trattato, sere sono, lo stesso argomento, istituendo confronti fra i nostri distretti montani costituenti la parte alta della nostra provincia, e le provincie limitrofe. Ma nou avendo io potuto comprendere il senso del suo discorso, non ho voluto even-tualmente invadere il suo campo, nš ripetere cose da lui esposte, il che avrebbe potuto procurarmi la taccia di plagiario.

    Ad ogni modo čredo di aver ugualmente dimostrato, nell' iuteresse generale nostro, che 1' operazione imposta ai vari distretti d' estimo dalle commissioni superiori, produsse in questa nostra provincia la sperequazioue, non la perequazione della rendita catastale.

    Perchš non 6 il caso di ritenere, n& cid 6 nei nostro conviucimeuto, che alle altre pro-vincie sieno assegnate rendite inferiori alle reali; quindi la disparitž, non pu6 essere corretta, che col ridurre le nostre tariffe a prezzi piii conformi alla realtS, E quindi necessit4 porsi tutti d' accordo, e nominare a nostri fiduciari nella istituenda commissione, persone idonee che sappiano, pos-sano e vogliano prestarsi ali' uopo nei senso di giustizia, come vuole la legge stessa.

    I sottoscritti ammaestrati dalle risultanze avute aH'epoca deli'istituzione del uuovo censo, e convinti, pel materiale confronto tanto della parte piana che della parte montana della nostra pro-vincia colle limitrofe, che 1' estimo esistente š una vera e reale sperequazioue della rendita delle varie colture Dostre relativamente a quella delle provincie contermiui; convinti che questa sperequazione č da attribuirsi unicamente alla poca conoscenza delle condizioui del nostro paese da parte dei referenti ed ispettori designati dal Governo, fanuo ali' Eccelso 1. R. Governo la seguente interpellanza:

    E' intenzionato 1' Eccelso Governo di destiuare dal canto suo nella commissione per la prossima revisione del censo persone che, come lo vuole il § 10 della legge 24 maggio 1869, abbiano le cognizioni di economia, delle lingue del paese, e sieno aH' altezza del loro compito e che esaurendo tutte le pratiche, che la legge stessa providamente stabilisce per uu giusto accertamento della rendita catastale, sieno atte a ristabilire quell' equilibrio che giustizia reclama ? (firmati) Dottori, Pajer, Venuti, Ritter, Locatelli, Lovisoni, Verzegnassi, Panigai, Michielli, Marani.

    Marani: Eccelsa Dieta, Come consta a codest'Eccelso Consesso addi 20 corrente venue aperta in via agraria di questa cittš, una seconda civica scuola popolare mista con lingua d' inse • gnamento slovena.

    II comune di Gorizia protesta sempre contro 1' attivazioue di tale seconda scuola siccome non necessaria, ma impostagli da inappellabile verdetto del Supremo Tribuuale amministrativo, dovette chinare il capo e 1' aperse.

    Che non fosse puuto necessario lo dimostra ad evidenza il fatto, che sebbene quella seconda scuola sia regolarmente aperta fino dal 20 gennaio corrente e sebbene per la stessa s' inserissero 371 scolari e sia fornita in modo perfetto di tutto 1' occorrente, chi non si vede, sono gli scolari.

    E' questo un potente schiaffo morale che viene inferto da coloro che agitarono per averla tanto a chi ne ordin& 1' erezione della scuola, quanto alla cittš, che contro la propria voloutD. la deve subire.

    Ma di ci& non intendesi oggi d' occuparsi desideraudo di riservare al Comune di Gorizia di far valere in altra sede il conculcato suo diritto. — E' invece nostro compito di richiamare l'at-tenzione di codest' Eccelso Consesso sulla manifesta parzialitš, che si & usata verso un partito estremo in merito alla piuddetta seconda scuola popolare slovena.

    Col rescritto deli' Eccelso Consiglio scolastico dd. 24 giugno 1894 N. 543 confermato dalla decisione ministeriale dd. 25 ottobre 1894 N. 15437 e da quella del Supremo Tribunale amministrativo 25 giugno 1895 N. 3253 veniva ordinato al Comune di Gorizia di erigere una seconda scuola popolare mista di 4 classi con lingua d' insegnamento slovena e ci6 nei pomerio di Gorizia entro i 4 chilometri voluti dalla legge, „innerhalb der Stadtgemeinde und derart zu erfolgen dass die neue Schule innerhalb der gesetzlichen Einschulungsgrenze von 4 km. erreichbar sei."

    II comune di Gorizia ossequiente aH' ingiunzione avuta, dichiarava subito a mezzo dei suoi legali rappresentanti, che avrebba tosto provveduto per 1'apertura della nuova seconda scuola popolare

    comunale slovena, naturalmente entro il termine ed entro le modalita che gli consentivauo le proprie circostanze.

    Per aprire una scuola, come ognuno sa, ci vogliono anzitutto i locali, poi l'arredamento e sopra tutto le forze iuseguanti. — I primi devono corrispondere a determinate condizioni specifica-tamente enumerate dalla legge e gta la scelta degli stessi richiede tempo parecchio; quauto al per-sonale insegnaute la legge ordina che si debba far precedere 1'aprimento del concorso e che dopo scaduto il termine legale 1' I. R. Consiglio Scolastico Urbano pud fare le proposte aH' autorita comunale, la quale alla sua volta deve fare la presentazione degli insegnanti aH' autorita scolastica provinciale per la rispettiva conferma.

    Ebbene, di tutto ci6 nou si tenne conto alcuno nel caso concreto, ma con una parzialita spiccata e dolorosa 1' Eccelso Consiglio scolastico prov. non meno che 1' EccelsO I. R, Ministero del Culto e deli' Istruzione osservavano nell' ultimo tempo un atteggiamento tale che non trova riscontro negli annali burocratici.

    Per ogni provvedimento si assegnavauo termini incompatibili ed irrisori, le rimostranze del comune di Gorizia rimasero sempre iuascoltate, all'incoutro quelle slovene non solo trovarono imme-diato ascolto, senza punto curarsi d' esamiuare se preseatate a tempo debito, da fautori legalmente autorizzati, se foudate, ma anzi senza neppur sentire il parere deli'autorita scolastica locale venivano abbassati a questa ed aH' autorita comunale come altrettanti ordini perentori e non gi& nella usuale forma burocratica, ma almeno per espresso e magari di notte tempo quando non giungevano in via telegrafica.

    Insomma in quest' oggetto alla legge ed alla consuetudine, si sostitul 1' arbitrio ed il ca-priccio, con quanto danno e del decoro e del prestigio del Comuue e deli' Autorita scolastica di I istanza, š piu facile iininaginare che dire.

    E poichč un simile atteggiamento, oltre che menomare il prestigio delle Autorita, riesce di reale danno al Comune, la cui attivita venendo in gran parte assorbita da questo unico oggetto, non puf> dedicarsi con quella calma e serenita alla tutela ed allo svolgimento di ben altre e piu vitali questioni nell' interesse economico ed iutellettuale, i sottoscritti deputati si permettono di avanzare a S. E. il Presidente dei Ministri la segueute Interpellanza :

    1. E' a cognizione di S. E. il sig. Presidente dei Ministri come nell' oggetto dell'erezioue della seconda scuola popolare mista con lingua d' insegnamento slovena in Gorizia 1' atteggiamento delle preposte Autorita, scolastiche contro la legge e la consuetudine sia del tutto parziale a favore dei sedicenti fautori di quella scuola?

    2. In caso negat.ivo, quali provvedimenti inteude prendere S. E. il Sig. Presidente dei Ministri per far cessare uno stato anormale di cose, che mentre compromette seriamente il deeoro ed il prestigio delle stesse Autorita scolastiche, riesce anche di grave danno al Comune ? (applausi nel pubblico)

    (firmati) Dr. Marani, Pajer, Michielli, Panigai, Ritter, Dr. Verzegnassi, Dottori, Dr. Venuti,

    M. B. Locatelli, Lovisoni.

    Capitano : Devo avvertire il pubblieo che sono vietate dal nostro regolamento dimostra-zioni in segno di approvazione o disapprovazione. Prego di tenere conto di questa prescrizione del nostro regolamento. L'onor. Marani ha la parola per una seconda interpellanza.

    Marani: Eccelsa Dieta, Coi rescritto deli' Eccelso i. r. Ministero del Culto e dell'Istruzione

    del 16 decembre 1895 N. 29621 si ingiunge ali'i. r. Consiglio scolastico urbauo di attivare im-mediatamente i passi e le trattative necessarie per garantire che veugano fornite le localita atte a dar ricetto definitivo alla II scuola popolare slovena, e di riferire entro 4 settimane sul risultato.

    Non occorre menzionare, che quest' ingiuuzione 6 diretta per la forma al Consiglio scolastico urbano, in realt& perč) 1' ordine 6 fatto al Comuue di Gorizia. *

    Con grave rammarico il Comune di Gorizia si vede, da alcuni mesi, fatto bersaglio ad una serie d' ordini e di misure, che con tanta frequenza si susseguono, da arenare per poco il regolare andamento degli affari comunali. Cio non era certamente giustificato neppure nello stadio in cui il Comune si occupč> di dare esecuzione al rescritto 24 giugno 1894 N. 543 aH' Eccelso i. r. Consiglio scolastico provinciale. Imperoccbč dopo confermato questo rescritto dalle AutoriU superiori, il Comune tanto fu sollecito di attuarlo, che lo stesso rescritto ministeriale 16 decembre 1895 non ha potuto a meno di riconoscerio ripetutameute. Ma 1' iusistere nel dare sempre uuove disposizioni assegnaudo termini pressoch^ irrisori, e sotto 1' incabo di misure coercitive, dopochš il Comuue con dispeudio rilevante ha dato completa esecuzione a quanto gli si 6 imposto, ci6 manca affatto d' ogni base, d' ogni spiegazione ragionevole.

    II fabbricato, in cui fu collocata la seconda scuola slovena, venne da due commissioui di prima e seconda istanza, dichiarato sotto ogni rispetto conveniente e adatto allo scopo. — Non b scorso un mese, non 6 peranco fatta la prova concreta, perchš la scuola fu appena aperta : ed il fabbricato £ divenuto non completamente corrispondente, e se ne richiede uno uuovo. — E noi chiediamo quale 6 in Gorizia il fabbricato scolastico, che sia completainente atto al suo scopo? Forse lo e uno qual-siasi delle scuole comunali ? forse lo š 1' i. r. Ginuasio dello Stato oppure 1' i. r. scuola reale ? E perclid di fronte alle riconosciute gravi imperfezioni di questi istituti dovrebbe la seconda scuola co-inunale slovena essero uua scuola modello ? O non dispone in pivi luogiii la legge provinciale 6 maggio 1870 N. 30, che rnai si debba sagrificare le scuole giA. esisteuti e necessarie alle esigeuze di scuole nuove, e che il dispeudio sia proporziouato alle forze di chi ha da fornire i mezzi ?

    Ed astraendo da ci6, che pu6 giustificare quel termine di 4 settimane per dare i risultati delle pratiche neo imposte ? — Per fare le proposte relative alla riduzione od innovazioni indispen-sabili nelle scuole comunali b stato assegnato al Comune di Gorizia il termine di tre anni E per la nuova, essendo appena aperta in localitž, due volte riconosciute per adatte, tanta precipitazioue ?

    E chiaro che unicamente le informazioni errouee e le false insiuuazioui possouo aver avuto per effetto le disposizioui reclamate. Ed 6 questo il piti doloroso sfregio, d i cui si riseute il comune, che cio& in onta alle due commissioni precorse ed al loro voto in ogui punto favorevole, abbiano da bastare le uude asserzioui di persoue che neppur hauno figli da maudare alla scuola in parola e soltauto per la forma si aggregano alcuui iuconscienti padri di famiglia per imporre issofatto al comuue un uuovo gravissimo onere, a tutto detrimento degli al tri obblighi sacrosanti che gl'incombono per gli altri suoi istituti d' istruzione ed in generale pel buou andamento deli' azienda.

    Se 1' Eccelso Miuistero, pria di prestare fede alle asserzioni di ricorsi prodotti, sembra, ad Esso direttamente senza passare pel tramite legale, avesse prese le informazioni opportune presso le Autoritft locali, avrebbe conosciuto, che le cose stanuo beu altriinenti.

    Non una sola, ma ben cinque strade conducono alla nuova secouda scuola slovena. Risogna ricordare che il contingente minimo di scolari proviene a quella scuola dalla citta, mentre la massima parte abita nel pomerio. E di conseguenza il rescritto 24 giugno 1894 N. 543/G. deli' Eccelso i.

    r. Consiglio scolastico provinciale che forma ormai la base imprescindibile di questa scuola — or-dinava che per collocarla si dovesse scegliere un sito Jnnerhalb der Stadtgemeinde" non giš, (der Sta d t) che formasse quasi il centro d' una periferia distante a termine di legge di 4 (non d i 2) chilometri. Ora in questo punto centrico, e non gia, alla periferia estrema, si trova la nuova scuola e la sua posizione corrisponde quindi alle esigenze di legge.

    Delle strade d' accesso 1' una, quella di via dietro il Castello e via del Rovere costituisce anche oggidi un viale di passeggio frequentato da bambini. La via Lunga poi b larga quanto gran parte delle vie della cittž,; e se non 6 selciata, essa divide questo difetto con tutte le vie di Gorizia ; laonde la supposizione che debba essere selciata la via che conduce a questa seconda scuola comunale slovena, costituirebbe un privilegio, che certamente non pu6 essere preso sul serio.

    Se infine 1' edificio messo dal Comune a disposizione di questa seconda scuola comunale slovena non corrisponde perfettamente, non bisogna dimenticare, che esso 6 sotto ogni rispetto mi-gliore di quasi tutte le scuole comunali di Gorizia ; e dopo che il Comune, per adattarlo allo scopo ne ha investito un importo non indifferente, non pu6 essere il caso che vi sieno sorti dei difetti tali, da imporre la necessitž, d' un fabbricato nuovo, e meno ancora poi da giustificare la fretta precipitosa degli ordini relativi.

    Egli 6 percib che i firmati deputati si permettono di avanzare a S. E. il presidente dei Ministri la seguente Interpellanza ;

    Intende S. E. il presidente dei Ministri di far rispettare anche in riguardo alla quesfione della seconda scuola popolare slovena in Gorizia le precise prescrizioni di legge e le decisioni ema-nate in conformita alle stesse e confermate in tutte le istanze, compresa 1' Eccelsa I. R Suprema Corte amministrativa ?

    Dr. Marani, Pajer, Michielli, Panigai, Ritter, Dr. Verzegnassi, Lovisoni, Dottori, Dr. Venuti,

    M. B. Locatelli.

    Capitano : Ha la parola 1' onorevole Verzegnassi per una interpellanza.

    Verzegnassi : Eccelsa Dieta, II deputato provinciale Francesco Dr. Verzegnassi a nome proprio e a quello degli altri sottofirmati deputati provinciali, si permette di dirigere ali' illustris-simo Signor Commissario Imperiale, e pel suo tramite a Sua Eccellenza il Signor Ministro della Giustizia, la seguente Interpellanza :

    Addi 23 decembre 1894 si riuni la Camera degli avvocati della Principesca Contea di Gorizia e Gradišča in seduta generale straordinaria.

    Alla stessa fu presentato dalla Giunta della stessa Camera il rapporto che qui si dimette sub •/., ed il quale terminava con la segueute proposta:

    La camera degli avvocati di Gorizia, riunita a raduuanza generale straordinaria, dichiara di associarsi alla deliberazione presa dalla Camera degli avvocati per Trieste e 1' Istria addi 17 novembre 1894 e nel ripetersi di atti e manifestazioni delle Autorita giudiziarie non richiesti dai bisogni del paese, anzi spesso in opposizione col.suo carattere nazionale e non basati sopra nessuna disposizione di legge, per quanto risguarda le attitazioni giudiziali, ma direttamente contrari aH' Or-dinanza Ministeriale 20 gennaio 1880 N. 19516 per quanto concerne i libri fondiari, ravvisando essa pure un procedimento che compromette e potrebbe ancora piu seriamente compromettere nel-1' avvenire la retta amministrazione della Giustizia contro tale procedimento, solennemente protesta ed

    incarica la Giunta di avanzare analogo motivato memoriale ali' Eccelso Miuistero della Giustizia, perchd richiami ali' inalterata osservauza delle leggi le Autorita sottopostegli."

    In seguito a tale incarico la Giunta della Camera degli Avvocati avanz6 nei sensi del preaccennato rapporto il memoriale aH' Eccelso I. R. Ministero della Giustizia.

    Bench6 per6 dalla presentazione del medesimo ad oggi sia trascorso piu di un anuo, non & ancora pervenuta alla Giunta della Camera degli Avvocati alcuna evasione sul detto Memoriale, ed ignorasi affatto se 1'Eccelso Ministero della Giustizia abbia presi i provvedimenti implorati.

    Egli 6 perci6 che i sottofirmati si permettono d' interpellare 1' illustrissimo signor Commissario Imperiale e pel suo tramite S. E. il signor Ministro di Giustizia :

    1. Per quali motivi fu finora fatta attendere 1' evasione sul Memoriale preaccennato prodotto dalla Giunta della Camera degli Avvocati di Gorizia ?

    2. Quali provvedimenti abbia preso per sopprimere gl' inconvenienti e i lagni lamentati nello stesso Memoriale ?

    3. Quali iutenzioni abbia per provvedere in proposito pel caso tali provvedimenti non fossero ancora stati presi ?

    F. Dr. Verzegnassi, Dr. Venuti, Pajer, Dr. F. Maraui, V. Michielli, Panigai, Lovisoni,

    Dottori, Ritter.

    Capitano : Concedo la parola ali' onor. Lovisoni per un' interpellanza.

    Lovisoni: Nella seduta del 22 gennaio anno passato i deputati italiani di questa Dieta provinciale diressero al Governo la seguente interpellanza :

    1. E' il Governo conscio del suo dovere di provvedere ai bisogni intellettuali degli italiani, come gi& provvide a quelli delle altre stirpi, istitueudo un' universita italiana 1

    2. Quando possono gl' italiani ripromettersi 1' istituzione di questa universita ?

    Quest' interpellanza non ebbe dal Governo alcuna risposta. L'interpellanza era stata il grido degli italiani, chiedenti al Governo di rendere finalmente omaggio ai diritti che loro spettano come cittadini e come figli della civiltS, piu antica, ricca di glorie immortali. Ora noi non vogliamo credere, che il Governo siasi chiuso nei silenzio, e che si rifiuti di risponderci, perchš intenda che gli eletti del popolo, i quali rappresentano una parte della sovranitft, non abbiano il diritto di sa-pere, che cosa egli si proponga quanto ali' uuiversitit italiana. Noi vogliamo pinttosto ammettere che nei breve tempo corso dal giorno in cui 1' interpellanza fu presentata a quello iu cui la sessione fu chiusa, sia mancata al Governo 1' opportunitfl di risponderci.

    Non ripeteremo qui gli argomenti svolti allora por dimostrare, che il numero degli italiani, il loro censo, i loro tributi, la loro civilt&, la loro origine, la loro storia, le loro qualite intellettuali, il carattere, le loro citt& popolose, 1' insufficienza degli studi tedeschi a formare le menti italiaue, infine la giustizia che d il sovrano fattore della fehciU dei popoli, impongono 1' istituzione deli' u-uiversita italiana come un sacro dovere. Faremo solo un'osservazione nuova, ma di gran valore e che sorregge mirabilmente la nostra domanda. •

    II supremo tribunale amministrativo, che il 26 giugno 1895, respingendo ogni ricorso della italiana Gorizia, le ingiunse d'istituire una scuola popolare in pro dei fanciulli di uazione slava, sebbene in cittž. abbondiuo le scuole italiaue ottimamente istituite e dirette, uou appoggič* la. sentenza solo al precetto del § 1 della nostra legge scolastica provinciale del 6 maggio 1870. Ivi 1'obbligo d'istituire una nuova scuola popolare 6 fatto dipendere solo da cid, che i fanciulli abitino

    piu lonfano di mezza lega dalle altre scuole ; quel supremo tribunale invocb per sorreggerla, anche 1'artieolo XIX della legge fondamentale 21 decembre 1867. L'articolo proclama, che le lingue di tutte le stirpi hamio pari diritto nelle scuole, e cib fu iaterpretato da quel tribunale nel senso, non gia che in una scuola si possano parlare tutte le liugue, dal che nascerebbe la confusione, il eaos, ma che ogni stirpe possa pretendere 1'istituzione di scuole della sua lingua. Dunque il tribunale amministrativo attribui ali' articolo piu che un valore accademico e dottrinario, ne fece il car-dine di una sentenza, dalla qiiiile venne a un comune italiano il carico di una scuola slava.

    Ora conchiudiamo. L' articolo foudameutale non distingue le scuole popolari dalle superiori. Se dunque il tribunale ainministrativo, ciob un organo dello stato, deve imporre ai comuni italiani 1' istituzione di scuole popolari slave 111 nome della pariti delle lingue, lo stato deve imporre a sb stesso 1'istituzione deli'universita italiana in nome della stessa parita delle lingue. Altrimenti le leggi non sarebbero buone ad altro che a costringere i deboli, lo stato sarebbe un despota, il quale fa quello che gli talenta.

    Forti di tante ragioni, che hanno 1' eloquenza della verita, i sottoscritti ripresentano 1' interpellanza deli' universitž, italiana e chiedono :

    1. E il governo conscio del suo dovere di provvedere ai bisogni intellettuali degli italiani, come gia provvide a quelli delle altro stirpi, istituendo un' universita italiana ?

    2. Quando possono gli italiani ripromettersi 1' istituzione di questa universita ? (applausi nel pubblico)

    Lovisoni, Pajer, Dr. F. Marani, Viucenzo Michielli, Panigai, Dr. Verzegnassi, Ritter, Dottori,

    Dr. Venuti. M. B. Locatelli.

    Capitano : Devo ripetere 1' ammonizione di non far diinostrazioni. Se rimarra infruttuosa sarb mio malgrado costretto di far evacuare la sala. Prego il pubblico di voler stare zitto.

    Concedo la parola ali' onor. Venuti per un' interpellanza.

    Venuti: Eccelsa Dieta, I11 seguito alla deliberata attivazione di una civica scuola popolare mista di quattro classi con lingua d' insegnamento slovena, 1' Inclito i. r. Consiglio scolastico urbano con editto dd. 19 novembre 1895 N. 343, b.indiva il concorso per il coprimento dei posti di un maestro dirigente di seconda categoria di soldo, di un maestro di terza categoria di soldo e di due sottomaestri, tutti in pianta provvisoria. Senonchb in seguito ad analogo ordine pervenutogli da parte delTEcc. i. r. Consiglio scol. prov. il Consiglio scol. urbano modificava iu seguito tale avviso di concorso nei sensi che i posti summenzionati erano da risguardarsi come sistemizzati iu pianta definitiva.

    Di queste disposizioni deli' Incl. i. r. Cons, scol. urbano, il Comune di Gorizia venue reso edotto ufficialmente coll' atto de pres. 11 gennaio 1896 N. 437 col quale gli venivano rasseguati gli atti riflettenti 1' indetto concorso, coll' invito di procedere alla presentazione dei docenti.

    II Consiglio comunale trovb infondata la imposizioue delle autorita scolastiche di coprire i quattro posti di docenti con forze definitive, e nel mentre si riservava contro la stessa ogni rimedio di legge, procedeva alla nomina definitiva del maestro dirigente e del maestro, provvedendo agli altri due posti mediante sottomaestre provvisorie.

    Senonchb, con somina sorpresa, il magistrato civico si vide intimare il rescritto deli'Ecc. i. r. Consiglio scolastico provinciale dd. 16 gennaio 1896 N. 66 col quale gli veniva siguificato che, approvata la nomina del maestro dirigente e del maestro, dovevasi ritenere come non avvenuta la

    10

    presentazione delle dne sottomaestre perchš non fatta in via definitiva e gli s1 iogiungeva di pvoce-dere entro il termine di legge ad altra presentazione a scanso delle conseguenze previste dal § 15 della legge prov. 10 maržo 1870.

    In esecuzione poi di tale rescritto, 1' i. r. Cons. scol urb. con Nota dd. 21 gennaio 1896 N. 19 de pres. 21 gennaio 1896 N. 897 rassegnava al comune gli atti del concorso coll' ordine di procedere a tale nomina.

    Contro ambidue queste emanazioni delle autoritž, scolastiche, il Consiglio comunale, nella memoranda seduta del 22 corr. deliberava a voti unauimi di produrre ricorso.

    Quando poi si voglia passare alla disamina, dei criteri che possono aver determinato il Consiglio a uon passare alla nomina definitiva delle sottomaestre, si dovra convincersi che questi sono di natura grave e tale, da reudere pieuamente giustiScato il preso deliberato.

    Costretto ad aprire una scuola per la prole degli avventizii sloveni, il comune doveva na-turalmeute tendere acchS questa fosse effettivamente una scuola nei vero significato della parola e non gia un focolaio di passioni politico-nazionali, un semenzaio di futuri agitatori o di docili stru-menti nelle mani di agitatori.

    Di agitatori e di agitazioni Gorizia ne ha abbastanza, n& inteude coi propri danari di ac-crescere il uumero dei primi o foruire ad essi il materiale per turbare la pace, la tranquilliU, la riputazione di gentile ed ospitale, tanto necessarie per i suoi commerci e per il progrediente suo sviluppo di luogo di cura climatica.

    Era quindi naturale che nella scelta del corpo inseguante, esso volle e si credette iu do-vere di prescindere da quegli elementi riguardo ai quali, iu base ad attendibilissime informazioni, a-veva attiuto il convincimento che deli' idea panslavistica eransi fatti un apostolato, portando la stessa dai conciliaboli delle citaonice nell' ainbiente sereno della scuola e spingendo la foga sino al punto, da far marciare dinanzi al caffš del teatro i piccoli scolari al grido cadenzato: smo slovenci, smo slovenci! (ilarita dalla parte destra dei deputati, e: bravo, bravo !)

    II Comune volle maestri e non apostoli: e maestri scelse, quand' anco forse uon tra i pih graditi nelle sfere dirigenti in affari scolastici, dove chi non fa omaggio assoluto ed incoudizionato alla tricolore della Iugoslavia, sembra non trovi piu nd grazia, ne favore!

    Ma oltre a cič> il Comune, ritiene di avere pienamente corrisposto a quanto da lui si esi-geva sistemizzando definitivamente i quattro posti di docenti, ciocchč, bisogua beue notare, non iin-plica minimameute 1' obbligo di tosto definitivamente occuparli.

    II comune di Gorizia non & un organismo eccezionale, come, stando alle esigenze delle Au-torita scolastiche in riguardo a questa scuola, sembra si esiga. Anche per esso, anche per questa nuova scuola, devono reggere le massime ed i criteri, ai quali s' informano universalmeute gli enti chiamati a provvedere ali' istruzione.

    Anche Gorizia, come 1' Ecc. i. r. Governo, come tutti i distretti scolastici non solo della Provincia ma deli' Austria intera, deve avere il diritto di conoscere la capacita, 1' attitudiue ed i sen-timenti delle persone alle quali egli ha da affidare un ufficio tanto delicato qual š quello deli' istruzione popolare, prima di decidere se gli abbia definitivamente da assumerli, ciocchš vuol dire aggre-garli alla grande famiglia dei suoi impiegati. O forse si pretendera che Gorizia per la scuola slovena abbia a prendere, come si suoi dire, la gatta nei sacco ?

    Vediamo ora, come in fatto di eopriinento dei posti d' insegnanti procede, nei propri isti-tuti, l'Ecc. i. r. Governo.

    In ogni istituto scolastico il Governo nomiua ed impiega in parte forze definitive ed in parte forze provvisorie.

    Nella locale scuola di pratica, che pur dovrebbe essere scuola rnodello, i posti piu importanti giil da anni ed anni sistemati, vengono presenteineute occupati e lo furono anehe per il passato, da persone che non sono nnanche sotto maestri provvisori, ma semplicerneute supplenti, appena as-solti e senza esame d'abilitazione : lo stesso avvenne e forse avviene tutt'ora uelle scuole di pratica aunesse ali' Istituto magistrate di Capodistria : anche colft furono impiegati supplenti, senza esame di abilitazione.

    Abbiamo saputo di maestri che per lunghi anni avevano insegnato loclevolmente in iscuole popolari e poi erariali, passare alla scuola di pratica aucora sempre quali sottomaestri e rimanervi tali per lunghissitni anni ad onta del coscienzioso adempimento dei loro doveri.

    Ora, se al Governo occorrono anni ed anni di prova prima di accordare la definitivita, pu6 il Comune ragionevolmente e legalmente venir obbligato di farlo stante pede, prima ancora di aver conosciuto de visu le persone, alle quali si pretende che egli dia un si graude attestato di fiducia ? Non š pretesa questa che con fina coll' assurdo ?

    Veniamo ora al distretto scolastico della cittft di Gorizia. In questo distretto sono attual-mente iinpiegate, senza contare i due posti della neoeretta scuola, nulla meno che nove sottomaestre e due maestre supplenti, tutte in pianta provvisoria, e parecchie di queste in servizio da cinque o piti anni.

    Eppure, 1' autorita scolastica non ebbe mai una parola da obbiettare contro tale provviso-rietž,, e dai rapporti dellTspettore scolastico risulta che 1' istruzione fu sempre impartita regolarmente, lodevolmente e proficuameute !

    Si aggiunga a cič>, che una nomina definitiva delle sottomaestre per la uuova scuola, avrebbe pošto in uno stato d' inferioritjl gerarchica ed avrebbe pregiudicato la posizione delle altre sottomaestre agli stipendi del Comune, ciocchš sarebbe stato per parte del consiglio una flagrante ingiu-stizia che non volle commettere.

    Ma piu ricco di ammaestramenti ancora 6 ci6 che in proposito sussiste nel distretto scolastico del Capitauato di Gradišča.

    In quel distretlo, come del resto dovunque, non si conosce neanche di nome la carica di sottoinaestra definitiva, involvendo naturalmente gia il titolo di sottomaestra il concetto della prov-visorietft.

    E difatti per quanto persone che costanteinente si occupano del ramo scolastico ricordino 1' avviso di concorso rifletteute la scuola di cui si discorre per quanto rifiette la nomina di sottomaestra definitiva, 6 unico uegli anuali dei concorsi scolastici.

    Nel distretto scol. d i Gradišča, i posti sono dovunque definitivamente sistemati. Eppure in quel distretto sono impiegati nulla meno che 9 sottomaestri e 16 sottomaestre in pianta provvisoria e senza esame d' abilitazione, senza contare il maestro dirigente della scuola di Romans. che per disposizione fondazionale 6 un sacerdote e che pure non & munito di abilitazione ali' insegnamento.

    In quel d stretto vi sono in scuole di tre classi i posti coperti da un dirigente definitivo e da due forze provvisorie, in scuole di quattro classi, tre posti coperti da tre forze provvisorie.

    Che piu ? A Gradišča esiste una scuola preparatom aH' Istituto magistrale, non si potni negare che 1' importanza e la responsabilita di chi dirige una tal scuola sia somma : in quella il maestro deve porre le radici da cui piti tardi avranno da germogliare i maestri : eppure chi lo crederebbe ? l'Ecc. cons. scol prov. ha nominato per quella scuola, non giil un maestro semplicemente qualificato per le scuole popolari, non uu sottomaestro provvisorio, ma un supplente!

    Se ora per altre scuole di pari importanza con quella neo istituita, se persino per scuole destinate a seminario di futuri maestri sono impiegati quali docenti dei sottomaeslri provvisori e persino dei supplenti, per qual ragione non sarft ci6 permesso di fare al Comune di Gorizia in riguardo a questa scuola, e ci6 tanto piti da che nei farlo egli fece cadere la scelta sopra una can-didata con certificati distiuti e che prestč) ottimi servizi alla locale i. r. scuola magistrale femminile e sopra una sottomaestra provvisoria che da anui 6 iinpiegata, senza lagni di sorta nei distretto scolastico del circoudario di Gorizia ?

    Che se esaminiamo la questione dal puro lato legale, vediamo anzitutto, clfe non v' ha legge che imponga il coprimento di tutti i posti di docenti mediante forze effettive, mentre iuvece il § 38 della legge 14 maggio 1869 N. 62, modif. dalla legge 2 maggio 1883 N. 53, abilita e-spressamente aH' impiego di sottomaestro od anche di maestro provvisorio chi ha conseguito il cer-tificato di maturi tš, e cosi arnmette implicitamente il principio deli1 impiego di maestri in via provvisoria, demandando anzi il diritto della relativa nomina ai cons. scol. distrett. e, per Gorizia, al Cons. scol. urb. (§ 23 N. 7 legge prov. 8 febbraio 1869 e art. I e II legge prov. 19 settembre 1875).

    Si dir& che il Cons. scol. urb. non fece uso d i tale diritto, ma se non lo tece cio nou avvenne unicamente in presenza di un ordine deli' autoritž, superiore, alla quale non poteva contrad-dire : rimise peri) gli atti al Comune e nei farlo contempld tra le raecomandate precisamente tre signorine munite deli' attestato di maturitft. coll' osservazioue che a queste potevasi riflettere nella scelta soltanto in via provvisoria ed a condizione che riportino iu breve iL»certificato di abilitazione.

    Era questo uu modo di risolvere correttamente la questione: ed a tale risoluzione 1'ecc. i. r. Cons. scol. prov. non poteva legalmente opporsi, nou sussistendo a carico delle prescelte i motivi previsti dal § 50 della legge 14 maggio 1869 B. c. i. n& quelli del § 12 della legge prov. 10 maržo 1870.

    Iu presenza quiudi di tale trattamento anormale ed illegale fatto subire al Comune di Gorizia nella questione del coprimento dei posti di docenti per la neoeretta scuola popolare mista di quattro classi con lingua d' inseguamento slovena, i firmati non possono fare a meno di muovere ali' Ecc. i. r. ministro del Culto e deli'istruzione la seguente Iuterpellauza:

    E' S. E. in presenza dei fatti edotti ed in piena e seria valutazione degli stessi disposta di far rispettare anche a favore del Comune di Gorizia e nei riguardi detla neoeretta seconda scuola popolare slovena le norme di legge vigenti e la pratica universalmente seguita nei coprimento di posti d' insegnanti alle scuole popolari ?

    In quel modo giustifica S. E il Ministro il procedere eccezionale osservato in questo pro-posito dalle autoritž, inferiori della Conlea pri nei pešca di Gorizia e Gradišča ?

    Gorizia 24 gennaio 1896.

    Dr. Venuti, Pajer, Dr, F. Marani, Dottori, V. Michielli, Panigai, Dr. Verzegnassi, Lovisoni,

    Ritter, M. B. Locatelli.

    Capitano: L' onorevole Panigai ha la parola per un' interpellanza.

    Panigai: Eccelsa Dieta. Addi 22 corr. veniva intimato al locale Magistrato civico un decreto deli'Inclito i. r. Cousiglio scolastico urbano col quale, richiamandosi ad un reseritto del-1' Eccelso i. r. Consiglio scolastico provinciale, si ordinava ali' autorita cittadina di procedere mdi-latamente, per il caso che cid non fosse di gift seguito, col mezzo degli organi magistratuali e coll' iutervento deli' i. r. ispettore distrettuale ad un sopraluogo cominissionale nella neoaperta scuola popolare rnista di quattro classi con lingua d' insegnamento slovena, allo scopo di constatarne l'abi-tabilitšl e di provvedere iu pari tempo con misure di rigore ali' allontauamento di certi inconvenienti in liuea sanitaria, che tutt' ora sussisterebbero nei pressi di quella scuola.

    Pienamente conscio dei doveri che gl' iucombono quale autorita sanitaria ed edilizia, il PodesU non attese certamente 1' intirnazione di quel decreto per eseguire quanto in linea di polizia sanitaria ed edilizia 6 prescritto, ed ancora il 18 corr. orJinava ai suoi organi di procedere alla visita deli' edificio scolastico e di fare rapporto.

    Quanto poi agl' inconvenienti sussistiti nei pressi di quell' edificio, essi furono, oraraai, per disposizioni prese in antecedenza dal fisicato civico, iu parte rimossi ed anche riguardo a quelli tutt' ora sussistenti furono di gi& ordinate le misure piii rigorose.

    Ma non 6 git\ questo argomento, che mi di occasione di iutrattenere 1'Eccelsa Dieta; 1' autorita comunale 6 ormai abituata a sirbire, in tutto ci6 che riguarda la questione della scuola slovena, un traltamento affatto eccezionale e contrario ad ogni procedura vig-mte negli ufflci.

    Dacchš esistono dicasteri ed una gerarchia burocratica, qualuuque atto — e sia pure anche licorso, rimostranza o reclamo — quaudo non venga prodotto, come la pratica razionale lo esige, col tramite deli'autoritž, contro una decisione della quale 6 diretto, viene prima della decisione rimesso a questa autorita affinches iuformi.

    In merito della questione della scuola slovena invece, questa pratica, tanto razionale, tanto necessaria per pronunciare una decisione conforme ai fatti, viene sisteraaticamente trascurata, si vuole scorgere a priori neH'autoritil sottoposta una negligenza, una colpa; e la si colpisce spiccando o rdi ni ex primo decreto, in die, facendoli intimare, anehe nelle ore notturne per espresso e persiuo tele-graficamente, senza riguardo alle molte, importanti e delicate incombenze, che queste autorita iti— feriori hanuo 1' obbligo di curare, senza pensare alla natura di queste autorita costituite da elementi non stipendiati e non obbligati ad essere a qualunque ora del gioruo e della notte a disposizione per deliberare su decisioni provocate dal capriccio di chi ha interesse di tenere una citta, intiera in continuo stato di agitazione e di eccitamento, senza infiue ritlettere che con questo sistema so-verchiainente corrivo, vauno di mezzo il deeoro ed il prestigio tanto deli' autoritil che lo pratica, quanto di quella che lo subisce. A mo' d' esempio citeremo il caso di un ricorso voluminoso prodotto ali' Eccelso Consiglio scolastico provinciale il 20 corr. in lingua slovena; questo ricorso fu tradotto per cura deli'autorita scolastica iu lingua tedesca ed al 21, alle ore 8 Vi pom. veniva di gia intimato per espresso al Podesttl nella propria abitazione, con una nota di poche righe colla quale gli veniva ordinato di provvedere »umgehend", „ungesaumt", „ohne Terzug".

    Ci6 che peri) nel decreto, di cui si discorre, maggiormente colpi chiunque ne prese notizia, si 6 che 1' ordine relativo fu provocato da un ^Comitato per la erezione di una scuola slovena" del quale appare lirmato come Presidente il Signor Conte Alfredo Coroniui e quale vice-presideufce uu certo Hrovatin.

    Secondo il parere degl' interpellauti, in affari scolastici non spetta il diritto d' interloquire che aH' autorita scolastica ed ali' ente obbligato alla manutenzione della scuola, cessando ogni inter-vento di altre parti coll' esaurimento della procedura normeggiata dal § 7 della legge provinciale 6 maggio 1870. Ed in proposito 1' Eccelso i. r. Tribunale amministrativo ha giil sancita la massima che uuicaniente chiamato a rappresentare i contribuenti ž il comune pagante. Ma quand'aocbe si volesse prescindere da ci6, non consta minimameute che a Gorizia si sia costituito, nelle forme legati, un Comitato per la erezione di una scuola slovena e che questo comitato sia sta to da chicchessia autorizzato di rivolgersi alle autoriU chiedendo da queste disposizioni in merito alla civica scuola popolare mista di quattro classi con lingua d' iusegnamento slovena. Non essendo quindi il predetto Comitato una personalitž, giuridica legalmente costituita e non avendo egli d' altronde per i motivi esposti neppure il diritto di venire sentito in questa vertenza, il reclamo dallo stesso presentato al-1' Eccelso i. r. Consiglio scolastico provinciale uon avrebbe dovuto veuir preso in veruna considera-zioue; e ci6 tanto piu, dacchd, se questo comitato ha per oggetto la scuola giš. eretta per cura ed a spese del Comune e da questa mantenuta, la sua costituzione devesi considerare quale un uon senso, e se poi ha di mira 1' erezione di un' altra scuola, gli manca non solo qualsiasi veste, della quale in ogni caso 6 privo, ma ben anche qualsiasi pretesto d' intervenire in questa questione.

    Egli & percio, che i sottoscritti si permettono di rivolgere alf Eccelso i. r. Governo la seguente Interpellanza:

    1. Consta aH' Eccelso i. r. Governo, che a Gorizia siasi costituita, nelle forme richieste dalle vigenti leggif un Comitato per la erezione di una scuola slovena ed in caso affermativo, quali ne sono gl' intendimenti ?

    2. In caso negativo, come giustifica 1' Eccelso i.«r. Governo 1' avere 1' Eccelso i. r. Consiglio scolastico provinciale accolto ed evaso un' istauza prodotta da questo Comitato ?

    3. E' 1' Eccelso i. r. Governo iutenziouato di dar corso anche iu avvenire ad atti prodotti in merito alla civica scuola popolare mista di quattro classi con lingua d' iusegnamento slovena, da singole persone e da Comitati per legge non chiamati ad intervenire in merito alla stessa ?

    Gorizia, 24 gennaio 1896.

    Panigai, Dr. Yenuti, Pajer. Dr. Marani, Dottori, Y. Michielli, Dr. Verzegnassi, Lovisoni,

    Ritter, M. B. Locatelli.

    Capitano ." L' onorevole Michielli ha aneora la parola per un' interpellanza.

    Michielli: Eccelsa Dieta, In seguito ali' attivazione nella citta di Gorizia di una seconda scuola popolare mista con lingua d' iusegnamento slovena a spese del comune fu aperto a tenore deli' avviso 19 uovembre 1895 N. 343 del consiglio scolastico urbano il concorso ad un pusto di maestro dirigente di II categoria di s"ldo, ad un pošto di maestro di III categoria di soldo ed a due posti di sottomaestre, indicati tutti come posti provvisori.

    L' avviso di concorso fu pubblicato nel foglio ufficiale deli' Osservatore Triestiuo dei giorni 22, 23 e 25 uovembre 1895 e poehi giorni dopo, cioč addi 30 novembre, comparve sullo stesso foglio ufficiale un nuovo avviso del Consiglio scolastico urbano dd. 28 novembre N. 351 con cui fu notificato che i quattro posti di docente anzichč provvisori erano definitivi.

    Cosa aveva determiuato 1' accennata modificazione 1

    L' Eccelso Consiglio scolastico provinciale di moto proprio e senza iudicare alcuu motivo, aveva ingiunto ali' urbano di stabilire per la nuova scuola i posti di docente iu pianta definitiva e

    1' urbano ottemperando ali' ordine superiore, si vide costretto di rettificare il priraiero avviso senza nemmeno dar parte deH'avvenuto al comuue di Gorizia, cui, a quanto sembra, non rimane ormai piu altro diritto, fuorch& que!lo di pagare.

    Le attribuzioni deli' Eccelso Consiglio scol. provinciale sono chiaramente deterininate dalle vigenti leggi scolastiche debitamente sanziouate e cosi pure quelle dei Consigli scolastici distrettuali e per la citta autouoma di Gorizia del Consiglio scolastico urbano. II § 38 della legge generale sco-lastica dei 14 maggio 1869 N. 62 moilificato dalla legge 2 maggio 1883 N. 53 dispone chiararaente che si possono occupare posti di docente provvisoriamente con .sottomaestri e perfino con maestre, ed il § 49 dichiara in modo da non lasciare dubbio ad una interpretazioue differente, che 1' occupazione provvisoria di posti vacanti 6 di compptenza del Consiglio scolastico distrettuale, per la citta di Gorizia 6 il Consiglio scolastico urbano (§ 20 della legge provinciale 8 febbraio 1869 N. 9 B. L. P.)

    N6 al Consiglio scolastico urbano, nč al comune di Gorizia che fornisce i mezzi per i biso-gni della scuola con un dispendio non indifferente, puč> essere tolto il diritto di impiegare maestri e'sot-tomaestri in pianta provvisoria e di occupare cosi posti vacanti tostochč vi siano degli aspiranti che vi concorrono, la misura della nomina provvisoria era poi nel caso nostro tanto piu inaicata in quan-tochč si trattava di una nuova scuola con lingua d' insegnamento differente delle altre scuole popolari della cittž,, per cui si era costretti a scegliere le forze insegnanti fra un personale affatto nuovo per il nostro distretto scolastico sulle cui attitudini e capaciU s' era, corne si d tutt' ora, affatto al-1' oscuro.

    II baudire un concorso (e la legge non lo esclude) per posti da conferirsi frattauto provvisoriamente colla riserva della definitivita per coloro fra i docenti che a suo tempo veuissero rico-sciuti idonei era quindi una cautela reclamata dalle condizioni speciali della nuova scuola e nell'in-teresse di questa.

    E qui cade in acconcio di rilevare che nel caso nostro non si trattava gi& della provvi-sorietž- dei maestri o sottomaestri da nomiuarsi, cioč, come ritiene 1'Eccelso Consiglio scolastico provinciale dei caudidati al Magistero non inuniti del certificato di abilitazione) ma della occupazione provvisoria dei posti a sensi del § 49 succitato, ciocchš š cosa ben differente, la quale occupazione o copertura pu5 seguire tanto con maestri o sottomaestri inuniti deli' attestato di abilitazione quanto con caudidati o allievi che hanno sosteuuto soltanto 1' esame di maturitA poichfi non & il docente che determina la definitivita o la provvisorieta, del pošto.

    Non 6 nuovo il caso che posti di maestro o sottomaestro delle nostre scuole di citta. ven-gono occupati in via provvisoria.

    II distretto di Gradišča poi ha quasi piti posti provvisori che definitivi occupati per lo piu da maestri che hanno ottirni certificati d' abilitazione ed eccellenti qualifiche.

    Eppure il distretto di Gradišča 6 soggetto alla stessa nostra suprema autorita scolastica provinciale.

    Perche dunque la nuova scuola di cui si tratta dovrebbe formare un eccezione ed avere tutti i posti assolutamente definitivi ?

    Se poi colla contemporanea fissazione di posti provvisori si fa un po' di economia con qualche piccolo risparmio, ci6 non 6 fuori di luogo per una citta come la nostra, mancante di ri-sorse, alla quale precisamente per 1' impianto e la conservazione della scuola tanto discussa, fu a-dottata una nuova gravissima spesa.

    Soltauto ali' effetto di avocare a sš la noraiua dei due maestri e delle sottomaestre per la quale sarebbe competente a seusi del § 50 della succitata legge generale, 1'Eccelso Consiglio scola-stico provinciale, a quauto pare, ha ordinato che i quattro posti per i quali era stato bandito il con-corso, fossero dichiarati defimtivi

    Per& tale disposizione come fu dimostrato non 6 punto giustificata in legge 116 reclamata da circostanze speciali.

    E perci6 i firmati deputati si permettono di avanzare a S. Ecc. il presidente dei ministri la seguente Interpellanza,

    1. E' a cognizione di S. Ecc. il presidente dni ministri 1' ingiunzione fatta al Comune di Gorizia dalle autoritš, scolastiche di coprire, contrariamente ad ogni disposizione di legge ed alla pratica costantemente ed universalmente osservata, in via deflnitiva tutti i quattro posti di docenti sistemizzati per la seconda scuola popolare slovena in Gorizia con grave danno deli' erario comunale a pregiudizio delle sorti degli altri docenti occupati nelle civiche scuole popolari ?

    2. E' S. Ecc. il presidente dei ministri disposto di provvedere affinchč tale provvediuiento ec-cezionale non venga messo in pratica a danno del comune di Gorizia ?

    V. Michielli, Dr. Marani, Pajer, Panigai, Ritter, Dr. Verzegnassi, Lovisoni, Dottori, Dr. Venuti,

    M B. Locatelli.

    Capitano : Ora, ha chiesto la parola 1' onorevole Grča per un' interpellanza.

    Grča: Interpelacija poslanca Blazija Grča in tovarišev do Njegove PrevzviŠenosti gospoda c. kr. namestnika v Primorju, kot predsednika c. kr deželnega šolskega sveta za Goriško in Gradiško.

    Državni šolski zakon z dne 14 maja 1869. drž zak. št. 62, s katerim se ustanavljajo načela o ljudskem šolstvu, določuje v §. 22., kakor sledi - „V šole se sprejemajo otroci samo o začetku šolskega leta, toda izvzeti so taki slučaji ko se roditelji drugam presele".

    Y nasprotju s to postavno določbo sprejele so se baje v javno ljudsko šolo z italijanskim učnim jezikom v Gorici v ulici Oipressi nedavno tri deklice : Ivana Vole, Štefanija Marviu in Rozalija Marvin, ter v javno deško šolo z italijanskim učnim jezikom v ulici Vogel deček Josip Vole, ki so do tedaj obiskovali zasebno ljudsko šolo s slovenskim učnim jezikom, ne da bi se bila njihova roditelja Ivan Vole in Ivan Marvin, stanujoča v Gorici v Kapucinski ulici in v ul ci Barzelliai, preselila kam drugam.

    Nič ni znano, da bi bil slavni c. kr. mestni šolski svet izjemoma dovolil, da se smejo ti otroci sprejeti v šolo med šolskim letom, iu sicer v šolo z drugim učuim jezikom nego je oni, v katerem so ti otroci do zdaj dobivali šolski pouk. Pač pa se pripoveduje, da sta roditelja vpisala svoje otroke v italijansko šolo, ker. sta bila v to prisiljena. Volcu, ki je delavec v lekarni Kurner, je baje gospodar žugal, da ga odslovi, ako ue vpiše svojih otrok v italijansko šolo; a Marviuu, kočijažu, bilo je baje rečeno, da nima pričakovati zaslužka od mestnega županstva, ako ne preloži svojih otrok iz slovenske v italijansko šolo.

    Enakih žuganj in poskusov, pregovoriti roditelje, da bi vzeli svoje otroke med letom iz slovenske šole ter vpisali jih v italijansko, pripoveduje se več; ali ob enem se dostavlja, da roditelji, četudi ubogi in delavskega stanu, so odločno zavračali mestne dostojanstvenike in njih odposlance, ki so z žuganjem ali z obečavanjem skušali doseči, da bi reveži postali nezvesti zakonu in naravi.

    Ker je šolskim oblastim dolžnost paziti na to, da se šolski zakoni natanko izvršujejo in da se ne dopušča uplivanje, ki je nasprotno zakonu in naravi, stavljajo podpisanci do Njegove Pre-

    vzvišenosti gospoda c. kr. namestnika v Primorju kot predsednika c. kr. deželnega šolskega sveta goriškega naslednja vprašanja :

    1. Ali je njegovi Vzvišenosti znano, da se upliva v Gorici na nepostaven način na uboge roditelje, da bi vzeli svoje otroke iz slovenske ter vpisali jih v italijansko šolo ?

    2. Ali je res, da so bili zgore imenovani štiri otroci sprejeti med šolskim letom iz slovenske v italijansko šolo ?

    3. Ako je res, ali hoče Njegova Vzvišenost odrediti, da se imenovani otroci v smislu zakona povrnejo šoli, kateri so bili vzeti ?

    V Gorici, dne 24. januarja 1896.

    Blazij Grča, Anton Klančič, Dr. H. Tuma, Berbuč, Alf. Coronini, Dr. Gregorčič.

    Dr. Abram, Muha, Lapanja, Dr. Rojic.

    Capitano: L'onor. Rojic ha cbiesto la parola per fare un'interpellanza.

    Rojic : Interpelacija poslancev dr. Rojica in tovariš -v na Njegovo Prevzvišenost gospoda c. kr. ministra za. bogočastje in uk radi reševanja raznih vlog od strani c. kr. deželnega šolskega sveta za Goriško in Gradiško

    V zadevi slovenske ljudske šole v Gorici vložili so zastopniki slovenskih roditeliev od leta 1891. do danes brez števila vlog neposredno pri velsslavnem c. k. dež. šolskem svetu ali^ posredno pri vis. c. k. ministerstvu za bogočastje in uk, ki jih je odstopilo v rešitev podrejeni šolski oblasti.

    Veleslavni c. kr. deželni šolski svet dal je zastopnikom edino na prvotne prošnje rešitev z due 24. junija 1894. ozirom 28. februarja 1893 , s katerima je spoznal, da mesto goriško je dolžno ustanoviti slovensko ljudsko šolo; na vse druge vloge molči še vedno kot zid in kamen.

    Slovenski roditelji in njih zastopniki ne vedo čisto nič, kar se godi v zadevi slovenske ljudske šole v Gorici, razen to, kar izvejo po ovinkih in po netočnih zasebnih poročilih; med tem se nasprotnikom slovenske šole točno sporočajo uradnim potom slovenske vloge in njih rešitve.

    Tako je veleslavni c. kr. deželni šolski svet rešil pritožbo slovenskih roditeljev z dne 13. t. m. radi italijanskega razglasa o vpisovanju v slovensko mestno šolo v smislu državnih temeljnih zakonov ter je dostavil rešitev c. kr. mestnemu šolskemu svetu v Gorici s potrebnim ukazom, ne da bi dostavil ob enem isto rešitev tudi pritožujočim se roditeljem.

    Slavni c. k. mestni šolski svet goriški, namestnikov ljubljenec, vtaknil je ukaz predpostavljene šolske oblasti v žep, in veleslavni c. kr. deželni šolski svet ga ne more preprositi, da bi dostavil rešitev tudi roditeljem, ki so se pritožili. Tem je mnogo ležeče na oni pritožbi in nje rešitvi, ker zadeva razglas, o katerem se trdi, da je naznanjal tudi začetek slovenske mestne šole. Zato jim je toliko huje, da nimajo rešitve, ki jim je bila obečana.

    Podpisani vprašajo Njegovo Prevzvišeuost gospoda ministra za bogočastje in uk:

    1. Ali hoče Njegova Prevzvišenost potrebno ukreniti, da veleslavni c. kr. deželni šolski svet goriški bo ne le reševal vloge slovenskih roditeljev goriških in njih zastopnikov, marveč da jim rešitev vselej tudi dostavi v primernem roku ?

    2. Ali hoče Njegova Prevzvišeuost ukazati, da se nemudoma dostavi zastopnikom slovenskih roditeljev v Gorici rešitev njihove pritožbe z dne 18. januarja, naperjene proti razglasu c. kr. mestnega šolskega sveta goriškega z dne 10. januarja?

    V Gorici, 24. januarja 1896. Dr. Rojic, A. Coronini, J. Berbuč, J. Lapanja, A. Klančič, Dr. Gregorčič, B. Grča, A. Muha, Dr. Tuma.

    11

    Capitano: L'onorevole Turna ha chiesto la parola per fare un'interpellanza.

    Dr. Tuma: Interpelacija poslanca dr. Henrika Turna in tovarišev do Njegove Prevzvišeno-sti gospoda cesarskega kraljevskega ministra za bogočastje in uk.

    V teku trinajstih mesecev od lanskega do letošnjega januarja vložili so društvo »Sloga", ki vzdržuje slovensko zasebno ljudsko šolo v Gorici, ter zastopniki slovenskih roditeljev in ti sami, zbrani v zaupnih shodih, brez števila vlog, pritožb, prošenj in utokov pri veleslavnem cesarskem kraljevem deželnem šolskem svetu ter pri visokem cesarskem kraljevem ministerstvu za bogočastje in uk.

    Na vse to dobili so jeden sam odgovor kot rešitev na utok radi podturnske vojašnice in tudi ta še le po stavljeni interpelaciji in potem, ko je ležal sedemnajst dnij na mizi slavnega c. kr. mestnega šolskega sveta goriškega.

    Naše pritožbe, naše prošnje, naši nasveti in dokazi so v očeh visoke cesarsko kraljeve šolske uprave, kakor se zdi, le pene, na katere ni vredno ozirati se; veljavo imajo le italijanski goriški Benjamini in njih novoizvoljeni državni poslanec za mesta in trge Goriškega.

    Z vlogami z dne prvega decembra 1895. je bilo dokazano, da slovenska mestna šola se ne more otvoriti ne prvega januarja, ne prvega februvarja v podturnski vojašnici, ter je bilo razloženo, kakb se da pomagati v tem oziru.

    Visoka c. k. vlada je hotela biti bolj modra od domačinov, ki poznajo vse razmere od blizu, ter je hotela zimi in naravi ukazati, kar se jej ni posrečilo vkljub nenavadno mili letošnji zimi.

    Visoka c. kr. vlada hoče po sili, naj se otvori slovenska mestna šola v rečeni vojašnici. Kakšno je to poslopje, posneti je iz priloženega spričevala zdravnika doktorja Aleksija Rojica.

    Slovenski roditelji ne morejo pošiljati svojih otrok v mokro iu vlažno poslopje, ako nočejo, da si nakopljejo raznih boleznij in kal smrti. Niti odrasel človek ue more bivati brez škode za svoje zdravje v poslopju z okuženim zrakom v najbližji okolici in v poslopju samem; toliko manj pa nežen otrok, ki je jako sprejemljiv posebno za kužne bolezni, ki se neizogibno izcimijo v poslopju s tako nesrečno lego in uredbo, kakoršno ima Katinellijeva vojašnica, v kateri so že razsajala golica in druge bolezni. Omenjeno spričevalo glasi se tako-le :

    »Naprošen od slovenskih starišev, ki imajo otroke godne za obiskovanje ljudske šole, pregledoval sem podpisanec nekdanjo Catinellijevo vojašnico v Podturnu, namenjeno sedaj za šolsko poslopje. Ob tej priliki našel sem sledeče:

    Hišo neposredno obkrožujejo od ene strani zaporedoma stranišča, kurniki in odprta gnojišča sosednih kmetov; od nasprotne strani pa odprt smrdljiv odtok gnojišč in uličnega kanala. Voda v odprtem kanalu je gnojnica, ki zaostaja in vedno močno smrdi.

    Šolska stranišča so v sredi poslopja in takb urejena, da bodo vedno kužila zrak v celem

    poslopju.

    Vse novozidane stene rečenega poslopja so še popolnoma vlažne in bodo — ako se okna zapr6, še bolj pa, če se zakurijo peči — nezdrav sopar izparovale.

    Radi nezdrave lege, radi veduo okuženega zraka v najbližji okolici in v poslopju samem, bo to poslopje za šolo vedno nesposobno ; dokler se pa zidovi ne posušijo, je že po postavi prepovedano prebivanje v takem poslopju tudi odraslim ljudem. — tembolj je pa nevarno za nežne otroke, ker je nevarnost velika, da dobb difteritis in druge nalezljive bolezni radi okužene okolice, ali pa davico in druge bolezni radi vlage zidov iu radi okuženega zraka v šoli vsled slabe lege šolskih stranišč.

    V Gorici, 19. januarja 1895. Dr. Aleksij Rafael Rojic, zdravnik."

    Govori se, da slovenska mestna šola je bila otvorjena dne 20. t. m., ali gotovosti nimamo o tem; kajti slovenskim roditeljem ni bilo to naznanjeno od pristojne oblasti, kakor treba.

    Res je, da so bili dne 11. t. m. po mestnih zidovih prilepljeni in potem hitro potrgani neki italijanski lepaki, v katerih je bilo rečeno, da je otvoritev slovenske šole dekretovana za dan dvajsetega januarja. Ali lepaki so bili italijanski, neumljivi slovenskim roditeljem, katerim so bili namenjeni, ter niso omenjali, ali hoče slavni c. kr. mestni šolski svet navedeni dekret izvršiti, ali dejati ad acta, kakor mnogo drugih, ali skleniti morda še pritožbo na upravno sodišče, kakor navadno.

    Vrhu tega sta izrazila mestna uradnika, ki sta vpisovala otroke v slovensko mestno šolo, da zgore omenjen razglas je poln pogreškov. In res se nista ravuala po njem, ker nista sprejela slovenskih otrok z vsega ozemlja mesta goriškega, kakor je bilo rečeno v razglasu, marveč sta zavračala one z Grčine, od Barke in Baronovišča, ter sta odkrito povedala, da razglas je pogrešeu. Slovenskim roditeljem ni bilo mogoče vedeti, ali ni razglas pogrešen tudi tam, kjer omenja dekret o otvoriti šole z dnem 20. januvarjem.

    Zato stavljajo podpisani do Njegove Prevzvišeuosti gospoda cesarskega kraljevega ministra za bogočastje in uk naslednja vprašanja :

    1. Ali je res, da je začela mestna ljudska šola s slovenskim učnim jezikom v Gorici 20. januarja tega leta?

    2. Ako je, ali hoče Njegova Prevzvišenost ukazati, da sh to naznani slovenskim roditeljem v njim umljivem slovenskem jeziku?

    3. Ker je podturuska vojašnica po najnovejših zdravniških spričevalih nerabljiva za šolske namene, kje misli Njegova Prevzvišenost, naj se nastani slovenska mestna šola, dokler se ne dobijo za njo primerni stalni prostori v smislu ukaza visokega cesarsko-kraljevega ministerstva z dne 16. decembra 1895?

    4. Ker mesto namerava nastaviti na slovenski mestni šoli samo štiri učiteljske moči, kaj naj se zgodi z onimi šolski dolžnosti podvrženimi slovenskimi otroci goriškimi, ki ne bodo mogli biti deležni šolskega pouka pri teh štirih učiteljih in katerim ni na razpolago druga javna šola, katero bi mogli obiskovati?

    V Gorici, 24. januarja 1886. Dr. Tuma, Alf. Coroniui, Dr. Gregorčič, J. Berbuč, A Klančič, BI. Grča, A. Muha, J. Lapanja.

    Capitano: Non sono piu insinuate interpellauze, perč) 1'onorevole Verzegnassi ha insinuato una proposta. Prego di leggere intanto la proposta.

    Verzegnassi: La proposta 6 del seguente tenore: (F ON. 553/96)

    L'esercizio provvisorio nell'anno 1896 del fondo provinciale, votato nella seduta del 28 dicembre 1895 col diritto di esigere le imposte addizionali e tasse approvate colla Risoluzione So-vrana del 5 gennaio 1896 rima ne in vigore siuo a tutto febbraio 1896.

    ff di Segretario: Začasne naredbe za leto 1896 gledd oprave deželnega zaloga, kakor jih je sklenil deželui zbor v seji dne 28. decembra 1896 s pravico pobiranja naloženih doklad in davščin potrjenih z najvišjim sklepom z dne 5. januvarja 1896, ostanejo v veljavi do konca februvarja 1895.

    Capitano: II signor preopinante domanda la trattazione di urgenza di questa proposta?

    Verzegnassi: L'urgenza mi pare che sia cosi evidente, che poche parole basteranno. L'e-sercizio provvisorio essendo una legge che abbisogua di ottenere la sauzione Sovrana, e visto che i Comitati di finanza e delle petizioni non hanno ancora fatto uua proposta relativamente alla concessione

    di sussidi per lavori pubblici, per študenti ed altri e di eventuali auinenti di salari invocati da diversi im-piegati ed inservienti prov., il Comitato di finanza non ha potuto ancora štabi lire il conto di previsione del fondo provinciale, 116 probabilmente potvž, farlo entro il mese corrente. E' quiudi iudisperisabile che la concessione deli' esercizio provvisorio veuga prolungata per qualche settimana. Ainmesso ora che quest' Ecc. Dieta arrivi a compire i suoi lavori entro la priina meta del mese di febbraio p. v. ci vorrft sempre qualcbe settimana per conseguire la sanzione Sovrana delle imposizioni provinciali e la loro pubblicazione nei Bollettino delle Leggi ed ordinanze prov., cosi čredo che si dovrebbe a tempo debito prendere, relativamente a questa proposta, una deliberazione, e percif) rinnovo la domanda che questa proposta sia trattata iu via d' urgeuza.

    Capitano: Viene chiesta la parola suli'urgenza? Nou 6 il caso. Prego i Signori che ara-mettono 1' urgeuza di voler rimanere seduti. (nessuno si muove). L' urgenza š accolta,

    Passeremo ora ali' argomeuto riferibile alla proposta stessa. Viene chiesta la parola sulla proposta meritoria ? Non 6 il caso. La metto ai voti. I Signori che accettauo la suddetta proposta sono pregati di voler alzarsi. (i deputati si ahano). E' accolta.

    Verzegnassi: Mi permetterei di proporre che la proposta venisse accolta anche iu seconda

    lettura.

    Capitano : L' onor. Verzegnassi propoue 1' accoglimento della proposta anche in ultima lettura. Ritengo che per discutere sull' urgeuza non si chieda la parola, e metto quiudi la proposta ai voti anche in ultima lettura. I Signori che 1' approvano sono pregati di rimanere seduti (nessuno si aha). E' accolta auche in ultima lettura, e cou ci6 sarebbe evaso anche quest' argomeuto

    Passiamo ora a trattare gli argomeuti deli' ordine del giorno Ilprimo 6 la nomina di tre membri e di tre sostituti della Commissione provinciale per la revisione del censo fondiario.

    Riguardo alla nomina dei membri prego di conseguare le schede che portano tutti e tre i loro nomi ; nientre quando si tratteržl della nomina dei loro sostituti, questa avverra nome per uome. (si raccolgono le schede per la nomina dei membri). Prego i Signori Gregorčič e Abram di farne lo scrutinio. (lo fanno).

    Furono consegnate 21 schede e riportarono voti 21 i Signori Giovanni Lapanja, deputato provinciale e perito in Caporetto; Rodolfo Conte Pace possidente e podesU di S. Vito e 20 voti la mia pochezza.

    Dunque secoudo 1' ordine prego di passare alla nomina del sostituto del membro onorevole Lapanja. (si raccolgono le schede).

    Cou tutti i voti fu eletto il sig. Alessandro Mahorčič possideute e Podesta di Nakla.

    Adesso prego di passare alla nomina del sostituto al membro Rodolfo Conte Pace. (si raccolgono le schede). Con 21 voti venne nominato il sig. Francesco Zanolla possidente e perito in Moufalcone. Adesso prego di passare alla nomina del mio sostituto. Prego di raccogliere le schede. (si raccolgono).

    Schede mi furono consegnate 21, la maggioranza 6 di 11 voti che caddero sopra il sig. Autonio Nigris possidente e perito in Gorizia e di 10 voti per 1' onor. Klančič. E' eletto quindi 1' onor. Nigris.

    Pajer: Vista I'ora gi& avanzata e 1'ordine del giorno lungo, e anche con riguardo alla temperatura, proporrei che la seduta venisse chiusa e 1' ordine del giorno tenuto fermo per la prostima seduta.

    Capitano: Se non viene fatta opposizione (non viene fatta) accedo al desiderio e dichiaro chiusa la seduta, indicendo la prossima per il 28 gennaio a ore 5 pom. mettendo aH' ordine del giorno quale primo punto la motivazioue della proposta avanzata dalTonor. Grča e cousorti. Per altro prirna di procedere alla chiusura deli' odierna seduta occorre una cosa per poter avanzare ali' Ecc. Governo la proposta relativa ali' esercizio provvisorio, 6 necessaria ciod la convalidazione del processo verbale deli' odierna seduta. Se i Signori sono d' accordo che lo si approvi seduta staute (vod: si autorizzi la Giuuta!) In questo caso & autorizzata la Giunta a verificare il processo verbale deli'o-dierua seduta, e la dichiaro quindi chiusa.

    (Fine della seduta a ore 7V2 pom.)

    Coateuuto : Annuncio petizioni. —Risposta del Commissario governativo ali'interpellanza Rojic riguardo ai disordini avvenuti in Ranziano — Risposta dello stesso ali'interpellanza Grča in merito alle disposizioni prese dal Capitanato distr. in occasione di una gita intrapresa da diverse societa slovene a Uorizia. — Interpellanza Rojic al Capitano provinciale circa alla nomina del Contabile provinciale. — Interpellanza Rojic al Presidente dei Ministri circa un' istru-zione ali' I. R. Consiglio scolastico provinciale per Gorizia e Gradišča. — Interpellanza Venuti riguardo aH' ere-zione di un palazzo di giustizia. — Interpellanza Lovisoni riguardo alle tabelle bilingui. — Interpellanza Grča circa la strada erariale del torrente Lijak. — Detta dello stesso sul divieto deli' uso della lingua slovena in affari civili e penali. — Motivazione della proposta circa la coltivazione di viti americane. — Rapporto della Giunta prov. circa lavori d' imboschiinento alle sponde del torrente Lokavšček. — Progetto di legge con cui viene intro-dotto un contributo delle societft di assicurazione nei ramo incendi. — Concorso del fondo provinciale alla costru-zione della strada da Soča a Log. — Progetto di legge circa la classificazione del tronco di strada Ronchi e Groina. — Sanatoria dei f. 400 dati ai danneggiati dal terremoto di Lubiana. — Istituzioue di 4 stipendi per piccole in-dustrie in Provincia. — Consuntivo fondo stipendi pro 1894 e preventivo pro 1896. — Consuntivo coltura forestale pro 1894 e preventivo pro 1896. — Consuntivo fondo scolastico 1894 e preventivo pro 1896. — Sussidio a Carolina Ved. Barbazetto.

    Presenti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    e N. 20 deputati.

    (Principio della seduta a ore 5 pom.)

    Capitano : Trovandoci raccolti in numero legale, dichiaro aperta la seduta. Non c' 6 da leggere il processo verbale deli' ultima seduta, perchš venne autorizzata la Giunta prov. a verificarlo.

    Furono insinuate le seguenti petizioni, di Clemente Purger študente belle a rti che chiede un sussidio, — e di Francesco Volaric che domanda un sussidio per la pubblicazione di opere musicali inedite.

    L'onor. Rappreseutante del Governo ha chiesto la parola per rispondere a due interpellanze.

    Commissario Imperiale: Gledš interpelacije, ki so jo stavili poslanec gospod doktor Rojic iu tovariši v seji deželnega zbora z dn6 osemindvajsetega preteklega meseca o neredih v Renčah meseca januarja minolega leta, imam čast na podlagi visokega razpisa miriisterstva notranjih zadev z devetnajstega tega meseca šlevilka štiristo dati sledeči odgovor:

    Ni nijednega oporišča, iz katerega bi se dali združiti obžalovanja vredni dogodki v Renčah v meseci januarju minolega leta s tem, da je bil pisan razpis okrajnega glavarstva z dnč edenin-

    dvajsetega januarja leta petindevedesetega številka tisočšestindeveset na županstvo nemško, kajti župan je moral brez ovira na ta razpis, in tudi če bi ga ne bil niti on niti občinski tajnik razumel, kar pa se ne more trditi — prepovedati streljanje s topiči, ker je streljanje na javnih prostorih in cestah prepovedano že vsled paragrafa šestnajstega zakona o cestni policiji z dn& šestega julija šest-inosemdesetega, deželni zakonik številka sedem, in vsled prejšnjih ukazov izdanih po okrajnem glavarstvu v slovenščini.

    Iz uradnih spisov se razodeva, da je bil občinski predstojnik v Renčah zares prepovedal streljanje s topiči na vaškem trgu, da se ne inore torej jemati omenjeni glavarstveni razpis nanj toliko rnenj v poštev, ker ga je župan sprejel brez vsacega ugovora. Orožniki, ki so bili takrat v službi, so sami Slovenci in govori slovenski; po tem takem ni opravičeno, kar se trdi, da izgredniki bi ne bili razumeli poziva orožnikov.

    Starejši uradniki okrajnega glavarstva so slovenščine zmožni in se ni v službi zarad njih namišljene nezmožnosti tega jezika pokazala še nikaka ovira. Mlajši uradniki pa so glavarstvu dode-jaui ravno s tem namenom, da se učijo slovenščine v slovenskem okraju iu to je tudi njih dolžnost. Z občinami, kojih opravuiki ne razumejo nemščine, občuje se pri okrajnem glavarstvu slovensko, a tudi /, drugimi občinami se dopisuje v tem jeziku ; okrožuice na vsa županstva so pisane vselej v slovenskem jeziku."

    Na interpelacijo poslanca gospoda Grča in tovarišev gleda policijskih naredeb, ki jih je ukrenilo okrajno glavarstvo o priliki izleta raznih slovenskih društev v Gorico v preteklem septembru, naj odgovorim po omenjenem ministerskem razpisu takb-le ;

    Varstvene naredbe, o katerih je beseda v interpelaciji, je spoznati vsled razburjenosti, ki se je lotila deloma prebivalstva, ko je izvedlo nameravani izlet slovenskih društev v Gorico, za opravičene, ker lahko bi se bil pripetil kak dejanski spor, če bi bila ta društva korakala po glavnih cestah mesta v svoji društveni obleki in s svojimi društvenimi znamenji in zastavami. Ukaz torej, da se mora sprevod pomikati le po določenih, ne v sredi mesta ležečih ulicah, in da se je izletnikom prepovedalo stopiti v notranje mesto v društveni obleki, to ni bilo naperjeno proti kaki narodnosti, njegov namen je bil namreč edino le vzdrževati javni red in mir, in braniti izletnike same, ne da bi bilo pri tem uplivalo na kaj druzega.

    Non so se occorra ch' io faccia la traduzione italiana di questa risposta, trattandosi di un oggetto che.....

    Venuti: Si, c1 interessa per conoscere il significato di queU'iuterpellanza.

    Commissario Imperiale: In seguito a dispaccio deli'eccelso Ministero deli'interno d d. 19 corr. N. 400, ho 1' onore di rispondere ali' interpellanza degli on. Dr. Rojic e cons. preseutata nella seduta dei 28 p. p. e risguardante i disordini avvenuti in Ranziano nel gennaio 1895 quanto segue :

    „Non sussistono argomenti per ascrivere i deplorevoli avvenimenti di Ranziano nel genuaio 1895, alla circostauza, che il dispaccio del Oapitanato distrettuale del 21 gennaio 1895 N. 1096 era diretto alla podesteria in lingua tedesca, perchš, anche se nš il podesta, nš il segretario comunale non avessero compreso questo dispaccio — cič che perb non fu il caso — lo sparo dei mortaretti snlle pubbliche piazze e strade 6 proibito gift, dalla disposizione del § 16 del regolamento sulla po-lizia stradale del 6 luglio 1886 b. 1. p. N. 7 ed era stato vietato ancor prima da speciali ordiuanze emanate dal Capitanato distrettuale in liugua slovena ; il podesU avrebbe dovuto quindi proibire lo sparo dei mortaretti anche se non avesse ricevuto questo dispaccio.

    Dagli atti risulta che il podest^ di Ranziano aveva efettivainente vietato lo sparo dei mor-taretti sulla piazza, per cui il detto dispaccio capitanale a lui diretto non puf> venir preso in consi-derazione, in quanto che il podestit lo aveva accettato senza contraddizione. I gendarmi che inallora trovavansi in servizio sono sloveni e parlano lo sloveno, non 6 quindi corrispondente al vero 1' as-serzione che gli eccedenti non avessero comprese le intimazioni dei gendarmi. Gli impiegati piti anziani del Capitanato distrettuale conoscono lo sloveno e non si 6 mai riscontrata difficolU alcuna nel servizio per questa pretesa non conoscenza della lingua; gli impiegati piu giovaui sono addetti appunto al Capitanato, affinchž, in un distretto sloveno, ne impariuo la lingua e vi sono a cič obbligati. Coi comuni, gli organi dei quali non conoscono il tedesco si tratta presso il Capitanato distrettuale in isloveno ed in questa lingua si corrisponde pure con altri comuni; le circolari dirette a tutti i comuni sono sempre concepite in lingua slovena".

    Iu seguito allo stesso dispaccio ministeriale mi pregio inoltre di rispondere quanto segue ali' interpellanza degli onor. Grča e consorti in merito alle disposizioni di polizia prese dal Capitanato distrettuale iu occasione di una gita intrapresa da diverse societž, slovene, a Gorizia :

    „1 provvedimenti di sicurezza menzionati nell' interpellanza deli' on. Grča e cons. vengouo giustificati dali' eccitazione, che erasi impadronita di una parte della popolazione alla notizia della progettata gita per Gorizia da parte di societžt slovene; avrebbe potuto ciož facilmeute succe-dere una collisione, se queste soeietž, fossero transitate per le principali vie della citt& con le loro divise, coi loro distintivi sociali e con bandiere. L'ordine del passaggio per alcune contrade site al di fuori del centro della cittšt e la pvoibizione di comparirvi con le divise sociali non era quindi diretto contro una determinata nazionalitA, ma erano stati emanati, senza qualsiasi altra in-flueuza — esclusivameute per riguardi d' ordine e della pubblica quiete nonchS a difesa dei gitanti stessi."

    Capitano : Furono insinuate alcune interpellanze. L' onor Rojic ha la parola.

    Rojic: Interpelacija poslanca dr. Aleksija Rojica in drugov na Njega Prevzvišenost deželnega glavarja radi imenovanja deželnega računarja.

    Dne 12. maja 1894. umrl je predstojnik deželne računarije Andrej Jeglič.

    Od tistega časa do danes je njega izpraznjeno mesto nepokrito in deželna računarija brez predstojnika v rokah in vodstvu nižjih računskih uradnikov.

    Pri deželnem računskem uradu službujeta sedaj dva uradnika in dva praktikanta, od katerih je le eden vešč sloveuskega jezika, v tem, ko bi ga morali znati vsi štirje. V celi pokneženi grofovini je 100 občin čisto slovenskega prebivalstva in jezika, samo 38 občin furlanskega in italijanskega jezika, v tem, ko sti še dve občini mešanega prebivalstva.

    Iz tega se vidi, da se mora pri računskem uradu prezirati slovenski deželni jezik in da se postavljajo na stran uradniki slovenske narodnosti.

    Glavno delo deželnih uradov tiči na računskem oddelku, najvažniša poročila podajati ima predstojništvo računanje deželnemu odboru.

    Radi tega je bilo neobhodno potrebno, da bi se bilo mesto deželnega računarja takoj po izpraznitvi tudi pokrilo.

    Na razpis službe deželnega računarja oglasilo se je mnogo in med temi prav izbornih močij,. ki bi gotovo bile deželnemu uradu na čast in korist.

    Kljubu temu deželni odbor do danes, tedaj približno dve leti, ni ničesar ukrenil.

    Ker je iz tega domnevati, da deželni odbor ali zanemarja svoje dolžnosti, ali namerava hraniti izpraznjeno mesto deželnega račun arja kakemu cel 6 nesposobnemu deželanu,

    usojajo se podpisani vprašati :

    1. Iz kakih razlogov Njpga Prevzvišenoi*t deželni glavar ne skrbi, da se zasede mesto deželnega računarja t

    2. Ali misli ukreniti takoj, da se to mesto odda sposobnemu prosilcu ?

    V Gorici, 28. januarja 1896. Dr. Bojic, Alf. Coronini, A. Muha, Iv. Lapanja, I. Berbuč, A. Klančič, Dr. Gregorčič, Dr. Tuma.

    Capitano: Na to interpelacijo počaščujem se odgovoriti, da dosedanjemu deželnemu odboru ni kazalo v zadnjem letu svoje poslovne dobe lotiti se imenovanja deželnega računarja ; zdaj bo pa moja skrb nasvetovati novemu odboru, da čim bržč imenuje deželnega računarja.

    L'onorevole Roje m'interpella per qual motivo la Giunta provinciale non č passata alla nomina del contabile provinciale. Io ho avuto 1' ouore di rispoudergli che & ben naturale se la vecchia Giunta, che era ai ultimi momenti di sua esistenza non ha voluto passare alla nomina si importante di tale carica, ma ora, che 6 la nuova Giunta, la inviterd a passare a tal nomina.

    L' onorevole Roje ha insinuato un' altra interpellanza.

    Rojic: Interpelacija poslancev dr. Aleksija Raf. Rojca iu tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda presednika ministerskega sveta.

    Slovenski roditelji v Gorici, ki zahtevajo javno ljudsko šolo s slovenskim učnim jezikom, podpisali so prošnje na veleslavni c. k. deželni šolski svet in na visoko c. k. ministerstvo za bogo-častje in uk leta 1891., 1892. in 1893. s pojediuimi svojimi imeni, večinoma celtf pred notarjem. Pri vseh naslednjih pritožbah in utokih podpisovala sta samo dva roditelja v imenu drugih ; pooblastilo zagovorniku pri c. k upravnem sodišču podpisal je cel6 samo dr. Rojic kot zastopnik roditeljev; nikoli se ni dogodilo, da bi bil kdo zanikal, da so dotičniki opravičeni vlagati vsakovrstne vloge v tej %devi. Tega tudi ni mogel nikdo zanikati, kajti vsak podpisanec na prej omenjenih vlogah je za to in po sebi opravičen do vseh korakov, ki se mu zdijo potrebni v tej šolski zadevi.

    Ta opravičenost je še jasnejša, odkar je c. k. upravno sodišče due 26. junija 1895. razsodilo, da mestna občina goriška je dolžna dati slovenskim roditeljem in njih zastopnikom javno ljudsko šolo, katero s") zahtevali za svoje ali sebi izročene otroke.

    Od tistega časa ima vsakdo, ki je podpisal prošnje, na katere je sledila navedena razsodba upravnega sodišča, neoporečno pravico, zahtevati od državne uprave, da izvrši omenjeno razsodbo, če treba tudi eksekutivnim potom, ter trditi in varovati svoje iz one razsodbe in dotičnih zakonov izvirajoče pravice v vsaketerem trenotku in nasproti vsakateri upravni in šolski oblasti. Državne oblasti, med katere se šteje tudi veleslavni c. k. deželni šolski svet, imajo pa sveto dolžnost, kateri se ne morejo izogniti, da raznovrstne vloge sprejemajo in rešujejo ter da varujejo in branijo pravice šibkih iu zatiranih nasproti mogočnim krivičnikom, ki zadržujejo in teptajo pravico, ki skušajo cel6 oblasti strahovati, da bi se zbale iu zanemarile svojo dolžnost.

    Ko je postalo šolsko vprašanje resneje, sešli so se slovenski roditelji goriški due 24. novembra 1895. in 5. januarja 1896. v zaupen shod, katerega se je udeležilo vsak krat nad 300 roditeljev, da so se skupno posvetovali o korakih, ki so se jim zdeli potrebni v dosego ljudske šole, katera jim je prisojena.

    S tem, da so se roditelji združili, niso zgubili pravice, katere so posamični imeli do slo-

    12

    venske šole vsled zakonov iu razsodbe upravnega sodišča. A v namen, da bi si delo olajšali, pomnožili so število svojih zastopnikov s tem, da so imenovali pri shodu due 5. januarja še nekatere može, da v imenu vseh pri shodu zbranih branijo koristi slovenske ljudske šole v Gorici v trdem boju proti mestni upravi, ki se trdovratno upira vsemu, kar more biti slovenski ljudski šoli v korist, dokler more.

    Izvoljenci ne potrebujejo od slovenskih roditeljev goriških nikakih pooblastil, da smejo zahtevati točno in postavno izvršitev omenjene razsodbe upravnega sodišča, ter da tirjajo, naj dotlej mesto goriško plačuje stroške za pouk slovenskih otrok, ker v to je vsakdo izmed njih po sebi popolnoma opravičen in legitimovan.

    S tem, da so izvoljenci sprejeli častno volitev ter naslov „šolskega odbora", niso zgubili pravic, ki jim pristojajo kod pojedincem, ter je »šolski odbor", ki znači množino pojedincev, opravičen v vse to v šolski zadevi, v kar so opravičeni njegovi člani.

    Šolski odbor je bil izvoljen pri zaupnem shodu slovenskih roditeljev dne 5. januarja ter je bil koj naznanjen vladi. Dne 6. januarja izplačalo je c. kr. okrajno glavarstvo polumesečno podporo slovenski zasobni ljudski šoli v Gorici in jeden prijemalcev podpisal je dotično potrdilo na izrecno zahtevo vladnega zastopnika kot podnačeluik »šolskega odbora", kateremu se je izročila dotična podpora. Dne 13. januarja sporočil je šolski odbor o priliki, ko je prosil nadaljno podporo zasebni šoli, veleslavnemu c. kr. deželnemu šolskemu svetu svojo izvolitev in svojo nalogo, ki obstoji posebno v tem, da zahteva ustanovitev slovenske javne ljudske šole v Gorici na primernem mesta v najkrajšem času, ter skrbi, da dotlej otroci ne ostanejo brez pouka in da se v ta namen ohrani začasna zasebna šola, za katero sprejemajo radodarne doneske. V drugi vlogi istega dne pritožil se je radi italijanskih lepakov, s katerimi je bilo naznanjeno vpisovanje v slovensko ljudsko šolo, ter je prosil, naj se do-tičui rok podaljša. Z ozirom na lepake razsodil je c. kr. deželni šolski svet po izpovedi dotičuega poročevalca v navzočnosti več članov šolskega odbora, v smislu državnega temeljnega zakona, in rok se je podaljšal na ta način, da se je vpisovalo še naslednjo nedeljo 19. t. m.

    Dne 14. t. m. pritožil se je šolski odbor pri c. k. dež. š. svetu radi postopanja md?tnih uradnikov pri vpisovanju otrok dne 13. in 14. januarja. Dne 15. januarja odposlal je načelnik šolskega odbora c. kr. namestniku v Trst v tej zadevi naslednjo brzojavko:

    Excellenz von Rinaldini Statthalter Triest.

    Vorgehea des Stadtmagistrates bei Einschreibung slovenischer Kinder fur offentliche Volks-schule der Exkaserne ist ein solches, dass es grossten Unwillen bei allen betheiligten Eltem hervorruft. Haben gestern und vorgestern schriftliche Beschwerden au Landesschuhlrath abgesendet. Bitte driu-geud um sogleiche Abhilfe. Alfred Coronini

    na katero je dobil sledeči odgovor brzojavnim potom :

    Graf Alfred Coronini. Gbrz.

    Statthaltereirath Czermack wird heute in Gbrz uber envahute Beschwerde erforderliches ver-anlassen. Statthalter.

    Vsled tega brzojavnega odgovora šli so člani šolskega odbora še tisti dan k imenovanemu namestništvenemu svetovalcu, ki jim je obečal, da jim dopošlje rešitev na pritožbo radi lepakov prav gotovo koj, ko se vrne v Trst.

    Dne 16. januarja vročila sta člana šolskega odbora imenovanemu uamestuištveuemu svbtniku osebno dve pritožbi, kateri je sprejel brez ugovora.

    Dne 19. januarja pritožil se je šolski odbor radi nezdravih prostorov v Katinelijevi vojašnici

    in 20. januarja drugič radi zavračanja slovenskih otrok pri vpisovauju. Pvo vlogo rešil je c. kr. dež. šolski svet brzojavnim potom in ekspresnim pismom ter naročil nečelniku c. kr. mestnega šolskega sveta, kaj mu je storiti.

    Deželni šolski svet je torej sprejemal in reševal vloge šolskega odbora ter dejanski priznaval njegov obstoj in da je opravičen, potegovati se za pravično stvar.

    Zato je imenovani šolski odbor osupnel, ko je dobil pimneno rešitev na pritožbo z dne 15. januarja radi predlaganih začasnih učnih močij na slovenski javni ljudski šoli, in ko je videl, da je njegova vloga ovržena — če tudi stvarno sprejeta — in sicer a limine, češ, da šolski odbor ni legi-timovan za pritožbe v tej zadevi.

    Šolski odbor je takoj spoznal, da to je uspeh onega člana deželnega šolskega sveta, ki rabi od prvega početka naprej svojo učenost in zgovornost v to, da ovira in zavlačuje ustanovitev slovenske ljudske šole v Gorici, ter da deželni šolski svet se je postavil v nasprotje s svojim prejšnjim postopanjem, ko je sprejel teorijo spretnega odvetnika.

    Zastopnika slovenskih roditeljev vložila sta v isti zadevi utok pri deželnem šolskem svetu že 22. nov. 1895. Tedaj jima dež. šolski svet ni zavrnil utoka, marveč jima ga je rešil z odlokom z dne 23. decembra 1895. št. 1210. Ako sta bila zastopnika prvič legitimovana za utok, kar sta bila brez dvojbe, se jima ne more zanikati ta pravica drugič

    Zato stavljajo podpisaui do Njegove Prevzvišenosti gospoda predsednika c. kr. ministerskega sveta naslednja vprašanja:

    Ali je Njegova Vzvišenost voljna potrebno ukreniti, da se pouči veleslavni c. kr. deželni šolski svet za Goriško in Gradiško:

    1. da vsak, ki je podpisal prošnje, na katere je sledila razsodba c. kr. upravnega sodišča z dne 26. junija 1895. št. 3253., je opravičen zahtevati, da državna uprava to rasodbo izvrši v smislu obstoječih zakonov in naredb in, če treba, tudi eksekutivnim potom na podlagi državnega temeljnega zakona z dne 21. decembra 1867, drž. zak. št 144?

    2. da ta pravica pristoja ne le pojedincem, ki so prošnje podpisali, marveč tudi vsem njim ali več vkup, ki so združeni bodisi na vlogi s svojimi podpisi, bodisi pri zaupnem shodu s svojo navzočnostjo, bodisi v »šolskem odboru8, ki so ga volili in naprosili, da varuje koristi slovenske ljudske šole v Gorici, oziroma da zahteva izvršitev zgore navedene razsodbe upravnega sodišča ?

    2. da torej veleslavni c. kr. deželni šolski svet je dolžan sprejeti in reševati vloge rečenega »šolskega odbora" v zadevi slovenske ljudske šole v Gorici in da jih ne sme a limine zavračati?

    V Gorici, 28. januarja 1896.

    Dr. Rojic, Alfred Coronini, Dr. Gregorčič, BI. Grča, A. Muha, A. Lapanja, A. Klančič,

    J. Berbuč.

    Capitano : Q.uest' interpellanza come le seguenti mi farč> un dovere di passarle al rappre-sentante deli' Eccelso Governo. L' onorevole Veuuti ha insmuato un' interpellanza. Gli concedo la parola.

    Venuti: Eccelsa Dieta, Oltre 25 anni fa, e precisamente il 30 agosto 1870, il decano dei deputati prov. onor. de Dottori, a nome proprio e di altri sette colleghi di parte italiaua, rivolgeva ali' ill.mo Signor Commissario imperiale la seguente interpellanza :

    E' d' avviso 1' Eccelso Governo di salvare il priucipio de! decoro e della decenza col pro-curare un soggiorno piti conveniente agl' impiegati deli' i. r. Tribunale circolare e della i. r. Pretura

    urbana e col risparmiare al pubblico quella sensazione di ripuguanza che se ne impossessa negi'in~ dispensabili convegni giudiziali ?

    PerchS non si soddisfa al comodo del pubblico ed ali' interesse deli' Erario Sovrano col-1' adattare la vecchia dogana ai bisogni delle uostre autoriU giudiziarie ?

    L' onorevole interpellante nella motivazione rilevava la „sensazione nauseante" della quale si resta oppressi per lo „stato indecente" degli edifici che albergano le sedi giudiziarie della nostra cittži ed osservava che „gi& da molto tempo" si andava bucinando di ristauri e riforine.

    A questa interpellanza rispondeva iinmediataniente 1'ill.mo Signor Commissatio imperiale colle testuali:

    „L' Ecc. Governo ha gia incamminato delle trattative colle autoritž, di finanza per la ces-sione del palazzo deli' i. r. Dogana allo scopo di collocare nel medesimo tanto 1' i. r. Tribunale cir-colare quanto 1' i. r. Pretura urbana, e queste trattative spero che saranno ultimate entro brevissimo termine: tanto 6 vero che l'ufficio tecnico 6 gu\ incaricato delle rispettive rilevazioni.

    „Per altro, quand' anche queste trattative non conducessero ad un risultato esauriente, 1'Ecc. Governo 6 pienamente convinto della necessitS, di sostituire agli attuali fabbricati deli'i. r. Tribunale circolare e Pretura urbana locali piu decenti, sia col prendore a pigioue altro edificio, sia coll' erigere apposito fabbricato".

    E d i f a 11 i in allora qualche passo era stato fatto dali' Eccelso Governo, giacchž mi ricordo che nel 1874, meutre mi trovava addetto a questo Tribunale in qualiU di praticante legale, ebbi ad ammirare un magnifico progetto di un palazzo di giustizia, destiuato a sorgere sull' area deli' e-dificio doganale e che, se la memoria nou mi tradisce, contemplava i locali necessarii per albergare gli uffici del Tribunale. della Corte d' assise, della Procura di Stato, della Pretura urbana, deli' uf-ficio fondiario, di quello delle imposte e le carceri.

    D' allora in poi. quasi un quarto di secolo 6 trascorso; ed il bel progetto dorine ancora i suoi sonni in qualche scaffale polveroso del riparto tecnico del Ministero di Giustizia.

    Perb, 6 convenieute il rilevarlo, le pratiche non rimasero del tutto arenate e mi consta che in proposito deli' erezione di uu palazzo di Giustizia sull' area della dogana fu nell' anno 1894 raggiunto un accordo tra 1' Ecc. Ministero delle finauze e quello dello Giustizia.

    In seguito a questo accordo, il dipartimeuto per le costruzioni di edifici a Vienna elaborb due progetti nei quali, tenuto conto anche delle esigenze derivanti dali' attivazione della nuova procedura civile, si contemplarono oltrechš, le autoritft giudiziarie, le carceri e gli uffici per i libri fondiarii, anche i locali occorrenti per il collocamento di tutti gli uffici di finanza qui residenti: anzi per svi-luppare convenientemente questi progetti, si presero delle impeguative per l'acquisto di qualche caseg-giato adjacente, al corpo di fabbriche appartenenti alla finanza.

    Purtroppo perb, se le voci che corrono sono vere, non se ne ftril nulla ; si vuole cio6 che sul piu bello 1' accordo tra i sullodati due ministeri sia stato rotto e che, abbaudonato il pensiero deli' erezione di un palazzo di giustizia, il Ministero delle fiuanze abbia dato delle disposizioni per il riattainento del vecchio edificio doganale per uso degli uffici da lui dipeudenti.

    Ragioni di convenienza, di decoro, necessita imperiose di una regolare amministrazioue

    /

    della giustizia e persino i sauti principii della decenza, della moralitit e deli' umauitil, reclamauo di tutta urgenza la realizzazioue di questo antico e sentito desiderio.

    Lo reclamano la decenza, la moralitžt, 1' umanitž.; e dicendo ci6, accennerb allo stato mi-

    seraudo iu cui trovansi i nostri arresti giudiziarii : luridi antri servono a ricettare gl' infelici che, sospetti o colpevoli vi vengono rinchiusi e percič non cesstno di essere uomini ed hanno diritto di venir trattati col rispetto dovuto aH' essere uinano.

    Iu quegli antri, capaci di contenere al massimo 65 iu&ividui, vengono accumulati da auni molti 120 e persino 140 individui, che per mancanza di spazio e di letti devouo dormire a due e talvolta a tre per let to, con quanto danno alla salute, con quanto pericolo alla moralit^, con quanto sfregio alla deceriza, non occorre che io il dica.

    In base ai fatti esposti, i sottoscritti muovono a S. E. il Ministro di Giustizia la seguente Interpellanza.

    1. Si verifica la voce che 1' accordo preso tra gli Ecc. Ministeri di flnanza e Giustizia riguardo aH'erezione di un palazzo di Giustizia sull'area della vecchia dogana sia stato rotto?

    2. Come e quando intende S E. il Miuistro di soddisfare all'iinperioso bisogno delTerezione di un palazzo di Giustizia in questa citta ?

    Dr. Yenuti, Dottori, Dr. F. Marani, Michielli, Panigai, Lovisoni, Ritter, Locatelli, Dr. Verzegnassi.

    Capitano : L' onorevole Lovisoni ha ora la parola.

    Lovisoni : L' ottobre deli' anno 1894 restera triste nella storia italiana di queste provincie litoranee, restera come un avvenimento nefasto. Tutto a nu tratto venne l'ordine di collocare a tutti i giudizi italiani. come insegne, tabelle bilingui, ciož tabelle che a fianco della vetusta scritta. italiana avessero anche la scritta slava. Qupsto fulmine a ciel sereuo accese gli animi di tutti gl'italiani, ed il Governo si affrettft a revocare 1' ordine, dove la scritta non era collocata, ma nulla revocO, dove era collocata, e la scritta brilla ancora alle porte dei giudizi di Monfalcone e di Cormons.

    E' storia vera e genuiua storia, che il popolo italiauo del litorale iutero, alla notizia delle tabelle, si agitft, si commosse, e che un fremito d' iudignazione corse in ogni petto italiauo dal Quarnero alle alpi.

    Questo fremere di tutto un popolo 6 per s6 stesso una prova della iniquit;\ di quella ini-sura, perchž il popolo, come gioisce di ogni avvenimento, che allieti la patria, sente nei piil pro-fondo il dolore di ci5, che offende la sua integrit;\ o che viola il suo diritto.

    Era il caso delle tabelle bilingui, perchš queste tabelle non erano solamente una nuova scritta, il Suouo della quale forse non riuseiva carissimo aH' udito. Queste tabelle erano 1' annunzio, il simbolo, che una lingua nuova, ignorata, inculta, faceva il suo ingresso nei tempio della giustizia, per assidersi colla lingua italiana e dividerne ingiustamente il secolare impero.

    Ingiustamente in tutti i giudizi italiani, ma piu. che mai in quelli di Monfalcone e di Cormons, e ci šara facile di provarlo.

    II territorio di quei due giudizi ž costituito quasi per intero dali' ultimo lembo della pianura lombardo veneta ed b abitato da una popolazione di 28883 italiaui, senza mistura d'altra nazione. i quali fanno capo alle due citta di Monfalcone e di Cormons, tutte italiane. In questi due territori la lingua italiana fu dal priucipio della storia, nella vita e negli uffici, sola regina. E regina fu in grado ancora piu emineute nei territorio di Monfalcone, dove alitd durante secoli lo spirito veneto e sveutol6 sugli spaldi fino al 1807, fino al traltato di Foutainebleau, il vessillo della repubblica.

    Chi, e quanti sono, dirimpetto agli italiani, gli slavi dei due territori? Gli slavi sono pochi mille, raccolti in pochi villaggi, ed abitano il carso ed il colle al limite della pianura, alla quale discendono per i loro affan come a terra ospitale, che volentieri li accoglie, nou come a časa pro-

    pria. Ne abbiamo una classica prova nei fatto, che fino aH' auno L849 i comuni di Duino e di Doberd6 non appartenevauo al territorio di Monfalcone, ma che vi furono uniti per loro domanda, avendo eglino dichiarato di conoscere 1' italiano ottimamente.

    Ecco le ragioni della giusta sovranitčt della lingua italiana in quei territori. Giusta per ragione di origine, di storia, di lingua, di territorio e di affari.

    Ci si obietterž. il pari diritto delle lingue. Ci si dirž,: tutte le stirpi e tutte le lingue sono pari. Lo prescrive 1' umana fraternit^ e la stessa legge fondameutale. Tutte le stirpi hauno diritto a pretendere una posizione onorevole nella grande famiglia. Rispondiamo, che lungi da uoi & il pensiero di combattere le nobili aspirazioni, lungi il peusiero di oppugnare i dettami della giustizia. Ma la legge fondamentale, proclamando la parita delle lingue, certo non volle che 1' una diveutasse signora in časa deli' altra. Si restituiscano i comuni slavi del carso e del colle ai loro distretti na-turali, ai loro giudici naturali, e si lasci che agli italiaui la giustizia sia amministrata in solo italiano.

    Del rimanente poi 1' entrata della lingua slava nei giudizi italiaui 'sarebbe autrice di parita solo a condizioui pari. Ma & troppo grave la diversitjt delle due lingue e dei due popoli. La lingua italiana, la piu eletta, figlia della madre latiua, b bella, facile, melodiosa, ha il corredo d'una gloriosa letteratura, š un principale viucolo del pensiero nei commerci e nei contatti di tutto il mondo. Ne viene il desiderio, il bisogno e Ja facilite di apprenderla, e ci6 riesce a pro dei nostri antagonisti naziouali, sorretti anche da quel talento naturale delle lingue, che 6 proprio in grado eminente agli slavi di tutte le stirpi. Ben diversa č la condizione degli italiani, cui la scienza delle altre lingue, come ai francesi, riesce tanto piu ardua, quanto piu le lingue sono aucora nello stato d' una vergiue iiifanzia. Ecco duuque perchš, mentre dai 28883 italiani dei due territori, 1' idioma slavo s' ignora, possiamo dire, affatto, gli slavi di quei lembi di monte e di colle, al coutatto dei nostri italiani, gli ultimi anche a quello degli italiaui del regno, parlano 1' italiano come 1' idioma natio.

    II principio della parita non 6 dunque altro che un teorema speculativo e dottrinario, un parto di fantasia, il quale si sfascia alla viva luce dei fatti.

    N6 si čreda che almeno i sacri interessi della giustizia sieno giovati da quel!a cosidetta parita. Come la parita delle lingue nella scuola non significa la confusione di piit lingue nella scuola medesima, ma l'istituzione di scuole di ogni lingua, cosi la parita, delle lingue nei giudizi non -significa la confusione di piu lingue nei giudizio medesimo, ma 1'istituzione di giudizi di ogni lingua nei territori naturali. Riuscirš, fatale, una torre di babele nei giudizi la confusione delle lingue. Daremo esempi.

    Ogni lingua ha nella parola e nello scritto intendimenti segreti, che la sola perfetta cono-scenza arriva a penetrare. Rare volte il giudice, 1' avvocato d' un giudizio bilingue conoscerii tutte e due le lingue tanto, da cogliere in ognuna il recondito significato della espressione. II popolo italiano, davanti alle scritture, ai decreti, alle iscrizioni tavolari slave, nelle quali risieda per avveu-tura un suo interesse, sar& come al cospetto di geroglifici egiziaui. Spesso il magistrato bilingue non sara 1' uomo scelto per la sua dottrina e le sue virtu, ma per il caso fortuito di conoscere una se-conda lingua. La politica linguistica sMnfiltreni come un sordo veleuo nei propositi di magistrati che vorranno fare carriera.

    Ma noi lascieremo questo brutto panorama, per occuparci, pur troppo, di altre cose non liete.

    La misura delle tabelle bilingui uon ha nemmeno il pretesto di soddisfare ad un voto del popolo slavo dei due territori, nš ad un bisogno, nš alla legge.

    La legge rende omaggio alla consuetudine, vale a dire, vuole negli atti giudiziali che hauno spesso un valore iuestimabile, la continuitA, della lingua, perchd la contiuuitž, li assicura.

    II popolo slavo dei due territori non disse finora mai sillaba per mutare la vetusta consuetudine della lingua italiana. Gridarono i soli taumaturghi politici, che a quel popolo lo sono stranieri.

    E nullo inftne, š un vaniloquio anche il bisogno La statistica dei due giudizi prova, che la media degli atti slavi, che vi si presentano ogni anno, & poco pih di cinque. E furono per la inas-sima parte scritterelli di Lubiana.

    Couchiudendo direnio, che la misura delle tabel le bilingui fu ingiusta, inutile, dannosa, una umiliazione degli italiani, che danno allo stato il tributo del sangue e della rnoneta, e la non ultima fatalitž, di questa, e di varie altre rnisure bilingui largite al uoslro popolo italiano sta in ci6, che dove due stirpi si stendevano la mano fraterna, ora 6 successo il dispetto e 1'odio, e che la discordia agitaudo la sinistra sua fiaccola, scioglie quelle forze, che avrebbero dovuto stare seinpre unite per il bene dei paesi.

    Come dunque si spiega la misura delle tabelle biliugui, il collocamento delle quali, uell'ot-tobre del 1894, fu ordinato d'urgenza, come se si fosse trattato di salvare lo stato? Si spiega solo colla passione politica, o colla peccaminosa debolezza di chi cede alle iugiunzioni dei prepotenti.

    E' ora di rinsavire, e percid i sottoscritti muovono al governo la segtiente interpellanza:

    E' il governo, che a suo tempo revocd 1' ordine di collocare tabelle bilingui ai giudizi italiani delTIstria, tranne uuo, disposto a farle rimuovere dai giudizi italiani di Monfalcoue e di Oorinons?

    Lovisoni, Dr. F. Marani, Vincenzo Michielli, Pauigai, Dr. Verzegnassi, Ritter, Dottori,

    Dr. Venuti. M. B. Locatelli.

    Commissario Imperiale: Mentre accetto r interpellanza deli'onorevole Lovisoni siccomo diretta aH' ecc. Governo, devo per altro respingere con tutta energia certe espressioni che io quella si contengono, come le parole iniquita di quella misura riguardo alle tabelle bilingui, ingiunzioui di prepotenti e ingiustizia delle prese misure.

    Al Governo stanno a cuore tutte le nazioualitU, deli' Impero: esso prende le sue misure sempre oggetlivamente nell' interesse di tutte. (bene! fra il pubblico).

    Capitano: L' on. Grča ha la parola.

    Grča: Interpelacija poslanca Blazija Grča in tovarišev do vis. c. kr. vlade radi uravnave struge hudourniku Lijak.

    Hudournik »Lijak" se pretaka črez državno cesto na meji ozemlja mesta Gorice in županije Šempas. Napaja ga deževnica trnovskega gozda. Ob deževju silno naraste, prestopi strugo in se razlije črez državno cesto ter se razširi proti meji županije Vogersko v pravo jezero. Izstopa hudournika ni kriv samo velik pritok deževnice in majhen padec struge, ampak posebno še zanemarjenost struge. Precej pod mostom črez državno cesto je struga skoraj popolnem zanešena. Celi otoki nanešene zemlje in grušča leže v njej. Vrh tega struga ni ravna, ampak dela velike ovinke. Vse to upliva, da ob vsakem večjem deževju voda izstopa že nad cesto, ter v precejšnji daljavi sem proti Gorici in tje proti Šempasu zaliva cesto. Preteklega mesca decembra so konji bredli vodo po cesti črez koleno. Vsaj pol metra visoka voda je drla po cesti.

    Gledč na to, da ob vsakem deževju hudournik Lijak zalije državno cesto, zadržuje promet, stavi v nevarnost vozove, živino in ljudi; in glede nato, da se tej nepriliki tako pride v okom, ako se cesta vzdigne in struga uravna, prašajo podpisani visoko c. kr. vlado:

    Ali hoče visoka c. kr. vlada državno cesto ob hudourniku Lijak zvišati, most razširiti, strugo iztrebiti in presekati ovinke, da voda ne bo zalivala ceste, ter se bo hitrejše odtekala?

    V Gorici, 28. januarja 1896.

    Blazij Grča, A. Muha, A. Klančič, J. Lapanja, Dr. Rojic, Dr Abram, Dr. Gregorčič,

    Alfred Corcnini, J. Berbuč, Dr. Turna. Capitano : Venne insiuuata ancora un' interpellanza.

    Grča : Interpelacija poslancev Alfreda grofa Coroninija, Blazija Grča in drugov na Njega Prevzvišenost c. kr. justičnega ministra radi nepraviluostij pri sodiščih na Primorskem.

    Dne 9. tega meseca interpelovali so podpisani Njega Prevzvišenost justičnega ministra radi nepravilnih odnošajev pri sodiščih na Goriškem ter se dotaknili v njej tudi soduega osobja.

    Vsled interpelacije došlo je od več stranij pritožb in novih podatkov, katere grajane nedo-statke nekoliko bolj pojasnujeio.

    Iz teh podatkov, kakor tudi iz imenikov konkretaluega stanja za c. kr. višje sodišče v Trstu sledi, da ima justičua uprava na Primorskem na razpolaganje dovolj že nameščenih svetovalcev, sodnikov, pristavov in izprašanih prislužuikov slovanske narodnosti, in takih, ki so si z lastnim trudom prisvojili znanje slovenščine, da bi uvedla v dejanjsko rabo slovenski deželni kot sodni jezik.

    Iz istih podatkov pa žal tudi sledi, da zastopniki justične uprave na Primorskem, predsednik c kr. višjega sodišča, v Trstu, predsednika c. kr. deželnega in okrožnega sodišča v Trstu in Gorici in c. kr. državna pravdnika oudukaj, delajo kolikor mogoče naravnost ali prikrito na to, da se izključuje raba slovenskega kot sodnega jezika od zapisavanja in pripušča le v rešilih.

    Iz dejanjskih že opisanih razmer pri obeh sodiščih pa se kaže, da justičua uprava na Primorskem hotš ne daje dejanjske prilike sodnemu naraščaju, da se vadi v rabi slovenskega kod sodnega jezika.

    Dasi je v mestu in okolici Tržaški po specijalnem repertorju c. kr. statistične komisije za 1890. leto 27.725 Slovencev, v okraju in mestu Goriškem pa celo 38.557 Slovencev proti le 16.959 Furlauov in Italijanov, tedaj prebivalstva in strank dovolj in toliko, da bi obe sodišči po zakonu morali rabiti slovenščino pri zapisavanju v civilnih in kazenskih zadevah;

    dasi je pri obeh sodiščih izbornih uradniških močij, ki so si priborile znanje slovenske pravne terminologije in bi dejanski rabile slovenski sodni jezik, ako bi smele, ter izvajaje ravnopravnost dajale pouk in priliko učenja sodnemu naraščaju ;

    upa se uredovati v obeh deželnih jezikih le posamezni uradnik. Ker se ne sme, gledč na to skoro neverjetno postopanje višjih sodnih oblastev v Trstu iu Gorici, pričakovati od nižjih uradnikov, da bi se ustavljali prigovarjanju predstojnikov gledč nerabe slovenščine ali ne upoštevali tudi prikrite želje istih, ker radi tega ni pripisovati nikake krivde soduim pomočnim uradnikom, ako še ogibljejo slovenskega deželnega jezika, kedar ga znajo, in se ga ne uče, kedar ga ne znajo, marveč edino le zastopnikom justične uprave, usojajo si podpisani uprašdti:

    1. Ali je Njega Prevzvišeuosti znano, da predsedništvo c. kr. višjega sodišča v Trstu, e. kr. deželnega sodišča ondi, c. kr. okrožnega sodišča v Gorici in c. kr. državno pravduištvo zavirajo očitno ali po ovinkih rabo slovenskega jezika pri zapisovanju v civilnih in kazenskih zadevah ter pospešujejo rabo laščine v mestih, nemščine in lušči.-ie po deželi?

    2. Ali je Njega Prevzvišenost voljna, izdati stroge ukaze, da se nimajo predstojniki sodišč in

    državnega pravdništva držati zastarelih dosedanjih običajev, marveč obnašati po duhu novih, veljavnih zakonov in po dejanjski potrebi prebivalstva?

    3. Ali je Njega Prevzvišenost voljna skrbeti za to, da se sodnemu osobju sploh in mlajšemu naraščaju posebej nudi prilika, učiti se v dejanski rabi slovenščine pri kazenskih sodiščih v Trstu in Gorici in pri c. kr. okrajnih za mesto odrejenih sodiščih ondi?

    A Gorici, dne 28. januarja 1896. Alf. Coronini, Blazij Grča, Dr. Gregorčič, Dr. R"jie, A. Muha, J. Berbuč, J. Lapanja, A. Kknčič.

    Capitano: Tutte queste interpellanze verranno trasmesse al rappresentante deli' Eccelso

    Governo.

    Prima di tutto devo insinuare che 1' onorevole commendatore Pajer ha scusato la sua as-senza per malattia.

    II primo argomento deli' ordine del giorno 6 la motivazione della proposta del deputato Grča sull' istituzione di un maggior numero di vivai di viti americane nel Goriziauo.

    Grča : Visoki zbor ! Predlog, kateri sem podal, obsega v enem stavku pet toek.

    Deželni odbor naj bi naprosil vis. c. kr. vlado, da v prospeh vinarstva v naši deželi:

    a) sedanje matičnjake za vzgojo ameriške trte v Šinarijah, Rihembergu, Dorubergu, na Krasu in drugod razširi, ozir. obilnejše podpira ;

    b) da ustanovi bodisi sama vlada ali vzajemno z občinami večje število novih matičnjakov ne le v krajih, kjer trtna uš že uničuje vinograde, temveč tudi v občinah, kjer še ni te uničevalke vinogradov ;

    c) da v tih trtnicah ne le vzgaja, ampak tudi požlahtnjuje auferiško trto, in požlahtnjeno ali cepljeno prodaje po najnižji ceni; za prenovljenje že pokončanih vinogradov pa jo oddaja brezplačno;

    d) da trtnice uredi tako, da se bodo v njih vinorejci mogli učiti vzgoje in cepljenja ameriške trte ;

    e) da nastavi deželnega nadzornika za kmetijsko gospodarstvo.

    Dovoljujem si, gospoda ! vse te točke predloga vsaj nekoliko utemeljiti.

    Visoki zbor ! Velika večina naše dežele se peča z vinarstvom. Brda skoraj ne pridelujejo druzega, nego vino. Prebivalce vipavske doline, posebno dolenje, živi vinoreja. Tudi Kras in Furla-nija se pečata z vinarstvom. Prebivalci naštetih delov dežele bi morali zapustiti rodno zemljo in se izseliti, ako bi jim trta odrekla svoj žlahtni pridelek.

    V goriškem in sežanskem glavarstvu se računa 1400 hektarov, v korminskem in gradi-ščanskem 320 hektarov pravih vinogradov.

    Potem v prvih dveh 3500 hektarov, v drugih dveh pa 4500 hektarov polja s trtami.

    Radi različnih boleznij, ki napadajo trto, so se v zadnjih letih troški za obdelovauje vinogradov silno pomnožili. V dobrih letinah kmet že komaj zmaguje stroške za obdelovanje in davke, v slabih letinah se pogreza v dolg.

    Zdaj pa nam preti še trtna uš. Vsa vipavska dolina je že okužena, edino županija Šempas je še prosta. Prikazala se je tudi na Krasu okoli Komna, v Vertojbi, Biljah, Renčah, Prvačiui, Gradišču, Črničah, Sv. Tomažu, Sv. Križu, v Šmarjah, Rihembergu, Dornbergu, Vogrskem je trtna uš pokončala blizo 20—30% vinogradov; v Gradiški iu v Št. Petru pri Gorici so jo zatrli.

    Zdatne pomoči zoper trtno uš nimamo, razun te, da se vinogradi prenovi z ameriško trto.

    13

    Na Goriškem imamo že nekoliko trtnic za vzgojo in cepljenje ameriške trte, toda veliko premalo. Dosedaj se vzgaja ameriška trta v Monasteru (baron Ritter), v Št. Petru pri Gorici (grof Coronini), na Vogerskem (grof Alfred Coronini), na Gradišču (Peter Kerševan), v Rihembergu, Renčali, Doru-bergu, v Gorici (kmetijska šola in Cristofoletti) in v Šmarjah. Državni trtnici ste na Gradišču in v Šmarjah. Vinogradov je komaj 20 hektarov prenovljenih z ameriško trto. Moj predlog meri na to, da bi vlada že obstoječe razširila, ozir. obilnejše podpirala.

    Opomniti moram tudi, da sedaj imamo trtnice samo v okuženih krajih ; potreba pa je trtnice napraviti tudi po neokuženih krajih, da se tudi tam sadi ameriška trta iu se s tem v okom pride opustošenju po trtni uši, temveč, ker se trte, tudi ameriške, ne smejo saditi iz okuženih krajev v neokužene. Želeti je, da bi vsaka vinorodna občina imela trtnico za uzgojo in cepljenje ameriške trte ; toda posestniki v obče so preveč konservativni, preveč se drže stare domače trte. Ameriške trte začenjajo še le potem saditi, ko jim je uš uničila domačo. Na ta način ostane vinograd, kateri trtna uš napade, več let opustošeu iu ne douaša pridelkov. Drugič, večina naših kmetov še ne zna ameriške trte požlahtiti, to je pravilno cepiti. Glavni uzrok, da se ameriška trta ne širi zadosti hitro in v večjem obsegu po naši deželi, je pa brez dvoma revščina. Tu je torej dolžnost države, da pomaga. Država rada pomaga, kjer elementarne nesreče zadenejo deželo ; trtna uš pa je še večja nesreča za vinorejca nego marsikatera elementarna nezgoda, kajti ne uniči le pridelkov enega leta, ampak vzame up za mnogo let. Zatira tudi duha vinorejcu, ko vidi v bližnji prihodnosti revščino ali celo beraško palico pred seboj. Priznati se mora, da država tudi izdatno podpira prenovljen je vinogradov z ameriško trto, vendar je ta državna podpora na Goriškem veliko premajhna. Ni zadosti, da sadimo ameriško trto le tam, kjer je-uš že uničila vinograde, treba jo je prehiteti z ameriško trto. Te trte bi morali saditi tudi v Brdih in v Furlaniji, kjer še ni razširjena trtna uš. Po moji misli bi bilo treba ustanoviti, če ne v vsaki večji občini, pa vsaj kakih osem trtnic v naši deželi, namreč eno v okolici Sv. Križa, eno v Šempasu, dve ali tri v dolenji vipavski dolini, po eno na dolenjem Krasu, eno za sprednja, eno za zapadua Brda, in morda dve za Furlanijo. Ker pa tega občine same ne morejo storiti, kakor sem že omenil, deloma, ker je kmet sploh nasproten novotarijam, posebno pa še radi revščine, zato je dolžnost države, da pomaga, da obstoječe trtnice zdatuejše podpira in več novih ustanovi, in to tem več, ker bi država s tem vsaj deloma popravila krivico, katero dela vi-uorejcem znana vinska klavzula. To bi državo stalo primeroma le malenkosti.

    Za oskrbovalce bi se mogli v deželni kmetijski šoli izšolati mladi razumni kmetovalci v prav kratkem času, ki bi potem za primerno plačilo oskrbovali trtnice in ameriške trte cepili z domačo trto ; cepljene naj bi vlada prodajala po najnižji ceni, za prenovitev pokončanih vinogradov pa je oddajala gotovo brezplačno.

    Vsekako pa bi se moral ustanoviti tudi deželni nadzornik, ki bi vse trtnice nadzoroval iu oskrbnikom dajal potrebne navode in poduk. Ta nadzornik naj bi ob enem nadzoroval tudi druge gospodarske družbe katere podpira država, in naj bi se zato imenoval »deželni nadzornik za kmetijsko gospodarstvo". Kolikor je meni znano, je država nastavila takega nadzornika za Dalmacijo. Troškov bi ta nastava ne zahtevala mnogo, novih morda celo nič. Nasvetovani deželni nadzornik namreč bi lahko nadomestoval popotnega kmetijskega učitelja, vsekako bi se pa zanj smeli porabiti stroški, ki se trosijo za komisije, ki po vinogradih iščejo trtne uši. Ni je nam treba več iskati, imamo jo že povsod, razen v Brdih in v Furlaniji.

    Prepičan sem, slavna gospoda, da ste vsi tega spoznanja, da v obrambo vinoreje je zadnji

    čas, da se prav intenzivno po vsi deželi, kjer trtna uš že gloda ali še ne gloda domače trte, uvede in sadi ameriška trta »riparija"; preverjen sem, da uvidite, da občine same, ozir. viuorejci, premalo skrbe za razširjenje ameriške trte, in iz raznih razlogov, posebno radi revščine, tudi ne morejo; gotovo vsi častivredni gospodje visokega zbora sodite, da ima država dolžnost pomagati ; zato opuščam obširnejše utemeljevanje predloga in se nadejam, da ga soglasno sprejmete.

    Iv. Berbuč, Alf. Coronini, Dr. Gregorčič, A. Muha, Dr. Abram, J. Lapanja, A. Klaučič,

    Dr. Bojic, Blaž Grča, Dr. Turna.

    Capitano : L' onorevole Grča propone che la sua proposta passi per 1' esame e riferta al Comitato delle petizioni. Mi perinetto domandare se questa proposta š appoggiata ? (e appoggiata). Viene chiesta la parola ....

    Marani: Vorrei seutire il tenore della proposta.

    Capitano : L' ho gi& letta 1' altra volta, ma se desidera che la rilegga, lo faccio subito : »S' in carica la Giunta provinciale di avaazare aH'Eccelso I. R. Ministero dfill'agrico!tura una petizione percM si compiaccia di provvedere nella principesca Contea di Gorizia e Gradišča ad un maggior nufhero di vivai per la coltivazioue e peli' iunesto di viti americane ed istituire un ispettore provinciale agrano."

    Viene ancora chiesta la parola per discutere questa proposta ? Se non 6 il caso, la metterd ai voti. I Signori dunque che sono d' accordo di passare la proposta deli' on. Grča riguardo ali' i-stituzione in questa Provincia di un maggior numero di vivai di viti americane, al comitato delle petizioni per 1'ulteriore esame e riferta, sono pregati di voler alzarsi (maggioranza) Li proposta h accettata.

    Segue ora il secondo punto deli'ordine del giorno, che d il rapporto della Giunta provinciale con cui domanda 1' autorizzazione di mettere a disposizione di lei un importo pei lavori d'im-hoschimento di fondi al torrente Lokavšček. L' onorevole Abram b pregato di riferire.

    Abram: (GN. 369/95). Visoki deželni zbor! Kakor je vže v zadnjem deželnozborskem zasedanju podpisani deželni odbor čast imel, poročati visokemu deželnemu zboru s6 svojim poročilom z dne 16. januarja 1895 št. 402, mu je visoko c. kr. Namestništvo z dopisom 15. aprila 1894 št. 5386 naznanilo, da je pozvalo komisijo za pogozdenje Krasa, naj bi pospeševala pogozdenje ogo-Ijenih zemljišč na obrežju potokov Lokavščeka in Grajščeka v občini Št. Tomažki, da bi se s tem uredil tek omenjenih rečic in zabranile kolikor mogoče pogostne povodnji iu poplavanja obrežnih zemljišč.

    Omeujeua komisija je z dopisom 12. januarja 1894 št. 48 na to odgovorila, da kar zadeva zemljišča blizo potoka Grajščeka, katera so večji del uže pogozdena, si bode prizadevala na vso moč, da dovrši brž ko mogoče dotične uasade.

    Kar pa se tiče onih zemljišč, ki leže prek potoka Lokavščeka, povdarjala je imenovana pogozdoval na komisija, da gre tukaj za obseg zemljišča, ki meri okoli 100 do 120 hektarjev, ter je lastnina občinskih oddelkov Dola in Otlice, katera sta notoričuo zel6 vboga in siromašna, in ne moreta izdatno pomagati pri izvrševanju dotičnih pogozdovalnih del, in da radi tega bi se tudi v naj ugodnejšem slučaju zamoglo pogozditi le kake 2 do 2% hektarjev vsako leto, ter bi trajalo nad 50 let, preden bi se vse delo dokončalo.

    Omenjena pogozdovalna komisija se je tedaj izjavila, da z ozirom na zelo skromna denarna sredstva, ki so jej na razpolago, bi na noben način ne mogla ustreči želji vis. c. kr. Namestništva brez kake izvanredne podpore.

    Gledd na to in spoznavši, da je pogozdenje onih zemljišč tik potoka Lokavščeka silno potrebno, da se zaprečijo večje nevarnosti in škode, obrnilo se je vis. c. kr. Namestništvo na vis. c. kr. Ministerstvo za poljedelstvo s prošnjo, naj bi ono blagovolilo dovoliti pogozdovalni komisiji primerno podporo iz državnih zakladov, da bode zamogla bolje napredovati s pogozdenjem omenjenih zemljišč.

    Visoko c. kr. Ministerstvo je na to odgovorilo z dopisom 2. marca 1894 št. 2549, da bi bilo voljno podeliti v ta namen za leto 1894 podporo 300 do 350 gld. in enaki znesek za vsaktero na-poslednih štirih let proti temu, da se tudi deželni odbor zaveže, dopriuašati k temu znesku v navedeni dobi vsako leto 200 ali vsaj 150 gld , da se po tem takem doseže letna podpora 500 gld.

    Gledd na to, da so dotična dela silno potrebna in koristna, in da z bornim zneskom, ki ga zahteva visoka vlada, bi se dala odstraniti potreba mnogo večjih stroškov, in gledč tudi na sklep Visokega dež. zbora z due 18. maja 1893, s kojim je bila načeloma priznana korist in primernost reguliranja potokov Lokavščeka iu Grajščeka, da bi se delo ne odnašalo dalje, sklenil je bil deželui odbor dovoliti za leto 1894 podpore 150 gld ter zapros ti pri visokem zboru dotičnega potrjenja in predlagati mu dovoljenje daljnih podpor v zinislu zahtevanja visoke vlade.

    Dosledno je dež. odbor v seji dne 22 januarja 1895 predložil vis. dež zboru :

    1. naj odobri podporo 150 gld. vže dovoljeno v gori omenjeni namen za leto .1894 ;

    2. naj pooblasti dež. odbor, da sme izplačevati komisiji za pogozdenje Krasa v ravno isti namen v vsakem neposledujih štirih let enaki znesek 150 gld.

    Prvi predlog bil je sprejet ; a drugi izročen v pretresovanje finančnemu odseku, kateri pa ni mogel o njem poročati zarad prezgodnjega zaključenja deielnozborske sesije.

    Podpisani deželni odbor si šteje tedaj v dolžnost, ponoviti v sedanjem zasedanji dotični predlog, ter prosi, naj vis. deželni zbor blagovoli skleniti :

    Pooblaščen je dež. odbor, da sme izročevati na razpolaganje deželui komisiji za pogozdenje Krasa v štirih prihodnjih naposleduih letih 1896 — 1899) vsako leto po 150 gl. v namen, da ona pospeši pogozdenje zemljišč ležečih na obrežji potoka Lokavščeka.

    Eccelsa Dieta, Come la sottofirmata Giunta provinciale ebbe 1'onore di riferire ali' Eccelsa Dieta nella precedente tornata con suo rapporto del 16 geuuaio 1895 N. 402, aveva, l'i. r. Luogoteneuza cou rescritto del 15 aprile 1894 N. 5386 partecipato di avere interessato la Commissione d'imbo-schimento del Carso affine provveda al sollecito imboschimento dei fondi adjaceuti ai torrenti Lo-kavšček e Grajšček nel Comune di S. Tomaso, onde possibilmente regolare il corso dei medesimi ed impedire i frequeuti straripamenti ed iuondazioni dei terreni confinanti.

    La prelodata Commissione perb, con nota del 12 gennaio 1894 N. 48, aveva risposto alla Luogotenenza, che in quanto ai fondi presso il torrente Grajšček, che si trovano in gran parte diggift imboschiti, si darebbe tutta la cura di compiere quauto prima i lavori di piautagione.

    Iu quauto poi ai terreni, siti sulle sponde del torrente Lokavšček, la prefata Commissione ebbe a rilevare, trattarsi qui di un complesso di fondi deli' estensione di circa 100 a 120 ettari, di proprieta, delle due frazioni di Dol e Otelca, le quali, per la notoria loro poverta nou si trovano al caso di poter prestare un abbondante aiuto nell'esecuzione dei lavori d'imboschimento, per cui, nella migliore ipotesi, si potrebbero imboschire anuualmente tutt' al piu ettari 1 l/2 0 2, sicchš ci vorrebbero oltre 50 anni per compiere quel lavoro.

    Senza un sussidio straordinario a questo scopo, la Commissione d' imboschimento, con ri-

    guardo ai mezzi assai limitati di cui essa dispone, si era dichiarata quindi nell' assoluta iinpossibilita di corrispondere al desiderio deli' Ecc. Luogotenenza.

    In vista di cid, e ritenendo sominamente necessario 1' imboschimento dei fondi sterili presso il torrente Lokavšček onde impedire maggiori pericoli e dauui, 1' i. r. Luogotenenza si era rivolta ali'Ecc. i. r. Ministero d'agricoltura colla preghiera di voler accordare alla Commissione d'imboschimento un sussidio dai fondi dello Stato per metterla nella possibilit& di sollecitare i lavori preacceunati.

    L' Ecc. i. r. Ministero con dispaccio del 2 maržo 1894 N. 2549 dichiarava di essere di-sposto di mettere a disposizioue a tal uopo peli' anno 1894 un importo di f. 300 a f. 350 ed un eguale importo per ciascuno dei altri 4 anui successivi, qualora anche la Giunta provinciale si ob-bligasse di contribuire alle spese necessarie. durante tutta quest'epoca con un annuo importo dai f. 200 ai f. 150 che occorrerebbe per raggiungere 1'auuua sovvenzione di f. 500.

    Vista la urgente necessita, e 1' utilitil dei lavori da eseguirsi; considerato che col tenue importo chiesto dali' Ecc. Goveruo si poteva riuscire di scansare il bisoguo di una spesa beu molto maggiore, e visto inoltre il deliberato deli' Ecc. Dieta del 18 maggio 1893, col quale veniva in mas-sima ricouosciuta 1' utilita, e 1' opportunitit della regolazione dei torrenti sopramenzionati, la Giunta prov. per non ritardare 1' esecuzione del lavoro si era trovata iudotta di accordare frattanto, salva 1' approvazione deli' Ecc. Dieta, peli' anno 1894, il contributo di f. 150 riservandosi poi di fare ana-loga proposta per la concessione degli ulteriori contributi in conformita alla domanda deli' Eccelso Governo.

    Coereutemente la Giunta prov. aveva nella seduta del 22 gennaio 1895 proposto alla de-liberazione deli' Ecc. Dieta :

    1. 1' approvazione della sovvenzione di f. 150 gid, stata accordata allo scopo suddetto pel-1' anno 1894;

    2. 1' autorizzazione da impartirsi alla Giunta prov. di mettere a disposizione della Commissione deli' imboschimento del Oarso pel medesimo scopo per ciascuno dei prossimi quattro anui consecutivi un eguale importo di f. 150.

    La priina delle due proposte venue accolta dali' Eccelsa Dieta, 1' altra poi veniva passata al Comitato di finauza, il quale, causa la chiusura della sessione dietale non aveva potuto riferire sulla medesima.

    La Giunta provinciale percič> si fa un dovere di avanzare iu quest,a sessione nuovamente analoga proposta ali' Eccelsa Dieta, pregaudo che ad essa piaccia di deliberare :

    Viene autorizzata la Giuuta provinciale di mettere a disposizione della Commissione d' imboschimento del Carso in ciascuno dei prossimi quattro anui consecutivi (1896 — 1899) 1'imporfo di florini 150 allo scopo di sollecitare il lavori d' imboschimento dei fondi sterili presso il torrente Lokavšček.

    Capitano : Apro la discussione sopra questa proposta della Giunta provinciale.

    Michielli: Considerando che 1' argomeuto uon b noto a parecchi deputati, chiedo che questa proposta passi al Comitato di finauza.

    Capitano: L' onorevole Michielli propone che questa proposta passi al Comitato di finauza. E' appoggiata questa proposta? (viene appoggiata) Chi desidera di parlare ancora?

    Gregorčič : Jaz se moram temu predlogu odločno vpreti. Reč je dobro znana, saj se je

    obravnavala uže več kakor dovoljno v zboru iu potem v odboru. Letošnje poročilo deželnega odbora o tej zadevi je sestavljeno v obeh jezikih iu je ležalo več dnij poslancem na razpolago v deželnem uradu; vsakdo ga je torej lahko pregledal, ako je hotel. Poročilo pa je tako temeljito ter opravičuje stavljeni predlog popolnoma, da bi ne mogel odsek ničesa dodati. Zato predlagam, naj se predlog deželnega odbora uže danes v razpravo vzame ter o njem glasuje.

    Capitano-' Viene ancora chiesta la parola per discutere questa proposta? Non ž il caso. Dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola al relatore.

    Abram: Io mi limito ad osservare semplicemeute che 1'oggetto 6 gia conosciuto e che la Ecc. Dieta ha in massima gia accolto la proposta nell' anteriore tornata colP avere approvato uua parte della spesa. Io čredo che 1' oggetto uon ha bisogno di venire ulteriormeute studiato giacch6 la Giunta provinciale 1'ha studiato per beue; del resto mi riporto alle deduzioni deli'onor. Gregorčič, il quale giustamente osserva che il voler ora affidare 1' oggetto al Comitato di finanza uon tenderebbe che a procra stin are 1' evasione di un oggetto tanto seinplice.

    Capitano; Passiamo alla votazione. La proposta deli'onor. Michielli ha la preferenza. Nei caso cadesse, metterd ai voti quella della Giunta. I Signori che sono d' accordo di passare al Comitato di finanza la proposta della Giunta chiedente 1' autorizzazione di mettere a disposizione di lei un importo per lavori d' imboschimento di fondi al torrente Lokavešček, vogliauo alzarsi (si alzano solo i deputati italiani). Minoranza.

    Metterb ai voti ora la proposta della Giunta provinciale. Non čredo sia necessario di ri-leggere la proposta .... (si fa cenno che venga riletta).

    Abram: (la rilegge).

    Capitano: Gli onorevoli Signori che vogliouo accettare la proposta della Giunta provinciale sono pregati di voler alzarsi (i deputati sloveni si alzano). Maggiovanza. La proposta 6 accolta.

    Segue il rapporto della Giunta provinciale con cui viene introdotto un contributo delle 8ocietit di assicurazioni nei ramo incendi alle spese deli' istituzione e del mantenimento dei corpi dei vigili. II quale rapporto per altro si trova nelle mani degli onorevoli deputati, e non čredo sia necessario di preleggerlo. Apro la discussione generale su questa pr«posta di legge. Se non viene chiesta la parola in questa discussione, possiaino passare alla discussione articolata. (non viene chiesta) Allora pregherb di leggere i siugoli paragrafi.

    Abram: (F. GN. 367196 allegato II. Legge il % 1 in sloveno e in italiano, e cosi tutti gli altri paragrafi).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere il § 1 ? Non 6 il caso, lo metto ai voti. Prego i Signori che accettauo questo paragrafi) di voler alzarsi. (maggioranza) Accettato. Abram : (legge il § 3).

    Capitano: Viene chiesta la parola a questo secondo paragrafo? Non & il caso. Prego di leggere il terzo.

    Abram: (lo legge).

    Capitano: Viene chiesta la parola al paragrafo 3? Non & il caso. Prego di leggere il paragrafo quarto.

    Abram: (lo legge).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere il § 4? Non 6 il caso. Prego di leggere

    il § 5.

    Abram: (h legge).

    Capitano: Viene chiesta la parola al § 5 ? Non 6 il caso. Metterb ai voti i paragrafi dal secondo al quinto. Prego i Signori, che vogliono approvare i inedesimi paragrafi, di voler alzarsi. (maggioranza) Sono accettati. Prego di continuare.

    Abram: (legge il § 6) II secondo capoverso del § 6 del testo sloveno b rimasto in stamperia...

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere il § 6 ? Non č il caso. Prego di leggere il paragrafo 7.

    Abram: (lo legge).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere il § 7. Non & il caso. Prego di dar let-tura anche del § 8, nel quale ha chiesto la parola 1' onor. Turna.

    Abram: (legge il § 8).

    Capitano: Metteremo ai voti i §§ 6 e 7 riguardo ai quali non fu fatta alcun' osservazione. Prego i Signori che accettauo il § 6 colla correzione fatta al testo sloveno del medesimo paragrafo, e il § 7, di voler rimaner seduti. (nessuno si aha) Sono accolti.

    L' onorevole Turna ha ora la parola.

    Tuma: Predlagam, da se iz tretje vrste italijanskega teksta izpustite besedi „questi ul-thni", iz iste vrste slovenskega teksta pa beseda „te". Po mojem inenenji naj se podpore dovoljujejo sploh samo takim gasilnim stražam, katere so tako uravnane, da je od njih pričakovati uspešnega delovanja, brez razločka na to, ali so občinske, ali prostovoljne. Po besedilu, kakoršuo je predloženo, bi ta pogoj veljal samo za prostovoljne požarne straže, a meni se zdi previdnejše, da se tudi od občinskih straž zahteva, da so dobro uravnane, predno se jim dovoli kaj podpore.

    Capitano: L' onorevole Tuma propone che al § 8 del testo italiano si omettano le parole „questi uiti mi" e nel testo sloveno la parola „te". Questa proposta 6 appoggiata? (diversi deputati V appoggiano) Viene ancora chiesta la parola iu questa discussione? Non essendo il caso, la dichiaro chiusa e concedo la parola ali' onor. relatore.

    Abram: Jaz numan nič proti predlogu častivrednega poslanca Turne; opazujem samo to, da si deželni odbor ni hotel pridržati pravice, da se bo smel nekako vtikati v upravo gasilnih straž; tega ni nameraval; on je hotel samo določiti, da morajo gasilne straže v dosego podpor iz zaloga, bi se ima ustanoviti, dokazati, da so tako ustanovljene, da lahko izpoluujejo svojo nalogo, da so torej uravnane na primeren način. O gasilnih stražah, katere vzdržujejo občine, je menil deželni odbor, da ima uže zadostno poroštvo za to, da po svojej uravnavi lahko razvijajo uspešno delavnost in zato je sodil, da naj se zgorej omenjeni dokaz zahteva samo od zasebnih gasilnih straž, za katere nimamo tacega poroštva.

    Ker pa želi poslanec Dr. Tuma, da se v tem paragrafu zapopadeni pogoj raztegne tudi na občinske gasilne straže, in ker sem prepričan, da bo tem lahko dokazati dobro uravuavo, ne ustavljam se njegovemu predlogu, po katerem se ima izpustiti iz tretje vrste beseda Rte" v namen, da bo stavljeni pogoj veljal za občinske kolikor za zasebne gasilne straže.

    Non ho niente in contrario alla proposta deli'onor. Tuma; osservo per altro che la Giuuta non ha voluto riservarsi una certa ingereuza nell' amministrazione dei corpi dei vigili, essa non aveva quest'iutenzione; la Giunta avea solo 1'intenzione di stabilire che i corpi di vigili, per poter otteuere dei sussidi dal fondo da istituirsi, diano la prova di essere costituiti iu modo, da soddisfare ai propri impegni, che cio6 siano organizzati iu modo coufacente. In quanto ai corpi di vigili mantenuti

    dai comuni, la Giunta credeva di avere una garanzia sufficente, che essi siauo organizzati in modo da poter adempire ai loro doveri e che da essi si possa attendere una proficua attivit&, e per questo riteneva di dover esigere la prova suddetta soltanto dai corpi di vigili privati, per i quali una simile garanzia non sussiste.

    Siccome poi 1' onorevole Tarna vorrebbe, che la condizione conteinplata da questo paragrafo si estenda anche ai corpi di vigili comunali, e siccome sono persuaso che questi potranno fornire la prova di essere bene organizzati, cosi non mi oppongo alla sua proposta giusta la qtiale sarebbero da omettere le parole „questi ultimi", sicchč la disposizione si riferirebbe, tanto ai corpi dei vigili di comuni qaauto ai corpi privati.

    Capitano : Io metterft ai voti il testo del § 8 come si trova stampato, omettendo per6 le parole „questi ultimi" del testo italiano, e la parola „te" dello sloveno. Prego dunque i Signori che accettano il § 8 colle citate omissioni, di voler alzarsi. (maggioranza) E' accolto. Prego di continuare.

    Abram: (legge il § 9).

    Capitano: Non viene chiesta la parola per aiscutere questo paragrafo? Nou e il caso-Prego d i continuare.

    Abram: (legge i §§ 10, 11 e 12, il titolo e V introduzione della legge).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere i § 9, 10, 11 e 12 nonchč il titolo e 1'introduzione della legge? Non b il caso. Prego i Signori che li accettano di voler rimanere seduti. (nessuno si muove). Tutta la legge 6 accettata.

    Abram: Ker je vis. zbor sprejel ta zakon brez bistvene spremembe in ker smo uže blizo konca letošnjega zborovanja, pa je še mnogo predmetov nerešenih, kateri poberejo mnogo časa, predlagam, naj se načrt zakona nujnim potom potrdi danes tudi v zadnjem čitanji.

    Siccome questa legge fu accettata senza essenziali modificazioui, e siccome siamo gii\ pros-simi alla fine della presente tornata e abbiamo molti oggetti ancora da trattare per cui si richiede del tempo, propongo che iu via d' urgenza questa legge venga votata gift, oggi anche in ultima lettura.

    Capitano: Gli onorevoli Signori hanno iuteso la proposta d' urgenza deli' onor. Abram. Viene chiesta la parola? Non essendo il caso, debbo ritenere che 1'urgenza 6 ainmessa. Metto quindi ai voti la legge anche in ultima lettura.

    Prego i Signori che 1' accettauo di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) La legge 6 accolta anche in ultima lettura e cosi š evaso quest' oggetto.

    Segue il rapporto della Giunta provinciale con cui domanda un contributo per la costruzione della strada Soča-Trenta. L'onorevole Tuma & pregato di riferire.

    Tuma: (ON. 256/96.) Visoki zbor! Z dopisom od 8. t. meseca št. 173/11 je visoko c. k. ministerstvo dalo na znanje razpis c. k. ministerstva notranjih poslov z dne 18. novembra 1895 štv. 31865, s katerim je to visoko oblastvo nakazalo 2000 gld. iz državne blagajnice, da se nemudoma prično dela za zgradbo ceste med vasjo Soča in Baumbach-ovo kočo v dolenji Trenti.

    Visoko oblastvo ponudilo je v zgradbo ceste 15000 gld. podpore, to je tri četrtine na 20000 gld. preudarjenih stroškov ter gorko priporočilo deželnemu zboru Goriškemu, naj pripomore iz deželnega zaloga 5000 gld. v letnih obrokih po 1000 gld.

    Visoko oblastvo poudarja nujnost skorne pomoči iu važnost zapričetega dela, zanašaje se trdno na pripomoč prizadete dežele.

    Nameravana cesta pričenja se pri cerkvi v vasi Soče, imela bo povprek 3 m. širine, dvigaje se polagoma po prisojnem desnem bregu reke Soče, prestopila bi kaka dva Km. pred Baumbachovo kočo na levi breg ter se končala v vasi Log pri steku Soče in potoka Zadnice. Po zvršeni gradbi bode varna pot od Bolca čez vas Koritnico, vas Sočo do Logu približno 20 Km. od tod tovorna pot do Sv. Marijo v Trenti, pol ure hoda, mimo izvira Soče čez prelaz Mojstroka v Kranjsko Goro na Kranjskem, približno štiri ure hoda, ali čez prelaz Luknja v Mojstrano ia Dovje ob Rudolfovi železnici na Kranjskem, približno pol ure hoda.

    Glasom poročila stavbinskega urada od 7. maja 1892 služiti ima nameravana cesta prometu turistov od Bolca do Baumbachove koče k izvirom Soče, čez imenovana prelaza na Kranjsko in na Triglav, po dolini, ki spada med najlepše avstrijskih planin, odvažanju edinih pridelkov mlekarstva in gozdarstva in dovažanju hranila v doliuo, katera izven malo krompirja ničesar ne obraja.

    Največjo korist bi dajala cesta s tim, da bi vsled omogočenega iu zlajšanega odvoza in piivoza zrasla cena lesu, kateri sedaj ni moč spravljati iz doline drugače nego v kosih po 2 m. dolžine po strugi Soče, iu zgublja tako vso vrednost.

    Neposredna in edina pomoč pa bi bil prislužek pri gradbi ceste v prehodni dobi, ko se jemlje prebivalstvu do sedaj edini vir dohodkov — kozoreja.

    Po statističnih podatkih, katere je c. k. glavarstvo v Tolminu skrbno nabiralo, vlada po Soški dolini, pa v Trenti, skrajna beda, ker je občino Sočo smatrati kot najsiromašuejšo na celem Primorskem. Število prebivalstva padlo je zadnje desetletje od 364 na 351 oseb, od 72 hiš je 9 opuščenih. Vsako leto roma ena tretjina prebivalstva v svet na delo. Letni proprečni čisti dohodek znaša le 33 gld. za osebo

    Obrti niso mogoči, ker stoje hiše oddaljene ena od druge, brez vozne zveze mej seboj in s svetom. Okraj bovški ne more iz svojih močij ničesar storiti za ubožnišo Sočo in Trento ter 10°/o do 15°/0 doklade za cestni odbor komaj zadoščajo za uzdrževanje že obstoječih cest.

    Glasom poročila davčnega in zemljeknjižnega urada v Bolcu je v celi občini Trenta 132 davkoplačevalcev, ki so plačali za leta 1888. do 1890. od 401 — 403 gld. davkov in 416 — 487 gld. neeraričnih doklad, tedaj 6 gld. 20 kr. do 6 gld. 82 kr. na osebo ; vcenitev zemljišč je čezmerna : premoženje vseh posestnikov obsega okoli 14000 oralov v zemlji, cenjeno po 2 kr. štirijaški seženj, kar znaša približno 449000 gld.

    Na temi premoženji teži vknjiženega dolga okoli 27000 gld., nevknjiženega okoli 40000, ves dolg večinoma na jestvinah.

    Vsa občina prejela je v treh letih potom poštnega urada skupaj 3794 gld. 03 kr. V celi dolini redč 30 krav in 3000 koza in ovac. V celi doliui plačujejo le štirje prebivalci pridobnino in to so krčmarji.

    Mraz po zimi dospč do 22° Cel. pod ničlo, po leti vlada suša.

    Iz teh podatkov dokazano je siromaštvo doline v Trenti iuv neobhodnost pomoči od strani dežele in države.

    Država posegla je blagohotno svojo roko v izdatno in edino pomoč in naša dežela že iz humanitete ne sme odrekati te ediue pomoči ne gled6 na to, da bi utegnila pravočasno dana podpora privesti blagostanje v dosedaj zanemarjeno občino na korist dežele same.

    Deželni odbor oprt na vse te razloge predlaga :

    Visoki zbor naj sklene : Deželni zalog goriški donaša za zgradbo ceste iz Soče v Log 5000 gld. v letnih obrokih po 1000 gld. ter se ima odkazati za leto 1896 prvi obrok.

    ff. di Segretario: Eccelsa Dieta, Colla nota dell'8 mese corr. N. 173/11 comunicava l'ecc. i. r. Luogotenenza il rescritto deli'eccelso i. r. Ministero deli'Interno dd. 18 novembre 1895 N. 31865, col quale vennero assegnati 2000 florini dai fondi dello Stato, onde indilatamerite iniziare i lavori di costruzione della strada fra il villaggio di Soča ed il rifugio Baumbach in Trenta inferiore.

    L' eccelsfi Dicastero offerse per la costruzione della strada una sovvenzione di florini 15000 vale a dire 3/4 della spesa complessiva di florini 20000 portata dal fabbisogno, raccomandando cal-dainente alla Dieta goriziana di concorrervi con f. 5000 dal fondo Provinciale iu rate anuue a f. 1000.

    L'eccelso Dicastero fa emergere 1' urgeuza d'un pronto soccorso e 1'importanza dell'opera iniziata, facendo calcolo sulla cooperazione della Provincia interessata.

    La progettata strada della larghezza media di 3 m. partendo dalla Chiesa nel villaggio di Soča con una dolce šalita alla soleggiata sponda destra deli' Isonzo passerebbe circa 2 Km. di qua del rifugio Baumbach sull' altra sponda e avrebbe termine nel villaggio di Log al punto della conflueuza deli' Isonzo col torrente Zaduica. Compiuta la costruzione, si avrž, una via sicura. da Plezzo per Koritnica, Soča sino a Log della lunghezza di circa 20 Km., da Log avanti una via per pedoni mezz'ora di cammino sino a S. Maria a Trenta, poi davanti alla sorgente deli'Isonzo oltre il passo Mojstrovka a Kronau nella Carniola, circa 4 ore di cammino, e oltre il passo Luknja a Moistrana . e Dovje sulla ferrovia Rudolflana nella Carniola circa 5 ore di cammino.

    Giusta la relazione deli' ufficio edile dd. 7 maggio 1892 scopo della strada progettata si b di favorire la frequenza di alpinisti sul tratto tra Plezzo ed il rifugio Baumbach, poi alla sorgente deli'Isonzo ed oltre il suddetto passo nella Carniola e sul Triglau, nella valle che va annoverata fra le piu belle delle alpi austriache, poi di facilitare lo sinereio degli uniči prodotti delle cascine e della selvicoltura, ed il provvedimento di viveri, non aveudovi altri prodotti del suolo che soltauto le pa tate.

    II maggior vantaggio presterebbe la strada col rendere possibile e piu agevole 1'esportazione ed importazione, poichb in conseguenza di cib si aumenterebbe il prezzo del legname, che presente-mente non pub venire esportato dalla valle che soltauto iu pezzi della lunghezza di 2 m. pell'alveo deli' Isonzo, dove il legname perde tutto il suo valore.

    II guadagno col lavoro durante 1' esecuzione deli' opera sarebbe poi un soccorso diretto ed unico in quest' epoca transitoria, in cui col divieto delle capre venae tolta alla popolazione 1' unica fonte di rendita.

    Secondo i dati statistici, premurosamente raccolti dali'i. r. Capitanato distrettuale di Tol-mino regna nella valle superiore deli' Isonzo e principalmente a Trenta la pib squallida miseria ed b da risguardarsi il comune di Soča quale il piči povero di tutto il Litorale. II numero della popolazione si b diminuito nell' ultimo deceunio da 364 a 351 anime e fra le 72 čase havvi 9 abban-donate. Un terzo della popolazione va annualmente pel mondo in cerca di lavoro. L'annua rendita netta importa in media soltauto f. 33 per persoua. Industrie sono impossibili, staudo le čase distauti una dali'altra e non esistendovi mezzi di comunicazione fra le stesse ub fra esse ed altri luoghi

    II distretto di Plezzo colle proprie forze nulla pub fare per i piu poveri comuni di Soč:t e di Trenta, e 1' addizionale del 10 — 15% sulle dirette, imposta dal Comitato stradale, non basta nemineno per la manutenzione delle strade esistenti.

    A tenore d' un rapporto deli' ufficio Imposte e di quello dei libri fondiari di Plezzo esi-stono iu tutto il Comune di Trenta 132 censiti, i quali pagarono per gli anui 1888 — 1890 dai 401 — 413 f. d'imposte e 416 — 487 f. di addizionali non erariali, quindi dai f. 6:20 ai f. 6:82 su ogni censito. La stima dei fondi & eccessiva. II possesso fondiario di tutti i possidenti ab-braccia circa 14000 jugeri di fondi stimati a 2 soldi il Klafter quadrato, ciocchš rappreseuta in complesso un valore di f. 449000. Questo possesso 6 aggravato da circa f. 27000 di debiti ipotecari e circa f. 40000 di debiti volanti iucontrati nella massima parte peli' acquisto di viveri.

    L' intiero Comune ricevette uel termine di tre anni a mezzo della posta in tutto fioriui

    3794-03.

    In tutta la vallata vengono allevate 30 armente e 3000 capi fra capre e pecore. In tutta la vallata soltanto tre abitanti pagano 1' imposta rendita — e questi sono osti.

    II freddo d'inveruo raggiuuge i 22° C. sotto lo zero; d' estate regna siccita.

    Questi dati comprovano ad evidenza la miserabilita della valle di Trenta e 1' assoluto bi-sogno di soccorso per parte della Provincia e dello Stato.

    Lo Stato offerse benevolmente la sua mano ad un prouto ed efficace soccorso, e la nostra Provincia, se non fosse altro, per viste d' umaniti, non pu5 ricusare quest' unico ajuto, prescindendo dal motivo che il soccorso prestato in tempo opportuno potrebbe ridonare al comune, sin' ora tra-scurato, uno stato prospero a vantaggio pure della Provincia stessa.

    Ci6 esposto propone la Giunta che aH' Eccelsa Dieta piaccia di deliberare :

    II fondo provinciale goriziano concorrera, per la costruzione della strada da Soča sino a Log col contributo di fioriui 5000 in annue rate a fioriui 1000 di cui la priina šara da asseguarsi nei 1896.

    Capitano: E' aperta la discussioue sopra questa proposta.

    Commissario Imperiale: lo devo raccomandare caldamente ali'Ecc. Dieta di voler accor-dare la proposta sovvenzione per la progettata strada Soča-Trenta, reclamata dalle critiche circostanze di quei comuni. Riportandomi ai motivi diffusamente svolti nella relazione della Giunta osserver6 solo che se 1' Ecc. Governo si 6 dichiarato pronto di accordare un contributo di f. 15000, 1' ha fatto eccezionalmente per dimostrare che esso & bene disposto di venire in aiuto a quelle popolazioni ; ed anzi questo sussidio di f. 15000 lo fa dipendere dali'assegno deli'Ecc. Dieta. Io faccio duuque caldo appello agli onorevoli Signori di voler preudere in considerazione questa circostanza e di as-seguare il chiesto sussidio.

    Jaz moram visoki zbornici prav iskreno priporočati, da dovoli nasvetovano podporo za cesto, ki se namerava delati med Sočo in Trento, ker je ta cesta z ozirom na kritične razmere tamkajšnjega prebivalstva silno potrebna. Nanašaje se na to, kar je slavni deželni odbor obširno razložil v svojem poročilu, naj omenim še to, da, če je visoka vlada pripravljena dovoliti donesek 15000 gld., odločila se je za to izjemoma, ker hoče na poinoč priti revnemu prebivalstvu dotične pokrajine. Ta donesek pa dovoli vlada samo tedaj, če tudi dežela dovoli predlagano podporo. Zato prosim, naj častivredni gospodje dobro preudarijo te okoliščine ter podele zaprošeno podporo.

    Ripeto di nuovo di voler prendere in riflesso questa parte della Provincia tauto miserabile giacchč le circostanze sono tali, che richiedono venga prontamente assegnato questo sussidio.

    Marani: I deputati italiani non disconoscono 1' utilita del sussidio chiesto come descritto dali' onor. Turna, ma trattandosi di un sussidio per un lavoro tecnico di grave importanza e che ri-

    chiede molto studio nei dettagli, i deputati italiani ritengono necessario che quest'oggetto passi al Comitato di finanza per studi e proposte. Io quindi a nome di essi faccio questa proposta, e nel farla esprimo 1' aspettativa che da parte degli sloveni non si vorra approfittare deli' accidentale loro inaggioranza, se non si vorranno trarre tutte le conseguenze per 1' avvenire.

    Commissario Imperiale : Non posso comprendere 1' opposizioue che si munve alla proposta della Giunta fatta in base ad un progetto esaurientemente studiato ed approvato dal Governo, il quale ha oltre di cib provveduto a tutto quauto era necessario per dare tosto mano al lavoro. Trat-tandosi non soltanto di un lavoro della massima importanza per quella regioue, ma anche di un provvedimento d' urgenza a favore di quella popolazione bersagliata dalla miseria, ritengo che sia affatto inutile e persino contrario allo scopo, cui tende la proposta della Giunta, di demandare la cosa ad un Comitato per ulteriori studi, poichš non c'š nulla piu di studiare, meutre e urgente bi-sogno di un pronto soccorso.

    Prego dunque di voler prendere in considerazione la proposta dejla Giunta.

    Capitano : Auzitutto mi permetto domandare se la proposta deli1 onor. Marani 6 appoggiata ? (viene appoggiata) Viene ancora chiesta la parola 1

    Gregorčič : Gospod poslanec Marani sam ni zanikal potrebo ceste, ki se namerava graditi od Soče naprej do Trente. Visoka vlada je tudi priznala to potrebo s tem, da je dovolila znameniti donesek 15000 gld. za njeno zgradbo. Letos je dala vlada še izredno podporo, da priskoči na pomoč ljudstvu, kateremu je suša vzela vse pridelke. Ali vlada sama pričakuje sodelovanja dežele pri tem delu. Tu ne gre za navadno cesto, mari več za nekako dobro delo v korist najbolj zapuščenemu kotu dežele. Reč je nujna, zato treba že danes sklepati o njej ; saj se uže 20 let govori o njej, razpravljala se je tudi uže več kot dovolj. Pri koncu zasedanja smo. dela je še obilo ; ne obkladajmo torej odsekov še z nepotrebnim delom.

    Očitanje, da hoče naša stran zlorabiti slučajno večino, je prazno. Ta točka je bila postavljena uže za zadnjo sejo na dnevni red, ko še ni nikdo vedel, da poslanec vitez dr. Pajer zboli. Mi bomo glasovali za predlog, ker nam tako veleva vest in skrb za najsiromašniši kot naše dežele.

    Commissario Imperiale: Ancora un' osservazioue avrei da fare. L' Eccelso Governo 6 con-vinto della grande necessitž, di questo lavoro ed ha gift assegnato un importo di f. 2000 per poter tosto incominciarlo, ed in cib fare era convinto, che la Rappresentanza provinciale non šaril per ri-cusare il contributo messo iu vista dalla Giunta provinciale.

    Marani: Io dichiaro che la nostra maggioranza non conosce n6 il progetto n& i suoi dettagli. e non so come oggi, contrariamente a qualunque consuetudine, si voglia far passare una tal proposta a tamburo battente. Ripeto che se, come 6 facile, la proposta verra accolta, ci si avrft co-stretti a trarre pel seguito le volute conseguenze.

    Capitano: Dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola ali' onorevole relatore.

    Tuma: Podpora 5000 gl., katero predlaga dež. odbor v korist cesti od Soče do Trente, je le enkratna iu ne stalua, dasi razdeljena v pet letnih rokov. Ako bi reč že odstopili kakemu odseku, spadala bi v peticijski iu ne finančni odsek. Sicer pa je stvar uže tako vsestransko pre-tresovana, da je ni nikakor več treba izročevati odsekom v razpravo.

    Capitano : Passeremo alla votazione. Auzitutto verrž, messa ai voti la proposta deli' onor. Marani, che 6 quella di passare quest' oggetto al Comitato di finanza. Nel caso questa venisse respinta, metterb ai voti la proposta della Giunta provinciale. Prego dunque i Signori che si uniscono alla

    proposta di passare quest' oggetto al Comitato di finanza, di voler alzarsi. (si alzano i deputati italiani) Minoranza.

    Metto ora ai voti la proposta della Giunta provinciale. I Signori che vogliono accoglierla sono pregati di alzarsi. (i deputati sloveni si alzano) Maggioranza. E' accolta.

    Segue ora il rapporto della Giunta provinciale con cui propone che vengauo dichiarati re-gionali il tronco di strada Ronchi per Villa Raspa sino alle čase di Bestrigna; e presso il ponte silila Grojna sino alla strada Peuma-Quisca presso Sovenca. L' onorevole Verzegnassi 6 pregato di riferire.

    Verzegnassi: (ON. 366/95 V. allegato I.)

    Capitano: E' aperta la discussioue generale sul progetto di legge che anche si trova in mani degli onorevoli Signori. Se nessuno dei medesimi doinanda di parlare nella discussione generale, la chiudo, e passiamo aH' articolata. Prego di leggere il paragrafo primo.

    Verzegnassi: (lo legge e il ff. di Segretario lo legge nei testo sloveno).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questo paragrafo ? Non 6 il caso. Lo metto ai voti. I Signori che accettano il medesimo, sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza) E' aecettato. Prego di leggere il § 2, il titolo e 1' introduzione della legge.

    Verzegnassi : (U legge, cosi pure nei testo sloveno il ff. di Segretario).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere il § 2, il titolo e 1' introduzione della legge? Non 6 il caso. Li metto ai voti. I Signori che approvano anche il § 2 di questa legge nonchd il titolo e 1' introduzione, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) La legge 6 accolta.

    Verzegnassi: Mi permetterft di proporre che in via d'urgeuza questa legge venga appro-vata anche in ultima lettura. L' urgenza b manifestata dai motivi espressi dali' onor. Dr. Abram nell' odierna seduta, dunque riportandomi a quelli propongo venga accolta anche iu ultima lettura questa legge.

    Capitano: Gli onorevoli Signori hanno sentito la proposta deli' onor. Verzegnassi. Mi per-metto domaudare, se & appoggiata ? (e appoggiata) Viene chiesta la parola sull' urgenza ? (no) I Signori che sono d' accordo sulla trattazione d' urgenza di questa legge vogliano rimanere seduti. (nessuno si muove) L' urgenza 6 approvata. Metto dunque ai voti la legge. I Signori che approvano anche in ultima lettura la legge testd accolta in prima, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accettata anche in ultima lettura.

    Passiamo ora al rapporto della Giuuta provinciale son cui domanda la sanatoria alla sovvenzione concessa ai danneggiati dal terremoto di Lubiaua. Anche qui 1' onorevole Verzegnassi 6 pregato di riferire.

    Verzegnassi: (GN. 370/96) Eccelsa Dieta. L' immensa sventura che nell' aprile deli' anno decorso colpi la cittš, capitale e molti altri luoghi della Carniola, provocč) fra i popoli del vasto nostro Impero un' azione spontanea, e si potrebbe chiamarla comune, di prouto soccorso.

    Anche la Giunta provinciale, sicura di incontrare le intenzioni deli' Eccelsa Dieta, vi si uni coll' elargizioue corrispondeute alle deboli forze della Provincia di f. 400, che venne con nota del 26 aprile 1895 N. 2025 spedita al Magistrato di Lubiana.

    Siccome a questa spesa non poteva essere provveduto nei preventivo del fondo provineiale, essa Giunta si fa un dovere di proporre, che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

    Si impartisce la sanatoria aH' assegno della sovvenzione di f. 400 a favore dei danneggiati dal terreinoto di Lubiana rilasciato dalla Giunta provinciale in data 26 aprile a. d. N. 2025.

    ff. di Segretario: Deželni odbor predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli skreniti:

    Odobruje se podpora 300 gl., katero je deželni odbor z odlokom z dne 26. aprila 1. 1. St. 2025 nakazal mestnemu magistratu v Ljubljani za tamkajšnje po potresu poškodovane prebivalce.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta ? Non š il caso. La metto ai voti. I Signori che sono d' accordo d' impartire la sanatoria alla sovvenzione concessa dalla Giunta prov. ai danneggiati del terremoto di Lubiana, vogliano rimanere seduti. (nessuno si mnove) E' approvata.

    Segue ancora un rapporto della Giunta prov. con cui propone degli stipendi annui per fa-vorire le piccole industrie in questa Frovincia. Lo stesso relatore d ricercato di riferire.

    Verzegnassi: (KN. 368/96) Eccelsa Dieta. Con nota del 20 luglio 1895 N. 38995 comu-nic6 1' i. r. Luogoteuenza alla Giunta provinciale avere il Ministero del coinmercio istituiti dei corsi speciali per favorire lo sviluppo di alcune piccole industrie, come quelle dei calzolai, dei falegnami ecc. e di avere il Ministero a tale scopo impiegato una parte del credito aceordatogli dal Parlamento.

    Invitavasi poi la Giunta di coucorrere pel conseguimento di detto intento alla istituzione di stipendi necessari pei pertiueuti alla nostra Provincia, i quali verrebbero ammessi alla frequenta-zione dei detti corsi speciali di perfezionamento.

    Gli stipendi che vengono conferiti dal Ministero del commercio ascendono al piu alla somma di f. 100 per ciascun frequentante, e vengono di caso in caso fissati a seconda della lontanauza di ®oloro che hanno da frequentare il corso speciale.

    Nel riscontrare la detta nota luogoteuenziale, la Giunta riconobbe i vantaggi derivanti dal-1' istruzione che viene impartita iu tali corsi, e rilev6 contemporaneainente che in questa provincia 6 vivamente sentito il bisoguo che colla detta istruzione si formino anzitutto bravi maestri bottai, difet-tando la nostra Provincia di siffatti valenti artieri.

    Di questo particolare desiderio dei possidenti di fondi fu resa attenta la firmata Giuuta dali1 i. r. Societžt agraria di qul, la quale con nota del 9 maržo 1893 N. 171 le comunicb che la deputazione centrale della stessa societžt prese nella seduta del 6 maržo 1893 il seguente conchiuso.

    »Sulla proposta del sig. Bruschina viene deliberato di ricercare 1' Ecc. Giunta provinciale affinche voglia istituire uno o due stipendi per bottai per poter apprendere in qualche luogo fuori di provincia il razionale confezionamento delle botti e tini."

    Ali' uopo quiudi di venire incontro alle suaccennate intenzioni e disposizioni del Ministero di commercio, e di contribuire anche per parte della nostra Provincia che si sviluppino maggiormente le piccole industrie, e nominatamente quella dei bottai, si onora la Giuuta provinciale di sottoporre alla deliberazione di quest' Eccelsa Dieta quanto segue:

    1. Vengono istituiti quattro stipendi annui, ciascuno di f. 50 da conferirsi a quei piccoli in-dustrianti della Provincia di Gorizia e Gradišča, i quali saranno ammessi alla frequentazione dei corsi speciali istituiti o da istituirsi dali1 i. r. Ministero del commercio per artieri.

    2. Resta incaricata la Giunta provinciale di portare a couoscenza dello stesso Ministero di commercio tale deliberazione con la ricerca di voler istituire quauto prima un corso speciale per maestri bottai.

    ff. di Segretario: Visoki zbor! Z dopisom z dne 20. julija 1895 št. 38995 je c. kr.

    Namestništvo obvestilo deželni odbor, da je visoko c. kr. kupčijsko Ministerstvo ustanovilo posebne učne tečaje, po katerih bi se pospeševal razvoj nekaterih malih obrtuij, kakor u. pr. čevljarske, mizarske itd. iu da je Ministerstvo v ta namen porabilo del kredita, ki ga je dovolil državni zbor.

    Namestništvo je poživljalo deželni odbor, naj v dosego tega namena pripomore s tem, da ustanovi potrebnih štipendijev za tukajšnje deželane, katerim bi se dovolilo obiskovati omenjene posebne tečaje.

    Štipendiji, katere podeluje kupčijsko ministerstvo, so k večjemu po 100 gl. za vsacega deležnika iu se odmerjajo za vsak slučaj posebej z ozirorn na to, kako daleč morajo priti učenci, ki se hočejo deležiti tečaja.

    V svojem odgovoru na namestništveni dopis je deželni odbor pripoznal, kako koristen je pouk, ki se podeluje pri takih tečajih in naglašal je ob enem, da čutimo v naši deželi živo potrebo, da se pred vsem izučč dobri sodarski mojstri, ker nimamo pri nas takih spretnih obrtnikov.

    O tej posebni želji zemljiščnih posestnikov je tukajšnje c. kr. kmetijsko društvo z dopisom 9. marcija 1895 št. 171 obvestilo deželni odbor, sporočivši mu, da je društveni osrednji odbor v svoji seji z dne 6. marcija 1893 sklenil tako-le:

    „Na predlog gospoda Bruschina sklene odbor, da se ima naprositi veleslavni deželni odbor, naj bi ustanovil eden ali dva štipendija za sodarje, da bi se mogli v kakem kraju zvun dežele naučiti pravilnega izdelavanja sodov in čebrov

    Da se torej ogladi pot nameram in sklepom vis. c. kr. kupčijskega ministerstva, iu da tudi dežela sama kaj stori za razvoj malih obrtov in zlasti sodarskega obrta, počaščuje se deželni odbor predlagati, visoki deželni zbor naj sklene tako-le :

    1. Ustanovi se 4 letni štipendiji po 50 gl., ki naj se podelujejo takim malim obrtnikom goriškim deželanom, koje sprejmb v posebne tečaje, ki so ustanovljeni ali se imajo še ustanoviti po c. kr. kupčijskem Ministerstvu.

    2. Naročuje se deželnemu odboru, da priobči sklep istemu Ministerstvu s prošnjo, da čim brže ustanovi poseben tečaj za sodarje.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere sulle proposte teste fatte a nome della Giunta? Non & il caso. Le metto ai voti. I Signori che le approvano, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) Sono accettate.

    Seguono ora rapporti del Comitato di finanza. In primo luogo 6 quello sul conto consuntivo del fondo stipendi pro 1894. L' onorevole Berbuč b pregato di riferire.

    Berbuč: (GN. 5961/95). Visoki zbor! Račun štipendijskega zaloga za leto 1894. predložen deželnemu odboru dne 20. aprila 1895 št. 793, razkazuje premoženja v obligacijah 68100.—, in sicer na račun ustanove Stanič 7623.09, Alessio 10103.U% Gatej 1925.76% Štubelj 908.48, Ri-javec 729.87, Pravica 2511.17, Abram 6250.—, Leoni 4763.48, Codelli 8465.—, Prokop 6605.— , Cecotti 1115.—, Coronini 17100.—.

    Glavnica naložena je v papirnati renti v znesku 47950 gl. in v srebrni renti v znesku 20150 gl., obrestuje se po 4 2% ter daJ"e staluega dohodka 2860.20 gl.

    Nasproti temu razkazuje račun sledeče stroške; izdani zastanki prejšnega leta . . . . . . . • • • 76.10

    za ustanove in štipendije ........ • 2137.20

    za upravne stroške ............142.—

    za razne stroške ........... . _10.42

    skup 2365.72

    Ako odbijemo stroške od dohodkov, ostane v blagajni .... 494.48

    iu z gotovino prejšnega leta ......... . _11.41

    ima blagajna koncem upravnega leta skupuo......_. 505.89

    gotovine.

    To pa ni čisti preostanek, temveč odbiti je še nepoteguen štipendijski znesek . 237.30

    in druge zaostale razne stroške ........ .__2.14

    skup 239.44

    tako da je čistega preostanka le gl. 266.45

    Ako primerjamo preudarjene dobodke s tekočimi, razvidimo, da so zadnji za 10 gl. 20 kr. višji nego prvi, kar izvira od tod, da so bile sprejete v preudarek le polletne obresti onih obligacij v nominalni vrednosti 500 gl., ki so se nakupile iz preostankov leta 1893, dočim so se dejansko potegnile obresti za celo leto.

    Tekočih stroškov je bilo gl. 27.50 manj nego preudarjenih, ker je bil razpisan štipendij Co-delli-jeve ustanove in je vsled tega zaostal obrok za drugo polletje 1893-1894 v znesku 52.50. Vendar oddalo se je 25 gl. nekemu dijaku na račun 1. 1895. Če se to v poštev jemlje iu pomisli, da ni bilo sprejetih v preudarek 12 gl. 56 kr. različnih stroškov za razpisovanje štipendij i. t. d., presega preudarek tekoče stroške le za 14 gl. 94 kr.

    Potrjuje se račun štipendijskega zaloga za leto 1894 s stalnimi dohodki . . 2860.20 in gotovino iz prejšnega leta ........... 11.41

    s skupnimi stroški ............. 2365.72

    in z ostankom v gotovini koncem upravuega leta v znesku . . . . . . 505.89 in s premoženjem v obligacijah nominalne vrednosti ....... 68100,—

    Čisti ostauek 226 gl. 45 kr. naj se ko hitro mogoče obrestouosno naloži z nakupom državnih obligacij.

    fF. di Segretario: Viene approvato il conto eonsuntivo del fondo stipeudi per 1'anno 1894

    cogli iutroiti di............f. 2860.20

    e coll' avauzo di cassa deli'anno autecedeute di ....... 11.41

    cogli esiti complessivi di ........... „ 2365.72

    e coll' avanzo in contanti alla fine deli' anno amministrativo nell' ammoutare di . „ 505.89 e col patrimonio iu obbligazioui del valore nominale di „ 68100.—

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato di finanza 1 Non d il caso. La metto ai voti. I Signori che 1' approvano come fu testč preletta sono pregati di rimaner seduti. (nessuno si alza). E' accolta. Segue il rapporto sul couto preventivo del tondo stipeudi pro 1896.

    BerbuČ : (GN. 5409/95). Visoki deželni zbor! Proračun štipendijskega zaloga zal. 1896, predložen deželnemu odboru in nadrobno pregledan po finančnem odseku, vjema se povsem s knjigami deželne računarije in z dejanstvenimi razmerami.

    Skupni dohodek za leto 1896 je preudarjeu na .... gl. 2885:— skupni stroški pa na............ 2545:—

    tako da preostaja znesek................gl. 340

    kateri se razdeli med posamezne ustanove tako, kakor razkazuje nadrobni razkaz za stroške, označenemu proračunu priloženega poročila pod II.

    Doneski za leto 1896 so za 25 gl. višji nego oui za 1. 1895, kar izvira od obrestij jedne nove obligacije v vrednosti 600 gl. pripadajočih različnim ustanovam, kakor je razvidno iz priloge pod I, dočim so upravni stroški, ki se imajo plačati deželnemu zalogu, za 1 gl. višji nego prejšnje leto. Z ozirom na vse to predlaga finančni odsek, naj visoki deželni zbor izvoli skleniti: Odobruje se proračun štipendijskega zaloga za leto 1896 v skupnem dohodku gl. 2885:— v skupnih stroških............ 2545: —

    in s preostankom............gl. 340

    kateri naj se plodonosno naloži s kupilom državnih obligacij.

    fF. di SegretariO : Viene approvato il conto preventivo del fondo stipendi peli' anno 1896

    coir introito complessivo di.........f. 2885: —

    coll' esito complessivo............... . „ 2545:—

    e coll' avauzo di...........f, 340: —

    da collocarsi a frutto mediante acquisto di obbligazioni dello Staro.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato di finanza? Non essendo il caso la metto ai voti. I Signori che si associano alla medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si muove). E' approvata.

    Segue il rapporto dello stesso Comitato sul conto consuntivo del fondo coltura forestale e pešca pro 1894. L'onorevole Gregorčič e pregato di riferire

    Gregorčič: (GN. 5956/95). Visoki deželni zbor! Sklep računa zaloga za gozdorejo in ri-barstvo za leto 1894, predložen po deželnem odboru pod št. 5956 z dne 28. decembra 1895, razkazuje naslednje stalne dohodke in stroške. Dohodki:

    aktivne obresti zaloga za gozdorejo ........ gl.

    globe radi gozdnih prestopkov .

    globe radi prestopkov ribarstva . tičje lovnine .... aktivne obresti zaloga za ribarstvo

    Stroški: Podpora zalogu za pogozdenje Krasa deželnemu zalogu za upravne stroške .

    672:— 353:95 15:— 23 6:10 V, 2:10

    skupaj

    1279:15 x/3

    gl-

    1252:— 66:—

    V seji deželnega zbora due 23. 1894 z dohodki ....

    se stroški .....

    in s konečnim preostankom

    Račun stroškov se popolnoma je zaostal za proračuuom za

    gl. 1318: —

    skupaj

    januarja 1894 potrdil se je proračun tega zaloga za leto

    .......gl. 1327; —

    • „ 1318:—'

    ••••••• ^L 9.

    račun dohodkov, ki gl: 47:84 y2 15

    ujema ž njih proračunom ; a ne tako

    Ako se pošteva, da račun razkazuje v dohodkih tudi začetnih zastankov na globah radi gozdnih prestopkov, vidi se,

    skupno za .........

    Ta razlika med računom in proračunom prihaja od proračunjeno :

    na globah radi gozdnih prestopkov.....

    na globah radi prestopkov pri napeljavi in rabi voda . in na aktivnih obrestih zaloga za ribarstvo . . ,

    a več nego je bilo proračunjeno:

    na globah radi prestopkov pri ribarstvu .... ter na tičjih lovninah.......

    skupaj

    gl- a 25: —

    » 72:84%

    i manj nego je bilo

    gl- 64:05

    Yt 20;-

    » 1:90

    gl. 85:95

    gl. 9:—

    » 4:10%

    skupaj

    gl.

    13:10%

    g'.

    25:— 124:61

    Zadnji znesek, odštet od prejšnjega pokaže gorenjo vsoto 72:841/2* Donesek zalogu za pogozdovanje Krasa sloni na sklepu deželnega odbora z dne 10. marca 1892. Donesek deželnega zaloga se plačuje kot nagrada ali odškodnina, da upravlja dežela tudi ta zalog.

    Zalog za gozdorejo in ribarstvo je imel začetkom upravnega leta aktivnih zastankov v začasnih stroških pasivnih zastankov ..... gotovine ..........

    torej pasivnega .........

    Koncem leta imel je aktivnih zastankov ..... pasivnih zastankov v začasnih stroških . . . . , gotovine v blagajni ........

    torej pasivnega

    Razen stalnih dohodkov v znesku ..... imel je zalog začasnih dohodkov, namreč dobljenih predplač

    skupaj

    Enako je imel razen stalnih stroškov v znesku . . , stroškov iz kreditnega započetja . . . in začasnih stroškov radi vrnjenih predplač......

    skupaj gl. 1.470:62

    Na zastankih in v gotovini zmanjšalo se je premoženje koncem leta v primeri z onim začetkom leta za gl. 91:84J/2, v glavnicah pri zasebnikih se je pa pomnožilo za 28 gld. ki so se naložili na obresti pri goriški zastavljalnici in ž njo združeni hranilnici. Sklep računa prišteva premoženju tudi obresti od te glavnice, v znesku 2 gld. 20 kr., ki se niso še potegnili. Finaučni odsek je tega mnenja, da obresti, ki niso še potegnene, se ne morejo razkazovati kot premoženje z določnimi številkami, ampak k večjemu le z besedami v opombi. Po vsem tem predlaga finančni odsek :

    gl. 99:61

    gl- —: —

    » 230:60%

    » 39:15

    gl. 191:45%

    gl- 1279:15%

    V 230:60%

    gl. 1509:67

    gl. 1318: —

    n 28:—

    n 124:61

    Visoki zbor naj sklene:

    Potrjuje se sklep računa zaloga za gozdorejo in ribarstvo za leto 1894

    z dohodki .....

    se stroški .....

    z začetnimi aktivnimi zastanki . z začetnimi pasivnimi zastanki . s konečnimi pasivnimi zastanki . s konečnim ostankom v gotovini.

    Slednjič s premoženjem 16.000 gl. v državnih obligacijah zaloga za gozdorejo, ter 50 gl. v državnih obligacijah in 64 gld. 59 kr. naloženih na „Montu" zaloga za ribarstvo.

    ff. di Segretario: Viene approvato il conto consuutivo per la coltura forestale e piscicol-tura per 1'anno 1894:

    cogli introiti di........... . f. 1279:15%

    cogli esiti di ....

    1.279:15V2 1.318:— 25:— 124:61

    230:607« 39:15

    colle restauze attive al principio deli' anno di

    colle passive di.....

    colle restanze passive finali di

    1318:— 25:-124:61 230:60 V2

    e col civanzo in contanti di f. 39:15; infine col patrimonio di f. 16.000 in obbligazioni di Stato ap-partenenti al fondo per la coltura forestale, di f. 50:— iu un'obbligazione di Stato e di f. 64:59 collocati al Monte di Pieta in favore del fondo della piscicoltura.

    Capitano: Eitengo che non venga chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato di finanza. Iu questo caso metto la proposta stessa ai voti. I Signori che approvauo la proposta colle cifre testš esposte, sono pregati d i rimanere seduti. (nessuno si aha) E' approvata.

    Segue il rapporto dello stesso Comitato sul conto preventivo pro 1896 del fondo coltura forestale e pešca.

    Gregorčič: {GN. 5304J95) Visoki deželni zbor! Proračuu zaloga za gozdorejo in ribarstvo za leto 1896 predložen po deželnem odboru, razkazuje za zalog gozdorejski

    dohodkov.............. 1239.—

    stroškov . ............. 1232,—

    ter preostanek

    in za zalog ribarski

    dohodkov

    stroškov

    17.

    preostanka .............. 17.—

    V primeri s proračunom za leto 1895 predlagajo se z ozirom na triletno povprečuico 1892/94 večji dohodki gozdorejskega zaloga v razpredelu: globe radi gozdnih prestopkov za 20 gl. in v raz-predelu: globe radi prestopkov pri napeljavi in rabi voda za 2 fl., a manjši pri razpredelu: tičje lovnine za 11 gl.

    Pri ribarskem zalogu predlagajo se večje številke v dohodkih v razpredelu: globe radi prestopkov ribarstva za 5 gld.

    Stroški gozdorejskega zaloga predlagajo se večji v razpredelu: podpora za pogozdenje Krasa za 2 fl. in v razpredelu: razni stroški za 2 gl

    Vsi postavki, toliko v dohodkih, kolikor v stroških so opravičeni. Zato predlaga finančni odsek : Visoki zbor naj sklene:

    Potrjuje se proračun zaloga za gozdorejo in ribarstvo za leto 1896

    z dohodki v gozdovejskem zalogu .......... 1289.—

    17.— 1232.—

    7.— 17.—

    coltura forestale

    v ribarskem zalogu

    s stroški v gozdorejskem zalogu

    „ v ribarskem zalogu s preostankom v gozdorejskem

    v ribarskem zalogu

    ff. di Segretario: Viene approvato il conto preventivo del fondo per e piscicoltura con gl' introiti del fondo

    per la coltura forestale di . ..........f. 1239.—

    per piscicoltura di............ „ 17.—

    cogli esiti a carico del primo di........... 1232.—

    del secondo di...........

    e col civanzo di cassa a favore del fondo per la coltura forestale di. . . . „ 7.—

    e quello per la piscicultura di .......... 17.—

    Capitano: Viene chiesta la parola su questa domanda ? Non essendo il caso metto la proposta ai voti. E prego i Signori che vogliono approvare il conto preventivo del fondo coltura e pešca pro 1896 di rimanere seduti. (inessuno si aha) E' accolta. Segue il rapporto sul conto consuutivo del fondo scolastico pro 1894. Anche qui 6 pregato 1' onor. Gregorčič di riferire a nome del comitato di finanza.

    Gregorčič: (GN. 5965/95) Visoki deželni zbor! V seji 24. januarja 1894 potrdil se je preudarek šolskega zaloga za leto 1894 :

    1. z dohodki v znesku..........7.383

    2. se stroški v znesku..........3.664

    3. s preostankom v znesku.........3.719

    ki se je imel plodonosno naložiti s kupilom državnih obligacij.

    Sklep računa tega zaloga za leto 1894. predložen po deželnem odboru pod številko 5965 z dne 28. decembra 1894, razkazuje:

    1. stalnih dohodkov....................7,466:70

    2. stalnih stroškov....................3.748:777,

    3. preostanka...........3.717:92V2

    Stalni dohodki presegajo proračun za gl. 83.70, ker je došlo gl. 83.60 več aktivnih obresti,

    nego je bilo sprejeto v proračun, in ker so bile postavljene obresti od zapuščin v proračun z gl. 94.77 7,, in sicer so bili manjši pri službenih dokladah v smislu § 28. dež. zakona z dne 6. februarja 1869 za 40 gl. in pri doneskih okrajnim šolskim zalogom za 91 kr. skupej manjši za 40 gl. 91. kr., a večji pri pokojninah učiteljskim udovam za 71.487, ter P" raznih stroških za gl. 64.20, skupaj večji za 135.68V2, torej splošno večji, kakor zgoraj rečeno, za 94.77V2.

    9 545: i 3 3 748:77 V2 5.485:75 310:70'/2

    Ker so stalni dohodki večji za 83.70 in stalni stroški večji za 94.7772, ae^o so bili pro-računjeni, moral bi biti preostanek za 11.07'/2 manjši od proračuna. V resnici je pa samo za 1.07 V2 manjši in sicer radi tega, ker kouečni pasivni zastanki so za 10 gl. večji nego začetni.

    Presežki v stalnih dohodkih in stroških so v sklepu računa, položeuem po deželni računariji pod štev. 798 z dne 16. februarja 1895 popolnoma opravičeni.

    Razen stalnih dohodkov v zaesku........ 7.466:70

    imel je zalog gotovine ob začetku......... 2.078:53

    torej vseh dohodkov.....,

    Euako imel je razen navadnih stalnih stroškov v znesku

    stroškov iz kreditnega započetja.......

    ter konečne gotovine.........

    torej vseh stroškov........................9.545:23

    Se stroški iz kreditnega započetja nakupili sti se dve državni obligaciji za 2000 gl. iu za 3500 gl. skupaj za 5500 gl., za kateri znesek se je pomnožilo zalogovo premoženje.

    Začetkom leta imel je zalog gotovine v blagajnici..........2.078:53

    ter pasivnega zastanka......................435:75

    torej aktivnega za.......

    Koncem leta imel je pa pasivnega zastanka . ter gotovine v blagajni........

    torej pasivnega..........

    Kouecletni pasivni zastauki znašajo ....

    začetkom leta so znašali........

    V tem oziru se je zmanjšalo premoženje zaloga za 10 gld. iu znaša

    letni preostanek le ..... Za ta znesek, kakor tudi za začetni aktivum v znesku . in za kouečni pasivutn........

    skupaj za znesek . ........... 5.485:75

    'kupile so se zgoraj navedene obligacije nominalne vrednosti 5.500 gl. Z ozirom na vse to predlaga finančni odsek : Visoki zbor naj sklene :

    Potrjuje se sklep računa šolskega zaloga za leto 1894 :

    1. z dohodki .........

    2. se stroški.......

    1.642:78 445:75 310:707,

    135:04 72

    445.75

    435:75

    3.707:92% 1.642:78 135:04 V,

    9.545:23 9.234:52 ^

    3. s preostankom v gotovini.........SIO^O1/«,

    a

    4. z razložnim premoženjem v znesku 104.300 gl. v državnih obligacijah.

    fF. di Segretario: Viene approvato il conto consuntivo del fondo scolastico per 1' auno

    1894 con

    1. gli introiti di..........f. 9.545:23

    2- SU esiti di................. , 9.234:52V2

    3. e col civanzo in contanti di........f. 310:7072

    4. col patrimouio di f. 104:300 in obbligazioni dello Stato.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato di finanza? Non S il caso, la metto ai voti. I Signori che 1'approvano sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si move). E' accolta. Segue il rapporto del Comitato di finanza sul conto preventivo dello

    stesso fondo.

    Gregorčič: (GN. 5509j95) Visoki deželni zbor! Proračun šolskega zaloga za leto 1896, predložen po odboru pod štev. 5509 z dne 8. decembra 1895, obsega naslednje dohodke :

    1. aktivne obresti........... 4601.

    2. državna podpora ...........3231

    3. zapuščine in darila......... .

    skupaj 7834.—

    ter sledeče stroške:

    1. doneski okrajnim šolskim zalogom........ 3453.—

    2. pokojnine učiteljskim udovam ......... 105.—

    3. službene doklade v zmislu § 28. zakona z dne 6. febr. 1869 . . . 60.—

    4. razni stroški............

    skupaj 3658.—

    slednjič:

    končni preostanek v znesku 4176 gl.

    Dohodki so večji mimo onih, ki so bili preudarjeni za leto 1895 pri aktivnih obrestih za 147 gld. Stroški so manjši za 60 gl., ker je odpadla podpora Frančiške Tomauove, a večji v vrsti raznih stroškov za 34 gl., ker tako zahteva povprečnica zadnjih treh let.

    Vsi postavki stroškov so popolnoma opravičeni. Zato stavlja finančni odsek predlog:

    Visoka zbornica naj sklene:

    Potrjuje se proračun šolskega zaloga za 1. 1896

    1. z dohodki............ 7834,—

    2. s stroški............ 3658.—

    3. s preostankom...........4176.

    ki naj se pravočasno naloži plodonosno z nakupom državnih obveznic.

    if. di Segretario: Viene approvato il conto preventivo del fondo scolastico per 1'anno 1896

    1. cogl1 iutroiti di...........f- ?834 —

    2. cogli esiti di............. 3658.—

    col civanzo di cassa di f. 4176. — da collocarsi a tempo a frutto mediante acquisto di obbligazioni dello Stato.

    Capitano: Viene chiesta la parola su questa proposta del Comitato di finanza? Non č il caso. Metto ai voti la proposta stessa. I Signori che approvano il conto preventivo del fondo scolastico pro 1896 sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha). E' approvato.

    Segue ancora un rapporto del Comitato di finanza sulla domanda di Carolina vedova Bar-bazetto. L' onorevole Bojic 6 pregato di riferire.

    Rojic: (GN. 80/96) Visoki deželni zbor! 29 novembra 1894 je umrla v Gorici gospodična

    Adelina Barbazetto pl. Brunu, ki je uživala prebendo goriškega gospinskega zaloga, ter zapustila 78 let staro, bolano mater, katera nima druzega nego malo pokojnino letnih 240 gold.

    Ker je hčerka dobila prebendo že v svojih letih, ko sti bili z materjo še zdravi, živeli sti se skupnimi dohodki, akoprav skromno.

    A ko je pred 4 leti zbolela prebendistinja za kronično, neozdravljivo boleznijo, ki je potrebovala posebne postrežbe, sti poprodali uajpotrebniše hišne oprave, da sti si vsaj sprvega branili dolgov, v katere sti pa kasneje tak6 zabredli, da pri smrti hčerke ni imela mati ničesa, s čemur bi bila poplačala zdravnika, zdravila in pogrebne stroške.

    Da je vse gori navedeno resnica, dokazujejo priloženi dokumenti, katere je prosilka priložila svoji prošnji na deželni zbor radi primerne podpore, uloženi 7. januarija 1895 št. 165 in vsled katere je sklenil tačasni finančni odsek dne 21. januvarja 1895 vis. zboru predlagati enkrat za vselej podelitev 150 gl. Karolini Barbazetto za poravnavo dokumentovanih in druzih stroškov po pokojni Adelini plemeniti Barbazetto.

    Ker se niso okoliščine od lanskega leta zboljšale, pač pa še poslabšale, kakor razvidno iz ponovljene prošnje pl. gospe Karoline Barbazetto prezentovane dne 4. januvarja 1896 št. 80, predlaga dosledno tudi letos finančni odsek:

    Visoki deželni zbor naj blagovoli podeliti enkrat za vselej g. Karolini pl. Barbazetto v poravnavo pogrebnih iu drugih stroškov po pokojni prebendistinji pl. Adelini Barbazetto 150 fl , kateri naj se vzamejo iz glavnega zaloga za uboge.

    fF. di SegretariO L'Eccelsa Dieta si compiaccia accordare una volta tanto alla signora Carolina nob. de Barbazetto per le spese fuuebri ed altre iu causa della morte della prebendista Adelina nob. de Barbazetto il sussidio di f. 150 da prelevarsi dal fondo generale dei poveri.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato di finanza? Non 6 il caso. Metto la proposta ai voti. I Signori che sono d' accordo colla proposta di accordare il sussidio di f. 150 alla Vedova Carolina Barbazetto, vogliano rimanere seduti. (nessuno si aha) La proposta 6 accolta e con cid & esaurito V ordine del giorno deli' odierna seduta.

    Propongo la prossima per venerdi 31 gennaio alle ore 5 pom. mettendo ali' ordine del giorno i segueuti oggetti:

    Rapporti della Giunta provinciale: sull'elezione a deputato prov. del sig. Conte Giacomo Panigai — sul progetto di legge pel miglioramento delle condizioni economiche dei maestri delle Scuole popolari — sul progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edelweiss) — sul provvedimento in quanto al maniaco Silvio Berndt. Rapporti del Comitato di finanza sul consun-tivo del fondo Cultura forestale pro 1893 — sul cousuntivo del fondo provinciale pro 1893 — sul consuntivo del fondo scolastico pro 1893 — sul consuntivo del fondo stipendi Werdenberg pro 1894 — sul preventivo del fondo stipendi Werdeuberg pro 1896 — sulla domanda del maestro Giuseppe Vouk per aumento di pensioue.

    Naturalmente per6 se questi oggetti saranno pronti. Con cič) dichiaro chiusa 1' odierna seduta.

    (Fine della seduta a ore 8V2 pom.)

    Contenuto: Verifieazione del P. V. deli'autecedente seduta. — Interpellanza del Conte Alfredo Coronini riferibile alla causa penale contro l'avvocato dr. Mario Morpurgo. — Interpellanza Tuma circa la questione della ferrovia Gorizia-Predil e Gorizia-Vippaco. — Proposta Tuma circa la progettata riorgauizzazione delle autorita giudiziarie. — I deputati italiani abbandonano la sala. —

    Presenti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    e N. 19 deputati.

    (Principio della seduta a ore 5 pom.)

    Capitano: Trovandoci in numero legale diehiaro aperta la seduta. Tnvito il ff. di Segretario a voler preleggere il verbale deli' antecedente.

    ff. di Segretario: (legge il verbale della seduta del 28 gennaio a. c.)

    Capitano : Se non viene fatta nessuna osservazione al protocollo teste preletto, lo diehiaro per approvato. (non viene fatta) II protocollo š approvato.

    Furono presentate le seguenti petizioni: deli' I. R. Scuola industriale di panierai in Fo-gliano che trasmette istanze chiedenti sussidi di Giovauna V. Budai e Giacomo Štefani ; e dei Comuni di Gorjauska, Vojščica, Opaciasella e Temnizza che domandano un sussidio per la strada presso Iva-nigrad. Queste due petizioni passeranno al Comitato delle petizioni. — C' 6 poi un' altra del Comune di Gorizia, che domanda la sanatoria per pagamenti fatti aH' ingegnere Smrekar e il prelevamento d' uu importo dal fondo del prestito del 1889. Questa petizione per 1' indole sua dovnl passare al Comitato legale.

    Furono insinuate due interpellanze. L' onorevole Coronini ha la parola.

    Coronini conte Alfredo: Interpelacija poslancev Alfreda Coroniuija in tovarišev na Njega Prevzvišenost c. kr. justičuega ministra radi kazenske zadeve proti odv. drju. Marku Morpurgo.

    Dne 15. t. m. se je vršila pred c. kr. okrožnim sodiščem kazenska obravnava proti odvetniku drju. Marku Morpurgo radi krive prisege.

    Kolikor se d& posneti iz kazenske javne obravnave, poveril je Ivan Katnik, c. kr. sodni sluga v Gorici, kot varuh maloletnih otrok pokojnega svojega brata neko pravdo imenovanemu odvetniku; to pravdo je izgubil ter bil primoran plačati svojemu pravnemu zastopniku gl. 152.52 a. v.,

    1. j. na troških sumarne pravde. Ta znesek odštel je dne 23. julija 1887., kar kaže lastnoročno pisana pobotnioa odv. drja. Marka Morpurgo.

    Leta 1894 terjal je imenovani odvetnik od Ivana Katnika še enkrat plačilo že odštete svote. Ker je Katnik izvirno pobotnico založil in se krčil priznavati dolg, prišlo je do pravde, izidom katere je odvetnik dr. M. Morpurgo dne 16. februarja 1895 prisegel, da plačila odvetniških prislužkov v znesku gl. 153.52 a. v. ni nikdar prejel.

    Po končani pravdi posrečilo se je Katniku najti pobotnico. Ker mu odvetnik dr. M. Morpurgo ni hotel povrniti vse škode, vložil je Katnik kazensko ovadbo. C. kr. okrožno sodišče se je branilo ovadbo sprejeti na zapisnik ter je predsednik sodišča skušal Katnika odvrniti od ovadbe.

    O tem je govoril dne 19. julija 1895. poslanec dr. Gessmau v državnem zboru, je opozarjal na pristransko ravnanje c. kr. okr. sodišča goriškega na korist in ua ljubo odvetuikom židovskega rodu ter se izrazil : „es soli Ofters vorkommen, dass solclie Meineide von interessanten Mitburgern geschworen vverden".

    Navzlic temu se je kazenska pravda zatezala tako, da je šele dne 18. decembra 1895. bila določena glavna obravnava.

    Prošnja zasebnega udeleženca Ivaua Katnika za odreditev drugega kazenskega sodišča se je glasom odloka od 26. okt. 1895. št. 5593. odbila.

    Obravuava se je brez pravega razloga odnesla na 15. dan januarja tega leta,^ pri kateri je sodni dvor odvetnika dr.a Marka Morpurgo oprostil krivde in kazni ter odkazal zasebnega udeleženca na redno pravdno pot.

    Sodni dvor sprejel je edini neutemeljeni izgovor obtoženca, izgovor pozabljivosti, izključil hudobni naklep, pripoznavši sicer vse stvarne znake hudodelstva krive prisege, ter kazensko pravdo končal po skoro desetmesečnem teku.

    Odvetnik doktor Marko Morpurgo je izkazal pred sodiščem izredno dober spomin, da je oni mesec, ko je vprašavno vsoto gl. 152.52 prejel od Katnika, vknjižil v manjših zneskih 159 gld., da pa je pozabil prejem edinega večjega zneska in tega zneska vsled pozabljivosti tudi vknjižil ni.

    Državni pravdnik poudarjal je pred sodnim dvorom vse merodajne okolščine in posebej to, da pri priprostem kmetu pri obtožbi radi krive prisege nikedar ne pomaga izgovor »pozabil sem" (Živahen smeh med poslušavci. Razni klici : Takč) je takd ! — Predsednik zvoni), toliko manj mogel bi se uslišati isti izgovor iz ust pravnega zastopnika kmetov, odvetnika dr. Marka Morpurgo, ter da je prepričan o tem. Vsled oprostilne sodbe vložil je pritožbo ničnosti.

    Ker je tukajšnjemu prebivalstvu furlanske in slovenske narodnosti splošno znana vsiljeuost

    odvetnikov židovskega rodu;

    ker je v istem prebivalstvu dobro znano prijateljsko občevanje soduikov pri tukajšnjem c. kr. okrožnem sodišču z odvetniki sploh in z doktorjem Markom Morpurgo posebej;

    ker je prebivalstvo slovenske narodnosti vajeno slišati vse obravnave pred c. k. okrožnim sodiščem v Goridi le v italijanščini in je odvetnik doktor Marko Morpurgo eden glavnih stebrov goriškega italijanstva ;

    ker je vsled zatezanja kazenske preiskave proti istemu in vsled proglasitve oprostilne sodbe ljudstvo splošno vznemirjeuo in trpi ugled sodišča ;

    si podpisani vsojajo vprašati :

    1. Ali je Njega Prevzvišenosti zuana kazenska zadeva proti odvetniku Marku Morpurgo radi krive prisege ?

    2. Kako je opravičiti okoliščina, da se prošnji zasebnega udeleženca Ivana Katnika za odreditev drugega sodišča ni ugodilo, — oziroma :

    kako je to, da zastopnik državne oblasti pred sodiščem t. j. c. kr. državno pravdništvo ni delalo na to, da bi se preiskava in sodba vršila pred drugim sodiščem?

    3. Ali misli Prevzvišenost po državnem pravdništvu delati na to, da se za slučaj raz velja vije nj a proglašene sodbe odredi za obravnavanje sodni dvor izven področja c. kr. višjega sodišča tržaškega ?

    4. Kako zadoščenje misli dati žaljenemu pravnemu čutu prebivalstva ?

    V Gorici, dne 31. januarja 1896.

    Alf. grof Corouiui, Dr. Rojic, Grča, Lapanja, Muha, Klančič, Dr. Gregorčič, Berbuč.

    Capitano: Quest' interpellanza la passerb al rappresentante deli'Eccelso Governo. L'onorevole Tuma ha la parola per un' interpellanza.

    Tuma : Interpelacija poslanca dr. Henrika Tuma in drugov na Njega Prevzvišenost c. kr. ministra za železnice radi zveze Gorice z notranjimi deželami po soški in vipavski dolini.

    Dne 30. januarja 1894. iuterpeloval je poslanec Alfred grof Coronini visoko c. kr. vlado:

    »Ali je voljna železniški zvezi po vipavski dolini nakloniti svojo podporo ter rešiti to velevažno zadevo".

    Izvajal je pred svojim uprašanjem, da je pokuežeua grofoviua goriško-gradiška mej kro-novinami avstrijske monarhije prava pasterka, da je šele po preteku 33 let dobila novo železniško zvezo Tržič-Cervinjan, da je deželni zbor poleg ravno imenovane zveze dovolil 100.000 gld. za nakup glavnih delnic in 6000 gld. za potrebne načrte druge železniške proge Gorica-Ajdovščina, ter.da je glavno nadzorništvo c. kr. državnih železnic prirejene načrte pretresovalo.

    Vladni komisar obečal je interpelacijo predložiti visoki vladi. Dne 25. januarja 1895 stavil je poslanec dr. Aleksij Rojic na c. kr. ministerstvo trgovine vprašanje :

    »Ali je upati, da se visoka c. kr. vlada v kratkem odloči za ozki ali široki tir železnice po vipavski dolini, in ali hoče visoka vlada izdatno pripomoči, da se zgradi ta železnica?"

    Iavajal je v interpelaciji, da se razpravlja o železniški zvezi po vipavski doliui že od leta 1888., da je visoka c. kr. vlada z odlokom 4. novembra 1891. št. 21985 izrekla, da bode podpirala tako podjetje, ako se prizadeti krogi za njo oglasijo, da je ravno vsled te izjave deželni zbor odločil 100.000 gld. prispevka, da se je dne 4. do 6. julija 1893. vršil ogled predlagane črte, da se je vlada opominjala naposled in ponovno na to uprašanje, da pa na vse to ni dala od sebe ni-kakega glasu.

    Vladni komisar je predložil tudi to interpelacijo visoki vladi.

    Brezštevilnokrat obračali so se deželni in državni poslanci goriški, občine iu deželni zbori goriški in koroški v zadevi predelske železnice na isto visoko vlado. Dotične peticije, interpelacije in resolucije dospele so na omenjeno mesto, vlada dajala je povoljne iu nepovoljne odgovore, obete in ugovore, vprašanje o železniški zvezi po soški dolini čez Predel pa je ostalo le porno pereče vprašanje, klic vpijočih v puščavi. »Vienna deliberante Vipava penit", očital je poslanec dr. Rojic obotavljajoči se vladi, in to očitanje danes po preteku novega leta bolj in bolj postaja utemeljno.

    Od leta 1850. uaprej stoji vprašanje preme zveze severnih krouovin avstrijskih z jugom

    čez Ture in Predel na dnevnem redu, vlada sama predlagala je načrte leta 1870., 1872. in 1875. vse brez vspeha in plodu.

    Novo upanje navdajalo je zapuščeno prebivalstvo soške doline preteklega leta, ko je pod vodstvom Njega Prevzvišenosti deželnega glavarja goriškega Franca grofa Coronini-ja deputacija čula iz ust Veličanstva samega tolažbo in zagotovilo naklonjenosti.

    Ko je ob koncu preteklega leta prevzel vrhovno oblast miuisterski predsednik grof Badeni ter v svoj program sprejel »posebno oziranje na gospodarske potrebe južnih kronovin", oživele so še bolj dolgoletne želje. A nade in želje ostale so do danes le toliko. Nižava kronoviue goriške dosegla je za se ugodno zvezo med Trstom in Italijo, vselej zvesti slovenski podaniki, ki so često in često prelivali kri za dom, cesarja, ki zaupno gledajo edino le na središče Avstrije, ostali so pa do danes osamljeni v svojih gorskih kotih, odkazani na borni obrodek mrzlih planinskih pokrajin, po nezgodah skoro opustošenih dolin, zanemarjam stoletja v borbi za vsakdanji kruh in obstoj svojega rodu.

    Po milosti ljubljenega svojega vladarja dobili so avstrijski narodi za svoje gospodarske težnje novo oporišče v osrednji oblasti v ministerstvu za železnice.

    Ako kateri, vzradostil se je nad tem slovenski rod po Goriškem, trdno nadejajoč se, da pričenjajo tudi zanj boljše gospodaske razmere, katerih temelj ima biti železniška zveza pokrajin, kjer bivajo, z notranjimi avstrijskimi deželami.

    Gled& na nujuo potrebo te zveze :

    gledš na ogromno važnost in korist te zveze ne le za kronovino goriško, ampak za celo Avstrijo;

    gledč na brezštevilne prošnje, interpelacije, zadane v tej zadevi;

    gleda na obljube, storjeue na uajvišjih mestih, — usojajo si podpisani vnovič prašati visoko c. kr. vlado :

    1. V kakem stanju nahaja se zadeva železniške zveze Gorica-Predel iu Gorica-Vipava ?

    2. Ali misli c. kr. ministerstvo za železnice storiti resen korak, da se pričn6 priprave za zgradbo imenovanih železnižkih prog ?

    V Gorici, 31. januarja 1896.

    Dr. Henrik Turna, Anton Klančič, Berbuč, Grča, I. Lapanja, A. Muha, Dr. Gregorčič, Dr. Abram,

    Alf. grof Coronini, Dr. Rojic.

    Coronini: Anche quest' interpellanza la passo al rappreseutante deli' Eccelso Governo.

    L' onorevole Turna ha preseutato una proposta. Prego il ff. di Segretario di leggerla.

    ff. di Segretario: Podpisani stavimo predlog, visoki deželni zbor naj sklene sledečo resolucijo:

    Ob nameravani reorganizaciji sodnih oblastev vsled novega civilnega postopka naj visoka c. kr. justična uprava jemlje ozir na zemlje - in narodopisne razmere v pokneženi grofovini Goriško-Gradiški tako, da se furlausko-italijanska skupina loči od slovenske. Prva skupina naj se združi pod eno okrožno sodišče. Za sodne okraje Bovec, Kobarid, Tolmin iu Cerkuo ustanoviti je novo okrožno sodišče v Tolminu. V Brdih sestaviti je novo okrajno sodišče iz občin Števerjan, St. Martin, Biljana, Dolenja, Kožbaua, Medana ; isto tako na Krasu iz občin Devin, Opatjeselo, Doberdob, Nabrežina, Brestovica, Mavhinje, St. Polaj, Selo, Slivno in Sv. Križ tržaški.

    V formalnem oziru predlagamo, naj se predlog odkaže nujnim potem pravnemu odseku.

    V Gorici 31. januarja 1895.

    Blazij Grča, Anton Klančič, Dr. H. Tuma, Berbuč, Alf. Coronini, Dr. Gregorčič, Dr. Abram, Muha, Lapanja, Dr. Rojic.

    I firmati propougouo che venga accolta la segaente risoluzione :

    „Nella progettata riorganizzazione delle Autoritš, giudiziarie in seguito alla nuova procedura civile voglia 1'Eccelsa i. r. amministrazione Giudiziale prendere in riflesso le condizioni geografiche ed etnografiche della principesca Contea di Gorizia e Gradišča iu modo che il gruppo friulano-italiano venga separato dallo sloveno. II primo gruppo venga unito sotto un Tribuuale circolare. Per i distretti giudiziari di Plezzo, Caporetto, Tolmino e Circhina venga istituito uu nuovo Tribuuale circolare a Tolmino. S' istituisca nel Collio un nuovo Giudizio distrettuale composto dei Comuni di S. Floriano, S. Martino, Bigliana, Dolegna, Kosbana e Medana; nell' istesso modo sul Carso dei Comuni di Duino, Opacchiasella, Doberdb, Nabresina, Brestovizza, Mauchigua, S. Pelagio, Sella, Sliuna e S. Croce di Trieste.

    Iu linea formale propouiamo che questa proposta venga in via d' urgenza affidata al Comitato legale per gli opportuni studi."

    Capitano: La motivazione di questa proposta verrž, messa ali' ordine del giorno della pros-sima seduta.

    Tuma: Prosim, predlagal sem, da se o odstopu pravnemu odseku sklepa potem nujuosti.

    Capitano: L' onorevole Tuma propone che questa proposta venga trattata iu via d' urgenza. Anzitutto mi permetto domandare se viene chiesta ....

    Venuti: Ritengo che non sia minimamente il caso di derogare dalla solita consuetudine sin qui praticata. E' uu oggetto codesto che merita di venire esaminato, studiato e discusso; io quindi sono assolutamente contrario ali' urgenza e voterb contro la stessa.

    Capitano: Viene chiesta la parola riguardo ali' urgenza ?

    Tuma: Ravno radi važnosti sem predlagal nujnost. Bližamo se koncu zasedanja, in nevarnost preti, da ostane stvar vkljub njene važnosti v tem zasedanju nerešena. Zato moram ostati pri svojem predlogu, naj se o odstopu predloga pravnemu odseku sklepa potom nujnosti.

    Capitano: L' onorevole Tuma sostiene la sua proposta. Viene ancora chiesta la parola per discutere sull' urgenza ? Non 6 il caso ; allora metterb ai voti . . . (tutti i deputati italiani si ahano ed escono dalla sala; fra il pubblico : bene! bravi!) Prego il pubblico di non fare dimostrazioui! Siccome non siamo piu in numero, chiudo la seduta, e mi riservo d' invitare i Signori in iscritto.

    (Fine della seduta a ore 6 pom.)

    Contenuto i Verificazione del Verbale. — Risposta del Commissario governativo ali'interpellanza di Berbuč riguardo alla rego-lazione deli'imposta fondiaria nella vallata del Vippaco. — Proposta per la costruzione della strada da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček. — Proposta che alla scuola induetriale di perfezionamento in Gorizia con lingua d'insegnamento slovena venga accordato il sussidio stabile annuo di f. 1000 dali'anno 1895 in poi.

    Presenti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    e Nr. 19 deputati.

    (Principio della seduta a ore 5 pom.)

    Capitano*. Ci troviamo in numero legale, dichiaro aperta la seduta.

    L' onorevole Locatelli mi ha spedito il seguente telegramma : Pregovi di scusare la inia assenza alla seduta di oggi perchč indisposto a letto. Prego di leggere il verbale deli' ultima seduta.

    1F. di Segretario: (legge il verbale della seduta del 31 gennaio a. c.)

    Capitano: Se non viene fatta alcuna osservazione riguardo al processo verbale testš pre-letto, lo dichiaro approvato. (non viene fatta) E' approvato.

    Ho 1' onore di comuuicare che pervenuero ali' Ecc. Dieta le seguenti "petizioni: La Pode-steria di Mariano chiede un sussidio affiue di poter dare principio ai lavori di ristauro di quella i. r. Scuola industriale, — e la Societž, dei Veterani del Litorale in Gorizia che domanda un sussidio per 1' erezione d' uu monumento al defunto Capitano d' artiglieria Barone Andrea Zhehovini di Branizza. Queste due petizioni passerauno al Comitato delle petizioni.

    L' Illustrissimo rappresentante deli' Ecc. Governo ha chiesto la parola per rispoudere a un' interpellanza.

    Commissario Imperiale : Na interpelacijo, ki so jo stavili poslanec gospod Berbuč iu tovariši v seji deželnega zbora z dn6 devetega januvarja tega leta o tem, da se odpravijo nejeduakosti v tarifih čistega donosa, postavljenih pri uravnavi zemljiških davkov, imam Čast vsled razpisa visokega finančnega ministerstva z dnč šestindvajsetega januarja tega leta številka 1833 odgovoriti tako-le:

    Že davno se je izročil državnemu zboru vladni predlog zakonskega načrta o reviziji zemlja rinskega katastra. Po besedah tega zakonskega načrta je reviziji namen, odpraviti med drugimi

    tudi očividne nejednakosti v tarifnih postavkih čistega donosa za sleherne cenilne okraje in za sleherne kulturne načine v razvrstilnih okrajih.

    V tem oziru je določeno področje deželne komisije tako, da mora posebno paziti na to, da poizvd in odstrani tekom časa nastale oziroma obstoječe in napram dejanskim donosnim razmeram očividne nejednakosti v obdačevanji in da določi, za katere razvrstilne okraje oziroma za katere kulture in v kaki meri spozna za potrebno spremembo obstoječih tarifnih postavkov. Pritožbe iz vipavske doline so došle Njihovi Ekscelenci gospodu finančnemu ministru že prej deloma naravnost, deloma potom prezidija mieisterskega sveta in poljedelskega ministerstva, iu Njihova Ekscelenea jih bode svoječasno gotovo izročila deželni komisiji za revizijo zemljarinskega katastra v kompetentuo uradno poslovanje.

    Alla interpellanza deli' onor. deputato prov. Berbuč e cousorti presentata nella seduta die-tale del 9 gennaio a. c. risguardante il toglimento delle differenze nelle tariffe del ricavato netto, stabilite in occasioue della regolazione deli' imposta fondiaria nella vallata del Vippaco, ho 1' onore di rispondere in seguito a dispaccio deli' Ecc. i. r. Miuislero della finauza di data 29 gennaio a. c. N. 1833 quanto segue :

    Gii\ d' alcun tempo fu presentato al Consiglio deli' Impero quale proposta governativa un progetto di legge riferibile alla revisione del catasto deli' imposta fondiaria.

    Giusta il tenore di questo progetto di legge 6 fra altro anche lo scopo della revisione di togliere evideuti differenze nelle poste di tariffa della rendita netta per i singoli distretti d' estimo e per le singole colture entro i distretti di classificazione.

    Iu questo riguardo sono precisate le attribuzioni della commissione prov. nei sensi che debba principalmente rilevare e togliere le ineguaglianze iusorte nei corso del tempo rispettivamente con ri-flesso alle reali circostanze di rendita, nella commisurazione deli' imposta nouchč di precisare per quali distretti di classificazione rispettivamente per quali colture ed iu che dimeusioni siano necessari da farsi dei cambiamenti nelle esistenti poste di tariffa.

    Le rimostranze della vallata del Vippaco sono perveuute a S. E. gičt prima, e cioč in parte direttamente ed in parte per tramite del presidio del Cousiglio dei Ministri e del Ministro di agricol-tura e S. E. non mancheril di rimetterle a suo tempo alla commissione provinciale per la revisione del catasto deli' imposta fondiaria per la competente procedura.

    Capitano: Mi furono consegnate due proposte, la prima deli' onorevole Gregorčič e con-sorti, che suona. in questi sensi:

    Visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Za napravo, oziroma popravo okrajne ceste od Kanala skozi Avče do Vogerščka ob kanal-sko-tolminski meji, katere stroški so proračunjeni na 100.000 gld., dovoli se 15°/0 podpora iz deželnega zaloga v najvišjem znesku 15000 gld , katere izplača deželni zalog cestnemu odboru kanalskemu v treh letnih obrokih po 5000 gld. od leta 1896 do 1898 pod sledečimi pogoji:

    1. da država zagotovi 50% prispevek k stroškom te ceste v najvišjem znesku 50000 gl. ;

    2. da cestni odbor kanalski zagotovi v isti namen 35°/0 prispevek v najvišjem znesku 35000 gl.;

    3. da se cestni odbor kanalski zaveže, sprejeti to cesto, ko bo dodelana, v svojo upravo. Dr. A Gregorčič, Dr. Rojic, Berbuč, I. Lapanja, Dr. H. Tuma, A. Klančič, B. Grča, A. Muha,

    Dr. Abram, Alf. grof. Corouini.

    L'Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    Per la costruzioue rispettivamente riattazioue della strada regionale da Canale per Auzza sino al torrente Vogeršček al confine fra i distretti di Canale e Tolmiuo, il quale lavoro d prelimi-nato con f. 100 000, viene approvata la sovvenzione del 15°/0 dal fondo provinciale nei inassimo am-raontare di f. 15.000 da versarsi dalla Giunta provinciale al Comitato stradale di Canale in tre annue rate a f. 5000 dali' anno 1896 sino al 1898 alle seguenti condizioni :

    1. che lo Stato assicuri un contributo del 50% Per questa strada nei massimo importo di f. 50.000.

    2. che il Comitato stradale di Canale assicuri allo stesso scopo il contributo del 35% nei massimo importo di f. 35000.

    3. che il Comitato stradale di Canale si obblighi di assumere, a lavoro compiuto, la strada in propria amministrazione. —

    Questa proposta verrž, messa aH' ordine del giorno per la motivazione nella prossima seduta dietale. La seconda proposta deli' onorevole Rojic suoua nei seguenti termini :

    Visoki deželni zbor naj sklene :

    Obrtno nadaljevalni šoli s6 slovenskim učnim jezikom v Gorici dovoli se stalua letna podpora jeden tisoč goldinarjev od leta 1895 naprej s pogojem, da deželni odbor sme voliti dva zastopnika v šolski odbor imenovane šole.

    Deželnemu odboru se nalaga, da izplača šolskemu odboru imenovane šole podporo za leto 1895 koj, za naslednja leta pa v rokih, katere spozna kot primerne.

    V formalnem oziru predlagamo, naj se predmet potom nujnosti še danes obravnava iu o njem sklepa.

    Dr. A. Rojic, Dr. H. Tuma, A. Klančič, B. Grča, I. Lapanja, A. Muha, Dr. Abram, Alf. grof Coronini, Dr. A. Gregorčič, Berbuč.

    Alla scuola professionale di perfezionamento in Gorizia con lingua d' insegnamento slovena viene accordato il sussidio stabile annuo di f. 1000 dali' anno 1895 in poi verso la condizione, che la Giunta provinciale possa delegare due rappresentauti nei Curatorio di detta scuola.

    La Giunta provinciale viene iucaricata di assegnare questo contributo per 1' anno 1895 tosto, per gli anni avveuire poi in rate che riterrž, coufaceuti.

    Propouiamo iu linea formale, che quest' oggetto venga trattato ancor oggi in via d' urgenza e che si prenda un deliberato iu proposito.

    Essendo la proposta d' urgenza, accordo anzitutto la parola al proponente per motivare 1' urgenza stessa.

    Rojic: Prošnja je že stara, znana, ker vložena že 25. januarja 1894. Deželni poslauci so jo doznali deloma v sejah finančnega odseka in pa v seji deželnega zbora dne 20. februarja 1894. kjer je bilo prečitano minoritetno poročilo, in kjer je bila prošnja po sklepu zbora oddana v pretre-sovauje iu poročilo deželnemu odboru za 1. 1895, česar pa deželni odbor ni storil.

    Pri letošnjem zasedanju vis. deželnega zbora na novo vložena prošnja bila je oddana v seji finančnega odseka poročevalcu prof. Berbuču, kateri je hotel o njej poročati v seji finančnega odseka z dne 20. jan., a na prošnjo dr. Verzeguassi-ja in dež. glavarja bila je izročena predsedniku italijanskega kluba, da o njej pouči klubove člane. Radi tega je znana tudi onim gospodom od nasprotne strani, ki so tukaj novinci, ker je imel klub dovolj časa, da se o stvari pouči.

    Ker tedaj ni razloga, da bi ne bilo mogoče že danes sklepati o mojem predlogu, prosim, da se kot nujen v obravnavo vzame. Nadaljni motivaciji ne vidim potrebe.

    Capitano: Non 6 necessario di domandare se b appoggiata 1' urgenza. Viene chiesta la parola per discutere sull' urgenza ?

    Pajer: L' argomento del quale si occupa questa proposta fatta per sorpresa in via d' urgenza non 6 nuovo, ma forma il tema di una petizione presentata a questa Dieta, la quale 1' ha ce-duta per 1' esame al comitato di finanza, che gia se ne 6 occupato. Della medesiina si 6 occupato del pari il Club italiano, in seguito alla comunicazione fattagli dal Comitato di finanza stesso. Trat-tandosi di un argomento che pende davanti la Dieta e che 6 gi& assegnato al comitato di finanza, il voler portarlo per la trattazione in via d' urgenza non ha una certa giustificazione obbiettiva, bi-sogna dunque cercarne la causa iu altra fonte. E la cosa sta cosi, che da parte del club italiano sono state fatte valere molte ragioni, le quali combattono la proposta e cousigliano i deputati a pren-dere una parte opposizionale in questo riguardo. Se dunque oggi si porta quest' argomento in via d' urgenza senza motivarla, non vedo in questa proposta altro che un colpo di speculazione parla-mentare (proteste da parte degli slavi e mormorii fra il pubblico).

    Capitano : (scampanella) Prego il pubblico di non fare dimostrazioui, diversamente mio mal-grado sar6 costretto di far evacuare la sala.

    Pajer: (proseguendo) quello ciož di cogliere 1' occasione deli' aceidentale miuoranza nella quale oggi ci ha pošto la malattia deli' onorevole Locatelli, onde poter colla maggioranza slovena per forza ottenere ci6, che invece dovrebbe tentarsi di ottenere in via di concessione. Di fronte ad uua maggioranza compatta e risoluta, i nostri interessi, gl' iuteressi dei nostri mandatari esigono che noi ci oppouiamo passivameute, giacchž se noi ci espouessimo ad una votazione, sarebbe inevitabile la nostra sconfitta. Annuncio per cid, che nel caso si volesse effettivamente inettere ai voti la proposta, io ed i miei connaziouali colleghi saremmo costretti di abbaudonare i nostri seggi per iin-pedire una tale votazione.

    Capitano : Io devo mettere ai voti la proposta.....

    Verzegnassi: L' onorevole Commendatore Pajer ha rilevato che 1' onor. Rojic nou ha sa-puto addurre verun motivo iu appoggio alla urgenza della sua proposta. Dal canto mio devo osser-vare che la domanda dei f. 1000 chiesti per la scuola professionale 6 stata demandata al comitato di finanza Quella petizione fard. il suo corso regolare come devono farlo tutte le petizioni. Nou saprei dunque per qual motivo, proprio oggi si voglia farla passare ! Se voi avrete pazienzu, discuteremo la proposta con quella calma che richiede, ma se intendete di farla passare ad ogni costo e per forza, questa non la subiremo. La proposta 6 a mani del comitato di finanza, e questi 1' accolga o no, šaril poi la Dieta che decidera, la quale con piu calma in questione tauto irritante potril discu-terla e risolverla, ma non con precipitazione. Questa š la mia opinione.

    Capitano : Domanda qualcuno dei Siguori ancora la parola ?

    Venuti: Io dal canto mio mi unisco alle vedute dei preopinanti, e quindi dichiaro che voterč) anch' io contro 1' urgenza. Corn' essi hanno gia, osservato, la petizione & stata demandata al comitato di fiuanza e non vedo veruna ragioue plausibile che quest' oggetto venga sottratto alla procedura che il nostro Regolamento prescrive. Naturalmente qui non š il caso di eutrare a parlare in merito deli' argomento ; e nou lo farf); ma devo rilevare che 1' oggetto ti di tanta importanza, & di natura cosi delicata, che assolutamente richiede maturo studio; ed essendo noi venuti iinpreparati,

    giacchč T oggetto non era aH' ordine del giorno, ripeto che voterd contro 1' urgenza e mi unird agli altri miei colleghi.

    Capitano : Viene ancora chiesta la parola per discutere 1' urgenza ?

    Gregorčič : Prvi gospod predgovornik je sam priznal, da stvar njemu in njegovim tovarišem ni nova. V finančnem odseku je bila že dvakrat predmet daljšim razpravam. Priznal je, da se je razpravljala v italjanskem klubu, in gospodje tedaj lahko že danes o predlogu sklepajo.

    Če je prvi g predgovornik omenil, da hočemo izkoristiti današnjo manjšino na nasprotni strani, konstatujem, da je naš predlog bil pisati iu podpisan, ko še nismo mogli vedeti, da bodo danes oni gospodje v manjšini. Mislili smo le, da bo drugače pokopan, da bodemo namreč v enakem številu in da Italjani bodo glasovali proti nam.

    Če sta dva predgovornika rekla, da naj velja tudi glede na ta predmet „la procedura re-golare" (redno postopanje), moram odgovoriti, da sem člen onega odseka, kteremu je stvar izročena in zatrditi morem, da se stvar ni tako razpravljala, kakor po navadi. Poročevalec je bil priden in je zgodaj sestavil poročilo, ali v finančnem odseka se je razprava o njem odložila. Ko jd že nekaj časa preteklo, je poročevalec zopet sporočil to zadevo, ali sklepanje o poročilu se je spet odložilo. Prosili smo prijaznim potom, naj nam italijanski poslanci naznanijo, kaj da o tem mislijo, a bili smo zavrnjeni na način, ki nam ni ugajal. Ker nismo imeli prilike zunaj zbora slišati, kaj gospodje nasprotniki mislijo, hoteli smo to v javni seji slišati. Eden od njih je danes vsaj nekaj povedal, in hvaležni smo mu.

    Mi tedaj predlagamo nujnost, 1. ker je mogoče že danes sklepati o stvari, in 2 , ker smo se prepričali, da po redni poti stvar ne gre naprej.

    Imamo pa še drugi razlog, iu ta je denarnega pomena. Šolo vzdržujejo zasebniki, ker nima potrebnih zalogov. Želeti je, da jo podpirajo tisti, ki navadno take zavode podpirajo : občina, dežela, država itd. Država obečuje podporo, ako tudi dežela sodeluje. K temu treba sklepa deželuega zbora' a čas poteka. Samo osem dni je še časa, da se vloži prošnja za državno podporo. Če hočemo, da šola od vlade kaj dobi, mora biti prej sklep o deželni podpori znan, in to je naš stvarni razlog.

    Ker se že prošnja v deželnem zboru razpravlja, je šoli veliko na tem ležeče, da se ugodno in hitro reši. Ako se tukaj odreče podpora, je tudi vladna podpora nemogoča ali vsaj neverjetna. Tedaj je naša stran prisiljena staviti predlog nujnosti, in prosim gospode od one strani, naj bi sprevideli, da je stvar pravična. Kakor se italjauskim mladeučem ponuja prilika za izobraževanje, tako naj se ponudi tudi slovenskim ; kakor dežela skrbi za mladenče ene, tako naj skrbi tudi za one druge narodnosti; to ji bo edino le na čast.

    Prosim torej gospode, naj bi se ozirali na naše želje, naj bi sprejeli nujnost in predlog sam.

    Capitano: L' onor. Pajer ha chiesto ancora la parola.

    Pajer: Non posso sorpassare alcune osservazioni del preopinante. Se questa scuola forma la discordia, allora ella š evidentemente una questione di difficile soluzione. Studi, trattative, pratiche per risolverla furono gia, fatti, ma che sia tanto grande 1' urgenza di dover gul oggi venirne a capo, non lo ammetto. Otto giorni di dilazione, se anche sino ali' ottavo giorno si volesse tirare innanzi con questa soluzione, čredo che non involva un gran pericolo per questa scuola.

    La medesima d stata istituita senza il concorso della Provincia, essa vi ve di mezzi ba-stanti che provengono da altre fonti; il Governo ha anche accordato a questo scopo dei sussidi senza

    17

    metterle delle condizioni; dunque se in passato la scuola ha fatto senza il concorso della Proviucia, non sappiamo perchb ora si voglia con tutta fretta avere il suo concorso con un sussidio perchb non vada in fascio. Ufficialinente non ci cousta nulla di tutto cib, . . . „et quod non est in actis, non est in mundo."

    Del resto sono tutte belle parole quelle degli sloveni riguardo al non fare riseive. Se non ci fossero di mezzo tanti altri antecedenti! . . . E giil da un anno e mezzo che si fa baruffa per questo sussidio. Del resto questa b una partita del bilancio provinciale, b una spesa annuale perma-nente onde si vuole aggravarlo. Ci sono tanti altri argomenti di molto maggior importanza che quello della scuola, non saprei perchb giusto quest' oggetto si abbia da preferire a tutti gli altri, e lasciare indietro lo stesso bilancio provinciale, che per noi b 1' argomento principale, o a votare il quale sono state fatte dalla parte slovena gia tante opposizioui. Oggi in fin dei conti io čredo che nessuno possa lamentarsi, se da parte nostra, non si pub aderire alla proposta d' urgenza, la quale del resto, nel caso venisse adottata, ci obbligherebbe di abbandonare la sala.

    CapitailO : Viene chiesta la parola ....

    Tuma: : Čudim se tudi jaz kot novinec v poslanstvu, kakor se je čudil dr. Gregorčič kot starejši izkušeni poslanec, ki parlamentarne navade dobro pozna, da gospodje nasprotniki trdijo, da je njih postopanje pravilno. Ni mi znano postopanje v enacih slučajih iz prejšnjih let. Kot poslanec in slušatelj bil sem pa pri vseh sejah finančnega odseka, ter natančno opazoval vse postopanje nasprotne stranke. Bil sem pri seji, ko so naši zastopniki imeli večino in takrat se je vse gladko vršilo. Bil sem pri drugi seji, ko je prepirni predmet prišel na dnevni red. Tedaj bili so nasprotniki v večini ter želeli, naj se vprašanje obrtne šole odnese, ker niso pripravljeni nanje. Šlo se jim je na roko ter določila nova seja na drug dan, potem ko bi se italijanski poslanci v svojem klubu posvetovali. Prišel je drugi dan in gospodje izrekli so se uelepim potom, da se niso odločili, ter odložili sejo in ž njo odgovor. In od takrat preteklo je trinajst dni in ni najmanjšega slišati, da bi se kaj kmalu določila nova seja. Gospodje se sklicujejo na važnost predmeta, za kateri gre predlog. A predmet ni nov in se je lahko proučeval že leta. Gospodje pa tudi ne bodo trdili, da v drugih odsekih ni bilo važnih predmetov in načelnih vprašanj. Vender vršili so vsi odseki svojo nalogo povsem pravilno, t. j. stavljali so vprašanja na dnevni red ter je tudi rešili bodisi na eno ali drugo stran.

    Častiti vitez dr. Pajer trdi, da se je njegov klub, kakor se je v odseku odločilo, posvetoval o predmetu, ter se je o njem temeljito obravnavalo, da se pa ui prišlo do sklepa zbog kratkega časa. Nečem tajiti, da so posamezni gospodje imeli dobro voljo, priti do konca. A ker so se gospodje nasprotniki cel dan posvetovali iu prišli do sklepa, da se ima stvar zopet odnesti, zato smo mi slovenski poslanci prepričani, da se hoče stvar odlagati, da se hoče uas puščati v temi.

    Stavljajoč moj predlog v finančnem odseku, hoteli smo odprto prašati, kakega mnenja da ste, li hočete prošnji za obrtno šelo ugoditi ali ne. Sami priznavate, da je stvar znana iz obravnavanja prejšnjih let, da je ravno ta stvar dala pred letom povod, da se je zbor razšel, a vender niste hoteli dati odgovora.

    Poleg tega nam eden gospod govornik od nasprotne straui celo očita, da smo danes nameravali »colpo". Mi slovenski poslanci delati „colpe" nismo navajeni, pač pa tam doli nekje na jugu, v Poreču. Ako bi hoteli delati »colpo" radi tega, ker niste v polnem številu, imeli smo pač ugodnejšo priliko. Dne 28. decembra 1895 odmanjkal je eden Vaših poslancev. Vzeli smo to na znanje. Že dva dni pozneje je bila razpisana volitev in od tedaj preteklo je 21 dni. Mirno smo ča-

    kali in ničesa storili. 21 dni je sicer kratka doba, da se v njej odpovč poslanec, se razpiše volitev ter izvoli nov poslanec, a je tudi dolga doba za nas, kateri smo morali biti brez dela. Radi tega sklepam, da nasprotni stranki tudi daues ni do druzega, nego da se stvar zopet zavleče. Ako se sklicuje čast. dr. Pajer na to, da je odgovoren syoji stranki in ima vest, tedaj tudi dobro vč, da imamo tudi mi vest in dolžnost naše volilce zastopati. In po tej vesti smo morali zahtevati od Vas, da poveste, pri čem da smo s vprašanjem, ki je za nas životnega pomena. Predseduik finančnega odseka bil je uljudno naprošen, naj se vender izjavi o tem vprašanji. Odgovoril je: „Ako hočete vedeti naše mnenje, v zboru je izveste." In to hočemo.

    Protestujem proti načiuu čast. dr. Verzegnassi-a, s katerim nas opominja k stvari. Mi se je dobro držimo, nima pa pravice posluževati se tacega tona, kedar nam mirnost proporoča. Le sedem dni imamo do konca letošnjega zasedanja. Ako se že dve leti o tem vprašanju govori, zakaj čakati morda še teh zadnjih 7 dni, ko smo gotovi, da nasprotniki vedo, kaj nam odgovori.

    Dr. Pajer sklicuje se tudi na interes pokrajin, katere zastopa, ter izjavlja da je le-ta nasproten našemu predlogu. Jaz pa mu odgovarjam, da bi se čast. gospodje nasprotne stranke gotovo obnašali drugače in glasovali o našem predlogu drugače, kakor nameravajo, ko bi njih volilci bili poučeni, da se nam odreka malenkost za vzgojo našega rodu in da se nam to odreka na tak način. Interes dežele tedaj ni razlog, odrekati nam odgovor na naše prosto vprašanje.

    V zboru smo, danes hočemo dobiti odgovor ! (Approvazione fra il pubblico).

    Capitano: lo dovrb far allontanare il pubblico dalla sala, se si ripetessero queste mani-festazioni, e provvedere che venga difatti evacuata la sala. Viene aucora chiesta la parola ? Non 6 il caso. La discussioue š chiusa. II Signor proponente rinuncia aH' eventuale parola. Io quindi metto ai voti 1' urgenza della proposta. I Signori che ammettono 1' urgenza .... (7 deputati italiani escono dalla sala. 11 pubblico ride. 11 Capitano scampanella). Io devo chiudere la seduta siccome non siamo nel numero legale. Devo riservarmi d' invitare i Signori alla prossima in iscritto.

    (Fine della seduta a ore 6V4 pom.)

    Contenuto: Verificazione del P. V. deli'antecedente seduta — Sanzicme Sovrana al deliberato concernente 1' ulteriore esazione di addizionali e tasse provinciali. — Risposta ali' interpellanza relativa alla revisione del catasto deli'imposta fondiaria. — Risposta ali'interpellanza riguardo ai provvedimeuti in difesa dell.i strada erariale presso Sam-passo. — Interpellanza Dottori se il Governo e disposto di prendere in consideraz;oue le condizioni della parte bassa dell'Isonzo. — Interpellanza di A Conte Coronini circa 1' evasione di un ricorso del Comitato della scuola slovena in Gorizia — Motivazione della proposta Tuma circa una nuova ripartizione dei distretti giudiziari nella Provincia. — Motivazione della proposta Gregorčič risguardante la sovvenzione da accordarsi per la strada Canale-Auzza sino al confine di Tolmino. — Rapporti: della Giunta prov. sull'elezione a deputato prov. di Giacomo conte Panigai; — del Comitato petizioni circa un contributo per la nuova Chiesa da erigersi a Gorizia; — del Comitato di finanza circa un contributo per la Scuola industriale con lingua d'istruzione slovena in Gorizia; — della Giuuta prov. sulla sovvenzione per provvedimenti d'acqua nei Comuui della Provincia; — del Comitato di finanza sul conto consuntivo del fondo provinciale pro 1894; — del Comitato di finanza sul conto preventivo del fondo provinciale pro 1896; del Comitato legale sulla domanda del locale Municipio per 1'approvazione del progetto di legge rifiettente 1'imposizione ed esazione del soldo pigioni; — del Comitato legale sulla domanda del Municipio di Gorizia per sanatoria di spese a carico del fondo „Prestito 1889". — Rapporti della Giunta provinciale sul progetto di legge pel miglioramento delle condizioni economiche dei maestri delle Scuole popolari; — sul progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edelweiss); — sul progetto di legge riguardo la regolazione dello sfratto e dei trasporti forzosi; — sulla spesa sostenuta per 1'ordinaria manutenzione del ponte inter-nazionale sul Judri presso Brazzaco; — sul provvedimento in quanto al maniaco Silvio Lierndt. — Rapporti del Comitato di finanza sul conto consuntivo del fondo coltura forestale pro 1893; — sul couto consuntivo del fondo provinciale comunale pro 1893; sul conto consuntivo del fondo Scolastico pro 1893; — sul conto consuntivo del fondo stipendi Werdenberg pro 1894; — sul preventivo del fondo stipendi Werdenberg pro 1896; — sulla domanda del maestro Giuseppe Vouk per aumento di peusione.

    Preseliti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    S. A. Rev. Monsignore Dr. Luigi Zorn, Principe Arcivescovo.

    e N. 20 deputati.

    (Principio della seduta a ore 5 pom.)

    Capitano: Trovandoci nel numero legale, dichiaro aperta la seduta. Prego di legge re il verbale deli' ultima.

    ff. di Segretario: (legge il P. V. della seduta del 4 febbraio 1896). Capitano: Se non viene fatta alcuna osservazione al protocollo, lo dichiaro per approvato. (non viene fatta) E' approvato. Ho l'ouore di comunicare che S. M. si 6 degnata con risoluzione Sovrana del 3 febbraio di sanzionare il deliberato di questa Dieta prov. risguardante 1' esercizio provvisorio a tutto il mese di febbraio a. c.

    Furono presentate tre petizioni: Una del Consorzio vinicolo di Dornberg che domanda uu sussidio per 1'impianto di viti americane, e 1'altra del Comitato stradale di Cormons che chiede un sussidio pel miglioramento della strada sotto il Castello di Dobra e per 1' erezione d' uu ponte at-traverso il torrente Reka. Queste due petizioni passerauno al Comitato delle petizioni. E' poi una terza istanza di G. G. Strechel e consorti in affari risguardanti 1' imposta soldo pigioni, perche sia trattato nell' odierna seduta auche il ricorso prodotto a suo tempo alla Giunta prov. coutro il deli-berato del Consiglio comunale 17 dicembre 1895. Io mi riservo, dopo che šara- stato trattato il ri-spettivo argomento su quest' oggetto, di destinare a chi si abbia da passare la predetta istanza.

    Avendo chiesta la parola il rappresentante deli'Ecc. Governo gliela concedo per rispondere a due interpellanze.

    Commissario Imperiale: Rispondeudo ali'interpellanza deli'on. Deputato provinciale Ca-valiere (Je Dottori e consorti, presentata nella seduta dietale del 24 gennaio a. c. riferibile alla commissione provinciale per la revisione del catasto deli'imposta fondiaria, ho Ponore di riferire ali'Ecc. Dieta iu seguito a dispaccio di S. E. il Signor Ministro delle finanze d. d. 4 corr. N. 5586 che alla scelta dei membri nominati dali' Ecc. Governo per far parte alla predetta commissione esso prender;\ coscienziosamente riguardo alle cognizioni di causa o capacitA linguistiche dei medesimi.

    Na interpelacijo, katero so podali v seji dne 24. januarja t. 1. častivredni poslanci Dottori in tovarši zastran deželne komisije za revizijo zemljiškega davka, imam čast, po naročilu nj. pr. gospoda finančnega ministra, prejtem z razpisom z dne 4. t. m. št. 5586, zagotoviti visoki zbor, da se bo ces. vlada pri izbiranji udov omenjene komisije vestno ozirala na njih strokovno in jezikovno zmožnost.

    V čast si štejem vsled razpisa visokega miuisterstva z dne druzega tega meseca številka 2266 na interpelacijo poslanca gospoda Grča in tovarišev, stavljeno v seji deželnega zbora z duš sedemnajstega januarja tega leta o pripravah, ki so se nasvetovale v varstvo kraujsko-laške državne ceste pri Lepenščeku, odgovoriti tako-le :

    Obžalovana napaka izvira sosebno iz tega, da se zaporedoma viša potokova struga po tje do-peljanem produ; s tem se profil potokove struge zaporedoma manjša, kar provzroča, da se hudournik pri povodnjih tem večkrat razliva. Z odvodom omenjenega potoka pod državno cesto v Tribušček priporočenim v interpelaciji zboljšale bi se te razmere le za nekaj časa, dobiček tega zboljšanja bi se poiz-gubilstem, da bi se potem brez vsacega zadržka dovajal prod, ne gleda na zato potrebne izdatne stroške.

    Za sedaj, to je, dokler se ne ukrene potrebno proti dovažauju proda v okolišu hudouruika samega, ne ostaja cestni upravi z ozirom na varčnost nič druzega, nego da nadaljuje do sedaj navadno trebljenje potokove struge.

    Kar je cestna uprava začasno nameravala, namreč napraviti primerno visoki zid ob več imenovanem potoku v varstvo državne ceste proti povodnji, to se je z ozirom na površno razmerje na desnem bregn ležečih zemljišč zopet opustilo.

    Če bi se v prihodnje spoznale posebne priprave za potrebne v varstvo državne ceste, bi se pred začetkom razpisala obravnava v zmislu vodnega zakona, da bo moči sosebno braniti svoje interese. Konečno se naznanja, da je občina šempaska v meseci januarju tega leta podala vlogo, v kateri je prosila, naj se pri visokem poljedelskem ministerstvu nasvet.uje, kar bi zamoglo ukrotiti hudournike, ki se nahajajo v okolišu občine šempaske iu so toliko obdelanim zemljiščem, kolikor državni cesti nevarni.

    Namestništvo bo gotovo prosilo visoko poljedelsko ministerstvo, naj se izvršijo potrebne poizvedbe po gozdo-tehuičnem oddelku za gradbo hudournikov; od uspeha teh pozvedeb bo odvisno, kar bo storiti, da se odstranijo obstoječe napake.

    Ho 1' onore, in seguito a dispaccio deli' Eccelsa Luogotenenza 2 febbraio a. c. N. 2266 di rispondere aH' interpellanza deli' onor. Grča e Consorti riferibile alle promosse inisure per la di-fesa della strada erariale Carniola-Italiaua contro le inondazioni del torrente Lepeušček. II lamentato inconveniente 6 causato principalmente dal progressivo innalzamento deli' alveo del torrente mediante il materiale convogliato che restringe sempre il profilo del letto del torrente ed aumeuta la tendenza deli' eruzione del medesimo allo scatenarsi degli acquazzoni. La deviazione del predetto torrente sotto la strada erariale fino al torrente Tribušček, come suggerito nell' iuterpellanza, porterebbe soltauto un precario miglioramento delle circostanze esistenti, il quale, in causa del convogliamento di materiali del torrente Lepeušček anderebbe perduto, in breve tempo, senza considerare le enormi spese richieste all'uopo.

    Per ora, e cio6 fino a tanto che non verranuo presi dei provvedimeati entro il perimetro del torrente, non rimane altro aH' amministrazione stradale, che effettuare, secondo il bisogno, lo sgombero usuale del letto del torrente.

    La costruzione di un muro di difesa, ideata dairamministrazione stradale per garautire la strada erariale contro le inondazioni, non verrš. effettuata cou riguardo alle condizioni di livello dei fondi giacenti lungo la sponda destra.

    Qualora in seguito si reudessero necessarie particolari misure a tutela della strada erariale, verrebbe senz' altro incamminata la procedura a mente della legge sulle acque e data cosi evasione agli interessati di salvaguardare i propri interessi.

    Iufiue viene ancora partecipato che fu presentata un' istanza del comune di SchOnpass nei mese di gennaio a. c. colla quale si chiedevano aH' Ecc. i. r. Ministero di agricoltura misure atte a garantire il territorio comunale di Schonpass nonchč le colture e la strada erariale stessa dai torrenti.

    L' Ecc. i. r. Luogotenenza non manchera di ricercare 1' Eccelso i. r. Ministero di agricoltura a voler far eseguire i necessari rilievi dalla sezione tecnica forestale per la correzione e rego-lazione del torrente; dipendera poi dal rispettivo risultato 1'iuiziamento di uuovi passi per levare gli esistenti inconvenienti.

    Capitano : Furono insinuate due iuterpellanze, la prima dali' onor Dottori.

    Dottori: Nella seduta dietate 6 aprile L876, il sottoscritto ebbe a fare una proposta di urgenza riguardo ai provvedimenti da prendersi in difesa delle sponde del fiume Isonzo. Ed š ben doloroso che oggi, cioš vent' anni dopo, si debba ritoruare sull' argomento per implorare provvedimenti, perch& da allora ad oggi poco o nulla fu fatto.

    Come il sottoscritto in allora ebbe ad esporre, spettano all'Erario pubblico i lavori fluviali sui fiumi navigabili, ovvero che tendono a garantire le sponde dei fiumi che formano coufine di Stato.

    Le opere di difesa deli'Isonzo avendo ambedue questi caratteri, e per di piu essendo l'I-sonzo uno smaltitoio di acque internazionali (Judrio, Natisone, Torre), 6 fuor di dubbio che le opere stesse sono di esclusiva competenza deli' Erario dello Stato.

    Ed a conferma si ricorda che le opere di difesa deli' Isonzo furono sempre fatte, ab im-memorabile, dallo Stato ; e che nei calcolare la rendita catastale dei fondi limitrofi, le commissioni jion tennero verun conto di spese per lavori di difesa; essi quindi non possono spettare ai frontisti.

    Si ricorda in fine che sino a poco tempo fa, e ciod sino a quaudo Trieste frui del porto franco, il Governo mantenne un impiegato di dogana e sauitž, presso lo sbocco deli' Isonzo in mare.

    Lo Stato, anche di presente, provvede col pubblico erario alle opere di difesa del medio Isonzo, il quale non ha n& il carattere di navigabilitžl, nb quello di costituire confine di Stato, quello di condurre acque provenienti dali' Estero (il Torre, e con esso il Natisone e 1' Judrio vi sboc-cano inferiormente). Tanto piu a ragione dovrebbe provvedere alle difese del basso Isonzo che tutti, nessuno escluso, questi caratteri riunisce.

    Ho accennato iinora ad argomenti d' indole, dirft, legale — i quali ad esuberanza dimo-strauo come allo Stato incomba provvedere alle opere di difesa del basso Isonzo.

    Nei caso speciale per6 un' altra, e forse piti forte ragione, ci induce a reclamarne dallo Stato la esecuzione ; e cioš il falto che esse opere occorrono per difenderci da dauni prodotti dalle opere di sistemazione eseguite appunto dallo Stato.

    E questi dauni furono previsti.

    Fin dal 1821 i distinti ingegueri idraulici prof. cav. Franceschinis e dott. RomanO, iucari-cati dali' i. r. Governo di uuo studio sulle difese deli' Isonzo, dopo d' averlo percorso da Gorizia al mare, con una dotta relazione che ancora oggidj potrebbe servire di ammaestramento, espressero 1' autorevole parere nei senso che le vecchie difese, allora esisteuti sull' Isonzo, fossero conservate; e dichiararono che il metter mano alla demolizione di uno sperone di pietra e lo stesso che porre mano sopra un Sacrario. Nella relazione stessa, ripetutamente e con efficacissima esposizione di teorie e di esempi pratici, avvertirono ai dauni gravissimi che dalle rettifiche di fiumi, specie torren-t.izi, come 1' Isonzo, derivano.

    Ci6 malgrado, senza ascoltare la loro voce, il Governo distrusse le opere di difesa preesis-tenti, quelle che quei dotti paragonarono a Sacrari; alten) e guastf) il corso del fiume, interrom-pendolo al di sotto di Isola Morosini, ostruendolo anzi con una diga in pietra per costringerlo a cambiare il suo antico corso, dirigendolo verso levante.

    L' effetto fu quello previsto dagli ingegneri Franceschinis e Romanč).

    La abbreviazione del corso, aumentč la velocitri delle acque del torreute; 1'aumentata ve-locitft, qua corrose le sponde, ljt port6 deposito e formft banchi di ghiaja, per lo innanzi mai veduti nei basso Isonzo.

    E, come ci6 nou bastasse, a danno dei proprietari che per lo innanzi erano immuni da si-mili danni, venue pih tardi ali' i, r. Governo 1' idea di regolare il corso del torrente, rivestendo, in base ad un progetto degli ingegneri Ducati e Papadachi, le spoude qua e lit con difese in pietra. Questo lavovo avrebbe forse potuto avere un' efficacia; ma verso la metk del secolo esso fu abbandonato. Gosi che rimasero dei lavori parziali fatti a mezzo, i quali si ridussero da difesa in offesa, aumen-taudo orribilmente i dauni ed i pericoli.

    Ed 6 bene si ricordi che non solo i terreui coltivati vengono manomessi dali' Isonzo, ma che gli stessi abitati ne sono minacciati; cosl Ruda, Villesse, Fiumicello, Isola Morosini, Villa Vi-centina, sulla sponda destra; cosi S. Pietro, Turriaco, Pieris, Begliano, S. Canziano, Starauzano, sulla sponda sinistra.

    E le stesse opere ed escavi per migliorare le condizioui del porto di Monfalcone, nelle quali il Governo pure sacrific6 somme rilevanti, diverranno affatto vane tostochš 1' Isonzo, come av-

    verrž, in breve, anzichd sboccare a Sud verso l1 Istria, sboecheršt invece verso Duino, nella direzione ed a poca distanza dal porto di Monfalcone.

    Di fronte agli accennati danni, ai pericoli degli stessi abitati, il Governo non pu6 lasciare abbandonati i froutisti del basso Isonzo; ma deve provvedere ai reclamati lavori di difesa di questo, resi necessari piii che tutto dai lavori di difesa e sisteuiazioue fatti o iniziati dal Governo, ma poi lasciati abbandonati.

    Cio esposto. dirigo ali' Eccelso Governo la seguente interpellanza :

    E' il Governo disposto a prendere in seria considerazioue le vere condizioui della parte bassa deli' Isonzo, e riscontratele conformi a quanto si espose, riparare ai danni occasionati ed oc-casionabili da lavori precedentemente da lui fatti ed iniziati, e poi abbandonati 1

    Dottori, Pajer, dr. Marani, dr. Venuti, Ritter, Lovisoni, dr. Verzegnassi, Panigai,

    Michielli, M. B. Locatelli. Capitano : La seconda interpellanza venne insinuata dal signor Alfredo Conte Coronini. Coronini Alfredo: Interpelacija poslancev Alfreda Coroninija iu tovarišev do Njegove Vzvišenosti gospoda c. kr. namestnika v Primorju radi poslovanja c. kr. šolkih oblastev v Primorju.

    Deželni poslauci dr. Aleksij Rojic iu tovariši stavili so v deželnem zboru goriškem dne 24. januarja 1896. interpelacijo na Njegovo Vzvišenost gospoda c. kr. ministra za bogočastje in uk, v kateri so med drugim rekli:

    »Tako je veleslavni c. kr. deželni šolski svet rešil pritožbo slovenskih roditeljev z dne 13. januarja t. 1. radi italijanskega razglasa o vpisovanju v slovensko mestno šolo v smislu državnih temeljnih zakonov ter je dostavil rešitev c. kr. mestnemu šolskemu svetu v Gorici s potrebnim ukazom, ne da bi dostavil ob enem isto rešitev tudi pritožujočim se roditeljem".

    V interpelaciji istega deželnega poslanca in tovarišev z dne 28. januarja je rečeno med

    drugim:

    »Dne 14. t. m. pritožil se je šolski odbor pri c. kr. deželnem šolskem svetu radi postopanja mestnih uradnikov pri vpisovanju otrok dne 13. in 14, januarja. Dne 15. januarja odposlal je načelnik šolskega odbora c. kr. namestniku v Trst v tej zadevi naslednjo brzojavko :

    „Excellenz von Rinaldini, Statthalter, Triest.

    Vorgehen des Stadtmagistrates bei Einschreibung slovenischer Kinder filr Offentliche Volks-schule der Exkaserne ist ein solches, dass es grossteu Unwillen bei allen betheiligteu Eltern hervor-ruft. Habeu gestern und vorgestern schriftliche Beschwerden an Landesshulrath abgesendet. Bitte driugend um sogleiche Abhilfe. Alfred Coronini.

    na katero je dobil sledeči odgovor brzojavnim potom :

    Graf Alfred Coronini GOrz.

    Statthaltereirath Czermack wird heute in Gorz uber erwahnte Besch\verde Erforderliches veranlassen. Statthalter

    Vsled tega brzojavnega odgovora šli so člani šolskega odbora še tisti dan k imenovanemu namestništvenemu svetovalcu, ki jim je obečal, da jim dopošlje rešitev na pritožbo radi lepakov (z due 13. januarja) prav gotovo koj, ko se vrne v Trst.

    Ni dvomiti, da državni dostojanstvenik je držal besedo ter odposlal šolskemu odboru rešitev, kakor je obečal ; ali ta je do danes ni še dobil. To ni drugače mogoče nego tako, da rešitev leži pri c. kr. mestnem šolskem svetu v Gorici. Znano je, da ta c. kr. urad se ne zmenja za ukaze pred-

    postavljenih c. kr. šolskih oblastnij, marveč da se jim ustavlja iu dela po svoji glavi. Zattf ni nemogoče, da je pridržal rešitev, namenjeno šolskemu odboru, ker ni bila po njegovi volji.

    Z ozirom na to stavljajo podpisani na Njegovo Vzvišenost gospoda c. kr. namestnika v Primorju kot predsednika c. kr. deželnega šolskega sveta naslednja vprašanja :

    1. Ali je c. kr. deželni šolski svet za Goriško in Gradiško odposlal šolskemu odboru slovenske šole v Gorici rešitev na njegovo pritožbo z due 13. januarja 1896. ?

    2. Ako jo je odposlal, kje je obtičala, da ni prišla še v roke šolskega odbora 1

    3. Ako je ni odposlal, kako se to strinja z dano besedo državnega dostojanstvenika ?

    4. V obeh slučajih: Ali hoče Njegova Vzvišenost za to poskrbeti, da dobi šolski odbor nemudoma rešitev na svojo pritožbo 1

    V Gorici, 10. februarja 1896.

    Alfred Coronini, Dr. Rojic, I. Berbuč, Dr. Tuma, A. Klaučič, I. Lapanja, BI. Grča, A. Muha,

    Dr. Gregorčič.

    Capitano : Queste due interpellanze essendo dirette aH' Eccelso Governo, mi farč un dovere di passarle al rappresentante del medesimo.

    Passeremo a trattare gli argomenti deli' ordine del giorno. II primo & la motivazione della proposta deli' onorevole Tuma concerneute una nuova ripartizione dei distretti giudiziari della Pro-vincia. L' onorevole Tuma ha la parola per la motivazione.

    Tuma : Z novim letom 1898 stopi v veljavo novi zakon o civilnem pravdnem postopanji, katerega nismo samo pravniki nepotrpežljivo pričakovali, ampak ga pričakuje tudi prebivalstvo cele države

    Stošestnajst let je stara do sedaj veljavna postava, čeravno nje sedanja oblika prvotni že davno ni več podobna. Dasi ima na sebi premnogo nedostatkov, loči se marsikateri pravnik, posebno starši, skoro težko od nje. Z novim zakonom pa pride nov živel j v pravniško delovanje.

    Da pokažem pomen novega zakona v razmerju s starim, hočem opozoriti visoki zbor na kratko le na najobčutniše hibe starega postopka in najvidniše korist novega.

    Po starem postopanju imela je stranka izid pravde mnogokrat le v svojih rokah. Kedar ni prič za gotovo okolščino, dopušča stari postopek, da ena stranka nalaga drugi prisego o tem, kar trdi. Ta druga stranka smela je pred Bogom priseči, da ni res, kar trdi prva, in le-ta izgubila je pravdo. Obratno, ako si druga stranka ni upala trditve prve s prisego zanikati, imel je tožitelj pravdo le na svoji vesti, potrdil je s prisego, kar je hotel, in zmagal je pred sodiščem.

    Drugi nedostatek bil je pri pričah. Ako po starem postopku dve priči prisežeta, mora veljati to, kar sta oni izpovedali. Če je bil sodnik še tako prepričan, da bi ena ali druga stranka u-tegnila po krivem priseči, ali da sta priči vidno po krivem spričevali le eni stranki na korist, moral je po zakonu prisego iu izpoved za golo resnico vzeti in dati prav onemu, o katerem je bil prepričan, da nima prav. Vsled tega, ker je bil sodnik vezan na to pravilo, vrinil se je še tretji občutljivejši nedostatek. Tudi stari zakon sicer zahteva, naj se zapisnik pri obravnavah s strankami zapiše pred sodnikom. No, ker je bil sodnik iu so bile stranke vezane na ona neovrgljiva pravila, nastala je polagoma pri vseh sodiščih navada, da so stranke z odvetniki ali zakotuimi pisači prinašala zapisnike seboj, jih predlagale sodniku in na podstavi le-teh sklenil je sodnik pravdo in izrekel razsodbo.

    Temu nasproti določa novi zakon, da se ima vsa obravnava le pred sodnikom vršiti. Sodnik

    18

    ima stranke poučiti o pravdnem predmetu, jim dati navodila k pravdi, opozarjati na dokazila in je pripravljati tudi uradoma. Le kar se je pred sodnikom vršilo, kar je le-ta slišal iz ust strauk in prič, ima veljavo za izid pravde. Strogo so prepovedani odslej zapisniki, katere so stranke sostavile izven sodišča. Sodnik soditi ima po prostem preudarku na podlagi izpovedi prič in dokazil, katere je sam zaslišal in ne gledč na njih število, slušajoč le svojo vest in izrekajoč edino le svoje prepričanje.

    Iz teh napominjanih nedostatkov enega iu prednosti drugega postopka sledi, kako važno je, da ljudstvo izve pomen novega pravdnega postopka in da se pravočasno pouči o novem zakonu. Novi zakon pa bode ogromnega pomena le tedaj, ako se ne uvede le po obliki, ampak tudi dejanski po volji zakonodajalcev tako, da sega zares v življenje. Dejanski pa se more uvesti in izvajati novi pravdni postopek le, ako se sodišča ustroji po kraju, po narodnosti iu osebji.

    Soduik bodi v vedni in tesni dotiki z ljudstvom. Stranka naj ga lahko poišče, ter razume po besedi in jeziku.

    Napotila me je pred vsem važnost novega zakona, da sem stavil današnji predlog. Poleg tega pa tudi izrek gospoda poslanca nasprotne stranke v eni predidočih sej: „Dunque si lasci che in terra d' Italiani la giustizia sia ammiuistrata in solo italiano !" Tudi mi Slovenci moramo ob novem zakonu zahtevati : „Naj se na slovenski zemlji upravlja pravica le slovenski".

    Opomnil je isti gospod poslanec ua drugem mestu: „La parita delle lingue non dovrebbe significare la confusione di pift lingue nei giudizi medesimi". Tudi jaz poudarjam še posebno, da se ne more s tem, da se drugemu jeziku veljava priznava, delati zmešnjavo več jezikov pri enem sodišču.

    Delitev okrajev se mora vršiti po jeziku narodnosti tako, da se vsacemu narodu pravica deli le v njega materinem jeziku. — Po novem zakonu treba se je ozirati še na drugo okolnost. Pritožbe strank proti razsodbi prvega sodnika ne bodo več hodile na višje sodišče v Trst, marveč na okrožno sodišče. Pred tem obravnavati bode pravde ustno, približno na isti način, kakor sedaj kazenske zadeve. Pomnoži se tedaj znatno delo okrožnih sodišč ter naraste strankam potreba hoditi osebno pred nje, ako se ne bodo dajale v roke pooblaščencev, tedaj se odrekalo največjim ugoduostim novega zakona. Po sedanjih krajevnih razmerah pa ni pričakovati, de bodo hodile stranke iz Bolca, Cerknega in nižje Furlanije v Gorico. Večkrat bi jih daljue poti stale več, nego je pravdna stvar vredna. Da so ognejo takim potoni, raje opusti iskati pravico, ali pa postane stvar pismena po starem kroju ! Ako stranke ne bodo dohajale osebno pred sodnika, izgubi postopek svojo pravo veljavo in upliv na ljudstvo. Pri delitvi sodišč ozirati se je tedaj na okrajna in okrožna sodišča.

    Okrajna sodišča na Goriškem ostanejo lahko blizu taka kakor so sedaj, treba je le malo premembe. Poudarjati jd tu, da ee mora po novem zakonu dati vsacemu okraju le sodnik, ki pozna natančno jezik kraja, narodne šege in navade in posamezna narečja iu besede, ki so v kakem kraji posebnega pomena.

    Primerna razdelitev po razdalji in narodnosti je popolnoma mogoča, kar kaže pogled ua zemljevid. Le-ta kaže, da sta slovenska in furlanska narodnost strogo deljeni po geografični črti, ki sega od morja, tržiškega močvirja, ob obronku Krasa do Soče, odtod do obronkov Brd in od njih do avstrijske meje ob Idrijci. Na desni strani te črte, ako gledamo nizdoli, prebiva furlansko pleme, na levi slovensko, oboje ločeno po naravnih mejah, izjemši mesto Gorica ob jezikovni meji, ki je mešanega prebivalstva. Lahko je tedaj deliti celo deželo po narodnosti in zopet vsak del zase po naravnih krogih. Furlanska nižava daje eno lepo skupino. Le-ta naj tedaj tvori eno okrožno sodišče zase, ki bi obsegalo sodne okraje Tržič (izjemši občini Devin in Doberdob), Gradišče in občino Ločnik

    (izjemši vas Zdravščino), Cervinjau in Kormin (izjemši občine Dolenje, Medana in Biljano). To okrožno sodišče štelo bi 64.496 prebivalcev. Drugo, gorsko skupino tvorili bi okraji Boleč, Kanal (izjemši občino Lokovec), Tolmin, (prištevši občino Gorenja Tribuša) in Cerkno s 49.295 prebivalci. Ker je ta skupina naj bolj razsežna, bi se ji lahko dalo novo središče v Tolminu. Tretjo skupino sestavljajo naj okraji: Ajdovščina, Gorica, prištevši ji občino Lokovec in odštevši ji gorenjo Tribušo in Opa-tjeselo, in novi sodišči v Brdih in Devinu, skupaj 83.455 prebivalcev. Novo sodišče v Brdih naj bi obsegalo občine Št. Florjan, Sv. Martin izpod Gorice, — Dolenje, Medano in Biljano izpod Kormiua s 11.439 prebivalci; ono v Devinu občine Devin, Brestovih, Mavhiuje, Slivno, Selo, Doberdob, Voj-ščica, Opatjeselo in Temnica, skupaj 7105 prebivalcev. Gledb kraškega sodišča bilo bi se ozirati na drugo istanco, ali bi se priklopilo pod okrožno sodišče v Gorici ali v Trstu. Y tem drugem slučaju združile bi se občine pod Devin tako, da bi mu pripadale občine Devin, Brestovica, Mavhinje, Slivno, Selo, Š. Polaj, Nabrežina in Morski križ, skupaj 6358 prebivalcev.

    Predlog ne opredeljuje natančno posameznih okrajev, ampak stavljen je le v splošnih potezah. Podrobnosti določiti ima visoko justično ministerstvo po potrebnih poizvedbah in željah občin. Moj predlog nima druzega namena, nego spodbujati vlado, da se ozira tudi na potrebe naše narodnosti. Tudi nasprotna stranka naglaša potrebnost delitve po jezicih. Ona ima dozdaj vse, česar si želi in več kot potrebuje. Nam gre še le za obstanek našega jezika pred sodiščem. Dosedaj bili so naši kraji pod uplivom tujih uradnikov, brez pravega srca za naš narod, brez poznanja našega jezika. Bili smo nekako pod oskrbništvom iu kakor znano : vsako oskrbništvo je drago. Postali smo polnoletni in zahtevamo svoje pravice in svoje premoženje. Imamo dovolj naraščaja, sodnike lastnega rodu, ki bodo znali deliti pravico svojemu ljudstvu v svojem jeziku.

    Obračam se tedaj na zastopnika visoke vlade* da na merodajnem mestu poroča o skromni in pravični naši želji, ter jo priporoča, da S6 izpolni.

    Visoka vlada vzgoji si potem zvesto iu krepko ljudstvo tu ob skrajui meji Avstrije, ki bode vedelo in znalo ločiti, kaj je prav in kaj ni prav.

    Kar se tiče formalnega pridevka nujnosti, obžalujem, da se je stvar do danes zavlekla, ker me gosdodje poslanci nasprotne stranke zadnjič niso razumeli. Kajiti, ako bi bili glasovali za nujnost naj se da takoj pravnemu odseku, ostajalo bi v proučevanje celili sedem dni, zdaj ostajata le dva. Nujnost sama postala je vsled odhoda gg. nasprotnikov v prošli seji, brezpredinetua.

    Capitano: Prima forse che passiamo alla discussione, i Signori desiderano forse che si legga ancora una volta la proposta? Del resto b sufficieutemeute appoggiata perchb firmata da 10 deputati. (si desidera venga riletta).

    fF. di Segretario: (la rilegge in ambo i testi. Vedi seduta antecedente).

    Tuma: Jaz predlagam, da se ta moj predlog izroči pravnemu odseku v razpravo.

    Capitano: Dunque la proposta b semplicemente che 1' oggetto passi al Comitato legale. I Signori che sono d' accordo che la proposta testb motivata passi al Comitato legale, sono pregati di alzarsi. (maggioranza) E' accolta.

    Segue la motivazione della secouda proposta deli' onorevole Gregorčič risguardante la sov-venzione da accordarsi per la strada Canale-Auzza sino al confine di Tolmino. Gli accordo la parola.

    Gregorčič: Ta predmet je slavnemu zboru dobro znan; obravnaval se je uže v deželnem odboru, v klubih, v odsekih in tudi v zbornici. Potreba te ceste je obče pripoznana. Tudi vlada je prepričana o njeni važnosti in je voljna dovoliti za njo 50.000 gl., če dovoli dežela 15,000 gl.

    Predlagam torej, naj se ta stvar izroči peticijskemu odseku v obravnavo.

    Capitano: L'onorevole Gregorčič propone che quest' oggetto passi al Comitato delle petizioni. I Signori desiderano che si legga ancora una volta la proposta ? (no) Non 6 necessario. La metto ai voti. Prego i Signori che vogliono passare quest' argomento al Comitato delle petizioni, di voler alzarsi. (maggioranza) Accettato.

    Segue ora il rapporto della Giunta provinciale sull' elezione a deputato provinciale del sig. Giacomo Conte Panigai. L' onorevole Abrain voglia riferire.

    Abram: GN. 514/96) Eccelsa Dieta. Col rescritto del 20 gennaio corr. N. 162/P comu-nicava 1' Ecc. Presidenza deli' i. r. Luogotenenza di Trieste gli atti sull' elezione suppletoria d' un deputato provinciale del II corpo elettorale del grande possesso fondiario, avvenuta nella sala del palazzo provinciale a Gorizia il 18 deli'istesso mese.

    Esaminati gli atti, la Giunta provinciale ebbe a conviucersene che tanto i preparativi al-1' elezione quanto 1' elezione stessa veunero eseguiti con esatta osservanza delle rispettive disposizioni del Regolamento elettorale provinciale.

    Dei 165 elettori iscritti comparvero ali' elezione 58, che diedero compatti i loro voti al signor Giacomo Conte Panigai di Scodovacca, il quale venne quindi dal presidente della Commissione elettorale proclamato a deputato eletto.

    Vista la perfetta regolaritžk deli' atto, contro il quale non venne mossa, 116 durante 1' elezione nč dopo, alcuua eccezione, la firmata Giunta si pregia di proporre che aH' Ecc. Dieta piaccia di deliberare :

    Viene convalidata 1' elezione del signor Giacomo Conte Panigai da Scodovacca a deputato proviuciale del II corpo elettorale del grande possesso fondiario.

    Visoki zbor ! Z razpisom z dne 20. januarja t. 1. št. 162/P je poslalo vis predsedništvo c. kr. Namestništva spise o dopolnitveni volitvi ednega deželnega poslanca iz II. skupine veleposestva, katera volitev se je izvršila dne 18. t. m. v dvorani deželne palače v Gorici.

    Iz podanih spisov se je deželui odbor prepričal, da so se izvršile kolikor priprave za volitev, toliko volitev sama natančno po predpisih deželnega volilnika.

    Izmed 165 vpisanih volilcev se jih je deležilo volitve 58, kateri so vsi složno oddali svoje glasove za gospoda Jakoba Conte Panigai-a iz Skodovake. Gospod predsednik volilne komisije ga je torej proglasil izvoljenim poslancem.

    Glede na popolno pravilnost volilnega dejanja in glede na t6, da ni bilo ne med volitvijo ne pozneje nobenih ugovorov, vsoja si deželni odbor predlagati, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Potrjuje se izvolitev gospoda Jakoba Conte Panigai-a iz Skodovake deželnim poslancem II. volilne skupine zemljiščnega veleposestva.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta della Giunta provinciale ? L' onor. Tuma ha la parola.

    Tuma: Ne mislim govoriti proti izvolitvi čast. grofa Panigaja, ampak le označiti naše stališče. Kakor smo čuli iz ust gospoda poročevalca, je vse v redu in izvolitev enoglasna. Da si bi pri naglosti razglašenja volitve in kratkosti časa do izvolitve imeli povoda dovolj, dvomiti o pravilnosti celega postopanja, verjamemo poročilu. Izrekamo le presenečenje o hitrosti in načiuu, s katerim je visoka vlada ravnala. Dne 28. decembra 1895 izostal je bivši poslanec Benardelli, dne 31. istega

    meseca, tedaj dva dneva potem čitali smo oglas volitve za veleposestvo furlansko v uradnem listu „Osservatore Triestino". Dne 15 januarja 1896 potekel je rok za pregledovanje volilnikov in že dne 18. januarja izvolil se je enoglasno častiti gosod grof Panigaj. Doba treh teduov brez pravega dela v zbornici je bila pač dolga za nas, kratka za volitev na sebi. Zato beležimo in jemljemo na znanje izredno urnost visoke vlade, ter se ji priporočamo za enake slučaje.

    Očitalo se nam je od nasprotne stranke že ponovno, da smo se hoteli okoristiti manjkanja enega poslanca njih stranke. Da je bila ta bojazen več ko neopravičena, pokazali smo dozdaj z vsem svojim postopanjem. Pokazali smo to pri izvolitvi tretjega člana namestnika za tarifno komisijo ob pregledovanju katastra, katero smo predali v roke nasprotne stranke s tem, da smo pričakali desetega poslanca. To kaže se tudi danes. Poslanci naše stranke so, da mi dovoli tako izraziti se, priprosti in odkriti, kakor je ljudstvo priprosto in nesprijeno, katero zastopajo. Zato obsojamo vsako sredstvo, ki je nemoralno. Tako sredstvo zna biti v navadi in uporabi drugje. Žalostni položaj slovanskih de-želanov v Istri, kjer se teptajo vse pravice z nogami, utezal bi pač uplivati na nas, da bi postopali tako brezobzirno kakor ondi večina. A ravno ker nemoralna sredstva brezpogojuo izključujemo, hočemo glasovati vsi za potrjenje volitve ter želimo, da bodemo v skupnem delovanji tudi koristili skupnim interesom cele dežele.

    Iz teh razlogov pridružujem se predlogu gospoda poročevalca.

    Capitano: Viene ancora chiesta la parola per discutere questa proposta? Non & il caso. Diehiaro chiusa la discussione, e concedo 1' ultima parola aH' on. relatore.

    Abram : Rinuncio.

    Capitano: Io metto ai voti la proposta. I Signori che sono d' accordo eolla medesima, di approvare cio6 1' elezione a deputato provinciale deli' onor. Conte Giacomo Panigai, vogliano alzarsi. (tutti i deputati si alzano) Unanimitš,.

    Segue il rapporto del Comitato delle petizioni concernente un contributo per la nuova Chiesa da erigersi a Gorizia. L' onorevole Michielli 6 pregato di riferire.

    Michielli: {GN. 5910195) Eccelsa Dieta, II Comitato costituitosi iu Gorizia per 1' erezione di una nuova Chiesa dedicata al Sacro Cuore di Gesti, con sua istanza del 27 dicembre 18 95 al N. 5910 chiede un sussidio.

    Considerato che la citti\ di Gorizia va sempre piii estendendosi verso 1' attuale stazione fer-roviaria, che quella parte ž priva di Chiese, che il nuovo ediflcio sarebbe anche di decoro alla citU, e piu che tutto verrebbe aperta nei cinquantesimo anniversario deli' ascensione al Trono di Sua Maesta L'Imperatore, il Comitato delle petizioni ha 1'onore di proporre, voglia quest'Ecc. Dieta deliberare:

    Viene assegnato al Comitato costituitosi in Gorizia per 1' erezione di una Chiesa dedicata al S. S. Cuore di Gesti un sussidio di f. 1000, incaricando la Giunta provinciale di assegnare l'im-porto quaudo saranno principiati i lavori ed ottenuta la couvinzione morale che saranno portati a compimento.

    ff. di Segretario: Odboru ustanovljenemu v Gorici za zgradbo nove, Jezusovemu srcu posvečene cerkve v Gorici dovoljuje se podpora 1000 gl. z naročilom deželnemu odboru, naj nakaže to vsoto, kadar se začne delo in bo on moralično prepričan, da se bo izvršila zgradba.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato delle petizioni ? Non & il caso. La metto ai voti. I Signori che approvano la proposta stessa di accordare

    la sovvenzioue di f. 1000 al Comitato per 1' erezione di una nuova Chiesa in Gorizia con le cautele indicate nel rapporto, sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza) E' accettata.

    Segue il rapporto del Comitato di finanza circa un contributo per la scuola industriale con lingua d' istruzione slovena in Gorizia. L' onorevole Berbuč d pregato di riferire.

    Berbuč: (GN. 185/96) Visoki zbor! Visoko c. kr. naučno ministerstvo dovolilo je z odlokom z dne 9. oktobra 1894 št. 18054, da se ustanovi v Gorici za mesto in okolico obrtno-nada-ljevalna šola s slovenskim učnim jezikom. V zrnislu tega odloka sestavil se je z dnem 30. oktobra 1894 začasni šolski odbor tej šoli ter so se imenovali potrebni učitelji, ki so bili v to potrjeni po veleslavnem c. kr. namestništvu.

    Da je bila šola potrebna rokodelskim in obrtnijskira učencem, razvidno je iz voditvenega poročila koncem šolskega leta 1895. Že prvo leto vpisalo se je toliko učencev in delalcev različnega stanu iu razne starosti v to šolo, da jih je ostalo pri vsej veliki in lahko umljivi premičnosti takega šolskega življa in pri vseh nepriličnostih, s katerimi se ima boriti v začetku vsako novo podjetje, koncem šolskega leta še 42, od katerih je dovršilo I. tečaj 28 s prav dobrim oziroma dobrim uspehom, 8 s srednjim oziroma slabim in le 6 ni bilo radi nerednega obiskovanja klasifikovanih.

    Tudi v tekočem šolskem letu vpisanih je v imenovani zavod nad 60 učencev, kateri se poučujejo v dveh tečajih z dvema oddelkoma v vseh predmetih, ki so takim šolam predpisani, in po istih navodilih in načrtih, katere je izdalo visoko c. kr. naučno ministerstvo za obrtno-nadaljevalne šole.

    Šolski prostori zidani so navlašč v šolske namene po vseh dotičnih pravilih in navodih višjih oblastij. Šolska oprava ustreza popolnoma svojemu namenu in učila rabijo se le tista, ki so v to pripuščena ali priporočena po državnih oblastih. Učitelji, ki poučujejo na tej šoli, so izprašani v svojih strokah ter od vlade izrečno pripuščeni k omenjenemu poučevanju.

    Visoka c. kr. vlada je pripozuala tudi potrebo, korist in postavni temelj novej šoli s tem, da jej je dovolila že za prvo leto 420 gld. podpore, in verodostojno je, do ji tudi za naprej podpore ne odreče z ozirom na važnost takih zavodov sploh in tudi na to, da so preudarjeni stroški za leto 1896, — kakor razkazujejo priloge prošnji na visoki deželni zbor goriški za podporo temu zavodu — zelo visoki in presegajo vsoto 3800 gl. Uvažuje vse te razloge in ta pojasnila;

    uvažujč važnost in korist vseh učilnih zavodov za napredek in omiko v obče, osobito pa obrtnih šol za razvoj obrtnije in napredek obrtništva ter povzdigo blagostanja ;

    uvažujč istinitost, da se goji z vso pozornostjo in podpira z vsemi sredstvi vsak — bodisi tudi embrijonalen — zavod te vrste v vseh državah in pokrajinah;

    uvažuje dalje okoliščiuo, da je tudi goriški deželni zbor doslej vedno blagodušno in radostno podpiral vsa taka započetja ;

    uvažujč naposled vladino določbo, da podpira ona stalno in zagotovi obstanek takim zavodom le tedaj, ako jim tudi drugi v to poklicani činitelji, v prvi vrsti deželni zbori, odmerijo stalno podporo;

    predlaga finančni odsek, naj izvoli visoki deželni zbor skleniti:

    Slovenski obrtno-nadaljevalni šoli v Gorici podeli se stalna podpora 1000 gl. (tisoč goldinarjev) na leto, počemši z letom 1895.

    fF. di SegretariO: Alla Scuola di perfezionamento slovena per artieri in Gorizia si accorda. la sovvenzione stabile di f. 1000 aunui a cominciare dali' anno 1895.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato di fiuanza?

    Non š il caso. La metto ai voti.

    Rojic : Iz poročila dr. Venuti-ja od leta 1885 sledi, da daje za obrtnijsko šolo :

    vlada na leto............1000 gl.

    občina Gorica ...... 800 „

    trgovinska zaornica , 1000 „

    ter predlaga, naj dež. zalog daje . . . 1000 „

    vsega skupaj 3800 gl.

    Poroča tudi, da so darovali za isti zavod :

    Dediči barona Ritter-ja .... 3000 gl.

    Obrtna in trgovinska zbornica . . . 4000 „

    Viljem vitez Ritter..........2000 »

    Elizeo pl. Ritter............1000

    skupaj 10.000 gl.

    Od tega časa je užival italijanski zavod dohodke po 3.800 gl. za 15 let, kar znaša koristi 57.000 gl.; klubu temu ustavljalo se je pravični želji Slovencev, naj se ustanovi za njih potrebe e-naki zavod. Radi tega predlagam, naj se častiti gospodje poslanci izrek& v zmislu § 43. poslovnega reda imenoma, ali so za predlog ali ne.

    Capitano: L1 onorevole Rojic propone che si faccia la votazione orale, per appello uoini-nale. Siccome il nostro Regolamento ammette questo metodo di votazione, cosi, com' š di regola, i Signori votano col si o col no. (voci fra i deputati e il capitano prov.)

    Non viene chiesta la parola? Io dunque mi permetter6 di preleggere i nomi dei Signori e pregherf* coloro che accolgouo o no la proposta, di votare col si o col no.

    Abram da, Berbuč da, Coronini conte Alfredo da, Dottori no, Grča da, Gregorčič da, Klančič da, Lapanja da, Locatelli no, Lovisoni no, Marani no, Michielli no, Muha da, Pajer no, Panigai no, Ritter no, Rojic da, Turna da, Venuti no, Verzeguassi no, Zorn si. (mormorio fra il pubblicQ\^-~ *—~

    Capitano: Prego il pubblico di astenersi da qualunque manifestazioue. Malgrado mio do-vr6 fare che venga evaeuata la sala se si ripeteranno.

    Undici deputati votarono col si e dieci col no, la proposta & quiudi accolta.

    Segue ora il rapporto della Giunta provinciale sulla sovvenzione per provvedimenti d' acqua nei Comuni della Provincia. L' onorevole Abram 6 pregato di riferire.

    Abram: (GN. 554/96) Visoki deželni zbor! Visoko c. kr. Namestništvo jez dopisom dne 25. aprila 1895 št. 5382 naznanilo podpisanemu deželnemu odboru, da je visoko c. kr. Ministerstvo poljedelstva sč svojim ukazom z dne 9. marca 1895 dovolilo svoto 8500 gld. v namen, da se ž njo podpirajo na Primorskem podjetja za preskrbljenje s pitno vodo.

    Iz te svote dovoljene so bile v letu 1895 raznim občinam naše dežele v popred navedeni namen podpore v skupnem znesku 3850 gl., ostali znesek gori omenjene svote je bil pa prihranjen za Istersko.

    Da bi občinam olajšalo zgradbo dotičnih vodnjakov iu drugih naprav, potem sestavljanje potrebnih načrtov in proračunov, ter tako še vspešnejše sedelovalo pri izvršeuju zadevajočih del, u-stanovilo je vis. c. kr. poljedelsko ministerstvo posebnega zvedenca, g. inženirja Karola Oberst,

    ter znamenito povikšalo v ta namen odločeno vsakoletno svoto, ki je bila popred odmerjena za vse Primorsko s 3000 gl. tako, da sedaj znaša, vštevši plačo omenjenega zvedenca iu potrošnino za potrebna preiskovanja in druga dela, nad 12000 gld.

    Ob enem je pa vis. kr. Ministerstvo v tem obziru izjavilo, da pričakuje tudi od dež. odbora primerne pomoči ter izrekoma povdarjalo, da namerovana podjetja in naprave za preskrbljenje s pitno vodo na Primorskem, in vzlasti na Krasu, se bodo zamogla polagoma iu popoluem le tedaj izpeljati, ako se za posamezna dotična dela bodo dovoljevale primerne podpore tudi iz deželnega zaklada.

    Gledd na to, da do sedaj ni bilo v prevdarku deželnega zaloga za enake potrebščine ničesar preskrbljeno, priporočuje vis. c. kr. Namestuištvo dež. odboru, naj bi vplival v prihodnji de-želnozborski sesiji na to, da se postavi v proračun deželnega zaloga posebna svota, s katero bi potem dež. odbor v teku leta podpiral občine pri gradenju potrebnih naprav za preskrbljenje vode.

    Deželui odbor, prepričan o silni potrebi v tem obziru započetega delovanja v interesu zdravstvenih razmer, iu da pride nekoliko naproti blagovoljnemu namenu visoke vlade, vsoja si predlagati uaj vis. dež. zbor blagovoli skleniti:

    Ustanovi se za leto 1896 svota 600 gl. za podpiranje naprav za preskrbljenje s pitno vodo ter je pooblaščen dež. odbor, da podeljuje iz tega zneska za vsaki primerljaj posebej občinam primerne podpore za gradenje in popravljanje vodnjakov, vodovodov in živinskih napajališč.

    Eccelsa Dieta ! Con nota del 25 aprile 1895 N. 5382 partecipava 1' Eccelsa i. r. Luogotenenza alla Giunta provinciale, avere 1' Eccelso i. r. Ministero d' agricoltura col suo rescritto del 9 maržo 1895 N. 5833/563 accordato peli' anno 1895 un credito di f. 8500 allo scopo di sussidiare nei Litorale le opere da eseguirsi pel provvedimento d' acqua.

    Da questo credito dello Stato veunero assegnati a titolo di sovvenzione allo scopo suddetto nell' anuo 1895 a diversi comuni di questa. Proviucia complessivameute f. 3850, la nmanenza era destinata per i comuni deli' Istria.

    Onde facilitare ai comuni la costruzioue dei rispettivi riserbatoi ed altre opere uecessarie, nonchš la compilazione dei relativi piani e fabbisogui, 1' Ecc. i. r. Ministero d' agricoltura ebbe ad istituire uu apposito ingegnere nella persona del sig. Carlo Oberst ed aumeutare, affine di reudere piu efficace la sua cooperazione nell' esecuzione dei lavori summenzionati, considerevolmente 1' annua dotazione, stabilita fin allora pel Litorale con f. 3000, talchš la medesima ora, compresavi la spesa peli' ingegnere e per i rilievi e lavori dello stesso, ascende ad oltre f. 12.000.

    L' Eccelso i. r. Ministero attende per6 iu questo proposito anche la cooperazione della Giunta provinciale ed ebbe a rimarcare espressamente, che 1' azione divisata sul carapo del provvedimento d' acqua nei Litorale, e segnatamente nelle regioni del Carso, potra compiersi suceessivamente e completauieute soltanto nei caso, qualora anche dal fondo provinciale vengano accordate delle sov-venzioni adeguate pei singoli lavori.

    Visto che fiuora nei conto preventivo del fondo provinciale nou era stato provveduto per singoli bisogni, 1' Ecc. Luogotenenza fiuiva coll' interessare la Giunta provinciale, di voler prestarsi nella prossima sessione dietale, affinchš uel preventivo suddetto venga compreso un importo colla destinazione di venire impiegato dalla Giunta provinciale durante 1' anno amministrativo nella con-cessione di sussidi ai comuni per la costruzione di opere di provvedimento d' acqua.

    Compresa dalla somma necessitž, deli' opera iniziata in proposito nell' interesse della pubblica

    igiene, ed affine di venire incontro alle ottime intenzioni deli' Eccelso Governo, la Giunta provinciale si permette di proporre, che 1' Ecc. Dieta voglia deliberare:

    Viene fissato per 1' anno 1896 1' importo di f. 600 a titolo di sovvenzione per provvedimenti d' acqua ed autorizzata la Giunta provinciale di accordare dal medesimo di caso in caso ade-guati sussidi ai comuni per la costruzione e per 1' adattamento di cisterne, acquedotti ed abbeveratoi per 1' aaimalia.

    Capitano: Mi permetto interpellare se qualcuno dei Signori vuol discutere la proposta testd fatta a nome della Giuuta provinciale ? Non essendo il caso, la metto ai voti. I Signori che si associano alla medesima sono pregati d i voler alzarsi. (maggioranza) E' accolta. L' onorevole Verzegnassi 6 pregato ora di riferire a nome del Comitato di finanza sul conto consuntivo pro 1894.

    Verzegnassi: (GN. 5967/95). Eccelsa Dieta, Esaminato dal Comitato di finanza il Conto Consuntivo del fondo provinciale per 1'anno 1894 colla scorta dei registri della Contabilitž, provinciale, e preso ispezioue iu via saltuaria delle pezze d' appoggio, si trov6 che tutte le registrazioni furono riportate regolarmente nei rispettivi libri.

    Al 31 dicembre 1893, giusta conto consuntivo di quell'anno, i residui

    atti vi erano di......• .... f. 503715:29 V2

    e i residui finali attivi erano alla fine del 1894 di...... 487627:15

    per cui si sono diminuiti di......... f. 16088:14 V2

    e cič> precipuamente in seguito alle riavute antecipazioni del fondo d' esonero.

    I residui passivi iniziali erano di...... f. 337 748:97 Y,

    i residui passivi finali erano di........ v 335418:77

    quindi si diminuirono per..........f. 2330:20V2

    e cič> principalmente per pagamenti fatti a sconto del debito fluttuante verso la Filiale dello Stabi-limento di credito in Trieste.

    In quanto alla gestione propria deli' anno 1894 si rileva che il conto di previsione, ap-provato da quest' Eccelsa Dieta conteneva i seguenti estremi.

    a. Gl'incassi totali preventivati in.......f. 231446:60%

    per antecipazioni avute............10066:64

    per antecipazioni riavute............31374:50

    assieme . f 272887:74*/,

    Siccome poi il civanzo di cassa iniziale era in contanti „ 25270:60%

    ascendeva la totalitk delle entrate a........f. 298158:35

    b. I pagamenti effettuati in base al preventivo furono di f. 222302:11 */2 le antecipazioni restituite, di cui la maggior parte alla Filiale

    dello Stabilimento di credito in Trieste furono di . f. 14976:90

    e i pagamenti per antecipazioni date furono di . . „ 18974:16V2

    assieme ! i T" f. 256253:18

    per cui di fronte al soprammenzionato introito totale di . . . - „ 298158:35

    risultd lo stato di cassa finale in contanti di......f. 41905:17.

    19

    A schiariraento di questo conto eonsuntivo si osserva che al capitolo VI »deli' Iutroito" furono preventivati quale antecipazioDe da riaversi dal fondo d' esonero . . f. 35471:— e che fra gli esiti fu preventivata la stessa somma di , 35471: —

    da versarsi alla Filiale dello Stabilimento di credito a seotito del debito fluttuante della Provincia.

    Queste due partite furono assunte per mettere in coucordauza questo preventivo provinciale con quello del fondo d' esonero.

    La previsione perb si avverrb solo iu parte, perchč il fondo d' esonero restitui al fondo prov. solo.........f. 26270:96V2

    Ma da questo versamento si devouo diffalcare aucora „ 14260:26 V2

    che il fondo d' esonero dovette riprendere dal fondo provinciale per poter corri-spondere ai suoi impegni, in modo che il fondo prov. ebbe restituiti soli . f. 12010:70

    D' altro canto poi il fondo provinciale non fu nel caso di fare il versamento preventivato di f* 35471,~—

    ma dovette nei primi mesi del 1894 ricorrere ad un uuovo prestito di . „ 10000:—.

    In seguito perb furono restituiti alla Filiale dello Stabilimento di credito in Trieste............ 14976:90

    sicchč a sconto del debito fluttuante che esisteva fin dali'anno 1893 in . „ 81606:30 andavano solo . •...........„ 4976:90.

    In via d' incidenza poi si osserva che il piuddetto debito fluttuante della Provincia ascende in oggi a soli f. 24939:—.

    In quanto alle altre partite di dettaglio di questo eonto eonsuntivo, il Comitato di finauza trovb di occuparsi iu ispecialitž,, e minutamente tanto delle reudite dei predi agrari, quanto delle spese di iutte e due le sezioni della scuola agraria provinciale.

    Al capitolo I. 4 a, b riportata la competenza della rendita brutta dei predi agrari della sezione italiana di...........f. 2325:38

    Questa perb comprende solo la rendita lorda di detti predi pel secoudo semestre 1894, ciob dali' epoca in cui 1' amministrazione dei medesimi era affidata, dopo la morte del Direttore Velicogna, al signor Assistente Marega.

    Le rendite per 1' anno 1893 e il I. semestre 1894 verranuo portate in evidenza nel eonsuntivo per 1' anno 1895, a motivo che il Velicogna, in parte per trascuranza ed iu parte perchd ammalato, non produsse i conli, alla produzione dei quali era stato ripetutamente dalla Giunta pro-viuciale sollecitato.

    Sin d'ora perb si accenna, che dalla minuta inehiesta stata fatta sopra ordine della Giunta dalla Contabilita, provinciale sulla di lui amministrazione risulta, che le reudite dei predi agrari della sezione italiana per 1'anno 1893 e I. semestre 1894 ammontarouo a . . f. 6125:78.

    Al capitolo IV d b riportata la rendita brutta dei predi agrari della sezione slovena con...........w 6922:37

    Questa rendita lorda si compone: Di quella per 1' epoca dal 1 gennaio 1893 al 30 settembre 1893 (Žepič).......f: 1840:89

    e dopo di quella per 1'epoca dal 1 ottobre 1893 al 31 decembre 1893 (Dominko) „ 1247:68

    assieme . f. 3088:57

    e di quella per 1'anno 1894 ............f. 3833:80

    assieme come sopra . . . . .......f. 6922:37

    I risultati della gestione del defunto Zepič, che pure iu seguito a malattia non produsse a dovere i conti, furono rilevati appena nell'estate 1894 e dopo la sua morte, e percift non pote-vano apparire nel consuntivo deli' anno 1893.

    Al capitolo VIII 2 e, t) riportata la spesa per la scuola della sezione

    italiana con............f. 381:25

    Questa comprende le spese pel II semestre 1894 di . f. 181:25

    e le spese fatte colla sovvenzione dello Stato di . . . „ 200:—

    Le spese della gestione Velicogna del I semestre 1894 e per 1' anno 1893 figureranno, pel motivo sopra indicato, nel-1' anuo 1895 con ......... f. 775:09

    Le spese per la scuola della sezione slovena furono di . . . f. 1451:43 e comprendono quella dal 1 gen. 1893 al 30 settembre 1893 (Zepič) f. 312:45 quella dal 1 ottobre al 31 dicembre 1893 (Dominko) . . „ 459:73

    quelle per 1' anno 1894 ........ 479:25

    e quelle fatte colla dotazione dello Stato „ 200:—

    assieme . f. 1451:43 Le spese al Capitolo VIII g. f. per 1' ammiuistrazione e conduzione dei predi della sezione

    taliana di............f. 1486:58

    sono quelle pel secondo semestre 1894, quelle per 1' anno 1893 e pel primo semestre 1894 di complessivi f. 4484:39 (gestione Velicogna) figureranno nel consuntivo 1895.

    Le spese poi d' ammiuistrazione e conduzione dei predi

    della sezione slovena di..........f. 6223:96

    comprendono: quelle per 1'epoca dal 1 gennaio al 30 settembre 1893

    (Žepič)..........f. 2113:38

    del II semestre 1893 ........ 986:66

    e quelle per 1'anno 1894 .......„ 3123:92

    assieme . f. 6223:96 In quanto alle spese straordinarie della sezioue italiana di . . f. 330:09 si osserva che si compongono di sussidi dati al personale della stessa

    sezione ............. f. 165:—

    ed in altre spese per 1' acqua, per 1' assicurazione contro gl' in-

    cendi, manutenzione dei tetti ecc. con ........ f. 165:09

    Le spese per le viti americane e per i corsi d' innesto della gestione Velicogna pro 1893 e primo semestre 1894 figureranno nel 1895 con..........f. 1131:10

    Infine le spese straordinarie della sezione slovena di ... f. 1735:86'/2 si compongono:

    di quelle per sussidi al personale con.....f. 245:—

    di quelle per 1' acqua e manuteuzione dei tetti oonchč per 1' assi-

    curazione coutro gl' incendi con ...... f. 104:21

    di premi ad agricoltori durante il corso d' innesto . . „ 78:—

    per riattazione deli' abitazione del dirigente „ 424:80

    altre miuori ......... „ 16:—

    spese per le viti americane per 1' anno 1893 ...» 447:92

    e per 1' anno 1894 ........ „ 419:93 V2

    assieme . f. 1745:86%

    Confrontati gl' incassi totali per la sezione italiana di . f. 4517:05

    per la slovena ......... „ 4033:80

    colle spese avute pella sezione italiana di..... . f. 8387:407,

    e pella slovena di ........ „ 9056:64

    risulta che le spese eccedono gl' incassi per la sezione italiana di . • f. 3870:35 72

    e per la sezione slovena in ...... f. 5022:84

    E la spesa complessiva per le scuole agrarie non coperta dagli incassi, era quiudi nell' anno

    1894 di........... • f. 8893:19 72

    Gl'incassi totali per ambe le sezioni furono preventivati per 1'anno 1894 a » 8000,—

    gl' incassi reali erano di ....... • » 8550:85

    quindi maggiori della previsione per...... • f. 550:85

    Le spese complessive per ambe le sezioni erano preventivate con f. 16287:—

    le spese effettive erano invece di....... • » 17444:04 V2

    le reali erano quindi maggiori delle preventivate per.....f. 1157:0472

    Questo sorpasso deriva dalle spese straordinarie fatte per conto della sezione slovena. Nel consuntivo del 1894 figurano le spese deli' anno 1893 che dovevano apparire nel consuntivo del 1893 pel motivo che 1'ammiuistratore Žepič, come piu sopra si osservb, ammalb grave-mente e non era nel caso di rassegnare in tempo utile i resoeonti che furono poi assunti d' ufficio dopo la sua morte.

    Lo stesso vale anche circa la sezione italiana a giustificazione iu quanto alla non compre-savi gestione pel I semestre 1894.

    La gestione della sezione slovena pel I, II e III semestre 1893, diede, secondo i conti compilati dopo la morte del Žepič, dalla Contabilitž, prov. coadiuvata dali' assistente Dominko, i se-guenti estremi:

    Gl' incassi complessivi, compresovi il civanzo di cassa iniziale di f. 1236:51 f. 3427:40 le spese complessive ........... „ 2773:55

    quindi incassi maggiori delle spese per........f. 653:85

    diffalcato da questo il civanzo di cassa rinvenuto....... —:04

    risulta 1' ammanco di...........f. 653:81

    Per la gestione Telicogna per 1' anno 1893 e I semestre 1894, si ebbero, secondo i conti assunti dopo che il renditore di conto fu pensionato, i seguenti estremi:

    f.

    f.

    7530:32 V2 6680:57

    849:75 V2 67:92%

    781:83 653:81

    Gl'incassi totali ..........f.

    gli esiti totali..........

    quindi gl' incassi superiori alle spese per.....

    diffalcato da questo il civanzo di cassa rinveuuto di

    risulta 1' ammanco di.........

    Tanto questo credito quanto quello piu sopra mentovato di si preseutano inesigibili, perchč n6 il Velicogua nd lo Žepič laseiarono sostanza ereditaria.

    In tempi anteriori al 1893 si usavano dare alle due direzioni della Scuola agraria delle antecipazioni.

    Con decreto per6 della Giunta provinciale del 26 luglio 1893 N. 5466/92 furono abolite tali antecipazioni; e ad ambe le Direzioni col medesimo decreto fu anche ordinato, che gl' incassi provenienti dalla rendita dei prodotti dei predi, del bestiame ecc. devono venire versati immediata-mente alla cassa provinciale, e fu stabilito che gl' importi necessari a coprimento delle spese piti ur-genti e straordinarie devono venire assegnati dalla Giunta prov. di volta in volta mediante speciali mandati, pel pagamento dovuto ai fornitori, e inoltre fu ingiunto alle stesse Direzioni di impiautare speciali registri, nei quali si devono riportare i rispettivi incassi ed esiti che fino a detta epoca le scuole effettuarouo dalle antecipazioni, separando le partite che conceruono 1' azienda, la scuola e gli impiauti di viti americane.

    Iu pari tempo fu iucaricata la Coutabilitft di andare improvvisamente di tratto in tratto ad esaminare i registri e controllare i conti dei due dirigenti e di riferire.

    Gli altri capitoli del conto consuntivo non presentano variazioni tali, da meritare una spe-ciale considerazioue, e percib il Comitato di finanza venendo alle sue conelusioni, si onora di proporre: Che a codest' Eccelsa Dieta piaccia di deliberare : 1. Viene approvato il Conto consuntivo del fondo provinciale per 1'anno 1894

    a) con gl' introiti complessivi di .

    b) con un esito di

    c) col civanzo finale in contanti .

    d) coi residui finali attivi di

    e) coi residui finali passivi di

    f) col patrimonio netto attivo alla fine del 1894 di

    2. I crediti del fondo prov. verso i defuuti Direttori della Scuola agraria prov. cio& quello verso Giuseppe Velicogna di

    e quello verso Francesco Žepič di......

    vengono, perch(S inesigibili, depennati. ff. di Segretario: 1. Potrjuje s6 sklep računa deželnega zaloga za 1. 1894 «) s skupnim dohodkom <

    b) sš stroškom.....

    č) s končnim preostankom v gotovini

    d) z aktivnimi zastanki

    e) s pasivnimi zastanki

    f) s aktivnim premožujem koncem leta 1894

    f.

    298.158:35 256.253:18 41.905:17 487.627:15 335.418:77 403.983:93

    781:83 653:81

    gl. 298.158:35 „ 256.253:18 „ 41.905:17 „ 487.627:15 „ 335.418:77 „ 403.983:93

    2. Izbriše se, kar ima deželni zalog imeti po rajukih ravnateljih kmetijske

    šole iu sicer po r. Josipu Velicogna........gl. 781:83

    iu po r. Francetu Žepiču..........„ 653:81

    ker ni možno tega denara potirjati.

    Capitano: Si desidera di parlare per discutere le proposte che si trovano in calce al rapporto testd preletto? Nessuno dei Signori doinaudando la parola, metto le proposte ai voti colle cifre comprese nel rapporto. I Signori duuque che le approvauo e che accordano la depeunazione dei due importi dei quali fa cenno il rapporto stesso, sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si muove) Le proposte sono accolte.

    Segue ora il rapporto dello stesso comitato di finanza sul conto preventivo del fondo proviuciale pro 1896. Prego 1' onor. Verzegnassi di leggere il rapporto.

    Versegnassi: (GN. 5931195. Vedi allegato N. VII.)

    Capitano: Viene chiesta la parola nella discussione generale ? L' onor. Tuma ha la parola.

    Tuma: Priznavam, da letos zbog kratkega časa ni bilo mogoče predložiti pravočasno proračun za rabo deželnih poslancev in posebej ga slovenskim poslancem podati pravočasno v slovenskem jeziku. Tudi med nami je gospodov, ki laščine dobro ne umejo ali ji le težko sledč. Posebno se od nas ne more zahtevati, da bi se pripravljali na tehnične tšrmine, katerih je v proračunu vse polno. Ker imamo pravico terjati slovenske predloge, in radi omenjenega priporočam, naj deželni odbor skrbi za to, da se ob prihodnjem zasedanji priredi proračun v slovenskem jeziku in tudi predloži poslancem pravočasno.

    Capitano: Viene ancora chiesta la parola nella discussione generale? Non essendo il caso, chiudo la discussione generale e passiamo ali1 articolata. Io sarei d1 avviso di leggere prima i singoli capitoli del preventivo e di votare su essi ritenendoli per approvati se nou si facessero eceezioni, e poi passare alle altre proposte compresa la legge. E1 d1 accordo cosi il Signor referente ? Verzegnassi: Si. Capitolo I f. 3125.

    Rojic: V tej rubriki se je pod štev. 2 »Spese per lo stenografo" pomnožila vsota od 150 na 300 gl. za opravičeno vpeljavo slovenskega stenografa. To sem pojasnil tudi radi tega, da pride to pojasnilo v zapisuik današnje deželnozborske seje, ter da postane ta zadeva znana in dognaua.

    Capitano: Se non viene fatta nessuna osservazione al capitolo primo lo riteugo per accet-tato. (non viene fatta) E1 accettato.

    Verzegnassi: Capitolo II f. 24457.

    Capitano : Viene chiesta la parola ? . . .

    Tuma: Pod točko 3. odstavka II. oziroma točko III. konečnega predloga stavlja se v proračun znesek za ustanovljenje novega, druzega mesta asistenta deželnega knjigovodstva. Da ne nastane nikaki dvom o moji nameri, dovoljujem si staviti predlog že na tem mestu tudi glede omenjene konečne točke. Slovenski poslanci smo proti sistemizovanju novega mesta asistenta, dokler ni še imenovan načelnik urada, kajti povsod in tudi pri eraričnih uradih postopa se tako, da načelnik predlaga imenovanje podrejenih pomožnih uradnikov. Načelnik je predvsem poklican izreči se, jeli kako novo mesto potrebno ali ne. Deželni odbor po organičnem zakonu, katerega je zbor sam sklenil, oddaja izpraznjeua mesta. Ako deželni zbor že danes sklepa o ustanovljenju druzega asistentskega mesta, kaže s tem neko nelogiko in nekako predpisuje dež. odboru, koga da sme imenovati. Deželnemu zbora

    ni mogoče sklepati, je li to mesto potrebno ali ne, dokler poročila načelnika ni. Kedar bo ta imenovan in druzega asistenta zahteval, ne bomo nasprotovali.

    Poleg tega opažam, da je iz današnjega proračuna razvidno, kakor tudi iz drugih spisov, da dosedanji deželni uradniki niso toliko slovenskega jezika zmožni, da bi neprisilno v njem poslovali. Cel6 oseba, ki ga je popolnoma zmožna, mora napenjati svoje moči, da opravlja povoljno svojo delo. Kako more to, komur še jezik dela težave, ali kdor ga uiti ne ume. Imenovati osebe, ki so deželnega jezika nezmožne ali pustiti jih na više stopinje, je vsekakor krivično. Dokler nimamo dež. računarja, ne vemo, koliko so podrejeni uradniki sposobni. Če naša stranka tedaj zahteva najprej imenovanje dež. knjigovodje, je le nepristranska.

    Predlagam tedaj, da se pri točki tretji odstavka II. sprejme postavek tak, kakor je v starem načrtu proračuna, ki leži pred mano, v znesku gl. 6091, izključuje tedaj povišek gl. 41, in to zato. da ne bode nikakega dvoma o sistemizovanju novih mest.

    Drugič iz letošnjih vlog različnih dež. uradnikov vidimo, da so ali preslabo plačani ali pa ne morejo svoji nalogi zadoščati, ker premanjkuje močij. Deželni odbor naj torej pripravi za prihodnje zasedanje nov načrt, organičnega zakona.

    Ponavljam svoj predlog: Izpod stavka II. točka 3. naj se izloči znesek gl. 41 ter sprejme prvotno predlagani znesek 6091 gl. tako, da znaša skupna vsota stavka II. 41 gl. manj.

    Deželnemu odboru se nalaga, da prouči in ob prihodnjem zasedanji predloži načrt organičnega reda, ki odgovarja sedanjim razmeram.

    Capitano : La sistemazione d' un secondo pošto di assistente b compresa nelle ultime pro-poste che verranno fatte.

    Tuma: Moj predlog se nanaša samo na 3. točko. La mia proposta si riferisce soltanto ai titolo terzo.

    Pajer: Intendeva 1'onorevole Tuma di parlare sulla proposta sistemazione d'un secondo pošto d' assistente, o soltanto sulla cifra contemplata dal capitolo II. titolo 3° ?

    Capitano: Soltanto s.ulla cifra. lo chiudo la discussione e concedo 1'ultima parola ali'on.

    relatore.

    Verzegnassi: Come ho rilevato 1'onor. Tuma ha parlato antecipatamente di quell' oggetto che coutempla la sistemazione del secondo pošto di assistente contabile. Gli b gi& stato risposto che 1' oggetto medesiino b compreso uelle ultime proposte ; dunque mi riservo di rispondere dopo ali' on. Tuma. Iu quanto alle cifre io uon so com' egli possa lasciarle intatte. La Giunta aveva preventivato f. 6091, men tre il Comitato di finanza le ha aumentate a f. 6232, perchč non b detto giž, che con quell' aumeuto si volesse far fronte alle spese peli' assistente contabile. Nella mia- proposta non vi si trova neppure la piu lontaua allusione. Non b detto nella mia spiegazione fatta nei rapporto che questo capitolo venne aumentato perchš viene promosso a praticante il diurnista Goriup, perchS viene aumentato 1' adjutum al Gortani, per 1' aumeuto di salario al Zarli e aH' inserviente Logar. Queste sono cifre che sommate assieme nou formano la differenza per quanto esse possauo servire a soppe-rire le spese di sistemazione, anzi una parte di questi importi di aumeuti ad impiegati e espressa-mente e separatamente contemplata uel preventivo. Se dunque gli onor. Signori credono di votaie, come ho esposto nella mia relazione, che e la proposta del Comitato di finanza, va bene, ma se invece a priori ritengono respinta tale proposta allora .... resta la proposta Tuma.

    Tuma: Prosim besede za faktično opazko. Mislim, da me gospodje od nasprotne stranke-

    niso razumeli. Ravno iz govora čast. dr. Verzegnassi-a posnemam, da sem stavil svoj predlog prav. Iz števila, katero je dr. Verzegnassi iz svojega novega načrta proračuua navel, vidim, da se je povišala prvotna točka 3 stavka II od zneska gl. 6091 na 6232 gl. Ta vsota prihaja ravno iz poviška 41 gl. za novo mesto asistenta in 100 gl. poviška plače enemu praktikantov. Moj predlog se ni taknil nobene druge točke II. odstavka in g. poslanec dr. Verzegnassi se jako moti, ko mi očita, da mešam, in kaže le, da ni razumel ali umel mojega predloga. Ker izključujem tudi vsako drugo povišanje, dokler ni deželnega knjigovodje, ostajam pri svojem predlogu, naj se ohrani v proračunu pod

    II. stavkom 3 znesek gl. 6091.

    Capitano : L' onor. Tuma Don ha combattuto che il titolo 3 del capitolo 2.0 dietro la proposta del Comitato di finanza. Metterf) dunque ai voti i titoli ad eccezione del 3.0, il quale inet-terd ai voti separatamente. Prego dunque i Signori che accettano il titolo 1, 2, 4, 5, 6 e 7 del Capitolo 2 come proposto dal Comitato sono pregati di voler rimauere seduti. (nessuno si muove) Accettati.

    Prego ora i Signori che accettano anche il titolo 3, servizio di contabilite," nell'importo complessivo di f. 6232 come proposto dal Comitato di finanza di voler alzarsi. (maggioranza) E' approvato.

    Passiamo ora al capitolo 3.0. Verzegnassi: Capitolo III f. 1496.

    Capitano: Le cifre del capitolo III sono accettate.

    Verzegnassi: Capitolo IV f. 5380.—

    Capitano: Sono accettate anche queste cifre.

    Verzegnassi: Capitolo V f. 13823.—

    Tuma: Upiram se točki 6. pod stavkom V. Priznavam, da so društva ogujegascev občuo koristna in humanitarnega pomena. A imenovani zavod prosi stalni letni donesek malo neprilično. Ob priliki 251etnega obstoja ognjegasnega društva dalo se mu je iz deželnega zaloga 100 gl. podpore. Tudi letos nimamo nič proti temu, da se odkaže enkratna podpora. Kakor se pokaže, smo letos namenili podpore marsikteremu zavodu. A proti temu smo, da se daje po 100 gl. leto za letom, in stavi v ordinarium. Ravno letos sklenili smo pred kratkim zakon, po katerem se bodo ognjegasua društva precej izdatno podpirala. S tem zakonom ustanovi se, ako še ne leta 1896., gotovo pa za leto 1897 poseben zalog, kateri bode na razpolago dež. odboru, da iz njega nakazuje potrebne pod-porščine. S predlogom v proračunu pa se deželni zalog stalno obremenjuje in bi imela tudi druga društva pravico, zahtevati kakor goriško poleg omenjene podpore še posebno iz deželnega zaloga. Naj se tedaj število gl, 100 izloči iz ordinarija ter prenese v ekstraordinarij.

    Capitano : L' onor. Tuma propone che 1' importo riportato al titolo 6.o pei pompieri, per quest' anno venga levato dalle spese ordinarie e trasportato nelle straordinarie. Domando se & appoggiata questa proposta? (si) Si trova in discussione. In generale nessuno dei Signori chiede la parola riguardo al capitolo V ? Non b il caso. Dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola aH' onor. relatore.

    Verzegnassi: lo sono d' avviso che quesfca posta si possa lasciare senza nessun scrupolo nelle spese ordinarie. Con ci6 non 6 detto altro che noi riconosciamo che anche a Gorizia noi diamo un segno di riconoscimento. Gorizia porta sagrifici grandi, ma ha minimi vantaggi. Col voler traspor-tare la posta si dice che si danno a Gorizia f. 100 in via di grazia, mentre lasciandola al suo

    pošto, si dice almeno in massima che si b accordato alla cittžl di Gorizia un sussidio. Lo spostare questa posta non b conveuiente e io quindi raccomando di approvarla.

    Capitano : Dnnque passiamo ai voti. Auzitutto non fu combattuto il titolo 6.o. Io metto quindi ai voti i titoli 1, 2, 3, 4, 5 riservandomi sul titolo 6.o di mettere ai voti la proposta Tuma e nel caso questa eadesse, quella del Comitato di fiuanza. Prego i Signori che accettano i titoli 1, 2, 3, 4 e 5 del Cap. V, di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) Sono approvati. Metterb ora ai voti la proposta deli' on. Tuma che sarebbe quella di aecordare bensi ai pompieri il sussidio di f. 100, ma di trasportare perb la posta dalle spese ordinarie nelle straordinarie. Gli onorevoli Signori che sono d' accordo con questa proposta vogliano alzarsi. (minoranza) E' respinta.

    Prego i Signori, che vogliono accogliere il contributo di f. 100 ai pompieri come proposto dal Comitato di fiuanza, di alzarsi. (maggioransa) E' approvato. Segue il capitolo sesto. Verzegnassi: Capitolo VI f. 3480.— Capitano: Accettato. Verzegnassi: Capitolo VII f. 99834,—

    Capitano : E' accettato secondo la proposta del Comitato di finanza.

    Verzegnassi: Capitolo YI1I f. 25707,—

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: Capitolo IX i. 16350,—

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: Capitolo X f. 1360.—

    Capitano : Accettato.

    Verzegnassi: Capitolo XI f. 18075.—

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: Capitolo XII f, 3558.—

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: Capitolo XIII f. 24645.— quindi P esigenza totale e di f. 241.290.— Capitano : Accettato. Passeremo al cuoprimento. Verzegnassi : Cuoprimento : al capitolo I di f. 23441.— Capitano; Accettato.

    Verzegnassi: Al capitolo II di f. 70849.— Capitano : Accettato.

    Verzegnassi: Al capitolo III f. 330.— col cuoprimento totale di f. 94620.— quindi colla deficenza di fiorini 146.670:—

    Capitano: Adesso seguono le proposte complessive che costituiscono la legge fiuanziaria. Prego di leggerle tutte.

    Verzegnassi: {legge il punto I. Vedi allegato N. "VII.) Capitano: E' aperta la discussione su questo progetto di legge fiuanziaria. Gregorčič: S predlogom finančnega odseka se ne morem vjemati. Navadno so se pokrivali primakljaji deželnega zaloga z 8% doklado na zemljiški davek in z drugimi nakladami, katere na-svetuje finančni odsek tudi danes. Ali današnji nasvet se loči od nasvetov drugih let v tem, da hoče, naj se naklada na zemljiški davek poviša na 10°/0. 20

    Meni se ne zdi primerno višati naklado na zemljiški davek. Leto za letom se sliši, da je čisti prinos naših zemljišč previsoko cenjen. Posebno v Furlaniji in v goriški okolici so te pritožbe splošne. Vinorodni kraji trpijo po mnogih nezgodah. Res, da so si že nekoliko pomagali, a ne še zadosti; ni še upanja, da bi lahko mogli višji davek plačevati. Torej sem proti temu, da bi se zvišal zemljiški davek, in menim, da bi bolje kazalo, da si pomagamo drugače, ako z navadno 8°/0 naklado na zemljiški davek res ne bi mogli pokriti primanjkljaja. Mislim, naj se više obdačijo opojne tekočine; pri teh naj se poskoči z davščino, ker so tekočine, ki ne koristijo razen zmerno pite kot zdravilo, nikakor pa ne kot vsakdanja pijača. Če druge dožele tako delajo in si pomagajo, menim, da tudi pri nas ne bo škodovalo. Sfcavljam tedaj predlog, naj se nasvet finančnega odseka glede na pobiranje doklad za deželni zalog tako premeni, da se bo pobirala :

    a) doklada po 8°/0 na skupno vsoto vseh državnih zemljiških davkov ;

    b) davščina 22 kr. oziroma 14 kr. od vsacega litra na drobno potočenih žganji n, omenjenih v 2. točki postavnega člena.

    Capitano: L' onorevole Gregorčič propone la seguente emeuda, che cioe 1' addizionale sul-Timposta fondiaria uon venga portata al 10% ma che rimanga inalterato 1' 8°/0, e che invece ven-gano aumentate le tasse sullo smercio dei liquidi spiritosi da soldi 18 e 10 a 22, rispettivamente a 14 soldi.

    Questa proposta & appoggiata ? (si) Viene ancora chiesta la parola ? (non viene chiesta) Dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola aH' onorevole relatore.

    Verzegnassi: A me rincresce che venga fatta questa proposta cosi aH' improvviso. Non la combatter6. Ma non posso fare a meno di rendere atteuta 1' Ecc. Dieta sugl' irtconvenieuti che avver-ranno circa alla riscossioue di queste tasse. Non so se 1' onor. preopinante ha fatto i calcoli, se cio6 ha calcolato che questi aumenti si potranno incassare durante 1' anno. Avverto che 1' appalto per la riscossione di queste tasse š gi& stato affidato ad un arrendatore. Assumere due arreudatori sar& cosa difficile, se non impossibile, e temo che quello che gia ha in arrenda le tasse non ci accorderž, in proporzione giusta 1' aumento che ci dovrebbero dare queste due sole tasse. Sara difficile il tro-vare chi s' incarichera della riscossione di queste tasse perchš la riscossione sara molesta per tutti coloro che dovrauno pagarle come per quelli che dovrauno riscuoterle. Devo dunque deplorare che si venga fuori con una proposta radicale, la quale meritava di venire prima studiata. Ma uon vo-lendo creare ostacoli, mi limito ad aspettare di vedere il resultato che avrž, la medesima.

    Capitano: Metterč ai voti anzitutto la legge com' 6 stampata, coll' emenda per6 deli' onor. Gregorčič. I Signori che accettano la legge come proposta dal Comitato di finanza e che si trova stampata, coll' unica differenza che 1' addizionale sull' imposta erariale fondiaria dal 10% venga ri-dotta ali' 8% e che la tassa di soldi 18 rispettivamente di 10 soldi sui liquidi spiritosi venga au-mentata a 22 rispettivamente a 14 soldi, i Signori che accettano questa proposta sono pregati di alzarsi. (maggioranza) Accettata.

    Verzegnassi: (Legge il punto II) Siccome queste proposte addizionali ecc. ecc.

    ff. di Segretario: (lo ripete in lingua slovena)

    Verzegnassi: (legge il punto 111 e il ff. di Segretario lo ripete).

    Capitano: A questo punto ha chiesto la parola 1' onor. Pajer.

    Pajer: Mi sento in dovere di fare un' osservazione sull' opposizione deli' onor. Tuma di-

    retta a combattere le proposte del Comitato di finanza. Se lui avesse addotto ragioni persuasive, io sarei stato il primo ad arrendermi; ma le ragioni da lui addotte rivelano un sistema di opposizione che non so spiegarmi. I motivi per combattere la proposta di creare un secondo pošto di assistente consistono iu cib, che la Dieta non dovrebbe procedere a questo deliberato. Perchb ? Perchč la Con-tabilitž. manca del suo capo e la Dieta manchera percib di un voto autorevole. Sono 35 anni che appartengo alla Giuuta prov. ed in questi 35 anni non ho visto mai che la Dieta abbia avuto bisogno di farsi illuminare dal Contabile. E' la Giunta 1' autorita, preposta sulla Contabilita,, 6 lei che dirige ed iuvigila il Contabile. Se adesso da oltre un anno poi manca il Contabile, gli affari camminano tuttavia in pieno ordine, ed 6 una prova che la Giunta provvede col sussidio degli altri impiegati a tutte le mansioni a quell' ufficio rifereutisi.

    L' argomentazione deli1 onor. Tuma non ha quindi un certo valore. Se esso provoca al Re-golamento orgauico, io non trovo in quello alcuna disposizione che giustifichi quauto asserisce 1' on. Tuma. II Regolameuto non prescrive iu alcun punto che gl' impiegati debbaco couoscere 1' italiano e lo sloveno. Che sieno necessarie queste lingue nel servizio della Provincia ognuno lo sa, e la Giunta soddisfa a tutte le evasioni di atti e corrisponde a tutte le esigenze anche nelle due lingue. Auche nel servizio interno si fa uso della lingua slovena; ma con cib non 6 detto che tutti gl'impiegati conoscano quella lingua a perfezione. La conoscono per altro bastautemente per soddisfare ai bisogni ed al servizio ufficiale delle parti cosi italiaue come slovene.

    Quiudi 1'onor. Tuma non avendo altre ragioni, io non posso piegare il capo a quanto ha detto 1' onor. Tuma, il quale invece dovrebbe sostenere la proposta del Comitato di finanza siccome quello che ha capito tutti i bisogni della Giuuta riguardo al servizio della coutabilitft. In quel comitato 6 stato discusso per filo e per seguo con scienza e coscienza 1' andamento deli' ufficio di contabilita con riguardo a, tutte e due le nazionalitu,.

    Quando 6 stata istituita la Giunta prov., iuallora nella vita interna non c' era traccia delle condizioni dei tempi presenti. In questi 35 anni perb si sono mutate, e per tener passo col progresso dei tempi, la Giunta ha fatto certo tutto il possibile, malgrado la conservazione degli angusti limiti del quadro organico, di accontentare tutte le parti; si getti lo sguardo sul quadro stesso e ve-dranno i Signori che con quai mezzi poverissimi lavora la Provincia di Gorizia. In nessun' altra provincia il numero degli impiegati 6 cosi esiguo, in nessuna sono tanto poco pagati, a cominciare dagli assessori provinciali sino ali' ultimo addetto a questi uffici provinciali. Non c' 6 dunque motivo di far opposizione a questa proposta, che 6 fatta a fin di beue e non per arrogarsi prerogative. Io prego al contrario che venga adottata la proposta del Comitato di finanza che d dettata unicamente da criteri giusti e giustificata nell' esercizio del servizio pubblico.

    Capitano : Viene ancora chiesta Ja parola ?

    Tuma : »Pridružujem se večinoma razlogom east. g. viteza Pajer-ja. Priznavam, da je deželni urad tudi brez račuuarja pravilno svoje posle opravljal. Priznavam tudi, da je deželni odbor vršil pravilno svoje nadziranje, ter je poučen o potrebi ali nepotrebi novega mesta. Opažam pa, da, ako je dež. odbor tudi brez račuuarja pravilno posloval, bode še pravilniše, ako se računar imenuje in ostanejo vsi dosedanji uradniki brez drugega predlaganega asistenta. Ako mi gospod predgovornik oporeka, da organični zakon nima v tem vprašanji nobenega pomena, sklicujem se na §. 11. istega, kateri izrecno zahteva, da mora vsak uradnik imeti potrebna znanja. Gospodje pa mi pač ne morete prikrivati, da k znanjem, ki so potrebna deželnemu uradniku, gotovo spada tudi znanje jezika prebi-

    valstva. Dostavljam, da so sedaj med deželnimi računijskimi uradniki trije Italijani in eden Slovenec. V deželi pa imamo ogromno večino slovenskih občin, 100 proti 37 italijanskim. (Je še oni slovenski uradnik odpade, potem ni nobenega, ki bi reševal vloge slovenske strani. Ako pa stalnemu uradniku, ki je edini slovenščine vešč, mora pri sedanjih razmerah pomagati pomožni uradnik, mora po mojih mislih urad le trpeti. Zato ostajam pri svojem že stavljenem predlogu, naj se mesto, asistenta ne sistemizuje.

    Capitano : Viene ancora chiesta la parola ? Nou essendo il caso chiudo la discussione, e concedo i' ultima parola ali' onorevole relatore.

    Verzegnassi: Io mi limito a riportarmi alle deduzioni fatte dali' onorevole Commendatore dottore Pajer.

    Capitano: Metto ai voti la proposta del Comitato d i finanza. Čredo non sia necessario di leggerla ancora una volta. I Signori che si uniscono alla medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (;nessuno si alm) La proposta del Comitato di finanza b accolta.

    Segue il punto quarto. Verzegnassi: (legge il punto IV).

    Capitano: Viene chiesta la parola ...

    Rojic: Iz istih razlogov kakor dr. Tuma sem proti zvišanju plače Gortani-ju, že za to, ker ni zmožen slovenščine. Nisem pa proti temu, da se to stori pozneje, kedar se je je naučil. Imam še druge razloge, kateri so pa že znani deželnemu odboru.

    Da odbor ni ravnal pravilno, temveč ravno nasprotno jasnim določbam organičnega reda, vidi se iz tega, ker ni razpisal onega mesta, kakor zahteva § 15. označenega reda, vsled katerega bi bil moral ono službo razpisati. Tudi je dež. odbor s tem, da je imenoval g. Gortaui-ja deželnim praktikantom, ravnal proti obče veljavnim postavam, ker je ta gospod telesno nesposoben za državno in dosledno tudi za deželno službo. In slednjič je deželni odbor z omenjenim imenovanjem prestopil § 11. organičnega reda, ki zahteva od deželnega uradnika „potrebnih znanosti", med katere spada v prvi vrsti znanje obeh deželuih jezikov, katerih enega pa dotičnik ne zna. Glede dr. Pajer-jeve trditve, da je deželni odbor neposredno nadzoroval svoje uradnike iu da jih sam dobro pozna, odgovarjam, da ni temu tako, kar se posebno vidi iz velikanske gmotne škode pri obeh deželnih kmetijskih šolah, katero škodo je pripisovati uprav pomanjkanju nadzorovanja teh zavodov po deželnem odboru in nepoznanju svojih uradnikov. Gleda torej na uraduiško sposobnost in na povišanje plače g. Gortani-ju mogel bi prav soditi le vodja deželne računarije, katerega bi moral dež. odbor v tej zadevi vprašati; a vodje deželne računarije ni, in zatorej sem proti povišanju plače, dokler se ne nastavi vodja računarije, ki bo poročal o g. Gortani-jevi sposobnosti. Proti povišanju plače sem pa zdaj tudi •— kakor rečeno — radi njegove telesne nesposobnosti in neznanja slovenskega jezika.

    Pajer: Domando la parola per un' osservazione personale. Non voglio toecare la proposta che fu fatta, ma non posso sopportare cou silenzio un rimprovero mosso con tanto calore e con tanto veleno, quello cioč che siano avvenuti dei disordini nell'amministrazione dei predi delle scuole agra-rie per colpa degli impiegati della Giunta. Cič) non b vero! L' amministrazione dei predi agrari di-pende dalla Contabilitž,. E' il coutabile cui incombeva di tenere d' occhio tutto quanto 1' andamento delle cose e di riferire ogni disordine per caso scoperto alla Giunta che ne ha la sorveglianza su-prema. Io non voglio entrare in una critica deli' operato di coloro su cui peserebbe la responsabilita degli accennati disordini, nb esaminare di quale natura fossero questi disordini. Noto soltanto che b

    morto il Dirigente della scuola slovena, d inorto il Dirigente della scuola italiana, 6 morto il Conta-bile e de mortuis nil nisi bene. (bene! fra il pubblico).

    Capitano: Se i Signori non domandano piu la parola chiudo la discussione e concedo 1' ultima parola ali' on. relatore.

    Verzegnassi: Non mi sarei mai aspettato le osservazioni deli'on. Rojic. Egli prima di lanciarle in pubblico avrebbe dovuto un po' informarsi, e se si fosse informato avrebbe trovato che anche quello che ha accennato 1' on. Pajer h vero. Io, dico la verita, avrei una gran tentazione di pari are dei defunti, ma perb non lo faccio, e dico solo, che, se 1' on. Rojic črede di dover farvi maggior luce, proponga pel primo un' iuchiesta. e in quella sia lui uno dei membri della medesima. Io quindi stando all'oggetto, dirb soltanto che il Gortani con f. 300 annui non pub vivere morire; che alcuni membri del Comitato di finanza erano propensi di proporgli f. 500, ma in vista dell'op-posizione deli' on. Rojic accolsero di concerto il misero aumento di f. 100.

    Capitano : Metterb ai voti il puuto quarto com'

    Segue il punto quinto. Verzegnassi: (lo legge).

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questo quiuto punto del Comitato di finanza? Non b il caso. Lo metto ai voti. E prego i Signori che approvano il medesimo, di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolto, e con cib sono aceolte tutte le proposte ed evaso il preventivo pro 1896.

    Verzegnassi: Per in quanto abbiamo notato, il modo di cuoprire la deficenza e quella accolta nell' odierna seduta, e involvendo il preventivo una proposta di legge di urgenza proporrei che la medesima venga trattata oggi stesso anche iu ultima lettura.

    Capitano: Viene chiesta la parola su questa proposta? Non č il caso. Metto ai voti 1' urgenza. I Signori che 1' ammettono sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) L'urgenza b accolta a voti unanimi. Metto ora ai voti la legge risguardante il conto preventivo del fondo provinciale pro 1896. I Signori che sono d' accordo di approvarla, vogliano rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accolta, e con cib b definitivamente evaso quest' argomento.

    Passiamo al prossimo argomento che b il rapporto del Comitato legale sulla domanda del Municipio di Gorizia per 1' approvazione del progetto di legge rifiettente 1' iinposizione ed esazione del soldo pigioni. (V. GN. 411/96 aUegato VI).

    Siccome il rapporto, nonchb il progetto di legge sono giš, a couoscenza deli' Ecc. Dieta, čredo di poter dispensare 1' onor. relatore a dame lettura e apro quiudi subito la discussione.

    Commissario Imperiale: Senza entrare ad un esame critico del proposto progetto di legge, non posso perb a meno di prendere la parola onde rilevare alcune disposizioni che in quello trovo di tanto maggiore importanza in quanto che cozzauo colla legislazione del Governo autonomo. E precisamente la disposizione ali' articolo 8 che deferisce al Consiglio comunale un diritto di giudi-care in seconda istanza sulle multe inflitte alle parti, senza che nemmeno fosse dichiarato il termine massimo di questi importi. Poi la disposizione deli' articolo 9 che da uu potere illimitato al Consiglio comunale senza controllo, che dovrebbe dipendere dali' Autoritž, suprema. Trovo percib che

    queste disposizioni possano impedire la sanzione alla legge, e mi sembrerebbe piu opportuno che il progetto venga assoggettato a nuovi studi.

    Capitano: Non viene piu chiesta la parola ?

    Pajer: Le considerazioni che ha svolto 1' IUustrissimo rappresentante deli' Ecc. Goveruo sono veramente di un peso sostanziale e meritevoli di tutta la considerazioue. Effettivamente ci sono difetti tali in questa legge, che accogliendola gia ora qual č, farebbe temere per la sua sanzione. II mezzo piu ovvio quinoi sarebbe quelio di passarla a nuovi studi del Comitato legale. Ma questo mezzo non č piu pratico, perchš in un paio di giorni la Dieta verra, chiusa. Non resterebbe quindi nessun altro mezzo di valore pratico che quello di rimandare il progetto a nuovi studi e proposte alla Giunta provinciale, la quale, fatte le debite pratiche e rilievi presso 1' autoriU comunale, ripro-duca nella prossima tornata il progetto rifatto. Propongo quindi che il progetto di legge risguar-dante il soldo pigioni venga ceduto alla Giunta per studi e proposte da farsi nella prossima riu-nione dietale.

    Capitano: I Signori hanno udito la proposta. Viene ancora chiesta la parola ? (no) Chiudo la discussione e concedo 1' ultima parola ali' onor. relatore.

    Venuti: II Consiglio comunale modellb il suo progetto di legge sulla base delle relativa disposizioni che vigono iu parecehie altre cittš, come OlmUtz, Trieste, Innsbruck. Certi articoli sono tolti di peso da quelle leggi e fra questi anche gli articoli 8-9 che vengono tanto censurati dal sig. Commissario Imperiale. Io perb con tutto cib non insisterb che la legge venga oggi discussa e che sulla medesima si passi a votazione. Ma siccome io e i rappresentanti della citt.fl di Gorizia annet-tono un grande valore economico alla promulgazione di questa legge, non mi ritengo autorizzato di arrischiare che la legge non ottenga la sanzione Sovrana e sono piuttosto d' accordo di portarla ad un'altra sessione e di assoggettarla a nuovi studi per ripromettersi 1' appoggio del Governo. Io quindi, abbenchš non possa fare a meno di esprimere la mia sorpresa sulle eccezioni del Sig. Commissario Governativo, mi associo alla proposta deli' onor. Pajer.

    Capitano: Passiamo dunque alla votazione. Anzitutto io metterb ai voti la proposta dell'onor. Pajer che riguarda di cedere alla Giunta questo progetto di legge per studi e riferte nella prossima tornata, alla quale proposta si 6 associato 1' onor. referente; nei caso questa cadesse, metterei a discussione articolata il progetto della legge stessa. Gli onorevoli Signori che si associano alla proposta deli' onor. Pajer, sono pregati di alzarsi. (maggioranza) La proposta e accolta.

    Segue il rapporto dello stesso comitato legale sulla domanda del Municipio di Gorizia per sanatoria di spese a carico del fondo „Prestito 1889". L' onor. Comineudatore Pajer e pregato di riferire.

    Pajer: (GN. 655/96) Eccelsa Dieta, Nella seduta del 29 settembre 1888 veniva per voto di quest' Eccelsa Dieta impartita al comune di Gorizia 1' autorizzazione d' impiegare dalla rimanenza del prestito di fi. 550.000 accordato colla deliberazione dietale del 16 dicembre 1885 nella soirima di fi. 250 mila 1' importo di fi. 220 mila iu diverse opere, fra cui 1' importo di fi. 10.000 pel progetto dettagliato di un nuovo acquedotto. La rappresentanza comunale fece negli anni passati parecchi tentacivi per ricerche e studi di approvigionamento d' acqua della cittft e segnatamente iu-contrb a peso del fondo preaccennato di fi. 10.000 le seguenti spese :

    a. ali'Ingegnere Smrekar pagb qual compenso pel progetto di cui il contratto 11 luglio 1889 N. 3713 fi. 2500;

    l. oltre 1' importo di fi. 2000 accordato con decreto della Giunta provinciale 24 giugno 1889 N. 2693 I' eccedenza di fi. 558.81 ;

    c. assunse di pagare fi. 1500, e ne va tuttora debitore, aH' Ingegnere Sinrekar pel progetto di cui il contratto 25 settembre 1890 N. 4853.

    La Giunta provinciale, comunque persuasa della necessitž. delle dette spese, esitava per6 di liquidarle a peso del detto fondo di fi. 10.000 apparendo cotesto, secoudo il tenore letterale del deliberato, dedicato solo ad uu progetto dettagliato di un nuovo acquedotto e rimetteva il comune a domandarue la preliminare adesione deli1 Eccelsa Dieta. A questo scopo tende appunto la petizione ceduta al Comitato legale per studi e proposte. Ora il Comitato riconoscendo la necessita di JuDghe ricerche e complicati studi per arrivare a concretare un progetto di dettaglio di uu acquedotto per Gorizia che, di fronte alle controversie insorte riguardo alle fonti che credevansi gia acquistate a favore deli' acquedotto attuale, divennero, iu mancanza di altra derivazione possibile, ancor piu difficili e ravvisando anche negli studi deli' Ingegnere Smrekar un lavoro della categoria di quelli, ai quali in sostanza era dedicato il detto fondo, propone a quest' Eccelsa Dieta di deliberare :

    I. E' accordata al Comune di Gorizia:

    1. la sanatoria per la spesa di fi. 2510 pagati ali'Ingegnere Smrekar quale compenso pel progetto di cui il contratto 11 luglio 1889 N. 3713;

    2. la sanatoria per 1'eccedenza di fi. 558.81 sulla somma di fi. 2000 accordata con decreto della Giunta provinciale del 24 giugno 1889 N. 2693;

    3. 1' autorizzazione di prelevare 1' importo di fi 1500 per pagare il compenso pattuito all'In-gegnere Smrekar pel progetto di cui il contratto 25 settembre 1890 N. 4853 ;

    II. E' iucaricata la Giunta provinciale di disporne il conteggio a carico del fondo di fi. 10.000, riservato per deliberato del 29 settembre 1888 al progetto dettagliato di un acquedotto per la citta di Gorizia.

    Visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    I. Podeluje se goriški občini

    1. odveznica za trošek 2510 gld. plačan inženerju Smrekarju za načrt, o katerem govori pogodba z dnč 11. julija 1889 št. 3713 ;

    2. odveznica za presežek 558 gl. 81 kr. na vsoti 2000 gld., katero je dež. odbor dovolil z odlokom 24. junija 1889 št. 2693.

    3. pooblaščeuje, da sme potegniti vsoto 1500 gld., da plača inženerju Smrekarju pogojeni zaslužek za načrt, o katerem govori pogodba z dne 25. septembra 1890 št. 4853.

    II. Naroča se deželnemu odboru, naj zapove, da se te vsote vpišejo na račun zaloga tistih 10.000 gl., kateri so se vsled sklepa z due 29. septembra 1888 odmenili za goriško mesto.

    Capitano: E' aperta la discussione sopra queste proposte del Comitato legale. Viene chiesta la parola per combatterle?

    Tuma: Leta 1895. 16. decembra dovolil je deželni zbor goriškemu mestu najeti 55 0.000 gl. posojila in od tega 10.000 gl. za napravo načrta vodovoda. Kolikor sem utegnil danes v naglici stvar pregledati, — kajti do danes to ni bilo mogoče — prosi zastopstvo mesta goriškega, naj se mu od gorenjega zneska 10.000 gl. priznava potrošek 2500 gl. za napravo neke pogodbe, 1500 gl. za neko drugo pogodbo, 2500 gl., koji so se leta 1890 odkazali za načrt vodovoda iz Oseka in Čruič, 551 gl. 81 kr. kot presežek nad 2000 gl., koji so se odkazali leta 1891, ter mu dovoli uporabiti še o-

    »

    stalih 1400 gl. Med pregledanimi spisi nisem mogel dobiti potrebnih podatkov, akoravno bi morali biti v deželnem uradu na razpolaganje. Ne vem tedaj, zakaj sta se zneska 2551 gl. 81 kr. iu 1500 gl. dejanski potrosila. Kakor rečeno, porabila sta se prva gori navedena zneska za sestavo pogodeb, menda radi nabave izvirkov, 2500 gl. potrosilo bi se bilo v istini za načrt vodovoda Osek-Cerniče, ostali znesek pa se je porabil, kakor sem nekako slišal od drugod, za vrtanje vodnjakov in iskanje danjske vode po različnih krajih. Med pregledanimi spisi našel sem pa odlok deželnega odbora od 1. maja 1895, št. 2195, kojega rešilo se glasi: „ne daie se odveznice za potrošenih 10.000 gl., ker je bila ta vsota odmenjena za gotovo svrho t. j. za načrt vodovoda, med tem ko se je izdalo za različne druge svrhe." Ker je tedaj dež. odbor izrečno dovolil mestu goriškemu 10.000 gl. posojila le za gotovo svrho, iu je zastopstvo mesta goriškega to svoto potrosilo v drug namen, ne moremo glasovati za to, da se mu da odveznica.

    Zastopstvo mesta goriškega je odredilo uporabo zneska gl. 10.000 po svojem, tedaj naj tudi plača porabljeni znesek iz svojega.

    Capitano: Viene ancora chiesta la parola su quest' argomento 1 Non 6 il caso. Dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola ali' ouorevole relatore.

    Pajer: II Comune di Gorizia domanda la sanatoria per alcune spese da esso sosteuute con uu capitale di cui la Dieta prov. si 6 riservata la sorveglianza per vedere se viene dedicato al prefisso preciso scopo. II Comune aveva progettato di spendere una somma per un nuovo progetto di acquedotto, e la Dieta voleva che s' impieghi il .danaro in fare ed eseguire questo nuovo progetto, ma non mise al comune condizioni restrittive. E qui voglio dare un esempio. Noi abbiamo capitali fondazionali le cui rendite devono venire impiegate secondo la volontž, del testatore, e la pubblica amministrazione ne & responsabile. Ma se avviene che 1' impiego di queste rendite nou possa aver luogo secondo lo spirito del testatore perchč sono mutate le condizioni dei tempi, allora sta nella facolU del potere amministrativo di volgere queste rendite a scopi omogenei. Ora che il Comune ha fatto tutto il possibile per rinvenire nuove sorgenti onde poter fare il nuovo progetto, š equo e giusto che si permetta che le relative spese sieno conteggiate a peso del detto fondo.

    E' a questo fine che il Comune ha stipendiato 1' ingegnere Smreka r onde tentare lavori di trivellazioue per forse trovare 1'acqua. Noi abbiamo negli atti le prove che tutti questi danari sono stati impiegati pel provvedimento di acqua in citt& e che furono spesi unicameute a questo fine. Non saprei perchč avessiino da negare la sanatoria per queste spese che in ultima analisi sono fatte col danaro proprio del Comune di Gorizia, non del fondo provinciale. L' opposizione non ha un certo valore, e quindi sostengo la proposta del Comitato legale.

    Capitano: Metto ai voti le proposte del Comitato legale. Nou ž neces#ario che le si ri-leggano. I Signori che approvano le proposte del Comitato legale riguardo alla sanatoria di spese incontrate dal Comune di Gorizia per provvedimenti d' acqua, sono pregati di alzarsi. (maggioranza) E' accolta.

    Seguono rapporti della Giunta proviuciale. In primo luogo & quello sul progetto di legge pel miglioramento delle condizioni economiche dei maestri delle scuole popolari.

    Come ho gia accennato, šara inutile di leggere il rapporto e la legge nella discussione generale, siccome i Signori 1' hauno giž, da parecchio tempo nelle mani. Passeremo dunque subito alla discussione articolata. Čredo d' interpretare i desideri dei Signori se mi permetto di proporre che

    vengano soltauto citati i paragrafi della legge seuza quali non si facessero osservazioni. Dunque prego di

    Verzegnassi: (GN. 236/96. Vedi allegato gretario tutti gli altri paragrafi).

    Capitano: II § 1 b accettato.

    Verzegnassi: § 2.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 3.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 4.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 5.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 6.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 7.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 8.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 9.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 10.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 11.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: § 12.

    Capitano: Qui ha la parola 1' on. Commendatore Pajer.

    Pajer: E' stato mosso il dubbio da parte competente che questa legge potrebbe forse dannosameute influire percič* che risguarda gli aumenti secoudo gli anni di servizio dei maestri pel passato e questi potrebbero subire delle modificazioui. Veramente per principio nessuna legge non ha effetto retroattivo. Ma giacchb fu fatto valere quel timore, cosi šaril sempre salutare di aggiun-gere una esplicita disposizione, la quale almeuo rimova ogni dubbio, e quindi faccio la proposta che a questo paragrafo sia aggiunta la segnente frase : „e segnatamente quelle del § 5 non si ri-feriscono agli aumenti di stipendio secondo gli anni di servizio (§ 30 della legge 10 maržo 1870 B. L. P. N. 18) gia devoluti prima che avesse vigore la presente legge".

    Capitano: Prego ora di leggere il testo sloveno.

    ff. di Segretario : in posebno se ona v §. 5. ne odnašajo na poviške plače po službenih letih (§ 30. zakona z due 10. marcija 1870 št. 18 drž. zak) že pripadli, pridno dobi moč pred-ležeče zakon.

    Capitano : La proposta testb fatta b appoggiata ? (e appoggiata) Sta in discussione. Viene ancora chiesta la parola ? Non b il caso. Dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola ali' onor. relatore. 21

    leggerli, ritenendo per approvati tutti quelli ai citare.

    N. III, Gita il § 1 e cosi pure il ff. di Se-

    Verzegnassi: Aderisco pienamente a quest' ernenda.

    Capitano: Melto ai voti il § 12 coll'emenda proposta. I Signori che lo approvano sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza) E' accolto. Verzegnassi: § 13.

    Capitano: Accettato.

    Verzegnassi: (cita il § 14 nonche il tiiolo e l' introduzione della legge).

    Capitano: I Signori che aecettano anche il § 14 nonchč il titolo e 1' introduzione di questa legge, sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si aha) La legge d accolta in prima lettura.

    Verzegnassi: Questa legge 6 gia, da anni in discussione, sicchš tutti perfettamente la conosciamo. Ed b percič) che proporrei venisse accolta d' urgenza anche in ultima lettura.

    Capitano : I Signori hanno udito la proposta ? Metto ai voti 1' urgenza. I Signori che 1' ainmettono sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si alza) I Signori che approvano duuque anche in ultima lettura questa legge sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta, e con ci6 evaso quest' argomento.

    Segue il rapporto della Giunta provinciale che si riferisce al progetto di legge per la tutela della pianta bianco di roccia (Edelweiss). Anche questa volta čredo sia iriutile che 1' onor. referente legga tutta la legge e che io apra la discussione generale, siccome il progetto š gia cono-sciuto dagli onorevoli Signori. Passeremo dunque alla discussione articolata e prego di volere, come prima, citare i singoli paragrafi.

    Verzegnassi: (F GN. 650/95, allegato N. VIII). Cita i §§ 1, 2, 5, 4, 5, e 6 ; e il ff. di Segretario i medesimi in lingua slovena).

    Capitano : Tutti questi paragrafi sono accettati.

    Verzegnassi: ijcgge n titolo e V introduzione della legge, e medesimamente il ff. di Segretario)

    Capitano: I Signori che vogliono accettare au che il titolo e 1' introduzione di questa legge, com' b stampata, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) La legge č> accettata.

    Verzegnassi: Anche in proposito di questa legge, proporrei che venga accettata in ultima lettura per urgenza.

    Capitano : Viene chiesta la parola sull' urgenza ? Non 6 il caso. I Signori che aniinet-tono la trattazione d' urgenza in ultima lettura di questa legge sono pregati di volere rimaner seduti. (nessuno si muove) L' urgenza t> ammessa, prego quindi i Signori che approvano anche in ultima lettura il progetto di legge testč accettato in prima lettura, di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accettata.

    Segue ora il rapporto della Giunta provinciale sul progetto di legge riguardo la regola-zione dello sfratto e dei trasporti forzosi.

    Viene chiesta la parola nella discussione generale ? Non 6 il caso. Passiamo alTarticolata. Prego di voler citare i singoli paragrafi.

    Verzegnassi: (F. GN. 2631/95, allegato IV). Cita i §§. 1, 2, 3 e 4 e cosi pure il ff. di Segretario )

    Capitano: Questi quattro paragrafi sono accettati, non avendo nessuno dei Signori chiesto la parola per combatterli.

    Verzegnassi: [legge n titolo e V introduzione e parimenti cosi il ff. di Segretario).

    Capitano : I Signori che approvano anche il titolo e 1' introduzione di questa legge sono pregati di rimancre seduti. (nessuno si aha) La legge 6 accolta.

    Verzegnassi: Mi permetterei proporre che questa legge venga accolta anche in ultima lettura.

    Capitano: Ritengo che gli onorevoli Signori nmniettano 1'urgenza della trattazione anche iu ultima lettura di quesfa legge. E in questo caso metto ai voti la legge. I Signori che 1' accettano anche in ultima lettura, sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si muove) La legge & accettata anche in ultima lettura.

    Segue il rapporto della Giunta prov. sulla spesa sostenuta per 1' ordinaria manutenzione della strada e del ponte internazionale sul JuJri presso Brazzano. Anche questa volta 1' onor. Verzegnassi 6 pregato di riferire.

    Verzegnassi: (GN. 574/96) Eccelsa Dieta, II Comitato stradale regionale di Cormons si rivolse alla firmata Giunta con rapporto dd. 25 maggio 1895 N. 51 chiedendo che gli venga rifuso dal fondo provinciale 1' importo di italiane lire 478.63, pari a fi. 220.01 formanti la meta della spesa necessaria per foruiture e lavori fatti eseguire dalla deputazione provinciale di Udine per 1' ordinaria manutenzione della strada e del ponte internazionale sul J udri presso Brazzano.

    Dagli al legati, di cui č corredato il preaceennato rapporto, emerge che detta spesa fu liquidata dali' ufficio tecnico provinciale di Udine, e che il Comitato stradale di Cormous ha versato le lire 478.63 alla cassa prov. di Udine, parte addi 13 dicembre 1894, e parte il 13 maggio 1895. Appartenendo questa spesa alle spese straordinarie del fondo provinciale, e non essendo state le stesse approvate da quest' Ecc. Dieta per 1' anno 1895, la Giunta non si ritenne autorizzata di ri-fondere dalla cassa provinciale le chieste lire 478.63 al Comitato stradale di Cormons, e si limiti) di comunicare nllo stesso con decreto del 5 giugno 1895 N. 2642 che avrebbe a suo tempo sotto-pošto la di liii domanda alle deliberazioni di quest' Ecc. Dieta.

    Ci6 tutto premesso, si aggiunge al fin qui esposto, che finora la meta delle spese di cui parlasi, veniva accolta a carico del foudo provinciale, e che nella seduta dietale del 9 settembre 1892 s' imparti la sanatoria alla spesa di fi. 84.43, che la Giunta con decreto del 6 maggio 1892 N. 3679 per detto titolo aveva versati dalla cassa provinciale al Comitato stradale di Cormons.

    La firmata Giunta si pregia pertanto di fare proposta che piaccia a quest' Eccelsa Dieta di deliberare :

    La meta spesa ammontante a lire italiaue 478.63, pari a fi. 220.01, stata sostenuta dal Comitato stradale regionale di Cormons per forniture e lavori fatti eseguire dalla Deputazione provinciale di Udine per 1' ordinaria manutenzione della strada e del ponte internazionale sul Judri presso Brazzano viene assunta a carico del fondo prov. ed incaricata la Giuuta di versare detto importo al preiudicato Comitato stradale verso regolare quietanza.

    ff. di Segretario: Polovica zneska 478 ital. lir. in 63 cent. ali v našem denarju 220 gl. 01 kr., katere je cestni odbor za korminski okraj plačal videmski deželni deputaciji za navadno vzdrževanje mednarodne ceste in mosta na Idriji pri Bračanu, prevzame se na račun deželnega zaloga in naročuje se deželnemu odboru, da izplača ta znesek cestnemu odboru korminskemu proti uradni pobotnici.

    Capitano-: Mi permetto d'interpellare se i Signori vogliono discutere questa proposta della Giunta provinciale ? Non š il caso. La metto ai voti. I Signori che si associano alla medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) La proposta š accolta.

    Segue il rapporto della Giunta prov. riguardo al maniaco Silvio Berndt.

    Verzegnassi: (GN. 555/96) Eccelsa Dieta, In base a regolari certiflcati di povertit e di pertineuza furono assunte per decreto della Giuuta provinciale del 6 novembre 1895 N. 5000 a carico del fondo provinciale le spese di cura e mantenimento del maniaco Silvio Berndt, al quale venne assegnato — trasferito che fu qui dali' ospedale generale di Graz — un pošto di III classe nella sezione maniaci deli' ospedale dei fatebenefratelli.

    In seguito poi alla supplica di Enrica Berndt, madre del detto maniaco de pres. 24 novembre 1895 N. 5248, colla quale si pregava che Silvio Berndt venga collocato dalla III nella II classe degli alienati, la Giuuta si rivolse con decreto del 27 novembre 1895 N. 5248 aH' ammini-strazione deli' ospedale Fatebenefratelli con la domanda se pel collocamento del Berndt in II classe verrebbe accordata una retta miuore di quella vigente per i maniaci di II classe, ciob di f. 1.40.

    Avendo su cib 1' ammiuistrazione del predetto ospedale riferito con rapporto del 4 Decembre 1896 N. 2828 che se auche momentaneamente non poteva assegnare al Berndt una stanza se-parata, era tuttavia disposta a somministrargli il vitto come usa somministrarlo agli alienati di mente della II classe, verso la retta giornaliera di f. 1.— al giorno, trovb la Giunta, pei motivi addotti nella preindicata supplica, di autorizzare 1' amministrazione deli' ospedale dei Fatebenefratelli con decreto deli' 11 Decembre 1895 N. 5485 di fornire al maniaco Silvio Berndt il detto vitto verso la retta di f. 1 al giorno, raccomandando alla stessa amministrazione di voler anche nell'ulteriore trattamento usargli quei riguardi speciali che si hanuo pei maniaci accolti iu seconda classe, salvo Pas-senso a tali provvedimenti provvisori da invocarsi da quest' Eccelsa Dieta.

    Cib tutto premesso, considerato che 1'infelice Silvio Berndt b un giovane deli'eta di 18 anni e di condizione ci vile, il quale dopo aver assolto in Gorizia le scuole reali si era recato a Graz a continuare gli studi superiori tecnici, e visto che egli, come ci si assicura, ha dei lucidi in-tervalli per modo che conosce la sua disgraziata posizione, e che havvi sperauza che forse in breve si ristabilirž. in salute, si onora la firmata Giunta di implorare, che"piaccia a quest'Ecc. Dieta deliberare:

    1. si approva il provvedimeuto interinale preso nei riguardi del maniaco Silvio Berndt col decreto 11 Decembre 1895 N. 5485.

    2. si autorizza la Giunta proviuciale a far accordare dali' amministrazioue deli' ospedale dei Fatebenefratelli allo stesso Berndt un pošto di II classe a carico del fondo pro\inciale e cib alle migliori condizioni che si potranno conseguire.

    flf. di Segretario: 1. Potrjuje se začasna naredba deželnega odbora zastran prehranjenja blaznega Silvija Berndt, zapopadeua v odloku z dne 11. decembra 1895 št. 5465.

    2. Naročuje se deželnemu odboru, naj se dogovori z oskrbništvom bolnišnice milosrčnih bratov v Gorici, da odkaže istemu Berndtu prostor II. razreda na račun deželnega zaloga po najugodniših pogojih, ki se dajo doseči.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta della Giunta prov. sul provvedimento iu quanto al maniaco Silvio Berndt? Non b il caso. Metto ai voti la proposta stessa. I Signori che 1' approvano sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accettata.

    Seguono rapporti del Comitato di finanza. E in primo luogo b quello riguardo al conto consuntivo del fondo coltura forestale pro 1893. L'onor. Locatelli, avendo un abbassamento di voce, prega 1' onor. Marani di voler riferire.

    Marani: (GN. 5468/94) Eccelsa Dieta! Esamiuato il conto consuntivo per 1' anno 1893

    del fondo „ Coltura forestale e Pešca", il Comitato referente lo trov6 in piena regola e non havvi motivo di farvi delle eccezioni.

    Gl' introiti generali di questo fondo ammontano a .... f.

    gli esiti ali' istesso importo ........'..,

    non rimane quindi alcun civanzo di cassa. Gli introiti si compongono di:

    1. interessi attivi del fondo Coltura forestale con . . . . . f.

    2. interessi attivi del fondo Pešca con . S. multe per contravvenzioni forestali con

    4. multe per contravvenzioni di pešca con .

    5. tasse per licenze d' uccellazione ....

    6. multe per trasgressione sull' uso e conduttura delle acque

    7. antecipazioui avute ......

    a cui aggiuuto il civanzo primario di cassa con

    si dimostra la totaliU degli interessi con........ 1383:10

    Gli esiti iuvece sono coinposti delle segueuti partite: 1. Contributo alla sovvenzioue devoluta alla Commissione peli' imboschimento

    1383:10 1383:10

    672:— 2:10 265:29 13:— 294:— 5: — 124:61 7:10

    con

    del Carso 1300: — 69:— 2:-12:10

    f.

    1383:10

    2. Contributo al fondo provinciale per spese di regia

    3. Spese diverse .........

    4. Capitali attivi investiti ........

    assieine

    II risultato di gestione si dimostra, di fronte al preventivo, sfavorevole per f. 112:61 per-cha si realizzarono in meno di quanto era preveutivato tanto le multe per contravvenzioni forestali, quauto le multe per trasgressioni sull'uso e conduttura delle acque. —

    II patrimonio dei capitali investiti presso privati si aument6 in favore del fondo Pešca di

    f. 13:39 percha fu investito il civanzo disponibile di • • • • f.. 12:10

    poi cogli interessi del 4% sopra f. 23:20 con . — :93

    e sopra f. 12:10 per nove mesi .... • • • • • » —:36

    assieme come sopra . f. 13:39

    II patrimonio in obbligazioni rimase inalterato ammontante a f. 16.050:— valore nominale. Ci6 esposto il Comitato si pregia di proporre, che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare: Viene approvato il conto consuntivo degli uuiti fondi per la Coltura forestale e Pešca per

    1' auuo 1893 cogli introiti generali di

    f.

    1383:10 1383:10

    cogli esiti generali di ........... „

    e senza civanzo di cassa.

    Colla restanza attiva di ......... f. 25: —

    colla passiva di............„ 124:61

    nonchž coi patrimonio in obbligazioni di f. 16050:— ed in capitali investiti presso la locale cassa di risparmio con f. 36:59, con la rendita annua complessiva di f. 674:10 e precisamente in favore del fondo:

    in obbligazioni colla rendita annua di f. 672: —

    colla rendita di f. 2:10 e col capitale di f. 36:59 investito

    a) Coltura forestale f. 16.000:

    b) Pešca in obbligazioni f. 50: nella Cassa di risparnio.

    ff. di Segretario: Potrjuje se računski sklep združenih zalogov za gozdorejo in ribarstvo

    za leto 1893 sč skupnim dohodkom se skupnim stroškom

    torej brez preostanka; z aktivnim zaostankom . s pasivnim zaostankom .

    gl.

    1383:10 1383:10

    gl-

    25: — 124:61

    pa s premoženjem v obligacijah za 16.050 gl. nominalne vrednosti in v glavnici naloženi pri goriški hranilnici v zuesku 36 gl. 59 kr., katero imetje daja 674 gl. 10 kr. skupnega dohodka in sicer ima gozdorejski zalog 16.000:— gl. imetja v obligacijah z letnim dohodkom 772 gl., ribarski zalog pa obligacijo za 50 gl. in 36 gl. 59 kr. glavniee, naložene v hranilnici.

    Capitano: E' aperta la discussione su questa proposta. Nessuno dei Siguori domauda di parlare. La chiudo e metto la proposta ai voti. I Signori che si associano alla medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accettata.

    Ora 1' on. Marani & pregato di riferire sul couto consuntivo del fondo provinciale comunale

    pro 1893.

    Marani: (GN. 5475/94) Eccelsa Dieta! II conto consuntivo per l'anno 1893 del fondo

    ^Provinciale Comunale" dimostra un introito di......f. 2240:49Y2

    1' esito di.............. 2011:32

    f. 229:17 V0

    226:27 */

    f.

    2:90

    in seguito ali' ac-

    ed il civanzo di ..... diffalcate da questo le restanze passive colla fine del 1893 di .

    risulta 1' attivitft finale netta di

    II patrimonio in obbligazioni s' aumentb per f. 300:— valore nominale, quisto fatto col civanzo disponibile di tre cartelle del debito unificato dello Stato a f. 100 1' una.

    II risultato della gestione riesce, in confronto al relativo preventivo, disfavorevole per fio rini 7:2672> specialmente a motivo degli interessi di conguaglio pagati per le obbligazioni acquistate Riferito un tanto, il Comitato di finanza fa la proposta che 1' Ecc. Dieta voglia deliberare Viene approvato il conto consuntivo pro 1893 del fondo troito di ......

    1' esito di ......

    Provinciale-Comunale con 1' in-f. 2240:49 % . 2011:32

    f. 2:90 „ 50.250: —

    il civanzo di............f. 229.171/2

    1' attivitft netta di ......

    ed il patrimonio in obbligazioni di .

    ff. di Segretario: Finančni odsek predlaga, visoki deželui zbor naj sklene: Potrdi se račun provincijalno-občinskega zaloga za leto 1893 z dohodki g! s 11oski •••••••»•*«•• m

    s preostankom......

    s čistim aktivom................gl.

    2240:49 V2 2011:32

    gl. 229.17 V2

    2.90

    f. 2078:53 f. 435:75

    in s premoženjem v obligacijah.......... 50.250:—

    Capitano: Se non si domanda la parola per combattere questa proposta del Comitato di finanza, metto ai voti la proposta stessa. (non si domanda) I Signori dunque che T approvano sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Lo stesso relatore e pregato di riferire sul conto consuntivo del fondo scolastico pro 1893. Marani: (GN. 5470/96) Eccelsa Dieta, II conto consuntivo del fondo „Scolastico" per

    1' anno 1893 si chiude con gl' introiti coinplessivi di.....f. 8057:64

    . 5979:11

    risultando quindi in fine d' anno un civanzo di

    Detraeudo da questo le passivitž, finali di . . .

    si ottiene 1' attivitit netta di . ....*. . f. 1642:78

    II patrimonio del fondo si aumeutb nel corso deli' anno 1893 per . f. 2000:— in obbligazioni state acquistate coi civanzi disponibili, nonchb per f. 1645:09 in contanti.

    La gestione riesci favorevole in conf ronto al preventivo per f. 145:09, e precisamente perchš per la sostituzione del maestro in Caporetto si esborsarono solamente f. 60, poi a cagione che cessb la pensione della Kodermatz ed infine per il motivo che col di 21 ottobre 1893 veniva sospesa la graziale della Thomanu.

    Fatta questa esposizioue degli estremi del resoconto, il Comitato di finanza fa la proposta che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia prendere la segueute deliberazione:

    Viene approvato il conto consuntivo del fondo ^Scolastico" pro 1893 con f. 8057:64 per incassi totali e 1'uscita di........„ 5979:11

    il civanzo in contanti di.........f. 2078:53

    1' attivo netto finale di.........f. 1642:78

    ed il patrimonio in obbligazioni di.......„ 98.800:_

    ff. di Segretario : Finančni odsek predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Potrdi se račun šolskega zaloga za leto 1893 z dohodki gl. 8057:64

    s6 stroški . ..............5979:11

    s preostankom v gotovini ........gl. 2078:53

    s čistim konečnim aktivom ........gl. 1642:78

    in s premoženjem v obligacijah .......„ 98.800: —

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere questa proposta ? Non b il caso La metto ai voti. I Signori che accettano la proposta testb fatta a nome del Comitato di finanza sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accettata. Voglia ora 1' onorevole Ritter riferire a nome del Comitato di finanza sul conto consuntivo del fondo stipendi Werdeuberg pro 1894.

    Ritter: (GN. 5957/95) Eccelsa Dieta, 11 consuntivo pe pendi Werdenberg" dimostra un introito totale di di fronte al quale havvi un esito .....

    risulta quindi uu civanzo finale di.....

    da riportarsi in conto nuovo.

    1' anno 1894 del fondo „Sti-f. 4341:72

    f. 386:40

    Non essendo da fare alcuna obbiezione riguardo il predetto conto, si propone che 1' Ecc. Dieta si compiaccia deliberare :

    Viene approvato il conto consuutivo del fondo „Werdenberg" per 1' anno 1894 con 1' en-trata di ............. f. 4341:72

    1' uscita di ...........„ 3955:32

    il civanzo di ............ f. 386:40

    e lo stato patrimoniale in fine d' anno di........ 86.300:—

    valore nominale rappresentato da obbligazioni dello Stato.

    ff. di Segretario : Potrjuje se računski sklep zaloga vverdeuberških štipendijev za leto

    1894 z dohodki................gl. 4341:72

    sš stroški..............3955:33

    in s preostankom ....... . ... gl. 386.40

    in z imetjem koncem leta..........» 86 300:—

    nominale vrednosti založene v državnih obligacijah.

    Capitano: E' aperta la discussione su questa proposta. Non domandandosi la parola per combattere la proposta, metto la medesima ai voti. I Signori che 1' approvano, sono pregati di voler restar seduti. (nessuno si aha) E' accolta. Segue ora il rapporto sul conto preventivo pro 1896 del fondo stipendi Werdenberg. L'onor. Eitter 6 pregato di riferire a nome del Comitato di finanza.

    Ritter: (GN. 5305/95) Eccelsa Dieta, II conto preventivo pro 1896 del fondo »Stipendi

    Werdenberg8 porta un introito complessivo di......f. 3625: —

    un esito di . . :.......4 . „ 3600:—

    si chiude quindi con un civanzo di ...... 4 . f. 25:—

    Essendo giustificata ogni partita tanto deli' entrata che deli' uscita, le quali d' altroude concordano perfettamente con quelle dimostrate dal preventivo per 1'anno precedente, cosl il Comitato di finanza avanza la proposta, che 1' Eccelsa Dieta voglia prendere la seguente deliberazione :

    Viene approvato il conto preventivo del fondo „Stipendi Werdenberg" per 1' anno 1896 con gl' introiti 3625 — gli esiti di............. 3600:—

    ed il civanzo di . ........... f. 25: —

    ff. di Segretario: Potrjuje se proračun zaloga vverdenberških štipendijev za leto 1896

    z dohodki ............ gl. 3625: —

    s6 stroški..............3600:—

    in s preostankom ..............gl. 25:—

    Capitano: Non viene chiesta la parola per discutere questa proposta ? Non essendo il caso, la metto ai voti. I Signori che approvano la medesima, sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si aha) Anche questa 6 accettata.

    Segue 1' nitim® oggetlo deli' ordine del giorno, che £ il rapporto del Comitato di finanza sulla domanda del maestro Giuseppe Vouk per aumento di pensione. L' onor. Berbuč & pregato di riferire.

    Berbuč: (GN. 5969/95) Visoki zbor! Josip Vovk, vpokojen učitelj v Zgoniku na Krasu,

    ki je dovršil svoj učiteljski izpit po starem učnem načrtu dne 9. avgusta 1. 1862 pri c. kr. glavni šoli v Idriji, a popolnil oni izpit dne 24. septembra 1869 na c. kr. izobraževališču v Ljubljani, služboval je nepretergoma kot učitelj od leta 1862 do 1. 1895. Dne 16. februarja 1. 1895 je bil vpokojen vsled odloka veleslavnega c. kr. deželnega šolskega sveta v Gorici, kateri mu je pripozual in vštel le 25 službenih let v pokojnino ter odmeril po tem takem kot pokojnino 5/8 njegove te-dajšne plače 730 gl., kar znaša 456 gl. 25 kr.

    Imenovani gospod obrnil se je s prošnjo z drie 1. decembra 1895 na visoki deželni zbor, da bi mu milostno zboljšal peuzijo ter na ta način ublažil njegove družinske razmere.

    Gledč na to, da podelitev učiteljskih pokojnin na spada v področje visokega deželnega zbora, ampak izločljivo v ono veleslavnega deželnega šolskega sveta, predlaga finančni odsek, uva-žujč prosiIčevo pičlo pokojuino in njega družinske razmere — sina ima na srednjih šolah — kakor tudi neovrgljivo istinost, da so se tudi že drugim učiteljem iz stare šole dovolila iu vštevala provi--zorna leta v pokojnino, naj izvoli visoki zbor skleniti:

    Prošnja Josipa Vovka, vložena 28. decembra 1895 št. 5969, se izroči deželnemu odboru z nalogom, da jo isti predloži dež. šolskemu svetu ter mu najtopleje priporoča, da prosilcu všteje slav-noisti še 1/8 (jedno osmino) njegove zadnje plače 730 gl. v pokojnino.

    tf. di Segretario: L' istanza di Giuseppe Vovk, de pres. 28. decembre 1895 N. 5969, viene ceduta alla Giunta provinciale coll' incarico di sottoporla ali' i. r. Consiglio scolastico provinciale raccomandandogli caldameute di computare al petente ancora 1/8 della sua paga di f. 730.— nella pensione.

    Capitano: lo ritengo che nessuno dei Signori voglia combattere questa proposta. (no) In questo caso la metto a i voti. I Signori che approvano la medesima, sono pregati a voler rimanere seduti. (:nessuno si muove) E' accolta.

    L' ordine del giorno sarebbe esaurito. Ritengo che la petizione del signor G. Strechel riguardo alla tassa soldo pigioni che fu insinuata al principio della presente seduta, sia evasa col deliberato preso nella odierna seduta.

    La prossiina seduta propougo di tenerla domani alle ore 4 pom. per poter sbrigare gli argomenti del seguente ordine del giorno :

    Rapporti del Comitato petizioni su domanda per sussidi: della Sociefa di S. Vincenzo de' Paoli, — del Convitto italiano di S. Luigi, — del Convitto sloveno di S. Luigi, — deli' Ospizio Marino di Grado, — del Comune di Pliskovizza pel ristauro del campanilo — della Scuola profes-sionale di Monfalcone — di študenti universitari italiani — degli študenti Trevisan, Snidar, Pallich, Bisiach, Cekovich — di CIaudio Moretti — degli intagliatori Angelo Miniussi e Amedeo Mucchiut — degli allievi di belle arti Cossar, Justulin, Marega, Camaur — degli allievi delle Scuole industriali di Mariano e Foglinno — di študenti universitari sloveni, — di Comuni e Comitati stradali per di-verse strade e opere pubbliche, — del Comitato stradale di Monfalcone, — del Comitato stradale di Cervignano, — del Comune di Romans, — della vedova Fraucesca Volarič, — della vedova Giuseppa Radizza — di Caterina Vuga -- deli' ex milite Giuseppe Peteani, — di Giovanni Leban per la stampa di un opuscolo, — della Socieh\ „Asylvereina in Vienna, — della Societil per la tutela della viticoltura in Vienna, — dei Comuni di Opacchiasella, Savogna e S. Andrea, riguardo alla barriera.

    Rapporti del Comitato legale sulle domande: di Antonio Rače fu podesU di Rodik per condono di multa — di Giuseppe Babič fu podestA di Rodik per restituzione di malta, — del Comune di Chiapovano riguardo a quella strada Comunale, — sulle rimostrauze dei comunisti di Sam-passo e Vittuglia contro la separazione del Comune locale di Sanpasso, — siill' istanza di Ferdi-nando Dr. Rojic e Consorti per la separazione del Comune di Dornberg, — sulla domanda della po-desteria di Biljana perche sia dichiarata regionale la strada Medana, Dobra per Fleana, — sulla rimostranza di diversi comunisti di Dolegna in affari comunali.

    E con ci6 dichiaro chiusa 1' odierua seduta.

    (Fine della seduta a ore 874 pom.)

    CoDlenuto: Verificazione del P. V, deli' antecedente seduta. — Risposta del Commissario Governativo ali'interpellanza riferi-bile alla regolazione del torrente Lijak. — Interpellanza del deputato Marani circa 1' ultima revisione del catasto fondiario. — Interpellanza Rojic circa 1'inobbedienza del Consiglio scolastico urbano di pubblicare un avviso in lingua slovena riferibile alPapertura della scuola popolare pubblica slovena. - Proposta d'urgenza relativa alle congiunzioni ferroviarie di questa Provincia. — Altra simile proposta circa congiunzione ferroviaria colla citta di Gorizia. — Proposta circa ali'istituzione e la manutenzione delle pubbliche scuole popolari. — Domande di sus-sidi: della Societa di S. Vincenzo de' Paoli; — del Convitto italiauo di S. Luigi; — del Convitto sloveno di S. Luigi; — deli'Ospizio Marino di Grado; — del Comune di Pliskovizza pel ristauro del campanile; — della Scuola pro. fessionale di Monfalcone; — di študenti universitari italiani; — degli iutagliatori Angelo Miniussi e Amedeo Muc-chiut; —degli allievi di belle arti Cossar, Justulin, Marega, Camaur; — degli allievi delle Scuole industriali di Mariano e Fogliano; — di študenti universitari sloveni; — di Comuni e Comitati stradali per diverse strade e opere pubbliche; — del Comitato stradale di Monfalcone; — del Comitato stradale di Cervignano; — del Comune di Romans; — della Vedova Francesca Volarič; — della Vedova Giuseppa Radizza; — di Caterina Vuga; — del-l'ex milite Giuseppe Peteani; — di Giovanni Leban per la stampa di un opuscolo; — della Societa „AsylvereinM in Vienna; — della Societ& per la tutela della viticoltura in Vienna; — dei Comuni di Opacchiasella. Savogna e S. Andrea, riguardo alla barriera. — di Antonio Rače fu podestči di Rodik per condono di multa; — di Giuseppe Babič fu podesta di Rodik per restituzioue di multa; — del Comune di Chiapovano riguardo a quella strada comunale; — sulle riinostranze dei comunisti di Sampasso e Vittuglia contro la separazione del Comune locale di Sampasso; — sull' istanza di Ferdinando Dr. Rojic e Consorti per la separazione del Comune locale di Doruberg ; sulla domanda della podesteria di Biljana perche sia dichiarata regionale la strada Medana, Dobra per Fleana; sulla rimostranza di diversi comuni di Dolegna in affari comunali.

    Presenti:

    I) Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    S. A. Rev. Monsigtiore Dr. Luigi Zorn, Principe Arcivescovo.

    e N. 20 deputati.

    (Principio della seduta a ore 4 pom.)

    Capitano: Trovandoci in numero legale, dichiaro aperta la seduta e prego di leggere il verbale deli' ultima.

    ff. di Segretario: (legge il P. V. della seduta del 10 febbraio).

    Capitano: Se non viene chiesta la parola per fare un' osservazioue al protocollo testa pre-letto, lo dichiaro per approvato. (non viene fatta) E' approvato.

    Ho 1' onore di comunicare che vennero presentate ali' Ecc. Dieta le seguenti petizioni : di Giuseppina V. Kersovani che chiede un sussidio e di Maria Pauletig sorella del defunto direttore deli' Istituto sordomuti anche per un sussidio. Queste due petizioni passano al Comitato delle petizioni.

    Ora ha chiesto la parola il Rappresentante deli' Ecc. Governo per rispondere ad uu' interpellanza. Gli concedo la parola.

    Commissario Imperiale: Na interpelacijo poslanca gospoda Grča iu tovarišev iz seje dna osemindvajsetega januarja tega leta o uredbi hudournika Lijaka in vzdigovanji kranjsko-laške državne ceste si štejem v čast, naznanjati visokemu zboru, da se bode naročilo cestni upravi, da preiskuje cestne proge poplavljane po Lijakovi povodnji iu nasvetuje to, kar je potrebno za vzdigovanje cestnega površja z ozirom na prost odtok vode. Po potrditvi dotičnega načrta se bodo zaporedoma po razmerji razpoložnih rednih dotacijskih sredstev izvršile sklenjene poprave.

    Gleda vredbe Lijaka se bo visoko namestništvo obrnilo na visoko poljedelsko ministerstvo s prošnjo, da bo odposlan en postavijenec oddelka za gradbo hudournikov v Beljaku na lice mesta z naročilom, izdelati splošen načrt za gradbo in vredbo Lijaka.

    Pri tem pa moram opominjati, da dotiene priprave bi se mogle realizovali le z gmotnim sodelovanjem dežele in udeležencev.

    Sopra la interpellanza presentata nella seduta dietale 28 gennaio a. c. dali' on. deputato Grča e consorti riferibile alla regolazione del torrente Lijak ed il rialzamento della strada erariale Carniola-italiaua, ho 1'onore di comuuicare all'Eccelsa Dieta che ver rž, dato 1' ordine ali'amministra-zioue stradale di rilevare i tronchi di strada sottomessi aH' inondazione e di proporre i mezzi adatti per togliere gli inconvenienti con riguardo ad uu libero scolo delle acque. Affincha, approvato il rispettivo progetto possano successivamente, secondo gli ordiuari mezzi di dotazione, realizzarsi i provvedimenti stabiliti.

    Riguardo la regolazione del Lijak 1'Eccelsa i. r. Luogotenenza si rivolgeril alTEccelso i. r. Ministero d'Agricoltura acci6 venga incaricato un organo della sezione per la regolazione e corre-zione dei torreuti di Villacco e di elaborare un progetto generale per la correzione e regolazione del torrente Lijak. Devo per6 osservare che uu' azione iu merito potrebbe effettuarsi soltanto colla concorrenza materiale della provincia e degli interessati.

    Capitano: Vennero insinuate due interpellauze, la prima deli'onor. Marani. Gli concedo

    la parola.

    Marani: Eccelsa Dieta, AH'interpellanza riflettente la futura commissione per la revisione del censo fatta dagli onorevoli de Dottori e consorti nella seduta del 24 decorso gennaio, 1'Eccelso i. r. Governo nella seduta dietale del 10 corr. rispondeva: »Che alla scelta di membri nominati dali'Eccelso Governo per far parte alla predetta Commissione esso prender;\ coscieuziosamente riguardo alle cognizioni di causa e capacitft linguistica dei medesimi*.

    Questa risposta, se dall'un canto soddisfa gli interpellanti, non li rassicura completamente. percha la stessa non esaurisce la domanda fatta.

    Convien ricordare, che allorquando la popolazione agricola della nostra provincia ebbe co-noscenza delle tariffe di classificazione pel calcolo della rendita netta dei fondi, decretate dalle diverse Commissioni incaricate a sensi della legge 24 maggio 1869, persuasa che la cosidetta pe-requazione deli'imposta fondiaria non prometteva una diminuzione delV imposta gia in allora gravosa. assai, ma che uu non indifferente aumento la minacciava da tutte le parti della provincia e special-mente dalla parte piana, s' innalz6 un unanime grido di protesta, che trov6 eco in quest' aula parlamentare.

    II deputato Gius. Ferdiuando Del Torre, di venerata e gloriosa memoria, nella seduta die-

    tale del 30 giugno 1880 presentava uua inozione colla quale la Giunta provinciale veniva incaricata d1 interessarsi, affinchš l1 imposta fondiaria non solo non venga aumentata, ma venga couvenieute-rneute diminuita in occasione della regolazione del censo.

    Ma a nulla valsero la petizione avanzata dalla Giunta provinciale ali1 Eccelsa i. r. Luo-gotenenza in Trieste in data 6 luglio 1880 e quella dei podestA, di questa Provincia alla Camera dei Signori ; inesaudito rimase il memoriale dd. 28 giugno 1881 umiliato ai piedi del Trono.

    La tariffa di classificazione venne applicata nella nostra Provincia con tutto il rigore sug-gerito dal fiscalismo.

    La Commissione provinciale adottava termini di produzione non corrispondenti al vero e senza porre calcolo ai rapporti geologici, climatici ed agricoli della nostra Provincia, e quello che piu monta, facea una computazione delle spese di coltivazioue molto al dissotto delle reali.

    E cosi avvenne che, a favorire provincie ricche di teireni fertilissimi, aventi mezzi di comunicazione in abbondanza ed industrie fiorentissime, la nostra provincia, eminentemente agricola, scarsa di comunicazioni e priva quasi d1 industrie, fu caricata da un capitale d1 imposta sproporzio-natamente superiore a tutte le altre.

    E se le condizioni deli1 agricoltura, gifl pria della disgra^iata perequazione, volgevano in condizioni tristissime, se anche le terre, specialmente del piano, aggravate da esorbitanti imposte ed esauste da piu d1 un millennio d1 intensiva coltura non danno prodotto, se non generosamente conci-roate ; se anche, perchfe giacenti sopra sottosnolo ghiajoso soffrono la siccita, che quasi anuualmente reude iilusorio il prodotto estivo, oggi, oltre alle malattie, che da anni molestano le viti, venuero delle nuove, che rendono scarso il prodotto del vino e solo a forza di cure, dispendi e lavoro in-defesso la vite ci da un compenso meschino in proporzione alle spese della sua coltivazione.

    La fillossera, per completare la sciagura del possidente, ha preso possesso nella nostra Provincia e pochi anni impieghen\ a distruggere i nostri vigneti che oggidi ne sono ancora immuni.

    E tutto cib non basta ancora.

    Altre e gravi sciagure minaccia 1' agricoltura : l1 imminente revisione del catasto fondiario.

    I possidenti. a fine di poter far fronte ali1 esorbitante imposta, che oggi pagauo, e per ricavare dai loro fondi il massimo possibile utile con sagrifizi enormi di denari e fatiche, li resero piu produttivi, per cui si presenta giustificato il timore, che alla revisione del catasto verranno ripar-titi in classi ancora superiori di rendita e colpiti d1 una imposta ancor maggiore.

    Gli enormi debiti che aggravano il possesso, il credito totalmente depresso, l1 avvilimento dei prezzi delle terre, le malattie delle viti, V enorme concorrenza, che i paesi d1 oltremare farmo ai nostri cereali, la di cui coltivazione non retribuisce piit le spese, il deprezzamento dei nostri vini, causato dali1 importazione dali1 estero, sono presagi d1 un imminente inevitabile rovina di tutta la classe agricola e con essa della Provincia iutera.

    A questa catastrofe potrj\ porsi riparo unicamente inediante una conveuiente diminuzione deli1 imposta attualmente gravitante il possesso fondiario.

    Cib esposto i sottoscritti porgono ali1 Eccelso Governo la seguente interpellanza :

    1. Riconosce 1'Eccelso Governo che nelP ultima revisione del catasto fondiario vennero erroneamente posti i terreni della Provincia di Gorizia e Gradišča in classi di rendita tanto alte da non stare in proporzione colla rendita netta dei terrem stessi ?

    2. Riconosce l1 Eccelso Governo giusta la domanda ed urgente la necessita di una ridu-

    zione della somrna generale deli' imposta fondiaria iu occasione della prossima revisione del catasto fondiario ?

    3. Riconosce V Eccelso Governo che a preservare la provincia di Gorizia e Gradišča da totale roviua. agraria, si presenti come inevitabile condizioue la riduzione dell'imposta fondiaria 1

    4. Quali provvedimenti intende 1' Eccelso Governo di preudere a rimediare agli accennati dauni della proprieU fondiaria della nostra Provincia ?

    Bar. M. Locatelli, Dr. Marani, Pajer, Dottori, V. Michielli, Panigai, Dr. Verzegnassi

    Dr. Lovisoui, Ritter, Dr. Venuti.

    Capitano: Una seconda interpellanza venne insinuata dali' on. Rojic.

    Rojic: Interpelacija dr. Aleksija Rojca in tovarišev na Njegovo Vzvišenost gospoda predsednika c. kr. ministerskega sveta.

    V četrtek dne 6. februarja razobesilo je slavno c. kr. okrajno glavarstvo za okolico goriško po mestnih zidovih v Gorici sledeči razglas v slovenskem jeziku :

    „Št. 95. G. S. Dne 20. januarja t. 1. otvorila se je v Gorici via Agraria (Catinellijevo poslopje) nova slovenska štirirazredna javna ljudska šola. O tem se obvešča roditelje (zastopnike) vpisovanih otrok. Od c. kr. deželnega šolskega sveta za Goriško in Gradiško. Trst, dne 2. februarja 1896. Rinaldiui".

    V Gorici izhajajoči list „Corriere di Gorizia" z dne 6. februarja prinesel je v tej zadevi naslednjo vest: „Un avviso sloveno. — Stamane venne affisso sugli albi della citta un avviso slo-veno riflettente la scuola civica slovena. E' firmato dal cav. Rinaldini presidente del Consiglio scolastico provinciale e cib in seguito d' aver recisainente rifiutato il Consiglio scolastico urbano di publicare avvisi in sloveno. L' attacchino era accompaguato da una guardia di p. s."

    Z ozirom ua ti dejstvi vprašajo podpisani Njegovo Vzvišenost gospoda predsednika c. kr. ministerskega sveta :

    ]. Ali je res, da je veleslavni c. kr. deželni šolski svet ukazal slavnemu c. kr. mestnemu šolskemu svetu goriškemu, naj naznani začetek slovenske javue šole v Gorici z razglasom v slovenskem jeziku, a da ta ni hotel tega storiti in da zato je dal veleslavni c. kr. deželni šolski svet razobesiti zgore navedeni razglas ?

    2. Ako je to res, kaj namerava Njegova Vzvišenost ukreniti, da se zadosti žaljeni avkto-riteti c. kr. deželnega šolskega sveta ter da se slavni c. kr. mestni šolski svet goriški prisili k izpoluovanju svojih dolžnostij ?

    V Gorici, 11. februarja 1896.

    Dr. Rojic, Iv. Lapanja, B. Grča, Muha, Dr. Gregorčič, Alf. Coronini, Berbuč, Klančič, Dr. Turna.

    Capitano: Queste due interpellanze essendo rivolte ali'Eccelso Governo, mi farb un dovere di riinetterle al rappreseutaute del medesimo. Furono iusinuate due proposte d' urgenza con-cernenti la ferrovia del Predil. Prego il -ff. di Segretario di darne lettura.

    ff. di Segretario: »Deželni zbor pokuežene grofovine goriške iu gradiščanske smatra železniško zvezo kronovine iu posebej mesta Gorice s severnimi kronovinami monarhije po Soški dolini cez Predel eventuelno čez planine sploh nujno in neizogibno potrebnostjo, da se pospešijo gospodarski pogoji v kronovini, da se doseže najkrajša in najugodniša proga med prvim trgoviščeui monarhije v Trstu in najbogatejšimi kronovinami severne monarhije, in da se pride vsaj deloma v okom vedno

    rastočemu vplivu novega trgovskega pristanišča onkraj Litve v Reki, ki preti sčasoma vničiti veliko trgovino v avstrijskem Primorju in pred vsem v Trstu ;

    ter se obrača na visoko c. kr. vlado s trdnim zaupanjem, da premaga neutemeljene pomisleke proti tej železniški progi ter jo v najkrajšem roku zgradi.

    Deželnemu odboru se nalaga, da naznani visoki c. kr. vladi ta sklep".

    V formalnem oziru predlagamo, naj se predlog obravnava in sklene nujnim potem.

    V Gorici, 11. februarja 1896.

    Dr. Tuma, Alfred grof Coronini, Berbuč, Lapanja, Muha, Dr. Abram, Dr. Gregorčič, Grča,

    Klančič, Dr. Rojic.

    Risoluzioue, La Dieta provinciale della principesca Contea di Gorizia e Gradišča reputa di urgente ed inevitabile necessita la congiunzione ferroviaria di questa Provincia ed in ispecie della cittž, di Gorizia colle provincie settentrionali della inonarchia per la valle d1 Isonzo oltre il Predil, eventualmente oltre le Alpi in generale onde favorire le condizioni economiche della provincia, con-seguire la piu breve e la piu favorevole linea di congiunzione fra il primo emporio della monarchia a Trieste e le piii ricche provincie della parte settentrionale della monarchia, e per far fronte almeno parzialmeute alla crescente influenza del nuovo emporio commerciale oltre il Leitha a Fiume che minaccia d1 aumentare il grande comtnercio nel Litorale Austriaco ed anzitutto a Trieste, rivolgendosi ali1 Eccelso i. r. Governo colla ferma fiducia che vorra vincere le esitazioni infondate contro la linea ferroviaria e costruirla nel piu breve termine.

    E1 incaricata la Giunta provinciale di comunicare questa risoluzione ali' i. r. Governo.

    In linea formale proponiamo che questa proposta venga trattata e deliberata in via

    d1 urgenza.

    Capitano : Mi permetto d1 osservare che la proposta essendo firmata da 10 deputati, non š questione di domandare se 6 appoggiata. L1 onorevole Tuma ha quindi la parola per motivare l1 urgenza soltanto.

    Tuma: Predmet o katerem govori predlog, je dobro znan visokemu dež. zboru. O njem obravnavalo se ni le v tej zbornici, ampak tudi v državnem zboru v brezštevilnih peticijah, interpelacijah in resolucijah, tako da ni potrebna posebna motivacija. Zanašam se na celo zbornico, da predlog sprejme enoglasno ter se zdržujem besede.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere suH'urgenza? (no) Metto ai voti Turgenza. I Signori che rammettono sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) L^rgenza & am-messa. L1 onorevole relatore rinunzia di entrare iu merito della proposta. Domando dunque se viene chiesta la parola per discutere sulla proposta di merito? Non £ il caso. La metto ai voti. I Signori che l1 accettano, sono pregati di voler alzarsi. (tutti si alzano) Uuanimita,.

    Segue ancora un1 altra proposta riguardo alle cougiunzioni ferroviarie.

    fF. di SegretariO : »Deželni zbor pokuežene grofovine goriške in gradiščanske smatra železniško zvezo kronovine in posebej mesta Gorice z vzhodnimi kronovinami po vipavski dolini do južne železnice pri Postojni ali drugi primerni postaji — nujno potrebnim, da se reši vipavska dolina, zadeta po trtni uši, gospodarskega propada in da se pospešijo trgovinski pogoji v kronovini in mesta Gorice — ter poživlja visoko c. kr. vlado, naj nemudoma prične gradbo te železniške proge.

    Deželnemu zboru se nalaga, da naznani visoki c. kr. vladi ta sklep.

    V formalnem

    V Gorici, 11. februarja 1896.

    Ant. Klančič, Grča, Dr. Rojic, Lapanja, Dr. Tuma, Coronini Alfred, Berbuč,

    Muha, Dr. Abrarn, Dr. Gregorčič.

    Risoluzione. La Dieta provinciale della principesca Contea di Gorizia e Gradišča reputa urgentemente necessaria la congiunzione ferroviaria della Provincia e specialmente della cittž, di Gorizia colle proviucie poste aH' Est per la vallata del Vippaco sino alla ferrovia meridionale presso Adelsberg od un'altra adatta stazione onde salvare la vallata del Vippaco, bersagliata dalla fillossera, dalla rovina economica ed onde promuovere le condizioni commerciali della Provincia e della citt;l di Gorizia — eccitando l'Ecc. Governo di dave indilatameute principio ai lavori della costruzione di questa ferrovia.

    La Giunta viene incaricata di comunicare questa risoluzione ali' i. r. Governo. In linea for-male si propone di trattare questa proposta in via d' urgenza.

    Capitano: Anche questa proposta essendo firmata da 10 deputati non d necessario di do-mandare se b appoggiata. La questione b se vi sia 1' opportunita, deli'urgenza. L'onorevole Tuma ha la parola.

    Tlima: Tudi ta predmet je obče znan in zbornica je za zgradbo vipavske železnice že dovolila 100.000 gl. Ker je pa celo to uprašanje nekako zastalo, na letošnjo stavljeno interpelacijo ni nikakega odgovora, ponovil sem je s predlogom. Nujnost utemeljuje se sama po sebi, ker smo pri koncu zasedanja.

    Capitano: Viene chiesta la parola riguardo ali' urgenza della proposta ?

    Venuti: L'oggetto di cui tratta la risoluzione ora proposta fu gik altro volte trattato in questa Dieta, e, tra altro, ancha nella sessione trascorsa esso fu argomento di vive e lunghe discus-sioni. Inallora, almeno per parte nostra, si riteneva che la questione di una linea ferroviaria del Vippaco fosse collegata con altra questione di pari importanza e di vitalissimo iuteresse per Gorizia e la parte piana della Provincia, voglio dire la questione trenoviaria di Gorizia-Gradisca-Oervignano-Aquileja. Io sono sempre ancor di questo avviso e ritengo percib, che queste due liuee dovrebbero formare oggetto di un' unica trattazioue. Io dunque mi oppongo che 1' oggetto venga trattato d' urgenza e faccio invece la seguente proposta:

    La proposta risoluzione viene rimessa al Comitato delle petizioni coll' incarico di coinple-tarla con riguardo alle progettate costruzioni della linea trenoviaria Gorizia-Gradisca-Cervignano A-quileja e di riprodurla cosi completata alla prossima seduta dietalo.

    Capitano: La proposta si riferisce al merito; se perb viene accettata l'urgenzi si eatrera subito nel merito della proposta stessa. Viene ancora chiesta la parola riguardo ali'urgenza?

    Tuma: Poslanec dr. Venuti priznava, da je predmet znan in ne potrebuje študij. Tu gre za stvar, ki je na korist mestu Gorici in celi deželi. Nimam ničesa proti furlanskemu tramvaju. A to je različen predmet od onega v mojem predlogu, ter ni v zvezi z nikakim drugim. Gospodu poslancu dr. Venuti-ju je na prosto voljo dano, da stavi svoj poseben predlog, ki naj se obravnava za se. Radi tega ostajam pri nujnosti predloga.

    Capitano: Viene ancora chiesta Ta parola per discutere sull'urgenza? (no) In questo caso la metto ai voti. Prego i Signori che aminettono 1' urgenza per 1' argomento che b gia stato preletto

    di alzarsi. (maggioranza) L' urgenza b amuiessa. Trattianio dunque iu merito della proposta deli' on. Tuma. Egli ha la parola per parlare in merito.

    Tlima: Odpovedujem se daljšemu govorjenju, ker je zbor že enkrat sklepal o stvari. Kakor sem že naglašal, gre moj predlog o samostojnem predmetu, ki nikakor ni v zvezi z furlanskim tramvajem, in gospodje poslanci, ki so za to zadnjo progo, še jutri lahko vložš svoj predlog. Priporočam tedaj, da zbor tudi ta drugi predlog glede vipavske železnice enoglasuo sprejme.

    Capitano: Viene ancora chiesta la parola in merito della proposta?

    Venuti: Io mi riporto a quanto ho gia detto.

    Tuma: Tudi jaz nimam kaj dostaviti temu, kar sem poprej rekel.

    Capitano: Non viene piu chiesta la parola per discutere la proposta in merito? Non es-sendo il caso dichiaro chiusa la discussione. E metterb ai voti anzitutto la proposta deli' onor. Venuti. Se questa cadesse, metterei quella deli' onor. Tuma.

    10 la rileggo. (legge).

    Gli onorevoli Signori che si associano a qnesta proposta sono pregati di voler alzarsi (mag-gioranza) E' accolta. Venne ancora dali' onor. Tuma insinuata un' altra proposta del seguente tenore:

    Visoki deželni zbor naj sklene:

    Odnosno na § 57. deželnega zakona od 6. maja 1870 dež. zak. štv. 30 nalaga se deželnemu odboru, da prouči in pretrese natančno obstoječe razmere gledb napravljanja iu vzdrževanja javnih ljudskih šol ter predloži eventuelno deželnemu zboru v prihodnjem zasedanju načrt zakona, ki urejuje te razmere med posameznimi občinami, okraji in deželo.

    Dr. Tuma, B. Grča, Ivan Lapanja, A. Muha, Dr. Abram, Dr. Gregorčič, Alf. grof Coronini, Dr. Rojic, Berbuč, Aut. Klančič.

    Con riferimento al § 57 della legge provinciale dal 6 maggio 1870 N. 30 B. L. P. si incarica la Giuuta provinciale di studiare e discutere minutameute le circostanze esistenti riguardo ali' istituzione e la manutenzione delle pubbliche scuole popolari e di avanzare eventualmente alla Dieta prov. nella prossima tornata un progetto di iegge che regola le relazioni fra i singoli comuni ed i singoli distretti e la provincia.

    Questa proposta verni messa per la motivazione ali' ordine del giorno della prossima seduta. Adesso passiamo agli argomenti deli' ordine del giorno.

    11 primo argomento b il rapporto del Comitato delle petizioni sulla domanda di sussidio della Societa di S. Vinceuzo de' Paoli. L' onorevole Dottori b pregato di riferire.

    Dottori: (GN. 5807/95) Eccelsa Dieta, La Societa di S. Vinceuzo de' Paoli nelia sua petizione pres. al N. 5807 si ripresenta e chiede anche nell' anno in corso un sussidio.

    Lo scopo che si prefigge la petente Societa ha un doppio obbiettivo, quello ciob di sussi-diare la giovoiitb studiosa e di soccurrere la soffereute poverta.

    Se il priino degli indicati obbiettivi b diretto a procurare alla societa cittadiui utili, b il secoudo rivestito del camttere eminentemente umanitario: per cui il Comitato referente convenne di accogliere 1' avanzata domanda, e propone

    Che codest' Eccelsa Dieta voglia assegnare alla Direzione della Societa di S. Vinceuzo dei Paoli per P anno 1896 il sussidio di f. 150.— prelevandoli dalla rubrica III, sussidi straordinari.

    fF. di Segretario: Peticijski odsek predlaga, visoki dež. zbor naj blagovoli skleniti:

    23

    Vodstvu društva sv. Vincencija dovoljuje se za leto 1896 150 gl. podpore, ki naj se izplača iz zaloga za izredne podpore.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere quest'argomeuto ? Non č il caso. Lo metto ai voti. I Signori che approvano la proposta del Comitato delle petizioni testš preletta sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E accolta.

    Segue il rapporto dello stesso Comitato sulla domanda del Convitto italiano di S. Luigi per sussidio.

    Dottori: (GN. 5830/95) L'Istituto di S. Luigi, destinato ad accogliere, educare e sorve-gliare nello studio fanciulli di nazioualitž, italiana, i quali, in etž, ancor tenera, devono avviarsi e percorrere la pur troppo lunga e difficile carriera degli studi, sorse in questa citta anni souo, iu modeste proporzioni, crescendo poi mano mano, a seconda che i benefici effetti di quell'istituto veui-vauo ad affermare la bonta del medesimo.

    Alla prima sua istituzione il numero degli allievi sorpaseava di poco una decina, mentre nell1 anno ora iu corso ne conta un numero piu che doppio di giovani interamente provveduti dalle rendite deli1 istituto e dalla caritft, cittadina, senza tener conto di quelli che contribuiscono un lieve soldo d i pensione.

    Animata dal favorevole successo ottenuto, sempre intenta a ulteriori migliorie, la solerte Direzione studit* il modo con cui poter rendere 1' istituzione di utilitfl maggiore, maggionnente bene-fica e piti eorrispondente allo scopo prefissosi consistente nell' allevare giovani di povere famiglie, e procurando loro ampiamente la via a venir moralmente e materialmente utili cittadini.

    II pietoso ufficio di un umile Prete, che 1' intera sua vita dediči) aH' educazione della gio-ventft, ascese a tanto merito, e si procurč stima tale, che il nome di Don Bosco e 1' ordine da Lui istituito suoneranuo venerati al di qua e al di la dei inari. La eco di quella umanitaria istituzione ed i benefici effetti giunse anche tra noi. La Direzione deli'Istituto di S. Luigi ne approfitt&, ac-colse quella voce ed affidč) a quei benemeriti uomini la direzione deli'Istituto, la custodia della no-stra povera gioventu iu quello accolta.

    II Comitato impertanto, constatato che il numero degli allievi va sensibilmente aumentando e che di conseguenza anche a pari passo va crescendo altresi il dispendio occorrevole; tenuto conto della utilitS, che ne risulta da una buona educazione ed attiva sorveglianza per la gioventu che, ine-sperta, dalla campagna passa alla vita clamorosa della citti, propone:

    1. Che alla Direzioae deli' Istituto di S. Luigi diretto da Monsignor Alpi, appoggiato all'or-dine dei Padri Salesiani, venga, in seguito alla petizione presentata al N. 5830 peli' anno 1896, asšegnato dal foudo della Provincia il sussidio di f. 150.—

    E' iucaricata la Giunta provinciale a fare il relativo asseguo dalla rubrica III sussidi stra-ordinari.

    fF. di Segretario: Peticijski odsek predlaga, visoki drž. zbor naj blagovoli skleniti: 1, Ravnateljstvu zavoda sv. Alojzija pod vodstvom redovnikov Salezijancev dovoljuje se za leto 1896 iz deželnega zaloga 150 gl. podpore.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta? Non 6 il caso. La metto ai voti. I Signori che approvano la medesima, sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta. L^onor. Tuma 6 pregato di riferire sulla domanda del Convitto sloveno di S. Luigi.

    Tuma: (6N. 36/96) Visoki zbor! Že preidoča leta blagovolil je visoki deželni zbor po-

    deljevati redno podporo prekoristnemu društvu Alojzijevišča v Gorici. Dobrodelnost tega društva je obče znana, kakor tudi blagi namen izšolati otroke ubožnejših roditeljev.

    Za nakup hiše Via Ponte Isonzo št. 7 namenil je peticijski odsek lanskega leta slovenskemu društvu Alojzijevišče toliko, kolikor se je bilo 1895 izplačalo italijanskemu »Convitto di S. Luigi1', 500 gl. izvauredne podpore.

    Radi znanih dogodkov v deželnem zboru ni prišlo do konečnega sklepa in skoraj že dovoljena podpora morala je izostati.

    Redna letna potreba ostala je ista. Peticijski odsek predlaga tedaj, visoki deželni zbor naj

    sklene:

    1. Slovenskemu društvu Alojzijevišča v Gorici podeljuje se za nakup društvene hiše Via Ponte Isonzo št. 7. 500 gl. izvanredne podpore.

    2. Istemu društvu podeljuje se za redne potrebščine leta 1896 podpora 150 gl.

    Nalaga se deželnemu odboru, da odkaže dovoljena zneska iz dotičnega zaloga za podpore, ff, di Segretario: II Comitato delle petizioni propone, che 1'Eccelsa Dieta deliberi:

    1. Alla Societa slovena , Alojzijevišče" in Gorizia si accorda per 1' acquisto di una časa so-ciale, e precisameute della časa N. 7 Via Ponte Isonzo un sussidio straordinario di f. 500

    2. Alla stessa Societ;\ si accorda per le occorrenze ordinarie deli'anno 1896 il sussidio di fiorini 150.

    E' incaricata la Giunta di estradare gli importi accordati dal rispettivo fondo per sussidi. Capitano: Se non viene chiesta la parola per discutere su questa proposta, la metto ai voti. (non viene chiesta) Iu questo caso prego i Signori che approvano la medesima di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    Prego 1'onor. Dottori di riferire sulla domanda deli'ospizio marino di Grado. Dottori: (GN. 365/96) Eccelsa Dieta, II Comitato del primo Ospizio Marino austriaco di Grado „Arciduchessa Stefania" con petizione presentata al N. 365 chiede il solito sussidio a pro dei fanciulli scrofolosi.

    Lo scopo umanitario deli' istituto 6 da per s6 bastevole a giustificare la fatta domauda. Per esuberanza citeremo i resultati ottenuti nell' anno or decorso.

    Tra provinciali ed esteri ben 174 iafelici venuero accolti nell'istituto, dei quali 76 gua-rirono, 81 migliorarono assai e 15 discretamente; uno solo rimase stazionario nello stato iu cui entrD.

    Discendendo alla nostra Provincia, troviamo che poco men di un terzo del totale soprain-dicato appartiene a noi, e possiaino esser ben soddisfatti deli' esito ottenuto.

    Ma tale soddisfazione non deve rimanere un atto sterile, bensi uniamoci a proseguire con nuovi soccorsi a vantaggio di quelle realmente disgraziate creature, bersagliate dalla sfortuua.

    II Comitato, vero interprete dei caritatevoli vostri seusi, propone voglia 1' Eccelsa Dieta

    deliberare:

    AH' Ospizio Marino di Grado vengono per 1' anno 1896 assegnati f. 400 prelevabili dalla

    rubrica III sussidi straordinari.

    ff. di Segretario: Peticijski odsek predlaga, vis. deželni zbor naj sklene: Odboru za morsko kopelj v Gradežu se dovoljuje za leto 1896 na ime podpore 400 gl , ki naj se vzamejo iz zaloga za podpore.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere qnest' argomento ? Non 6 il caso. Lo

    metto ai voti. I Signori che approvano il medesimo sono pregati di rimaner seduti. {nessuno si aha) E' accettato.

    Segue la domanda per sussidio del Comune di Pliscovizza pel ristauro del campanile. L'on. Abram 6 pregato di riferire.

    Abram: (GN. 5514/95) Visoki deželni zbor! Dne 13 februarja 1884 je strela udarila v cerkev in v duhovniško poslopje ter razrušila zidovje tako, da je pretila velika nevarnost, da se cerkev in stolp posujeta.

    C. kr. okrajno glavarstvo je tedaj dalo z ozirom na javno varnost cerkev zapreti iu ob enem poskrbelo, da je visoko c. kr. namestništvo odposlalo stavbenega zvedenca, kateri je dal potrebne ukaze, da se odstrani nevarnost.

    Škoda le na zidovji je presegala 3000 gl.

    Cerkev je uboga in nima nikakoršnih razpoložljivih dohodkov, da bi mogla kaj doprinašati k stroškom za potrebno popravljanje; vrhu tega pripada cerkveni patronat občini sami, katera mora po tem takem vse stroške prevzeti.

    Da fei saj za silo ustanovilo stolp in cerkveno zidanje, je sklenilo občinsko starešinstvo na posodo vzeti pri Goriški hranilnici »Monte di pietiV znesek 3000 gl. ter ob enem vpeljalo v občini letno 50°/o doklado na vse davke, dokler se ta dolg poravna.

    S privoljenjem dež. odbora se je potem sklenila dotična zajemna pogodba ter se je z izposojeno svoto cerkveno poslopje za, toliko popravilo, da je bilo mogoče cerkev zopet odpreti za opravljanje službe božje.

    Ali primanjkovala je še vsa notranja oprava in mnogo potrebščin, da se cerkev popolnoma pripravi v poprejšni stan in občina je morala v ta namen še kakih 1500 gl. porabiti.

    Občina je pa jako uboga ter plačuje komaj okoli 1000 gl. skupnega izravnega davka na leto.

    Obrača se zategadel s prošnjo podano dne 27. septembra 1894 št. 4250 in sedaj zopet s prošnjo pr. 8 decembra 1895 št. 5514 s polnim zaupanjam na visoki deželni zbor, da bi blago* volil nakloniti jej nekoliko pomoči k omenjenim stroškom.

    Podpisani peticijski odsek priznava, gledč na razpoložene okoliščine, da je prošnja vsestransko opravičena, in gledč na to, da je visoki dež. zbor vže mnogokrat po enakih elementarnih nezgodah, kakor po požarih, toči in povodnjah poškodovanim blagodušno pripomagal, vsoja si predlagati, naj visoki deželni zbor blagovoli skleniti :

    Občini Pliskovici dovoljena je vsled prošenj pres. 27. septembra 1894 št. 4250 in 8. decembra 1895 št. 5514 za popravljanje po streli poškodovanega zvonika iu cerkvenega poslopja podpora 500 gld., ki jih ima deželni odbor takoj izplačati občinskemu zastopa proti temu, da predloži natančni račun o porabi tega zneska.

    II Comitato delle petizioni si perrnette di proporre, che 1' Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    AI Comune di Pliskovizza viene accordato iu seguito alFistanza de pres. 27 settembre 1894 N. 4250 allo scopo di provvedere al ristauro del campanile e della Chiesa stati danneggiati dallo scoppio del fulmine il sussidio di f. 500 che la Giunta provinciale assegnera tosto alla rappresen-tanza comunale verso 1' obbligo delTesatta resa di conto sull' impiego del denaro.

    Capitano: Non viene chiesta la parola per discutere su questa proposta ? Non essendo il caso, metto la proposta stessa ai voti. I Signori che 1' approvano sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    Segue il rapporto sulla domanda della scuola professionale di Monfalcone. L' onorevole Mi-chielli voglia riferire.

    Michielli : (GN. 50196) La Giunta scolastica della Scuola professionale di Monfalcone con sua istanza dd. 3 gennaio 1896 N. 50 chiede un sussidio, e vi unisce tanto lo statuto come il piano d' insegnamento.

    Non a possibile, colle sole scuole popolari, avere degli artieii capaci ed intelligenti. Vi occorrono appunto le scuole professionaH, e sparse il piu possibile per la provincia, onde vi pos-sano concorrere il maggior numero di allievi. Lo statuto 6 il piauo d' insegnamento, basato sulle pih recenti norme didattiche, redatto con cura, farš, certo buona prova.

    E' percič> che il Comitato delle petizioni accoglie 1'istanza ed ha 1'onore di proporre: voglia quest' Eccelsa Dieta deliberare :

    Viene asseguato alla Giunta scolastica della Scuola professionale privata di Monfalcone un sussidio di fioriui "200.

    1f. di SegretariO: Šolskemu odboru zasebne obrtnijske šole v Tržiču se nakazuje 200 gl. podpore.

    Capitano : Non viene chiesta la parola per discutere su questa proposta ? Non & il caso. I Siguori che sono d' accordo colla stessa vogliano rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    Segue il rapporto del Comitato delle petizioni sulla domanda di sussidio di študenti uni-versitari italiani. L' onor. Venuti 6 pregato di voler riferire.

    Venuti: (GN. 769/96) Eccelsa Dieta ! I signori: Spougia Guido da Gorizia študente del secoudo corso ali' i. r. accademia montanistica di Leoben (N. 115).

    Demonte Mario da Ossegliano, študente del terzo corso di legge all'universita di Graz (N. 352).

    Kodermatz Luigi di Podgora, študente del terzo corso al politecnico di Graz (Nri. 4760 e 5307).

    Zorzini Luigi da Campolongo študente di filosofia nel primo corso ali' universita, di Graz (N.ri 4605 e 4274).

    D' Adamo Augusto da Bolvedere, študente del secondo corso di legge aH' universita, di Graz (N.ri 4633 e 5948).

    Z um i n Edmoudo da Gradišča, študente del terzo corso di legge ali'universita di Graz (N. 4634).

    Bonne Antonio da Gorizia, študente del primo corso di legge ali' universita di Vienna (N, 4677).

    Violin Egidio da Aquileia, študente del primo corso di filosofia aH' universita di Vienna (N.ri 4679 e 5578).

    Grusovin Francesco da Gorizia, študente del primo corso al politecnico di Vienna (N. 4721).

    Mlekns Giuseppe da Cormons, študente del secondo corso di legge aH' universita di Graz (N. 4734).

    Bresnig Adolto da Gorizia, študente del 4 anno di legge ali' universita di Graz (N. 4741>.

    Guanin Antonio da Turriaco, študente del terzo corso di legge aH' universita di Vienna (N. 4743).

    Sigon Augusto da Trieste pertinente a Coinen, študente del quarto corso di legge ali' u-niversita di Vienna (N. 4744).

    Strechel Giuseppe da Gorizia, študente del quarto corso di legge ali' uuiversita di Graz (N. 4756).

    Tosoni-Pittoni Francesco da Brazzano, študente del secondo corso al politecnico di Graz (N. 4763).

    Niederkorn Carlo da Gorizia, študente del secondo corso di legge aH' uuiversita di Graz (N. 5947). .

    Niederkorn Ferdinande da Gorizia, študente del quarto corso di legge ali' universiU di Vienna (N. 5946).

    Dietz Giusto da Podgora, študente del secondo corso di legge aH' universiU di Graz (N. 5924).

    Baselli Antonio da Gorizia študente di chimica all'universiU di Zurigo, implorano un sussidio per continuare gli studi.

    Tutti i petenti documentarono la loro regolare iserizione negli istituti superiori ai quali sono addetti, il loro progresso e la loro diligenza negli studi con certificati d'esami o di colloqui subiti, come pure lo stato d' indigenza delle loro famiglie; tutti sono percib meritevoli di venir presi in considerazione da quest' Eccelsa Dipta.

    II Comitato delle petizioni ha soltanto da fare le seguenti osservazioui:

    Allo študente tecnico Luigi Kodermatz, la Giunta proviuciale vivamente sollecitata dalle istanze della di lui madre Gioseffa, ha ritenuto di coucedere un sussidio di fiorini 50 riservandosi di ripetere la sanatoria deli' Eccelsa Dieta, alla generositil della quale veniva rimessa la delibera-zione riguardo ad un eventuale ulteriore sussidio. II comitato delle petizioni perb, ritenute le mise-rabilissime condizioni economiche in cui versa la madre, vedova di un ex inserviente provinciale che, per essersi rimaritata, perdette la tenue pensione che percepiva : visto il progresso negli studi fatto dal figlio ad onta delle gravi ristrettezze in cui versava e versa tutt' ora e preso iu considerazione anche il fatto delle malattie, alle quali egli nel corso deli' anno scolastico 1894/95 audb soggetto, ritenne di dover proporre ali' Eccelsa Dieta la sanatoria pei fiorini 50 elargiti dalla Giunta e di proporre per questo giovane un ulteriore sussidio eguale a quello che verra proposto per gli altri študenti.

    A Biesuig Adolfo fu dal locale Municipio elargito pel corvente anno scolastico uno degli stipendi di fondazioue „Frinta" ammontaute a fiorini 250, siccome la famiglia del petente non ha altri redditi che lo stipendio di fiorini 40 mensili percepiti dal padre quale scritturale, il comitato delle petizioni ritenne di dover proporre anche per questo študente un sussidio nell'ammoutare della tassa da pagarsi per la frequentazioue delle lezioni aH' universitž, nell'importo massimo di fi. 60; e cosi pure credette di dover proporre il sussidio anche a favore di Baselli Antonio, abbenchb iscritto presso uu' universitft estera (Zurigo), in vista delle misenime condizioni in cui versa la sua famiglia, del fatto che per poter conseguire la laurea in chimica con gli studi da lui pereorsi (farmacia) era obbligato di iseriversi in una uuiversita estera, e per la grande riputazione che nel ramo chimico gode 1' universitS, di Zurigo.

    Q,uanto allo študente Guido Spongia, fu rilevato che lo stesso gode un vistoso stipendio da parte dello Stato, per cui cessa la necessita di un ulteriore sussidio.

    In vista deli' esposto, il Comitato delle petizioni ha 1' onore di proporre che aH' Eccelsa Dieta piaccia di deliberare:

    1. E' assegnato un sussidio di fiorini 100 a cadauno degli študenti : Demonte Mario, Kodermatz Luigi, Zorzini Luigi, D' Adamo Augusto, Zumin Edmondo, Bonne Antonio, Violin Egidio, Grusovin Francesco, Mlekus Giuseppe, Guanin Antonio, Sigou Augusto, Strechel Giuseppe, Tosoni-Pittoni Fraucesco, Niederkorn Carlo, Niederkorn Ferdinando, Dietz Giusto e Baselli Antonio.

    2. Allo študente Adolfo Bresnig si assegna un sussidio corrispondente alla tassa univer-sitaria nell' importo massimo di fiorini 60.

    3. Viene incaricata la Giunta di effettuare 1'estradazione di questi sussidi colle consuete formalitji e cautele.

    L' eventuale concessione di uno stipendio provinciale esclude il graziato dal percepimento del sussidio.

    4. Sulla dornanda dello študente Guido Spougia si passa aH' ordine del giorno.

    fF. di Segretario : 1. Nakazuje se podpora po 100 gld. vsakemu izmed visokošolcev : Demonte Marij, Kodermatz Alojzij, Zorzini Alojzij, D' Adamo Avgust, Zumiu Edmund, Bonne Anton, Violin Egidij, Grusovin France, Mlekuš Josip, Guanin Anton, Sigou August,, Strechel Josip, Tosoni-Pittoni France. Niederkorn Karol, Niederkorn Ferdinand, Dietz Jušt in Baselli Antou.

    2. Visokošolcu Adolfu Bresnig-u se nakazuje podpora v iznosu vseučiliščne šolnine in sicer v najvišem znesku 60 gld.

    3. Naročuje se deželnemu odboru, da izplača dovoljeno podporo z navadno previdnostjo.

    Vsled morebitne podelitve deželnega štipendija izgubi dotičnik pravico do podpore.

    4. O prošnji visokošoloa Gvidona Spongia za podporo prestopa se na dnevui red.

    Io perb osservo riguardo a quest' ultimo puuto, che la passata ali' ordine del giorno fu presa nella supposizione che lo Spongia goda uno stipendio dello Stato ; invece ho avuto 1' assicu-razioue che esso non gode alcun stipendio, e percib farei la proposta che sia assegnato anche a lui un sussidio di fiorini 100 come agli altri študenti.

    Capitano : Quest' b un' emenda che fa come deputato, non come relatore. Sta in discussione.

    Rojic : Pogrešam med imenovanimi podpiranci ime Iv. Pallich-a, o kterem mi je znano, da je tudi prošnjo za podporo vložil in bil v odseku priporočen.

    Venuti: Riguardo al petente Giovanni Pallich, osservo che e contemplato in altro rapporto.

    Tuma : Jaz nisem trdil v odseku, kakor g. poročevalec omenja, da ima Spongia štipendij, ampak bil sem proti podpori radi tega, ker mi je znano, da imajo oddaljeni obiskovalci montanisti-ških kursov više državne štipendije. Glavni razlog pa je bil ta, da je družina njegova obče znana kot imovita. in ker bi radi tega podelenje podpore utegnilo narediti slab utis na prebivalstvo.

    Capitano: Viene ancora chiesta la parola in argomento ?

    Marani : Mi consta che la Dieta accordava uno stipendio allo Spongia quando il padre era in attivita di servizio e stava meglio che non ora che b in pensioue ; e non so perchb ora si voglia togliergli un ulteriore sussidio. Io dunque appoggio la proposta dell'on. Venuti.

    Capitano: Vieue ancora chiesta la parola? Non essendo il caso, chiudo la discussione e concedo 1' ultima parola ali' on. relatore.

    Venuti : AH' osservazione fatta dali' on. Marani devo aggiungere che lo Spongia ando in pen-sione coll' ottava classe di rango ; ritengo quindi che le sue condizioni non siano brillanti, perchfe ha dovuto mantenere altri figli alle scuole ; io percib sostengo la mia proposta di accordare al di lui figlio il sussidio di f. 100.

    Capitano: Io metterb ai voti priina di tutto la prima proposta del Comitato come sta, e poi quella sulla passata ali' ordine del giorno ; se questa cadesse metterei ai voti la proposta di ac-cordare allo Spongia il sussidio di fiorini 100.

    Prego dunque i Signori che accettauo ia proposta del Comitato petizioni, ad eccezione di quella che tratta dello Spongia, di rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Adesso metto ai voti la proposta di passare ali' ordine del giorno sulla domanda di Guido Spongia per un sussidio. I Signori che P approvano sono pregati di alzarsi (alcuni deputati si al-sano) miuoranza.

    Metto ora ai voti la proposta emenda che b quella di accordare al medesimo študente Spongia il sussidio di fiorini 100. I Signori che approvano la proposta di accordare allo Spongia questo sussidio sono pregati di alzarsi. (maggioranza) La proposta b accolta.

    Prego di riferire sulla domanda degli študenti Trevisan, Snider, Pallich, Mattioni, Bisiach e Cecovich.

    Venuti: (GN. 728/96) Eccelsa Dieta, Implorano da quest'Eccelsa Dieta un sussidio:

    Giuseppe Trevisan pertiuente a Gorizia assolto legale per recarsi a sosteuere il secondo esame rigoroso ed il terzo esarne di Stato. Snider Carlo da Lonzano, assolto legale, per recarsi a dare il secondo rigoroso. Pallich de Giovanni da Reifenbergo assolto študente di filosofia, per poter prepararsi agli esami di professura ed acquistare i materiali necessari allo scopo. Mattioni Dr. Amadeo pertiuente a Ronchi, laureato iu legge per soddisfare uu debito incontrato per pagare la tassa di laurea. Bisiach Carlo pertinente ad Aidussina, assolto legale, per recarsi a dare gli esami. Cecovich Ar turo pertiuente a Gorizia, assolto legale, per poter recarsi a dare gli esami.

    Osservato che le suppliche di Giuseppe Trevisan, Carlo Snider, Pallich de Giovanni e Cecovich Arturo sono pienamente giustificate dalle condizioni economiche delle loro famiglie e cousi-derata oltrecib riguardo a Giovanni de Pallich la necessita di risiedere a Graz e !' entitft della spesa necessaria per 1' acquisto di spese necessarie per prepararsi agli esami; il Comitato delle petizioni propone che a quest'Eccelsa Dieta piaccia deliberare:

    1. Si accorda a Giovanni de Pallich un sussidio di fiorini 150 ed agli assolti študenti Giuseppe Trevisan, Carlo Snider, Arturo Cecovich, Bisiach Carlo ed Amadeo Dr. Mattioni un sussidio di fi. 60 cadauno.

    2. Si autorizza la Giunta provinciale di estradare tosto a Giovanni de Pallich, dali' im-porto di fi. 150 — fiorini 100 — i rimanenti fiorini 50, — ed i fiorini 60 — accordati a cadauno degli altri študenti saranno da estradarsi soltanto verso esibizione della prova che fu fissato il termine per 1'esame da darsi, eccezione fatta per il Dr. Amadeo Mattioni, al quale 1'estradazione potrž, seguire seuz' altro.

    ff. di Segretario : 1. Dovoljuje se na ime podpore Ivanu pl. Pallichu 150 gld. iu izšolanim vseučiliščnikom Josipu Trevisan, Karolu Snider, Arturju Cecovich, Karolu Bisiach in Amadeju dr. Mattioni vsakemu po 60 gold.

    2. Pooblašča se deželni odbor, da izplača od dovoljenih 150 gld. Ivanu pl. Pallichu koj 100 gld., ostalih 50 gld. pa in po 60 gld. drugim imenovanim visokošolcem še le tedaj, kadar dokažejo, da se jim je odločil rok za namenjeni izpit; v tem je izvzet samo Mattioni, kateremu naj se izplača podpora brez druzega.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato delle peti-

    zioni? Non 6 il caso. Metto ai voti la proposta stessa. I Signori che si associano alla medesima sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L' onorevole Venuti a pregato di riferire sulla domanda di Claudio Moretti.

    Venuti: (GN. 5987195) Claudio Moretti da Cormons aveva prodotto al N. 5612/94 una istanza tendente ad ottenere dali' Eccelsa Dieta un sussidio per continuare gli studi al Museo tecno-logico di Vienna.

    Questa istanza, in seguito ali' avvenuto scioglimento della Dieta, non pota venir presa in considerazione ed il petente chiede ora che si abbia riguardo alla stessa.

    Avendo pera il peteute nei frattempo abbandonalo gli studi e trovandosi egli ora a Gorizia, impiegato anche quale docente presso questa scuola professionale di perfezionamento, la cou-cessione di un sussidio per il titolo da lui esposto appare giustificata soltanto nei caso, che egli si restituisca a Vienna e contiuui gli studi iuterrotti. II Comitato delle petizioni perci5 propone, che a quest' Eccelsa Dieta piaccia deliberare :

    A Claudio Moretti si accorda un sussidio di fior. 100 da pagarsi dalla Giunta provinciale verso produzioue della prova deli'avvenuta regolare iscrizione del petente alla scuola addetta ali* i. r. Museo tecnologico in Vienna.

    ff. di Segretario: Klavdiju Moretti se dovoli 100 gl. podpore, katero izplača dež. odbor, kadar se mu poda dokaz, da je prosivec reduo vpisan v obrtnijsko šolo na c. k. tehnologičuem muzeju na Dunaj i.

    Capitano: Non viene chiesta la parola per combattere quest'argomento ? Non essendo il caso, lo metto ai voti. I Signori che approvano la proposta testa preletta, sodo pregati di rimaner seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Prego lo stesso relatore di riferire sulla domanda degli intagliatori Angelo Miniussi e A-medeo Mucehiut.

    Venuti: (GN. 727/96) Eccelsa Dieta, Miniussi Angelo da Pieris (N. 5016;, Mucchiut Ame-deo da Romans (N. 5989) ,ambidue intagliatori e gižt allievi della scuola di Mariano, chiedono un sussidio or.de poter provvedersi degli istrumenti necessari ali' appresa professione.

    Visto il profitto ricavato dalla frequentazione della scuola e la loro condizione di nullate-nenti, considerato che uu sussidio per il titolo esposto a pienamente giustificato, tendendo il mede-simo a mettere i petenti in condizione di poter guadagnarsi di che vivere onestamente col proprio lavoro; osservato inoltre che la professione deli'intagliatore merita speciale iucoraggiamento vi sta la penuria di simili profession:sti nella Provincia, il Comitato delle petizioni ha 1'onore di proporre che questa Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    Agli intagliatori Miniussi Angelo e Mucchiut Amedeo viene accordato uu sussidio di f. 40 — per cadauno — autorizzata la Giunta di effettuarne 1' estradazione colle debite forinalita.

    ff. di Segretario: Rezlarjema Miniussi Angelu in Mucchiut Amedeu se dovoljuje vsakemu 40 gl. podpore, katero naj deželni odbor izplača po navadnem načinu.

    Capitano: Ritengo che nessuno dei Signori voglia discutere questa proposta. In questo caso la metto ai voti. I Signori che la approvano sono pregati di rimaner fermi sui loro seggi. (nessuno si aha) E' accolta.

    Prego ora lo stesso relatore a voler riferire sulle domande degli allievi di belle arti Cos-sar, Justulin, Marega e Camaur. 24

    Venuti: (GN. 736/96) Eccelsa Dieta, Gi& altre volte quest'Eccelsa Dieta riconobbe la ne-cessitž, d' incoraggiare con sussidi i giovani desiderosi di dedicarsi al calto delle arti belle, culto purtroppo finora negletto nella nostra provincia, che se vanta nelle scienzo.piu di un eletto ingegno, difetta quasi assolutamente di artisti.

    L' occasione di dimostrare questa nobile tendenza si presen ta anche in questa sessione, essendosi presentati parecchi giovani colla preghiera per un sussidio, e precisamente :

    Giovanni Cossar di Gorizia, che con grande profltto frequenta gu\ il III corso di pittura

    nella reale accademia di Milauo;

    Giusto Justulin da Cavenzano, che studib per tre anni pittura alla scuola triestina di di-segno e professionale ottenendo tre diplomi di medaglia d' argento, e dipiuse il battistero della Chiesa di Campolongo, noncliž la Chiesa di S. Vito al Torre; ed ora vorrebbe recarsi presso qualche accademia onde perfezionarsi;

    Marega Carlo di Lucinico, intagliatore, allievo della Scuola di Mariano e poi impiegato iu vari studi d'iutagliatori a Vienna, desideroso di frequeutare quell'accademia di belle arti;

    Camaur Antonio di Cormons, allievo del II corso deli' accademia di belle arti a Vienna. A tutti questi petenti, il Comitato delle petizioui, era d'avviso che siasi da accordare un sussidio, anche in vista delle poco floride condizioni economiche delle loro famiglie. Ha perci6 1' onore di proporre che aH' eccelsa Dieta piaccia deliberare:

    I. agli študenti di belle arti Cossar Giovanni, Justulin Giusto, Marega Carlo e Camaur Antonio viene concesso un sussidio di f. 100 per cadauno.

    II. rimane autorizzata la Giunta di effettuarne 1' estradazione colle consuete formaliti e cautele. fF. di Segretario : Dijakom obrazilnih umetnosti Ivanu Cossar, Juštu Justulin, Karolu Marega in Antonu Kamaur, dovoljuje se vsakemu po 100 gl. podpore.

    II. Naročeno je deželnemu odboru, da izplača te podpore z uavadno previdnostjo.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta ? Non č il caso. La metto ai voti. I Signori che si associano alla medesiina sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Segue il rapporto sulla domanda degli allievi delle scuole industriali di Mariano e Fogliano. Venuti: (GN. 739/96) Eccelsa Dieta! Col tramite delle rispettive Direzioni e vivamente raccomandati da queste, iniplorarono un sussidio dalla nota liberalitu, di quest' Ecc. Dieta gli scolari:

    a) della scuola industriale di Mariano (N. 5989)

    Fornasarig G, Battista da Romans. — Martinelli Antonio da Monfalcone. — Visintin Gio-vauni da Mariano. — Visintin Augusto da Corona. — Silvestri Luigi da Mariano/ — Delmestri Francesco da Staranzano. — Blasig Ermenegildo da Ronchi. — Zorzin Luigi da Ronchi. — Zanetti Luigi da Mariano. — Tinuuin Augusto da Cormons.

    1) della scuola industriale di perfezionamento in Fogliano (N. 4997):

    Štefani Enrico da Fogliano. — Cauzer Antonio da Fogliano. — Goriup G. Battista di Ajello. — Furlan Luigi da Fogliano. — Budai Nicol6 da Fogliano. — Vittorio Baschi.

    Valutato i! soddisfacente progresso dei petenti attestato dalle direzioni dei due istituti scolastici; prese in considerazione le condizioni affatto miserabili in cui versano le famiglie di questi allievi; vista 1'utilitž, pratica dei due istituti e la convenienza di incoraggiare gli allievi che li frequentano, il Comitato delle petizioui ha 1'onore di proporre che 1'Ecc. Dieta voglia deliberare:

    I. Ai g iti nomiuati allievi delle scuole industriali di Mariauo ed industriale di perfezionameuto e di panierai in Fogliano si accorda un sussidio di flor. 30 per cadauno, da prelevarsi dalla rubrica XIII sussidi.

    II. E' antorizzata la Giunta provinciale di effettuarne 1' estradazione colle consuete forinalita e cautele.

    ff. di Segretario: I. Imenovanim 10 učencem obrtnijske šole v Marjanu in 6 učencem ko-šarske šole v Foljauu dovoljuje se vsakemu po 30 gld. podpore iz rubr. XIII. za izredne podpore.

    II. Pooblašča se dež. odbor, da izplača te podpore z navadno previdnostjo.

    Capitano : Se nessuuo dei Signori domanda la parola per discutere su questa proposta, čredo di poterla mettere ai voti. I Signori che approvauo la proposta come fu testa preletta, di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    Prego di riferire sulle altre domande di študenti universitari.

    Lapanja: (GN. 827/96) Visoki zbor! Peticijskemu odseku došle so mej drugimi tudi naslednje prošnje za podporo v pretresovanje ;

    Štev. 3713/95 Vincenc Batič, zidarski pomočnik v Šempasu — štev. 4389 Auton Ko-mavec, učenec v Marjanu — Štev. 4622 Avgust Gaspari, kulturni tehnik na Dunaji — Štev. 4632 France Prezelj, pravnik v Gradcu — Štev. 4697 Auton Žigou, drd. medicine v Gradcu — Štev. 4711 Ivan Kranjec, naravoslovec na Dunaju — Štev. 4729 Ferdinand Terkuč, pravnik v Gradcu — Stev. 4730 Feliks Bizail, drd. prava v Gorici — Štev. 4732 Nikolaj Dominko, pravnik na Dunaju

    — Štev. 4 733 Štefan Pregelj, pravnik na Dunaju — Štev. 4742 Henrik Hrovatin, tehnik v Gradcu

    — Štev. 4757 Josip Pa ga nel j, pravnik v Gradcu — Štev. 4858 Ernst Lavreučič, tehnik na Dunaju

    — Štev. 4771 Rudolf Gruntar, pravnik na Dunaju — Štev. 5193 Janez Stres, učenec košarske šole na Dunaju — Štev. 5406 France Dominko, pravnik na Dunaju — Štev. 5828 Anton Štrekelj, učenec v Klosterneuburgu — pod Štev. 5989 Aut. Perinčič in Josip Čopi, učenca v Marjanu — Štev. 35/36 Mihael Munih, kand. filos. v Gradcu — Štev. 49 Milton Klavžar, dijak na kmet. šoli v Liebwerd-Tetschen-u — Stev. 233 Ivan Trost, dijak v Klosterneuburgu — Štev. 529 Božidar Vidmar, učenec podkovske šole v Ljubljani — Štev. 633 Klemens Purger, akademik na Dunaju.

    Ker so prosilci s spričevali dokazali, da so vredni, a po okoliščinah v različni meri potrebni, predlaga podpisani odsek :

    Visoki zbor naj sklene :

    1. Dovoljuje se podpora, a) v znesku 150 gld. Mihajlu Munih in Janezu Stres ; //) v znesku 100 gld., Avgustu Gaspari, Franju Prezelj, Ivanu Kranjec, Ferdinandu Terkuč, Nikolaju Dominko, Štefanu Pregelj, Henriku Hrovatin, Ernestu Lavrenčič, Rodolfu Gruntar, Francetu Dominko, Antonu Štrekelj, Ivanu Trost in Miltonu Klavžar za šolnino, v znesku 100 gold , tudi Josipu Faganelju, kedar se skaže s spričevalom državnega izpita ; c) v zuesku 60 gl. Feliksu Bizajl in Antonu Žigon, v enakem znesku tudi Vinceucu Batič, kedar nastopi poduk na c. kr. obrtni šoli v Gradcu; (?) v znesku 50 gld. Janezu Vidmar; e) v znesku 30 gld. učencem obrtne šole v Marjanu: Anton Komavec, Josip Čopi in Anton Perinčič.

    2. Na prošnjo Klemensa Purger, rodom iz Celovca, se preide na dnevni red.

    iT. di Segretario : L' Eccelsa Dieta voglia deliberare :

    1. Si accordano sussidi a fi. 150 a) a Michele Munich e Giovanni Stres ; b) a fi. 100 ad Augusto Gaspari, Francesco Prezelj, Giovanni Kranjec, Ferdinando Terkuč, Nicolo Domiuko,

    Stefano Pregelj, Enrico Hrovatin, Ernesto Lavrenčič, Rodolfo Gruntar, Francesco Dominco, Antonio Strekelj, Giovanui Trost e Milton Klavžar; poi a fi. 100 ancora a Giuseppe Faganel, quando avra dimostrato di aver dato 1' esaine di Stato ; c) a fi. 60 ai dottorandi Felice Bizajl ed Antonio Žigon, nonchš a Vincenzo Batič quando sarft i seri t to aH' i. r. scuola industriale a Graz ; d) a fi. 50 a Giovanui Vidmar; e) a fi. 30 agli scolari della scuola industriale di Mariano Antonio Komavec, Giuseppe Čopi ed Antonio Perinčič.

    2. Sull' istanza di Clemente Purger, nativo di Klagenfurt, si passa all'ordiue del giorno.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su queste proposte ? Non 6 il caso. Le metto ai voti. I Signori che le approvano nei loro complesso come furono ora prelette sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si alza) Sono accolte.

    Prego 1' onorevole Abram di riferire sulla domanda di sussidi ai comuni e comitati stradali per diverse strade e opere pubbliche.

    Abram : (ON. 847/96) Visoki deželni zbor! V imenu petijcijskega odseka čast je meni poročati visokemu deželnemu zboru o prošnjah za podpore za cestne potrebščine, ki so dosle iz slovenskega dela dežele.

    Tb le so : Štev. 5160/95 prošnja cestnega odbora Komenskega — Št. 5649/95 prošnja cestnega odbora Ajdovskega — Št. 5913/95 prošnja cestnega odbora Bovškega — Štev. 9/96 prošnja cestnega odbora Cerkljanskega — Štev. 90/96 prošnja cestnega odbora Kanalskega — Štev. 127/96 prošnja cestnega odbora Goriškega — Št. 128 in 129/96 prošnja cestnega odbora Sežanskega — Štev. 183/96 prošnja cestnega odbora Tominskega — Štev. 5629/95 prošnja odseka za gradenje Braniške ceste — Štev. 6019/95 prošnja občine Šebreljske — Št. 5758/95 prošnja občin Krasno in Višnjevik — Štev. 6015/95 prošnja županstva Kožbanskega — Stev. 135/96 prošnja Martina Kobaj in tovarišev iz Belega za neki most cež potok Bevšček — Štev. 164/96 prošnja obcinarjev Zapotoških — Štev. 471/96 prošnja zadruge za brambena dela ob Soči v Podgori — Št. 575/96 prošnja županstva Mirenskega za podporo za most čez Vipavo — Št. 699/96 prošnja občiue Gorjanske in sosednjih za podporo za prenarejenje neke obč. ceste.

    Po nadrobnem pregledovanju navedenih prošenj prepričal se je poročujoči odsek, da cestni odbori so sploh dokazali, da imajo važna in potrebna dela izvršiti na skladovnih cestah, bodisi za gradenje novih črt in umetnih del na obstoječih cestah, bodisi za prenarejanje poslednih, iu da so tedaj prošnje za podpore vsekakor opravičene, izvsemši one cestnega odbora Cerkljanskega, kateri ima sedaj vsled podržavljenja Iderske ceste, le malo skladovnih cest vždrževati, in kateri porablja blizo polovico svojih dohodkov za podpore za občinske poti.

    Prošnja cestnega odbora Kanalskega št. 90/96 se je tukaj izključila, ker se bode rešila skupno z dotičnim predlogom poslanca Gregorčič-a.

    Kar zadeva ostale prošnje, katere zaprosijo podpor zi občinske ceste, je sicer res, da se iz dež. zaloga navadno ne podpirajo ceste te vrste; pri vsem tem pa se je podpisani odsek odločil za to, da se v pomislek jemljajo poslednje:

    a) ona občiue Šebreljske, ki prosi za podporo za gradenje potrebnega jeza pri mostu čez Idrijco v Stopniku, za katerega je bil vis. dež. zbor svoječasno dovolil podporo 200 gld.

    b) prošnja občine Višnjevik in Krasno za cesto proti Verhovlju, ki se vže izdeluje in katero zarad njena velike važnosti in silne potrebe podpira tudi cestni odbor Goriški;

    c) prošnja županstva Kožbanskega za cesto prek potoka Kožbanščeka, ki je neobhodno

    potrebna, da se ustanovi zveza te popolnem odstranjene in zelo zanamarjene občine s6 skladovno cesto in ker kljubu temu, da omenjena občina vže več let zaporedoma doprinaša 50 °/0 doklado k izravnim davkom za založbo stroškov za gradenje te ceste, ji vender ne bo mogoče se svojimi lastnimi sredstvi in brez izvanredne podpore ceste dovršiti, ker so omenjeni stroški prevdarjeni na 28.111 gld. Nasprotno pa ne more peticijski odsek za sedaj v pomislek vzeti prošnje občinarjev iz Zapotoka, ker niso še izdelani dotični načrti in proračuni ter še niso znani niti le površno potrebni stroški.

    Kar se pa tiče prošnje Martina Kobaj-a in tovarišev za podporo za zidanje mosta na potoku Bovščeku, potem prošnje županstva Mirenskega za gradenje neke brvi črez reko Vipavo in one županstev Gorjanskega, Vojščiškega in drugih za predelovanje ene obč. poti, zapopadajo vse te prošnje taka dela, za katere imajo občine pravico v zmislu § 15. cestne postave zaprositi pomoči pri dotičnih cestnih odborih.

    Prošnje zadruge za obrambo bregov ob Soči v Podgori ne more peticijski odsek priporočati, gledč na to, da zadevajoči načrti niso še konečno potrjeni in se delo najbtže ne bode vže v teku tega leta zapri čelo.

    Še je treba naposled opomniti, da je vis. c. k. namestništvo v zadevi gradenja nove ceste v Braniški dolini z dopisom 22. januarja 1896 št 1456 naznanilo dež. odboru, da na podlagi pre-gledovanega in deloma popravljenega načrta bo treba še 23.000 gold. za to delo dokončati ; da visoka vlada je namenjena podeliti v letih 1897 in 1898 podpore 14.000 gold. za to cesto, da vdeležne občine bojo doprinaša le v denaru in v delu 4.400 gold., ter zahtevalo, naj bi dež. zalog sprejel primanjkljej 4600 gld., kateri bi se lahko razdelil in izplačeval v treh naposlednjih letih, namreč leta 1896-1898.

    Peticijski odsek sprejme blagohotno podporo vis. vlade ter odločuje v ta namen za tekoče leto na račun zneska 4600 gld. prvo odplačilo se 2400 gld., pridržuj^ si preskrbeti za ostali znesek 2200 v letih 1897 in 1898.

    V preteklem letu niso bile iz znanih vzrokov podeljene nikake podpore za cestne potrebe. Ozir jeniaje na to okoliščino, in da bi se prosivci vsaj nekoliko odškodovali za dotično izgubo, ko je sami niso zakrivili, je peticijski odsek bil tega mnenja, da naj se izvanredno za tekoče leto povikša, svota, 10.000, ustanovljena v prevdarku deželnega zaloga za cestne podpore na 15.000 gl., od katerih bi se imelo razdeliti med gori navedene prosilce 10.000.

    Opiraje se na vse to, vsoja si podpisani peticijski odsek predlagati, naj vis. dež. zbor blagovoli skleniti :

    I. Dovoljene so za cestne potrebe sledeče podpore :

    a) št. 5160/95 cestnemu odboru Komenskemu gl. 1.300:—

    b) št. 5040/85 cestnemu odboru Ajdovskemu ..... B 1.000:—

    c) št. 5913/94 cestnemu odboru Bovškemu ..... „ 400;—

    d) 9/96 št. 6019/95 cestnemu odboru Cerkljanskemu „ 200:— s pogojem, da mora ta znesek nakloniti občini Šebreljski kot podporo za

    zidanje jeza pri mostu v Stopniku.

    e) št. 127/96 iu 5758/95 cestnemu odboru Goriškemu . 1.600: — iz katerega zneska mora pa odkazati občinama Višujevik in Krasno za cesto

    proti Verhovlju podporo 400 gld.

    f) št. 128 in 129/96 cestnemu odboru Sežanskemu gl. 1.300: —

    g) št. 183/96 cestnemu odboru Tominskemu.......1.200:—

    h) št. 5629/95 odseku za gradenje Braniške ceste prvo odplačilo

    n a račun podpore 4600 gld. za leto 1896 ......„ 2.400:—

    i) št. 6015/95 Žup. Kožbanskemu za cesto ob potoku Kožbanščeku . „ 600: —

    gl. 10.000:—

    II. O prošnjah Martina Kobaj-a in tovarišev (št. 135/96) občinarjev Zapotoških (št. 164/96), županstva Mirenskega (št. 575/96) občine Gorjanskega iu drugih fšt. 699/96) in zadruge za obvarovanje bregov ob Soči v Podgori (št. 471/96) prestopi se na dnevni red.

    II Cumitato delle petizioni si permette di proporre, che P Ecc. Dieta voglia deliberare :

    I. Vengono accordate le seguenti sovvenzioni per bisogni stradali:

    а) N.r 5160/95 al Comitato stradale di Komen f. 1.300: —

    б) N.r 5649/95 al Comitato stradale di Aidussina „ 1.000: —

    c) Kr. 5913/95 al Comitato stradale di Plez . . . . „ 400.—

    d) Nr. 9/96 e 6019 al Comitato stradale di Circhina „ 200: — colla condizione che dovra devolvere quest' importo al comune di Šebrelje

    quale sussidio per la costruzione deli' arginatura presso il ponte di Stopnik ;

    e) Nr. 127/96 e Nr. 5758/95 al Comitato stradale di Gorizia . . „ 1.600:— coll' obbligo di accordare da questa somma un sussidio di fi. 400 ai comuni

    di Višnjevik e Krasno per la strada com. in costruzione verso Verhovlje.

    f) Nr. 128 e 129/96 al Comitato stradale di Sesana . . . „ 1.300:—

    g) Nr. 183/96 al Comitato stradale di Tolmino . 1.200:—

    h) Nr. 5629/95 al Comitato per la costruzione della strada nella valle

    della Branjica ............ n 2.400: —

    quale prima rata della sovvenzioue di fi. 4.600 per 1'anno 1896.

    i) Nr. 6015/95 alla podesteria di Kožbana per la strada lungo il

    torrente Kozbanšček ........... „ 600:—

    f. 10.000:—

    II. Sulle petizioni di Martino Kobaj e consorti (Nr. 135/96), dei comunisti di Zapotok (Nr. 164/96), della podesteria di Merria (575/96), del comune di Gorjansko ed altri (Nr. 699/96) e del Consorzio per la difesa della sponda dell'Isonzo in Podgora (Nr. 471/96) si passa aH'ordine del giorno.

    Capitano : Mi permetto domaudare, se viene chiesta la parola sulle proposte testb fatte. (no) Non essendo il caso le metto ai voti cumulativamente. Prego i Signori che le approvano come furono ora lette, di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) Sono accolte.

    Passiamo ora alla domanda del Comitato stradale di Monfalcone. L' on. Michielli b pre-gato d i riferire.

    Michielli: (GN. 6000/95) Eccelsa Dieta, 11 Comitato stradale di Moufalcome con sua i-stanza del 30 dicembre 1895 N. 6000 chiede un sussidio.

    I motivi addotti per giustificare questa sua domanda sono basati sulla necessitit dei riatti

    della nuova strada regiouale, che dal quadrivio presso la stazioue ferroviaria friulana di Rouchi, transita Villaraspa e va fino alle čase di Bestrigna.

    La spesa necessaria per la riattazione, c orne dali' unito fabbisogno, viene calcolata in f. 2730/54, e per questa spesa il Comitato stradale di Monfalcone chiede un sussidio di f. 1200.—

    II Comitato delle petizioni trova giustificata questa dornanda, ed ha percib 1'onore di pro-porre, voglia quest' Eacelsa Dieta deliberare:

    Viene accordato al Comitato stradale di Monfalcone, iu evasioue alla sua istanza del 30 dicembre 1895 N. 6000 il chiesto sussidio di f. 1200, incaricata la Giuuta provinciale di assegnare tale importo, tosto che la legge provinciale che dichiara regiouale la strada Ronchi-Villaraspa-Bestri-gna avril ottenuto la Sovrana sanzione.

    fF. di Segretario: Vsled prošnje vi. 30 decembra 1895 N. 6000 dovoljuje se cestnemu odboru tržiškemu 1200 gl. podpore, naročevaje deželnemu odboru, da nakaže to vsoto, kakor hitro zadobi načrt zakona zastran razredbe ceste Ronchi-Villaraspa-Bestrinja cesarsko potrdbo.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere questa proposta del Comitato delle petizioni? Non esseudo il caso la metto ai voti. I Signori che si uniscono alla medesima sono pregati di ri-maner seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Lo stesso relatore b pregato di riferire sulla dornanda del Comitato stradale di Cervignano.

    Michielli: (GN. 398/96) Eccelsa Dieta, II Comitato stradale di Cervignano con sua istanza del 16 gennaio 1896 N. 398 chiede un sussidio pei riatti straordinari al paese di Perteole e S. Vito e a parecchie strade della regione.

    II distretto di Cervignano fu bersagliato dalla grandine e dalla siccitfi, e la possidenza non si trova in caso di poter sopportare un aumento di addizionali occorrenti per sopperire ai bisogni.

    Vista la necessitž. dei lavori da farsi, reclamati realmente dali' igiene, il Comitato dello petizioni ha 1' onore di proporre, voglia quest' Eccelsa Diet.i deliberare :

    Viene assegnato al Comitato stradale di Cervignano un sussidio di f. 2800, coll' obbligo di elargirne una meta al Comune di Perteole onde eseguisca i lavori necessari per il risanamento del paese.

    fF. di Segretario : Cestnem odboru cervinjanskemu se nakazuje 2800 gl. podpore s tem, da izplača polovico te vsote občini Perteole v namen, da izvrši v zdravstvenem oziru potrebna dela.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su quest' argomento ? Non b il caso. Io metto ai voti la proposta. I Signori che approvano la medesima sono pregati di rimaner seduti. (nes suno si muove) E1 accolta.

    Segue il rapporto sulla domauda del Comune di Romans.

    Michielli: (GN. 5930/95) Eccelsa Dieta, II Comune di Romans con sua istanza del 28 dicembre 1895 N. 5930 chiede un sussidio per riattare degli argini.

    Tutti conoscono la cattiva ubicazione del paese di Romans, ed a tutti š noto come i tor-renti Judri, Versata e Pascut lo minaccino continuamente ad ogni brentana.

    Guai se un argine cede! Si rinnovauo subito le inondazioni, e il paese, come accadde nel-1' anno 1896, viene devastato con gravissimo pericolo delle persone, degli animali e del caseggiato.

    Perb in massima questo sussidio non sarebbe giustificato, perchb gl' interessati dovrebbero prima unirsi in consorzio e provvedere ai bisogni in base alla legge sulle acque.

    Vista perb 1' urgenza del riatto, per il pericolo prossimo causa le piene primaverili; visto

    che la formazione del Consorzio richiederebbe rnolto tempo, e che intanto potrebbe accadere una di-sgrazia, che si potrft evitare coll' assegnare subito un sussidio, il Comitato delle petizioni ha 1'onore di proporre, voglia quest'Eccelsa Dieta deliberare:

    Viene accordato al Comune di Romans un sussidio di f. 1000 per il riatto degli argini dei torrenti Judri, Versata e Pascut, avvertendolo per6 che d' ora inuanzi sara necessario che gl' in-teressati si uuiscano in consorzio come prescritto dalla legge sulle acque.

    fF. di Segretario : Občiui Romansu se odkazuje 1000 gld. podpore za popravo jezov ob potokih Idriji, Versata in Pascut z opomnjo pa, da se bodo morali deležuiki odsihmal zediuiti v družbo, kakor to zahteva zakon o vodah.

    Capitano: Nessuno dei Signori domanda la parola per discutere questa proposta ? Non & il caso. La metto ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' approvata.

    Prego 1' onorevole Tuma di preleggere la proposta sulla domanda della vedova Francesca

    Volarig.

    Tuma: (GN. 634/96) Frančiška Volarič, učiteljeva udova prosi z vlogo od 28. januvarja 1896 št. 634, naj se ji da enkratna podpora za izdanje za tisk prirejenih muzikalij pokojnega soproga Andreja, znanega slovenskega skladatelja.

    S pravilnimi prilogami dokazuje, da ima štiri nedorasle otroke od 1 do 10 let starosti in da ji je deželni šolski svet odkazal letne pokojnine gl. 163:50 in gl. 20 41 odgojnine; tedaj skupaj letnega dohodka gl. 183:91. Da se s takim dohodkom ne more preživljati družina peterih ljudi, je jasno in ne potrebuje razlaganja. Vdova upa najti več večjih dohodkov v izdajanji in razprodajanji skladb, katere je rajni nje mož pripravljal za tisek, a vsled prerane smrti ni do tega dospel.

    Skladbe Andreja Volariča so res med slovenskim občinstvom splošno priljubljene taki), da nada udove Volaričeve ni neutemeljena.

    Ker bi bilo z enkratno podpornino prositeljici pomagano in v ugodnem slučaji za več let, vsoja si peticijski odsek predlagati:

    Visoki deželni zbor naj sklene :

    Frančiški vdovi Volarič dovoljuje se enkratna podpora iz deželnega zaloga v znesku gld. 100 ter nalaga deželnemu odboru, da odkaže plačilo iz dotičnega podpornega zaloga.

    fF. di Segretario: II Comitato delle petizioni propone, che 1'Ecc. Dieta voglia deliberare:

    Alla vedova Francesca Volarič 6 accordato una volta tanto il sussidio di f. 100, incaricata la Giunta di erogarlo dal fondo provinciale, rubrica sussidi straordinari.

    Capitano: Se nessuno dei Signori chiede la parola per discutere questa proposta, čredo di poterla mettere ai voti. (nessuno) I Signori che 1' approvano sono pregati di restar seduti. (nessuno si aha) E' accolta. L' onorevole Michielli d pregato di riferire sulla domanda della vedova Giuseppa Radizza.

    Michielli: (GN. 5945/95) Eccelsa Dieta, Con istanza pres. in data 28 Dicembre 1895 N. 5945 la vedova del fu maestro Bortolomeo Radizza, senza alcun diritto a pensione, chiede un pic-colo sussidio.

    Dai certificati rilasciati dal Muuicipio di Gorizia e dali'ufticio parrocchiale di S. Vito e .Modesto si rileva che la petente 6 veramente povera. Di piu in quest' anno ha da parecchio tempo

    ammalato il figlio maggiore, ed il medico curante dichiara che non potrjt occuparsi per tutta la cor-rente stagione.

    Non essendosi quindi mutate le di lei condizioni, ed auzi aggravate, e sussistendo gli stessi motivi, che indussero quest' Ecc. Assemblea ad assegnarle un teuue sussidio nei decorsi anni, il Comitato referente propone, voglia quest'Eccelsa Dieta deliberare:

    Viene anche pel correute anno 1896 accordato alla petente Giuseppa Radizza un sussidio di fiorini 40. «

    ff. di Segretario: Peticijski odsek predlaga, vis. dež. zbor naj blagovoli skleniti:

    Vdovi Radizza Jožefi dovoljuje se tudi za leto 1895 — 40 gl. podpore.

    Capitano: Viene chiesta la parola per diseutere su questa proposta? Non b il caso. La metto ai voti. I Signori che si associano alla medesima, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L' onorevole Tuma d prega to di riferire sulla domanda di Caterina Vuga.

    Tuma: (GN. 79/96) Visoki zbor! Kakor prejšnja leta prosi Katarina Vuga, soproga nekdanjega sluge deželnega odbora z.i podporo nje otrokom.

    Družinske razmere se tekom leta 1895 niso premenile ter ima prositeljica preskrbovati še vedno pet nedoletnih otrok.

    Odnašajoč se na dobrohotne sklepe prejšnjih zasedanj, si peticijski odsek dovoljuje predlagati:

    Visoki deželni zbor naj sklene :

    Podeljuje se za leto 1896 Katarini Vuga za vzdrževanje peterih maloletnih otrok zadnjič podpora v znesku gl. 50 ter nalaga deželnemu odboru, da odkaže podeljeno podporo iz dotičnega zaloga. —

    ff. di Segretario: Si accorda a Caterina Vuga per l1 anno 1896 1'ultimo sussidio di fior. 50 pel mautenimeuto di cinque figli miuorenni, iucaricata la Giunta di sborsaie 1' accordato sussidio dal rispettivo fondo.

    Capitano: Viene chiesta la parola per diseutere questa proposta? Non b il caso. La metto ai voti. 1 Signori che approvano la medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L'onor. Michielli voglia riferire sulla domanda deli'ex milite Giuseppe Petean.

    Michielli: (GN. 550/96) Eccelsa Dieta! Giuseppe Petean, miiitare invalide, di Romaus, con sua istauza N 550 presentata li 23 gennaio 1896 chiede un sussidio.

    11 petente b coniadino, privo affatto di mezzi di fortuna, e col lavoro giomaliero deve pen-sare oltre al proprio sbstentamento anche a quello di sua moglie e di due figlie ancora minorenni. Nell'avauzata eta di 73 anni, e di piu sofferente per la ferita riportata nella guerra del 1848-49, non pub col suo solo lavoro sopperire ai bisogni della famiglia.

    I certificati rilasciatigli tanto dalla podesteria come dal medico del luogo fanno fede della veritii del suesposto.

    II Comitato delle petizioni, valutando le cose sopraddette, ritiene il petente meritevole del chiesto sussidio e quiudi propone che quest'Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    Si cede 1' atto di Petean Giuseppe alla Giunta coll' incarico di ottenere al medesimo uu sussidio dal fondo militi ferili.

    ff. di Segretario : Prošnja Josipa Peteana se izročuje deželnemu odboru s naročilom, da mu podeli podporo iz zaloga za bolne in ranjene vojake.

    Capitano: Non viene chiesta la parola per combattere questa proposta? Non essendo il caso la metto ai voti. Prego i Signori che si associano alla medesirna di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accettata.

    Segue il rapporto sulla domanda di sussidio di Giovanni Leban per la stampa di un o-puscolo. L'onorevole Tuma d pregato di riferire.

    Tuma: (GN. 137/96) Visoki zbor! Vsak narod časti može, ki so se odlikovali nad drugimi v domovini. Andrej baron Čehoviu rodil se je v skromni Primorski vasici in povzdignil iz kmečkega rodu do časti in slave v službi obče naše domovine.

    Spominek hotel mu je postaviti nadučitelj Janko Leban s knjižico »Andreas Freiherr Čehoviu, ein Osterreichischer Held". Knjižica je lično tiskana in po vsebini iz gorenjega razloga vsega priporočila vredna.

    Cena je nekako visoka za skromen spisek 6u strani, tako se vidi namenjena le za odrasle, ali učence iz imovitejših družin.

    Ker je vsebina eminentno patrijotična in je izdaja na sebi predraga, usoja si peticijski odsek vendar predlagati:

    Visoki deželni zbor naj sklene:

    Odkazuje se za nakup dvajset iztisov knjižice „Andreas Freiherr von Čehovin, ein Osterreichischer Held von Johann Leban", iz deželnega zaloga svota dvajset kron ter nalaga deželnemu odboru, da ukrene potrebno, da knjižice nabavi in porazdeli primernim potom učilniin zavodom v deželi.

    ff. di Segretario: II Comitato delle petizioni propone che 1' Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    Si assegua peli' acquisto deli' opuscolo: „Audreas Freiherr von Čehovin, ein osterreichischer Held" di Giovauni Leban dal fondo provinciale 1' importo di venti corone, incaricata la Giunta di provvedere ali' acquisto ed alla distribuzioue del libro fra gli istituti d' istruzione in Provincia.

    Capitano: Se nessuuo dei Signori domanda la parola per discutere questa proposta, metto la stessa ai voti. (nessuno) I Signori che la approvano come fu testa preletta sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' approvata.

    L' on. Michielli & pregato di riferire sulla domanda della Societa „Asylverein" in Vienna.

    Michielli: (GN. 5949/95) Eccelsa Dieta, La Societa, „Asylverein der Wiener Universitat" nel rassegnare il proprio resocoato per 1' anno 1894-95 implora, con sua istanza del 28 dicembre 1895 N. 5949 da quest' Eccelsa Dieta uu sussidio allo scopo di poter estinguere i passivi di fiorini 13.000 che ancora gravitano sugli edifici di sua proprieta. Rilevasi dali'istanza che tutti i lo-cali furono ampliati e che ora 1' asilo puO ricoverare 147 študenti.

    Visto lo scopo umauitario di questa istituzioue; visto che ne approfittarono anche dei no-stri comprovinciali; visto infine che anche per lo passato quest'Eccelsa Dieta elargi un contributo a questo scopo, ho 1' onore di proporre a nome del Comitato delle petizioni, che quest' Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    Alla Societa „Asylverein der Wiener Universitat" si accorda per 1' anno 1896 un sussidio di fiorini 50.

    ff. di Segretario: Društvu „Asylverein<< na Dunajskem vsevčilišči se dovoljuje za leto 1896 podpora 50 gl.

    Capitano: Non viene chiesta la parola per discutere questa proposta? Non essendo il caso, la metlo ai voti. Prego i Signori che approvano la medesima di voler rimanere seduti. (inessuno si aha) E' accolta.

    Lo stesso relatore 6 pregato di riferire sulla domanda della SocieU per la tutela della viticoltura in Vienna.

    Michielli: (GN. 5570195) Eccelsa Dieta, La Societž, per la tutela della viticoltura in Vienna con istanza dd. 2 dicembre 1895 N. 5570 chiede un sussidio.

    L' attivitil dimostrata da codesta benemerita Societft nei decorso anuo, nei diffondere le norme pid pratiche per una razionale coltura della vite, il bisoguo da tutti seutito di avere dei dati pratici per poter atteuersi alle qualit&, migliori, le eseursioni promosse per visitare sopra luogo nuove piantagioni di viti americane nella Stiria, i corsi d' iunesto istituiti, e sopratutto la distribuzione fatta di oltre 40.000 barbatelle di viti americane selvagge, la rendono ben meritevole di un appoggio morale ed anche materiale.

    E' percič) che il Comitato referente si onora di proporre che quest' Eccelsa Dieta voglia deliberare :

    Viene accordato anche per 1'anno 1896 alla Societa, per la tutela della viticoltura in Vienna 1' importo di f. 60 a titolo di sussidio.

    ff. di Segretario: Društvu za varstvo avstrijske trtoreje na Dunaju se dovoljuje za leto 1896. 60 gld. podpore.

    Capitano: lo ritengo che anche qui non si voglia discutere, e metto la proposta ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Segue ora 1'ultimo rapporto del Comitato delle petizioni che š quello sulla domanda dei comuni di Opucchiasella, Savogna e S. Andrea riguardo alla barriera. L'on. Tuma e pregato di riferire.

    Tuma: (GN. 5919195) Visoki deželni zbor! Županstva v Opatjemselu, Sovodnjah in Štandrežu prosijo z vlogo de praes. dnč 27. decembra 1895 štev. 5919., da bi se mitnica na do-lanski okrajni cesti pri Sabličih odstranila.

    Po obstoječih zakonih in posebej §. 20 cestnega zakona ima politično deželno oblastvo dogovorno z deželnim odborom dovoljevati postavijenje mitnic na okrajnih, občinskih in zasebnih cestah in poteh.

    Dosledno spada tudi v delokrog imenovanih oblastev, reševati prošnje za odstranitev obstoječih mitnic.

    V obče bi bilo želeti, da bi se odstranile vse mitnice ne samo na cestah omenjenih vrst, ampak tudi na državnih cestah, ker so mitnice brez dvoma velika in silno nadležna ovira javnemu prometu.

    Kolikor je znano, je cestni odbor za goriško okolico sam uže spoznal in sklenil, da se ima mitnica na dolauski cesti odstraniti in je v ta namen uže naredil potrebne stopinje pri visokem c. kr. namestništvu v Trstu.

    Z ozirom na to vsoja si peticijski odsek predlagati, visoki deželni zbor naj blagovoli

    skleniti:

    Peticija županstev v Opatjemselu, Sovodnjah iu Štandrežu, vložena 27. decembra 1895 št. 5919, odstopa se deželnemu odboru, da jo reši dogovorno z vis. namestništvom.

    ff. di SegretariO : II Comitato delle petizioni propone, che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

    La petizione delle podesterie di Opacchiasella, Savogna e S. Audrea de pres. 27. dicembre 1895 Nr. 5919 si cede alla Giunta provinciale aftinchč la evada d'accordo colla Luogoteuenza.

    Capitano : Viene chiesta la parola riguardo a questa proposta ? Nou š il caso. La metto ai voti. I Signori che vogliono approvarla sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Seguono ora rapporti del Comitato legale. Prego 1' onor. Muha di voler leggere il rapporto dello stesso Comitato sulla domanda di Antonio Race e di Giuseppe Babič, fu podesti\ di Rodik per condono e restituzione di multe.

    filllha : (GN. 530/96) Visoki deželni zbor ! Anton Race iz Rodika, okrajno glavarstvo Sežana, županova! je v občini Rodik od 1. 1875 — 1. 1883 in je bil od slavnega deželnega odbora vsled nepravočasne položitve občinskih računov za dobo od 1880 do 1883 obložen z globo 70 gld., katera se je od njega iztirjala potom naredeb c. kr. okrajnega glavarstva v Sežani.

    Gledč na to, da je prej imenovani le toliko v pisavi zmožen, da svoje ime podpiše, in ker je občinske račune vsled tega vodil njegov tajnik Jožef Sam s a ;

    Gledči na to, da je njegov tajnik Jožef Samsa v zadnji dobi županovanja Racejevega, obolel in tudi umrl, da torej kot bolnik ni mogel vršiti rednega uradovanja in je bil morda tudi prepovršen ;

    Gledč na to, da župan Race ni mogel v svojej občini in v bližini najti drugega moža, ki bi mu bil mogel prevzeti občinsko uradovanje in da si je vsled tega moral najeti posebnega izvedenca iz Gorice, ki mu je občinske račune uredil ;

    Gledč na to, da so bili potem isti računi od občinskega starešinstva odobreni in od deželnega odbora potrjeni;

    Gledč na to, da je Anton Race oče družine broječe 10 živih otrok in da je najstarejši sin, ki bi moral biti glavna pomoč pri kmetovanji, pri vojakih;

    Glede na to, da ni nastala občini po gospodarstvu prosilca Antona Raceta nobena škoda, predlaga legalni odsek :

    Visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Pooblašča se deželni odbor, da povrne Antonu Racetu, bivšemu županu v Rodiku, vsled nepravočasne predložbe občinskih računov vplačeno globo v znesku 70 gld.

    fF. di SegretariO : Viene autorizzata la Giunta provinciale di restituire ad Antonio Race fu podestA di Rodik 1'importo di fiorini settauta, pagato a titolo di multa per non avere a tempo prodolto i suoi resoconti.

    Muha: (GN. 531/96) Visoki deželni zbor! Jožef Babič iz Rodika, okrajno glavarstvo Sežana, županoval je v občini Rodik od 1. 1883 — 1. 1891 in je bil od slavnega deželnega odbora vsled nepravočasne položitve občinskih računov obložen z globo 70 gl., katera se je od njega iztirjala potom naredeb c. kr. okrajnega glavarstva v Sežani.

    Gledd na to, da Jožef Babič ni vdobil od svojega prednika Antona Race nikakih občinskih računov, ker jih istemu umerli tajnik Jože Samsa ni bil v redu pustil ;

    Gledč na to, da so bili občinski računi od njegovega prednika še le čez dolgo od občinskega starešinstva odobreni iu od deželnega odbora potrjeni;

    (Jled6 na to, da je Jožef Babič storil svojo dolžnost, kakor hitro so bili občinski računi njegovega prednika urejeni, da je torej dokazano, da zamude v predložbi računov ni zakrivila nemarnost;

    Gledč na to, da je občinsko starešinstvo njegove račune odobrilo in jih je deželni odbor

    potrdil ;

    Gledč na to, da je Jožef Babič bil prisiljen prodati kravo, da je globo plačal in da je s tem zabredel v velike nepovoljnosti in v bedo ;

    Gledč slednjič na to, da ni po Babičevem gospodarstvu občina nič škodovaua, predlaga

    legalni odsek :

    Visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Prošnji Jožefa Babič, bivšega župana v Rodiku, vloženi dne 22/1 96 štev. 531, se ustreže ter se potom milosti odredi, da se mu povrne, vsled nepravočasne predložbe občinških računov zadana globa v znesku 70 gld.

    flf. di Segretario: Viene accolta 1'istanza di Giuseppe Babič fu podesta di Rodik de praes : 22/1 96 Nr 531, ed in via di grazia si concede, che al petente venga restituita la multa di fi. 70 cui 6 incorso per causa di ritardata produzione di resoconti comunali.

    Capitano : Se nessuno dei Signori domanda la parola per discutere queste due proposte del Comitato legale, le metto ai voti. ((nessuno parla) I Signori che sono d'accordo di accettarle sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si alza) Entrambe le proposte sono accolte. Prego lo stesso relatore di voler riferire a notne dello stesso Comitato sulla domanda del comune di Chiapovano

    riguardo a quella strada comunale.

    Kluha : ( jN. 5664/94) Visoki zbor! Županstvo Čepovan je dne 14/12 1894 pod štev. 5664 podalo prošnjo za uvrščenje občinske ceste v gorenjem Čepovanu med okrajne. Ta prošnja lani v deželnem zboru ni prišla v obravnavo.

    Županstvo je svojo prošnjo ponovilo de praes. 24/12 1895 štev. 5870, in dne 9/1 1896 štev. 170 je dodalo »Prevdarek stroškov" za preuravnavo ceste od cerkve čepovansie do konec občine, to je do katastralue meje slapske in obris ceste.

    Razni razlogi govore za to, da v deželni postavi z dne 24/11 1868 je bila cesta po vsi čepovanski dolini do tolminske meje izrečena in odločena za okrajno cesto ; djanski pa je cesta v gorenjem čepovanu ostala občinska cesta.

    Visoki zbor ! Vsi tisti razlogi, ki vsposobujejo cesto od Solkana do vasi Čepovan za okrajno, govore tudi za to, da cesta v gorenjem Čepovanu zahtevam uvrščeuja med okrajne povsem zadošča, Posebno je povdarjati, da cesta po čepovanski dolini služi v porabo prebivalcem unstran »Idrijce* na Tolminskem, Cerkljanskem, pa tudi na Kranjskem, ker je najkrajša iu čez gore tudi edina zveza mej državno cesto ob »Idrijci" in Gorico.

    Vendar danes pravni odsek imenovane ceste še ne more predlagati za uvrstitev med okrajne, ker se gledS formalnosti še ni storilo, kar zahteva cestni zakon z dne 21. maja 1894 štev. 13 drž. zak. v § 18, predlaga pa, visoki zbor skleni :

    Deželnemu odboru se naroča, da glede uvrstitve občinske ceste v gorenjem Čepovanu do okrajne meje dožeue, kar predpisuje §. 18. cestnega zakona, in da v prihodnji sesiji predloži deželnemu zboru primerni načrt zakona.

    ff. di Segretario : Viene incaricata la Giunta provinciale di esaurire le pratiche prescritto

    dal § 18 della nuova legge stradale relativamente aH'assunzione della strada comunale per Chiapovano superiore nel novero delle regionali e di produrre nella prossima sessione il rispettivo progetto di legge.

    Capitano : Se nessuno dei Signori domanda la parola su questa proposta, ritengo che posso metterla ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di rimanere seduti. [nessuno si muove) E' accolta.

    L' onor. Grča b pregato di riferire sulle rimostranze dei comunisti di Sampasso e Vittuglia contro la separazione del comune locale di Sampasso.

    Grča : (GN. 181/96) Visoki zbor ! Dne 9/1 1896 št. 181 došla sta deželnemu zboru dva ugovora zoper razdelitev županije Šempas v tri županije.

    V prvem ugovoru 68 občinarjev katastralne občine Šempas ugovarja razdelitvi županije ; v drugi pa 58 sosedov katastralne občine Vitovlje ugovarja razdelitvi in se branijo združenja z Osekom v novo županijo.

    Glede na to, da deželnemu zboru je došel le ugovor zoper razdelitev, ne pa tudi prošnja za razdelitev, pravni odsek ne more staviti konkretnih predlogov; — predlaga pa, visoki deželni zbor izvoli skleniti:

    Ugovora občinarjev katastralne občine Šempas in Vitovlje zoper razdelitev županije Šempas, došla 9/1 1896 št. 181, se odstopita deželnemu odboru, da uvažujb razloge ugovorov ob svojem času stavi primerne predloge.

    fF. di Segretario: Le due rimostranze dei comunisti di Sampasso e Vittuglia cont.ro la separazione del Comune locale di Sampasso de praes. 9/1 1896 Nr. 181, vengono cedute alla Giunta provinciale affinchb, con riguardo alle espostevi obbiezioni, rassegni a suo tempo analoghe proposte.

    Capitano: Viene chiesta la parola su quest' argomento? Non b il caso. Lo metto ai voti. I Signori che si associano alla proposta testb fatta a nome del Comitato legale sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Lo stesso relatore b pregato di riferire sull' istanza di Ferdinando Dr. Rojic e consorti per la separazione del Comune locale di Dornberg.

    Grča: (GN. 5748/95) Visoki zbor! Dnb 8. januvarja 1896. 1. pod št. 193 došel je deželnemu odboru dopis županstva Dornberg, s kterim podaja prošnjo Antona Furlani-ja, podžupana, in treh tovarišev, kteri na ime vseh davkoplačevalcev in občinarjev davčne občine Prvačina prosijo, da naj bi deželni zbor županijo Dornberg. obsezajoč davčni občini Dornberg in Prvačino, ločil v dve samostojni županiji.

    Prošnji je priložen „Izpisek vsih davkoplačevalcev davčne občine Prvačina8, ki kaže da v J. skupščini 16 davkoplačevalcev plačuje davka gl. 717.24

    v IL • . * 714.33

    v III. , 307 , , , , 711.16

    vkuP 394 „ gl. 2.142.73

    Priložen je tudi „Spis davkoplačevalcev katastralne občine Dornberg", ki dokazuje, da v tej davčni občini 518 davkoplačevalcev plačuje davka 3166 gl. 87 kr.

    Priloženi »Razglas" z dne 1. septembra 1894 in »Spričevalo" županstva Dornberg priča* da je bil gorenji »Izpisek" in »Razglas na davkoplačevalce Dornberg" postavno razglašen.

    Konečno »Zapisuik starašinstveue seje občine Dornberg dne 18. avgusta 1894" potrjuje, da se je starišinstvo izreklo, da ni proti zaprošeni ločitvi nič protivuega „le stroškov, koji bi mogoče temu sledili, ne prevzame nikakor.

    "Nasproti tej prošnji se je oglasilo 44 davkoplačevalcev davčne občine Prvačine, ki z vlogo dne 15. septembra 1894 na županstvo Dornberg protestujejo ,zoper priprave za ločitev občine Prva-čina od Doruberške županije." Z novo vlogo dne 21. decembra 1894 preklicuje se 33 podpisov na gorenjem protestu.

    Ker prošnja 1. 1895 v deželnem zboru ni prišla v obravnavo, so jo zastopniki Prvačine Aut. Furlani, Anton Kozum, J. Orel in Audrej Sinigoj v novič podali visokemu deželnemu zboru due 19. 12. 1895 št. 5748.

    Zraven navedene prošnje je deželnemu zboru dnb 26. julija 1895. št. 3571 dr. Ferdinand Rojic s tovariši podal prošnjo, da naj bi se oddelka Saksi d-Zalošče ločila od Dornberga in s Prvačino združila v novo politično občino Prvačino. ,

    Pravni odsek je vse navedene spise pregledal ter javlja visokemu zboru, da v vseh spisih ni našel nobenega stvarnega razloga za ločitev, pa tudi nobenega stvarnega razloga zoper ločitev Prvačine od Dornberga.

    Podžupan Anton Furlani s tremi tovariši prosi za ločitev, županstvo Dornberg ne ugovarja tej ločitvi, ali 44 davkoplačevalcev, od kterih poslej 33 preklicuje svoje podpise, protestira proti ločitvi Prvačine od Dornberga.

    Pravni odsek v podanih spisih vidi željo davkoplačevalcev davčne občine Prvačina, a pogreša dokaz potrebe ali vsaj koristi ločitve. Spisi tudi ne povedo, sti se li občini uže do dobrega zjedinili zastran razdelitve vkupnega premoženja in vkupnih bremen.

    Glede prošnje dr. Ferd. Rojica iu tovarišev je opomniti, da ne daje dokaza, da bi se bil oddelek Saksid-Zalošče z Dombergom dogovoril radi ločitve, glede združitve s Prvačino so se zastopniki Prvačine ugodno izrekli z vlogo od 3. februvarja 1896.

    Glede na to, da prošnji Antona Furlauija in dr. Ferdinanda Rojica ne dajate nikakoršnih dokazov potrebe in koristi naprošene ločitve ;

    glede na to, da Saksid-Zalošče ni samostojna katastralna občina, ampak je oddelek kata-

    stralne občine Dornberg ;

    glede n,t to, da pravni odsek iz podanih spisov ni mogel posneti dokazov, da bi mogla v-saka občina za se brez pomuožitve stroškov opravljati dolžnosti, ki za njo prihajajo od izročnega področja in da sti občini popolnoma edini zastran razdelitve vkupnega premoženja in vkupnih bremen;

    pa tudi glede na to, da Dornberg se ni protivno izrekel za odcepitev Prvačine, a glede Saksid-Zalošča županstvo Dornberg še ni bilo vprašano — pravni odsek predlaga, visoki deželni zbor izvoli skleniti:

    Prošnja podžupana Antona Furlani-ja in tovarišev iz Prvačine, predložena dne 8. januvarja, 1895. pod št. 193 iu ponovljena dne 19. decembra 1895 pod št. 5748 in prošnja dr. Ferdinanda Rojic-a in tovarišev iz Saksid-Zalošča za ločitev župauije Dornberg v dve županiji, namreč Dornberg in Prvačina, se odstopi deželnemu odboru v daljno pozvedovanje in morebitne predloge.

    fF. di Segretario : L' istanza del deputato comunale Antonio Furlani e consorti di Preba-cina de pres. 8 genuaio 1895 N. 193 e riprodotta li 19 dicembre 1895 al N. 5748, nouchb 1'istanza

    di Ferdinando Rojic e consorti di Suksid Zalošče per la separazione del Comune locale di Doruberg vengouo cedute alla Giunta provinciale per gli opportuni rilievi ed eventuali proposte.

    Capitano: Nessuno dei Signori chiede la parola per discutere questa proposta? Nou č il caso. La metto ai voti. I Signori che si associano alla medesima sono pregati di restare seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    Segue il rapporto del Comitato legale sulla domanda della podesteria di Bigliaua perche sia dichiarata regionale la strada Medana, Dobra per Fleana. L' onorevole Muh i. voglia riferire.

    Muha: (GN. 37/96) Visoki zbor! Z vlogo podano dne 2. jatiuvarja 1896 št. 37 prosi županstvo v Biljaui, da bi se občinska cesta držeča od okrajne ceste Medana-Dobrova skozi Fojan do cerkve v Barbani uvrstila med skladovne.

    Prošnja je sicer oprta na take razloge, po katerih bi bilo soditi, da je cesta več kakor občinskega pomena.

    Toda preden se izreče cesta za skladovno ali okrajno cesto, treba vendar, da se zadosti pogojem § 18. cestnega zakona z dne 21. maja 1894.

    Zaslišati se morajo namreč poprej udeležeuci in med njimi v prvi vrsti cestni odbor kor-minski, v kojega okraj spada ta cesta — potem pa tudi, kar se tiče javnih in vojaških ozirov, pristojna oblastva.

    Zato predlaga pravni odsek, visoki zbor naj blagovoli skleniti:

    Prošnja biljanskega županstva, vložena due 2. januvarja 18.96 št. 37, da bi se cesta držeča od okrajne Medana-Dobrova skozi Fojan do cerkve v Barbani uvrstila med okrajne, odstopi se deželnemu odbora z nalogom, da zasliši o tem cestni odbor korminski, ter izvrši vse druge potrebne poizvedbe in na to sporoči deželnemu zboru v prihodnji sesiji ter poda primerne predloge.

    fF. di Segretario: L'istanza della Podesteria di Bigliaua de pres. 2 gennaio 1896 N. 37 con cui si domanda che la strada dalla regionale Medana-Dobra per Fleana sino alla chiesa di Bar-bana venga dichiarata regionale, viene ceduta alla. Giunta provinciale coll' iacarico di sentire in pro-posito il Comitato stradale di Cormons e di esaurire le ulteriori pratiche disposte dalla legge — poi di riferire alla Dieta nella prossima tornata e di produrre le sue eventuali proposte.

    Capitano: Nessuno dei Signori chiedendo la parola, čredo ch' io posso mettere ai voti la proposta testa preletta. E i Signori che approvano la medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L'onorevole Tuma š pregato di riferire sulla rimostranza di diversi comunisti di Dolegna in affari comunali.

    Tuma: (GN. 38/96) Visoki zbor! Z vlogo od 2. januarja 1896 št. 38 pritožujejo se Anton Kocijančič, posestnik v Neblem, in tovariši proti naredbom županstva Dolenjskega. Pritožbo podpisalo je poleg Kocjančiča še 15 posestnikov, (»skrbništvo farne cerkve sv. Lovrenca pri Neblem in ono sv. Florjanu v Flejant. Pritožitelji navajajo več dejstev iu sklepov občinskega zastopstva v občini Dolenje, posebno pa, da županstvo dopisuje občanom le laški, da izdaje razglase in oklice le laški, da je izreklo kot, uradni jezik le laški, da slovenske vloge rešuje le laški, da deželni odbor Goriški potrjuje take in enake ukrepe županstva, da se je namestilo tajnika s previsoko plačo gl. 500 in sicer tajnika, ki ni zmožen slovenščine, da se je v starešinstveni seji dne 5. decembra 1895 dovolilo za pokopališče v Hruševljih 900 gl., tega pa ne stavilo v proračun za leto 1896, da se je zajelo pri tukajšnji hranilnici in zastavljalnici 3300 gl. za gradbo župnišča v Dolenjah ter s to svoto

    navslic zakona od 29. nov. 1863 obložilo celo občino mesto cerkveno občino samo, da se je sejni zapisnik od 5. decembra 1895 podvrgel z drugim in proračun za leto 1896 sestavil nepravilno. Vse grajane nepravilnosti naj bi deželni odbor odpravil, ukrenil potrebne korake proti občinskemu zastopstvu v Dolenji ter ščitil občane slovenske narodnosti. Iz povedanega visoki deželni zbor lahko uvideva po eni plati, da se občanom slovenske narodnosti godč krivice, ker brez dvojbe župna urada, navedena gori, ne bi uradoma s pečatom potrdila resničnosti okoliščin zatrjevanih v pritožbi, po drugi plati pa da ne pripada deželnemu zboru preiskavati, grajati in odpravljati nedostatke in nepravilnosti pri uradovanji županstev.

    Pravni odsek usoja se tedaj predlagati, visoki zbor naj sklene :

    Pritožba Antona Kocijančiča v Neblem in drugov od 2. januarja 1896 št. 38 proti na-redbam županstva v Dolenji odstopa se deželnemu odboru z nalogom, da v lastnem področju preišče napovedane nepravilnosti, ter pritožbo primerno reši.

    ff. di Segretario: La rimostranza di Antonio Kocjančič di Nebola e consorti de praes. 2 gennaio 1896 "N. 38 contro disposizioni della Podesteria di Dolegna viene ceduta alla Giunta provinciale, perchč entro la sfera delle proprie attribuzioni faccia gli opportuui rilievi ed evada corri-spondentemente la rimostranza.

    Capitano : E' aperta la discussione sopra questa proposta del Comitato legale. L' on. Rojic ha la parola.

    Rojic: Jaz se sicer strinjam s predlogom pravnega odseka, predlagam pa, naj deželni odbor odstopi vlogo tudi c. kr. glavarstvu v Gradišči, da jo i ono reši v svojem področju.

    Capitano : L' onorevole Rojic fa 1' emenda che 1' oggetto venga ceduto alla Giunta onde questa lo ceda al Capitanato distrettuale di Gradišča per le attribuzioni di sua competenza. Anzitutto mi permetto domandare, se ia proposta 6 appoggiata ? (viene appoggiata).

    Ttlina: Pritožba Kocjančiča iu drugov iz Neblega proti občinskemu zastopu v Dolenjem navaja več dejstev, proti katerim je naperjena. Pritožujejo se, da županstvo dopisuje le laški, da vloge rešuje le laški, da se v starešinstvu obravnava le laški, da se je namestil tajnik, ki ne zna slovenski, a je previsoko plačan; da si je izposodila vas Dolenje 3300 gl. pri tukajšnji hranilnici, da pa se je naredil ta dolg na celo občino; da se je na pokopališče pri Neblem dovolilo 900 gld. za leto 1896, to stavilo v dotični sejni zapisnik, ne pa v letni proračun; konečno, da se zapisniki sestavljajo nepravilno. Deželni odbor naj bi odpravil vse te nepravilnosti iu slovenski narodnosti pomagal do pravice.

    Kakor sem čital že iz pisanega poročila, bi morala biti pritožba vložena za vsak slučaj po-sebe pri dež. odboru, ki ima tudi to splošno pritožbo pravilno rešiti, potem ko bi se navaduim potom prepričal, kako stvar dejanski stoji. Iz tega razloga sem stavil predlog, kakor sem ga ravno čital.

    Dovoljujem si pa pojasniti sledeče: Občina Dolenje sestavlja se izven vasi Dolenje, ki šteje 255 Furlanov in 98 Slovencev, še iz vasi gorenji Lož, ki šteje 43 Furlauov, Dolenji Lož, ki šteje 39 Furlanov in 14 Slovencev, Rutarje s kraji Jenkovo, Sv. Helena in Cunziani, ki šteje 452 Furlanov in 47 Slovencev, Neblo s kraji Britof, Čelo in Hruševlje, ki šteje 454 Slovencev. Cela občina šteje tedaj 1422 prebivalcev, katerih je 746 Furlanov in 676 Slovencev, tedaj 70 Furlauov več nad Slovenci. Do leta 1895 bili sta občini Dolenje in Kožbana ena občina, ki je štela 2608 prebivalcev in od teh 746 Furlanov. Radi vednih prepirov in neredov v občini se je razdelila tako, da je občina s 1384 slovenskimi prebivalci za se in Dolenje s 1422 mešanimi prebivalci za se.

    V občinskem starešinstvu je v Dolenjem 7 Furlauov in 5 Slovencev, ker sta si po davčn zmožnosti furlanski in slovenski del skoro enaka. Ako so dejstva navedena v pritožbi resnična, potem se občanom slovenske narodnosti v istini godi krivica in dolžnost je deželnemu odboru, zavzeti se za nje.

    Iz razsodbe državnega sodišča od 19. oktobra 1882 št. 269 sledi, da ima vsak oddelek občine pravico, posluževati se jezika v deželi uavadnega, kakor občina sama.

    Po razsodbi upravnega sodišča od 1. maja 1890 št. 1280 morajo občinske oblasti reševati vloge, katere so se vložile pri občini v tem jeziku tudi tedaj, kadar bi bilo občinsko zastopstvo sklenilo, da je nje uradni jezik drugi deželni jezik.

    Po razsodbi državnega sodišča od 3. julija 1888 št. 111 ima vsako oblastvo vloge reševati v deželnem jeziku, v katerem so bile vložene.

    Razsodba upravnega sodišča od 20. februvarja 1883 št. 385 proglaša: Občinsko starešinstvo si sicer sme izbrati eden deželnih jezikov kot uradni jezik, vsak člen starešinstva pa ima pravico posluževati se v sejah svojega v deželi priznanega jezika.

    Po besedilu teh razsodeb je jasno, 'da imajo občanje slovenske uarodnosti v občini Dolenje pravico posluževati se v vlogah slovenščine, da smejo starešine slovenske narodnosti v sejah obravnavati slovenski in da mora županstvo in starešinstvo v Dolenjem slovenske vloge reševati slovenski. Po § 31. obč. reda ima starešinstvo imenovati občinskega tajnika. Ako je starešinstvo imenovalo osebo, ki ni vešča slovenščine, je po gori navedenem razmerji med narodnostim dotični sklep krivičen in bi se moral potom pravilne pritožbe razveljaviti. Ni mi znano, je li starešinstvo v Dolenjem kedaj sklenilo, da ima biti uradni jezik v občini edino le laški in tudi ne vem, se je li prejšnji dež. odbor vsled pritožbe s tem vprašanjem pečal. Vsekako je postopanje županstva in starešinstva v Dolenjem nezakonito, ako pritožniki govore istiuo, ter se mora temu priti v okom.

    Pritožitelji, zdi se mi, niso imeli pravega zaupanja do dež. odbora, tako da se niso pritožili o pravem času proti sklepom vsake seje v odprtem roku 14. dni posebe. Iz tega razloga so menda vložili pritožbo na deželni zbur kot nepristojno mesto.

    Pritožbo podpisalo je več občanov, potrdila sta resničnost navedenih okoliščin vikarijska u-rada pri sv. Lovrencu na Neblem iu sv. Florjanu v Fleani z uradnimi pečati; tako da se mi dozdeva, da pritožba ni neutemeljena.

    Kar se zadeva posojila gl. 3300, mora se po obč. redu oni del občine ali podobčine ž njim obremeniti, kateremu gre na korist. Ako Hruševljaui trde, da je le vas Dolenje zajela posojilo, mora tudi le vas Dolenje skrbeti za vračilo iu ne oddelek Hruševlje.

    Pritožba trdi ua dalje, da se Hruševljanom ni izdal prepis pravega sejnega zapisnika iu se je le-ta nekako podvrgel. Po mojem osebnem mnenji je v tem slučaji po § 91 obč. reda pristojna politična oblast, da stvar preišče in uredi. Radi tega bi ne bil nasproten, ako se pritožba po dež. odboru odstopi ob svojem času c. kr. okrajnemu glavarstvu v Gradišči.

    Pajer: I gravami avanzati da aleuui comunisti della frazioue slovena di Dolegna riguar-dauo tutti oggetti che appartengono alla sfera delle attribuzioni naturali dei comuui e sono iu seconda istauza di competenza della Giunta provinciale. L' autoritž, politica non c' entra e non vi ha alcun diritto d'ingerenza. II modo di ripartire i debiti fra i singoli comuni, dopo la separazione, b un affare economico, b un affare del tutto interno ; il fissare uu importo pel nuovo cimitero, e corapreridere cpiesta spesa o nel preventivo di quest' anno o nel preventivo deli' anno venturo, b questo un argomento che appartiene pure alla sfera naturale del Comune ; il fissare gli emolumenti del segretario,

    il modo di compilare i consuntivi ed i preventivi e di redigere i protocolli di seduta sono mansioni del Comune. In questo riguardo lo statuto comunale della campagna, al § 38, contiene il procedi-inento del ricorso al Consiglio comunale contro le disposizioui del podesta ed il § 88, tieu libero il rimedio del ricorso a chiunque contro i deliberati del Consiglio entro il termine pereutorio di 14 giorni, alla Giunta in tutti gli oggetti che si riferiscono alle attribuzioni naturali del Comune, e nello stesso termine in tutti i časi di violazione di legge c'š il § 91 che da un diritto di ricorso alla superiore Autorita politica. Ora in tutte quaute le disposizioni che vengono oppugnate dai ricorrenti, la rappresentanza comunale di Dolegna non ha ecceduto le sue attribuzioni; per conse-guenza n' š esclusa la giurisdizione e qualunque altra ingerenza del Capitauato distrettuale.

    La Dieta poi applica lo Statuto comunale mediante la Giunta, se occorre di rimettere in equilibrio il turbato governo comunale.

    L'istanza andava giustamente rimessa alla Giunta ; il cederla al Capitanato, quale Autorita politica, sarebbe un attestato di poverta che si darebbe la Dieta stessa, perchd rinunzierebbe ad un diritto che la legge le concede.

    "Non trovo dunque che la proposta deli' on. Rojic abbia fondamento legale, e la giudico anzi mortificante per la Dieta e per la Giunta. Aggiuugo poi, che in quanto alla lingua usata dalla rappresentanza del Comune, 6 chiamata la Giunta a fare le necessarie investigazioni ed a decidere sul reclamo. Esaminera essa anche scrupolosamente la cosa, e fatti tutti quanti i rilievi, decidera come di ragione. Che riguardo alla lingua, si trovi in torto il Comune di Dolegna perchš il Tribunale amministrativo avrebbe fissati dei canoni direttivi in questo riguardo in qualche sua decisione, non ammetto. Tutte quante queste decisioni, non sono norme di legge, ma decisioni che sono obbli-gatorie per quelle autorita ed in quei časi soltanto per cui furono rilasciate. Generalmente queste decisioni del Tribunale amministrativo danno solo dei criteri sul modo di condursi alle amministra-zioni comunali. E questa b una cosa che non va. Di caso in caso, ove credano di essere aggravati, re-clamino i comunisti e, le Autorita superiori decideranno. E se nel caso di Dolegna effettivamente i comunisti si vedranno lesi nel loro diritto, non v'ha dubbio, che ricorrendo al Tribunale amministrativo, šara fatta loro giustizia. Ma decidere a priori, come fu ricordato, solo perchč ci sono firmati due curati del Collio, non t) questa una ragione che torni. Io sarb sempre proclive ad accettare 1' autorita dei sacerdoti nelle cose del loro ministero, ma nelle cose comunali essi si confoudono cogli altri. Mi permetto ancora di ricordare [che il Comune di Dolegna in tempi passati era com-posto di Dolegna, Cosbana e Mernico, e che pel corso di 15 anni la popolazione italiana fu conti-

    nuamente martellata dalla maggioranza slovena.....(mormorii a destra dei deputati) Appunto per

    render ragione al lamentato suo martirio fu nell'anno passato accordata la separazione; fu data agli slovfni Cosbana e fu segregata la parte italiana di Dolegna. Se oggidi in quel comune italiano, che t! popolato per la maggior parte di italiaui, si trovauo gli sloveui a disagio, vuol dire che oggidi le condizioni nazionali vi preseutano il rovescio della medaglia; oggidi la minoranza 6 slava, ed e! naturale che vengano a galla le manifestazioni del predomiuio italiano. Ne 6 prova questo primo gravame. Io non dubito che la Giunta anche in questo caso fara come di consueto tutti quanti i rilievi necessari, e ne 6 garanzia lo stesso relatore perchž fa parte della Giunta e sara esso quindi il iniglior controllo che quauto essa avra deciso sia fondato su maturi studi e savisv considerazioni. Io čredo che la proposta fatta dali' on. Relatore di cedere 1' oggetto alla Giunta provinciale e non gia aH'Autorita politica, sia la piu corretta e dignitosa per la Dieta.

    Capitano : Viene ancora chiesta la parola in questo riguardo ? Non & il caso Dichiaro cliiusa la discussione, e concedo 1' ultima parola aH' onor. relatore.

    TliSna: § 91 obč. reda ima splošno veljavo za nadzorstvo političnih oblasti nad županstvi radi pravilnega poslovanja. Jaz sam poročal sem in predlagal, da je le dez. odbor pristojen soditi o pritožbi. Vender se mi zdi, da ima politična oblast poseči vmes v slučajih, kakor v predležečem, ke-dar se prenarejajo sejni zapisniki. Ako sem na vel več razsodeb višjih upravnih oblastev, res nisem trdil, da imajo moč zakona. Imajo pa visoko veljavo, tako da se praviloma nižje stopnje drže višjih razsodeb kakor zakonov. Bilo bi tudi nevarno odrekati razsodbam višjih oblastev vsako veljavo. Kajti potem bi morali občanje od slučaja do slučaja za isto vprašanje vlagati ponovne pritožbe do istih najvišjih stopenj, kar bi jim bilo na neizmerno škodo iu bi bili dani v roke odvetnikom.

    In ne menim, da bi višje oblasti o tem molčale. Potrdila kuracijskih oblasti tudi niso brez pomena. Ako sta kuracijska urada pri sv. Lovrencu in sv. Florjanu, pritisnila svoja pečata na pritožbo, tega nista sicer storila uradoma, za to pa njih potrdilo ne zgublja mnogo veljave in vsekako je verjeti temu, kar potrjujeta. Poudarjal sem v uvodu, da občina Dolenje ni čisto furlanska, ampak le na pol, in imajo slovenski občanje enake pravice s Furlani. Kakor se zdi, so Dolenjci, dokler jim je šlo za razdelitev, s Hruševljani jako previdno in prijazno postopali, poudarjali bolj ekonomično stran in nerede prejšnjega županstva, ter obečali spoštovati njih jezik in narodnost. Ko so dosegli delitev občine in dobili moč v svoje roke, pozabili so svoja obečanja, pokazali pravo lice, da je šlo edino le za narodnostno vprašanje, iu če je res, da so prej Kožbanci hudo ravnali ž njimi, in če je res, da sedaj Dolenjci hudo ravnajo s Hruševljani, vračajo hudo z hudim.

    Po mojem osebnem muenji je tedaj predlog dr. Rojca popolnoma dopusten.

    Kot poročevalec ostajam pri svojem predlogu.

    Capitano: Si passi dunque alla votazione. Prego di leggere ancora uua volta la proposta.

    Tuma : (la rilegge).

    Capitano : Io metterf) ai voti anzitutto la proposta del Comitato legale e poi la proposta deli' onorevole Rojic. Io prego i Signori che accettano la proposta del Comitato legale di voler alzarsi. (:maggioranza) La proposta e accolta. La proposta deli' on. Rojic e in minoranza, quindi cade. Avressimo cosi esaurito 1' ordine del giorno.

    A nome del signor Presidente, i Signori del Comitato delle petizioni vorranno riuuirsi immediatamente nel rispettivo locale. Io mi permetto d' invitare i Signori alla prossima seduta per domani alle ore 4 pomeridiane mettendo ali' ordine del giorno i seguenti oggetti: Motivazione della proposta deli' onorevole Tuma riguardo al § 57 della legge sulle scuole popolari.

    — Rapporti del Comitato di finanza: sul consuntivo del fondo sordomuti pro 1893. — sul consuntivo del fondo Dame pro 1893. — Sul consuntivo del fondo militi feriti pro 1893. — Resoconto dei depositi e danari estranei pro 1893. — Resoconto dei depositi e danari estranei pro 1894.

    — Sul consuntivo del fondo generale dei poveri pro 1893. — Sul consuntivo del fondo generale dei poveri pro 1894. — Sul preventivo del fondo generale dei poveri pro 1896. — Sul consuntivo del fondo d' Esonero pro 1894. — Sulla domanda della Scuola industriale di perfezionamento in Ranziano. — Su istanze di diversi impiegati provinciali. — Rapporto del Comitato legale: Sul progetto di legge concerneute la conduttura del torrente Mondina nell' Isonzato. — Rapporti del Comitato petizioni: Sulla proposta deli' on. Gregorčič riguardo alla strada Canale S. Lucia. — Sulla domanda del Comitato stradale di Cormons per un sussidio per la costruzione del ponte sul

    "Reka. — Sulla domanda della Societft dei Veterani in Gorizia per un sussidio per 1' erezione d' un monuuieuto al defunto capit. d' artiglieria Bar. And. Zhehovini. — Sulla domanda del Com. di Mariano per sussidio per lavori di ristauro di quella i. r. Scuola industriale. — Sulla domanda del Consorzio vinicolo di Dornberg. — Sulla domanda di sussidio della V.a Giuseppa Kersovaui. — Sulla domanda della pod. di Trenta per la conservazione del pascolo delle capre. — Sulla proposta. deli' on. Grča relativa alla coltivazione e innesto di viti americane.

    E con cib diehiaro chiusa la seduta.

    (Fine della seduta a ore 7 pom.)

    l ontennto: Verificazione del P. V. deli'antecedente seduta. — Risposta del Commissario governativo sulle interpellanze in riguardo aH' erezione della scuola popolare sioveua iu Gorizia. — Interpellanza Venuti se il Governo e disposto di prestare il suo concorso materiale onde il progetto della ferrovia Gorizia-Aidussina e la trenovia Gorizia-Aquileja, possa esser tradotto in effetto con tutta sollecitudine. — Proposta Tuma circa le convenzioni doganali, commerciali e bancarie coi paesi della Corona jd' Ungheria. — Motivazione della proposta deli' on. Tuma riguardo al § 57 della legge sulle scuole popolari. — Rapporti del Comitato di fiuanza: su) Consuntivo sordimuti pro 1893 — sul Consuntivo Dame pro 1893 — sul Consuntivo Militi feriti pro 1893 — sul resoconto dei Depositi e danari estranei pro 1893 e 1894 — sul consuntivo del fondo generale dei poveri pro 1893 e 1894 e preventivo pro 1896 — sul consuntivo del fondo d'Esonero pro 1894 — sulla domanda della Scuola industriale di perfezionamento in Rau-ziano — su istanze di diversi impiegati provinciali. — Rapporti del Comitato petizioni: sulla proposta deli'onor-Gregorčič riguardo alla strada Canale S. Lucia — sulla domanda del Comitato stradale di Cormons per un sussidio per la costruzione del ponte sul Reka — sulla domanda della Societa dei Veterani in Gorizia per un sussidio per 1' erezione d' un mouumento al defunto Capitano d' artiglieria Bar. Andrea Zhehovini. — sulla domanda del Com di Mariano per sussidio per lavori di ristauro di quella i. r. Scuola industriale — sulla domanda del Consorzio vinicolo di Dornberg — sulla domanda di sussidio della V. Giuseppa Kersovani — sulla domanda della podesteria di Trenta per la conservazione del pascolo delle capre. — Sulla proposta Grča relativa alla coltivazione e innesto di viti americane. — Discorso di chiusura della sessione dietale.

    Presenti:

    II Capitano provinciale II Commissario Imperiale

    S. E. il Conte Francesco Coronini-Cronberg Cav. Luigi de Bosizio

    S. A. Rev. Monsignore Dr. Luigi Zorn, Principe Arcivescovo.

    e N. 20 deputati.

    (Principio della seduta a ore 4 pom.)

    Capitano: Dichiaro aperta la seduta, trovandoci raccolti in numero legale. Prego di leg-gere il P. V. deli' antecedente.

    ff. di Segretario: (legge il verbale della seduta di ieri).

    Capitano: Se non viene fatta nessuua opposizione al processo verbale testš preletto, lo dichiaro per approvato. (non viene fatta) E' approvato.

    L' Illustrissimo signor Commissario Imperiale ha domandato la parola per rispondere ad un' interpellanza.

    Commissario Imperiale: Na interpelacije, katere so stavili poslanci gospod dr. Rojic in tovariši, dr. Tuma in tovariši, Klančič in tovariši iu dr. Gregorčič iu tovariši v sejah deželnega zbora z dne osemindvajsetega decembra m. 1. in devetega januarja t. 1. v zadevi ustanovitve javne štiriraz-ledne slovenske ljudske šole v Gorici na Njihovi Ekscelenci gospoda ministerskega predsednika, gos-

    poda namestnika, imam čast vsled razpisa Njegove Ekscelence gospoda ministra za nauk in bogočastje z dnb štiriindvajsetega januvarja tega leta številka 191 odgovoriti tako-le :

    Gospodje infcerpelanti vračajo se proti postopanji deželnega šolskega sveta pri izpeljavi po njem izdane, v vseh stopinjah potrjene razsodbe o ustanovitvi šole z dnb štiriindvajsetega junija leta 1894 v Via Agraria za sedež javne slovenske ljudske šole.

    Glavne točke, na katere se opirajo gospodje iuterpelanti, so v bistvu ponovitev ugovorov v rekurzu šolskih udeležencev zoper naredbe deželnega šolskega sveta, zlasti zoper to, kar je on sklenil v seii z dne trinajstega novembra minolega leta gledb izvolitve šolskega središča. O tem je že razsodilo visoko ministerstvo za nauk in bogočastje dnb šestnajstega decembra preteklega leta. — Spominjajoč gospode interpelante na gor omenjeno razsodbo, spoznava vlada za potrebno, naznaniti visokemu deželnemu zboru nje besede, katere si vsojam radi večje natančnosti prečitati v izvirnem spisu:

    „Der hauptsachlichste Gesichtspunkt, welcher bei Beurtheilung der vorliegenden Angelegen-heit in Betracht komrnt, besteht darin, dass ftir die in Rede stebende Schule bis zum 1. Jauner 1896 eine Unterkunft beigeschafft werden muss; durch das Anerbieteu der Gemeinde, die Schule iu dem gedachten Gebaude unterzubringen, vrird dieser Anforderung insoweit eutsprochen, als bei einem so dringenden Bedurfnisse fiiglich gefordert werden kann.

    Das Gebaude liegt zwar fur eine nicht unbedeutende Anzal Kinder iiber 2 Km. entfernt, was filr stadtische Verhaltnisse jedenfalls weit ist, doch ubersteigt diese Entfernang nur beztiglich der Kinder aus dem Stadttheile Grazigna das im § 1 des Schulerrichtungsgesetzes vom 6. Mai 1870, L. G. BI. N. 30, festgesetzte Ausmass und konnen die Kinder aus diesen, so^ie aus den an-deren entlegeneren Stadttheilen vorlaufig aucli iu den benachbarten slovenischen Schulen im Gebiete vou Gorz Unterkunft fiuden.

    Wird das gedachte Gebaude entsprechend adaptirt, vvozu sich die Gemeinde bereit erklart bat, so vverden sich die daselbst befindlichen Raumlichkeiten im Nothfalle immerhin zu Schulzwec-ken venvenden lassen.

    Bei dieser Sachlage kann dem Austreben der Gemeinde Gorz, diese Verwendung zu gestat-ten, unter den gegeuvvartigen Umstanden nicht entgegengetreten werden.

    Audererseits lasst sich jedoch nicht verkeunen, dass das erwahnte Gebaude keineswegs jene Eigenschaften ausvveist, vvelche nach dem zitirten Gesetze und nach der Ministerialverordnung vom 20. Mai 1885 z. 6846 von einem geeigneten Schulhause zu fordern sind. Die Lage des Gebaudes an der anssersten Peripherie der Stadt verstbsst gegen die hauptsachlichste, sowohl nach der Natur der Sache, als auch uach der zitirten Ministerialverordnung an eiu Schulhaus zu stellende Fordernng, dass es in der Mitte des Schulsprengels stehen soli. Desgleichen erscheint das weitere Erfordernis hinsiehUich einer leichten Zugiinglichkeit deshalb nicht entsprechend erfullt, weil der Zugang filr die iiberwiegeude Merzahl der Kinder von einer einzigen, langen und keineswegs breiteu Gasse, welche zudem uugepflastert ist, geb.ildet wird. Schliesslich ergebeu sich auch gewichtige Bedeuken gegen das Resultat der commissionellen Besichtigung des Gebaudes.

    Wurde schon iu dem Protokolle vom 28. November 1895 constatirt, dass das Gebaude den an ein Schulhaus zu stellenden Anforderuugen nicht vollkommen entspricht, so kann iiberdies der technischerseits als leitender Gesichtspunkt aufgesteilte Grundsatz, dass, wo es sich nicht um einen Neubau handelt, auf einer strengen Erfiillung der von den Schulbauvorschriften vorgeseheneu Bediugungen nicht bestauden werden konne, in keinem Falle gebilligt vverden, und es miisse die im

    Protokolle hervorgehobenen Mangel hinsichtlich der Zimmerhohe, der Stiegenstufeu und der Abortaulage als vvesentliche, d. i. als solcbe bezeichuet werden, derenwegen das Gebaude zur dauernden Unterbringuiig einer Schule nicht geeiguet ist.

    Das hohe kk. Ministerium fur Cultus und Unterricht fand sohiu unter Abvveisung der eiugaugs erwahnten Rekurse auzuordneu, dass die iu Rede stekeude Schule in der Exkaserne Catinelli unter Voraussetzung der ordnungsmassigen Durchflihrung der zugesiekerteu Adaptirungen vorlaufig unter-zubringen ist, dass aber oh ne Verzu g zur Beistellung einer dauernden geeiguet e n Unterkunft die erforderlichen Massnahmeu getroffen w e r d e n.

    Der k. k. Landesschulrath wurde aufgefordert, nach Bedarf unter Auvvendung geeigneter Zwangsmittel zu veranlassen, dass die zu diesem Behufe erforderlichen Eiuleitungen sofort getroffen werden, eveutuell, wenn andere geeiguete Localitiiten nicht zu beschaffen waren, zur Ausfiihrung eines Neubaues rechtzeitig geschritten werde.

    Insoweit schliesslich die Rekurse gegen die eingetretene Verzogerung bei der Aktivirung der Schule und gegen die bloss provisorische Ersetzung der Lehrstellen gerichtet siud, erscheinen dieselben in erster Richtung init Rilcksicht auf das voin k. k. Landesschulrathe eingehaltene ordnungs-massige Vorgehen unbegriiudet und in zvveiter Richtung durch die inzwischen mit dem Erlasse des k.k. Landesschulrathe s vom 3. Dezember 1895 Z. 1129/G. getroffeneu Verfiigungeu gegenstandslos."

    V zmislu navedene ministerske razsodbe naročil je deželni šolski svet mestnemu svetu z razpisom z dne triiudvajstega decembra preteklega leta številka 1210, naj isti stori vse potrebne korake, da se preskrbi imenovani šoli trajno in primerno poslopje, ob jednem pa, da se otroci bolj oddaljenih mestnih delov začasno všolajo v sosednih slovenskih šolah šolskega okraja Goriška okolica.

    Sulle interpellanze fatte nelle sedute del 28 decembre e del 9 gennaio dagli onorevoli dr. Rojic, dr. Tuma, Klančič, dr. Gregorčič e consorti alle L.L. E.E. al signor Ministro presideute ed al signor Ministro del enlto e deli' istruzione nonch^ a S. E. il luogotenente in riguardo aH' erezione della scuola popolare slovena nella cittft di Gorizia, ho 1' onore di rispoudere in seguito a dispaccio di S. E. il Ministro del culto e deli' istruzione dd. 24 p. p. gennaio N, 191 quanfco segue :

    I signori interpellanti si rivolgono contro il provvedimento deli' i. r. consiglio scolastico provinciale in riguardo aH' esecuzione della decisione 24 gennaio 1894 N. 543 confermata in tutte le istanze e che rifletteva 1' erezione della scuola, come pure contro la scelta della časa Catinelli in via Agraria a sede della pubblica scuola popolare slovena.

    I momenti priucipali, sui quali si basano i signori interpellanti, sono nella, loro essenzialita una ripetizione dei motivi contenuti nei ricorsi prodotti dagli interessati contro le disposizioni del-1' i. r. consiglio scolastico provinciale ed in special modo contro il deliberato preso da quest' ultimo nella seduta dei 13 novembre p. p. in riguardo alla scelta del ceutro scolastico e sopra i quali 6 gia stato deciso dali' Ecc. ministro del culto e deli' istruzione con dispaccio 16 decembre p. p.

    Nei mentre quindi il governo rimette i signori interpellanti al citato dispaccio, črede esso opportuno di comunicare a quest' Ecc. Dieta il tenore dello stesso il quale nei suo testo originale suona cosi: (prelegge la nota presidiale delV i. r. Luogotenenza di Trieste del 2 febbraio 1896 N. 2871P V. pag. 207.)

    In esecuzione della menzionata decisioue ministeriale ha gia emanato il consiglio scolastico provinciale con dispaccio 23 decembre p. p. N. 1210 gli opportuni ordiui al consiglio scolastico ur-

    bauo, affiuchč questi provveda per lo stabile ed adatto collocamento della pft detta scuola nonchft per il temporario accesso dei fanciulli obbligati, che diraorano nelle parti piit deserte della citta, ad una vicina scuola popolare slovena nei distretto scolastico del circondario di Gorizia.

    Capitano: Venue iusiuuata uu' iuterpellauza dali' onor. Venuti e compagni. Gli accordo la

    parola :

    Venuti: Con la deliberazioue presa a voti uuauimi nella seduta del 12 Aprile 1892, que-sta Eccelsa Dieta sanzionava chiarameute il coucetto di voler provvedere contemporaneamente la pro-viucia delle vie di comunicazioue riteuute iudispensabili per sollevarla dalle dejette sue condizioni e-conomiche.

    Con quel voto veniva espressa tutta 1' alta importanza economica iuerente alla creazione di ferrovie conveuienti alle condizioni topografiche di ogni regione della Provincia, con riflesso spe-ciale ai bisogni ed alle esigenze commerciali della sua capitale Gorizia.

    E diffatti, mentre col coiicedimento del coutributo di flor. 50.000:— si mirava di rendere immediatamente effettuabile il compimento del trouco ferroviario Monfalcone-Cervignano, come linea staccata ed indipendeute, destinata a soddisfare ali' esigenze del basso Friuli; — col votare le ul-teriori concorrenze con inezzi del fondo provinciale di fi. 100.000:— rispettivamente fi. 50.000: — s'iutendeva creare due altre liuee, che naturalmeute couvergenti a Gorizia, come a centro della mag-giore importanza commerciale, hanno lo scopo precipuo di dotare la parte piana della Provincia da un lato e la vallata del Vippaco dali' altro, di vie di comunicazione corrispondeuti ai moderni bisogni del traffico.

    Non v'ha dubbio che, nei prendere quella deliberazioue uuanime, 1'Eccelsa Dieta era gui-data da uu evidente sentiinento di giustizia distributiva, e che quindi !a ferrovia Gorizia-Aidussiua nonchč la tramvia Gorizia-Gradisca-Cervignano-Aquileja veuivano considerate come un complesso in-disgiungibile, formaute un progetto uuico, la di cui effettuazione debba aver luogo simultaneamente.

    Si ha tutto motivo di ritenere che iu tale ordine d' idee sia entrato anche 1' Eccelso i. r. Governo, come lo abbracciarono senza riserva i rappresentanti del popolo al Parlamento e nella Dieta provinciale, la Camera di Commercio e d' industria e tutti i Comuni cointeressati con Gorizia a capo.

    Ci£> premesso i firmati si permettono presentare ali' Eccelso i. r. Governo la seguente iuterpellauza :

    1. Se nelle condizioni commerciali e nelle circostanze di fatto della provincia sono suben-trati dei cambiamenti tali da rendere giastificato il decampamento dal programma tracciato nella seduta dietale del 12 aprile 1892, secondo il quale fra la ferrovia Gorizia-Aidussiua e la tramvia Gorizia-Aquileja debba esistere uu nesso assoluto, che abbia la conseguenza di dover essere considerate come un complesso non separabile.

    2. Se, nei caso che — come fermameute si ritiene, uu tale cambiamento nou 6 sopravveuuto, 1' Eccelso i. r. Governo sia disposto di prestare il suo coucorso materiale onde il progetto possa essere tradotto in effetto cou tutta sollecitudine.

    Gorizia, 12 febbraio 1896.

    Dr. Venuti, Ritter, Dr. Verzegnassi, M. Bar. Locatelli, Dr. Lovisoui, Panigai, Dottori,

    V. Michielli, Dr. F. Maraui, Pajer.

    Capitano: Q,uest' interpellanza essendo diretta ali' Ecc. Governo, mi farft un dovere di pas7 sarla al rappresentante del inedesimo. 27

    Venne insinuata una proposta d' urgenza dali' ou. Tuma e compagni, e che suoua iu questi

    se u si:

    Visoki zbor naj sklene sledeč) resolučijo :

    Deželni zbor poknežene grofovine Goriško-Gradiške smatra sedaj obstoječe proporcijoualue zakone carinske, trgovinske in bančne pogodbe z deželami ogerske krone, ki poteko z dnem 31. decembra 1867 št. 2 iu št. 4. držav. zak. iz leta 1868, oziroma od 27. juuija 1878 št. 61. 62. 64. 65 iu 66, oziroma od 21. maja 1887 št. 47. do 51 drž. zak., in dotične ukaze in naredbe skrajno neugodnimi gospodarskim koristim in razvoju kraljestev iu dežel zastopanih v državnem zboru, ter poživlja vis. c. kr. vlado, da varuje pri ponovljenji pogodeb pred vsem prid in koristi tolitavskih kro-novin, da zniža prispevek tostranske državne polovice k skupnim potrebščinam v razmerji s sedanjim gospodarskim položajem obeh državnih polovic, da vredi davščine na sladkor, pivo, žganje iu petrolej in carine sploh in ustauovi enake pogoje za obe državui polovici glede proizvajanja in prometa ter da odpovb v to svrho carinsko-trgovinske pogodbe iu dogovore, ki so ž njimi v zvezi.

    H. dr. Tuma, Grča, Lapanja, Klančič, dr. Rojic, Muha, Berbuč, dr. Abram, dr. Gregorčič,

    Alf. grof Coronini

    L' Eccelsa Dieta voglia deliberare la seguente risoluzione :

    La Dieta proviuciale della priucipesca Coutea di Gorizia e Gradišča reputa le or vigenti leggi proporzionali, le convenzioni dogauali, commerciali e bancarie coi paesi della Corona d'Uugheria, le quali vanuo fuori di vigore col giorno 31 dicembre 1897 e specialmente le leggi del 24 dicembre 1867 N. 2 e 4 (B. L. I deli' anno 1868) rispettivamente del 27 giuguo 1878 N. 61, 62, 64, 65 e 66 rispettivamente del 21 maggio 1867 N. 47 e 51 B. L. I. uouche le rispettive Ordinanze ed Istruzioni per sominameute sfavorevoli cogli interessi economici ed allo sviluppo dei regni e paesi rappresentati nel consiglio deli' Impero eccitando 1' Eccelso Governo di voler tutelare, quando sarž, per rinuovare la convenzione, auzitutto gli interessi delle provincie di qua del Leitha, di ridurre il contributo di questa meta dello Stato per le occorrenze comuni in proporzione ali' attuale posizione economica di ambedue le meta della Monarchia, regolare le imposte sullo zucchero, sulla birra, sugli spiriti e sul petrolio nonchb i dazi iu generale e stabilire eguali condizioni per ambo le meta della Monarchia riguardo alla produzione ed il commercio dando a tal fine la disdetta della convenzione doganale-commerciale e delle annessevi trattative.

    Osservo che b firmata da 10 onorevoli deputati, dunque iu quanto al merito della medesima b sufficen temen te appoggiata, e coucedo la parola al proponente iu quauto ali' urgenza.

    Tuma: Visoki zbor! Vsi deželni zbori ta kraj Litve vzdignili so v letošnjem zasedanji svoj glas proti obnovljenju dosedaj veljavnih zakonov in pogodeb gledb na sorazmerje doueskov za skupne državne potrebščine in carinsko-trgovinske zveze. Zastopstvom bogatejših kronovin gre pri rastočem propadanju tostranske državne polovice skoro za obstanek, drugim za izraz skupnosti. Doslej le goriški deželni zbor ni dal od sebe nikake izjave o tem vprašanju, perečem za vse dežele, zastopane v državnem zboru. Zanašaje se, da zbornica sprejme enoglasno stavljeni predlog, ter polagajoč, da je euo-dušna izjava deželnega zbora goriškega tudi patrijotičen čiu smatram nujnost predloga povsem opravičeno.

    Capitano: Apro la discussioue sopra 1' urgeuza della proposta. Non viene chiesta la parola per discuterla? Nou b il caso. La metto duuque ai voti. I Siguori che accettano 1'urgenza, sono -pregati di voler alzarsi (maggioranza) L' urgenza b accolta. Prego ora di parlare in merito della proposta.

    Tuma: Predlog sam se nanaša na obče znane zakone v državnopravnem razmerja z ogersko polovico, na ukaze, naredbe, ki so se izdajali in sklepali na podlagi prvih. Temeljna zakona tega razmerja sta oni od 24. decembra 1867 št. 2. drž. z. za leto 1868, ki določa, da imajo dežele, zastopane v državnem zboru, pokrivati razhodke skupnih poslov z onimi ogerske krone v razmerju 70%, iu oni od istega dne št. 4 drž. z. za leto 1868., ki določa, da deželno oblastje obeh državnih delov tvori eno carinsko-trgovinsko zvezo s skupno carinsko mejo. Oba veljala naj bi za deset let, t. j. očividno, dokler bi se ne spremenilo razmerje med obema državnima polovicama. A s zakoni od 27. junija 1878 št. 61 gledč deleža ali kvote iu od istega dne št. 62 glede cariusko-trgovinske zveze, ponovila sta se za daljših deset let. Pristopil jima je še nov zakon od istega dne št. 64., s katerim ste obe državni polovici zajeli skupnega dolga 80 miljonov gl. pri avstro-ogerski banki, se ve da tudi tako, da je prevzela tolitavska stran 70%> onkrajlitavska pa 30°/o- Vsi ti zakoni so bili sklenjeni za deset let.

    A podaljšali so se dne 21. maja 1887. pod št. 47, 48 iu 49 še za deset let tako, da potek6 z 31. decembrom 1897. ter se imajo odpovedati v šestmesečnem roku, tedaj do 1. julija 1897. Ako se ponovi, bodo dežele, zastopane v državnem zboru, še c.elo desetletje, t. j. do 21. decembra 1907 vprežene v stari jarem. Doslej je trajala zveza trideset let. Gotovo dolga doba v življenju države, kakor austrijsko-ogerske, ki se je jela razvijati in se razvija na podlagi ustavnih zakonov, pisanih od onih, ki so narekovali navedene zakoue in pogodbe.

    V tej dobi preteklega tridesetletja so postale trgovinske in gospodarske razmere cele države z inostranstvom do cela drugačne, skoro še bolj pa so se premenile v obeh državnih skupinah. Ves napredek gre edino na korist ogerske polovice, tostranska peša in pada od leta do leta. Narodi ta-kraj Litve so prišli sedaj ob koricu tridesetletne zveze do spoznanja, da takč ne more iti dalje, da jim je dosedaj obstoječa zveza z Ogersko le kvarna. Zato so se vsi deželni zbori avstrijski enoglasno izjavili proti obnoviti enakih zakonov. Več ali manj važnosti ko ima kaka dežela v skupni zvezi, tehtniši je njen sklep, temeljitejši so razlogi, na katere se opira. Naša deželica je le mala, korist iu škoda, katera jo zadeva skoro neznatna. Sklep deželnega zbora je torej le bolj izraz vzajemnosti z drugimi avstrijskimi kronovinami. Hočem se tedaj omejiti le na nekatere splošne statistične podatke.

    Za precenjevanje moči države porabljajo se različni činitelji. Ali število prebivalstva, ali trgovinski ali finančni promet. Vzemimo le prva dva. Avstrijska polovica šteje 23,900.000 prebivalcev, Ogerska 17,500.000. Po tem razmerju znašati bi moral delež k skupnim razhodkom za prvo 57.7%, za drugo 42.3% Zadnje sedemletje dala je Avstrija 405 milijonov ravnih davkov, Ogerska 267 milijonov. Po tem drugem razmerju prispevati bi morala prva le z 60.2%, druga z 39.8%. Ako vzamemo poprečno razmerje po prebivalstvu in ravnih davkih, podalo bi na Avstrijo okoli 59%, na 0-gersko 41% in nikakor ne 70% in 30%.

    Razhodki skupnih poslov, ki so znašali 1867. leta 76 miljouov in so kazali 1. 1878. neznaten povišek, so se stopnjevali 1. 1887 na 93 miljonov, ter dvignili 1 1896 na 114 miljonov. Gotovo pa v bližajočem desetletju prav znatno naraste. Kolikor bujnejše naraščajo dohodki, tem bolj kričeče je razmerje med doneski. Od navedenih skupnih razhodkov plačuje Ogerska najprej 2%, od ostaline pa Avstrija 70%, Ogerska 30%, tako da je douašala za prvo in drugo desetletje Avstrija po 52 miljonov, za tretje po 63,800.000, in bi imela, donašati za četrto po 78,200.000 na leto, Ogerska pa za prvo in drago desetletje po 1,500.000 gl. in 22,300.000 gl. za tretje po 1,800.000 gl. in 27,400.000 gl. za četrto po 2,300.000 gld. in 33,800 000 gl. na leto.

    V tridesetletju izplačala je tedaj Avstrija eno miljardo iu 678 miljonov po 70°/0 namestu po 59°/0, t. j. eno miljardo in 445 miljonov. Za četrto desetletje imela bi izplačati 782 miljonov mesto 6151/3 miljonov gl. Ogerska pa je izplačala 768 miljouov namestu 1 miljardo in 5 miljonov in bi imela izplačati 361 miljonov mesto 4271/2 miljonov gl. v četrtem desetletju.

    Avstrija plačala je tedaj v letih 1867-1897 gl. 2331/3 miljonov preveč in bi morala izplačati do leta 1907 še 1665/3 miljonov gl. preveč, tedaj v 40 letih okroglega darila ogerski polovici 400 miljonov gl.

    Ako cela država občuti izgubo take vsote, tako teži to nepravično darovanje na kronovine, kakor n. pr. Češko, katera trdi, da od prispevka za skupne potrebe v znesku 114 miljonov gl. pre-darjenega za leto 1896, nosi sama 60 miljonov.

    Iz podatkov glede carinske zveze sledi, da so skupni dohodki iz carine znašali 1867. leta 12 miljonov gl. ter so narasli do leta 1896. na 49 miljonov.

    Primanjkljaj med skupnimi razhodki in temi carinskimi skupnimi dohodki pokrivati ima v-saka državna polovica, kakor povedano, v razmerju 70:30. Tako se dela tudi skupni carinski dohodki na odplačavanje skupnih razpovkov. Od skupnega dohodka iz carine odbivajo se najpoprej carinska vračila, potem se odbije za upravne stroške v poprečnem znesku za Avstrijo 1,400,000 gld., torej čez % za Ogersko 450.000 gold. torej */4. Ostali znesek še le gre v razmerju 70:30 na odplačilo skupnih razhodkov. Kako je carinska zveza edino le na korist Ogerske, kaže naj za carinski dohodek najodličnejše blago, — kava. Za celo leto 1895. uvozilo se je okroglo 380.000 metriških centov kave v oba državni polovici, ki je dajala carine kosmato 16,900.000 gl. Od tega padlo je na ogersko polovico 74.800 met. cent. iu carine 3,300.000 gl. Po razmerju 70:30 od skupne carine, gleda na višje režijske stroške avstrijske polovice, pa se razdeluje skupna carina od kave tako, da se odbiva na korist Ogerske 5,300.000 gl. Torej ima Ogerska le pri tem blagu na leto okoli 2 miljonov čistega dobička. Dasi ne tako izključno v prid Ogerske so slične razmere pri drugih trgovinskih predmetih.

    Tako neugudne so določbe trgovinskih pogodeb pri onih pridelkih in izdelkih, ki nekako značijo bogatstvo ene ali druge dežele: žganje, pivo, sladkor iu kameno olje (petrolej). V teh trgovinskih predmetih obe polovici tekmujeta ter hoče ena nadkriliti drugo. Gleda na gori razvite odno-šaje se skoro po sebi razume, da naša poloviea ni varovala zgolj svojega prida. Vsled vseh teh le za Ogersko ugodnih odnošajev vspevala je le Ogerska. Ako vzamemo kot merilo blagostanja za Ogersko nje najvažniši pridelek, pšenico, kot prvi izvozni predmet, vidimo, daje bilo leta 1867. pridelka 14,700.000 met. cent., leta 1877 20 miljonov, leta 1895 pa 40 miljonov; — torej, da se je moč Ogerske tekom 30 let ob naši zvezi — potrojila.

    Ravno tako krivičen je za tolitavsko stran zakon o skupnem posojilu, saj od 80 miljonov tega pripada na nas 56 miljonov, na Ogersko 24 miljonov. Se ve da od dolga prav za prav nima dobička drugi nego upniki, t. j. avstro-ogerska banka.

    Le-ta je po zakonih od 27 junija 1878 št. 66 in 21. maja 1887 št. 51 skupen zavod in po členu 102. bančnega ustanovila deležni sta obe državni polovici dobička. Edino tu stoji pravo razmerje 70:30. No za to pa glavni dobiček pripada, kakor rečeno, imetnikom deležnic (akcij). Od dobička izplačati je namreč po 5°/0 obresti] od deležniške glavnice, 8°/0 zalaga se v pričuvni (rezervni) zaklad, 2% v pokojninski zaklad, potem dopolnuje se dividenda deležnikov na 7°/0 vplačane glavnice. Po odbitku vseh teh odstotin deli se še le čisti dobiček tako, da deležniki doba 50°/0 kot superdivi-

    dendo, ostalih 50°/0 pa avstrijska polovica z ogersko v razmerju 70:30. Le pri avstrijsko-ogerski banki je tedaj naša polovica na boljšem od Ogrske. No tukaj ni mi znauo, koliko deležnikov ima 0-gerska, koliko Avstrijska. Vemo pa vsi, da pravi dobiček uživajo oni, ki so ustvarili ustavne zakone od leta 1867. in dualizem ter izvajajo dejanski te dane zakone.

    Dolgočasil sem morda visoki zbor s suhoparnimi številkami, a dobra volja, poudarjati nujnost korenite premembe, zapeljala me je, da sem ponavljal že znane reči. Vsakako nas statištični podatki učb, naj se ne pečamo s prevelikim prizadevanjem z vprašanji manjše važnosti, zanemarjaje skupne ekonomične interese. Med tem ko je naše oko oprto na malenkosti, pozabljamo, da se nekdo tretji obeša na naše telb ter je sbsa do iznemoglosti. Ako vsi Avstrijski narodi pridejo do spoznanja tega, potem smo gotovi, da merodajni krogi odločno pretrgajo dosedanjo krivično zvezo ter se nam odpre boljša bodočnost.

    S tem priporočam še enkrat, naj se sprejme moj predleg enoglasno.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere quest'argomento ? Se non b il caso, dichiaro chiusa la discussione, e lo metterb ai voti. Nou čredo sia necessario di preleggere ancora una volta la proposta. (no) Prego dunque i Signori che accettano la proposta deli' onor. Tuma, di voler alzarsi. (maggioranzd) E' accolta.

    Passiamo a trattare gli argomenti deli' ordine del giorno.

    II primo sarebbe la motivazione della proposta deli' onor. Tuma che si basa sul § 57 della legge scolastica provinciale; e P ultimo argomento deli'ordine del giorno sarebbe la proposta concer-nente la ferrovia del Vippaco; quest' argomento perb cade, siccome il Comitato non ha presentato il rapporto. Io duuque accordo la parola ali' onor. Tuma per motivare la sua proposta.

    Tuma: Že leta 1894 stavil je dr. Gregorčič predlog enakega smisla, in sklicujem.se na tedanje obširno poročilo dr. Pajer-a. Predlog moj opira se na zakonite določbe. § 63 drž. zak. določa, da spada napravljanje ljudskih šol v področje dežela, ki imajo prevzeti dolžnosti na se, katere moči posameznih okrajev presegajo. Po tem so se ravnale druge dežele, tudi Istra, in tako na| bode tudi pri nas, kjer je dozdaj napravljanje šol edino naloga posameznih okrajev. Vsled tega pa so posebno naši gorski okraji preobremenjeni. Ako dežela napravi svoj šolski zalog, ima pravico, v ta namen nalagati davek na potrošniue, u. pr. na žganje. Pri tem bi imela občina Goriška največ dobička, ker ima ona največ dohodkov iz potrošnin. Naj prevzame tukaj naša dežela na se, kar so že prevzele mnoge druge. Priporočam tedaj, da se moj predlog sprejme; v formalnem oziru predlagam, da se odda pravnemu odseku.

    Capitano: L' onor. Tuma propone che la sua proposta passi al Comitato legale. Io metto ai voti questa proposta. Gli ouorevoli Signori che si associano alla medesima sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza) E' passata al Comitato legale.

    Passiamo agli altri argomenti deli' ordine del giorno. Prego Pou. Verzegnassi di voler riferire a nome del Comitato di finanza sul conto consuntivo del fondo sordomuti pro 1893.

    Verzegnassi: (GN. 5494) Eccelsa Dieta! II conto consuntivo del fondo »Sordimuti« pro 1893 dimostra che il patrimonio libero di questo fondo aveva in allora un valore totale di f. 55.373:53 che abbraccia :

    quello in obbligazioni di...........f. 20.250:—

    e quello in capitali investiti presso privati di......„ 2.798:51

    sono rimasti inalterati, il valore delle realitil perb b aumentato di f. 37:80 ed

    ascendeva .... quello in diritti usufruttuari di degli oggetti mobili . e del bestiame .

    29.050:30 322:90 2.796:32 155:50

    assieme come sopra f. 55.373:53

    quindi

    Iu confronto al preventivo approvato, il risultato della gestione si manifestč sfavorevole

    per..............f. 119:70V2

    e percič precipuameute perchž la spesa preventivata pel bestiame fu sorpassata per „ 327:17

    e la rubrica delle spese diverse per......... 194:47

    II contributo del fondo provinciale era stato pre-

    ventivato in..............f. 5639:—

    in seguito ai risparmi perd stati fatti nelle spese pel vitto, vestito, per la calzatura, illuminazione, calefazione, pei re-quisiti di scuola, per la cappella e pei salari, ed in seguito ai maggiori incassi delle rendite dei beni immobili e del bestiame si ridusse detto contributo a.....f. 2185:30Y2

    e quindi la competenza in confronto alla somma di previsione

    fu minore per.........f. 3453:69V2

    Per allievi forestieri s' introitarono in meno.....„ 50:—

    perchS ad uno dei due allievi forestieri la retta fu ribassata di tale importo:

    dal Muuicipiu di Trieste s' introitarono in meno......„ 75;_

    perchč 1'altro allievo forestiero fu levato anzitempo dali'Istituto.

    In complesso dal detto Conto consuntivo risulta ammontare:

    a) gl' introiti generali a.........f. 13727:04

    b) gli esiti generali pure a.......' . „ 13727:05

    quindi senza finale civanzo di cassa.

    Voglia pertauto codest' Eccelsa Dieta, come il Comitato di finanza s' onora di proporre, approvare con questi estremi il Conto consuntivo del fondo »Sordimuti* per 1'anno 1893.

    fF. di Segretario: Finančni odsek predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli potrditi računski sklep zaloga deželne gluhonemice za leto 1893 z naslednjimi konečnimi zueski:

    2 dohodki............gl. 13.727:04

    z enakimi stroški......................13.727:04

    torej brez kouečnega ostanka v gotovini.......gl. _

    se skupnim premoženjem........... 55.373:53

    obstoječim:

    v obligacijah............gL 20.250:—

    v glavnicah naloženih pri zasebnikih................2.798:51

    v posestvih vrednih...........* 29.050:30

    v uživalnih pravicah ..................322:90

    v premakljinah vrednih in v vrednosti živine .

    2.796:32 155:50

    skupaj kakor zgoraj gl. 55.373:53 Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato di finanza? Non b il caso. La metto ai voti. I Signori che 1' approvano come testb preletta, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Prego 1' onor. Rojic di riferire sul conto eonsuntivo del fondo Dame pro 1893. Rojic: (GN. 5474/94) Visoki deželni zbor! Uprava gospinskega zaloga za leto 1893 je bil skoraj po vsem redna, le če se račun primerja s proračunom, ustanovljenim za to leto, pokaže se, da je bil gospodarstveni izid ugoden za 148:75y2 in to zarad tega, ker je bila izpraznjena ena prebenda skozi 6 mesecev.

    Premoženje v obligacijah se je pomnožilo v primeri s poprejšnim letom za 300 gld. Ker ni o upravi tega zaloga nič posebnega omeniti, predlaga finančni odsek, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Potrdi se računski sklep gospinskega zaloga za leto 1893 s6 skupnim zneskom dohodkov .............gl. 6349:75V2

    sb skupnim zneskom štroškov.......... 6349:75%

    toraj brez denarničnega preostanka ........gl. —:—

    z aktivnimi zastanki ........... „ 82:88 */2

    in s pasivnimi zastanki . . . . . . . . . . „ 128 74 s premoženjem v obligacijah nominalne vrednosti 146150:— gld., katere dajajo letnih obresti 5700 gld. 45 nov.

    ff. di Segretario: II Comitato di finanza propone che 1'Ecc. Dieta voglia deliberare: Viene approvato il conto eonsuntivo del fondo delle Dame per 1' anno 1893 coll' introito

    complessivo di............f. 6349:75 %

    coll' esito di............. 6549:75 V2

    quindi senza civanzo ........... f. —:—

    eolle restanze attive di ........... „ 82:88 V2

    e eolle passive di............ 128:74

    nonchb col patrimonio in obbligazioni del valore nomiuale di f. 146.150:— fruttaute annui f. 5700:45.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta? Non essendo il caso, la metto ai voti. I Signori che si associauo alla medesima, sono pregati di rimaner seduti. (nessuno si move). E' accolta. Lo stesso relatore b pregato di riferire sul conto Consuntivo del fondo militari feriti ed ammalati pro 1893.

    Rojic: (GN. 5469/94). Visoki deželni zbor! Računski sklep za ranjene in bolne vojake

    za leto 1893 razkazuje vseh dohodkov skupaj......

    vseh stroškov............

    torej denarničnega ostanka.........

    Uprava tega zaloga je bila v primeri z ustanovljenim proračunom v

    Vi ct

    gl-

    1201:73 Y2 1120:95

    gl. 80:78 »/j vsem skupaj ugodna gl. 19:78

    Premoženje v obligacijah zoaša.......gl. 30014:08 74

    z letnim dohodkom 1186:83; v primeri s poprejšnim letom se je pomnožilo premoženje za 100 gl.

    Ker ni o upravi tega zaloga nič posebnega omeniti, predlaga finančni odsek, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Potrdi se računski sklep zaloga za ranjene in bolne vojake za leto 1893 sč skupnim

    zneskom dohodkov...........gl. 1201:73 V2

    sč skupnim zneskom stroškov.........„ 1120:95

    in z denaruičnim preostankom.........gl. 80:781/2

    pa s premoženjem gl. 30014:0874 nominalne vrednosti.

    ff. di Segretario : II Comitato di finanza propone, che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia deliberare :

    Viene approvato il conto consuntivo del fondo per militi feriti ed ammalati per 1' anno

    1201:7372 1120:95

    1893 coll' introito complessivo di..........f.

    coll' esito di............„

    e col risultante civanzo di cassa di........f. 80:78lL

    nonchš col patrimonio in obbligazioni di Stato del valore nominale di fiorini 30014:08 V4.

    Capitano : Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta 1 Non 6 il caso. Metto ai voti la proposta stessa. I Signori che vi si associano sono pregati di restar seduti (nessuno si alza). E1 accolta. L' onorevole Marani voglia riferire sul resoconto dei depositi e dauari estranei per gli anni 1893 e 1894-

    Marani: (GN. 5476/94). Eccelsa Dieta, Esaminato il conto consuntivo per l1 anno 1893 dei Depositi e dariari estranei, il Comitato referente nulla trovb di eccepirvi. Esso dimostra i seguenti risultati:

    L'avanzo deli'anno auteriore unitarnente agl'incassi effettuati nei 1893 ainmonta

    a. in contanti a..........f.

    b. in obbligazioni a

    ' 7/

    Nell'epoca dal 1 gennaio inclusive 31 decembre 1893 furono esitati a. in contanti .......... f.

    131796:54V2 278544:o5.

    126012:68 Y2 127750:05.

    b. in obbligazioni .

    Alla fine deli' anno 1893 risultb un avanzo

    a. in contanti..........f. 5783:86

    b. in obbligazioni............150794: —

    il quale avanzo apparisce partitamente specificato nei prospetto annesso al conto.

    Ci6 esposto il Comitato di finanza si pregia di proporre che 1' Eccelsa Dieta si compiaccia di deliberare :

    Viene approvato il resoconto dei depositi e danari estranei per 1'anno 1893 coll'avanzo

    in contanti di............f, 5783:86

    in obbligazioni.............150794:—

    che sarft da riportarsi nei conto per 1' anno 1894.

    ff. di Segretario : Potrjuje se računski sklep naloženega in ptujega denara za leto 1893

    z ostankom v gotovini z..........gl. 5783:86

    in v obligacijah...........gl. 150794:—

    kar se ima prenesti v račun za leto 1894.

    Capitano : Viene chiesta la parola su questa proposta ? Non b il caso. La metto ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di rimaner sedati, (nessuno si move). E' accolta.

    Marani: (GN. 5966[95). Eccelsa Dieta, Esaminato il resoconto per l'anno 1894 dei de-positi e danari estranei questo presenta : uell' introito

    a. in contanti, V avanzo deli' anno anteriore unito agl' incassi effettuati nell' anno 1894

    b. in obbligazioni . nell' esito

    a. in contanti b in obbligazioni . con un civanzo al 31 decembre 1894

    a. iu contanti di .

    b. in obbligazioni di II comitato d i finanza propone che Viene approvato il resocouto per

    anteriore unito agl' incassi effettuati nel 1894

    a. in contanti con

    b. in obbligazioni con con 1'esito dal 1. gennaio al 31 decembre

    a. in contanti di

    b. in obbligazioni di

    con un civauzo al 31 decembre 1894

    a. in contanti di

    b. in obbligazioni di che saranno da riportarsi nel conto del 1895.

    ff. di Segretario : Potrjuje se račun naloženega in tujega denara za

    f. 108347:09 „ 159394:36

    f. 107747:1672 67644:36

    f. 599:92 V2 , 91750: — 1' Eccelsa Dieta si compiaccia deliberare : anno 1894 dei depositi e denari estranei con 1' avanzo

    1894

    f.

    f.

    f.

    f.

    108347:09 159394:36

    107747:16V2

    67644 36 «

    599:92 Y2 91750:—

    sto 1894 s poprej-

    šnjim preostankom združenim s tem, kar se je \

    a. v gotovini

    1894

    plačalo leta 1894 :

    gl.

    gl.

    b. v obligacijah z izdatki od 1. januarja do 31. decembra

    a. v gotovini . .

    b. v obligacijah s preostankom dne 31. decembra 1894.

    a. v gotovini

    b. v obligacijah . ki se imajo prenesti v račun za leta 1895

    Capitano : E' aperta la discussione su questa proposta. Se nessuno dei Signori domanda la parola, la metto ai voti. I Signori che si associauo alla proposta stessa, sono pregati di restar seduti. (nessuno si move). E' accolta. Prego di proseguire col riferire sul conto consuntivo del fondo generale dei poveri pro 1893 e 1894. 28

    gl-

    108347:09 159394:36

    107747:16V2 67644:36

    599:92 Y2 91750: —

    Eflarani: (GN. 5558j9i) Eccelsa Dieta, Esaminato il conto consuntivo del fondo generale dei poveri per P anno 1893 presentato dalla Giunta, ho 1'onore di relazionare sul medesimo come segue :

    L' introito complessivo ascende a.......f- 26848:84

    L' esito a............ 26602:85%

    si dimostra quindi il civanzo di........f- 245:98 '/2

    Neir anno 1893 si aumentb il patrimonio in obbligazioni per f. 4000:— nominali ; dimi-nuirono iuvece i capitali investiti presso privati per f. 410:50. I capitali per prezzi di compravendita

    aumentarono per f. 650: —

    II valore delle realiU del fondo diminui per f. 4137:40 67/l00 per la vendita delle rea-

    litU Antonio Miklavez.

    Gl' introiti furono maggiori di confrouto al preventivo per . . f. 780:24%

    ..........o«7.ci !/

    e gli esiti minon per..........» *oi.o± /2

    II maggiore introito deriva dagli incassi per prezzi di compravendita pei quali non fu

    provveduto nel preventivo.

    Le spese furono miuori principalmente perche 1' esigenza dei pellagrosi ricoverati nei locali

    ospedali non raggiunse la quota prelimiuata.

    In complesso fu la gestioue favorevole per f. 1017:86.

    Cič> premesso il Comitato di finanza propone che quest'Eccelsa Dieta voglia deliberare. Si approva il conto consuntivo del fondo generale dei poveri per 1' anno 1893

    coll' introito di...........f- 26848:84

    coll'esito di............. 26602:85'/,

    e coi civanzo in contanti di ,........245:98 72

    collo stato finale del patrimonio :

    1) in obbligazioni di.........f- 567250:—

    2) in capitali investiti presso privati di........15357:571/2

    3) in valori delle realita e diritti usufruttuari di „ 63525:2472 infine colle restanze attive finali di........* 1160:66

    e colle restanze passive finali di..........29:40

    fF di SegretariO: Potrjuje se račun glavnega zaloga za uboge zaleta 1893

    z dohodki '............ ^ 26848:84

    se stroški............- 26602:857,

    iu s preostankom v blagajnici.........S5- 245:98 '/2

    s končnim stanom premoženja:

    1) v obligacijah..........S]- 567250:—

    2) v glavnicah naloženih pri zasebnikih........15357:577,

    3) v vrednosti posestev in uživanjskih pravic.....» 63525:2472

    slednjič z aktivnimi zaostanki.......... 1160:66

    • • • 29-40 s pasivnimi.............

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta 1 Non 6 il caso. La metto

    ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di restar seduti. (nessuno si alza). E' accolta.

    IVSarani: (GN. 5963/95) Eccelsa Dieta, Esaminato il conto consuntivo del fondo generale dei poveri per 1* anno 1894 presentato dalla Giuuta, ho 1' onore di relazionare come segue :

    L' introito generale ascende a 1' esito generale ascende a

    percui si ebbe il civanzo di

    f.

    26632:71 26257:35 V2

    f.

    375:35 mentre i ca-

    In quest' anno 1894 il patrimonio in obbligazioui si aument6 di f. 3950, pitali iuvestiti si diminuirono di f. 735:— I capitali per prezzi di compravendita diminuirono di f. 915:85. II valore delle realita diminui di f. 331:06 per la vendita delie realita es Saudrini Maria. Gl' introiti furono maggiori di confronto al preventivo per f. 34:27% e gli esiti minori per f. 321:29. L' introito maggiore deriva dali' iucasso di interessi delle obbligazioni del fondo. Le spese sono state minori pel risparmio nella rubrica »contributo pei pellagrosi". Iu complesso la gestione fu favorevole per f. 3 3 3:4 1 72.

    Cii) esposto il Comitato di finanza propone che quest' Eccelsa Dieta si compiaccia deliberare. Viene approvato il conto consuntivo del fondo generale dei poveri per 1' anno 1894

    coll' introito di

    coll' esito di ......

    quindi coi civanzo in contanti di collo stato finale del patrimonio :

    a) in obbligazioni di

    b) in capitali iuvestiti presso pri vati

    c) in valori di realita e diritti usufruttuari di In fine colla restanza attiva finale di .

    e colle restanze passive finali di

    ff. di Segretario : Potrjuje se računski sklep glav

    z dohodki .........

    s6 stroški

    f.

    26632:71 26257:35 V2

    f. 375:35 V2

    f. 571200: — 13706:72 63194:18

    878:107, 107:447, iega zaloga za uboge za leto 1894 gl. 26632:71 26257:35 72

    gl

    gl-

    in s preostankom v gotovini .... s končnim stanom premoženja

    «) v obligacijah.....

    b) v glavnicah naloženih pri zasebnikih .

    c) v vrednosti posestev in uživanjskih pravic s končnim aktivnim zaostankom s pasivnim zaostankom.....

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta ? Non essendo il caso, metto ai voti la proposta stessa. I Signori che 1' accettano, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si move). E' accolta.

    Lo stesso relatore voglia riferire sul conto preventivo del fondo generale dei poveri pro

    375:357,

    571200:— 13706:72 63194:18% 878:107, 107:447,

    Marani: (GN. 5494/95) Eccelsa Dieta, II conto preventivo del fondo generale dei poveri per 1' anno 1896 presenta :

    negli introiti la soinma di........• . f. 24746:—

    negli esiti quella di .........„ 22604:—

    quindi uu eivauzo di..........f. 2142: —

    La partita esiti aument& di f. 150 in seguito al voto di codest' Eccelsa Dieta che de-volveva a Carolina de Barbazetto il sussidio di f. 150.

    II Comitato di finanza propone quindi che 1' Eccelsa Dieta voglia deliberare :

    Viene approvato il conto preventivo del fondo generale dei poveri per 1' anno 1896 col-

    1' introito di f. 24746:—

    coll' esito di • ••••••• » 22604: —

    e col civanzo di • ••••••• f. 2142: —

    ff. di Segretario: Potrjuje se proračun glavnega zaloga za uboge za leto 1896 :

    z dohodki . • • • C • • gl- 24746:—

    sfš stroški . . . ' . ••••••• 99 22604:—

    in s preostankom . . . . ••••••• o-l a1* 2142: —

    Capitano: Se nessuno dei Signori domanda la parola per discutere SU questa proposta,

    credo di poterla mettere ai voti. I Signori che approvano la medesima, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L' onorevole Gregorčič 6 pregato di riferire sul conto consuntivo del fondo d' Esonero pro

    1894.

    Gregorčič: (GN. 5968/95) Visoki deželni zbor! Sklep računa zemljiščno-odveznega zaloga goriškega za leto 1894, predložen visokemu zboru po deželnem odboru s poročilom z dne 28 decembra 1895 št. 5968, razkazuje dohodkov:

    stalnih.............gl. 73.012:0072

    začasnih ......... • • • » 44.315:48 V2

    skupaj gl- 117.327:49

    in konečnega aktivnega zastauia ..... • • • 35 23.417:47

    ter stroškov stalnih ....... • • • 99 42.554:0')

    začasnih ......... . 99 74.773:40

    skupaj gl- 117.327:49

    in konečnega pasivnega zastanka..... ... » 23.417:47

    Stalni dohodki obsegajo naslednje vrste :

    vplačila obvezancev :

    na glavnicah ......... ... gl- 661:39%

    na obrestih ......... ... » 327:03

    od dežele na obrestih ....... . » 72.015:69 '/2

    razni dohodki ........ . 7:88%

    skupaj gl. 73.012:00'/;

    začasni dohodki pa sledeče :

    predplače prejete proti povračilu..... gi 44 260:26 V2

    predplače vrnjene ........ • • • » 55:22 V2

    skupaj gl. 44 315:48 %

    Kortečni aktivni zastanki zadevajo naslednje vrste stalnih dohodkov:

    vplačila zavezancev: na glavnici..... • • • gl- 2.561:43 %

    na obrestih . ...... • • • » 2.120:927,

    vplačila dežele: na glavnici ...... • • • » 8.112;71

    na obrestih........ • • • » 9.708:52

    razni dohodki........ • • • » 90

    zastanki zemljiške odveze iz leta 1848 .... • • • » 385:7572

    skupaj gi. 22.890:24 72

    ter v začasnih dohodkih one, ki izvirajo iz povrnjenih predplač, v znesku . „ 527:22%

    skupaj gl. 23.417:47

    Stalni stroški obsegajo naslednje vrste :

    plačila opravičencem, na glavnici..... • • • gl- 35.027:87 '/2

    na premijah ......... • • • » 1.751:9172

    na obrestih ......... • • ; » 1.522:64%

    državi pasivne obresti ....... • ■ • » 504:65 %

    razni stroški (retrocesije) ...... ' ' • » 3.292:78 72

    upravni stroški ........ • • » 451:43

    na zastankih leta 1848 ....... . . . „ 2:78%

    skupaj gl. 42.554:09

    začasni stroški pa sledeče:

    predplače vrnjene ........ gl. 74.747:73 %

    predplače dane ........' . „ 25:66%

    skupaj gl. 74.773:40

    Konečni pasivni zastanki zadevajo v stalnih stroških n aslednje vrste:

    plačilo opravičencem : na glavnici..... . • • „ 1.186:50

    na premijah ......... „ 59:327,

    na obrestih........ . ■ ■ n 100:83 7,

    skupaj gl. 1.346:66

    ter v začasnih stroških:

    predplače vrnjene ........ • • • v 22.070 81

    skupaj gl. 23.417:47 Aktivni in pasivni zastanki koncem leta 1894 so popolnoma enaki. Ko se prvi potirjajo, plačajo se drugi brez novega proračuna. Tečinom se je to zgodilo leta 1895; kar še ostaja, zgodi se, kakor je pričakovati, leta 1896. Tedaj izvrši zemljiško - odvezni zalog goriški svojo nalogo do zadnje pičice.

    Ostanek od poprejšnjega leta v obligacijah zemljiško-odveznega zaloga znašal je 250: Obligacije v tem znesku izročile so se strankam. Tako je ostal zalog brez obligacij.

    Vseh obligacij bilo je izdanih za znesek od teh je bilo kupljenih po borsni ceni za ter izsrečkanih za .

    1,630.050:-

    193.740 1.436.310

    1.630.050

    torej uničenih za . to je za — vse.

    Ako se primerjajo dohodki leta 1894 s proračunom za isto leto, vidi se, da zavezanci so

    plačali na glavnici in obrestih.........gl. 2.077:57 V2

    ter isto tako dežela....................„ 10.626:30V2

    skupaj gl. 12.637:88

    manj nego je bilo proračunjeno, in to vsled slabih ekonomiških razmer, posebno na Krasu, ter vsled mnogih odpisov na neposrednjem davku.

    Razni dohodki, za katere ni bilo nič proračunjeno, znašali so . tako da dohodki v stalnih vrstah so bili manjši od preudarjenih za

    Stalni stroški, v primeri s proračunom, so bili manji pri upravi za večji pa v naslednjih vrstah: opravičencem: glavnice za . premije za . .

    ?1.

    7:88 Va 12.629:99 V2 43:57

    gl.

    3.502:87 V2 317:91 V, 805:64 Vg 4:65 V, 3.295:57

    skupaj za gl.

    7.926:66 43:57

    obresti . . . državi pasivne obresti za razni stroški (retrocesije) za

    po odbitih manjših za

    sploh večji za............gl. 7.883:09

    Opravičencem iu državi se je plačalo več radi zastalih tirjatev prejšnega leta ; retrocesije so bile potrebne radi mnogih odpisov in popustov davka.

    Začasni stroški so bili proračunjeni v znesku gl. a znašali so na predplačah vrnjenih........„

    torej več za............. 23.776:73V2

    Višjim stroškom v znesku........ „ 31 659:82V2

    in manjšim stalnim dohodkom v znesku.......„ 12.629:991/2

    50.971: — 74.747:73V2

    skupnemu znesku gl. 44.289:82 gl.

    stojijo nasproti nepreudarjeni začasni dohodki, in sicer:

    predplače prejete...........

    predplače vrnjene...........

    skupaj gl.

    Zalog ni imel preostanka v gotovini ni začetkom, ni koncem upravnega leta.

    V dobi, odkar se je zemljiško-odvezci zalog ustanovil, dne 1. oktobra 1850, do konca decembra 1893, imel je zalog po glavnem razkazu, ki je računu pridejan, naslednje dohodke in stroške:

    44 260:26 V2 29:55 '/, 44.289:82

    glavnice .

    • • • •

    glavnice za laudemije

    Dohodki od obvezancev:

    glavnice.....

    obrestij . od dežele obrestij od države obligacij . obrestij

    zamudne obresti. aktivne obresti . razni dohodki . dohodki zastaukov leta 1848 prejete pred plače podpore iz državnih blagajnic

    gl. 988.775:93 „ 610.674:69 % „ 604.112:28 1,627.177:93

    522:38% „ 124.731:05 „ 222.860:67% „ 62,521:60% „ 172.279:71 „ 19.268:36 % , 3.651:31% „ 22.070:81 538;25

    skupaj gl. 4,459.185;—•

    Vrhu tega imel je zalog koncem decembra 1894 aktivnih zastaukov, kakor zgorej ... .........

    Stroški opravičencem: glavnice .... obrestij ..... obligacij .... premij za izsrečkaue obligacije pasivne obresti upravni stroški

    razni stroški .... stroški od zastankov leta 1848 dane predplače

    gl. 23.417;47

    15.451:82 „ 2,452.631:37 „ 1,710. i 24:94 V2 35.638:47 V2 12.171:14% „ 2.06.868:44 24.901:9572 869:62% 527:22 %

    skupaj gl. 4,459.185: — Pasivni zastanki koncem decembra 1884 znašajo enako, kakor aktivni namreč 23.417-47. Z ozirom na vse to predlaga finančni odsek: Visoki zbor naj sklene:

    Potrjuje se račun zemljiško-odveznega zaloga za leto 1894 z dohodki in stroški v enakem znesku 117.327:49 ter z aktivnimi in pasivnimi zastanki koncem leta v enakem znesku 23.417:47 fF. di Segretario: Viene approvato il conto eonsuntivo del foudo d'esonero peli'auuo 1894 cogli iutroiti ed esiti eguali di f. 117.327:49 e eolle restauze attive e passive alla fine deli'anno pure deli' uguale importo di f. 23.417:47.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta? Non essendo il caso, la metto ai voti. Prego i Signori che vogliono approvarla di rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accolta.

    Lo stesso relatore b pregato di riferire ancora a nome del Comitato di finanza sulla dornanda della scuola industriale di perfezionamento iu -Ranziauo.

    Gregorčič: (GN. 5630/95) Visoki deželni zbor! Županstvo v Renčah vložilo je dne 13. decembra 1895 pod številko 5630 na deželni odbor prošnjo, s katero prosi denarno podporo za ustanovitev obrtno-nadaljevalne šole za zidarje v Reneah. Deželni odbor je uvrstil to prošnjo med peticije, ki so se predložile v razpravo in sklepanje deželnemu zboru; a ta jo je odstopil peticijskemu oziroma finančnemu odsekjl-

    Imenovano županstvo pravi, da je prosilo že pred več leti, naj bi se ustanovila v ondašnji občini obrtno-nadaljevalna šola za zidarje. Pristojne oblasti so bile načeloma vedno za ustanovitev take šole ; ali primanjkovala so sredstva, ki so potrebna za vzdrževanje.

    Zdaj se je občina zavezala, da bo vzdrževala šolske prostore ter da bo skrbela za potrebno svečavo in kurjavo. Okrajni šolski svet za okolico goriško obečal je letni prispevek 30 gl. ; kupčijska in obrtnijska zbornica v Gorici dovolila je za leto 1896 donesek 150 gl. in visoka vlada se je izrazila, da je pripravljena nakloniti šoli državno podporo.

    Z ozirom na te okoliščine, kakor tudi na to, da zidarska obrt je v Renčah in bližnji o-kolici močno razvita ter da zidarji sami so pripravljeni žrtovati kaj, da bi se omenjena šola ustanovila, priznava finančni odsek koristi te šole ter potrebo, da jo dežela podpira.

    Finančni odsek stavlja ozirom na vse to sledeči predlog :

    Visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti:

    Obrtno-nadaljevalni šoli za zidarje v Renčah dovoljuje se letna podpora 200 gl. od leta 1896 naprej.

    ff. di Segretario : Alla scuola industriale di perfezionamento per muratori in Ranziauo viene accordata 1' annua sovvenzione di f. 200 dali' anno 1896 impoi.

    Capitano: Se non viene chiesta la parola per discutere questa proposta, la metto ai voti. (non viene) I Signori che 1' approvano, sono ricercati di voler rimanere seduti. {nessuno si aha) E' accolta.

    L' onorevole Marani b di nuovo ricercato a voler riferire sa istanse di diversi Impiegati provinciali.

    Marani: (GN. 886/96) Eccelsa Dieta, II praticante contabile Giuseppe Matteuz ed il diur-nista presso la Contabilita, provinciale Michele Goriup preseutarouo doraande di promozione rispet-livamente di nomina definitiva ; gli impiegati Clemente Bramo, Alberto Planiscig, Antonio Mreule, Alessandro Chiades, Pompeo Gortani e gli inservienti provinciali Andrea Logar, Ferdinandi) Zarli e Francesco Caudutti chiedono aumento di stipendio.

    II Comitato di finanza, esamiuate le singole domande deliberava :

    1. la domanda de pres. 6 gennaio 1896 N. 109 di Giuseppe Matteuz viene, con riferimento al voto deli' Ecc. Dieta che sistemizzava un pošto di II. Assistente contabile rimessa alla Giunta provinciale per le attribuzioni di sua competenza nou senza osservare che il petente ž meritevole d' ogni riguardo per 1' eecellente servizio prestato alla Provincia pel decorso di 6 auui in qualit;\ di praticante contabile, durante i quali si ebbe 5 decreti d'encomio, fra i quali uno per voto di questa Eccelsa Dieta, ed in qualit;\ di direttore gratuito del Museo provinciale sezione di storia naturale.

    2. Viene del pari rimessa alla Giunta provinciale 1' istauza de pres. 2 gennaio 1896 N. 39 di Michele Goriup per le sue attribuzioni colla raccomandazione che sia accordato al petente un pošto di praticante contabile colTannuo emolumento di f. 700 e cič> iu vista della sua capacita e degli ottimi servigi prestati in qualit;V di diurnista.

    Avendo 1' Eccelsa Dieta col deliberato preso nella seduta del 10 corr. approvato il conto preventivo del fondo provinciale per 1' anno corrente assieme a tutte le proposte connessevi, fra le quali anche quelle che si riferiscono alla concessione di aumenti di salari ed aH' assegao di rimu-nerazioni agli altri sopramenzionati impiegati ed inservienti provinciali, il Comitato referente si limita di proporre ali' ecc. Dieta, che Le piaccia di deliberare :

    I. L' istanza de pres. 6 gennaio 1896 N. 109 di Giuseppe Matteuz viene rimessa alla Giunta provinciale per le attribuzioni di sua competenza :

    II. L'istanza de pres. 2 gennaio 1896 N. 39 di Michele Goriup viene rimessa alla Giunta provinciale per le attribuzioni di sua competeuza.

    fF. di Segretario: I. Prošnja Josipa Matteuz-a, vi. 6. januarja 1896 št. 109, se izroči deželnemu odboru, da jo reši v svojem področju.

    II. Prošnja Mihe Gorjupa, vi. 2. januarja 1896 štv. 39, se odstopi dež. odboru, da jo reši v svojem delokrogu.

    Capitano : E' aperta la discussione sopra questa proposta.

    Rojic : Nimam nič proti temu, ker je pravilno. Želim pa, da se vsled mojih v zadnji seji poudarjanih razlogov-poprej nastavi vodja deželue računanje in zahtevam, da se ne odda mesto proti določbi §. 15. in ne osebam, ki ne zadoščajo §. 11. organičuega reda.

    Capitano: Viene ancora chiesta la parola in questo riguardo ? Non essendo il caso dichiaro chiusa la discussione e concedo 1' ultima parola aH' onor. relatore.

    Marani: Siccome la proposta b semplice, e non b stata combattuta, cosi rinnovo la proposta fatta dal Comitato di finanza.

    Capitano : lo metto la stessa ai voti. I Signori che 1' approvano, sono pregati di voler alzarsi. (maggioranza) E' accolta.

    Segue il rapporto del Comitato legale sul progetto di legge concernente la conduttura del torrente Mondina nell' Isouzato.

    Possiamo sorpassare la lettura del rapporto giacchb da parecchi giorni esso si trova nell e mani degli onorevoli Signori, e dichiaro subito aperta la discussione generale. Non domandaudosi la parola čredo di poter chiudere la discussione generale e passare subito aH' articolata. Siccome anche la legge b gijk nota ai deputati, čredo che basterebbe accennare soltanto i paragrafi.

    Pajer : (GN. 787/95 V. Alleg. V. Cita il § 1 e cosi -pure il ff. di segretario lo sloveno).

    Capitano: Accettato.

    Pajer: (cita il § 2)

    Capitano : Accettato.

    Pajer: (cita il § 3)

    Capitano : Accettato.

    Pajer: (cita il § 4)

    Capitano : Accettato.

    Pajer: (cita il § 5)

    Capitano : Accettato.

    Pajer: (cita il § 6)

    Capitano: Accettato.

    Pajer : (legge il titolo e V introduzione del progetto e in sloveno il ff. di Segretario).

    Capitano: Riteugo che auche qui nessuno dei Signori avra riulla iu coutrario (no). II titolo e I' iutroduzione della legge sono anche accettati.

    Pajer: Essendo che siamo alla vigilia della chiusura della sessione dietale, proporrei che si passasse tosto alla trattazione anche in ultiuia lettura en bloc.

    Capitano : I Signori hanno sentito la proposta. La metto ai voti. Coloro che ammettono 1' urgenza, sono pregati di restar seduti. (nessuno si move). L' urgenza b accoita. Io metto dunque in ultiuia leti ura la legge teste votata iu prima, e prego i Signori che vogliouo approvarla anche in ultima lettura, di rimauer seduti. (nessuno si alza). Accettata, e con cič> quest' argomento & de-finitivamente evaso.

    Seguono ora rapporti del Comitato delle petizioni e in primo luogo e quello sulla proposta deli'onor. Gregorčič riguardo alla strada Cauale-S. Lucia. L'onor. Abram b pregato di riferire.

    Abram : (GN. 774/96) Visoki deželni zbor ! Poročevaje o predlogu čast. gosp. poslanca dr. Gregorčič-a in tovarišev zastran naprave oziroma poprave skladovne ceste od Kanala skoz Avče do Vogrščka ob kanalsko-tolminski meji, ki mu je bila izročena v posvetovanje v seji due 10. februarja 1896, iu ob enem o prošnji cestnega odbora kanalskega za podporo za gradenje te ceste št. 90/96 ;

    glede na to da je visoka c. kr. vlada na podlagi natančnih in obširnih preiskav in po-izvedeb priznala važnost te ceste v strategi čuem in v kupčijskem obziru, ter ponudila podporo iz državnega zaklada s 50% potrebnih stroškov.

    glede na to, da je tudi visoki deželni zbor načeloma vže vgodno rešil ta predlog s tem, da je postavil v prevdarek za tekoče leto 1896 prvo odplačilo 5000 gld. v predlogu omenjenega zneska 15000, ki se ima dovoliti za to cesto iz deželnega zaloga, vsoja si peticilski odsek predlagati, naj blagovoli vis. deželni zbor skleniti.

    Za napravo oziroma popravo okrajne ceste od Kanala skoz Avče do Vogrščeka ob kanal-sko-tolminski meji, kateri stroški so proračunjeui na 100000 gld., dovoli se 15%, podpora iz deželnega zaloga v najvišjem znesku 15000 gold., katere izplača deželni odbor cestnemu odboru kanalskemu v treh letnih obrokih po 5000 gld. od leta 1896 do 1898 pod sledečimi pogoji:

    1) da država zagotovi 50% prispevek k stroškom te ceste v najvišjem znesku 50000 gld.;

    2) da cestni odbor kanalski zagotovi v isti namen 35% prispevek v najvišjem znesku 35000 gl.

    3) da se cestni odbor kanalski zaveže sprejeti to cesto, ko bo dodelana, v svojo upravo.

    ff. di Segretario: II Comitato delle petizioni si permette di proporre, che 1' Ecc. Dieta voglia deliberare :

    Per la costruzione, rispettivamente riattazione della strada regionale da Canale per Auzza sino al torrente Vogheršček al confine fra i distretti di Canale e Tolmino, il quaie lavoro b preli-minato con f. 100000 viene approvata la sovvenzione del 15% dal fondo provinciale nel massimo ammontare di f. 15000, da versarsi dalla Giunta provinciale al comitato stradale di Canale in tre annue rate a f. 5000 dali' anno 1896 sino al 1898 alle segueuti coudizioni:

    1) che lo Stato assicuri un contributo del 50% per questa strada nel massimo importo di f. 50000.

    2) che il Comitato stradale di Canale assicuri allo stesso scopo il coutributo del 35% nel massimo importo di f. 35000.

    3) che il Comitato stradale di Canale si obblighi di assumere a lavoro eompiuto la strada in propria amministrazione.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere su questa proposta del Comitato delle petizioni ? Nessuno dei Signori chiedendo la parola, metto ai voti la proposta stessa. I Signori che vi accedono, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    Ricerco 1' onor. Michielli di riferire sulla domanda del Comitato stradale di Cormons per un sussidio per la costruzione del ponte sul Reka.

    Michieili: (GN. 110/95) Eccelsa Dieta, II comitato stradale di Cormons con istanza dd. 6 gennaio 1895 N. 110 domanda un sussidio per poter costruire uu ponte attraverso il torrente Reka e migliorare la strada sotto il castello di Dobra.

    Fiuo dali' anno 1877 dali'I. R. Comando militare della VII divisione fu riconosciuta la necessitii di questi lavori.

    Tanto il Comitato stradale di Cormons, quauto la Podesteria di Bigliana, cercarono tutti i mezzi per poter riunire il capitale necessario, e riuscirono con molta fatica a raggranellare un importo di f. 5938. Siccome per6 il fabbisogno dei lavori ascende a f. 7720.08 cosi vi & ancora un deficit di 1782.08.

    Vista la, necessita, del lavoro, il comitato delle petizioni si onora di proporre che codest'Ec-celsa Dieta voglia deliberare:

    Viene accordato al Comitato stradale di Cormons un sussidio di f. 1200 onde possa dar mano ai lavori, e costruire il piu presto possibile il ponte sul torrente Reka e migliorare la strada sotto il castello di Dobra.

    fF. di SegretariO: Cestnemu odboru v Korminu se dovoli 1200 gl. podpore, da se bo mogel čim brže lotiti zgradbe mosta čez Reko in predelavanja ceste pod dobrovsko grajščino.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta? Non b il caso. La metto ai voti. I Signori che vogliono approvarla, sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L' onorevole Tuma voglia riferire sulla domanda della Societčt dei veterani in Gorizia che domanda un sussidio per 1' erezione d' un monumento al defunto Capitano d' artiglieria Barone Andrea Zhehovini.

    Tuma: (GN. 754/96) Visoki zbor! Dne 11. februvarja 1896 dovolil je visoki deželni zbor pisatelju Ivanu Leban-u podpore pri izdanji knjižice, „Freiherr Andreas Čehovini, ein asterreichischer Ileld" s tem, da je nakupil 20 zvezkov, ki se imajo razdeliti med mladino.

    To podporo dovolil je le iz razloga, da časti moža, čegar životopis nam je podal pisatelj. Iz istega razloga pa si vsoja peticijski odsek predlagati :

    Visoki zbor naj sklene : Drugemu, primorskemu veteranskemu društvu za Gorico iu Gra-dižko dovoljuje se 100 gld. podpore za napravo primernega spomenika baronu Andreju Čehoviu-u, c. kr. artilerijskemu stotniku, v njega rojstnem kraju Branica ter nalaga deželnemu odboru, da od-knže dovoljeni znesek iz deželnega zaloga

    fF. di SegretariO : L' Eccelsa Dieta voglia deliberare : Alla seconda associazione dei Veterani per Gorizia e Gradišča si accordano f. 100 di sussidio per P erezione d' uu confaceute monumento al barone Andrea Čehovin i. r. capitano d' artiglieria nel suo paese nativo di Branizza e s' incarica la Giunta provinciale di assegnare la somma accordata dal fondo provinciale.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere questa proposta ? Non & il caso. La metto ai voti. I Signori che si associano alla medesima, sono pregati di rimaner seduti. (nessuno si move) E' accolta.

    L1 onor. Venuti b ricercato di riferire sulla domanda del Comune di Mariano per sussidio per lavori di ristauro di quella i. r. scuola industriale.

    Venuti: (GN. 741/96) Eccelsa Dieta, Costretto di procedere al ristauro deli' ediflcio de-stinato ali' i. r. scuola industriale con un dispendio di oltre fior. 800, il Coinuue di Mariano chiede aH' uopo un sussidio da quest' Eccelsa Dieta.

    Visto, che il Comune, per le opere che deve senz' altro effettuare nei pubblico interesse trovasi nell' impotenza di sobbarcarsi a tutto quel dispendio :

    visto che la scuola ha un carattere provinciale :

    il Comitato delle petizioui ha 1' onore di proporre che 1' Eccelsa Dieta voglia deliberare:

    Al comune di Mariano viene accordato un sussidio di fior. 300, quale coutributo pel ristauro deli' edificio destinato a quell' i, r. scuola industriale.

    ff. di Segretario: Občini Marjanu se dovoli 300 gl. podpore kot donesek za popravo poslopja, v katerem je c. kr. obrtnijska šola.

    Capitano: Ritengo che nessuno dei Signori voglia discutere questa proposta. E in questo caso la metto ai voti. 1 Signori che si associano alla medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accolta.

    L' onorevole Tuma voglia ora riferire sulla domanda del Consorzio vinicolo di Dornberg.

    Tuma: (GN. 802/96) Visoki zbor! Vinorejsko društvo v Dornbergu vzdržuje z priznavanja vredno požrtvovalnostjo veče nasade ameriških trt. Kraj je zadet po trtni uši in se ima boriti kakor društo samo, ki se ima v prvi vrsti boriti proti tej šibi božji, z gmotnimi primankanji.

    Ker deželni zbor vsled predloga č. g. poslanca Grča sam priporoča visoki vladi ustanavljanje trtnic proti trtni uši, zasluži že obstoječa trtnica vse podpore. Peticijski odsek vsoja si tedaj predlagati:

    Visoki zbor naj sklene: Vinorejskemu društvu v Dornbergu dovoljuje se iz deželnega zaloga 100 gl. enkratne podpore za nasade ameriških trt s pridržkom, da nabavi take vrste, katere so splošno priporočane kot posebno trajne proti trtni uši in se skrbno drži vseh hranilnih (profilak-tičuih) sredstev priznanih v dejauski rabi. —■

    ff. di Segretario : La societa di viticoltura in Dornberg possiede estesi vivai di viti a-mericame che sono tenuti in modo assai lodevole.

    La regione 6 infetta.

    La Dieta voglia deliberare: Alla societa, di viticoltura in Dornberg s' accordano dal fondo provinciale f. 100 di sussidio per una volta tanto per 1' impianto di viti americane con la racco-mandazione di piantarvi tali varietšt che sono generalmente raccomandate quali resisteuti alla fillossera e colla condizione che vi vengano adottati tutti i mezzi profilatlici che sono praticameute conosciuti.

    Capitano: E' aperta la discussione su questa proposta. Se nessuno dei Signori chiede la parola ritengo di poterla mettere ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di voler rimanere seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    L' onor. Venuti 6 pregato ora di riferire sulla domanda della vedova Giuseppa Kersovani.

    Venuti: (GN. 878/96) Eccelsa Dieta, Vista la petizioue di Giuseppiua Vedova Kersevaui del

    pr. 11 febbraio 1896 per un sussidio per una volta tanto allo seopo di alleggerirsi il peso dei dispendi riusciti necessarii in seguito ali' improvviso decesso del di lei niarito ingegnere Giovanni Kersovani.

    Viste le condizioni econoiniclie davvero ristrette della vedova, la quale ha da provvedere a tre figli eolla tenue sostanza da lei posseduta;

    visto che il defunto prest6 i suoi servigi alla provincia in qualit& di consulente tecnico; il Comitato delle petizioni ha 1' ouore di proporre che quest' Ecc. Dieta voglia deliberare : Alla Vedova Giuseppina Kersovani si accorda un sussidio di f. 100 per una volta tanto autorizzata la Giunta di farne 1' estradazione verso regolare quietanza.

    fF. di Segretario : Vdovi Josipini Kersovani se dovoli 100 gl. podpore enkrat za vselej in naročuje se deželnemu odboru, da jo izplača proti redni pobotnici.

    Capitano: Nessuno dei Signori čredo voglia prendere la parola per discutere questa proposta. In questo caso la metto a i voti. I Signori che approvano la proposta stessa, sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si aha) E' accolta.

    L' onorevole Lapanja 6 pregato di riferire sulla domanda della Podesteria di Trenta per la conservazione del paseolo delle capre.

    Lapanja: (GN. 301/96) Visoki zbor! Občinska zastopa v Soči in Trenti prosita s peticijami pod štev. 5909/95 in 301/96 pomoči pri visokem deželnem zboru za kozorejo, katero c. k. o-krajno glavarstvo v Tolminu z vso strogostjo preganja.

    Naredbe zoper kozorejo pričele so se menda 1. 1844. Od te dobe pa do današnjega due vrši se dosledno preganjanje koza po tominskem okraja, izvzemši le nekatere prenehljaje. Dokler se je godilo to po občinah, ki imajo dobre pašnike, pripoznati je moral vsak razumnež, da je postopanje vladnih organov v tem oziru opravičeno.

    Ali te naredbe so nekako splošnega značaja, naperjene so proti kozi, kjer koli se nahaja, samo radi tega, ker je gozdoreji škodljva, ne oziraje se ne na krajevne, ne na gospodarstvene razmere ljudstva. Vse hvale vredno je, da se za gozdorejo tolikanj skrbi, ali na glavno načelo umnega gospodarstva, ki obstoji v tem, da se vsako zemljišče tako vživa, da daje največe dohodke in sicer trajne, se pri tem postopanju ne sme pozabiti ; drugače se utegne človeku v gmotnem obzira zelo škodovati, mesto da bi mu bilo v korist.

    Po § 30. našega obč. reda je poklicano Starešinstvo, da se posvetuje in sklepa o načinu vživanja občinskih zemljišč. Merodajni faktorji so gotovo v tem oziru: kakovost zemljišč in njih lega, podnebje in oddaljenost od trga; na nje se mora sploh vsakdo ozirati, kedar prevdarja, kako naj se kako zemljišče v pravem smislu oskrbuje.

    Zemljišča v goratem delu soške doline, začenši na Žagi in naprej gori do kranjske in koroške meje, so v veliki meri taka, da ne dajajo trajnih dohodkov drugače nego s tem, da jih opaše ovca in koza. Gozdovi ne vspevajo povsod in le do neke višave, mej tem ko sočnate trave še na naj-viših vrhuncih rasto. Posebna v tem oziru so solnčnata rebra.

    Ona se dajo pač le z veliko težavo pogozditi, ker manjka na njih gozdoreji potrebne vlage. Pol stoletja bi ne dajale na tak način nobenega dohodka. V tem stanu, kakor se sedaj nahajajo, namreč gole so, ne dajejo druzega vžitka, kakor pašo za kozo.

    Po soški iu trentarski dolini je kozoreja glavni dohodek prebivalstva uže od pamtiveka sem. Ta način oskrbovanja ondotnih zemljišč je pa edino pravi, če hoče človek od tega živeti, kar

    se da pridelati. Pomisliti je tedaj, kaj nastane, ako se tudi tukaj koza zatre. „Mera je v vseh rečeh in povsod so določene meje" ali raari za kozorejo niso?

    Ni čuda tedaj, da iščejo prosilci pri visokem deželnem zboru pomoči, kajti naredbe proti kozoreji v soški in trentarski dolini so ob enem proti obstanku ljudi naperjene. V prejšnih časih ni bilo tako. Preganjali so kozb pač drugod, a v teh krajih ne.

    Želeti je, da se tudi sedaj neha mučiti ljudi, ki niso ničesar zakrivili in da vladne oblasti svojo pozornost na drugo stran obrnejo, namreč kako bi se dala kozoreja zboljšati in stalno vrediti zraven gozdoreje.

    Ker bo taka uredba zahtevala še mnogo poslovanja z oblastmi, predlaga podpisani peticijski odsek, da se ta zadeva odstopi v ta namen deželnemu odboru.

    ff. di Segretario: La petizione delle rappresentanze comunali di Soča e Trenta in affari di pascolo delle capre viene ceduta alla Giunta provinciale per 1' ulteriore trattazione.

    Capitano: Viene chiesta la parola per discutere quella proposta? Non essendo il caso, la metto ai voti. I Signori che approvano la medesima sono pregati di rimanere seduti. (nessuno si alza) E' accolta.

    L' onorevole Dottori b pregato di riferire sulla proposta deli' on. Grča relativa alla coltivazione ed innesto di viti ainericane.

    Dottori: (GN. 576j96) Eccelsa Dieta, In data 24 gennaio a c. 1' onorevole deputato Don Grča e compagni, presentavano al GN. 576 la seguente proposta:

    Voglia 1'Eccelsa Dieta deliberare:

    „E' incaricata la Giunta provinciale di avanzare aH' Eccelso i. r. Ministero di agricoltura una petizione perchb si compiaccia provvedere la principesca Contea di Gorizia e Gradišča, d' uu mag-gior numero di vivai per la coltivazione e peli' innesto di viti americane, ed istituire un ispettore provinciale agrario "

    II Comitato delle petizioni, cui venne da Codesc' Eccelsa Dieta demaudato 1' incarico di riferire sull' atto medesimo, giustamente allarmato dalla progressiva e pur troppo rapida invasione dei nostri vitigni dalla fatale fillossera, nel desiderio di mitigare in futuro le tristi cousegueuze di quel flagello che minaccia seriamente il nostro principale reddito, unanime accolse la fatta proposta, e nel rimetterla alla nostra Giuuta coll' inearieo di avanzarla colla piti fervida raccomandazione, e con tutto il possibile appoggio aH'Eccelso i. r. Ministero d'agricoltura, si permette di completarla eolle segue riti aggiunte.

    Onde evitare il piu possibile il trasporto artificiale della fillossera da vivai esistenti in re-gioni iufette in quelle ritenute tutt'ora iminuni, saranuo da istituirsi vivai iudipendenti 1'uno dal-]' alt.ro, e precisamente:

    a) per la regione iufetta ;

    b) peli a. regione che, essendo limitrofa a questa, b la piu minacciata;

    c) pella regione non ancora constatata infetta.

    Le talee destinate aH' impianto dei vivai nelle due ultime regioni dovrebbero provenire da vivai gift esistenti nella parte imrnune della Provincia, i quali, oltre a cib, devono essere stati ripe-tutamente ispeziouati e constatati sani.

    L'ispettore provinciale agrario, cui la proposta allude, dovrebbe essere soprattutto uno specialista esperto in tutto cib che concerne la eoltura delle viti ed iu ispecie delle viti americane e

    della questione fillosserica. Percib il Comitato ritiene meglio corrispondente allo scopo, auzichb iL proposto ispettore ugrario, un ispeltore provinciale per la viticoltura. A questo dovrebbero venire as-seguati particolarmente i seguenti compiti:

    1. Di scegliere le localita, i terreni e le varietft delle viti per i singoli vivai;

    2. di dirigere e sorvegliare 1' impianto, la coltura e la distribuzione dei prodotti medesimi ;

    3. di sorvegliare, oltrechb i detti vivai goveruativi, anehe quelli appartenenti a pri vati.

    In base ali' esposto, il Comitato delle petizioni propone.

    Voglia 1' Eccelsa Dieta deliberare:

    E' incaricata la Giunta provinciale d' innalzare sulia base del suesposto e su quanto essa trovera opportuno ed utile a conseguire il desiderato scopo, aH' Eccelso i. r. Ministero d' agricoltura fervida petizione colla preghiera d' istituire nella principesca Contea di Gorizia e Gradišča dei vivai di viti americane resisteuti, nonchb un i. r. Ispettore provinciale per la viticoltura.

    fF. di Segretario: Naroča se deželnemu odboru, da poda na podlagi zgorej razloženega in vsega tega, kar spozna za primerno iu koristno v dosego zaželjeuega namena, visokemu kmetijskemu ministerstvu iskreno prošnjo, da ustanovi v pokneženi grofiji Goriški in Gradiški trtnice za množitev odpornih ameriških trt in da namesti deželnega nadzornika za trtorejo.

    Capitano: Si domanda la parola per discutere questa proposta? Non b il caso. La metto ai voti. I Signori che approvano la proposta testb fatta a noine del Comitato delle petizioni sono pregati di restar seduti. (nessuno si muove) E' accolta.

    Con cib sarebbe esaurito 1' ordiue del giorno deli' odierna seduta. Siccome non si pub trat-tare 1' ultimo oggetto non avendo il Comitato prodotto a tempo il suo rapporto, dovrei passare alla chiusura deli' odierna seduta. Devo avvertire perb i Signori che non sono evasi tutti gli argomenti, quindi ....

    Commissario imperiale: Q,uantunque non sieno esauriti tutti gli argomenti, debbo per ordine Sovrano invitare che si passi alla chiusura della presente sessione dietale.

    Capitano : Sarebbe ancora da verificare il verbale della presente seduta. (I deputati dicono : Si rimette alla Giunta!) E' rimesso per 1' approvazione alla Giuuta provinciale.

    E cosi obbedeudo ali' ordine Sovrano partecipato dali' Illustrissimo rappresentante deli' Eccelso Governo, proeediaino a chiudere la presente tornata dietale.

    E' vero che non abbiamo esaurito tutti gli argomenti che erano da trattarsi da quest' Eccelsa Dieta, ma pure possiamo dichiarare che la sua attivit& non b stata infruttuosa.

    Abbiamo approvato diverse leggi che contengono utili provvedimenti. Una tende a miglio-rare le condizioui di quel četo che b di straordinaria importauza per la vita della uostra popolazione siccome ha nelle sue mani la nostra gioventu, quindi iu gran parte il nostro avvenire..

    Abbiamo preso dei deliberati coi quali non solo si sovvengono opere di pubblica utilita, m» si assicura pure il concorso alle medesime dai fondi dello Stato, ed in fine abbiamo generosamente distribuito sovvenzioni e sussidi a diverse parti della Provincia nonchb a singoli individui. Si com-prende che non fu conchiuso tutto cib che da diverse parti desideravasi, e che i deliberati presi non hanno potuto soddisfare tutti, e non meno si comprende che gli onorevoli deputati hanuo manifestato opinioni diverse sopra singoli argomenti.

    Ma ad outa di cib seppero conservare sempre quel rispetto scambievole e quel contegno dignitoso che unicamente corrisponde a una rappreseutauza del popolo, che sta aH' altezza della sua

    missione, e come negli anni addietro, la maggior parte dei deliberati furono pres i a voti unanimi. Io čredo percib che se vogliamo gettare uuo sguardo retrospettivo a quanto si e fatto, possiamo sentire una qualche soddisfazione del proprio operato, e cib tanto piu ia quanto che si aveva il fou-dato timore le nostre discussioni potessero non svolgersi come era nel desiderio di noi tutti. Come quaudo il firmamento era ranuuvolato che sembrava miuacciare burrasca, si saluta il sole che riesce a penetrare il bu.jo che 1' offuscava con piu vivo piacere che quando spunta in uu' epoca di giornate serene, cosi anche oggi sentiamo uua contentezza superiore a quella che sarebbe giustificata uuica-mente dai risultati ottenuti.

    In ogni modo sono convinto che il nostro contegno servira di consolazione aH'Augustissimo nostro Monarca, il quale apprezza ed ama tutti i popoli soggetti al Suo scettro con eguale affetto, non ha altro desiderio che quello di promuovere la prosperitžt della patria e dei Suoi cittadini, e che dediča con infaticabile ardore tutta la Sua esistenza per raggiungere questo nobile scopo.

    Se dunque, onorevoli Signori, al principio delle nostre discussioni Gli abbiamo pbrto uu ossequioso saluto con calorosi Evviva e Živio, oggi a fronte alta possiamo ripetere quelle esclama-zioni, offrendoGli il tributo di inconcussa fedeltž, e devoto attaccamento. Io V' invito di unirVi a me al grido: Evviva S. M. Francesco Giuseppe I! Evviva! Evviva! Evviva!

    (1 deputati tutti rispondono triplicatamente: Evviva! Živio!)

    E con cib dichiaro chiusa l1 odierua seduta e la presente tornata dietale.

    (Fine della seduta a ore 7V2 pom.)

    ECCELSA DIETA,

    II Comitato stradale regionale di Monfalcone avanzb alla firmata Giunta al N. 555 1' i-stanza dd. 22 gennaio 1895 N. 3 e al N. 6000 un' altra di data 27 dicembre 1895 con cui im-plora il di lei appoggio affinchš da quest' Eccelsa Dieta per legge provinciale venga assunto tra le strade regionali quel tronco di strada che, partendo dal quadrivio presso la stazione della ferrovia friulana di Ronchi transita Villaraspa e va fino alle čase di Bestrigna.

    Dal rapporto diretto dal Municipio di Monfalcone in data 21 gennaio 1895 N. 92 al Comitato stradale, evincesi che detto tronco di strada 6 un' arteria priucipale che dft sfogo agli inte-ressi di vari comuni censuari, e precisamente in parte di quello del comune di Monfalcone e dei comuni censuari di Staranzano, Ronchi, Fogliano, Turriaco e S. Pietro ali' Isonzo. Ei fu percib che il detto Comitato stradale riconobbe che il preindicato tronco di strada veste il carattere di strada regionale.

    L' i. r. Capitanato distrettuale di Gradišča e 1' i. r. Comando del 3.° Corpo d' armata in Graz, interessati di einettere la loro dichiarazione a sensi del § 18 della legge stradale 20 maggio 1894 N. 13 B. L. P. pel Litorale, — risposero, nulla ostare per parte loro che la strada in discorso venga assunta tra il numero delle regionali.

    Nella seduta deli' 8 febbraio 1894 vennero cedute alla Giunta provinciale le istauze del Comune di S. Floriano de pres. 29 dicembre 1893 N.ri 6092 e 6093 tendeuti ad ottenere che le strade comunali — e precisamente quella che dalla erariale presso il ponte sulla Grojna si diparte verso S. Floriano e mette sulla strada regionale Peuma-Quisca, e quella che da Sovenca sulla strada regionale Peuma-Quisca mette per Cerou superiore sino a Cerou inferiore vengano dichiarate regionali, coll' incarico di sentire iu proposito il Comitato stradale per la regioue del Circondario di Gorizia, di fare tutti gli ulteiiori rilievi aH' uopo necessari e di riferire nella prossima tornata rasse-guaudo eventualmente le sue proposte.

    In adempimento di tale incarico venne anzitutto invitato il (Comitato stradale di emettere il suo voto nell' argomeuto, e questi, nella seduta del 31 dicembre, prese a maggiorauza di voti il deliberato di non appoggiare la domanda che la strada verso Cerou venisse elevata a regionale, di-chiarandosi invece ad uuanimita di voti propenso per 1'assuuzione della strada cosidetta della Grojua nei novero delle strade regionali.

    L' i. r. Capitanato distrettuale di Gorizia e 1' i. r. Comando del 3.° Corpo d'armata, ricer-cati di dichiararsi relativamente alla strada della Grojua nulla ebbero ad opporre per riguardi pub-blici a che la strada nella valle della Grojna venga assunta fra le regionali.

    La Giunta provinciale, riportandosi, riguardo a questa strada, ai motivi difusamente svolti

    2

    I.

    nei rapporto del Comitato legale del 23 gennaio 1894 N. 480 in favore della chiesta dichiarazione, non puč> che appoggiare la domanda del Comitato stradale, ed 6 per ci6 che si onora di proporre : piaccia ali' Eccelsa Dieta di approvare il seguente progetto di legge:

    Legge del.....

    valevole per la principesca Contea di Gorizia e Gradišča concernente la classificazione del tronco d i strada d' accesso alla stazione ferroviaria friulana in Ronchi e di quella nella valle della Grojna.

    Sopra proposta della Dieta provinciale della Mia Contea principesca di Gorizia e Gradišča trovo di ordinare quanto segue :

    § 1. Vengono dichiarate regionali

    a) la strada che, partendo dal quadrivio presso la stazione ferroviaria friulana a Ronchi tran-

    sita per Villaraspa e va fino alle čase di Bestrigua.

    b) la strada che dalla erariale presso il ponte sulla Grojna mette per S. Floriano sino alla

    strada regionale Peuma-Quisca presso Soveuca.

    § 2. Questa legge eutra in vigore col giorno della sua pubblicazione.

    Zakon z dne .....

    veljaven za pokneženo grofovino Goriško in Gradiško zastran razredbe dovozne ceste k postaji furlanske

    železnice v Ronkah in pa ceste ob Krojni.

    Po predlogu deželnega zbora poknežene Svoje grofovine Goriške in Gradiške ukazujem tako: §. 1. Uvrščati se med okrajne

    a) cesta držeča od križpota pri prostaji furlanske železnice v Ronkah skozi Villaraspa do hiš v Bestrinji;

    b) cesta, ki od državne ceste pri mostu čez Krojno drži po dolini ob Krojni skozi Števerjan do okrajne ceste med Pevmo in Kojskim pri Sovenci.

    §. 2. Ta zakon obvelja tistega dnč, ko se razglasi.

    Dalla Giunta provinciale

    Gorizia, il 15 gennaio 1896. II Capitano provinciale

    CORONINI.

    II relatore

    Dr. Verzegnassi.

    II.

    Visoki deželni zbor !

    Izpolnovaje sklep z dne 30. januarja 1894 je podpisani deželni odbor predložil v poprejšnji deželnozborski sesiji s poročilom dne 16. januarja 1895 št. 83 načrt deželnega zakona, po katerem bi imele požarne zavarovalnice plačevati doneske za ustanovitev in vzdrževanje gasilnih straž, ki je bil v seji 22. januarja 1895 izročen legalnemu odseku v namen, da ga primerno pretresuje in poroča.

    Ker je pa deželuozborska sesija bila prezgodaj zaključena, ni mogla stvar priti na dnevni red in zaostala je nerešena.

    Gledš na to, všteva si podpisani deželni odbor v čast, zopet predlagati v sedanjem zasedanju ravno isti načrt zakona, ter si vsoja predlagati, sklicaje se na gori navedeno svoje poročilo z dne 16. januarja 1895 št. 83, naj blagovoli visoki deželni zbor skleniti:

    Potrjuje se ta-le načrt deželnega zakona:

    Zakon z dne .....

    veljaven za poknežeuo grofovino Goriško in Gradiško, po katerem imajo požarne zavarovalnice plačevati

    doneske za ustanovitev in vzdrževanje gasilnih straž.

    S privolitvijo deželnega zbora poknežene Svoje grofovine Goriške in Gradiške ukazujem tako:

    §. I. Vse domače, kakor tudi inozemske požarne zavarovalne družbe, katerim je dopuščeno poslovati po naši državi, morajo brez razločka na to, če so delniške ali vzajemne družbe, in če je njih poslovanje omejeno samo na zavarovanje proti požarnim škodam, ali če se razteza tudi na druge vrste zavarovanja, od vseh kosmatih (brutto) zavarovalnin, kolikor so jih prejele v dotičnem solu-čnem letu za posestva, blago in druge premične stvari, zavarovane proti požarnim škodam v pokneženi grofoviui Goriški in Gradiški, vsafco leto plačevati donesek dveh odstotkov za ustanovitev in vzdrževanje gasilnih straž v pokneženi grofoviui Goriški in Gradiški.

    §. 2. Deželnemu odboru gre odmerjati omenjene doneske (§. 1) in potirjati jih.

    §. 3. Kar se na teh doneskih nabere, iz tega se ustanovi poseben deželni zalog za gasilne straže, kojega uprava in uporaba v zmislu tega zakona sta izročena deželnemu odboru.

    §. 4. Doneski se izmerijo na podstavi kosmatih zavarovalnin, katere je dotičua zavarovalna družba prejela iz neposrednjega požarno-zavarovalnega poslovanja (brez odštetih pozavarovalnin) za predmete, v pokneženi grofoviui Goriški in Gradiški zavarovane, od kar je obveljal ta zakon.

    §. 5. V ta namen morajo zavarovalne družbe vsaj do konca aprila vsacega leta podati deželnemu odboru nataučen razkaz zavarovalnin, prejetih v poprejšnjem letu, z vsemi dokazili in podatki, ki se potrebujejo za izmero davka.

    2

    91.

    Ako bi se katera zavarovalna dražba branila, podati poprej omenjeni razkaz, ali bi ga ne podala o pravem času, ali bi ga pa podala na nedostaten način, sme jo c. kr. namestništvo z disciplinarnimi globami od 5 do 100 gld. prisiliti, da ga predloži oziroma dopolni.

    §. 6. Vsaka posamezna družba mora plačati dotičui donesek pri deželnem odboru najkasneje v 6 tednih od tistemu dnevu naslednjega dnš, ko se jej vroči zadevni plačilni nalog.

    Pristojna politična oblastva potirjajo zastane zneske s politično izvršbo.

    7. Kar se nabere na letnih doneskih zavarovalnih družeb, to se porabi v založbo stroškov za ustanovitev in vzdrževanje gasilnih straž, toda po odbitku 10% istinito potirjanega letnega dohodka, kar je odm»njeuo posebnemu zalogu, ki se ima ustanoviti v podporo ubogih, v službi ponesrečenih gasilcev in njih rodbin.

    §. 8. Podpore iz gasiluo-stražnega zaloga se dovoljujejo v zmislu predstoječega §. 7. kolikor občinam, katere vzdržujejo lastne gasilne straže, toliko tudi prostovoljnim gasilnim stražam, da so le te tako uravnane, da je pričakovati od njih uspešnega delovanja.

    §. 9. Občine, kakor tudi posamezne prostovoljne straže, katere iz gasilno-stražnega zaloga prejmč) podpore, dolžne so o njih pravoredni porabi deželnemu odboru položiti natančen račun.

    §. 10. Deželni odbor podaja deželnemu zboru v potrdbo proračune in obračune ednega in druzega v §§. 3. in 7. tega zakona omenjenih zalogov.

    §. II. Ta zakon stopi v veljavo s 1. dnem januarja tistega leta po njegovem razglašen j i.

    §. 12. Mojemu ministru notranjih zadev je naročeno,- da izvrši ta zakon.

    ECCELSA DIETA,

    In esecuzione del deliberato del 30 gennaio 1894 la sottofirmata Giuuta provinciale ras-segnava con rapporto del 16 gennaio 1895 N. 83 nella precorsa tornata dietale a quest' Eccelsa Dieta uno schema di legge concernente un contributo delle societa d' assicurazioue nel ramo incendi alle spese deH'istitnzione e del mantenimento dei corpi dei vigili, il quale nella seduta del 22 gennaio 1895 era stato demandato al Comitato legale per opportuni studi e riferta.

    In causa della precoce chjusura della sessione dietale 1' oggetto non pota venir portato ali' ordine del giorno e rirnase inevaso.

    Egli č perci6, che la Giunta provinciale si onora di riproporre nella presente tornata il medesimo schema di legge, e riportandosi al succitato suo rapporto del 16 genuaio 1895 N. 83 si permette di proporre, che piaccia ali' Ecc. Dieta di deliberare.

    Viene approvato il seguente schema di legge provinciale :

    Legge del.....

    valevole per la principesca Contea di Gorizia e Gradišča con cui viene introdotto un contributo delle Societa di assicurazioue nel ramo incendi alle spese deli' istituzione e del mantenimento dei corpi

    dei vigili.

    Cou 1' adesione della Dieta provinciale della Mia principesca Contea di Gorizia e Gradišča trovo di ordinare quanto segue :

    § I. Tutte le Societž, d' assicurazione contro il pericolo degli inceadi, tanto le indigene quanto anche le estere ammesse ali' esercizio negli Stati Austriaei, senza distiuzioue se sieno Societjt anonime oppure basate sulla mutualiU e se le loro operazioni si li miti no ali'Assicurazione contro il pericolo degli inceadi, ovvero si esteudano auche ad altri rami d' assicurazione, concorrono al dispen-dio per 1' istituzione e pel manteuimento dei corpi dei vigili nella Coutea principesca di Gorizia e Gradišča con un annuo contributo in ragione del 2% deli' ammontare lordo dei premi di assicurazione da. esse ottenuto nel rispettivo anno solare per 1' assicurazione contro il pericolo degli iucendi di beni stabili, inerci ed altri oggetti mobili, siti entro il territorio della principesca Coutea di Gorizia e Gradišča.

    § 2. La cominisurazione dei preaccermati contributi (§ 1) nonciib la riscossione dei mede-simi spetta alla Giunta proviuciale.

    § 3. I proventi di que«ti contributi formiran no un apposito fondo proviuciale a scopi del-1' istituzione dei vigili, la cui amministrazione ed impiego, a sensi della presente legge, sono denian-dati alla Giunta provinciale.

    § 4. L' ammontare del contributo stesso vem\ stabilito sulla base della rendita lorda ot-tenuta. dalla rispettiva SocieU dai premi per le assicurazioni dirette contro il pericolo degli incendi (senza detrazione dei premi di riassicurazioue) di oggetti esistenti nella Coutea principesca di Gorizia e Gradišča dopo 1' attuazione della presente legge.

    § 5. A tale uopo dovranno le SocieU d' assicurazione produrre, entro il mese d' aprile d'ogni anno alla Giunta provinciale, un esatto prospetto dei premi d'assicurazione, ottenuti nell'anno precedente, corredato di tutti gli ammeuuicoli e dati necessari per la cominisurazione deli' imposta.

    Qualora una socieU d' assicurazione si rifiutasse di presentare il premenzionato prospetto, ovvero non lo presentasse in tempo debito, oppure lo producesse in modo difettoso, essa potrtb venire costretta dali'i. r. Luogoteuenza con multe disciplinari dai f. 5 ai f. 100 alla produzione e rispettivamente alla completazione del medesimo.

    § 6. II versamento del rispettivo annuo contributo dovržt effettuarsi da ogni singola SoeieU presso la Giunta provinciale al piu tardi entro 6 settimaue a contare dal giorno successivo a quel!o deli' intimazione del relativo ordine di pagamento.

    Gli importi arretrati verranno riscossi coll' esecuzioue politica a mezzo delle competeuti autoriU po liti che.

    § 7. II ricavato dei contributi annui delle SocieU d'assicurazione sar& da impiegarsi a cuoprimento delle spese congiunte coll' istituzione e col mantenimento dei corpi dei vigili, ad esclu-sione perb del 10% deli' effettivo annuo incasso, che šarit devoluto ad uu fondo speeiale da crearsi allo scopo di sussidiare poveri pompieri colpiti da infortuni durante il disimpegno del loro servizio ed i loro attinenti.

    § 8. Le sovvenzioni dal fondo a scopi deli' istituzione dei vigili si aecorderanno, a sensi del precedente § 7, tanto ai comuni che mantengono dei propri corpi di vigili, quanto auche ai corpi di vigili volontari, semprechb questi ultimi siano orgauizzati in modo, da potersi attendere da loro una proficua atti vitž,.

    § 9. I comuni, come anche i singoli corpi volontari, che avranno ricevuto delle sovvenzioni dal fondo a scopi deli' istituzione dei vigili, saranno obbligati di giustificare il regolare impiego. delle medesime mediante un' esatta resa di conto, da prodursi alla Giunta provinciale.

    4

    II.

    § 10. La Giunta provinciale rassegnerž, per 1'approvazione alla Dieta proviuciale gli anuai conti preventivi e eonsuntivi di uno e delPaltro dei fondi menzionati ai §§ 3 e 7 della presente legge.

    § II. Questa legge entra in attivita coi giorno 1. gennaio deli' anno successivo alla sua pubblicazione.

    § 12. II Mio Ministro deli' interno b incaricato deli' esecuzione della presente legge.

    Deželni odbor v Gorici

    dne 15. januarja 1896 deželni glavar

    CORONINI.

    Poročevalec

    Dr. Abram.

    ECCELSA DIETA,

    Con nota deli' 8 Gennaio 1896 N. 36 1' I R. Luogotenenza di Trieste eomnnicb aH' in-frascritta Giunta provinciale che non ebbe la Sanzione Sovraua il progetto di legge approvato da eodest' Eccelsa Dieta nella seduta del 20 Febbraio 1894, col quale, nell'iutento di migliorare le condizioni economiche degli insegnanti delle pubbliche scuole popolari generali per in quanto il com-portano le forze finanziarie del nostro paese, si abrogavano le leggi del 4 Maržo 1879 N. 9 B. L. P., e del 16 Ottobre 1875 N. 28 B. L. P. e di modificare la legge del 10 Maržo 1870 N. 18 B. L. P.

    I motivi pei quali 1' Eccelso I. R. Ministero del culto ed istruzione non trovb di sotto-porre il preaccennato progetto di legge alla Sanzione Sovraua sono contenuti nel rescritto ministe-riale del 13 Novembre 1894 N. 18385, comunicato alla firmata con nota luogoteneuziale del 28 Novembre 1894 N. 1294.

    In ultima analisi i medesimi si riducono ad alcuni dubbi sorti intorno al signiScato delle disposizioni state accolte nei §§ 1. 4. e 5. del detto progetto di legge.

    Nell' ultima tornata dietale, referente 1' onor. Dr. Lovisoni, il Comitato legale, al quale il progetto di detta legge era stato demandato, aveva approntato al N. 534 la sua relazione.

    La stessa perb non potb venir sottoposta alle deliberazioni deli' Eccelsa Dieta, perchb questa per motivi generalmente noti, interruppe improvvisameute la sua attivita.

    La firmata Giunta, sottoposta a studio detta relazione, trovb che le proprie upiuioni sono in complesso couformi a quelle del Comitato legale.

    II § 1 del progetto b la riproduzione della legge provinciale 4 maržo 1879 N. 9, se anche alla parola »docente" del II.0 periodo di quest'ultimo fu sostituita la parola „insegnante", e se anche in omaggio alla grammatica, si sostitui nel testo italiano ali' ablativo „nelle scuole popolari" il genitivo »delle scuole popolari."

    Siccome poi le parole del I.° periodo dello stesso paragrafo »scuole popolari pubbliche" comprendono anche le scuole femminili, si propone in luogo del II.0 periodo 1' aggiunta delle parole „di maestre superiori, maestre e sottomaestre."

    Al § 4 del progetto si propone, che alla parola „promuove" sieno sostituite quelle del corrispondente § 4 della legge succitata »determiua le classi e le assegna" e che vengano omesse le parole »del proprio distretto", e cib per i motivi esposti dali'i. r. Luogotenenza nella succitata sua nota.

    II tenore del § 5 del progetto di legge si potrebbe tenere inalterato, perchb la dizione del

    medesimo b chiara, esprimente ciob il pensiero che il quinquennio debba competere non solo a quei maestri definitivi che servirono per 5 anni consecutivi, ma ben anche a quei sottomaestri definitivi, che in tale loro qualita servirono con buon successo per 5 anni dopo di essersi assoggettati all'esame di abilitazione.

    Ma per togliere in proposito ogni dubbio, la Giunta provinciale propone che il § 5 del progetto venga formulato come segue : »I maestri e i sottomaestri definitivi che, dopo avere dato I' esame di abilitazione al magistero, hanno servito per cinque anni consecutivi senza interruzioue e con buon successo in una scuola popolare pubblica generale di un regno o paese rappresentato al Consiglio deli' Impero, conseguono un aumento del loro stipendio in ragione del 10 °/0, e cosi di 5 in 5 anni, finchb abbiano conseguito il sesto aumento (quinquennio)."

    In fine si rileva che nel progetto era stato omesso di aggiungere alle parole »scuole pub-bliche popolari" la parola »generali". Pel riflesso perb che vi sono scuole popolari che godono i diritti delle pubbliche scuole popolari senza essere »generali" le quali sono quelle che da tutti i fanciulli devono e possono essere frequentate, si propone, che nella legge in pertrattazione si accolga oei passi relativi anche la parola, »generali".

    La firmata Giunta, intendendo di dare evasione a tutte le istauze delle Societa, dei maestri delle scuole popolari dei distretti scolastici di Gorizia, Gradišča e Sesana pel miglioramento delle condizioni ecouomiche dei maestri delle scuole popolari, si onora quiudi di proporre che a codesta Eccelsa Dieta piaccia di approvare il seguente progetto di legge :

    Legge del.....

    valevole per la principesca Contea di Gorizia e Gradišča, con cui sono abrogate le leggi del 4 maržo 1879 N. 9 B. L. P., e del 16 ottobre 1875 N. 28 B. L. P., ed b modificata la legge del

    10 maržo 1870 N. 18 B. L. P.

    Sufproposta della Dieta provinciale della Mia Contea principesca di Gorizia e Gradišča trovo di ordinare quanto segue:

    § L

    II personale insegnante delle scuole popolari pubbliche generali b composto di maestri su-periori, maestri e sottomaestri, di maestre superiori, maestre e sottomaestre.

    § 2.

    I maestri delle scuole popolari pubbliche generali sono di tre classi, ciob ; di I. classe con . . . 600 fiorini di II. » ... 500 di III. » ... 400 , di annuo stipendio.

    § 3.

    Nel distretto scolastico della citta di Gorizia il nuinero dei maestri di I. elasse a di cinque decimi, quello dei maestri di IL elasse di tre deeimi e quello dei maestri di III. elasse di due decimi del complessivo nuinero dei maestri definitivi di questo distretto.

    Negli altri distretti scolastici il numero dei maestri di I. elasse 6 di due decimi, quello dei maestri di II. elasse di quattro decimi e quel!o dei maestri di III. elasse pure di quattro decimi del complessivo numero dei maestri definitivi del rispettivo distretto, rispettivamente del Consiglio scolastico urbano.

    . § 4

    L' avente diritto di presentazione (nomina) determiua le elassi e le assegna ai maestri su proposta del Consiglio scolastico distrettuale ristretto. rispettivamente del Consiglio scolastico urbano.

    L'autorita scolastica provinciale rilascia il decreto a sensi dei §§ 12 e 13 della legge del 10 maržo 1870 N. 18 B. L. P.

    § 5.

    I maestri e i sottomaestri definitivi che, dopo avere dato 1' esame di abilitazione al magi-stero, hanno servito per ciuque auni cousecutivi senza interruzione e con buon suceesso ia una scuola popolare pubblica generale di un reguo o paese rappresentato al Consiglio deli1 Impero, conseguono nn aumento del loro stipendio in ragione del 10% e cosi di ciuque iu cinque auni finehš abbiano conseguito il sesto aumento (quinquennio).

    § 6.

    A chi regge una scuola popolare pubblica generale compete un assegno di fuuzioue da commisurare nell' annuo importo di 30 fioriui se la scuola d di una elasse,

    di 50 „ se d di due di 75 „ se 6 di tre, infiue di 100 „ se e di quattro o piii elassi.

    § 7.

    Chi regge una scuola (§ 12 della legge 14 maggio 1869 N. 62 B. L. I.) ha diritto al-T abitazione di due stanze almeno cogli occorrenti locali accessori. Non veuendogli assegnata, gli compete uu indeunizzo d' alloggio, che nella citta di Gorizia importa 200 fiorini aunui, negli altri luoghi 100 fioriui annui.

    § 8.

    Le disposizioni dei precedenti paragrafi valgono anche per le maestre, con la differenza, che esse percepiscono P 80% degli emolumenti stabiliti per i maestri.

    § 9.

    Ai maestri ed ai sottomaestri spetta P indeunizzo d' alloggio di 160 fiorini annui ,nella citta di Gorizia, di 80 fiorini annui negli altri distretti scolastici.

    Alle maestre e alle sottomaestre spetta P indennizzo d' alloggio di 120 fioriui annui nella -cittA di Gorizia, di 60 fiorini annui negli altri distretti scolastici.

    § 10.

    Ai sottomaestri competono 300 fiorini di annuo stipendio, alle sottomaestre 280 fiorini di annuo stipendio.

    § 11.

    Gli insegnanti delle scuole popolari pubbliche generali sono liberi dal pagamento delle im-peste addizionali ali'imposta rendita dei loro stipendi scolastici, delle aggiunte di funzioni, dei quin-quenni e degli indennizzi d' alloggio, per il fondo provinciale e per quello deli' esonero del suolo, per i comnni, per il fondo distrettuale delle scuole popolari pubbliche e per quello delle strade regionali ; e dippiu sono liberi dal pagamento di eventuali restanze di dette imposizioni addizionali per il periodo di tempo corso sino al giorno in cui ha vigore la presente legge.

    § 12.

    Le presenti disposizioni non alterano i diritti ad emolumenti maggiori, gia. conseguiti dagli insegnanti per le leggi provinciali 10 maržo 1870 N. 18 B. L. P., 16 ottobre 1875 N. 28 B. L. P. e 4 maržo 1879 K. 9 B. L. P.

    § 13.

    La presente legge entra in vigore col giorno della sua pubblicazione.

    Colla medesima sono abrogate le leggi del 4 maržo 1879 N. 9 B. L. P., e del 16 ottobre 1875 N. 28 B. L. P., e cessa il vigore di tutte quelle disposizioni della legge del 10 maržo 1870 N. 18 B. L. P., che non s'accordauo colla stessa.

    § 14.

    II Mio Ministro del Culto e deli'Istruzione 6 incaricato deli'esecuzione della presente legge.

    Zakon z dne .....

    teljaven za pokneženo grofovino Goriško iu Gradiško, s katerim se razveljavljata zakona z dn& 4. marcija. 1879 štv. 9 dež. zak. in 16. oktobra 1875 štv. 28 dež zak. in se spreminja zakon z dn6 10.

    marcija 1870 štv., 18 dež. zak.

    Po predlogu deželnega zbora poknežene Svoje grofovine Goriške in Gradiške ukazujem tako t

    Učiteljsko osebje na občnih javnih šoiah obstoji iz nadučiteljev, učiteljev in podučiteljev,.. nadučittljic, učiteljic in podučiteljic.

    §• 2.

    Na občnih javnih ljudskih šolah so učitelji razvrščeni v tri razrede, to je :

    III. 5

    I. razreda z . , . . 600 gld.

    II. . . . . 500 ,

    III. ...... 400 ,

    §. 3.

    V šolskem okraju Goriškega mesta je število učiteljev I. razreda pet desetink, učiteljev II. razreda tri desetiuke in III. razreda dve desetinki skupnega števila stalno nameščenih učiteljev tega okraja.

    V drugih šolskih okrajih je število učiteljev I. razreda dve desetinki, II. razreda štiri de-setinke in III. razreda štiri desetinke skupnega števila stalno nameščenih učiteljev dotičnega okraja.

    §• 4.

    Kdor ima pravico učitelje predstavljati (imenovati), določuje in odkazuje razrede učiteljem po predlogu ožjega okrajnega šolskega sveta oziroma mestnega šolskega sveta.

    Deželno šolsko oblastvo izda dekret v zmislu §. §. 12 iu 13 zakona z duš 10. marcija 1870 štv. 18 dež. zak.

    §. 5.

    Stalno nameščeni, učitelji in podučitelji, ki so po prestanem izpitu učiteljske sposobnosti skozi pet let na kateri občni javui ljudski šoli v državnem zboru zastopanih kraljevin in dežel zaporedoma in z dobrim uspehom učiteljevali, dobijo 10 odstotni povišek svoje plače in tako od petih do petih let, dokler ne dosežejo poviška za šesto petletje (petletino).

    §. 6.

    Kdor vodi katero občno javno ljudsko šolo, ima pravico do poslovnega priklada, določenega v letnem znesku 30 gld., če je šola enorazredua, 50 gld., če je dvorazredna, 75 gld., če je trirazredna in slednjič 100 gl., če je štiri ali več razredna

    §. 7.

    Kdor vodi katero šolo (§. 12. zakona z dnš 14. maja 1869 štv. 63 drž. zak.). ima pravico do stanovanja obsegajočega vsaj dve sobi in potrebne stranske prostore. Če se mu ne odkaže stanovanje, gre mu za isto odškodba. v Goriškem mestu 200 gld., v drugih krajih pa 100 gld. na leto.

    §. 8.

    Določila predstoječih paragrafov veljajo tudi za učiteljice, samo da imajo one dobivati 80°/0 dohodkov določenih za učitelje.

    §. 9.

    Učitelji in podučitelji dobivajo stanarine letnih 160 gld. v Goriškem mestu in letnih 80 gld. v drugih šolskih okrajih.

    Učiteljice in podučiteljice dobivajo stanarine letnih 120 gld. v Goriškem mestu in letnih 60 gld. v drugih šolskih okrajih.

    §. 10.

    Podučitelj dobiva letne plače 300 gld., podučiteljica 280 gld.

    6

    III.

    §. 11.

    Učitelji občnih javnih ljudskih šol so oproščeni plačevanja tistih doklad k dohodarini od svojih dejanskih plač, od poslovnih prikladov, petletnin in od stanarine, katere se pobirajo za deželni in zemljiščno-odvezni zalog, za občine, za okrajni zalog javnih ljudskih šol iu za zalog okrajnih cest; oproščeni so dalje plačila morebitnih zaostankov na teh dokladah za ves čas, kar ga preteče do tistega dn6, ko stopi v veljavo ta zakon.

    §. 12.

    Ta določila ne spreminjajo pravic do večjih dohodkov, ki so jih učiteljske osebe uže zado-bile v sled deželnih zakonov z dna 10. marcija 1870 štv. 18 dež. zak., 16. oktobra 1875 štv. 28 dež. zak. iu 4. marcija 1879 štv. 9 dež. zak.

    §• 13.

    Ta zakon stopi v veljavo tistega dna, ko se razglasi.

    Po njem se razveljavljata zakona z dne 4. marcija 1879 štv. 9 dež. zak. iu 16. oktobra 1875 štv. 28 dež. zak. in nehajo veljati vsa določila zakona z dne 10. marcija 1870 štv. 18 dež. zak., katera se ž njim ne vjemajo.

    §• 14.

    Mojemu ministru za bogočastje iu uk je naročena izvršitev tega zakona.

    Dalla Giunta provinciale

    Gorizia, 23 gennaio 1896. 11 Capitano provinciale

    CORONINI.

    II relatore

    Dr. Verzegnassi.

    ECCELSA DIETA,

    Pel disposto del § 14 della legge del 27 luglio 1871 N. 88 deli' Iinpero ?sulla regolazione dello sfratto per riguardi di polizia e dei trasporti forzosi vauno annoverate fra le spese della polizia locale quelle di mantenimento degli espulsi dal fermo fino ali' esecuzione della nozione, non-chč qnelle di mantenimento di individui fermati, contro i quali non venne pronunciata una nozione di trasporto forzoso.

    La Giunta provinciale nell' applicare questa disposizione di legge la interpretft nel senso che dette spese, siccome appartenenti alle spese di polizia locale, debbano sopportare quei comuni iu cui avveune il fermo d' individui da sfrattarsi.

    Di questa opinione perč> non fu, nš š l'I. R. Ministero dell'Iuterno, il quale con rescritto del 29 febbraio 1892 N. 2631 autorizzft 1' I. R. Luogoteuenza di notiziare le Autorita distrettuali politiche di addossare le predette spese a quei comuni, che fangono da stazioni di trasporto forzoso, rilevando in pari tempo che 1' interpretazione della Giunta provinciale 6 divergente da quella del supremo Tribunale amministrativo espressa nei suoi giudicati del 15 maržo 1879 N. 449 e 450, nonchči in quello del 7 maržo 1889 N. 517.

    A sensi poi del 2° capoverso del citato paragrafo 14, devono senz' altro sostenersi dai comuni di stazione di sfratto „le spese per la provvista, 1'allestimento, riscaldamento e l'illuminazione dei locali destinati per individui soggetti alla traduzione forzosa, come pure quelle per la manutenzione dei locali stessi, per la sorveglianza dei traducendi, e pel disimpeguo degli affari inerenti al trasporto forzoso.8

    Ripetutamente vari comuni, e nominatamente quelli di stazioni di sfratto. mossero laguanze contro le disposizioni contenute nel preindicato § 14, e invocarono una modificazione di questo paragrafo, rilevando che a sensi deli' ultimo capoverso del medesimo 6 espressamente sriservato alla legislazione provinciale di stabilire se ed in quanto le spese annoverate nel § 14 abbiano da risar-cirsi in via di concorrenza e con mezzi del distretto o della provincia."

    Nel 1892, e precisamente nelle sedute del 7 e 12 Aprile quest'Eccelsa Dieta, sopra mo-zione deli' on. Mahorčič, si occup6 di tale questione, ed incaric6 la Giunta provinciale di fare degli studi ed opportuni rilievi sulla stessa e poi di avanzare eveutuali proposte.

    L' Eccelso Governo stesso insiste con la sua nota del 24 Maggio 1895 N. 19492 che si provveda iu via legislativa per togliere od alleviare 1' aggravio dei pochi comuni che vengono colpiti dalle preaccennate spese.

    Con la stessa nota si comunicarono alla Giunta provinciale anche i dati dimostranti il nu-

    2 IV.

    mero degli individui arrestati nei rispettivi comuni e le spese per quello scopo da essi sostenute a termini del § 14, durante il quinquennio 1889—1893. Questi dati ufficiali sono i seguenti:

    1. Nell' i. r. Capitanato distrettuale del circondario di Gorizia, giusta rapporto capitanale del 30 Maggio 1894 N. 6391/1, in 13 comuni furcno catturati 1208 individui, e per 1173 dei mede-simi sono stati pagati da 9 comuni........f. 441:89

    ciob da Aidussina .... f. 285: —

    da Canale...... „ 123:54

    e minori importi da altri 7 comuni.

    2. Nell'i. r. Capitanato distrettuale di Sesana, secondo il rapporto del 30 Maggio 1894 N. 4188, furono arrestate 524 persone, e per queste furono pagati

    dal comune di Sesana ..... f. 65:72 e da quello di Komen...... 633:671/2

    Assieme f. 699:39 V2

    3. Secondo il rapporto deli1 i. r. Capitanato di Gradišča 27 Agosto 1894 N. 16175 furono arrestati in quel distretto politico 741 individui e per questi pagati dai comuni

    di Moufalcone . . f. 439:27 di Cervignano . . „ 378:58 di Gradišča . . „ 310:15 di Cormons . . _ 1439:04

    assieme . f. 2567:04 4. Infine, giusta il rapporto deli' i. r. Capitanato distrettuale di Tolmino del 15 Ottobre 1894 N. 12147, per 176 individui catturati sono stati pagati da soli tre comuni f. 87:36 Assieme adunque per 2614 arrestati furono pagati da soli 18 comuni della

    Provincia in 5 anni...........f. 3795:67

    ed il medio per un anno fu P importo di.......f. 759:1372

    Oltre alle spese fin qui accennate havvi un1 altra categoria di spese, ciob quelle congiunte colla traduzione forzosa dei vagabondi, in ispecie per visite mediche, per mantenimento, per la polizia e pel vestito dei traducendi, pel trasporto dei medesimi e la scorta durante il trasporto, come pure per la eventuale necessaria sovvenzione da darsi a quelli che sono muniti di fogli di via coattivi.

    Queste spese a sensi del § 15 della succitata legge sono da sostenersi dal fondo provinciale ; ma una parte delle stesse vengono rifuse allo stesso fondo, ciob quella parte di spesa che fu sostenuta per i traducendi pertinenti ad altre provincie viene rifusa allo stesso dai rispettivi fondi provinciali a cui sono pertinenti gli espulsi e quella sostenuta pei traducendi solventi da questi ultirni.

    Anche in riguardo a queste spese di trasporto forzoso e riservato, pel tenore del susse-guente § 16, alla legislazione provinciale di stabilire, se ed in quanto le stesse debbano essere ri-sarcite al fondo provinciale dai comuni di pertiuenza.

    Le spese pagate dal fondo provinciale per espulsi indigeni importavano negli anni

    1890 .....f. 6586:54

    1891 ...... 5448:62

    IV.

    3

    1892

    1893

    1894

    f. 6112:71 „ 6575:70 „ 4475:39

    in cinque anm assieme iu media quindi

    f. 29198:96 , 5839:79 alP anno.

    Cib tutto premesso, e considerato che le spese accennate nei § 14 della legge 27 Luglio

    1861 N. 88 vengono sostenute e nell'interesse generale della provincia e nell'interesse speciale di alcuni comuni e nominatamente di quelli, ai quali i traducendi appartengono, e considerato che non £ n& equo nb giusto, che tali spese stiauo a carico esclusivo dei pochi comuni che fungono da stazioni di trasporto forzoso, la firmata Giunta d d' avviso che si corrisponderebbe ai principii di giustizia distributiva, se si assuinessero dal fondo provinciale anche le spese menzionate nei prirao e nei secondo capoverso del § 14 della legge piu volte citata, o si obbligassero i comuni, a cui sono pertinenti i traducendi, di rifondere la metft di queste spese congiunte col trasporto forzoso e con lo sfratto. Una legge quasi in questi sensi fu approvata nei Vorarlberg, mentre in altre provincie del-l1 Impero si tentb di riparare all'ingiustizia derivante dal § 14 coll'istituire stazioni di provvedimento in natura (Naturalverpflegsstationen), ma sembra che con tali esperimenti non si abbia raggiunto lo scopo che si desiderava di raggiungere, cio6 di diminuire il numero dei vagabondi e le spese del trasporto forzoso e di sfratto.

    La Giunta provinciale pertanto si pregia di proporre, che P Eccelsa Dieta si compiaccia

    deliberare:

    Approvasi il progetto di

    valevole per la principesca Contea di Gorizia e Gradišča concernente il sosteninaento ed il riraborso delle spese contemplate dal § 14 della legge del 27 luglio 1871 B. L. I. N. 88 sulla regolazione

    dello sfratto e dei trasporti forzosi.

    Legge del . .

    4

    IV.

    Zakon z dne

    veljaven za pokueženo grotovino Goriško in Gradiško zastran plačevanja in povračanja stroškov omenjenih v §. 14. zakona z dnfe 27. julija 1871 držav. zak. štv. 88 o vredbi policijske odprave

    in odgonstva.

    Po predlogu deželnega zbora poknežene Svoje grofovine Goriške in Gradiške ukazujem tako:

    §. 1.

    Deželni zalog prevzame v 1. iu 2. odstavku §. 14. zakona z dnd 27. julija 1871 štv. 88 drž. zak omenjene stroške.

    §. 2.

    Polovico teh stroškov zadevajočih pristojence tukajšnje dežele bodo morale domovinske občine odgnancev povračati deželnemu zalogu.

    §• 3.

    Ta zakon stopi v veljavo tistega dn6 ko se razglasi.

    §. 4.

    Mojemu ministru za notranje zadeve je naročeno da izvrši ta zakon.

    Dalla Giunta provinciale

    Gorizia, il 30 gennaio 1896. H Capitano provinciale

    CORONINI.

    II relatore

    Dr. Verzegnassi.

    ECCELSA DIETA,

    Nella seduta del 16 Maggio 1893 quest' Eccelsa Dieta avea preso il seguente deliberato : I. E riconosciuta la pnbblica ntilitk delle opere di correzione allo sbocco della Mondina secondo il progetto approvato dal Ministero di Agricoltura col rescritto 10 Novembre 1891 N. 9995 ed assicurata la concorrenza del fondo del Dominio alTesecuzione delle stesse cou un corrispondente sussidio in denaro.

    II. E incaricata la Giunta di concertare coll' Eccelso Governo per gli effetti della legge 30 Giugno 1884 B. L. I. N. 116 la misura e le modalitil, di somministrazione del sussidio provinciale, e di avanzare alla Dieta, dopo consumate tutte le necessarie pratiche, un diseguo di legge eoncernente la regolazione di tutti i rapporti di concorrenza a quest' impresa.

    Esatirite le pratiche quindi avviate, 1' i. r. Luogotenenza partecipava aversi potuto ottenere F associazione di tutti gli iuteressati in un consorzio d' acque a condizione che venisse ad esso as-sicurato il concorso del fondo di Bonificazione dello Stato e del fondo provinciale alla spesa totale richiesta in proporzione deli' 80 °/0, tenuto a supplire alla riinauenza il Consorzio. II Ministero di Agricoltura con dispaccio 16 Gennaio 1895 N. 21775 si dichiarava propenso alla concessione di un sussidio del 50 % della spesa totale dal tondo di bonificazione dello Stato qnando 1' impresa fosse stata regolata mediante una legge provinciale sulla base del § 4 della legge delllinpero 30 Giugno 1884 N. 116, salvo sempre e riservata la ratificazione costituziouale.

    Riguardo alTesattezza del calcolo nel preliminare la detta spesa sorse perb qualche dubbio, e sopra proposta del consuleute tecnico del Ministero furono elevati i prezzi delle singole categorie di terreni da espropriarsi portandosene il totale a f. 6053 20. Quindi, ritenendosi sempre aperta la possibilita di escavazioni da doversi praticar sott' acqua, si trovb prudente di elevare dai f. 579.73 ai f. 2000 le spese imprevedute ; infine trovandosi necessaria pel coinpimento di quell'opera un'epoca di tre anni, si trovb consulto di fissare per la direzione delle opere, la sorvegliauza, le spese per commissioni e le cornuni spese di regia un importo anuuo di f. 1300, in tutto f. 3900 per cui la sonuna totale veniva aumentata a f. 49.600.

    A concretare in forma legale i canoni direttivi, il Ministero compilava lo schema di legge qui unito ■/. ed autorizzava S. E. il Luogotenente di passarlo alla Giuuta perchb se ne valesse per uso della Dieta, perb solo quando il Consorzio avesse dichiarato di elevare la quota della sua coucor-renza anche in proporzione ai nuovi aumenti aggiunti, poi rinunciare al tentativo di avere per la propria quota di concorrenza un prestito senza interessi dai fondi dello Stato, ed infine di porre il proprio contributo a disposizione della costruzione entro i 3 anni prefissi pel coinpimento della stessa. L' articolo 10 dello statuto che pronuuciava l'immediato scioglimento del Consorzio, non appena com-

    2

    v.

    piuta 1' opera, il Ministero lo volle del tntto eliminato, perchb tiene responsabile il Consorzio della conservazione avveuire di quell' opera.

    II processo verbale assunto nel Capitanato in data Gradišča 3 Febbraio 1895 N. 1570, unito ali' atteggio, dimostra, aversi da parte del Cousorzio adempito a tutte le dette esigenze e ri-formato auche in tal senso lo statuto sociale laonde il Capitanato lo approvava per gli effetti del § 56 della legge del 28 Agosto 1870 B. L P. N. 41.

    Accorapagnavasi dal Luogotenente cotal diseguo di legge col voto che, in vista dei danni enormi cui quelle popolazioni erano esposte in segaito alle inondazioni continuainente ricorreuti, la Giunta sollecitasse la presentazione ed implorasse 1'iiialterata accettazione del detto progetto di legge.

    Dacchb la Dieta provinciale col prendere il citato deliberato del 16 Maggio 1893 sulla base delle considerazioni giustificative svolte nella relazione che ne accompagnava la proposta, rico-nosceva appieno la necessita delTopera al fine di redimere dal disastro delle inondazioni vita e averi di un buon nuinero di abitauti e di assanare parecchie localitfl, purgandone 1' atmosfera dai miasnii febbriferi, la sua utilitft per la pubblica economia, derivandone un guadagno di parecchi ettari, pre-sentemeute impaludati, per la coltura rurale, infine la sua grande opportunit& sotto ogni altro aspetto, per rendersi con quell' opera adatta al movimento cominerciale ed industriale della popolazione un'a-rea sterile ed inospite, dacchb cib tutto fu gia preso in considerazione, non rimane al Comitato che di prendere di fronte il disegno di legge proposto dali' Ecoelso Governo e vedere se si possa, come esso desidera, proporne 1' inalterata accettazione. Nel qual riguardo, esserido del resto il detto progetto modellato sui canoni della legge deli' Impero 30 Giugno 1884, emergono soprattutto le dispo-sizioni rifletteuti il rapporto di concorrenza delle parti interessate, la garanzia di una puntuale ese-cuzioue deli' opera, poi del regolare versamento e deli' efficace impiego dei contributi.

    Attesochb lo Stato dediča a quest' opera il cospicuo importo di f. 24.800 ed il contributo del 20°/o imposto al Cousorzio non pub dirsi tenuto al disotto della poteuza fiuanziaria dei poveri consorti, non si presenta esagerato il contributo del 30 °/0, ciob 1' importo di f. 14.880 che s' im-plora dal fondo provinciale.

    Facendosi poi al § 4 dipendere da una convenzione preliminare tra Ministero e Giunta proviuciale le norme direttive per la parte esecutiva e la sorveglianza deli' opera, assieme aH' inve-stita provvisoria dei versamenti ed al controllo dei pagainenti, nulla si trova di proporre a modifica-ziorie dello schema di legge proposto dal Governo.

    Egli b aH' appoggio di queste premesse che il Comitato legale si fa a proporre che al-1'Eccelsa Dieta piaccia deliberare :

    E accolto come legge provinciale il disegno di legge allegato in •/• col segueute testo :

    Legge del.....

    concernente la conduttura del torrente Mondina nell' Isonzato.

    Sopra proposta della Dieta provinciale della Mia coutea principesca di Gorizia-Gradisca trovo di ordinare quauto segue :

    o

    o

    La conduttura del torrente Mondina neil' Isonzato e le opere di regolamento conuesse colla inedesima sono da eseguirsi quale impresa della provincia a seconda del progetto approvato dali' i. r. Ministero deli'agricoltura con decreto 10 novembre 1891. Nr. 9995.

    Digressioui da questo progetto sono ammissibili soltanto coll' approvazione deli1 i. r. Ministero deli'agricoltura e della Giunta provinciale e colla presupposizione, che da cid non derivi una «ccedenza della spesa indicata al § 2.

    § 2.

    Le spese preventivate con f. 49600 sono da coprirsi :

    a) con 30%, cioš iiell' iraporto parziale di f. 14880, dal fondo provinciale,

    b) con 50%, cioš nell.' importo parziale di f. 24800, da prestarsi, previa approvazione in via costituziouale, quale contributo dal fondo di miglioria dello Stato (Legge del 30 giugno 1884, B. L. I. N. 116),

    c) con 20%, cio6 nell' importo parziale di f. 9920, dal Consorzio d' acque a questo scopo co-stituitosi.

    Le conlribuzioni, volontariamente accordate dai comuni interessati Ruda, Villa Vieentina e Fiumicello vanno a beneflcio del summenziouato Consorzio d' acque.

    § 3.

    Non raggiungendo la spesa reale l'occorrenza prever.tivata di f. 49600, il conseguito avanzo va a beneflcio dei concorrenti annoverati al § 2 iu a - c iu proporzione delle contribuzioui da loro presta te.

    § 4.

    Le disposizioni piu dettagliate circa la durata del periodo di costruzione, il compimento del-l'intrapresa, la mobilitazione dei contributi indicati al § 2, lett. a - c, e 1'ingerenza deli'amministrazione dello Stato nei lavori verranno stabilite iu una couvenzione da conchiudersi, dopo sentito il Consorzio d' acque, fra 1' i. r. Ministero deli' agricoltura e la Giunta provineiale.

    § 5.

    La manutenzione delle opere compiute incouibe al Consorzio d'aeque indicato al § 2 sotto sorvegliauza deli'Amministrazione dello Stalo e della Giunta provinciale.

    § 6.

    II Mio Ministro deli' agricoltura 6 iucaricato deli' eseeuzione di questa legge.

    Zakon z dne .....

    o odpeljavi potoka Mondina v Izoncato. Po nasvetu deželnega zbora Svoje poknežene grofovine Goriške in Gradiške ukazujem tako:

    Odpeljava potoka Mondina v Izoncato iu s tisto spojene uravnavne gradnje zvrše se kot deželno podjetje po načrtu, katerega je e. k. ministerstvo za poljedelstvo odobrilo z razpisom z dn6 10. novembra 1891. št. 9995. Od tega načrta sme se odstopati le z dozvolo c. kr. ministerstva za poljedelstvo in deželnega odbora in pod pridržkom, da pri tem ne bode večih potroškov, nego jih je naznanjenih v §. 2.

    §• 2.

    Potroški tega podjetja so proračunjeni na 49.600 gld. in pokrivajo se:

    a) s 30°/o, t. j. v delnem znesku od 14.880 gld. iz deželnega zaklada,

    b) s 50°/o, t. j. v delnem znesku od 24.800 gld., kot prispevku državnega zboljševalnega zaklada pod pridržkom poustavnega odobrenja (zakon z dnč 30. junija 1884. drž. zak. št. 116),

    c) z 20°/o, t. j. v delnem znesku od 9920 gld., po vOdnej zadrugi v to svrho osnovani. Prispevki, katere so prostovoljno zagotovile udeležene občine Ruda, Villa Vieentina iu Fiumicello, gred6 v prid prej omenjene vodne zadruge.

    §• 3.

    Ako bi dejanski trošek ne dosegel na 49.600 gld. proračunjenega zneska, tedaj zapišejo se dosežene prihranitve na korist v §. 2 pod a - c navedenih pripomočnikov po razmeri njih prispevkov

    §. 4.

    Natančnejša določila o času gradnje, o zvršitvi podjetja, o nakazu v izplačilo v §. 2. pod črkami a - c naznačenih prispevkov in ob vplivanji državne uprave na gradnje ustanovi se v dogovoru, katerega sklene, zaslišavši vOdno zadrugo, poljedelsko ministerstvo z deželnim odborom.

    §• 5.

    Po preteku gradbenega časa ima v §. 2. naznačena vOdna zadruga dolžaost, vzdrževati zvršene gradnje pod nadzorstvom državne uprave in deželnega odbora.

    §. 6

    Mojemu poljedelskemu ministru je naročeno izvršiti ta zakon.

    Dal Comitato Legale

    Gorizia, il 4 Febbraio 1896 II Presidente e Relatore

    PAIER.

    ECCELSA DIETA,

    Nella sedata del 17 Dicembre 1895, il Consiglio comunale della citta di Gorizia stanziava il preventivo per la gestione comunale del 1896 con un dispendio complessivo di . f. 260618 ed un introito di .............. 251166

    quindi cou una deficienza di . .......f. 9452

    che deliberava di coprire mediante 1' introduzione di una nuova imposizione comunale, vale a dire del soldo pigioni, adottando di proporre a quest' Eccelsa Dieta, per la trattazione costituzionale, analogo progetto di legge. Questo progetto veune avanzato colla petizione de pres. 17 gennaio 1896 N. 411 che fu rimessa al Comitato legale per studio e proposte.

    II § 67 dello Statuto comunale per la citta capitale prov. di Gorizia dispone che, veri-ficandosi un' eccedeuza delle spese di confronto alle entrate, il Consiglio comunale sia obbligato di coprire il disavanzo da cič> risultante, aprendo nuove fonti d' entrata o ripartendo il medesimo tra i membri del comune.

    In presenza di questa disposizione statutaria, corrispondente in tutto alle uorme necessarie per una regolare amministrazione, sta nei diritto del Comune il fissare il modo col quale esso ritiene di coprire le deficienze prevedibili nella propria gestione amministrativa e la Dieta, quale Autorita di sorveglianza non pu5 uegare la propria sanzione che nei caso in cui questa deficienza non appaia giustificata od il modo col quale si propone di coprirla si presenti iuopportuno o non corrisponda ai vigenti ordinamenti finanziarii.

    Nei caso concreto, veruno di questi motivi si oppone alla proposta avanzata dal Comune

    di Gorizia.

    II conto preventivo pro 1896, fu da tutti i fattori a cič> chiamati esamiuato ed approvato con gli estremi portati dallo stesso ed il medesimo ottenne pure la Sanzione Sovrana.

    La deficienza 6 quindi oramai ufficialmente constatata e quindi implicitamente ammessa la necessita del coprimento.

    Che il modo proposto per tale coprimento non sia iuopportuno, risulta dal fatto, che essendo tutte le altre imposizioui gia introdotte non suscettibili di aumento, senza peggiorare le condizioni di singole classi di contribuenti, conveniva riflettere ad un modo di copertura che andasse a colpire indistintamente ed equamente, non una sola di queste classi, ma quanti sono gli abitanti della citU i quali tutti, fruendo dei benefici delle istituzioui della stessa, hanno 1'obbligo di coucorrere al coprimento dei relativi dispendii.

    E tale 6 per certo il soldo pigioni al quale tutti indistintamente vanno soggetti in propor -

    2

    TI.

    zione deli' affitto che pagano o dovrebbero pagare se non avessero čase proprie. L' affitto che uno paga o dovrebbe pagare, b il miglior indizio della sua facoltž, economica, non superando questo, a detta degli economisti, quasi mai l1 ottavo della rendita netta da esso goduta : ed 6 perci6 e per la sua estensivitžl, che questa tassa si presenta equa e poco gravosa.

    La stessa infiue corrisponde agli ordinamenti finanziarii in vigore, essendo essa adottata in varie cittči deH'Itnpero, come Innsbruck, Olmutz, Wiener-Neustadt, Bruna, Rovereto, Trieste.

    Gli 6 sulla base di queste considerazioni che il Comitato legale veniva alla conclusione di proporre - come per mezzo mio ha 1' onore di fare - che quest' Eccelsa Dieta si compiaccia accogliere il seguente progetto d i legge:

    Legge del.....

    valevole per la Contea principesca di Gorizia e Gradišča, riflettente 1' esazione di un soldo pigioni nella cittžt Capitale provinciale di Gorizia, a favore di quel Comune.

    In seguito a proposta della Dieta provinciale della Mia Contea principesca di Gorizia e Gradišča, trovo di ordinare quanto segue :

    Art. 1. II soldo pigioni 6 un' imposizione comunale.

    Art. 2. Quest' imposizione colpisce ogni fabbricato soggetto ali' imposta casatico-pigioni com-presi quelli, che godono 1' esenzione temporanea della suddetta imposta, mentre non sono soggetti al soldo pigioni quei fabbricati, che perila loro destinazione godono 1'esenzione permanente deli'imposta casatico pigioni.

    Art. 3. La commisurazione del soldo pigioni seguinl sulla base della pigioue iudicata su apposita fassione dai proprietari di čase, amministratori o sequestratari e confermata dai rispettivi inquilini, salvo la rettifica ufficiosa.

    Art. 4. II soldo pigioni dovrž, venire corrisposto »ciascun anno" da ogni proprietario, am-ministratore o sequestratario di euti soggetti ali'imposta casatico pigioni per conto di coloro, che occupano detti enti.

    Art. 5. II soldo pigioni dovrž, venire versato alle scadenze stabilite per il versamento del-1' imposta casatico pigioni. Nei časi di morosita, verra proceduto ali' incasso a inente delle leggi e disposizioni vigenti ed eventuali, che verranno pubblicate, concernenti 1'esazione dell'imposta pigioni.

    Art. 6. Qualunque omissione od erronea indicazione della pigione inserita nella fassione, che tendesse a diminuire il soldo pigioni, verni, punita con una multa corrispondente al quintuplo del soldo pigioni, che si voleva defraudare, e questa multa sarž, da pagarsi tanto dal proprietario o chi per esso, quanto dali' inquilino che conferm6 la rispettiva fassione.

    Art. 7. Le. multe affluirauno alla Cassa Civica a favore del fondo di Beueficeuza.

    Art. 8. Eventuali ricorsi contro la commisurazione del soldo pigioni e contro le multe prevista dali'art. 6° verranno prodotti. al Magistrato Civico entro 30 giorni dopo 1'intimazione deli'ordine di pagameuto e verranno decisi inappellabilmente dal Consiglio comunale.

    Art. 9. II tasso del soldo pigioni vern\ fissato dal Consiglio comunale di anno in anno, in proporzione e secondo lo richiederanno le esigenze del Comune.

    Art. 10. L' esazione seguirčt dopo ottenuta la sanzione dalle Autorita, a eift ehiamate. Della esecuzione della presente legge d incaricato il Mio Ministra delle finanze.

    Zakon z dne .....

    veljaven za pokneženo grofoviuo Goriško iu Gradiško zastran pobirauja uajemniskega krajcarja v

    deželnem glavnem mestu Gorici na korist občini.

    01. 1. Najemninski krajcar je občinska davščina.

    Čl. 2. Ta davščina zadeva vsako hišni najmarini podvrženo poslopje vštevno tista poslopja, ki so začasno oproščena omenjenega davka; plačilu najemninskega krajcarja pa niso podvržena tista poslopja, katera so po svojem namenu stalno oproščeua hišne najmarine.

    Čl. 3. Najemniski krajcar se bo odmerjal na podlagi najemščine, ki jo v posebni fasiji naznani lastnik, oskrbnik ali sekvester in jo potrdijo dotičui stanovalci s pridržkom uradne poprave.

    Čl. 4. Sleherni lastnik, oskrbnik ali sekvester bo moral vsako leto plačevati najemninski krajcar od suhot podvrženih hišni najmarini na račun tistih, kateri imajo iste suhote v oblasti.

    čl. 5. Najemninski krajcar se bo moral plačevati v rokih, ki so določeni za plačevanje hišne najmarine. O zamudah se bo postopalo s terjanjem v zmislu zakonov in določil, ki so uže v veljavi ali se utegnejo še objaviti zastran pobirauja hišne najmarine.

    Čl. 6. Vsako opustitev ali v fasijo sprejeto krivo napoved najemščine, po katerej bi se nameraval okratiti najemninski krajcar, je kaznovati z globo enako peternemu najemninskemu krajearju, ki se je hotel poneveriti, in to globo mora plačati kolikor lastnik, ali kdor ga nadomestuje, toliko stanovalec, ki je potrdil dotično fasijo.

    Čl. 7. Globe se stekajo v mestno blagajnico v prid dobrodelnemu zalogu.

    čl. 8. Morebitne utoke proti odmeri najemninskega krajcarja in proti globam v zmislu čl. 6« je podati mestnemu županstvu v 30 dneh po vročitvi plačilnega naloga, in občinsko starešinstvo jih razsodi dokončno.

    Čl. 9. Občinsko starešinstvo odmeri od leta do leta najemninski krajcar po razmeri in po zahtevali občinskih potrebščin.

    Čl. 10. Po zadobljeni potrdbi bodo v to poklicana oblastva opravljala izterjanje.

    Mojemu finančnemu ministru je naročeno, da izvrši ta zakon.

    Dal Comitato Legale

    Gorizia, 6 Febbraio 1896 II Presidente

    PAJER.

    II relatore

    Dr. Venuti.

    ECCELSA DIETA,

    f. 179290. -

    f. 55050.—

    » 6950.—

    f. 62000.—

    f. 84560.—

    V 10060.-

    II conto di previsione del fondo provinciale per 1'anno 1896, presentato dalla Giunta provinciale al N. 5931, fu dal Comitato di finanza sottoposto a minuto esame con riflesso alle soinme accordate e fissate o da fissarsi per parte deli' Ecc. Dieta per vari nuovi oggetti dai Comitati delle petizioni, legale e di finanza e con riflesso al cuoprimento delle spese aumentate, ed in parte nuove.

    In complesso le spese ordiuarie di questo fondo, le quali, secondo il conto della Giunta

    provinciale, erano preveriti vate con........f. 177274.—

    furono aumentate deli'importo di........„ 2016:—

    e quiudi ammontano a .

    Anche le spese straordinarie, le quali dalla Giunta erano state preven-

    tivate con 4.....

    furono aumentate di

    per cui ora ascendono a

    Tauto le entrate ordinarie di . quanto le straordinarie di

    assieme di f. 94620.— furono accol te come proposte dalla Giunta provinciale, dimodocbd risulta ora la '

    defieienza di...........f. 146670.—

    anzichč, come previsto dalla Giunta provinciale, di . . . . . „ 137704.— defieienza che, come piu sotto si dimostrerft, si dovržl cuoprire anzichč coll' 8°/0, col 10°/o di addizionale sull' imposta fondiaria, rimanendo inalterate le altre, cio£ del 12°/0 di addizionale su tutte le altre imposte dirette ; 20 °/0 di addizionale sul dazio consumo del vino e della carne e le tasse di soldi 50 per ogni ettolitro di birra, e di soldi 18, e rispettivainente 10 per ogni litro sui li-quidi spiritosi.

    Cib premesso, si passa ali' esposizione di quei capitoii relativamente ai quali sono state fatte delle modificazioni dal Comitato di finanza.

    Al capitolo I., riflettente le spese per la Dieta provinciale fu aumeutata la spesa pel ser-vizio stenografico da f. 150 a f. 300, sicchč la spesa complessiva di quel capitolo ascende a f. 3125.

    Al capitolo II., abbracciante le spese generali di amministrazione, fu, per la proinozione proposta del diurnista Michele Goriup a praticante Contabile con 1'adjutuin di f. 700, per l'aumento di f. 100 deli'adjutum del praticante Pompeo Gortani, per l'aumento di salario di f. 100 del cur-

    2

    VII.

    sore Ferdinando Zarli, e di f. 50 deli' inserviente di eassa Audrea Logar, aumeatata la complessiva esigenza da f. 24166 a f. 2445*7.

    Al capitolo III., spese pel patriraouio provinciale immobile, fu accordato al custode del palazzo provinciale Francesco Candutti uu aumento di f. 50, percib aumautata 1' esigenza da f. 1446 a f. 1496.

    Al capitolo IV., spese per 1' agricoltura ed industria, fu elevato il contributo aunuo per le scuole! professionali di perfezionamento da f. 1000 a f. 2000, e trasportata a questo capitolo la spesa per le scuole per panierai in Fogliano e Zaga, portata in previsioue dalla Giunta provinciale fra le straordinarie, capitolo XIII. con......f. 400.—

    e aumentata di altri ..........f. 200.—

    per la scuola professionale di Ranziano. La somma di questo capitolo fu quindi

    elevata da............f. 3780.—

    a f. 5380.

    Al capitolo V., spese per la pubblica sicurezza, fu accolto al titolo 6° il contributo al civico corpo dei pompieri iu Gorizia con f. 100

    sicchb la spesa totale di...........f. 13.723:—

    fu portata a ............. , 13.823:—

    Al capitolo VII., istituti umanitari, fu aumentata la posta pel trattamento di maniaci per flor. 2000, e messi a disposizione della Giunta prov. pel provvedimento d' un inigliore trattamento delle maniache nel civico ospedale femminile.

    La spesa complessiva di questo capitolo ascende ora a flor. 99.334 — Al capitolo IX., abbracciante i sussidi per strade regionali, fu portato 1' importo di f. 10.000.— a f. 16.200.— in conformitžt ai deliberati del Comitato delle petizioni.

    Al capitolo XII. spese diverse, fu diminuita la somma preventivata con f. 2000.—

    per interessi sul debito provinciale fluttuante per 1'importo di f. 1000.— e cib perchb si ebbe riflesso ai versamenti fatti a sconto dello stesso debito dopo compilato il conto preventivo, essendo

    stati nel frattempo pagati.........f. 19560:—

    fu inolire radiata la posta per spese imprevedute di flor. 2175.— onde cuoprire con questi in parte le spese agli altri capitoli.

    Al capitolo XIII, spese straordinarie, furono anzitutto auinentate le spese pel servizio idrografico secondo la proposta d^ll' Eccelso Governo da f. 200 a f. 350.

    Quelle per sussidi e contributi in generale, compresi i coutributi per la regolazione della Mocdina e per la costruzione della progettata strada regionale Auzza — S. Lucia, il contributo pro 1895 per la scuola di panierai in Fogliano chiesto dali' i. r. Governo, il sussidio di f. 1000 pel pagamento d' un debito della scuola privata professionale in Gorizia e il sussidio di f. 1000 per l'e-rezione della nuova Chiesa del S. Cuore in Gorizia furono aumentate da f. 10.000 a f. 22.000.

    Da questo capitolo poi furono trasportati i contributi e sussidi per le scuole di Fogliano e Zaga al capitolo IV con f. 400.—

    Quindi la spesa complessiva di questo capitolo fu portata da f. 12.895 a f. 24.645.— II capitolo XIV risguardante la soinma di f. 10.000, proposti per parziale estinzione del summentovato debito fluttuante fu radiato per iutiero, ed assegnati a cuoprimento delle spese di altri capitoli.

    Si onora pertanto il Comitato di finanza di proporre, che piaccia a quest'Eccelsa Dieta di

    deliberare":

    I. "Viene approvato il conto di previsione del fondo provinciale per J'anno 1896 a. con 1' esigenza

    Al capitolo I. di f. 3.125.—

    M D II. » • ' • • » 24.457.—

    I) V III. » • • n 1.496.—

    n » IV. n ' • • » 5.380.—

    » » v. n • • • • » 13.823.—

    v H VI. » • • • v 3.480.—

    » n VII. » « • • • » 99.834.—

    7) » vin. n • • ii 25.707.—

    » n IX. » • • • • r> 16.350.—

    » D X. » • • fl 1.360.—

    * 11 XI. » * • • • n 18.075,—

    n y> XII. » • • • • » 3.558,—

    D v XIII. ji 24.645.—

    esigenza totale 6 di . . . . f. 241.290.—

    coi cuoprimeuto di

    al capitolo I. di f . . a* 23.441.—

    > n II. » • • • ' y> 70 849.—

    » » III. » • • • • v 330.—

    e coi cuoprimeuto totale di f. 94.620.—

    c. quindi con la deficienza di......f. 146.670.—

    la quale sani da cuoprirsi

    1. coll' addizionale del 10°/o sulla somma complessiva deli'imposta erariale fondiaria;

    2. coll' addizionale del 12°/0 sul casatico, industria e rendita, compresa 1' addizionale stra-ordinaria dello Stato ;

    3. coll' addizionale del 20°/o sul dazio consumo de 1 viuo, mosto e earni;

    4. colla tassa di soldi 50 per ogni ettolitro di birra smerciata al minuto ;

    5. colla tassa di soldi 18 per ogni litro venduto al minuto dei liquidi spiritosi indicati al-Y articolo I B II punto 1 della legge i8 maggio 1875 (B. L. I. N. 84), e di soldi 10 per ogni litro venduto al minuto dei liquidi indicati al punto 2 dello stesso articolo di legge ;

    6. L' esazione della tassa sulla birra e sui liquidi spiritosi non potrdi effettuarsi n& ali' atto della produzione ne ali' atto deli' importazione;

    7. Biguardo alle modalitž, delFineasso della tassa provinciale sulla birra, particolarmente riguardo alle persone dalle quali ed alle condizioni sotto le quali deve venir corrisposto, poi riguardo al diritto di controlleria spettante agli organi iucaricati deli' incasso ed alla sanzione penale nei easi di trasgressione, trovano analoga applicazione le norme vigenti per 1'incasso del dazio consumo del vino.

    II. Siccome queste proposte addizionali e tasse non daranno probabilmente un reddito suf-ficiente a cuopriie il deficit, e rimanendo quindi scoperta ancora una deficienza, cosi viene autorizzata

    4

    VII.

    la Giunta provinciale di valersi a tale effetto, all'occorrenza, di una operazione fiuanziaria, ciob qua-lora nb con maggiori eventuali incassi, nb con eventuuli risparmi non le riuscisse sanarla.

    III. Viene sistemato un secondo pošto di assistente contabile; e 1' adjutum di un prati-cante contabile viene portato a f. 700.

    IV. Viene aumentato 1'adjutum del praticante contabile Pompeo Gortaui di f. 100 e il sa-lario del cursore Ferdinando Zarli di f. 100, deli'inserviente di cassa Andrea Logar di f. 50 e cosi pure di f. 50 quello del custode del palazzo provinciale Francesco Caudutti.

    V. Si accordano gratificazioni ai segueuti impiegati provinciali: Clemente Brarno f. 200 ~ Alberto Planiscig f. 50 ; Alessandro Cbiades f. 50 e Antonio Mreule f. 100.

    Finančni odsek predlaga, visoki deželni zbor naj blagovoli skleniti; I. Potrdi so proračun deželnega zaloga za leto 1896. a. s potrebščino

    člen I. ..... gl- 3125 —

    9 II. ..... n 24457 —

    9 III...... n 1496 —

    9 IV...... v 5380 —

    n v. ..... 99 13823 —

    n VI...... 99 3480 —

    » VII...... 99 99834 —

    y> VIII. . 99 25707 —

    n IX...... 99 16350 —

    9 X. ..... 99 1360 —

    » XI...... 99 18075 —

    » XII...... 99 3558 —

    » XIII...... 99 24645 —

    torej se skupno potrebščino gl- 241290 —

    b. z založbo

    člen

    I

    II

    III

    gl. 23.441: — „ 70.849: — 330:-

    gl. 94.620:-gl. 146.670:-

    iu sb skupno založbo torej s primanjkljajem ki se pokrije :

    1. z doklado po 10°/o na skupno vsoto državnih zeml|iščnih davkov;

    2. z doklado po 12°/0 na skupno vsoto državne najmarine, hišarine, obrtnine iu dohodariue

    3. z doklado po 20°/o Iia užitnino vina, mošta in mesa;

    4. z davščino 50 kr. od vsakega hektolitra na drobno potočenega piva ;

    5. z davščino 18 kr. od vsakega litra na drobno potočenih opojnih tekočin, navbdenih v čl. I. B. II. točka 1. postave 18. maja 1875 (dež. zak. št. 84) in 10 krajcarjev od vsacega litra v 2-točki istega postavnega člena navedenih tekočin;

    VII.

    5

    6. davščine od piva in opojnih tekočin se ne sinejo pobirati ne pri izdelovanji, niti pri vpeljavi;

    7. zastran načina, po kterem se ima pobirati davščina od piva, zlasti zastran oseb, od kterih in pogojev, pod kterimi se ima terjati, gledč kontrolne oblasti organov, kterim je izročeno pobiranje in gledš kaznovanja prestopkov veljajo enaka pravila, kakor za pobiranje erarske užitnine.

    II. Ker predložene doklade in davščine uajbržč ne bodo zadostovale v pokritev primanjkljaja, pooblašča se deželni odbor, da se loti, če bo v la namen potrebno, finančne operacije, če se namreč ne vtegne potirjati več dohodkov, ali pa se morda ne prigospodari, kolikor treba za založbo.

    III. Ustanovi se drugo mesto računijskega asistenta, in adjutum ednega računijskega prakti-kanta se povekša na 700 gl.

    IV. Računijskemu praktikantu Pompeju Gortani se za 100 gl. povekša adjutum, obhodniku Ferdinandu Zarli-ju se doda k plači 100 gl., blagajničnemu obhodniku Andreju Logar-ju 50 gl. in tako tudi hišnemu varuhu Francu Candutti 50 gl.

    V. Naslednjim uradnikom se dovoli nagrade : Klementu Bratno 200 gl., Planiscig Albertu 50 gl., Aleksandru Chiades 50 gl. in Antonu Mreule 100 gl.

    Dal Comitato di Finanza

    Gorizia, 7 Febbraio 1896.

    s

    II Presidente e relatore

    Dr. Verzegnassi.

    *

    Conto preventivo del tondo provinciale

    per 1'anno 1896.

    Proposta

    per 1' anno 1896 g .o 5

    *o o Oooorrenze per titolo per • - C5 -g ao CD ' a> —H -O

    capi- al ° r-, - —<

    1 -. ordi-

    cS O f-l straor- tolo £ a. o o O %

    narie dinarie

    I Spese per la Dieta provinciaie:

    1 Diarie e spese di viaggio per i Deputati........ 820 — 600 820

    2 300 — 150 165

    o O Spese per 1' illuminazione deli' aula.......... (35 — 65 —

    4 Spese di stampa................. 1900 — 1500 1822

    5 40 — 40 64

    3125

    II Spese generali d' amministrazšone :

    1 Assegni di carica ai membri della Giunta provinciale .... (3800 — 6800 6800

    2 6973 — 6861 5841

    3 Servizio di contabilita............... (3232 — 6043 5550

    4 1U52 — 1902 1801

    o Spese d' ufficio.......".......... 1240 — 1010 1306

    6 400 — 400 388

    7 Riuiunerazioni e sussiili ad impiegati.......... 300 — 300 1265

    8 Pensioni.................... 350 — 350 5'30

    9 210 — 70 67

    24457

    III Spese pel patrimaniu immobile provinciale:

    1 Custode del palazzo provinciale............ 398 — 348 348

    2 Mauuteuzione degli edifici provinciali.......... 1000 — 1000 680

    3 Imposte pubbliclie................ 98 — 103 414

    1496

    IV Spese per i'agricoltura e 1' industria:

    1 Sovveuzione aH' i. r. Societa agraria.......... 1170 — 1170 1170

    2 Premi par 1' uccisione di animali rapaci......... 40 — 4? —

    3 Contributo alle scuole profess. di perfezionamento in Gorizia. . 2000 — 1000 1000

    4 Spese per la commissione provinc antifilosseriea...... 5'K) — 500 —

    5 Contributo alla scuola piofessionale in Nabresina...... 300 — 300 300

    6 Sovvenzione per 1' imboschimento del Carso....... 770 — 772 748

    7 Sovvenzioni alle scuole per panierai in Fogliano e Žaga ed alla scuola industriale di Runziano............ 600 — 5380 — —

    v Spese par la pubblica sicurezza :

    1 Per 1' acquartieramento della gendarmeria........ 4773 — 7540 7615

    2 Aggiunte per vetture della gendarmeria e trasporti..... f>40 — 560 491

    ■> i) Spese d' espulsi................. 6050 — 6050 4475

    4 Spese pel manfcenimenfco di forzati........... 2300 — 2300 2577

    5 Spese pel trasporto di condannati........... 60 — 60 52

    6 Contributo al civico corpo dei pompieri in Gorizia..... 100 — —

    13823

    VI Spese tli Sanita:

    1 120 — 120 1?0

    2 Spese di vaccinazione............... 3015 — 3085 3034

    3 Spese di viaggio................. 45 — 45 40

    4 Spese per provvedimenti contro la peste boviua...... 300 300 —

    3480

    VII istituti umanitari:

    1 Spese pel trafctamento di maniaci........... 34000 — 33500 30241

    g Spese per stabilimenti di maternita.......... Spese pel maiitenimeiito di trovafcelii.......... 900 650 — 900 570 787 534

    4 Spese per 1' Istituto provinciale dei Sordimuti....... — 5302 4247

    0 Spese per ammalati.............. 58326 — 58326 56775

    6 Contributo fisso aH' ospizio marino di Grado...... 200 — 200 200

    99834

    VIII Spese per 1' istruzione ed educazione :

    1 Contributo al Municipio di Gorizia per la scuola reale .... 500 — 500 500

    2 Scuola agraria provinciale.............. 17930 1850 19810 19936

    •> O Contributo al Municipio di Gorizia per la scuola di musica . . 525 — 525 525

    4 Contributo al fondo degli studi............ 179 — 179 178

    porto 19134 l«i>ojl5l5

    per Proposta 1'anno 1896 iS CL —' o CD t-

    o o o Oooorrenze per titolo per Capi-tolo « S «

    O H ordinarie straordinarie £ S. zt o o o •r*> c* cc

    5 G 7 8 9 riporto Al fondo cassa pensioni a cuopriraento del deficit,..... Spese per 1' istruzione ostetrica............ Stipendi a študenti delle facolta superiori . . •..... 19134 726 2000 277 1220 1-50 500 151595 25707 16350 500 626 20Oi 277 1220 500 700 2000| 277 j 1220

    IX Sovvenzioni per strada regionali......... 150 16200 10150 10150

    X 1 3 Spsse per vetture ed altri scopi militari: Aggiunte per vetture militari............ Pa ga al fante addetto al Commissariato delle vetture militari 1000 144 216 — 1360 18075 3558 1020 160 216 836 150 216

    XI 1 3 4 5 Debito provinciale: Ammortizzazione del pres ti to provinciale......... Interessi delle obbligazioni del prestito provinciale..... Imposta remlita sugli interessi delle obbligazioni Serie B , . . Tassa boJlo sni tagliundi delle obbligazioni Serie B...... Inteiessi delle veceiiie obbligazioni domesticali...... 2528 2900 12176 443 28 2800 12288 447 28 2528 2700 12396 45 i 2y 2528

    XII 1 2 3 4 Spsse diverse: Retrocessioni di addizionali provinciali......... Spese hnpre.vedute................ Diverse piccole spese ............. , . 300 3258 6250 2759 150 1 3031 j 6841 j 360

    XIII Spese straordinarie.............. — 24645 24645 17200 17053

    XIV Antecipazioni da restituirsi . . ......... — — — — —

    Somma deli« occorrenze — — 241290 — —

    Cuoprimento (

    I 1 2 3 4 Introiii da! patrimonio provinciale: Interessi attivi delle obbligazioni.........., Affitti.................... Rendita lorda dei predi agrari............ 9901 2000 2940 8600 — 23441 70849 330 990! 2400 2940 8170 9906] 2330. 2990 9248

    II 1 >) ■3 4 5 fi 7 lntroiti da titoli pubblici: Rifusioni dai comuni per spese d' ammalati....... Interessi dal Cousorzio per 1' iriigazione deli' agro monfaleonese sul prestito avuto dalla Provincia........... Dai comitati stradali Je antecipazioni . . ........ Dai comuni le antecipazioni........... . . Contributi per spese di regia............. Rifnsiono di spese d' espulsi da parte di altre provincie . . . Dal Sovrano Erario il contributo per la scuola agraria .... 58000 1589 1200 9560 500 58000 9560 1548 1200 500 56429 9560 1612 938 400

    III 1 2 o o Altri introiti: 290 30 10 — 371 10 10 299 68 1

    IV — — — —

    Somma del cuoprimento — — 94620 —■ —

    Le occorrenze ordinarie iinportano . f. 179.290:— e le straordinarie . f. 62.000:— II cuopriinento ordinario ascende a . . f. 84.560:— e lo straordinario . f. 10.060:—

    Contrapponendo alla sotr.ma totale preventivata per le esigenze deli'anuo 1896 di .....f. 241.290:

    il cuopriinento di............................f. 94.620:

    risulta la deficenza di..........................f. 146.670:

    cioe pei le ordinarie f. 94.730:— e per le straordinarie f. 51.940:- che verni coperto come segue:

    1. coll' addizionale deli' 8% sopra 1' imposta fondiaria erariale che, come emerge dalla parteci-pazione deli' i. r. Direzione di finanza in Tiieste dd. 12 Decembre 1895 Nr. H6181 (G.N.

    5762/95) importava per 1' anno 1894 ..............f. 355.514:54

    meno gli scarichi aecordati sulla prescrizione delFanno 1894, negli anni 1894 e 1895 „ 58.930:6Vjt

    quindi sopra . . . f. 296.583-92''/,

    che poti a dare cirea...... . . ...........f. 23.730:—

    2. celi' addizionale del 12% sul casatico, industria e rendita, compresa 1'addizionale straordinaria dello Stato, le quali imposte, come risulta dalla sopra

    a<'.cennata partecipazione per 1' anno 1893 ascendevano a . f. 429.728 e dopo diffalcati gli scarichi di............ 8.680

    63

    73'/,

    f. 42l.047:891/2

    cli« darebbe circa.....................f. 50.530:—

    3. coll' addizionale del 20% sul dazio consumo erariale del vino, mosto e carni,

    il reddito raggiunto per 1' anno 1896 di f. 38.174:40 .........f. 38.174:—

    4. colla tassa provinciale di soldi 50 per ogni ettolitro di birra che verra smer-

    ciata al minuto, il canone d' arrenda per F anno 1896 .........f. 4.600:—

    5. eolla tassa d i soldi 22 per ogni litro venduto al minuto dei liquidi spiritosi iudicati aH' ari. I B. 2 punto I della legge 18 maggio 1875 (B. L. I. Nr. 84) e di soldi 14 per ogni litro venduto nI minuto dei liquidi spiritosi indicati al punto 2 dello stesso articolo dell'anzidetta legge.

    o o Proposta della Giunla prov.

    4J 'S. d O o H Oggetto C as o a straor-dinaria 05 a cn t» ctf

    Occorrenze dettagliate.

    I Spese per la Dieta provinciale f. 3125:—

    1 2 B 4 5 Diarie e spese di viaggio pei Deputati non domiciliati in Gorizia. la media dell'ultimo tviennio........................ Spese per 1' illuminazione deli' aula ............... Spese di stampa, con riflesso alla media deli' ultimo triennio........ Spese diverse (Messa solenne e corrispondenza coi Deputati), come per 1' anno 1895 . 820 300 65 1900 40 — 820 300 65 1900 40

    Somma del Cap. I. 3125 — 3125

    I'iu come pro 1895 f. 770:- ai titoli 1, 3 e 4.

    II Spese generali d' amministrazione f. 24.457:—

    1 Emolumenti di funzione ai membri della Giunta provinciale : a) al Preside .... ............ b) ai quattro assessori a f. 1200:—....., . . . „ 4800:- 6800 6800

    2 Servizio di cancelleria: Paglie e salari 1-5 S o cro a i—i '5 C? o o o ~3 T-t cc ci co s 5 o

    g) un segretario (vacante)............. b) uu cancelliere con annui.........f. 900:— 1' aggiunta personale annui........„ 200:— 1200 — 120

    e col II. quioquennio dal 1/2 1896 ......... c) un I. assisteute con 5 quinquenui dal 1/9 1892 ..... d) un II. assisteute con 2 quinquenni dal 1/4 1892 .... e) un archivista con 2 quinquenni dal 1/4 1892 ...... 1100 70U 700 700 659 550 210 350 140 140 131 105 84 84

    assieme 5609 840 524 6973 — 6973

    3 Servizio di contabilita: b) uu ufficiale con 4 quinquenni dal 1/10 1892...... c) un assisteute con 3 quinquenni dal 1/8 1895 ..... d) (Jne praticanti coll' adjutum di f. 700:— ed uno coll' adju-ttim di f. 400:— (N. 3479/1893).......... e) un calcolante con giornal. f. 1:80 . . ....... 1400 800 700 1800 659 320 210 140 112 91

    assieme 5359 530 343 6232 — 6232

    4 Servizio di cassa: a) un cassiere con 2 quinquenni dal 1/11 1894 ...... 1100 500 220 132

    assieme 1600 220 132 1952 — 1952

    porto 21957 21957

    o della Proposta Giunta prov.

    —1 čš" O o H Oggetto ordinaria straor-ilinaria assieme

    0 riporto Occorreuze della taucelleria e degli uffici iu base alla media accertata Dell' ultimo trieunio : a) diarie e spese di viaggio (Cuoprimento Cap. III. tit 1/b); . . . . f. 110:— d) legatura di libri ................... 70:— g) spese pei mobili ..................„ 10:— 21957 1240 21957 1240

    6 7 Edizioni del bullottino delle leggi provinc., si porta iu previsione la media deli' niti— Rimunerazioni e sussidi agli impiegati provinciali come pro 1895 ....... 400 300 — 400 300

    8 Pensioni: alla vedova del

    9 Contribati d' edncazione e pensioni concretali: a Teodoro Jeglič figlio del def. coatabilo provinciale Andrea Jeglič la pensione . . 210 — 210

    Sotnma del Cap II. 24457 — 24457

    Piu come pro 1895 f. 721:—

    III 1 Spsse pel patrimonio immobile provinciale f 1496: — Un custode del palazzo provinciale annui............f. 288:— 1' aggiunta personale...................„110: — 398 398

    2 Spese per la manutenzione degli edifici provinciali : «) al capo maestro muratore Giacomo Snsniel 1' avversuale aunua pei lavori di mauufceuziouc ali' ospitale militare (GN. 2349/1893).....f. 1-jO:— b) aH' amministraziotoe deli' nspitale militare 1'avversuale annua per miuori spese ili manutenzmie (GN. 1759/1891)..........„ 44:— c) per occorrenze di inaggior eutiia...... ......„ 500:— d)'per manutenzione del palazzo provinciale..........„ 120:— e) per assicurazioue contro i danni d' incendio ..,..,...„ '6;>:T'. /') per un filo d' acqua di Crouberg nell' ospitale militare .....„ 54:—

    f. 881:73

    e con riflesso ad eventuali assistenze tecuiche come pro 1895 ........ 1000 — 1000

    3 Imposte pubbliche : a) foudiaria per 1' orto annesso alt' edifieio provinciale ospitale militare e per i fondi sul Castello di Gorizia particelie N. 223/6, 259 e 263/1 f. 5:— b) imposta pigione pel palazzo provinciale ..........„ 92:65V2 98 98

    Essendo stato accolto il ricorso inferposto contro la commisurazione deli' equivalente d' imposta sulla facolta del fondo provinciale pel V. deeeunio 1891-1900 e ridotta la eompotenza annua per l'eqiiivatente sulla facolta immobile da f. 20(5:47'/2 a f. 94:87'/g e per 1'equivalente sulla facolta mobile da f. 346:20 a f. 151:20, e tenuto couto dei sopra pagamenti per questo titolo negli anui 1891-1893, si porteranno in previsione: nell' anno 189U, per saldo della quota per la facolta mobile f. 149:10 e per 1' immobile f. 94:87 '/g « nell'auno 1900 la quota per la facolta mobite con f. 151:20 e per I' immobile con f. 94:87 V, (GN. 1590/1894 e 2840/1894).

    Somma del Cap. III. 1496 — 1496

    Piu come pro 1895 f. 45:—

    Proposta

    i o < ' o della Giunta prov.

    o O g g e t r o .JL • d C. £

    čT O O S c 'n a s CO ™ £ m vj a

    IV Spese per 1' agricoltura ed industria f. 5380: —

    1 1170 1170

    2 40 40

    3 Per le scuole professiouali di peifezionamento per gli artieri ia Gorizia, il contributo

    fisso a f. 1000:- 2000 — 2000

    4 Spese per la commissione provinciale antifilosseriea ed altre spese per combatfcere

    1'invasione della filossera (GN. 4915/1894)............... 500 500

    5 Per la scuola industriale di disegno per scalpellini in Nabresiua, il contributo annuo

    fisso (deliberaz. diet. 10/3 1892 GN. 1145)............... 300 300

    6 Sovvenzione per 1' imboschimento del Oarso, la quota del contributo annuo di f.

    2000:— non coperta colle rendite del fondo „Colfcura forestale" (delib. diet. 10/3

    1892 N. 1144/1892)..................... 770 — 770

    7 Per le scuole per panierai in Fogliano e Žaga e per la scuola industriale in Ranziano 600 — 600

    Somma del Cap. IV. 5380 — 5380

    Piu come pro 1895 f. 1596:— ad 3 e 7.

    V Spese per la pubblica sicurezza f. 13823:—

    1 Per acquartieramento della gendarmaria (GN. 4835/1895).......... 4773 — 4773

    2 Aggiunte per vettuie della gendarmeria nonche trasporto della medesima in via

    540 — 540

    3 Spese per gli espulsi, tenuto conto alla media deli' ultimo triennio ...... 6050 — 6050

    4 tjel mantenimento di forzati nella časa di pena in Lubiana ed iu altre čase correzio-

    nali, tenuto conto alla media esigenza negli ultimi tre anni.....f. 2260:—

    per spese di viaggio del delegato della Giunta prov. per 1' intervento alle

    sedute presso 1' i. r. Luogotenenza in Trieste..........f. 40:— 2300 — 2300

    5 Spese pel trasporto di condaunati, la media spesa deli' ultimo triennio..... 60 — 60

    6 Contributo al civico corpo dei pompieri in Gorizia.........* • • 100 — 100

    Somma del Cap. V. 13823 — 13823

    Meno come pro 1895 f. 2687:— ad 1.

    VI Spese di Sanita f. 3480:—

    1 Graziali:

    alla vedova Gioseffa Scbaup la graziale di annui (delib. diet 26/11 1885) .... 120 — 120

    2 Spese di vaccinazione :

    a) spese di viaggio ai medici vaccinatori, la media esigenza deH'ultimo

    triennio.....•.......,.......f. 2370:—

    b) premi ai medici vaccinatori, come pro 1895 .......... 150:—

    c) spese pel pus vaccino, la media esigenza deli' ultimo triennio . . . f. 495:— 3015 — 3015

    3 Spese di viaggio al consigliere sanitario provinciale per intervenire alle sedute dell'i. r.

    Consiglio sanitario provinciale in Trieste, come pro 1895 .......... 45 — 45

    4 Spese per provvedimento contro 1' invasione e propagazione della peste bovina, come

    300 — 300

    Somma del Cap. VI. 3480 — 3480

    Meno come pro 1895 f. 70:— ad 2 c.

    VII Istituti umanitari f. 99834:—

    1 Spese pel trattamento di maniaci:

    Tenuto conto che colla fine del III. trimestre 1895 rimasero iu cura nella sezione

    maniaci deli' ospitale dei fatebenefratelli 72 pazzi e nella sezione maniache delPospi-

    tale femminile 65 mentecatte, e che per i mauiaci di questi due ospitali ed a mani-

    o O Proposta della Ginnta prov.

    'EL ■č o O ■u=> S O g g e t t o ordi-naria straordinaria assieme

    comi di altre provincie si pagarono nell'anno 1893 f. 33017:20 e si portano in previsione............. A disposizione della Ginnta provinc, pel migliore collocamento nel 1894 f. 30241:20, . . f. 32000:— delle . . f. 2000:— 34000 34000

    2 Spese per stabiliraenti di maternita: la media esigenza deli' ultirno triennio 900 — 900

    3 Spese pel mantenimento di trovatelli:

    Per sussidi a rnadri povere non maritate che escono colla loro prole dallo stabilimento di maternita in Trieste, tenuto conto alPesigenza media nell'ultimo triennio f. 420:— e per mantenimento di orfanelli pertinenti a questa provincia nelPOrfano-trofio in Vienna, sulla base della spesa effettiva pro 1894 ...... 230:— 650 650

    4 Spesa per 1' Istitnto provinciale dei Sordomuti:

    i) a cuoprirnento della deficeuza emergente dal preventivo per questo fon 5758 5758

    5 Spese d' ammalati:

    a) a detinitivc carico delle provincia, la media deli' ultirno triennio. . f. 140:— b) a carico dei cornuni, avuto riguardo alla competenza complessiva per 1' anno 1892 di f. 57824:16 e per 1'anno 1893 di 58913:00Vi, si portano in previsione pro 1896 ............... 58000:— 58326 58326

    6 Contriluto fisso aH'ospizio marino di Grado...... 200 — 200

    • Sorama del Cap. VII 99834 — 99834

    Piu come pro 1895 f. 1036:— ad 1.

    Spese per scopi d' isiruzione ed educazione f. 25707:—

    VIII 1 11 contributo tisso al Magistrato civico di Gorizia per la scuola reale 500 — 500

    2 Scuola agraria provinciale: a) Competenze d' attivita : Paghe O o n bo •3 g> I* ►2 Assieme

    1. al dirigente la sezione italiana col diritto a quinq..... rimunerazione................ 4. alla Direzione della sezione italiana pel bidello..... 5. ad un dirigente la sezione slovena.......... 7. ad un gastaldo................ 8. alla Direzione della sezione slovena pel bidello..... 1200 300 800 400 180 1200 300 800 400 180 = } 200 = } 200 1500 1000 400 180 1500 1000 400 180

    assieme — — 6160

    porto 6160 £,500 500

    Proposta

    O o della Giunta prov.

    o Oggetto 1 rt i 54 o p

    O - -3 - ~ rt rt rt OJ

    o s co -3 crj rt

    riporfco

    b) Pensioni :

    1. al professore fu diiigente la sezione slovena Francesco Povše f. 480:—

    2. a Luigia Velicogna vedova del direttore della sezione ita-liana Gitisepne Velicogna

    3. Ad Angela Zepic vedova del fu dirigente la sezione slovena Francesco Žepič . . •............

    347:—

    c) Contributi d' educazione :

    1. per Luciano ed Edgardo figli del defunto direttore Giuseppe Velicogna a f. 58—..............f. 116:—

    2. per Maria figlia del defunto dirigente la sezione slovena

    Francesco Žepič................ 36:—

    (l) Stipendi:

    per 8 alunni della sezione italiana a f. 100......f. 800:—

    per 8 alunni della sezione slovena a f. 100....... 800:—

    c) Spese per la scuola:

    I. sezione italiana: (GN. 5470/1895)

    1. Pulim.e manutenzione dei locali..........f,

    2. Calefazione ed illuminazione ...........„

    3. Kiparazione inoliili...............„

    Oancelleria .................„

    o. Acquisto o legatura libri ............„

    6. Lavoratorio chimica e gabinetto fisica.......

    7. Striiineiiti e inacchine.............

    4

    Saggi ed esperiinenti

    9. Convitto 10. Imprevedute

    120 110 25 50 150 IGO 100 50 70 50

    II. Sezione slovena: (GN. 5467/1895) Nettezza, calefazione ed illuminazione

    1,

    2. Libri e periodici agricoli .....

    3. Cancelleria..........

    4. Strumenti agrari.........

    5. Convitto ...........

    6. Kiparazione niobili e manutenzione edifici

    7. Imprevedute..........

    120 60 150 150 50 140 60

    f) Spese per 1'amministrazione e conduzioni dei predi:

    1. Sezione italiana, le spese effettive dal 1/7 94 al 30/6 1895

    2. Sezione slovena, le spese effettive dal 1/7 94 al 30/6 1895

    g) Imposte :

    Fondiaria ed addizionali sulla base della prescrizione per 1'anno 1S95 :

    1. pel predio in S. Rocco............ . f. 90:72

    2. pel predio in Via di Trieste............„ 92:53

    3. pel bosco in Staragora .............. 6:94

    4 pei prati alla Biauca..............,. 72:49

    5 pei prati in Pegg.................92:60

    11 ricorso interposto contro la cominisurazione deli' equivalente sulla facolta luobile ebbe 1' effetto desiderato, per cui tenuto conto dei pagamenti fatti per questo titolo negli anni anteriori sulla base della commisurazione pri-miera, si pasberanno appena ne] 1898 f. 75:10 nel 1899 f. 96:37'/i e nel 1900 f. 96:37 '/s. (GN. 2840/1894)

    porto

    6160

    1177

    152

    1600

    825

    500

    640

    3100 3000

    356

    500

    17010

    500

    500

    g. o

    Oggetto

    Proposta della Giunta prov.

    o C

    o —

    as os

    h) Spese divesse e straodinarie :

    I. Sezione italiana: 1. per la manutenzione degli editici. inserzioni, sussidi al per-sonale addetto alla scuola, canone per 1' acqua di Cronberg, assicurazione coutro i danili d' incendio eec. la media esi-

    ri porto

    geuza degli ultimi 3 auni.....

    . per coltivazione delle vigne e vivai f. 150:— e pei corsi d'iuuesto f. 50: —

    II. Sezione slovena:

    d i viti americane (GN., 5470/95) . .

    f. 520:-„ 200:—

    1

    ppr la manutenzione dei tetti. sussidi al personale, iuserzioni, per 1' acqua di StrazTg ed assicurazione contro i dauni d' incendio. la media spesa delTultimo triennio......f. 400'

    2 pel ristauro della facciata deli1 edifizio scolastico, per nuove persiane e riduzione di parte della tettoja nei cortile a ma-

    gazzino per foraggi (GN. 3375/94) ........

    3. per coltivazione degli impiauti di viti americane f. 400:— e per eorsi d1 innesto f. 50:— (GN. 54(37/95).....

    1200:—

    450:-

    17010

    720

    2050

    Al Magistra',o civico di Gorizia 1'anuuo contributo fisso per la scuola di musica . .

    Al fondo goiiziano degli studi rannuo contributo ............

    Al fondo cassa pensioni pel pgrsonale insegnante a cuoprimento del deficit. Per euoptire nell' anno 1896 la eveutuale deficenza di questo fondo si ritiene suffieente 1'importo di

    Spese per ]' istruzione ostetrica :

    a) contributo alla paga d'un professore d' ostetricia.......f. 126: —

    b) sussidi e spese di viaggio per le levatrici allieve che frequentauo i corsi regolari. sussidi e spese di viaggio per levatrici frequeutanti i

    corsi di ripetizione, spese per i diplomi ecc; l'esigenza dellauno 1894 „ 600:—

    Stipendi a študenti delle scuole superiori:

    I. a due študenti italiani e 2 sloveni pel primo anno di studio a f. 200

    (delih. diet. 28/10 1869)................f. 800:—

    II fondazione perpetua di 4 stipendi a f. 300:— 1* uno iu commemora-

    zione del 40° anniversario del Kegno di S. M. Francesco Giuseppe I . „ 1200:—

    Contributi fissi:

    a) per la musica di chiesa in Gorizia:

    ad uu organ ista .............t. 71:40

    al maestro di cappella............„ 42;—

    al primo violinista ............„ 35:70

    ai secondo violinista............., 31:23'/2 f. ]80:33lj2

    b) in Gradišča: aH'organista, paga . ......f. 71:40

    pigione....... r 25:60 97:—

    f. 2 77:33'/j

    Museo provinciale :

    a) per la sezione di storia naturale la dotazione ordinaria . . . . f. 220:—

    b) per la sezione storico antiquaria la dotazione......„ . . „ 1000:—

    Somma del Cap. VIII

    Piu c ime pro 1895 f. 70:— ad 2.

    500

    17930

    525 179

    726

    2000

    277

    1220

    ZOO0 i

    1850

    500

    500

    10780

    525 179

    500

    726

    2350

    2000

    277

    1220

    25707

    o o Proposta della Giunta prov.

    o C*. O H O g g o t t o i. 05 O 3 • ci s n UJ G. S 3 » ci

    IX Sovvenzioni per strade regionali f. 16350:—

    Per sovvenzioni dipendenti dalle deliberazioni dietali ........... Avversuale annua per la manutenzione dei tronco di strada che da accesso alla sta- 150 16200 16200 150

    Sorama del Cap. IX. 150 16200 16350

    Piu come pro 1895 f. 0200:— s

    X Spese per vetiure ed altri scopi militart f. 1360:—

    1 3 Aggiunte per vetiure railitari. la media deli'ultimo triennio......... Aggiunte per vettnre della milizia, la media deli'ultimo triennio....... Paga al fante addetto a! Commissariato per le vetture militari, anmii...... 1000 144 216 — 1000 .144 216

    Si>mtna del Cap. X. 1360 — 1300

    Meno come pro 1895 f. 36:— ad 1 e 2

    XI Debiio provinciale f. 18075:— •

    1 Ammortizzazione del prestito provinciale di f. 324000:— nominali. Addi 1/5 1896 seguira la IX. estrazione delle obbligazioni, del prestito provinciale e precisamente: della Serie A....................f- -• r B....................* 1100:— 2900 2900

    pagabili il 1 agosto 1896.

    2 Interessi delle obbligazioni del prestito provinciale : a) Serie A. Dalla totalita delle obbligazioni emesse negli anui 1888 incl. 1890 di nominali....., • ..............206000:-

    restano . t', i93600:—■

    sopia questi gli interessi del 4% scadibili li 1/2 1896 e 1/8 1896 . f. 7744:— b) Serie B. Dalle obbligazioni emesse li 1/8 1888 per nominali f. 118000:— lurono estratte a sorte negli anni 1888-1895 f. 7200: -restano quiudi f 110800:— e sopra questi gli interessi del 4% scadibili li 1/2 1896 e 1/8 1896 .........- . . .. 4432:—

    assieme...... — 12176 12176

    8 4 Imposta rendita del 10% sngli interessi delle obbligazioni Serie B di fiorini 4432:— ..... .................. Tassa bollo per 402 tagliandi serie B dd. 1/2 e 1/8 1896 .......... — 443 28 443 28

    porto 15547 15547

    O

    S e t t o

    Proposta della Ginnta prov.

    ,i ce

    o ~ ci es

    XII

    i i porto

    Interessi delle vecchie obbligazioni dome-sticali:

    A. Capitali con trasferta:

    1. Šesto Bar. Codelli......

    2. Fondo Milit,ari feriti.....

    3. Chiesa di Uggovitz (Carintia) . . 4- „ r n n '

    5. Fondazione scolastica della Carniola

    n n n n

    B. Capitali senza trasferta:

    1. Fondo Militari feriti

    * • n n »

    S

    n n n

    C. Capitali delle fondazioni:

    1. Fondo delle Dame 2» .. t.

    generale dei Poveri

    assieme

    Data

    14/fi 1812

    I5/6 1812

    15/e 1812

    "/e

    15/6 1812

    i5,6 1812

    »/n 1804 Vu 1*04 7n 1804

    V8 1801

    ,6/a0 1793

    i, — /8

    1801

    N.

    229

    57

    58 112

    59 56

    2 4 3

    Capitale

    in M. C.

    f. | car.

    47228 2514 2320 193 2514 1508

    500 500 500

    11000 10000 10000

    59 08 V4

    40 36

    so3/,

    /o

    '"'/ioo

    27*

    2

    21/« 9

    Jiiteivssi in V. A.

    f. | s.

    1547

    65 60 •5

    66 39

    lo

    13 13

    231 262 210

    2>

    99 Vi

    90 08

    59

    12'/, 12*/, 12'/2

    50

    — 2527j66 Soinma del Cap. XI.

    Meno come pro 1895 f. 16:-

    Spese diverse f. 3558:—

    Eetrocessione di addizionali. Le spese per qnesto titolo verranno compensate alla line

    deli'anno colla correjativa iubriea deli'introito .............

    Interessi del debito fluttuante :

    per interessi del 5% sul debito verso la filiale deli' i. r. Stabilimento di eredito in Trieste, ridotto ora a f 24939:—, tenuto conto ad eventuali versamenti che si fa-

    ranno nell' anno 1896, si preliminano............f. 1000:—

    per interessi del 4'/s°/0 sopra i f. 50000:— avuti in mutuo dal locale Monte di Pieta ed unitavi Cassa di risparmio ed erogati per l'acquisto delle azioni cornuni deli' i. r. priv. Societa ferroviaria friulaua, coin-presa la spesa pei bolli delle quietanze...........n 2257:50

    Spese imprevedute .......................

    Diverse altre spese : bolli, inserzioni, spese postali ecc., con riguardo alPesigenza del-1' anno 1894 .........................

    Somrna del Cap. XH.

    Meno come pro 1895 f. 3601:— ad 2 e 3.

    2528

    2528

    300 300

    15547

    15547

    3258

    15547

    2528

    18075

    3258

    300

    3558

    PH

    CS

    O

    Proposta 4»Ua Givota

    O

    o t t o

    *E S

    D J3

    O iT

    XIII Spese straordinarie f. 24645:—

    1. II contributo aH' i. r. Governo per 1' eseguimento delle opere di d i fesa ali« spoade deli' Isonzo e del Torre, annui f 1000:— per o anni consecutivi, pro 1896 la quinta ed ultima rata (delib. diet. 31,3 1892 <«N. 1605/92) - . . - f. 494:60

    2. Contributo per la eommissione provinciale alla regolazione degli oneri

    fondiari pro 1896 (G. N. 5170/95)...........• „ 1000:—

    3. Per stipendi e sussidi che verranno eoncessi dalla Giunta prov. a fre-

    quent,anti i corsi presso il Museo tecnologieo industriale in Vienna „ 800:—

    4. Pel servizio idrografico nella provincia (ON. 2563/94) .......350:—

    6. Sussidi e contributi votati dai comitati...........- 22000:—

    assieine

    f i'4644:liO

    Piu come pro 1895 f. 7445:

    24645

    o

    o

    o t t o

    Proposta del la Giunta prov.

    II

    Cuoprimento dsttagliato. Introiti dal patršir.onio provinciale f. 23 441:— Interessi attivi delle obbligazioni:

    A. Rendita in cnria

    1. Debito unificato dello Stato . . . .

    B. Rendita in argento:

    2. Debito uriifieato d>41 o Stato .... 3» ji n » - '

    G. Azioni comuni deli' i. r. pri v. Societa ferroviaria friulaua, 250 pezzi a numniali i. 200:—...........

    Data /o Valore nominale Interessi netti

    fiorini fi. s.

    % 1895 180977 5 234100 9832 20

    1895 Vio ^ 80147 38080 s •an n 550 1100 23 46 10 20

    — — n 50000 — —

    assieme 285750 9901 50

    Per le azioni eomuni non si pno per ora portare in previsione una rendita : Interes®i dai comuni sulle antecipazioni, tenuto conto del risultato del 1894

    Affitti:

    a) pel collocamento deli'i. r. nfficio tavolare nel palazzo provinciale (GN. 5189/94) ..................f.

    b) deli' ospitale railitare nell' edificio provinciale in Piazzutta, il com-penso in base alla legge per 1'acquartieramento militare . . . . v

    200:— 2740:—

    assieme

    liendita lorda dei pre< U agrari, si porta iu previsione la rendita raggiunta nell'epoca dal 1894 al Su/6 1895:

    «) per i predi della scuola agrari a sezione italiana.......f. 5400:-

    b) per i jiredi della scuola agraria sezione slovena..................3200:—

    assieme .... Somma del Cap. I.

    1

    2

    Piu come pro 1895 f 3Ch—

    Introiti da titoli pubblici f. 70849:—

    Rifusione dai comuni per spese d' ammaiati : a cuoprimento deli'esigenza preventivuta al Cap. VII tit. 5/& di. . Interessi del 21./« 0/o dal consorzio per T irrigazione deli' agro inonfalconese sul pre-

    stito avuto dalla Provincia negli anni 1887-Dai Comitati stradali le antecipazioni Dai Comuni le antecipazioni . . .

    -1891 di complessivi

    f. 58.000,— nese sul pi f 382.400:

    porto

    9901 2000

    2940

    8G00

    23441

    9901 2000

    2940

    8600

    23441

    5S000

    58000

    9560

    9560

    58000 9560

    67560

    Proposta della Giuuta prov

    <.> g g O t t o 1 Ct i.S o

    C O s ci ~ cc 00

    ; riporto 58000 9560 i G7560

    5 Contributi per spese di regia: a) da] fondo Stipendi.................f. ' 143: b) del fondo generale dei poveri .............. 1237: c) dal fondo Provinciale comunale.............„ 1<>7: d) dalla fondazione di S. E. Fr. Co. Coronini per operai inabili al lavoro „ 31:— e) dal fondo militari feriti ................ 59: f) dai diversi piccoli fondi...............„ 12:

    G 7 .assieme..... I fondi Dame e stipendi Werdenberg fnrono esonerati da questo contributo per deli-berazioni dietali 14/10 1871 e 16/6 1880. liifusione di spese d'espnlsi da parte di altre Provincie, eon riflesso alla media deirultiino triennio ................. .... Dal Sovrano Erario il contributo per la scuola agraria provinciale per acquisto di mezzi d' iusegnamento............ . ....... 1589 1200 500 1589 1200 500

    Som m a del Cap. II. 60789 10060 70849

    Piu come pro 1895 f. 41:— ad 5.

    III AItri introiti f. 330: —

    ] 2 Retrocessioni: a) per mauiaci, puerpere ed altri risarcimenti, come pro 1S95........ b) dai comuni per spese commissionali, la compotenza per questo titolo entrata in pre-notazione attiva nel 1895 di f. 192:31 .............. Dalla vendita di stampati, la media delCultimo trieunio........... Introiti diversi come pro 1895 ................... 100 190 30 io — 100 190 30 10

    , Somma del Cap. III. 330 — 330

    Meno come pro 1895 f. Gl:— ad I b. /

    r

    N.o 650 VIII.

    1895 "

    ECCELSA DIETA,

    Su paTecchi dei monti della nostra provincia cresce quella pianticella tanto pregiata e ri-cercata che 6 comuuemente conosciuta sotto il notne di „Ede]weiss" ossia „biauco di roccia" (Gna-phalium Leontopodium), e che per molti abitanti di quei paesi forma un oggetto di commercio e un cespite di rendita.

    Ora non di rado, anzi spessissimo avviene che o per ignoranza, o per trascuranza colpevole, le persone che vanno a raccattare queste piaute, le levano e le strappano dal suolo con le radici e barbate le offrono in veudita.

    Qneste persone quindi con tale loro procedere, veramente vandalico, danneggiano non solo sd stessi, ma anche quella parte del paese ove prospera il bianco di roccia che, se per lo stesso non si prendono a tempo misure di tutela, finira n coi divenire una pianta molto rara, o collo spa-rire nella parte alpiua della nostra provincia.

    L' i. r. SocieU agraria e la Giunta prov. richieste dal Governo ad emettere in propo-sit.o un loro parere, si espressero nei sensi che sarebbe cosa savia ed utile se, come avvenne in qualche altra provincia deli' Impero, anche nella nostra si emanasse una legge atta tutelare la pianta bianco di roccia.

    La Giunta prov. pertanto, invitata dal Governo a presentare a codest' Eccelsa Dieta un tale progetto di legge, si onora di avanzare quello sub '/., proponendo che voglia compiacersi di acco-glierlo ed approvarlo.

    Legge del.....

    valevole per la Contea principesca di Gorizia e Gradišča concernente la tutela della pianta bianco

    di roccia (Gnaphalium Leontopodium).

    Dietro proposta della Dieta provinciale della Mia Contea principesca di Gorizia e Gradišča trovo di ordinare quauto segue :

    § 1.

    E proibito di levare e strappare colle radici le piaute di bianco di roccia (Gnaphalium Leontopodium) nouchž di offrire in vendita e di vendere tali piante barbate.

    § 2.

    Di ci6 viene fatta eccezione soltanto in quei časi, ove trattasi di acquistare queste piante per scopi scieutifici; iu questi časi devesi per6 ripetere ali' uopo il permesso della rispettiva autorita politica distrettuale.

    § 3.

    La presente legge non trova applieazione a quelle piante che vengono allevate mediante 1' orticoltura. Chi viene sorpreso iu possesso di tali piante, dovrži legittimare la provenieuza mediante uu certificato del comune, nei quale si trova iu coltivazione il bianco di roccia.

    § 4.

    Le contravvenzioni delle prescrizioni del § 1 verranno punite dalle autorit;\ politiche con multa da fioriui 1 a fioriui 10, ed in caso d i recidiva fino a 25 fioriui. Verra anche pronunciata la con-fisca delle piante.

    Le multe vanno devolute al fondo dei poveri di quel comune entro il quale fu colto il contravventore. Nei caso di inesigibilita della multa, questa verra commutata nella corrispoudente pena d' arresto.

    § 5.

    La presente legge entra in vigore col giorno della sua pubblicazione.

    § 6.

    Della esecuzione della presente legge sono incaricati i Miei Ministri di agricoltura e del-

    T interno.

    Zakon z dne .....

    /

    veljaven za pokuežeuo grofovino Goriško in Gradiško v varstvo planike (očnice — Gnaphalium

    Leontopodium)

    Po predlogu deželnega zbora poknežene Svoje grofuvine Goriške iu Gradiške ukazujem tako:

    §. 1.

    Prepovedano je, s korenikami vred izjemati in izruvati planike (Gnaphalium Leontopodium), pa tudi na prodaj ponujati iu prodajati take rastline, katerih se držš korenike.

    §. 2.

    Izjemo od te prepovedi je delati le v tistih slučajih, ko se ta rastlina dobiva za znanstvene namene ; v takih slučajih je pa v to izprositi dovoljenje dotičnega okrajnega političnega oblastva.

    §. 3.

    Ta zakon ne velja za tiste rastline, ki se vzgajajo po vrtnarijsko. V posesti takih rastlin

    zasačene osebe morajo dokazati njihovo izvirnost sb spričevalom tiste občine, v kateri se nahaja dotična planikoreja.

    §. 4.

    Prestopke določil §. 1. kaznujejo politična oblastva z globami od 1 do 10 goldinarjev in v drugo do 25 goldinarjev. Tudi je izreči, da so rastline zapale.

    Globe se stekajo v ubožni zalog tiste občiue, v koje obsegu se je zasačil prestopnik. Kadar ni možno izterjati globe, spremeniti jo je v primerno zaporno kaze«.

    §. 5.

    Ta zakon obvelja tistega dnč, ko se razglasi.

    §. 6.

    Izvršitev tega zakona je naročena Mojima ministroma za poljedelstvo iu za aotraiaje zadeve.

    Dalla Giunta provinciale

    Gorizia, il 23 gennaio 1896.

    II Capitano provinciale

    CORONINI.

    II relatore

    Dr. Verzegnassi.

    Deželni odbor

    poroča

    DEŽELNEMU ZBORU

    poknežene grofije

    Goriške in Gradiške

    o svojem delovanji

    od zadnjega zborovanja do konca decembra

    1895.

    V GORICI, 1896

    Nat. Seitz Zal. deželni odbor.

    Deželni odbor všteva si v dolžnost poročati, kako si je prizadeval izvrševati one naloge, katere je prejel v lanskem deielnosborskem zasedanju in omeniti ob enem najvažnejše predmete, s katerimi se je bavil od dne, ko se je pretrgalo zadnje zasedanje do konca leta 1895.

    Z dopisom z dne 28. oktobra 1895 štv. 2442/P je priobčilo predsedništvo c. kr. namestništva v Trstu, da je blagovolilo Nj. c. in kr. Apost. Veličanstvo z najvišjim sklepom z dne 20. istega meseca premilostuo na znanje vzeti deželnozborske obravnave zadnjega zasedanja, katere so se bile predložile visoki c. kr. vladi v zmisln §. 40. deželnega reda. (Odb. štv. 4932/95).

    I.

    Zakonodajne stvari.

    Prememba cestnega zakona. Odb. štv. 2681/95.

    Edini načrt zakona, ki ga je deželni odbor sprejel v preteklem zasedanja, to je predloga o premembi prvega odstavka §. 22. cestnega zakona z dne 21. maja 1894 štv. 13 dež. zak., je potrjen z najvišjim sklepom z dne 16. maja 1895.

    0. kr. namestništvo je obvestilo o tem dež. odbor z dopisom z dne 27. maja 1895 št. 10072 vsled razpisa. Nj. E. gospoda ministra notranjih zadev z dne 17. istega meseca štv. 2423.

    Na to je deželni odbor koj preskrbel, česar treba, da so se dopolnili cestni odbori po določilih novega zakona.

    Razdelitev ob- Naslednji načrti, s katerimi se je ravnalo po določbah §. 61. občinskega

    dinskih zemljišč. re(ja^ ozjroma z^ona z 14. decembra 1886 štv. 16 dež. zak., dosegli so med

    letom najvišjo potrdbo, in sicer:

    a) načrt razdelitve občinskih zemljišč hruševljskih v dolenjski županiji dne .18. maja (Namestništveni dopis z dne 28. maja 1895 štv. 10276/11 Odb. štv. 2691/95);

    b) načrt razdelitve občinskih zemljišč ozeljanskih v šempaski županiji dne 22. novembra. (Namestništveni dopis z dne 9. decembra 1895 štv. 24091/11. Odb. štv. 5591/95);

    c) načrt razdelitve vitovljskih občinskih zemljišč v isti županiji dne 20. novembra. (Namestništveni dopis z dne 30. novembra 1895 štv. 23920/11. Odb. štv. 5381/95;.

    Nekoliko enakih načrtov je še v obravnavi, tako na pr. oni o razdelitvi občinskih zemljišč v Svinem (kobariška župauija), potem sedelskih, trnovskih (na Bovškem), šentviškogorskih in prapetniških, gorjiskih iu otaležkih (na Cerkljanskem), tolminskega Loma, Rastočine v kožbanski županiji, Yrha nad Kanalom in dr.

    II.

    Zborova naročila.

    Železniena črta Ker sta gospoda inženirja Antonelli in Dreossi pozvedela, da vis. trgovin-

    dovfčine6 ^ ffiin'sterstvo ne mara dati zaprošene koncesije za zgradbo železnice z normalnim

    Odb. štv. 1672/95 tirom med Gorico in Ajdovščino zaradi prevelikih stroškov, in glede na to, da je vis. vojno ministerstvo odločno nasprotno oskotirni železnici, lotila sta se predelati svoj načrt tako, da bi ustregla zahtevam i ednega i druzega imenovanih oblastev. V ta namen sta zmanjšala dotičua dela, kolikor jih je sploh mogoče zmanjšati za železnico z normalnim tirom nižje vrste, iu dosledno sta skrčila tudi potrošek, toda vse to tako, da bo možno železnico vsak čas spremeniti v železnico prve vrste, ne da bi stroški za potrebna dela presegali mej prvotnega projekta.

    Imenovana inženirja sta dne 28. marca 1895 podala ob enem s proračunom, po katerem se stroški od 1,970.000 gld. znižajo na 1,660.000 gld., svoje poročilo o narejenih premembah, prosivši, naj deželni odbor, če se mu zdi primerno, vse skupaj predloži vis. ministerstvu.

    Ker je odbor uže v deželnozborski seji dne 20. aprila 1892 prejel nalogo, da se ima potezati za omenjeno železnico, poslal je operat s poročilom 3. aprila p. 1. štv. 1672 visokemu c. kr. trgovinskemu ministerstvu, izrazivši nado, da bo zdaj, ko so se izdatno olajšali stroški, tem ložej izpolniti iskrene želje tukajšnjega prebivalstva.

    Oskotiina železnica od Gorice skozi Červinjan do Ogleja. Odb. štv. 1861/95.

    Visoko c. kr. trgovinsko ministerstvo je z razpisom z due 6. aprila t. 1. stv. 6020 priobčilo izid pregledovanja proge in postaj nameravane lokalne železnice z ozkim tirom od Gorice mimo Cervinjana do Ogleja in pa nameravane železnice z normalnim tirom od Cervinjana do Ogleja.

    Resolucija za- V seji deželnega zbora dne 30. junija 1895 ednoglasno sprejeto resolucijo,

    rine^d^n^k^se ^ se Franciji ne olajšalo uvaževanje njenih vin v Avstrijo s tem, da se jej do-

    uvažajo iz'Fran- voli niža carina od sedanje, predložili smo due 6. marca t. 1. visokemu c. kr. trgo-

    Odb štv 588/95 viuskemu ministerstvu in jo prav živo priporočili.

    TJravoava hu- Kakor je sporočilo c. kr. tržaško namestništvo z dopisom 10. oktobra t. 1.

    OdbF.!nšW B64650 štv- 19.105/11., so v lanski jeseni pod vodstvom belaškega c. kr. tehniško-gozdarskega 1895. oddelka za zagradbo hudournikov dovršili uravnavo hudournika Bele in zavarovali

    zemljišča tik njega tako, da se ne bodo mogla dalje meliti, za katero delo je bil vis. deželni zbor v seji dne 15. februarja 1894 dovolil 600 gld. podpore.— To vsoto smo dne 30. okt. t. 1. nakazali v roke imenovanemu tehniško-gozdarskemu oddelku.

    Podpore obrt- Stalni podpori, ki ste določeni za obrtnijski nadaljevalni šoli v Gorici

    nijskim šolam. • Nabrežini, Smo nakazali dotičnima kuratorijema.

    Odb. štv. 2971, .„ -i j • j 10 • • i i

    1299 2745 1. C. lir. tržaško namestništvo je naznanilo z dopisom z due 13. junija L 1.

    1895. §ty- 10802, da je visoko c. kr. ministerstvo za bogočastje in uk z razpisom z dne

    23. maja t. 1. štv. 11326 dovolilo istima zavodoma za leto 1895, in sicer obrtnijski nadaljevalni šoli z italijanskim učnim jezikom v Gorici 1000 gld., nabrežinski šoli za kamnoseke pa 350 gld. podpore.

    Pri tej priliki bodi povedano, da je visoko c. kr. ministerstvo za bogočastje in uk z razpisom z due 17. februarja 1. 1. štv. 19047 privolilo v to, da se ustanovi na Žagi državna obrtnijska šola za košarje. V istini se je šola odprla uže 1. oktobra p. 1.

    C. kr. namestništvo je prosilo z dopisom z dne 28. februarja t. 1. štv. 4099, da bi se v korist imenovani šoli nakazala deželna podpora 200 gld., na katero se je od vladne strani računilo, ker je bil deželni od%bor obljubil, da jo bo

    predlagal vis. dež. zboru.

    Gledš pa na to, da se za leto 1895 ni potrdil proračun deželnega zaloga, v katerem je bila zapodadena omenjena podpora, ni bilo možno ustreči namestništveni želji.

    Pogozdovanje Dotacijo 2000 gld. za pogozdovanje Krasa smo izplačali za leto 1895

    £»Ma' ,.„o deloma iz gozdorejskega, deloma iz deželnega zaloga, iz prvega 1252 gld., iz dru-

    Odb. štv. 2148 D o 7

    1895. zega pa 784 gld.

    Z uradnim pismom z due 20. aprila 1835 štv. 53 je podala komisija za pogozdovanje Krasa obširno poročilo o svojem delovanji leta 1894, potem svoj obračun, računarjevo poročilo in svoj dopolnitveni inventar.

    Uže pred tridesetimi leti jela je vlada za to skrbeti, da bi se zopet obrastla gola kraška rebra; ustanovila je drevesna semenišča in drevesnice, uradoma je odločevala zemljišča za pogozdenje in nalagala je občinam, da so izvajale zapo-

    vedane nasade. Toda uspehi takratnih pogozdovalnih del, katera so prav mnogo stala, so čisto neznatni in ne stoja v nobeni primeri s tem, kar se je potrosilo za drevesnice, komisije, razpošiljanje in nasajanje rastlin.

    Y Rodiku na Krasu, kjer je bila državna drevesnica,! ostal je še viden spomin na takratno dobo, sicer so se pa skoro povsodi pozgubili sledovi tačasuega pogozdovanja. Vladni organi, katerim je bila stvar izročena, niso sploh razumeli svoje naloge. Na drugi strani pa se jim je bilo bojevati z ljudsko zlo voljo in upornostjo, in tedaj ni čuda, da ni šlo delo od rok in da se v obče niso posrečili nasadi, za katere so rabili v mnogih slučajih uže posušene rastline. Gozdni zakon z leta 1852 tudi ni dajal potrebne postavne zaslombe za posilno pogozdovanje golih zemljišč, dasi je skoro gotovo, da so bila nekdaj pokrita z gozdovi.

    Od kar je pa v veljavo stopil zakon z dne 9. decembra 1883 štv. 13 dež. zakonika z leta 1884, napreduje pogozdovanje po vsem našem Krasu na prav očiten način in deželna komisija se ponaša po svojem desetletnem delovanju uže s prav lepimi nspehi.

    Iz poročila o njenem delovanju v letu 1894 posnemamo naslednje podatke:

    Delokrog pogozdovalne komisije obsega politične okraje sežanski, goriški iu gradiški in sicer v prvem vseh 58 davčnih občin, v drugem 32 iu v zadnjem 13, vsega skupaj 103 občine.

    Y teh občinah je komisija do konca leta 1894 odločila 8348 hektarjev zemljišč za pogozdenje. Tečinoma so ta zemljišča nerodovitna, pusta, ali pa pašniki zadnje vrste. Ker je vseh takih zemljišč v omenjenih 103 občinah skupaj 35.304 kekt,, je po tem takem samo 23°/0 teh zemljšč odločenih za pogozdenje. Zraven ostalih 77% pašnikov in nerodovitnih zemljišč (med zadnjimi so samo za pogozdenje čisto nesposobna zemljišča) je še 32.607 hektarjev obdelanih zemljšč in travnikov iu 19.336 hektarjev gozda, za katere ne velja obveznost pogozdovanja. Nav&dli smo te številke v dokaz, da je za umetno pogozdovanje odločeno površje tako majhno, da nikakor ne more občutljivo vplivati na gospodarske razmere dotičnih lastnikov, kar žalibog mnogokrat poudarjajo tisti, kateri se še vedno na vse kriplje ustavljajo delu pogozdovalne komisije.

    Leta 1894 seje pogozdilo vsega skupaj 182-76 hektarjev sveta z 1.603.750 rastlinami. To delo se razdeluje tako:

    b) nasadi v lastnem gospodarstvu: v goriškem okraju 69*170 hekt. z 615.500 rastlinami v gradiškem , 22 280 „ „ 174.650 v sežanskem „ 60'310 „ „ 653*600 b) nasadi vsled podeljenih podpor: v goriškem okraju 30-500 heht. z 157.300 rastlinami v gradiškem „ 0-500 „ „ 2.700

    Za tiste nasade, katere dela komisija v lastnem gospodarstvu, izkopavajo jame (30 cm globoke in 30 cm široke) lastniki dotičnih zemljišč; to stane za vsakih 1000 drevesc po 4 do 6 gold ; rastline in delo priskrbuje komisija na račun pogozdovalnega.

    zaloga. Nekateri posestniki pa pogozdujejo sami svoja zemljšča z rastlinami, katere dobivajo brezplačno iz državnih drevesnic; v tem oziru se odlikujejo prav posebno nekateri posestniki v okraju goriške okolice, kateri so ne samo v preteklem, ampak tudi v poprejšnjih letih s pohvale vredno marljivostjo in skrbnostjo in z dobrim uspehom pogozdili v to odmemiena lastna zemljišča.

    Da so se dopolnili novi in uže stareji nasadi, porabilo se je 1,884.300 rastlin ; vsega skupaj se je leta 1894. usadilo 3,488.800 rastlin naslednjih vrst borov (Pinus austriaca) . . . . . 3,282.750

    smerek (Abies excelsa)..... 164.300

    parolinijevih borov (Pinus Paroliniana). 37.000 mecesnov (Larix europea) .... 4.000.

    Iz tega je videti, da rabimo v prvi vrsti borovce in sicer dveletne rastline za pogozdenje, ker se bor najvstrajnejše brani suše in se vsled globoko segajočih korenin ustavlja tudi sili razsajajoče burje.

    Parolinijeve borovce nasajaruo tudi v zavetnih legah, ki niso više od 100 metrov nad morsko gladino; oni rasejo veliko nagleje od navadnih borov in zato treba presajati uže enoletne rastline. Triletne smereke rabimo za nasade ležeče nad 500 metrov nad morsko gladino, kjer je bolj hladna in uže nekoliko obraščena zemlja; kajti le tedaj se razvijajo rastline, ako so zadostno zavarovane. To velja tudi za dveletne mecesne, katere smo tu pa tam nasadili v primernih legah. Ti dve vrsti pa nasajamo po malem in vedno med borovce samo zato, da vstrezamc željam do-tičnih zemljščnih lastnikov. Posebno delamo to v gorskih pokrajinah goriškega okraja.

    Ko je začela vlada pred tridesetimi leti na državne, stroške pogozdovati Kras in je v ta namen delala skušnje, rabila je v to samo listovce, posnemaje naravo češ, da so domače rastline najprimernejše tudi za umetno pogozdovanje; na drugi strani je hotela vstreči tudi prebivalcem, katerim so listovci ljubši, ker jim služijo v razne kmetijske namene. Skušnja pa je pokazala kmalu, da so rastline s širokimi listi čisto nesposobne za pogozdenje Krasa v kamenitih in razpostavljenih legah; večinoma so šle pod zlo, in če jih je tudi v nekaterih krajih kaj malega ostalo, niso se sponesle v tem, da bi zboljšale tla, ker so pogosti in silni vetrovi raznašali listje in se toraj ni mogla narejati prst, koja bi bila pokrila gola nerodovitna tla. Bor je spoznan kot najbolja rastlina za pogozdenje Krasa, ker vstraja v suši, na vetru in mrazu ker mu dalje vsako leto odpadejo stareje igle katere na gostem pokrivajo tla in se s časom razkroja v zemljo, ter tako zboljšajo puste go-ličave. In za to ga rabi komisija skoro izključljivo za pogozdenje.

    Iz komisijinega obračuna posnemamo dalje, da se je leta 1894 potrosilo za nove nasade 4048 gl. 43 kr. in sicer

    v sežanskem okraju.....gl. 2262:35

    v goriškem „ ...... 1262:74

    v gradiškem „ ...... 523:64

    Poprečen trošek za pogozdovanja (nov nasad, razvun kopanja jam) je znašal za vsak hektar v okraju

    sežanskem . . . . gl. 37:54 ) , , v , . , , ,

    ° I poprečen trosek za celo deželo

    goriškem ..... 18:25 , 2g L 6g kf> za 1 hektar

    gradiškem . , . . , 23:50 )

    razloček se ravna po zemljiščnih lastnostih in po dninah, kakoršue se plačujejo delavcem.

    Z ozirom na število porabljenih rastlin izračuni se lahko tudi trošek za

    presajanje vsakih 1000 rastlin, ki je znašal v okraju

    sežanskem . . . . gl. 3:46

    goriškem . . . . „ 2:05 poprečno za deželo po 2 gl. 80 kr.

    gradiškem . . . . „ 3:00 .

    Za popravo in dopolnitev vseh uže v prejšnji dobi narejenih nasadov se je potrsilo 5370 gld. 55 kr.; to je, za vsakih 1000 rastlin poprečno 3 gl. 3 kr.; ti stroški gred& izključno na račun pogozdovalnega zaloga ; zato znašajo za vsakih 1000 rastlin 23 kr. več, kakor oni za prvi nasad, za kateri pripravlja zemljščui lastnik jame na lastne stroške.

    Za nove nasade in za dopolnitev uže obstoječih, za prevažanje rastlin in enake potrebščine smo potrosili leta 1894 vsega skupaj 9570 gl. 15 kr.

    Ustanovitev novega sodišča v Kobaridu. Odb. štv. 1288 1895.

    Z razpisom z dne 1. marca 1895 štv. 4092 je visoko c. kr. pravosodno ministerstvo priobčilo svoj ukaz zastran ustanovitve c. kr. okrajnega sodišča v Kobaridu v zmislu deželnozborskega sklepa z du& 19. maja 1893.

    Podelitev šti-pendijev visoko-šolcem.

    Štipendije, katere je visoki deželni zbor ustanovil v pomoč štirim vseuči-liščnim prvoletnikom našim deželanom, podelili smo za šolsko leto 1995-96 Konstantinu Buttignon-u pravniku na graški univerzi, Ivanu Cumiu-u modroslovcu na dunajski univerzi, Jakopu Zajec-u pravniku na dunajski univerzi in Henriku Furlani-ju pravniku na graški univerzi.

    Med letom sta postala prosta dva izmed tistih štipendijev po 300 gld., katere je visoki deželni zbor v seji dne 10. septembra 1888 ustanovil v proslavo 40. letnice vladarstva Nj. ces. in kr. apost. Veličanstva našega presvitlega Cesarja. Ednega smo podelili slušatelju na c kr. tehniški visoki šoli na Dunaju Fioravante Derossi, ednega pa modroslolcu na graški univerzi Andreju Jug-u.

    Slednjič se je podelila ena izmed Coroninijevih ustanov pravniku Josipu Leupušček-u na graški univerzi.

    Štipendij za tehnologični muzej na Dunaju.

    Ker smo prejeli od ravnateljstva tehnologičnega muzeja na Dunaju prav povoljna poročila o napredovanju učenca Alojzija Breganta iz Gorice, podelili smo mu tudi za šolsko leto 1895-1896 štipendij 400 gld., da se more izšolati v 4. tečaju metalurgičnega oddelka.

    Druge podpore. Male podpore, katere je visoki zbor v preteklem zasedanji dovolil društvu

    za varstvo avstrijske trtoreje, Katerim Vuga in vdovi rajnkega učitelja Jerneja Ra-dizza, izplačali smo v zmislu prejetega naročila. Mariji Pauletičevi, sestri rajnkega ravnatelja deželne gluhonemice monsig, Andreja Pauletiča, smo vsled deželnozborskega sklepa z dne 29. januarja 1. 1. nakazali 100 gld. podpore.

    III.

    Navadna odborova opravila-

    Deželni odbornik dr. France Verzegnassi je tudi v pretekli dobi, kadar je trebalo, nadomeščal deželnega glavarja.

    Osebje deželnih Mesto deželnega računarja je še vedno prazno; novi deželni odbor naj bo

    rador in zavo- zbjral med dotičnimi prosilcL

    Februarja meseca 1. 1. je preminol vpokojeni ravnatelj italijanskega oddelka deželne kmetijske šole, Josip Velicogna. — Z odlokom dne 10. aprila 1. 1. štv. 5477/94 smo imenovali stalnim pristavom na istem oddelku gosp. Iv. Kr. Marega, kateri je od dne vpokojenja rajnkega ravnatelja Velicogna do 19. avgusta 1. 1. vodil zavod. Tega dne je nastopil službo novi ravnatelj gosp. Josip Lippizer, imenovan z odlokom 14/4 1895 štv. 5477/94; toda njegovo imenovanje postane stalno še le tedaj, če ga deželni odbor potrdi po enoletnem poslovanji.

    Vodstvo slovenskega oddelka kmetijske šole je še vedno izroeeuo gospodu pristavu Viljemu Dominko.

    Poklon. Ko je dne 8. maja 1. 1. Naš presvitli Cesar blagovolil s& Svojim Naj-

    višjim pohodom počastiti sosednjo Istro, da je prisotstvoval, ko so slovesno v morje spuščali pobrežno vojao ladijo „MonarchB, poklonil je Njegovemu Veličanstvu tudi naš deželni glavar v imenu dežele in njenega zastopa prespoštljiva zagotovila neomejene vdanosti.

    Sožalje. V dobi. na katero se nanaša poročilo, posegla je dvakrat neusmiljena smrtna

    roka po udih naše presvetle cesarske rodbine. Obakrat smo na primeren način izrazili živo sožalje zvestega prebivalstva naše dežele.

    Ko je namreč preminol slavni maršal naše hrabre vojske, Nj. c. in kr. Visokost nadvojvoda Albrecht, prosili smo brzojavnim potom njegovo prevzvišenost

    gosp. minist. predsednika kneza Windischgraetza, naj pokloni sožalje goriške dežele Njegovemu Veličanstvu.

    S pismom 9. marca 1895 štv. 490/P je sporočil prevzvišeni gospod namestnik, da je njegovo Veličanstvo blagovolilo premilostno zaukazati, naj se deželnemu odboru izreče cesarska zahvala za izraženo sožalje in vdanost

    Tudi ko je nemila osoda zadela Njegovo ces. in kr. Visokost, prejasnega nadvojvodo Ladislava, smo nemudoma sporočili sožalje naše dežele in njenega zastopa presvetlemu Cesarju in prejeli na to najvišo zahvalo.

    Imenovanje konservatorjev. Odb. štv. 1411/95.

    C. kr. namestništvo je naznanilo z dopisom z dne 10. marca 1895 štv. 477/P, daje Nj. e. gospod minister za bogočastje in uk potrdil gospoda dr. Pavla pl. Bizzaro in tajnega svbtuika grofa Franca Corouiui-ja v Gorici, potem gosp. dr. Atilija Hortis-a občinskega knjižničarja v Trstu v njihovih častnih službah kot kou-servatorji umetnostnih in zgodovinskih spominkov za poslovno dobo naslednjih petih let.

    Imenovanje uda c. kr. deželne zdravstvene komisije.

    Odb. štv. 2022/95.

    Ko je pretekla triletna poslovna doba c. kr. deželne zdravstvene komisije ter je ž njo ugasnil tudi mandat našemu zastopniku, naprosili smo vsled nainestništve-nega vabila z dne 17. aprila p. 1. štv. 763/P gospoda viteza dr. Josipa Maurovich-a, naj tudi v prihodnji triletni dobi v imenovani komisiji zastopa zdravstvene interese naše dežele.

    Imenovanje članov c. kr. okr. šolskega sveta sežanskega. Odb. štv. 1097, 1676 1. 1895.

    Po smrti g. Rajmunda Mahorčič-a smo z odlokom z due 28. februarja 1895 štv. 1097 imenovali gospoda Aleksandra Mahorčič-a, župana nakelskega, udom c. kr. okrajnega šolskega sveta za sežanski okraj.

    Z dopisom 24. marca 1895 štev. 244 je naznanil c. kr. dež. šolski svet, da je nj. e. gospod minister za bogočastje in uk imenoval gospoda Matevža Kaute-ja, voditelja ljudske šole v Sežaui, okrajnim šolskim nadzornikom za sežanski šolski okraj.

    Ustanovitev cestnih odborov.

    Tekom teta 1895. so se konečno ustanovili in dopolnili vsi cestni odbori v deželi po določilih zakonov z dne 21. maja 1894 štv. 13 in 15. septembra 1895. štv. 11 dež. zak.

    žekfeed°tanJ'"df naročilu vis- kr- kmetUskega ministerstva je v preteklem letu gosp.

    šole.6 m<3 IJS 6 vladni Edvard Mach ravnatelj kmetijske šole iu poskušališča v St. Mihaelu

    Odb štv. 5596/95 na Tirolskem, obiskal in pregledal naši deželni kmetijski šoli v Gorici in o tem, kar je videl, čul in sodil, podal obširno poročilo, iz kojega smo posneli ^glavne stvari; saj je prav, da se ve v deželi, kako sodijo merodajne osebe o zavodih, ki so zelb važni za našo deželo.

    L. 1869 se je ustanovila v Gorici srednja šola za poljedelstvo. Ker se je pa kmalu pokazalo, da ta šola ni prav potrebna, se je opustila iu ustanovila mesto nje kmetijska šola z dvema oddelkoma, italijanskim in slovenskim, ki sta bila združena pod enim ravnateljstvom.

    Ker so nastale vsakovrstne težave, ločila sta se slednjič (1. 1879) oddelka popolnoma drug od druzega iu nastali ste dve samostojni kmetijski šoli, ločeui tudi krajevno, ki niste v nikaki zvezi med seboj, jedna z italijanskim, druga s6 slovenskim učnim jezikom. Prva je namenjena v prvi vrsti furlanskemu, druga slovenskemu delu dežele. Oba dela dežele se razločujeta tudi v gospodarskem ozira, kar ima svoje uzroke deloma v razliki tal, deloma v narodnostnih posebnostih in v gospodarskem razvitku romanskega in slovanskega prebivalstva. Na slovenskej strani prevladuje malo kmečko posestvo, v Furlaniji pa so koloni. Tedaj ste tudi nalogi šol z ozirom na te razmere različni. Italijanski oddelek kmetijske šole ima vzgojevati kmetijske opravuike (gastalde) za veče posestnike, slovenski oddelek pa izšolati male kmečke posestnike.

    A Italijanski oddelek kmetijske šole v Gorici.

    Y prejšnjih letih se je na zavodu pripravljalo žvepleno-kislo apno, kar sa je pa sedaj po pravici popolnoma opustilo. Tako apno se da pač tu in tam v kletarstvu porabiti, a splošno ga m priporočevati. Res je, da zabrani skisanje, a to se zabrani bolje s tem, da se vedno zalivajo sodi in skrbno ravna z vinom.

    Kot gradivo za demonstracije (dokazovanje) je omeniti v prvi vrsti šolsko posestvo, ki je dovolj obširno, da zadostuje šolskim namenom. Šolsko zemljišče neposredno okoli zavoda meri okoli 6 ha. Razun tega ima šola še kakih 5 ha senožeti, ki pa ležš več ko eno uro daleč od šole, in jedno parcelo gozda, s površjem blizu 1 ha. V gozdu rasejo akacije, hrasti in kostanji; namen gozdu je dobiti potrebnih kolov za vinograd. Na šolskem posestvu imajo okoli 1 ha vinograda, ki že daje pridelek ; trgatev leta 1894 je dala okoli 70 hI. vina. Vinograd je nasajen večinoma z laškim rizlingom, kateri se sedaj vedno bolj širi v skoro vseh vinorodnih krajih, in z refoškom, modro frankinjo, korvinom in burguudovcem; trte so nasajene v vrstah (špalirjih) s tremi dratovi. Obče navadni načini obdelovanja trt na šolskem posestvu sploh niso zastopani, kar ni morebiti prav, ker učenci imajo vender pozneje opraviti ž njimi in je tedaj primerno, da se poučč, kako naj se pravilno izvedejo iu zbuljšajo.

    Dalje ima šola trtnico za množitev, iz katere se dobivajo kolči ameriških trt. Trtnica meri okoli 1 ha ter se nahajajo v njej deloma tudi usajeue trte, in tudi take vrste, ki bi se dandanes ne smele več rabiti za nove nasade s kolčmi. Zato so se tudi in po vsej pravici, deloma požlahtnile te ameriške trte z evropskimi

    vrstami, 11. pr. z burguudovcem iu karmeuetom.

    Dalje ima šola trtnico, v katerej so požlahtnili učenci kakih 10.000 trt,

    in drugo trtnico za nepožlahtnjene ameriške trte.

    Polje je obsejano s pšenico, rudečo deteljo krompirjem, turšico itd.

    Tudi sem videl nasade špargljev, pomidorov, dinj (melonov).

    V obče napravi gospodarstvo na posestvu dober vtis, samo sadjereja se mi zdi z ozirom na razmere na Goriškem nekoliko zanemarjena.

    Naštel sem kakih 25 debel sadnih dreves. Rekli so mi, da sadna drevesa popolnoma izumirajo, ker je zemlja težka; tla so pač ugodna za druge pridelke, pa ne za sadjerejo. Vidi se, da ravnina sploh ni ugodna za sadjerejo, ker so tla presuha in kamenita. Tudi nema furlansko prebivalstvo veliko veselja do sadjereje ; uzrok tiči v narodnostnih običajih in tradicijah, ki se posebno kažejo v deželah z mešanim prebivalstvom.

    V prejšnjih časih je bila nasajena cela merna njiva (campo) z drevesi; ali dreves ni bilo mogoče oddati v furlanskem delu dežele bajd niti zastonj.

    V malej drevesnici s površjem kakih 500 m sem videl v rabi požlahtnjeuje zernatih dreves s cepljenjem, samo breskve so bile okulirane. Tudi nekaj jagodovih rastlin je bilo nasajenih.

    Gledč sadjereje stori šola sedaj prav malo. Za vrtnarstvo skrbi nekoliko; šola ima cvetličnjak; videl sem več pognojenih gredic. V hlevu ste zastopani dve plemeni goved, friburško, katero uporablja c. k. goriško kmetijsko društvo za izboljšanje plemeu v ravnini, (en bik 6 krav, 3 teleta), in unterwaldensko za Brda in Kras, (en bik 5 krav) Tudi svinjak sem videl. Kolikor sem slišal, ne zadostuje krma, ki se prideluje na šolskem posestvu, za prehranjenje živine, ampak je treba še zraven kupovati.

    Posebno se pazi v šoli na svilorejo. Navadno se rediste dve onči domačega plemena.

    V kleti sem našel cele vrste burgundovca, karmeneta, modre frankinje, poslednji dve s prav interesantnim okusom po travi, pridelka z leta 1893 in 1894. Klet je čista, vina z leta 1894 so bila dobra, z leta 1893 že preostra (prepolna ldsove kisline) ; bilo bi želeti, da se opusti v bodoče raba sklenic za zalivanje.

    V obče pa napravi gospodarstvo, izvzemši sadjerejo, ktero ovirajo naravne težave, dober vtis, iu dohodki iz šolskega posestva pokrivajo navadno vse troške za šolo, tako da ni treba dospevkov iz deželnega zaloga.

    Od drugih učnih sredstev bila bi omeniti zbirka užitnih in strupenih gob, kemična delalnica, (ki služi ob enem kot prostor za gojenje sviloprejk) z ognjiščem, mala zbirka preparatov za izvršitev najvažniših eksperimentov (poskusov) pri poduku v kemiji, 3 mikroskopi, nala tehtnica za analizovanje, Westphalova tehtnica. Ymes je bilo tudi nekaj malo važnih aparatov, ki se dobš pa skoro na vsaki šoli. Vse te zbirke bi trebalo vsakako polagoma popolniti.

    Knjižnica je z ozirom na dolgost obstanka šole premajhna in enostranska; obsega največ francoskih knjig iu časopisov. Manjka mnogo skoro neobhodno potrebnih knjig iu časopisov. Sicer pa ima c. k. poskuševališče jako bogato knjižnico in tako tudi kmetijsko društvo, posebno veliko časopisov za poljedelstvo. Vsakako pa je šolska knjižnica premajhna.

    Z ozirorn na dohodke šolkega posestva in na vladno podporo je letni do-spevek h deželnega zaloga povprečno le majhen, kakih 2000—3000 gl.

    V šolo je mogoče sprejeti k večerna 20 gojencev. Sprejemajo se vedno le vsako drugo leto, tako da je na šoli vedno en sam tečaj. Ko gojenci po dveletnem šolanju zapustč zavod, sprejmejo se drugi za nadaljni 2 leti.

    Ker delujeta na zavodu samo dva učitelja in en oskrbnik (v zadnjem letu celo en sam učitelj in oskrbnik), je ta uaredba, če tudi ima svoje slabe strani, vendar ediuo mogoča, kajti drugače bi učitelja ne mogla opravljati drugih dolžnostij, oskrbovati namreč posestvo, podajati račune, itd.

    Naloga šoli je, odgojevati učence, da postanejo dobri kmetijski delavci in opravniki (agenti di campagna), ki bi bili zmožni oskrbovati pod vodstvom posestnikov majhna premoženja. Za sprejem se zahteva starost najmanj 16 let in dovršena ljudska šola. Učenci z višjo omiko se ne sprejemajo radi.

    Deželni odbor daja zavodu vsako leto za štipendije 800 gld., ki zadostujejo za vzdrževanje 8 učencev. Navadno pa se razdeli ti štipendiji mej več učencev, kakor je bilo spočetkoma namenjeno.

    Hrana učencev je priprosta in taka, kakor jo uživa tamošuje kmečko prebivalstvo.

    Učenci dob6 vsaki dan kot zajutrek V2 litra kave, na dan 500 gr. belega kruha, opoldne meso samo dvakrat na teden, drugače makarone, ali tako zvano mineštro, tedaj vselej eno samo jed, zvečer polento, dvakrat na teden meso, drugače sir, salam itd.

    Kuhinjo oskrbuje imenom učencev vodja, jedi določujejo učenci sami, in to je tudi prav, s tem se izogne nezadovoljnosti učencev gledč hrane.

    Učenci dobivajo za delo, ktero opravljajo za šolsko posestvo, plačilo, in sicev 3_4 kr. na uro. Kadar pa opravljajo učenci dela, v kterih niso še dobro izurjeni, tedaj ko delajo bolj radi lastne vaje, ne dobč plačila.

    Dohodki od takih del se porabljajo pri štipendistih za plačilo hrane, v kolikor ga ne pokrije štipendij, tako da jim v gotovini ostane le malo ali nič. Kakor so mi pravili, bi večina starišev vzela svoje sinove iz šole, ako bi morali za nje še doplačevati.

    Y resnici izstopijo učenci, ki nimajo štipendija, v kratkem iz šole. Zato pa skrbi vodstvo, da se pokrijejo vsi troški s štipendiji in s plačilom, ktero dobe učenci za delo.

    Taki učenci pa, ki nimajo štipendija, se menda prav malo vdeležujejo del, za ktera se daje plačilo, in to so navadno težavniša dela, in taka, v kterih so že izurjeni in pri kterih se tedaj ue uauče. Rekli so mi menda, da se jih niti ne more

    siliti k takim delom.

    Ta naredba se mi ne zdi primerna, ker tako postanejo plačujoči učenci nekako privilegirani, kar ni ugodno za disciplino na zavodu. Tudi nema vodja zavoda pri izvrševanju del popolnoma proste roke, ker se mor